Eleonora d'Aquitania (1122-1204)

Eleonora d'Aquitania (1122-1204)

Eleonora d'Aquitania, chiamata anche Eléonore de Guyenne, fu due volte regina: di Francia con Louis VII, poi dall'Inghilterra con Enrico II di Plantagenêt. Giovane ragazza "in movimento", allora madre di tre re, ha sconvolto la tradizione maschile del potere amministrando la sua terra e assumendo un ruolo preminente negli affari pubblici. Una seduttrice, è la fonte dell'amore cortese; intelligente e colta, proteggeva trovatori, romanzieri e poeti.

Principessa Eleonora d'Aquitania

Aliénor nacque intorno al 1123 vicino a Bordeaux. Attraverso suo padre Guillaume X e sua madre Aliénor de Châtellerault, fa parte del dinastia dei duchi d'Aquitania e sarà l'erede di una ricca tenuta: Aquitaine e Poitou. Bella e attraente, un sorriso affascinante, uno sguardo dolce, modi nobili, una mente vivace e colta, adora le feste ei fiori. Aveva solo quindici anni quando suo padre la propose in sposa al figlio del re Luigi VI il Grasso, il futuro Luigi VII: il re, malato, può estinguere la sua anima in pace.

Accoglie il suo futuro marito accompagnato da cinquecento gentiluomini, a Bordeaux, dove il 25 luglio 1137 si celebrano le nozze, quando Luigi VII diventa re nell'agosto dello stesso anno. La nuova regina Aliénor è perfetta: presente ai giochi e ai tornei, riceve la nobiltà, accoglie e ascolta i trovatori ... mentre si occupa da sola della gestione del Ducato d'Aquitania. Ma ha ambizione e vuole potere.

Regina di Francia

Luigi VII il Giovane è un re debole, molto devoto. Poco rispettato dai suoi vassalli, i cui possedimenti erano spesso più importanti del dominio reale, mise da parte tutto, non partecipando a nulla, affidando in parte il governo al "Abate Suger. Aliénor dice "è più un monaco che un re", ma la loro prima figlia Marie de France nacque nel 1145 (sposò il conte di Champagne Henri I e morì nel 1198). L'unica salvezza del re sta nel crociata richiesta da papa Eugenio III nel marzo 1146. Convinto dalle parole di san Bernardo, Luigi VII si avvia per le terre sante, seguito dalla sua corte e da una Eleonora "leggera e scoraggiata" impegnata a divertirsi. Da Costantinopoli all'Asia Minore, Eleonora scopre magnifici paesaggi ma ... viene tesa un'imboscata dei Saraceni vicino a Iconio. Grazie ai cavalieri, sopravvive eppure il corpo principale viene sconfitto.

Il re di Francia Luigi in arrivo poco dopo viene coinvolto nella battaglia per quattro ore e fortunatamente trova Eleonora ad Antiochia, dove vengono ricevuti regalmente dallo zio della regina: Raymond di Poitiers, Duca di Antiochia. Le feste hanno un carattere speciale a causa delle usanze e dei costumi dell'Asia, Eleonora si abbandona felicemente al piacere di queste feste e il re glielo tiene contro. Trova discutibili i rapporti tra Eleanor e suo zio, si indigna e decide di lasciare il posto. La regina si rifiuta di andarsene e parla di separazione, la situazione si aggrava ... ma deve comunque obbedire. La voce è iniziata rapporti extraconiugali della regina ... con suo zio. Il re salpa per l'Europa sulle navi del re di Sicilia. Poi, fermandosi a Roma, si è confidato al Papa di Eleonora: voleva ripudiarla ...

La rottura del matrimonio con Luigi VII

Tornato in Francia, dopo quattro anni di assenza, Luigi VII trova il suo amico padre Suger che lo calma, lo aiuta con le sue preoccupazioni e gli spiega che è fortemente contrario a questo ripudio. La coppia reale si riconcilia e nel 1150 nasce una seconda figlia: Alix che sposerà il conte di Blois Thibault le Bon e che morirà nel 1195. Ma Suger muore nel gennaio 1152, il re perde un amico pieno di saggezza e la situazione peggiora di nuovo nella coppia. Infine, nella Pasqua del 1152, presentò la sua richiesta a un'assemblea di prelati: una richiesta di nullità del matrimonio. Il Cancelliere ha questo discorso: “È inutile”, ha detto, “soffermarsi sui dolori del re e su ciò che è accaduto in Palestina; non c'è nessuno che non conosca le voci che sono circolate, e il re, che vuole rispettare l'onore di questa grande principessa, non deve addentrarsi nella verità dei fatti, la cui certezza lo obbligherebbe a mostrare tutta la sua severità. Si riferisce alla regina stessa. Quando voleva che Antiochia si separasse dal re suo marito, invocò la parentela come testimonianza della nullità del suo matrimonio; questo è ciò che il re sottopone al giudizio dell'Assemblea. Se la parentela è dimostrata, il fileunione di Louis con Aliénor sarà cancellato ”.

L'arcivescovo di Bordeaux ammette quindi che la parentela esiste nel quarto grado attraverso le donne di Borgogna. La nullità viene pronunciata immediatamente durante questo consiglio di Beaugency. All'annuncio di questa notizia, Eleanor svenne, poi riprendendosi fu sorpresa dalla decisione del re "Ah! Signori, cosa ho fatto al re perché vuole abbandonarmi? Come l'ho offeso? Che colpa ha trovato in me? Sono abbastanza giovane per lui, non sono sterile ... Sono abbastanza ricco; Gli ho sempre obbedito… ”.

