Crociate - Date e cronologia (1095-1291)

Crociate - Date e cronologia (1095-1291)

Il crociate erano spedizioni militari organizzate da cristiani occidentali per liberare il terra Santa e il tomba di cristo a Gerusalemme, allora sotto il dominio musulmano. A volte deviate dal loro obiettivo iniziale, queste crociate dureranno più di due secoli. Grandi signori feudali e monarchi europei, come Riccardo Cuor di Leone, Frédéric Barberousse o Philippe Auguste, saranno illustrati con più o meno successo. Sul piano militare, la grande epopea delle crociate finirà con un fallimento. Attaccando il mondo musulmano, fino ad allora tollerante nei confronti dei cristiani, le crociate avrebbero fatto rivivere l'idea della guerra santa e lo spirito di vendetta, che sarebbe stato poi sfruttato dagli ottomani.

Preludio alle Crociate

Ilcrociate può essere considerata una vera epopea, affascinante per molteplici ragioni: questo pellegrinaggio bellicoso si svolge in un contesto più globale di espansione dell'Occidente, dovuta prima di tutto alla crescita demografica, poi alla crescita economica; è anche un periodo di progressiva affermazione dei poteri reali, e la volontà di certi signori di andare in guerra e arricchirsi altrove ... È infine, ovviamente, la crescente importanza della Chiesa nelle società, in la linea retta delle riforme gregoriane e la competizione con i poteri politici ma anche con altre religioni: il cristianesimo bizantino e, naturalmente, l'Islam. Queste "guerre sante" sono quindi molto più di uno "scontro di civiltà", o di religioni, e dureranno 200 anni ...

1071: la sconfitta dell'imperatore romano IV Diogene a Manzikert di fronte ai Selgiuchidi, l'Alp Arslan conferma il dominio di questi ultimi sulla regione e la loro collocazione sotto la supervisione del califfato abbaside. Tuttavia, i loro rivali sono i turcomanni in Anatolia, ma soprattutto il califfato fatimide del Cairo. Mentre l'Impero bizantino è quindi notevolmente indebolito, il mondo musulmano non è per niente unito. La battaglia di Manzikert colpisce tuttavia in Occidente, ed è talvolta menzionata come uno dei pretesti per l'appello di Urbano II.

1076: L'assemblea di Worms è generalmente considerata come l'inizio di la lite per le investiture, cioè il culmine della lotta tra l'imperatore tedesco e il papa. Quest'ultimo cerca l'indipendenza politica, e quindi la legittimità. Che è fondamentale nel futuro contesto delle Crociate.

1085: primo la cattura di Toledo di Alfonso VI di Castiglia, prima data chiave del Riconquista, spesso considerata una "crociata" in Occidente. Poi, la morte del grande papa Gregorio VII, che aggrava il conflitto tra papato e impero.

1086: la risposta di Almoravid alla Reconquista, alla battaglia di Zallaqa. Gli spagnoli devono fermare la loro avanzata.

1087 : il saccheggio di Mahdiya da una coalizione di genovesi, pisani e normanni di Sicilia è talvolta visto come un assaggio della prima crociata. Infatti, i combattenti hanno ricevuto un'indulgenza da papa Vittore III ...

1092: la morte del sultano selgiuchide Malik shah segna la fine dell'espansione turca. Il potere è diviso tra gli emiri in competizione, poiché i Fatimidi diventano più pressanti e l'Impero bizantino si stabilizza con l'avvento di Alessio Comneno.

La prima crociata

1095: eletto papa in subbuglio nel 1088, conquistatore di Roma nel 1093, Urban II è al Consiglio di Clermont per stabilirne la legittimità, in un paese da cui ha scomunicato il re, Philippe Ier. Il 27 novembre Papa Urbano II ha lanciato un appello per liberare i Luoghi Santi e la tomba di Cristo, e per venire in aiuto dei cristiani d'Oriente. Promette la salvezza ai pellegrini. Questo è l'inizio di la prima crociata, anche se il termine non viene utilizzato. Un partito, la cosiddetta crociata "popolare", guidata da Pierre l'Ermite, scelse la rotta verso l'Europa centrale; l'altra, la crociata dei baroni, passa per il sud. Il loro obiettivo comune: Costantinopoli. Prima di Gerusalemme ...

