Cina dinastia Han

Cina dinastia Han

Delle grandi dinastie cinesi, quella degli Han è una delle più importanti, e paradossalmente una delle meno conosciute. Il suo periodo di massimo splendore, durante il regno dell'Imperatore Wudi, è contemporaneo alla Repubblica Romana del tempo dei Gracchi e alla lotta tra Silla e Mario. Nello stesso periodo si apre la famosa Via della Seta. Il Han Cina ha anche prodotto molte delle grandi invenzioni della storia, che avrebbero impiegato diversi secoli per raggiungere l'Occidente.

Imperatore Wudi, fondatore della dinastia Han

La dinastia Han fu fondata nel 206 a.C. J-C, in seguito alla caduta del primo imperatore Qin. Viene fondata da Han Gaozu, o Liu Bang, che riesce a mettere da parte il suo rivale Xian Yu, dei Chu, nella lotta per la successione dell'Imperatore Qin, in un tempo di rivolte implacabili. Rendendosi conto che la dinastia Qin aveva causato la propria rovina abusando del suo potere, tagliò le tasse, dando la terra ai contadini e avviando molte riforme.

Il potere degli Han si stabilizza e raggiunge il suo apice nel 140 a.C. J-C, quando Wudi diventa imperatore. Il suo nome significa "imperatore guerriero" ed è proprio attraverso la guerra che afferma il suo potere. Combatté soprattutto contro i nomadi del nord, gli Xiongnu, e stabilì relazioni diplomatiche con i popoli dell'Asia centrale. Sta espandendo il territorio della Cina a sud e ad est. Alla fine delle sue conquiste, il territorio dell'impero raggiunse quasi le dimensioni della Cina odierna, ad eccezione del Tibet. La capitale del precedente Han è Chang'an.

L'imperatore Wudi non è solo un combattente. Ha imposto il confucianesimo come filosofia di stato, ha riorganizzato l'esercito e soprattutto il servizio civile organizzando gare per reclutare dipendenti pubblici. Regna cinquantaquattro anni.

La via della Seta

Fu durante il regno di Wudi che la Via della Seta fu veramente aperta. Alla ricerca di alleanze contro gli Xiongnu, l'imperatore invia il suo ambasciatore Zhang Qian ad ovest. Questi ultimi hanno concluso accordi con i popoli dell'Asia centrale, che hanno aperto rotte commerciali. Partendo dalla capitale Han, Chang'an, quella che sarebbe diventata la Via della Seta attraversa il Mediterraneo e porta a Roma.

La Via della Seta consente all'Occidente, in questo caso la Repubblica e poi l'Impero Romano, di avere accesso, non solo alla seta, ma ad altri prodotti rari e costosi, come l'avorio e spezie. Il suo ruolo di collegamento tra Oriente e Occidente va oltre il livello strettamente commerciale, poiché consente l'instaurazione di relazioni diplomatiche, ma anche la diffusione di religioni, come il nestorianesimo e il manicheismo.

Fu solo con le invasioni mongole, e ancor di più con l'apertura delle principali rotte marittime nel XV secolo, che la Via della Seta fu gradualmente abbandonata.

Invenzioni cinesi sotto gli Han

Il periodo Han non è solo quello dell'espansione territoriale e commerciale. Fu anche durante il regno degli imperatori Han che furono scoperte molte invenzioni fondamentali, che l'Occidente avrebbe impiegato secoli per acquisire.

Tra questi possiamo citare la carta, inventata nel II secolo a.C. J-C, ovvero la pompa di irrigazione e il timone (I secolo d.C.), nonché la bussola e il sismografo, inventati da Zhang He nel II secolo d.C. J-C.

Il periodo Han conobbe anche un'abbondanza artistica e letteraria. Fu anche più o meno nello stesso periodo in cui il buddismo entrò in Cina, dove gli Han governarono per quattrocento anni, contribuendo in modo significativo alla sua già ricca storia. Fu realmente contestata solo dalla breve dinastia Xin (9-23 dC), e alla fine non cedette fino al 220, quando l'imperatore Xiandi fu costretto ad abdicare da Cao Pi. Il cosiddetto periodo iniziò. dei Tre Regni, dove Cao Pi deve affrontare Liu Bei degli Shu e Sun Quan dei Wu ...

Bibliografia :

- Gernet J., The Chinese World, T.1, From Bronze Age to Antiquity, Pocket, 2006.

- Pirrazzoli - T’Serstevens M., La Chine des Hans. Coll Histoire et civilization, Office du livre e Presses Universitaires de France, 1982.

- Debaine-Frankfurt C., La riscoperta dell'antica Cina, Découvertes Gallimard, 2008.


Video: EU4 - Storia della Cina - Hàn Anteriori #6