Riprendendo rapidamente i sensi, alla testa del Poitou e di tutta l'Aquitania, si sente minacciata di rapimento (il conte d'Angiò, Geoffroy Plantagenêt, voleva arrestarla per sposarla), fugge da Blois, passa per Tours e si rifugia a Poitiers, nella speranza di sposarsi Henri Plantagenêt, Duca di Normandia, fratello di Geoffroy. Il loro primo incontro ebbe luogo nel 1151 e ebbe molto successo. Ha tutto per accontentare la ricca ereditiera: un comportamento che annuncia la sua alta nascita, capelli biondo dorato, uno sguardo gentile, un indirizzo per tutti gli esercizi del corpo, a suo agio a corte, ha vent'anni. Sei settimane dopo il ripudio, Henri le propose.

Regina d'Inghilterra

Sebbene Luigi VII fece ogni sforzo per impedire questa unione, Aliénor sposò Henri nel maggio 1152; quest'ultimo diventa re d'Inghilterra e prende il nome di Enrico II. Aliénor, duchessa di Normandia, Regina d'Inghilterra non trova la felicità, suo marito è volubile e per di più non ha intenzione di lasciarle il potere! Ha solo il diritto di prendersi cura degli otto figli che nasceranno: Guillaume (1153-1156); Enrico il Giovane (1155-1183); Mathilde (1156-1189), moglie di Henri le Bon, madre dell'imperatore Otone IV; Richard Lion's Heart (1157-1199) Re d'Inghilterra; Geoffroy (1158-1186) padre di Arthur; Aliénor (1161-1214), moglie del re di Castiglia, madre di Bianca di Castiglia; Giovanna (1165-1199) moglie di Guglielmo II re di Sicilia, allora Raimondo V conte di Tolosa, diventa badessa di Fontevraud; John the Landless (1166-1216), re d'Inghilterra a spese di Artù.

Furiosa, Eleanor mette in scena scene con suo marito, passando dalla rabbia alla tenerezza, portando persino i bambini contro il padre, fornendo loro armi, spingendoli ad allearsi con la Scozia contro di lui. Lascia l'Inghilterra e si ritira Poitiers, al centro della sua corte di poeti. Enrico II, sospettando che Eleonora fosse all'origine della morte della sua ex amante Rosemonde e alla fine della sua pazienza, lo rinchiuse in prigione per sedici anni, a Chinon, e in vari castelli in Inghilterra.

Non uscì fino a quando suo figlio maggiore Riccardo Cuor di Leone, una volta sul trono dopo la morte di Enrico II nel luglio 1189, la liberò. Da quel giorno, ancora al potere in Aquitania e Poitou, visitò le sue regioni e decise di aprire tutte le prigioni. Mentre Riccardo Cuor di Leone è in una crociata, lei assicura il Reggenza e riceve un più che caloroso benvenuto a ciascuna delle sue visite nelle varie regioni. Ma per gelosia e bisogno di potere, ha estromesso la giovane sposa di Richard, la sorella di Philippe Auguste: non vuole che sul trono nessun altro oltre a lei! Nonostante tutto, finisce per accettare e negoziare il matrimonio di Bérangère d'Aragon e Richard.

Poco dopo, si arrampica e si dedica anima e corpo per liberare Riccardo, che è stato appena catturato e consegnato all'imperatore Enrico VI, al suo ritorno dalla crociata. Fa di tutto per raccogliere l'enorme riscatto che richiede. Richard fu rilasciato nel febbraio 1194, ma pochi anni dopo fu ferito e morì nel Limosino nel 1199.

Invece di vedere un altro lignaggio salire al potere, spinge Giovanni senza Terra, il suo ultimo figlio a salire al trono. Va ancora a cercare la sua piccola figlia Blanche in Castiglia e prende parte alla trattativa di matrimonio con il figlio di Philippe Auguste, il futuro Luigi VIII.

Fine della vita di Aliénor d'Aquitaine a Fontrevaud

Giunta alla fine della sua vita, lasciò la sua eredità al nipote Enrico III, poi si ritirò definitivamente alAbbazia di Fontevraud nel Maine. Porta lì il velo mentre fa donazioni ed elemosine ai poveri. Dopo una vita frenetica, "lha il fiore più bello e più ricco dell'Aquitania, la perla incomparabile del sud"Morì nel marzo 1204 all'età di 82 anni. Riposa a Fontevraud, prima accanto al marito, poi al figlio Richard e alla nuora Isabelle d´Angoulême (moglie di Jean sans Terre). Oggi possiamo vedere le loro quattro figure sdraiate policrome di fronte all'altare maggiore dell'abbazia.

Bibliografia

- Aliénor d'Aquitaine: La regina ribelle di Jean Flori. Biografia Payot, 2004.

- Aliénor d'Aquitaine (nuova edizione) di Régine Pernoud. Pocket, 1983.

- Storia delle regine di Francia: Aliènor d'Aquitaine di Philippe Delorme. Pigmalione, 2001.


Video: Guillaume IX dAquitaine: Farai un vers pos mi sonelh