Honoré de Balzac - Biografia

Honoré de Balzac - Biografia

Breve biografia -Honoré de Balzac, autore di Human Comedy, un vasto studio sui costumi, è uno dei più grandi romanzieri francesi del XIX secolo. Uomo di eccessi, signore, fiero e sicuro del suo talento, Balzac dipinge tra romanticismo e realismo la società scossa del suo tempo, segnata dalla Restaurazione e dalla Monarchia di luglio. Le sue permanenti difficoltà finanziarie saranno all'origine della sua straordinaria creatività letteraria, con più di 120 romanzi al suo attivo.

BIOGRAFIA DI BALZAC(completare)

Honoré de Balzac, giovane scrittore

Nato il 20 maggio 1799 a Tours, Balzac studiò al confine con gli oratoriani. Fu all'età di 20 anni che decise di acquisire fama e fortuna attraverso la sua penna! Scrittore prolifico, ma convinto della scarsa qualità dei suoi romanzi, continuò a pubblicare sotto pseudonimi fino al 1829 quando finalmente firmò un romanzo con il suo nome: I Chouans. Honoré de Balzac rinnega successivamente tutte queste prime opere. Durante questo periodo difficile, Balzac può contare sull'appoggio di Mme de Berny, ventenne, di cui divenne l'amante nel 1822. Per far fronte finanziariamente, il giovane romanziere, che prese lo pseudonimo di Horace de Saint Aubin, si lancia nell'edizione, ma è un fallimento e accumula i debiti ... Il suo fallimento lo spinge a riprendere a scrivere e nel 1829 conosce un certo successo con il Fisiologia del matrimonio e I Chouans.

Il prolifico romanziere sociale

Balzac frequentò i salotti, in particolare quello della duchessa di Abbrantes con la quale ebbe una relazione e di cui fu consulente letterario e correttore. Lo scrittore francese è diventato un uomo di mondo, scrive su varie riviste, si confronta con la buona società parigina e si permette persino di aggiungere una particella al suo nome nel suo romanzo del 1831. The Red Inn "De Balzac". Per guadagnare denaro, si è dilettato più volte nel teatro, un genere che non gli interessava molto, ma le sue commedie erano dei relativi fallimenti che non riuscivano davvero a risolvere i suoi problemi finanziari. Infine, sono le sue numerose connessioni femminili che gli permettono di ottenere alcuni sussidi e sfuggire ai suoi creditori.

Tra tutti questi ammiratori che si aprono a lui, uno sarà davvero l'amore della sua vita: la contessa Hanska, una donna polacca sposata con un principe russo residente in Ucraina. Con lei mantiene una corrispondenza epistolare (raccolta in Letters à l'Étrangère) e la incontra occasionalmente in Svizzera, Sassonia e Russia. Alla fine la sposò molto tardi, nove anni dopo la sua vedovanza, nel 1850.

Nel 1832 la carriera politica lo tentò, poi si presentò, sotto l'influenza della duchessa di Castries, come monarchico e cattolico nel giornale legittimista The Renovator. Questa posizione politica offenderà i grandi scrittori contemporanei come Hugo, Flaubert o Zola. Tuttavia, il monarchismo di Balzac era talvolta visto non come un conservatorismo, ma come un atto ribelle che segna il rifiuto della società borghese, della sua visione del mondo, del suo capitalismo conquistatore e delle nuove ambizioni carrieriste che induce.

Balzac milita anche per il rispetto degli scrittori, nel 1838 fondò con Victor Hugo, Alexandre Dumas, Frédéric Soulié e George Sans la Société des Gens de Lettres per difendere i diritti morali, gli interessi patrimoniali e legali degli autori.