1097: Dopo essere stata illustrata da saccheggi e massacri di ebrei, la Crociata Popolare viene rapidamente trasportata dai Bizantini dall'altra parte del Bosforo, dove viene massacrata dai Turchi. I baroni a loro volta raggiunsero Costantinopoli e iniziarono tese trattative con Alessio Comneno. Arrivati ​​in Anatolia, i crociati conoscono le loro prime vittorie.

1098: i Fatimidi riconquistano Gerusalemme dai Seldjoukidi. Nel Nord fondarono i Crociati Contea di Edessa e prendi Antiochia con difficoltà. Non lo restituiscono ai bizantini come previsto, facendo arrabbiare il basileus.

1099: la crociata raggiunge il suo obiettivo, Gerusalemme. La città è stata presa il 15 luglio e "purificata" nel sangue. Godefroy de Bouillon viene eletto "avvocato del Santo Sepolcro", ma molti baroni e pellegrini tornano in Occidente. Inizia la difficile costruzione di Stati latini orientali : il regno di Gerusalemme, il principato di Antiochia e le contee di Tripoli ed Edessa.

1100-1118: regno del primo re di Gerusalemme, Baudouin I. Ha conquistato posti importanti, come Acre (1104) o Beirut (1110), tenendo sotto controllo i contrattacchi turchi e fatimidi. Nel 1115 costruì il famoso castello di Montreal. Allo stesso tempo, il re deve gestire le rivalità interne negli altri Stati latini ...

1105: Ad Harran, i latini subiscono la prima grande sconfitta contro Mosul atabeg Mawdud.

1118-1131: regno di Baldovino II di Gerusalemme. Tentò di continuare l'opera del suo predecessore, ma incontrò difficoltà, anche essendo fatto prigioniero nel 1123.

1119 : la battaglia di l'Ager Sanguinis è una terribile rotta per i crociati. Questo è l'inizio dei problemi per la contea di Edessa.

1127-1144: Sultan Mahmud ne fa una certa Zankî (o Zengi) il suo atabeg nel 1127. Questo nuovo uomo forte cerca prima di sottomettere gli emiri, come quello di Damasco; poi si rivolta contro i Franchi. Zankî molesta la contea di Edessa, approfittando dei problemi dei latini con l'impero bizantino, che chiede la restituzione di Antiochia. Le truppe turche presero facilmente Edesse nel 1144: è la fine del primo stato latino.

1145-1146: Papa Eugenio III chiama per la crociata (1145), accusando Bernard de Clairvaux della sua predicazione. Ma i volontari non si affrettarono ... Fu solo l'anno successivo che il re di Francia Louis VII si impegna, mentre persuade l'imperatore Corrado III per accompagnarlo.

La seconda crociata

1147-1149: Le difficoltà non cessano durante la spedizione della Seconda Crociata. La tensione è ancora alta con i Bizantini, impegnati anche a fronteggiare i Normanni di Sicilia. A peggiorare le cose, i crociati arrivano in un regno di Gerusalemme minato dalla rivalità e sotto l'influenza della regina Melisende, Baldovino III è troppo giovane per regnare. A questo si aggiungono voci di infedeltà daEleonora d'Aquitania, moglie di Luigi VII! Mal consigliati, i due sovrani crociati fallirono davanti a Damasco. Corrado III decide di tornare in Occidente nell'autunno del 1148 e Luigi VII segue l'esempio nella primavera del 1149.

