Battaglia di Castillon (1453)

Battaglia di Castillon (1453)

Molteplici sconfitte, umiliazioni e scontri trovano la loro conclusione al battaglia di Castillon, ultimo impegno di Guerra dei cent'anni dove si gioca il destino dei due grandi regni della cristianità. Nel 1453, tutto ciò che restava del prestigioso impero continentale formato dai Plantageneti erano le illusioni e la ricca Guyenne. Enrico VI d'Inghilterra non ha rinunciato alle sue pretese al trono di Francia e Carlo VII ora desidera cacciarli dal sud della Loira. La piccola città di Castillon spazzerà via più di cento anni di umiliazioni francesi in un giorno.

Punto finale della guerra dei cent'anni

Questa guerra di 100 anni inizia con una lite familiare che si trasformerà in una lite dinastica, politica e una sfida alla legittimità dei re di Francia. Infatti, Edoardo III d'Inghilterra, nipote di Philippe le Bel fu rimosso dalla successione in favore di Philippe VI, nipote di Philippe le Bel. Nel 1334 il re d'Inghilterra dichiarò Filippo illegittimo e ruppe il suo vincolo di vassallaggio con il re di Francia che aveva invaso il suo ducato. La Guerra dei 100 anni inizia quindi a Guyenne e termina a Guyenne nella piccola città di Castillon.

Calais, Crécy, Poitiers, Azincourt, tante magistrali sconfitte subite dagli eserciti francesi. Un re di Francia fatto prigioniero sul campo di battaglia (Giovanni II) ed è il re d'Inghilterra che aumenta la sua pressione sulla sua legittimità come corona di Francia. La ricerca del riconoscimento dei Re d'Inghilterra raggiungerà il suo supremo riconoscimento dal famigerato Trattato di Troyes negoziato dalla regina di Francia Isabella di Baviera che offre la Francia su un piatto d'argento ad Enrico VI a scapito del proprio figlio ... Carlo VII. Il 17 luglio 1453, il famigerato Trattato di Troyes e Azincourt verrà vendicato.

La riconquista del Ducato d'Aquitania e Guyenne

Il 17 luglio 1453, la battaglia che avrà inizio segnerà definitivamente anche il destino della Guyenne e del Regno di Francia. Queste due entità hanno mantenuto relazioni burrascose e conflittuali per 300 anni. Le controversie hanno origine nel nuovo matrimonio di Eleonora d'Aquitania, erede del granducato, con Henri Plantagênet, futuro re d'Inghilterra Enrico II. Separandosi da Eleonora, il re francese Luigi VII aveva depositato nel paniere del divorzio i semi della guerra e 300 anni di instabilità.

In effetti, Castillon non può essere ridotto all'ultima battaglia della Guerra dei 100 anni. Per 300 anni, Guyenne è stata l'obiettivo dell'avidità francese, gelosa dell'impero continentale del re d'Inghilterra. Vassallo del re di Francia al quale ha diritto di giurare fedeltà, si scopre che è il più grande proprietario terriero del suo impero "angioino". Tuttavia, la Francia non ha una buona stampa nel Ducato perché nel 1147 e 1148 il Ducato insorse contro le autorità francesi ... Il divorzio di Aliénor fu quindi salutato con sollievo.

Questo ducato e principato godono di enormi privilegi ed esenzioni, e anche di libertà. Per niente al mondo le popolazioni accettano di allearsi con la Francia, il che metterebbe fine a questo status molto speciale. Carlo V di Francia mantiene la pressione alle porte del Ducato e lo sottopone al saccheggio. Sebbene Bordeaux fosse la capitale nel 1451, ciò non impedì alla popolazione di riaccendere i fuochi della guerra aprendo le sue porte agli eserciti di Enrico VI d'Inghilterra. Quest'ultimo incarica Talbot, il suo generale, di guidare le operazioni e di infliggere una schiacciante sconfitta alla Francia, aprendo le porte al trono. Questo pio desiderio e questo sogno finiranno nel sangue e nel disastro a Castillon.

La battaglia di Castillon e le sue conseguenze

Carlo VII, allarmato dall'arrivo di Talbot e del suo corpo di spedizione a Bordeaux, decide di porre fine alle rivendicazioni dell'occupante e degli inglesi ... e di sottomettere una volta per tutte il turbolento Ducato d'Aquitania. Talbot gode di un'ottima reputazione, anche se è un po 'esagerato ... un grande capo militare incompetente, titubante nel processo decisionale, energia da dispiegare e soprattutto opportunità da cogliere. Per contrastare l'avanzata inglese, il re di Francia inviò i fratelli Bureau con l'ordine di schiacciare Talbot.

I francesi hanno 2 vantaggi ... forza numerica e perfetta conoscenza del campo. Talbot si impegna in questa battaglia per rispondere alle incessanti richieste di aiuto da parte degli abitanti di Castillon che hanno una debole vista della vicinanza dell'esercito ma anche dei mercenari francesi e temono i loro abusi. Talbot ei suoi 4000 uomini si diressero verso la pianura di Castillon, arrivando da nord, cioè da Libourne. Il 17 luglio, dopo una prima rotta francese, Talbot si sbagliava e credeva fermamente che i francesi stessero lasciando il campo di battaglia ma anche le loro guarnigioni ... lanciò i suoi pochi uomini in quella che considerava una ritirata francese. Dimentica inconsciamente l'artiglieria francese che fa sentire il suo cannoneggiamento, allertando le truppe in ritirata dal fronte. Questa leggerezza provoca la caduta degli inglesi e la morte di Talbot. Senza un leader e le sue truppe decimate, i sopravvissuti inglesi decisero di arrendersi. È la fine della Guerra dei 100 anni e la fine della British Guyenne Union.

Le conseguenze immediate saranno l'unità finalmente compiuta del Regno di Francia. Questa battaglia e questa vittoria sono anche l'inizio della fine del Medioevo. L'Inghilterra non avrà un impero continentale per molto tempo, ma sarà comunque la padrona dei mari. I re d'Inghilterra non rinunciarono tuttavia alle loro pretese perché non cessarono di avvicinarsi al titolo di "re di Francia" fino all'inizio del XIX secolo. Alla Guyenne incorporata nel regno di Francia saranno garantiti i suoi privilegi ... perché per mantenerla e conquistarla, la potenza francese non avrà altra scelta che accettare le sue enormi concessioni. Perla della corona d'Inghilterra, Guyenne conserverà sempre la sua sfiducia nei confronti dell'autorità francese e aprirà il suo porto e le sue porte agli inglesi nel 1814, annunciando la caduta di Napoleone.

Bibliografia

- Grandi battaglie nella storia della Francia, di Bernard Vincent. Sud-ovest, 2014.

- La guerra dei cent'anni, di Georges Minois. Tempus, 2016.

- Carlo VII, la riconquista della Francia, Ivan Gobry, edizioni Tallandier, 2001.

- Campi d'onore - Castillon - luglio 1453. Bd di Gabriele Parma e Thierry Gloris. Delcourt, 2016.

Per ulteriori

- Il sito ufficiale della battaglia di Castillon

- Il sito della città di Castillon-la-Bataille


Video: La Guerra dei Centanni -. La battaglia di Crecy