I quattordici punti di Wilson (1918)

I quattordici punti di Wilson (1918)

Il quattordici punti Wilson sono proposte avanzate dal Presidente degli Stati Uniti Thomas Woodrow Wilson in previsione della vittoria degli Alleati nella prima guerra mondiale Lo scopo di queste proposte era definire gli obiettivi di guerra degli Alleati e gettare le basi per una pace giusta e duratura. Formulati dal presidente Wilson in un discorso al Congresso degli Stati Uniti l'8 gennaio 1918, i principi contenuti nei "quattordici punti" si riflettevano ampiamente nello statuto fondante della Società delle Nazioni.

I quattordici punti di Wilson

L'8 gennaio 1918, il presidente degli Stati Uniti pronunciò un discorso durante una sessione del Congresso degli Stati Uniti. In quattordici punti riassume le varie misure da attuare per ristabilire e preservare la pace. L'ispirazione idealistica di Wilson è ampiamente acclamata e conferisce al presidente una posizione di leader morale tra i funzionari alleati.

Questi “quattordici punti” erano: 1) rinuncia alla diplomazia segreta; 2) libertà dei mari; 3) abolizione delle barriere economiche; 4) riduzione degli armamenti; 5) equo riadattamento dei possedimenti coloniali; 6) evacuazione del territorio russo da parte dei tedeschi; 7) evacuazione del Belgio da parte dei tedeschi; 8) evacuazione della Germania occupata dai tedeschi e ritorno dell'Alsazia-Lorena; 9) rettifica dei confini italiani secondo limiti di nazionalità chiaramente riconoscibili ”; 10) sviluppo autonomo dei popoli dell'Austria-Ungheria; 11) evacuazione di Romania, Serbia, Montenegro e accesso della Serbia al mare; 12) sviluppo autonomo dei popoli non turchi dell'Impero Ottomano e libero passaggio attraverso lo Stretto; 13) creazione di una Polonia indipendente con libero accesso al mare; 14) creazione di una Società delle Nazioni.

Questi quattordici punti furono integrati nel corso dell'anno 1918 da altre dichiarazioni del presidente Wilson, in particolare la dichiarazione del 4 luglio 1918 sui "quattro obiettivi di guerra" alleati. Wilson ha affermato in particolare che nessuna questione di territorio o sovranità potrebbe essere risolta senza il libero consenso delle popolazioni interessate. È su questa base che il governo tedesco di Max de Baden ha invocato la pace, in un messaggio al presidente americano (notte del 3-4 ottobre 1918).

Conseguenze e destino dei 14 punti

Tuttavia, i quattordici punti non erano stati accettati senza riluttanza dai governi alleati: erano già vincolati da impegni segreti conclusi durante la guerra, senza tener conto delle opinioni delle popolazioni, in particolare dal famoso trattato. di Londra nell'aprile 1915 che prometteva all'Italia importanti posizioni nei Balcani (Albania) e in Asia Minore. Durante la conferenza di pace, quando l'Italia richiese l'applicazione del Trattato di Londra, Wilson si oppose risolutamente. D'altra parte, la Germania ha sostenuto che il principio della libera determinazione dei popoli, stabilito da Wilson, era stato violato dagli Alleati, che hanno unito la Prussia occidentale e la Posnania alla Polonia senza consultazione e che, nonostante il desiderio manifestata poi dagli austriaci, proibì l'unione di Germania e Austria.

Anche se alcune delle proposte di Wilson incontrano l'opposizione dei vincitori europei perché contraddicono gli interessi particolari di questi ultimi e gli accordi presi tra loro durante la guerra (in particolare il primo punto), i quattordici punti, che espongono le aspettative di questi ultimi Gli Stati Uniti dopo il loro impegno nella guerra, sono in gran parte rilevati da allora in poi. Da un lato, durante l'armistizio firmato tra i belligeranti a Rethondes (foresta di Compiègne) l'11 novembre 1918 e dall'altro, alla Conferenza di pace che si aprì a Parigi nel gennaio 1919, dove il quattordicesimo punto del programma di Wilson si concretizza nella creazione della Società delle Nazioni (Società delle Nazioni).

Per ulteriori

- La dannazione di Woodrow Wilson, di André Bayens. Xenia, 2014.

- Woodrow Wilson e World Peace, di George Davis. Nabu press, 2010.


Video: L8 gennaio 1918 il presidente Woodrow Wilson consegnò i suoi quattordici punti.