1146-1163: la morte di Zankî (assassinato nel 1146) non ravviva le divisioni all'interno di questa dinastia. Suo figlio gli succede Nûr al-Din, che continua la sua lotta contro gli emiri e la jihad contro i Franchi. Nel 1149 sconfisse pesantemente Raimondo di Poitiers, minacciando fortemente il principato di Antiochia; nel 1154 sottomette la Siria. Tuttavia, ha incontrato alcune difficoltà (perdita di Ascalon nel 1153, sconfitta di Harim nel 1157 o fallimento da parte di Krak nel 1163). Nûr al-Dîn decide quindi di rivolgersi ai rivali fatimidi ...

1163-1174 : regno di Amaury I di Gerusalemme. La sua ossessione: l'Egitto. Cerca di invaderlo più volte, ma fallisce. Morì durante il suo ultimo tentativo, mentre il regno di Gerusalemme era minacciato a nord da Nûr al-Dîn ea sud da Saladino.

1164-1174: Nûr al-Dîn ordina a Shirkûh di prendere l'Egitto; è accompagnato dal nipote Saladino. Questo diventa visir nel 1169 e si presenta sempre più come un rivale di Nûr al-Dîn. Quando morì nel 1174, Saladino era determinato a unire i musulmani per condurre il jihad e riconquistare Gerusalemme.

1174-1185 : regno di Baldovino IV di Gerusalemme. Il re lebbroso cerca coraggiosamente di resistere alla minaccia Saladino, che sconfigge Montgisard (1177). Se ha relativamente successo nella gestione del caso Renaud de Châtillon, non può fare nulla contro le persone ambiziose che lo circondano, a cominciare da sua sorella Sibilla e suo marito Guy de Lusignan, che mettono le mani sulla corona dopo la sua morte e il breve regno del nipote.

1174-1187: Saladino trascorre questi anni combattendo simultaneamente i Franchi e sottomettendo i suoi rivali di Zankîdes. A metà degli anni '80, riuscì a unificare i musulmani dietro il suo stendardo, con l'appoggio del califfo di Baghdad (egli stesso depose il califfo fatimide), e lanciò il jihad per Gerusalemme. Approfittando delle divisioni all'interno del regno latino, sconfisse i crociati a Hattîn (Luglio 1187), dove fece prigioniero il re Guy de Lusignan. Il 2 ottobre 1187 entrò vittoriosamente a Gerusalemme.

1183-88: l'imperatore germanico Frédéric Barbarossa afferma il suo potere con la pace di costanza (1183). Quando l'Impero fu pacificato, decise di prendere la Croce alla Dieta di Magonza nel 1188.

1186-89: in Occidente, la lotta infuria all'interno della dinastia Plantagenet, tra il re Henry e suo figlio Richard. Quest'ultimo è sostenuto dal Re di Francia, Filippo II Augusto. Nel luglio 1189, Richard Lion's Heart sale al trono d'Inghilterra e decide di onorare il voto di crociata di suo padre.

La terza crociata

1187-1192: Papa Gregorio VIII, allora suo successore Etienne III, chiama per la terza crociata dopo lo shock della notizia della riconquista di Gerusalemme da parte di Saladino. Philippe Auguste e Richard Cœur de Lion partirono insieme, ma la loro rivalità esplose durante il loro scalo in Sicilia nel 1190. Lo stesso anno, a marzo, Frédéric Barberousse annegò nei Dardanelli. Nel 1191, dopo aver messo le mani su Cipro, Riccardo Cuor di Leone prese Acri con il re di Francia; a settembre, ha battuto Saladin a Arsouf. Nel frattempo, Philippe Auguste è tornato nel suo regno. L'anno 1192 vide la lotta continua tra il sovrano inglese, che ancora esitava ad attaccare Gerusalemme, e un vecchio Saladino. Dopo aver firmato una tregua con il Sultano, Richard torna in Occidente dove suo fratello Jean e Philippe hanno approfittato della sua assenza ...

1193: morte di Saladino. L'Impero Ayyubide sta entrando in un grande periodo di divisione.

