Caterina II, imperatrice di tutte le Russie

Caterina II, imperatrice di tutte le Russie

Caterina II di Russia, soprannominato Caterina la Grande disse un giorno "lascio ai posteri il giudizio imparziale di quello che ho fatto". Durante il regno più lungo della storia russa (trentaquattro anni), è riuscita a sviluppare il commercio e l'industria, stabilire un sistema di educazione dei giovani, sviluppare ospedali, trovare nuovi città, per costituire un'importante biblioteca imperiale, per promuovere le arti e soprattutto per resistere a tutti gli invasori vicini o lontani.

Diventa imperatrice

Sophie Augustus di Anhalt-Zerbst nacque il 2 maggio 1729 a Stettino, in Pomerania, da un ufficiale padre del re di Prussia e da una principessa madre amante della moda. Un po 'trascurata dai suoi genitori, aiutata da una governante francese, legge molto, diventa molto matura per la sua età e quando compie quindici anni, l'imperatrice Elisabetta le chiede del futuro zar Pietro III.

Le presentazioni avvengono nel febbraio 1744: il sedicenne è un ammiratore sconvolto del re prussiano Federico II, ama la caccia ma gioca con le bambole.

Costretta a convertirsi alla religione ortodossa, Sophie sposò il 21 agosto 1745 a San Pietroburgo Charles Frédéric, duca di Holstein-Gottorp, nipote e successore dell'imperatrice Elisabetta di Russia, nipote di Pietro il Grande, prese il nome di Catherine II. La giovane si disillude rapidamente e la sua vita si trasforma in un incubo: il marito la brutalizza, suona il violino nel cuore della notte, beve al mattino ... Non avendo ancora eredi otto anni dopo il matrimonio, l'imperatrice Elisabetta decide di farlo trovalo un amante: un giovane ufficiale di nome Saltykov "il Bello Serge". Dà alla luce il futuro Paolo I, che le viene subito tolto e che non vedrà fino a quaranta giorni dopo ... non andranno mai d'accordo!

Pietro III salì al trono il 5 gennaio 1762 e si ritirò dall'alleanza con Francia e Austria contro la Prussia, salvando così il suo idolo Federico II. Il futuro di Caterina II è molto oscuro, suo marito vuole che sia rinchiusa e installi invece la sua amante. Impopolare, e per strada, chiuse tutte le cappelle private e si preparò ad abolire la servitù. Gli ufficiali della sua guardia si ribellano, prestano giuramento di fedeltà a Caterina, lo zar abdica, viene imprigionato poi viene trovato morto nel giugno 1762, ufficialmente di colica emorroidaria; infatti è stato assassinato. Catherine, è stata proclamata imperatrice e incoronata il 22 settembre nella vecchia cattedrale nel cuore di Mosca. Conserva lo statista che era attivo sotto l'imperatrice Elisabetta e sotto Pietro, così come il cancelliere Vorontzov e scopre la situazione allarmante nel suo paese: deficit di diciassette milioni di rubli per un paese di cento milioni abitanti, denunce di corruzione, estorsioni, ingiustizie!

Le riforme di Caterina II

Diventato capo di stato, Caterina II vorrà continuare la politica degli zar, aumentando la grandezza della Russia. La nobiltà possedeva grandi proprietà e acquisiva diritti sui servi. Caterina II ha quindi attaccato le tecniche agricole inviando esperti per studiare il terreno e proporre nuove colture. Fornisce assistenza finanziaria ai proprietari terrieri per acquisire macchinari e utilizzare moderne tecniche di allevamento del bestiame. Quindi si occupa delle operazioni minerarie e invia i geologi sul campo. Ha anche fondato la prima scuola mineraria di San Pietroburgo con una miniera sotterranea per l'apprendimento degli studenti.

Spinge le persone a sviluppare il commercio consentendo loro di creare fabbriche e attira stranieri, come tedeschi e moravi. Nascono nuove industrie: biancheria, pelletteria, mobili e ceramiche, porcellane. Le manca ancora la costruzione navale: Catherine II chiama l'ammiraglio Knowles in Inghilterra per costruire navi da guerra.

Continuando l'espansione del suo paese, ha abolito i dazi all'esportazione e la Russia ha inviato legno, canapa, lino, cuoio, pellicce, vestiti e ferro tramite carovane di cammelli a Manciuria e Cina. In cambio, la Russia importa cotone, tabacco, seta, argento, tè.

Da novantotto fabbriche in Russia al tempo di Pietro il Grande, saliranno a tremilacentosessanta alla fine del regno di Caterina II, riuscendo così a salvare i debiti dell'imperatrice Elisabetta e ad ottenere un profitto.

