Arte gotica - L'età delle cattedrali

Arte gotica - L'età delle cattedrali

Nato intorno al 1140 in Île-de-France con la costruzione dell'abbazia di Saint-Denis, ilarte gotica brilla rapidamente oltre i confini francesi. Succedendo all'arte romanica, il gotico viene definito prima di tutto come una moltiplicazione dello spazio senza precedenti: apertura visiva dei volumi che conferisce un ruolo primordiale alle vetrate, trattamento della luce di pareti e altri supporti, nuovo design della baia di l'uso generalizzato dell'arco a sesto acuto, della volta a crociera e del contrafforte volante: un pregiudizio di verticalità che troverà il suo culmine con il gotico fiammeggiante, che, dal XIV secolo, penetra in tutte le capitali europee attraverso la sponsorizzazione.

La nascita dell'arte gotica

Gli umanisti rinascimentali danno il nome di "gotico" all'arte fiorita in Europa dalla metà del XII secolo. La scoperta dell'antica raffinatezza li porta a disprezzare il Medioevo, un periodo barbaro ai loro occhi. A torto, stabiliscono un legame tra l'arte medievale e i Goti. L'arte gotica, d'altra parte, ha affascinato i romantici del 19 ° secolo. Il positivista Viollet-le-Duc fornisce un'interpretazione tecnica e sociologica di questa forma di espressione nel suo Dizionario di architettura francese dall'XI al XVI secolo su cui ha lavorato dal 1854 al 1859. Sebbene obsoleto, questo lavoro getta base di studi recenti.

Fu nell'Île-de-France, allora pacifica e prospera, che nacque una nuova espressione artistica sotto la guida di Suger. L'Abbé de Saint-Denis è stato ispirato da Pseudo-Denys. Questo autore greco del VI secolo esalta la gerarchia delle forme e della luce, che dovrebbe aumentare la spiritualità dello spettatore e sollevarlo verso l'immateriale. Nel 1140 Suger intraprese la ricostruzione della chiesa abbaziale secondo una nuova estetica, caratterizzata dall'arco spezzato e dalla ricerca della verticalità. Mentre la luce penetra indirettamente nelle chiese romaniche, questa volta è diretta verso il coro che mostra i colori delle vetrate. La conoscenza tecnica degli architetti ha sviluppato e reso possibile la volta a crociera, il cui peso non poggia più sulle pareti, ma su nervature che spingono verso l'alto l'arco.

Suger e il desiderio di centralizzazione

In Normandia, la volta a crociera la conosciamo già prima del 1140. L'arco spezzato, invece, ha origine in Borgogna. Una nuova estetica combina questi due elementi e timidamente sviluppata in Île-de-France intorno al 1130.

L'architetto Saint-Denis sintetizza queste tendenze nella sua regione e crea un modello per gli edifici futuri. L'Ile-de-France a quel tempo corrispondeva al dominio reale dei Capetiani, l'unico territorio in cui questa dinastia esercitava un controllo reale. Tuttavia, anche lì, i sovrani incontrano difficoltà nello stabilire il loro potere. Intorno al 1140, iniziarono solo a stabilirsi saldamente in questa regione economicamente e intellettualmente ricca.

L'abbazia di Saint-Denis è il simbolo della regalità sin dai tempi dei Carolingi. All'inizio del XII secolo rimase sotto l'influenza dei baroni locali. L'acquisizione del monastero da parte dei Capeti coincide con l'Abbazia di Suger. Questa brillante figura si rivela anche essere un consigliere di Luigi VI e Luigi VII. Diffonde le sue idee sulla centralizzazione dello stato attorno al monarca. La costruzione della chiesa abbaziale, modello di una nuova estetica, risponde a motivazioni politiche. Dà una certa visibilità al ruolo civilizzatore che Suger vuole attribuire al re.

Il tempo delle cattedrali

L'arte gotica ebbe un successo inaspettato e si estese ben oltre l'Ile-de-France, grazie all'ordine monastico dei Cistercensi. Sono iniziati importanti lavori di costruzione sul territorio francese, oltre che in Inghilterra, Italia e Spagna. Le cattedrali di Parigi, Chartres e Amiens, testimoni eccezionali dell'arte gotica, furono completate durante il XIII secolo.

Il grande "libro di pietra" costruito sull'Ile de la Cité, la cattedrale di Notre-Dame, capolavoro dell'architettura gotica, è il più grande edificio religioso mai costruito a Parigi. La sua costruzione durò 87 anni, dal 1163 al 1250. A metà del XIX secolo, l'architetto Viollet-le-Duc condusse un'importante campagna di restauro (1845-1864) e restaurò la guglia centrale, alta 90 cm. Sig. Archi rampanti, larghi 15 m, incorniciano l'abside della cattedrale.

Iniziata intorno al 1220, la costruzione della Cattedrale di Reims, che testimonia il periodo di massimo splendore dell'architettura gotica in Francia, continuò per tutto il XIII secolo. La sua facciata occidentale, i cui timpani ne aumentano la suggestiva verticalità, con i suoi tre portali rievoca la disposizione interna dell'edificio, a tre navate. Adornata da un rosone e dotata di due torri del XIV e XV secolo, la facciata è anche decorata da una profusione di sculture, in particolare il famoso gruppo della Visitazione. Era il luogo dell'incoronazione dei re di Francia.

La cattedrale di Notre-Dame de Chartres si caratterizza per la sua unità di stile, le sue dimensioni e le sue innovazioni architettoniche, in particolare l'abbandono della tribuna per il triforium. Si distingue anche per la bellezza dei suoi rilievi e offre una delle più ricche collezioni di vetrate in Francia (la Belle Verrière, XIII secolo). La statua della Vergine dà luogo a un pellegrinaggio annuale il 15 agosto.

Nell'impero germanico, questa espressione artistica conoscerà una tale influenza che i tedeschi si appropriarono dell'invenzione nel XIX secolo. Gli architetti, sempre più ambiziosi, continuano a elevare l'altezza delle chiese. Così, a Beauvais, le volte del coro crollarono nel 1284.

Per ulteriori

- Arte gotica, di A. Erlande Brandenburg. Cittadelle, 2004.

- Cattedrali - Il tempo dell'opera, l'opera del tempo, di Francois Icher. La Martinière, 2019.

- Le Temps des cathédrales, di Georges Duby. Gallimard, 1976.


Video: Catedral Notre Dame - Arte Gótica