La quarta crociata

1198-1204: il papa Innocenzo III non ha intenzione di onorare gli accordi firmati tra Riccardo Cuor di Leone e Saladino, e chiede una nuova crociata. Tuttavia, la Quarta Crociata fatica a montare ei Crociati devono chiedere aiuto a Venezia. Sotto l'influenza del doge Dandolo, la crociata viene quindi deviata, prima Zara (1202), poi via Costantinopoli, di nuovo assediata da divisioni. La "seconda Roma" viene presa e saccheggiata 13 aprile 1204, l'Impero bizantino è dislocato, il divorzio tra cattolici e ortodossi consumato.

1204-1211: in Terra Santa la situazione è mista. Ogni campo è diviso. Da parte dei cristiani occidentali, gli ordini militari li spingono a non rispettare le tregue e ogni pretesto è buono per attaccare i luoghi nemici. Da parte musulmana, i successori di Saladino vengono fatti a pezzi, indebolendo l'impero creato dal sultano in un momento in cui, in Oriente, il pericolo si prepara ...

1206-1227: conquiste dei Mongoli di Gengis khan in Asia.

1209: crociata contro gli Albigesi. La priorità non è più l'Oriente per i governanti occidentali.

1212: spicca tra gli altri pellegrinaggi guerrieri minori o originali la crociata dei bambini. Si tratta di giovani francesi o dell'Impero che, presi da una sorta di febbre mistica, decidono di partire per Gerusalemme. La maggior parte finisce per essere venduta come schiava o si ferma lungo la strada, ma lo spirito della crociata rivive per un po '. Lo stesso anno è segnato dal vittoria decisiva degli spagnoli sugli Almohads a Las Navas de Tolosa, che preannuncia l'inesorabile avanzata della Reconquista.

La quinta crociata

1213-1221: Innocenzo III insiste per riparare il fiasco della Quarta Crociata. Unì un Concilio Lateranense in questa direzione, nel 1213. Ancora una volta i volontari erano pochi, in un contesto di guerra che mescolava Francia, Inghilterra e Impero (vittoria francese a Bouvines, 1214). Innocenzo III morì nel 1216 e il suo successore Onorio iii riavviare la chiamata. L'imperatore Federico II è desiderato, così è Leopoldo VI d'Austria che guida la quinta crociata, ancora una volta senza un grande sovrano. Approfittando delle divisioni tra i musulmani, i crociati presero Damietta, in Egitto, nel 1219. Tuttavia, troppo isolati, dovettero abbandonare la loro conquista nel 1221 ...

La sesta crociata

1215-1229: eletto imperatore nel 1215, Federico II rinvia costantemente la sua partenza per una crociata, nonostante le pressioni del papa. Infine, Gregorio IX lo scomunicò nel 1227! Federico II partì comunque l'anno successivo per la Terra Santa, dove si trovò in mezzo a rivalità tra baroni e di fronte alle ostilità degli ordini militari, esclusi i Teutonici. Abilmente, gioca sulle debolezze degli Ayyubidi per negoziare un trattato, firmato a Jaffa 18 febbraio 1229; È una grande vittoria diplomatica mentre riesce a reclamare Gerusalemme! Vi si reca a marzo per il pellegrinaggio e per essere incoronato, poi torna in Occidente.

1239-1240: Papa Gregorio IX invia il conte di Champagne, Thibaud IV, a proteggere Gerusalemme. Crescono le tensioni, sia tra gli Ordini e sostenitori dell'imperatore germanico Federico, sia tra i Franchi ei Siriani.

1243: i Mongoli sconfiggono i Selgiuchidi nel Kose dagh, in Anatolia.

1244: utilizza Sultan al-Salîh Khwarezmiens, che fuggono dai mongoli, per riconquistare Gerusalemme con la forza il 23 agosto. Il 17 ottobre dello stesso anno, la maggior parte dell'esercito franco fu distrutta. Il Re di Francia, Louis IX, decide di incrociarsi.

La settima crociata

1248-1254: parte di Aigues-Mortes, la crociata di Luigi IX sbarcò in Egitto e a sua volta prese Damietta nel 1249. L'esercito crociato fu tuttavia sconfitto in Mansoura l'anno successivo dal Mamelucco Baybars ; Louis IX viene fatto prigioniero. Liberato contro un pesante riscatto, deve restituire Damietta. Decise comunque di andare negli Stati latini, dove rimase fino al 1254.

