Nascita della CEE - Trattato di Roma (1957)

Nascita della CEE - Trattato di Roma (1957)

Il 25 marzo 1957 firmano i rappresentanti di Repubblica Federale di Germania, Francia, Italia, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo Trattato di Roma che istituisce il Comunità Economica Europea (CEE). Simbolo emblematico della costruzione europea, questo trattato nasce in particolare dagli sforzi già compiuti nell'ambito della CECA (Comunità europea del carbone e dell'acciaio, creata nel 1951).

Nascita della CEE (1957)

I primi passi verso l'integrazione europea furono compiuti nel 1951 con la creazione del Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA), un'autorità della comunità europea che controlla le industrie europee del carbone e dell'acciaio. Dopo il fallimento del progetto della comunità di difesa europea, la costruzione europea sta compiendo un nuovo passo sotto la spinta di Jean Monnet e Robert Schumann con la creazione di un fileunione doganale, CEE. Avrà proprie istituzioni tra cui la Commissione (esecutivo sovranazionale), il Consiglio dei ministri (consiglio intergovernativo), un'Assemblea parlamentare (antenata dell'attuale Parlamento europeo) e una Corte di giustizia.

L'obiettivo della nuova organizzazione è quindi di grande ambizione poiché non si tratta più o meno dell'integrazione economica dei suoi Stati membri in un mercato comune. Firmato a Roma nel 1957, The trattato che istituisce la comunità europea ha come obiettivi l'eliminazione di tutti gli ostacoli al commercio tra gli Stati membri (mediante l'abolizione dei dazi doganali e l'istituzione di una tariffa esterna comune), la libera circolazione dei fattori di produzione ( capitale e lavoro), libera concorrenza e libertà di impresa in tutti i paesi membri.

Nell'ambito del trattato, a politica agricola comune (PAC), nel 1962, che fissa prezzi comuni garantiti per la produzione agricola e zootecnica al fine di proteggere l'agricoltura comunitaria dalle importazioni a basso costo e per garantire il reddito degli agricoltori, le politiche industriali, trasporto, ecc. Vedere Unione economica e monetaria (EMU) per le politiche comunitarie più recenti.

Le nuove istituzioni europee

Il trattato è entrato in vigore il 14 gennaio 1958. Le istituzioni della CEE si ispirano in gran parte a quelle della Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA), alcuni organismi sono addirittura comuni. Il Commissione, slancio politico, custode di trattati e interessi comunitari, è l'erede dell '"alta autorità" della CECA. Il Consiglio dei ministri (riunione dei ministri di ogni paese membro per un dato settore, come l'agricoltura, per esempio), un'istituzione intergovernativa piuttosto che sovranazionale, detiene il potere decisionale. Il Corte di giustizia europea (l'organo giudiziario) e l'Assemblea (un organo più tardi chiamato Parlamento europeo, in cui sono rappresentati i cittadini europei e che detiene una parte del potere legislativo) sono istituzioni comuni alla CEE, alla CECA e all'Euratom. Un altro trattato volto a fondere la Commissione e il Consiglio dei ministri con quelli della CECA e dell'Euratom è stato firmato nel 1965 ed è entrato in vigore il 1 ° gennaio 1967.

L'elezione a suffragio universale di Parlamento europeo, previsto dal Trattato di Roma, è stato istituito con un atto dei rappresentanti dei governi degli Stati membri del 20 settembre 1976. La prima elezione sotto questo regime si è svolta nel 1979.

Dalla CEE all'Unione Europea

L'Atto unico europeo, firmato il 28 febbraio 1986 ed entrato in vigore il 1er Luglio 1987, è comunemente pubblicizzato come la prima grande revisione del trattato. Si tratta infatti di due atti separati, uno di revisione delle disposizioni comunitarie (a livello istituzionale, è l'aggiunta alla Corte di giustizia europea di un tribunale di primo grado), l'altro stabilire una cooperazione politica in materia di politica estera.

Possiamo vedere che questa architettura istituzionale risparmia le suscettibilità nazionali mentre apre la porta al principio di un'organizzazione sovranazionale. Questa dialettica intergovernativa / sovranazionale costituirà successivamente il cuore dei dibattiti sull'ulteriore sviluppo della CEE, che alla fine porterà alla nascita della nostra attuale Unione europea (Trattato di Maastricht, 1992). Ora dotato di una moneta unica, l'euro, e di una banca centrale europea, non può essere dotato di una costituzione dopo il fallimento del referendum del 2005. Trattato di Lisbona, firmato nel 2007, governa l'attuale funzionamento dell'Unione Europea, che conta oggi 27 membri.

Per ulteriori

- Storia della costruzione dell'Europa dal 1945, di Sylvain Kahn. PUF, 2018.

- Storia dell'Unione europea: fondazioni, allargamenti, futuro, di Gérard Bossuat. Belin, 2009.


Video: 60 anniversario dei Trattati di Roma 25 marzo 1957 25 marzo 2017