Nel 1767, Caterina II pubblicò nuovi codici, seguendo le richieste dei contadini. La nobiltà terriera è scontenta, che porterà alla rivolta contadina guidata da Pugaciov nel 1773-1774, che sarà egli stesso giustiziato nel 1775, pubblicamente a Mosca! Di conseguenza, ha stabilito una Carta della nobiltà nel 1785, in cui i privilegiati possono partecipare agli affari pubblici, hanno il diritto di eleggere un maresciallo provinciale, di partecipare alle assemblee generali, hanno libertà come l'esenzione dalla punizione lesioni personali, nessuna uccisione senza giudizio, esenzione dalle tasse, il diritto di creare imprese e industrie, il diritto di mantenere la propria terra con contadini stabiliti ... così è il potere dei proprietari sui contadini aumenta, così come il numero dei servi e il più grande rimpianto di Caterina II è di non essere riuscita ad abolire la servitù.

Caterina la Grande, protettrice delle arti e delle lettere

Il suo desiderio di costruire è urgente, ma prima di qualsiasi costruzione finale, chiede agli architetti di realizzare modelli esterni e interni. Prevede addirittura una sorta di città modello: la via principale è costituita da grandi piazze, edifici amministrativi e negozi, tutti molto distanziati per evitare gli incendi. Apparvero nuove città come Sebastopoli, Cherson e San Pietroburgo si arricchirono di palazzi e monumenti realizzati da artisti francesi e italiani, in particolare il Palazzo Pavlovsk a sud della città.

Il sovrano russo rileva anche la mancanza di istruzione per i giovani. Nel 1764, trasformò un convento a San Pietroburgo in un collegio per ragazze nobili e della classe media, l'Istituto Smolny, quindi stabilì lo Statuto delle scuole per tutta la Russia. In tutti i quartieri della città, una scuola è costruita e gestita da due insegnanti. Nelle città di provincia una grande scuola avrà sei insegnanti.

Attratta dalle arti, ha creato l'Accademia di Belle Arti, il cui programma è seguito ancora oggi. I più piccoli iniziano la loro formazione dall'età di quindici anni all'età di cinque / sei anni e intraprendono un "giro del mondo dei capolavori" andando nelle maggiori capitali. L'accademia di danza è modernizzata per essere riconosciuta in tutto il mondo. La Russia diventa presto la terra dei balletti e oggi le più grandi star escono dalla sua scuola (Nureyev, Barychnikov). Secondo le abitudini di questa accademia l'istruzione è gratuita, i più piccoli entrano all'età di dieci anni e vi restano nove anni.

Organizza anche lezioni di anatomia in cui le modelle a volte posano nude di fronte agli studenti. In effetti, i mezzi nel campo della sanità pubblica sono insufficienti. Notando che la principale causa di mortalità infantile è il vaiolo, ha fondato il primo College of Medicine in Russia nel 1763 per formare medici, chirurghi e farmacisti e ha invitato il grande medico scozzese Thomas Dimsdale a effettuare una vaccinazione. massiccio. Caterina II si offrì volontaria nel 1768 per dare l'esempio. Di fronte al successo di questo vaccino, acquisisce case a Mosca e San Pietroburgo per trasformarle in ospedali. Nel 1775, quando riorganizzò le province, decise che ogni capitale avrebbe dovuto avere un ospedale, ogni regione dai venti ai trentamila abitanti avrebbe dovuto avere un medico, un chirurgo e uno studente di medicina.

La politica estera di Caterina II

Per espandere i suoi territori, Caterina II desidera espandersi nel Mar Nero, nel Baltico e nell'Europa centrale. La sua politica estera è condotta principalmente da lettere indirizzate a sovrani stranieri, in particolare Federico II di Prussia.

Nonostante tutto, il re di Prussia non facilita il lavoro dell'Imperatrice. In effetti, Caterina II aveva posto sul trono della repubblica polacca il suo ex amante Poniatowski e sperava di mantenere il dominio della Russia su questo stato. Federico II di Prussia, approfittando delle difficoltà tra Russia e Turchi, impose nel 1772 la spartizione della Polonia in tre parti assegnate a Russia, Prussia e Austria. La seconda spartizione della Polonia nel 1793 fu più favorevole alla Russia e due anni dopo, nonostante l'insurrezione dei polacchi, la Polonia scomparve come stato.

La prima dichiarazione di guerra viene fatta dal Sultano della Porte nel 1769, Caterina II si vendica e riesce a dare fuoco a uno squadrone turco nel 1770. Dopo diversi conflitti, la Porta chiede la pace nel 1774 attraverso il trattato di Kutchuk-Kaïnardji. La Russia ottiene così la libertà di navigazione sul Mar Nero e l'indipendenza della Crimea nel 1783. Ma nel 1786, il Sultano fa rivivere la guerra e la Russia alla fine vince durante il trattato di Iasi nel 1792, è così come Odessa e il suo porto nascono. Tuttavia, la Russia non è soddisfatta: i turchi negano ancora l'accesso allo stretto alle navi da guerra.