1250: I Mamelucchi assassinano Turan Shah e conquistano l'Egitto. Gli Ayyubidi sorvegliano la Siria.

1256-1264: Le rivalità raggiungono il loro parossismo tra i Latini, con lotte per l'influenza tra baroni, Templari e Ospitalieri, in cui si mescolano le città italiane di Genova e Venezia, in lizza per il controllo del Mediterraneo orientale. Questo è la guerra di Saint-Sabas (dal nome di un monastero di Acri), essenzialmente navale, e le cui poste in gioco sono Tiro e Acri.

1258: i Mongoli radono al suolo Baghdad e mettono a morte il califfo abbaside!

1259: i mamelucchi bloccano i mongoli Aïn Jalûte appropriato Ayyubid Siria.

1260-1271: Baybars diventa il Sultano dei Mamelucchi. Prende dai Franchi: Cesarea, Arsouf e soprattutto Antiochia (1268) e Krak (1271).

1261: l'imperatore bizantino Michel Paleologo riprende Costantinopoli dai Latini.

1266 : Carlo d'Angiò re di Sicilia.

1267: Luigi IX prende di nuovo la Croce.

L'ottava crociata

1270: su consiglio del fratello Charles d´Anjou, il re di Francia attacca la Tunisia. Ma il campo dei crociati fu decimato dalla malattia durante l'assedio di Tunisi e lo stesso Luigi IX morì il 25 agosto.

1272: il principe Edward d'Inghilterra, dovrebbe essere il rinforzo di Luigi IX, sbarcò in Terra Santa per alcune cavalcate infruttuose. Si volta velocemente ...

1277: morte di Baybar e tregua per i latini.

1278: Carlo d'Angiò viene incoronato re di Gerusalemme.

1282-1285 : I Vespri Siciliani hanno conseguenze fino alla Terra Santa, dove gli Angioini sono in difficoltà contro gli Italiani. Riprende la guerra tra Acri e Tripoli. Il sultano mamelucco Qalawûn colse l'occasione per prendere quest'ultimo nel 1289.

1291: il successore di Qalawûn, al-Ashraf Khalil, dopo Tiro, prende San Giovanni d'Acri dopo un assedio di cinque settimane. Questa è la fine degli Stati latini in Terra Santa.

Dopo le crociate

1297: Luigi IX viene canonizzato, diventa Saint Louis.

1453: cattura di Costantinopoli da parte degli Ottomani.

1461: fine dell'Impero greco di Trebisonda, sconfitto dai Turchi.

1492: cattura di Granada da parte dei monarchi cattolici: fine della Reconquista.

1517: gli ottomani espellono i mamelucchi dall'Egitto.

1571: battaglia di Lepanto. Lo stesso anno cadde anche l'ultimo posto dei Franchi a est, Cipro.

Bibliografia

Opere fondamentali : si tratta di libri di base (in francese) con angoli diversi o addirittura opposti sulle Crociate in generale per avere un'idea dei diversi approcci all'argomento (metteremo da parte i lavori più tematici, sugli ordini militari o guerra santa per esempio):

- M. BALARD, I latini in Oriente, XI-XV secolo, PUF, 2006.

- C. CAHEN, Oriente e Occidente al tempo delle crociate, Aubier, 1983 (ristampa 2010).

- R. GROUSSET, Storia delle crociate e del regno franco di Gerusalemme, Parigi, 1934-1941 (ristampa Perrin, 2006).

- C. MORRISSON, The Crusades, PUF, 2006 (canna).

- J. PRAWER, Storia del regno latino di Gerusalemme, 1969-1971 (ristampa CNRS, 2000).

- J. RILEY-SMITH, Atlas of the Crusades, Otherwise, 1996.

- S. RUNCIMAN, History of the Crusades, 1951-1954 (ristampa Tallandier, 2006).


Video: Lezione di Storia Medioevale 8 - Le Crociate