8 maggio 1945: la resa tedesca

8 maggio 1945: la resa tedesca

Il 8 maggio 1945 viene firmato a Berlino ilAtto di resa tedescae, che pone fine alla seconda guerra mondiale in Europa, dopo sei anni di conflitto che ha devastato il continente e causato milioni di morti. Questo atto di resa incondizionata di tutte le forze armate tedesche è stato firmato per la prima volta il 7 maggio presso la sede di Eisenhower a Reims, ma un secondo testo è stato firmato il giorno successivo presso la sede sovietica nella capitale del Reich, su richiesta. L'espresso di Stalin. La commemorazione dell'8 maggio è un giorno festivo in molti paesi. Ogni anno in Francia la fiamma della tomba del milite ignoto dell'Arco di Trionfo si riaccende durante le cerimonie ufficiali.

Un tentativo di pace separato

Adolf Hitler si è suicidato il 30 aprile alle 15:30, il suo corpo è stato bruciato poco dopo. Bormann e Goebbels cercano di negoziare con i russi, ma di fronte al loro rifiuto il primo informa Dönitz della morte del führer (deve succedergli), e il secondo si suicida. Fu la sera del giorno successivo, sulla settima sinfonia di Brückner, che la radio annunciò ufficialmente la morte di Hitler. Che ne sarà del Terzo Reich?

In primo luogo, Dönitz, il successore designato, cerca di negoziare una pace separata con gli alleati occidentali, desiderando invece continuare la lotta contro i sovietici. In teoria, l'ammiraglio può contare su un esercito ancora potente, ma di fatto totalmente disorganizzato. I suoi tentativi di discutere una tregua con Montgomery (gli inglesi attraversarono l'Elba il 2 maggio) falliscono, così come quelli con Eisenhower, con i due leader alleati che rifiutano qualsiasi resa parziale senza l'accordo dei russi, accettando solo una resa incondizionata. Su tutti i fronti. I combattimenti continuarono, consentendo al VI Gruppo dell'esercito franco-americano di prendere prigionieri importanti, tra cui Goering.

La capitolazione tedesca ha firmato ... il 7 maggio e poi l'8 maggio

Dopo l'ammiraglio Friedeburg, Dönitz invia il generale Jodl, ostile a qualsiasi resa, a negoziare per guadagnare tempo! Jodl, invece, ottiene un piano di resa da Eisenhower che, se si nasconde dietro un ultimatum, permette ai tedeschi di guadagnare il tempo che cercavano. L'ammiraglio Dönitz appare convinto da Jodl, nonostante quello che chiama "ricatto" del Generalissimo alleato, e dà pieni poteri al suo negoziatore per firmare l'accordo. Fu quindi il 7 maggio che la prima capitolazione tedesca fu firmata a Reims, alla presenza di Alfred Jodl e Friedeburg da parte tedesca, Bedell-Smith da parte americana, Morgan per gli inglesi, Sevez per la Francia, Souslaparov in rappresentanza della Russia.

Tuttavia, la capitolazione non è completa. Deve essere organizzata una cerimonia presso la sede russa per confermare la fine dei combattimenti. Friedeburg viene portato a Berlino, raggiunto da Keitel e Stumpff, e firmano lo stesso accordo di Reims, questa volta alla presenza di Zhukov, Tedder, Spaatz, de Lattre de Tassigny e Vyshinsky; è l'8 maggio 1945. Dopo un'entrata teatrale e la scoperta della presenza della bandiera francese, il maresciallo Keitel esclama: “Ah! Ci sono anche francesi! Mancava solo questo! ". Firma gli atti di capitolazione dopo aver chiesto clemenza ai vincitori, in gelido silenzio. Assente, Dönitz ha comunque annunciato la notizia agli ufficiali via radio, dichiarando che la Germania, occupata dai russi, era "tornata indietro di mille anni".

Il giorno della vittoria dell'8 maggio 45 in Francia

La legge del 20 marzo 1953 stabilì l'8 maggio come giorno festivo legale e giorno festivo: il generale de Gaulle abolì il giorno festivo nel 1961, la commemorazione della vittoria fu fissata per la seconda domenica di maggio. Il presidente Valéry Giscard d'Estaing ha deciso l'8 maggio 1975 di abolire tutte le commemorazioni; questo è stato ristabilito dal presidente François Mitterrand, così come il giorno festivo, dalla legge del 2 ottobre 1981.

Bibliografia

- I 30 giorni di Berlino: 8 aprile - 8 maggio 1945 di André Besson. Francia-Impero, 2005.

Per ulteriori

- 8 maggio 1945, capitolazione, di Isabelle Clarke. Su DVD.


Video: Sfilata dei prigionieri tedeschi a Mosca - 1771944 sub ita