Quando scoppiò la Rivoluzione francese, il sovrano, per quanto ispirato dall'Illuminismo, intuì ben presto il pericolo rappresentato dalle idee francesi. Da despota illuminato, si trasformò rapidamente in un sostegno incondizionato alla Contro-Rivoluzione, allentando in gran parte i fili della sua borsa.

La sua vita privata

Né disumano né freddo, la sua vita emotiva è tuttavia vuota. L'amore che ha per i suoi nipoti è insufficiente, quindi ha rapporti con molti uomini ei suoi amanti diventeranno ministri, generali, ambasciatori e principi.

Alzandosi verso le sette del mattino, legge i rapporti e riceve i membri del suo governo. Verso mezzogiorno, il cortile si trasferì a una tavola ben apparecchiata, l'imperatrice favorì l'ampliamento della Manifattura Imperiale di Porcellana. Ama il manzo bollito e ha portato la patata in Russia ordinando la coltivazione lì, sebbene questo ortaggio sia considerato erba del diavolo. Di pomeriggio gioca a carte con i cortigiani e perde somme astronomiche, ma è abile nel biliardo. La sera, c'è intrattenimento: lunedì Comédie Française, martedì commedia russa, mercoledì tragedia, giovedì opera. I fine settimana sono riservati al ballo in maschera: innamorata del lusso, in questa occasione ogni tanto si cambia vestito tre volte! Nella sua vita di tutti i giorni non indossa due volte lo stesso abito e per le cerimonie ufficiali adotta un completo militare aderente per donna, realizzato da couturier francesi.

Mantiene un'abbondante corrispondenza con i grandi filosofi e scrittori stranieri, Voltaire e Diderot sono i suoi confidenti, Diderot ha fatto il viaggio in Russia all'età di sessant'anni. Alla morte di Voltaire, Caterina II riesce a riacquistare tutta la sua biblioteca che installa in un annesso del suo palazzo d'inverno chiamato Hermitage, costituendo così una raccolta di oltre settemila opere annotate di mano dello scrittore. . Al giorno d'oggi, sono conservati in una stanza guardata ventiquattro ore al giorno presso la Biblioteca Nazionale di Russia, che è passata da cento volumi a quasi trentottomila volumi.

Appassionata di bagni, ci va più volte alla settimana e seleziona quelli intorno a lei per accompagnarla. Nel suo palazzo preferito di Tsarskoye Selo, fece costruire un padiglione per bagni freddi, le cui stanze erano coperte di diaspro. Sempre nello stesso posto, fece rifare la stanza d'ambra. Chiamata l'ottava meraviglia del mondo, sei tonnellate di questa pietra sono necessarie per questa stanza in cui l'Imperatrice si sente particolarmente bene, l'ambra ha virtù lenitive e medicinali.

La sua vita sentimentale è frenetica e Caterina II fa molto per i suoi amanti: spenderà novantadue milioni di rubli per i suoi preferiti, mentre il bilancio statale era di settanta milioni di rubli all'anno…. Il suo primo amante potrebbe essere il padre di Paolo I; lascia il posto all'ambasciatore di Sassonia il futuro re di Polonia Stanislas Poniatowski. Ma molto rapidamente, preferisce conversare con lui piuttosto che qualsiasi altra cosa. Poi venne il tempo di Orlov, un giovane soldato di venticinque anni, tanto dotato in amore quanto in imprese bellicose. Arrivata all'età di quarantacinque anni, stringe amicizia con un soldato di trentacinque Grigory Potemkin (fratello di Orlov). Educato, informato, questo è il primo favorito con cui parla di politica di stato e gli dà argomenti importanti. Durante la loro relazione di due anni, lei paga i suoi debiti di gioco, gli offre il palazzo Tauride a San Pietroburgo ... lo rende un principe dell'Impero. Per restare nelle sue piccole carte, Potemkin agirà come Madame de Pompadour: sceglie i futuri amanti dell'Imperatrice. Esaminata da un medico, una contessa analizza poi le loro culture e le loro prestazioni sessuali ... se il funzionario eletto, diventerà una figura chiave a corte, cenerà con l'Imperatrice, sarà al suo fianco durante le cerimonie.

Qualche anno dopo compare il giovane venticinquenne Alexander Lanskoy… che muore un anno dopo! O dopo una forte dose di afrodisiaci, o avvelenato da Potemkin che è diventato geloso! Il suo ultimo Zubov preferito avrà solo ventidue anni.

Soffrendo di un attacco di cuore, morì il 17 novembre 1796 all'età di 67 anni a Tsarskoye. Sebbene preferisse vedere suo nipote Alessandro succederle, fu suo figlio Paolo I a salire al trono.

Bibliografia

- Catherine II - Biografia di Hélène Carrère d'Encausse. Fayard, 2002.

- Caterina II, biografia di Anna Moretti. Ellissi, 2018.


Video: Il Tesoro degli Zar di Russia Documentario di Patrick Voillot