La commedia umana

Balzac organizza le sue opere all'interno di La Comédie humaine, caratterizzate dal ritorno dei personaggi (certi personaggi si ritrovano da un romanzo all'altro, in un ruolo primario o secondario, allo stesso modo in cui possono riaffiorare personaggi famosi in vita di tutti i giorni) che in seguito ispirò Zola e Giono. Il pensiero di Balzac è davvero sistemico, portando attraverso le sue finzioni tutta la complessità sociale del mondo derivante dalla Restaurazione e dalla Monarchia di luglio (alla fine, la Commedia umana riunisce duemilacinquecento personaggi!). Non senza orgoglio, Balzac ha scritto a Mme Hanska sull'originalità del suo progetto:

“Quattro uomini avranno avuto una vita immensa: Napoleon, Cuvier, O'Connel e io voglio essere il quarto. Il primo ha vissuto la vita dell'Europa, si è inoculato con eserciti! Il secondo ha abbracciato il globo! Il terzo è stato incarnato in un popolo! Io, avrò portato un'intera società nella mia testa! "

Di conseguenza, le pubblicazioni si susseguono: Il giglio della valle (1835-6), Storia della grandezza e della decadenza di César Birotteau (1837), La casa di Nucingen (1838), Il prete del villaggio (1839), Beatrix (1839) Ursule Mirouët (1841), Illusioni perdute (1837-1841) ... In totale, la commedia umana è composta da centotrentatré opere, di cui novantacinque romanzi! Tutti classificati in tre gruppi principali: studi di costume, studi filosofici, studi analitici. Nel 1840, ha collaborato con la rivista parigina, che ha fatto l'apice del romanzo seriale.

Balzac è generalmente considerato l'inventore del romanzo moderno, copre tutti i generi dal fantastico al filosofico attraverso lo storico. Non solo varia i generi, ma varia anche le forme, tra cui narrazione, racconti, saggi, studi ... Sebbene sia un partigiano di una società di classe, Balzac trasforma i suoi personaggi in ribelli, esseri di eccesso, fuorilegge che vanno oltre la gerarchia sociale! Ha scritto a George Sand:

« Amo le persone eccezionali, lo sono. »

Il suo lavoro è anche, a volte, classificato nel movimento realista a causa delle molte descrizioni e dell'importante ruolo della fisionomia (l'interiorità dell'individuo è percepibile dal suo aspetto esteriore).

Honoré de Balzac ucciso sul lavoro

Balzac si trasferì a Parigi con la contessa Hanska. Ma la sua salute peggiorò rapidamente e il 18 agosto 1850 fu travolto da edema generalizzato, peritonite e cancrena. Pare che una delle cause sia la sua attività straripante e il suo consumo eccessivo di caffè schiacciato "turco" che deve stimolare la sua fantasia:

“Se assunto a stomaco vuoto, questo caffè infiamma le pareti dello stomaco, lo torce, lo maltratta. Da quel momento in poi, tutto è agitato: le idee vengono scosse come i battaglioni della Grande Armata sul terreno di una battaglia, e la battaglia ha luogo. I ricordi arrivano a un ritmo rapido, i segni si spiegano; la cavalleria leggera dei confronti si sviluppa con un magnifico galoppo; l'artiglieria della logica si precipita con il suo treno e i suoi gargoyle; le battute arrivano come schermagliatori. "

La leggenda vuole che, in preda alla morte, abbia chiamato Horace Bianchon, il grande dottore immaginario di La Comédie humaine. Fu sepolto nel cimitero di Père-Lachaise dove Victor Hugo pronunciò la sua orazione funebre.

Alcune opere di Balzac

- La pelle del dolore (1831)

- Eugenie grandet (1833)

- Colonnello Chabert (1835)

- Padre Goriot (1835)

Bibliografia di Honoré de Balzac

- Balzac, di Stefan Zweig. Pocket, 1996.

- Balzac, il condannato per lettere, di Bernard Gengembre. Perrin, 2013.

- Balzac, biografia, di François Taillandier. Folio, 2005.


Video: Les plus belles citations dHonoré de Balzac