Chi ha inventato la scuola?

Chi ha inventato la scuola?

No, naturalmente, questo sacro Carlo Magno non aveva ha inventato la scuola. Allo stesso modo, non possiamo davvero rispondere alla domanda "Chi ha avuto questa folle idea, un giorno ioinventare la scuola ?". In realtà questo è quasi sempre esistito, ed è stato particolarmente reinventato in più occasioni per portare al nostro attuale sistema educativo. Dall'antichità, le società umane iniziarono a creare mezzi più o meno elaborati per trasmettere conoscenza e conoscenza.

Antichità ed educazione

Nell'antico Egitto l'insegnamento si limitava principalmente a inculcare la scrittura comune, l'ieratico. L'élite, quindi una minuscola minoranza, destinata a funzioni religiose o amministrative, fu iniziata ai misteri dei geroglifici. Un lungo apprendistato che ha garantito un'elevata posizione sociale. Nell'antica Grecia, l'istruzione raggiunse un primo alto grado di sofisticazione. Oltre alla scrittura, vengono aggiunte nuove discipline, come la letteratura, la guerra o lo sport. Il principio è di combinare armoniosamente lo sviluppo fisico e intellettuale.

Anche in questo caso sono i giovani di famiglie aristocratiche a beneficiare di questa educazione, fornita a casa dagli insegnanti o nella palestra cittadina. Nell'antica Roma, la formazione delle élite era in gran parte ispirata all'esempio greco. Inoltre, le ricche famiglie patrizie per la maggior parte del tempo ricorrevano a schiavi greci per istruire i loro figli maschi. Nella Repubblica Romana, conoscere l'arte della guerra è importante quanto l'arte della retorica ...

La scuola di Carlo Magno ...

Con la caduta dell'Impero Romano, l'istruzione cadde in disuso. Sotto i merovingi, i luoghi in cui imparare a leggere, scrivere e aritmetica erano molto rari e le élite religiose e politiche erano per lo più completamente analfabete. È questa situazione che rattrista Carlo Magno, lui stesso analfabeta, e che avrebbe un disperato bisogno di dirigenti ben addestrati per amministrare il suo gigantesco impero. Uno dei suoi più stretti consiglieri, il monaco inglese Alcuin, si occuperà di porre rimedio a questa situazione. Responsabile dell'educazione dei giovani nobili nel palazzo di Aquisgrana, il primo "ministro della pubblica istruzione" ottimizza l'istruzione. Grammatica, retorica, aritmetica, astronomia ... sono organizzati in argomenti. In tutto l'impero, al clero viene ordinato di aprire scuole sul modello della capitale. Questo volontariato contribuirà notevolmente al rinnovamento culturale del "rinascimento" carolingio.

Nel XII secolo, le scuole monastiche in declino cedettero il posto alle prime università, come quella di Parigi, fondata nel 1200 da Philippe Auguste, dove venivano insegnate legge, arte, medicina e, naturalmente, teologia. Ancora da istituzioni religiose, collegi e scuole superiori sviluppate dal Rinascimento. Il francese sta gradualmente sostituendo il latino. Il potere reale incoraggia queste scuole senza garantire né l'organizzazione né il finanziamento, il che riduce il loro numero e la frequenza. La rivoluzione francese ha stabilito per la prima volta il principio dell'istruzione laica e gratuita. Tuttavia, la scuola rimarrà il fatto dell'educazione religiosa fino alla Terza Repubblica.

... a Jules Ferry

Durante il XIX secolo, diversi governi tentarono di organizzare l'istruzione primaria. Nel 1850, la legge Falloux richiedeva a tutti i comuni di avere una scuola primaria finanziata dallo stato che coesisteva con scuole religiose private. Furono le leggi sui traghetti del marzo 1882 a rendere la scuola elementare obbligatoria per i bambini dai 6 ai 13 anni, gratuita e laica. Dopo la seconda guerra mondiale, l'istruzione secondaria divenne a sua volta gratuita e nel 1959 obbligatoria fino all'età di 16 anni. Infine, la co-educazione divenne generale nel 1976 con la legge Haby.

Anche se non si può parlare rigorosamente di invenzione della scuola, sappiamo chi ha inventato e reinventato la riforma dell'istruzione: in questo caso quasi tutti i ministri dell'Istruzione per cinquant'anni. Raramente a vantaggio della qualità e dell'efficienza della scuola ...

Per ulteriori

- Storia della scuola: maestri e scolari da Carlo Magno a Jules Ferry, da Pierre Giolitto. Imago, 2003.

- La storia più bella della scuola, di Alain Boissinot e Luc Ferry. Laffont, 2017.


Video: Chi ha inventato la scuola? Troll Video