Battaglia di Reichshoffen (6 agosto 1870)

Battaglia di Reichshoffen (6 agosto 1870)

Nella cultura popolare, la battaglia di Frœschwiller-Woerth è conosciuta come "battaglia di reichshoffen ", Dal nome dei famosi corazzieri cosiddetti" Reichshoffen "che si sacrificarono eroicamente 6 agosto 1870 durante inutili accuse contro un nemico molto più numeroso e potentemente armato, durante la guerra franco-prusiana del 1870. I francesi comandati dal maresciallo Mac Mahon vengono sconfitti e le truppe prussiane si impadroniscono dell'Alsazia e della Lorena.

La battaglia di Reichshoffen

La cosiddetta battaglia "Reichshoffen" ebbe luogo il 6 agosto 1870 principalmente nei territori dei comuni di Woerth (nome dato alla battaglia dai tedeschi), Frœschwiller (nome dato dai francesi) e Morsbronn. Il nome di Reichshoffen è passato ai posteri perché lo staff di MacMahon era lì e anche diversi squadroni di corazzieri che vi erano di base e che si sono sacrificati durante la battaglia.

Dopo la sconfitta di Wissembourg il 4 agosto, i prussiani si spostarono verso Woerth. I tedeschi, comandati dal principe ereditario Federico Guglielmo di Prussia, sono 100.000 e affrontano i 43.000 soldati di Mac Mahon.

La battaglia è iniziata alle 7 del mattino con uno scambio di colpi di cannone e scontri con le pattuglie. Furono questi pochi scontri sparsi che fecero precipitare l'ingaggio del corpo principale.

Coraggiosamente, i francesi combatterono uno contro quattro ei famosi "corazzieri di Reichshoffen" (della brigata Michel) si sacrificarono eroicamente durante le grandi cariche contro i prussiani che li intrappolarono e che li abbatterono quasi a distanza ravvicinata, come fu in particolare il caso. il caso di Morsbronn dove i corazzieri attaccarono il villaggio e si precipitarono nelle viuzze, offrendosi così al nemico teso un'imboscata nelle case del villaggio.

Una carica eroica e inutile

I tedeschi contavano 487 ufficiali e 10.153 uomini uccisi e da parte francese le cifre variano ma le perdite totali sono stimate in circa 10.000 uccisi e tra 6.000 e 9.000 prigionieri.

Le conseguenze di questa battaglia furono terribili per l'esercito francese perché, con questa sconfitta, abbandonò l'Alsazia ai tedeschi. Tuttavia, il sacrificio dei soldati ha permesso all'esercito di ritirarsi in ordine. Questo giorno del 6 agosto fu così terribile che i civili dei villaggi vicini furono requisiti per seppellire i morti che coprivano il campo di battaglia e impiegarono quasi otto giorni per seppellirli tutti.

Inoltre, come abbiamo visto, il nome “Battaglia di Reichshoffen” o “Carica di Reichshoffen” è passato ai posteri quando la vera battaglia non ebbe luogo in questo villaggio ma a circa nove chilometri di distanza.

Bibliografia

- MILZA, Pierre, L'anno terribile: settembre 1870 - marzo 1871, guerra franco-prussiana Perrin, Parigi, 2009.

- Atlante della guerra: 1870-71: mappe di battaglie e assedi, di Amédée Le Faure. Hachette, 2013.


Video: Grandi battaglie. La battaglia della Linea Gotica.