Inverno 54: la chiamata dell'abate Pierre

Inverno 54: la chiamata dell'abate Pierre

Durante inverno 1954, terribili ondate di freddo si sono abbattute sulla Francia, provocando molte vittime tra i senzatetto. L'opportunità per ilbaby Pierre, fondatore del movimento Emmaus cinque anni prima, per lanciare un vibrante appello per sensibilizzare la popolazione e le autorità pubbliche sulla situazione dei più svantaggiati. Simbolo vivente di una fine del secolo caritatevole, la sua azione sarà immortalata nel cinema dal film Inverno 54 di Denis Amar con Lambert Wilson.

Primi impegni dell'abate Pierre

Nato il 5 agosto 1912 a Lione in una famiglia che lui stesso avrebbe definito borghese, Henri Grouès si unì ai Cappuccini sotto il nome di frate Philippe nel 1931. In condizioni di salute fragili fu costretto a lasciare la vita religiosa. di clausura ed è stato ordinato sacerdote nel 1938. Durante la seconda guerra mondiale, mentre esercitava il suo ministero a Grenoble, accolse bambini ebrei i cui genitori erano stati arrestati dalle autorità tedesche e aiutò i refrattari al Servizio di lavoro obbligatorio (STO ). Ha inoltre partecipato alla creazione della macchia nella Chartreuse e nel Vercors. Poi si è nascosto e ha preso "Abbé Pierre" come nome del membro della resistenza.

Immediatamente dopo la guerra, l'Abbé Pierre entrò in politica e fu eletto membro del Parlamento per Meurthe-et-Moselle nella lista del Movimento Repubblicano Popolare (MRP). Si sta gradualmente allontanando dal centro per unirsi al gruppo del cartello della sinistra indipendente dell'Assemblea, che flirta con la sinistra socialista e neutralista.

La nascita di Emmaus

Nel 1949, l'abate Pierre affittò una casa a Neuilly-Plaisance, vicino a Parigi, e aprì una locanda per accogliere i senzatetto e gli esclusi dalla società. