Canale di Panama, la sua storia e la sua costruzione

Canale di Panama, la sua storia e la sua costruzione

Il Canale di Panama, che attraversa il paese omonimo, collega l'Oceano Atlantico con l'Oceano Pacifico e collega i due oceani senza dover bypassare il Sud America. Sebbene i primi progetti di costruzione risalgano a Carlo V, fu nel 1880 che Ferdinand de Lesseps, basandosi sul successo del Canale di Suez, sviluppò il primo serio progetto per un canale interoceanico nell'Istmo di Panama. La compagnia fallì nel 1889 e il governo degli Stati Uniti completò i lavori. Inaugurato nel 1914, il canale è tornato alla sovranità panamense nel 1977, dopo una lunga trattativa con gli Stati Uniti.

I primi progetti del Canale di Panama

L'interesse per una breve strada di accesso tra l'Atlantico e il Pacifico si sviluppò con l'arrivo di esploratori in America Centrale già nel XVI secolo. Intorno al 1520, il conquistatore spagnolo Hernán Cortés propose la costruzione di un canale sull'istmo di Tehuantepec, nel Messico meridionale. Tuttavia, il primo progetto per un canale sull'Istmo di Panama fu l'idea del re di Spagna, Carlo V, che commissionò uno studio dell'istmo nel 1523. Un piano di lavoro fu redatto dal 1529, ma il re no. 'non leggerlo. Nel 1534, un noto spagnolo propose un progetto di canale simile a quello che esiste oggi, poi vengono presentati altri progetti, ma non viene intrapreso nulla.

All'inizio del XIX secolo, tuttavia, gli scritti dello scienziato tedesco Alexander de Humboldt riaccesero l'interesse per il progetto. Nel 1819, il governo spagnolo ha dato l'autorizzazione ufficiale per costruire un canale e per creare una società commerciale per eseguire questa costruzione. Ma questi sforzi furono inutili: con la rivolta delle colonie, la Spagna perse presto il controllo dei siti che potevano essere utilizzati per la costruzione del canale.

La corsa all'oro della California del 1848 spinse gli Stati Uniti ad agire e firmare il Trattato di Clayton-Bulwer con il Regno Unito, impedendo a entrambi i paesi di ottenere il controllo esclusivo sul futuro canale. Diversi studi effettuati tra il 1850 e il 1875 indicano che sono possibili solo due vie di accesso, una attraverso Panama, l'altra attraverso il Nicaragua. Nel 1876 fu creata una società internazionale che ottenne due anni dopo la concessione dal governo colombiano (Panama allora faceva parte della Colombia) e il permesso di scavare un canale nell'istmo.

Dal fallimento di Lesseps alla costruzione del canale da parte degli Stati Uniti

Tuttavia, l'azienda internazionale fallisce nei suoi tentativi. Nel 1880 Ferdinand de Lesseps, il padre del Canale di Suez, creò una società che richiedeva risparmi privati ​​in Francia. Iniziato male, i lavori iniziati nel 1881 furono interrotti nel 1888 e l'azienda fallì nel 1889, provocando un enorme scandalo e l'interrogatorio di molti parlamentari. Tuttavia, l'interesse degli Stati Uniti per un canale Atlantico-Pacifico persiste. Nel 1902, la società Lesseps si riformò e offrì i suoi beni agli Stati Uniti. Lo stesso anno, la rotta per Panama viene preferita a quella del Nicaragua. Il governo degli Stati Uniti sta negoziando con il governo colombiano per una striscia di terra larga 9,5 km sull'istmo, ma il Senato colombiano si rifiuta di ratificare questa concessione.

Nel 1903 Panama si ribellò alla Colombia e ottenne l'indipendenza. Nello stesso anno, gli Stati Uniti e il giovane stato di Panama firmarono il Trattato di Hay-Bunau-Varilla, in base al quale gli Stati Uniti garantivano l'indipendenza di Panama e ottennero un contratto di locazione perpetua su una striscia di territorio di 16 km , per la costruzione del canale.

Nel 1904, gli Stati Uniti optarono per la costruzione con chiuse piuttosto che con un canale a livello del mare: la costruzione non solo richiese lo scavo di quasi 150 milioni di metri cubi di terra, ma anche la bonifica dell'intera regione. , infestato da zanzare, terribili diffusori di febbre gialla e malaria. Il canale era operativo nell'estate del 1914, dopo dieci anni di lavori. Lungo circa 80 km, senza contare i canali di sbarco dragati a ciascuna estremità, il Canale di Panama ha una profondità minima di 12 me una larghezza minima di 91 m. Tre chiuse, a Gatún (nella parte settentrionale del canale), sollevano le navi di 26 m fino al lago Gatún. Il tempo di transito va dalle sette alle otto ore.

Il Canale di Panama oggi

Nel settembre 1977, Panama e gli Stati Uniti firmarono due nuovi trattati (i trattati Torrijos-Carter, che prendono il nome dai due presidenti firmatari) in sostituzione dell'accordo del 1903: entrati in vigore nel 1979, concedono a Panama la sovranità area del canale e controllo del canale stesso dal 2000; gli Stati Uniti da parte loro hanno ottenuto la neutralità permanente del canale dopo tale data. Così, il 31 dicembre 1999, il Canale di Panama è passato sotto il controllo panamense; ora è gestito e diretto dall'Autoridad del Canal de Panamá.

Vicino alla sua capacità massima nei primi anni 2000, che era diventato di difficile accesso per le navi più grandi (le cui dimensioni erano in costante aumento), il canale ha richiesto importanti lavori di ristrutturazione ed espansione; il principio del raddoppio della sua capacità è stato accettato con referendum nell'ottobre 2006 (80% dei voti a favore di un progetto del valore di oltre 5 miliardi di dollari), ei lavori di ampliamento sono iniziati nel settembre 2007.

Per ulteriori

- Il Canale di Panama: un secolo di storie, di Marc de Banville. Glénat, 2014.

- Ferdinand de Lesseps, biografia di de Ghislain de Diesbach. Perrin, 1998.

- L'uomo dimenticato del Canale di Panama: Adolphe Godin de Lépinay, di Bernard Meunier. Edizioni CNRS, 2018.


Video: Il canale di Suez