Invenzione del telegrafo e del primo telegramma

Invenzione del telegrafo e del primo telegramma

Linvenzione del telegrafo risale alla fine del XVIII secolo, con lo sviluppo del telegrafo Chappe, un francese. Questo sistema di trasmissione dei messaggi, inizialmente ottico, diventerà elettrico pochi decenni dopo. Per molti anni, il telegramma, stampato su strisce di carta sarà il modo più veloce per diffondere le informazioni. Sebbene di tiratura limitata, è considerata "l'internet" del XX secolo.

L'invenzione del telegrafo di Chappe

Iltelegrafo è inventato in Francia durante la Rivoluzione francese da Claude Chappe. La macchina è quindi costituita da un montante mobile con bracci articolati. Era un sistema di telegrafia ottica. La comunicazione avviene tramite segnali emessi dai bracci e riprodotti da ogni operatore fino alla destinazione. Stabilendo un codice che consentisse la trasmissione di messaggi complessi, Chappe aveva l'ambizione di coprire tutta la Francia con questa rete.

Sistema Morse e telegrafo elettrico

Nel diciannovesimo secolo, lo sviluppo dell'elettricità consentirà a un americano di nome Samuel Morse di inventare un nuovo sistema per trasmettere messaggi, che sostituirà quello di Chappe ovunque nel mondo. Eppure niente avrebbe potuto suggerire che Morse avrebbe raggiunto un tale progresso tecnologico. Pittore di formazione, Samuel Finley Morse si è sempre interessata all'elettricità di cui non sappiamo molto all'epoca.

Nel 1829 andò in Europa per completare la sua formazione artistica e vi rimase per tre anni. Sulla barca che lo riporta negli Stati Uniti, ascolta una conversazione sull'elettromagnete che André-Marie Ampère ha appena inventato. Ha poi avuto l'idea di realizzare un telegrafo elettrico utilizzando un semplice codice. Non appena tornato, iniziò a lavorare su un prototipo, che fu completato nel 1835. Due anni dopo, Morse unì le forze con il meccanico Alfred Vail e riuscì a far funzionare il suo telegrafo elettrico. Nel 1838, Morse sviluppò il famoso "codice Morse", fatto di linee e punti separati da spazi. Dopo diversi tentativi, riesce finalmente a ottenere il sostegno del Congresso degli Stati Uniti, che gli stanzia $ 30.000 per costruire una linea telegrafica sperimentale tra Washington e Baltimora.

Il primo telegramma

Il 24 maggio 1844, Morse inviò il suo primo telegramma dalla Corte Suprema degli Stati Uniti. Il messaggio poi trasmesso è: "Quello che ha fatto Dio". Poco dopo, il sistema sviluppato da Samuel Morse ha ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo. Nel 1866, la posa di un cavo sottomarino nel Nord Atlantico ridusse di poche ore la distanza di comunicazione tra Londra e New York.

A partire dal 1850 furono progettati dispositivi che utilizzavano i caratteri dell'alfabeto e non più un codice di segni particolari. Il sistema Hughes, brevettato negli Stati Uniti nel 1855 e prodotto a Parigi, permetteva di scrivere un messaggio su una tastiera a 28 tasti. Il messaggio è stato stampato direttamente dal ricevitore, grazie ad un movimento a orologeria sincronizzato con la tastiera del trasmettitore. L'Hughes Telegraph aveva una velocità media di 45 parole al minuto. Il sistema più efficiente è stato sviluppato in Francia da Émile Baudot nel 1874. L'inventore ha immaginato una tastiera a 5 tasti, che consente una digitazione più veloce. Ha così aumentato la velocità media a 60 parole al minuto. Il sistema Hughes e i suoi miglioramenti hanno avuto molto successo e sono stati utilizzati fino all'inizio degli anni '50.

Lo sviluppo delle linee telegrafiche transoceaniche

A metà del XIX secolo, gli ingegneri tentarono di creare linee telegrafiche che attraversassero gli oceani. Il primo collegamento sottomarino fu la linea Dover-Calais, aperta nel novembre 1852. D'altra parte, l'attraversamento dell'Atlantico si rivelò più difficile. Dopo un tentativo fallito nel 1858, la prima linea fu messa in servizio nel 1866. Fu allora l'inizio di un progresso che non fu mai rallentato. Il Regno Unito ha così sviluppato una rete intercontinentale estremamente estesa, che all'inizio del XX secolo comprendeva quasi 250.000 km di linee telegrafiche.

Fu nell'impero britannico che il telegrafo vivrà il suo periodo di massimo splendore. Già nel 1838, la prima linea telegrafica elettrica commerciale era stata posata lungo una linea ferroviaria. Distribuito in tutto l'impero della regina Vittoria, e specialmente in India, il telegrafo è essenziale come strumento diplomatico e strategico accelerando le comunicazioni su lunghe distanze. Il suo funzionamento resta costoso e non diventerà mai domestico, a differenza del "telegrafo parlante" che gli succederà, il telefono.

Bibliografia

- Storia delle telecomunicazioni in Francia, di Catherine Bertho. Eres, 1984..

- La favolosa storia delle invenzioni - Dalla padronanza del fuoco all'immortalità. Dunod, 2018.


Video: Volando videolettura 4