Lo schermo a mano, un accessorio originale

Lo schermo a mano, un accessorio originale

L'schermo della mano, cugino del ventaglio, è un oggetto prettamente domestico e riservato all'interno di dimore borghesi e aristocratiche. Era utilizzato principalmente per proteggere il viso dal calore degli incendi dei camini, ma non solo. Era molto di moda nel XVIII secolo, soprattutto nella sua seconda metà. Il suo valore di mercato è quasi nullo, ma grazie alla sua rarità questo oggetto inizia ad essere ricercato.

Un accessorio di moda dai molteplici utilizzi

Riservato a piccoli appartamenti e boudoir, era fondamentale proteggere il viso della casa, soprattutto quello delle signore. Appesa vicino al focolare a portata di mano, veniva utilizzata quotidianamente in inverno. Potrebbe anche essere utilizzato per alimentare la conversazione o commentare le notizie leggendo i testi scritti su un lato.

Venduto da mercanti di merceria o editori di stampe, come Lattré, il geografo, incisore ordinario del re che offriva questi articoli nel suo negozio a Parigi chiamato "Nella città di Bordeaux", il paravento era fatto di cartone e di un manico di legno, raggiungendo una quarantina di centimetri, costando circa una libbra. Non era trasportabile, né retrattile come il ventilatore. Ma la sua bellezza e il suo valore risiedono principalmente nel disegno o nell'incisione e nel suo manico.

Il manico in legno o avorio era spesso intagliato e avvolto nella seta.

Il foglio di cartone era decorato con illustrazioni di Watteau o François Boucher. Le due parti hanno affrontato fatti di storia, società, teatro o anche favole. Da un lato, il disegno era inciso o dipinto a guazzo, abbellito con fiori e ghirlande, rappresentanti castelli o reali, scene teatrali, mappe geografiche. Nel XVIII secolo, la buona società era interessata alle storie dei grandi viaggiatori e alle loro scoperte del mondo.

Dall'altro lato, era la spiegazione del disegno. Abbiamo spesso trovato la storia del re, del regno, delle nascite reali, delle residenze reali.

Un oggetto diventato raro

Questi oggetti sono comunque rari e le copie conservate sono pochissime. Il valore di mercato non è importante, perché erano prodotti in grandi quantità e soprattutto avevano un uso interno, non venivano mostrati. Non appena furono un po 'consumati, furono gettati nel fuoco. Nel tempo sono diventati oggetti fragili e poetici, a volte comparsi in collezioni e abitazioni private.

Un grande museo a Cambridge conserva un prezioso oggetto con la vista prospettica della Reggia di Versailles, dall'avenue de Paris, addobbata con ghirlande e bordure di fiori. Scopriamo anche il meticoloso lavoro grazie ai dettagli degli astanti e degli allenatori. E sul retro c'è la storia di Versailles e della sua grandezza, da Luigi XIII a Luigi XVI.

Secondo la Revue Château de Versailles.


Video: 30 TRUCCHETTI CHE VI RENDERANNO PIÙ RICCHI. QUANDO NON CÈ DENARO PER UN NUOVO IPHONE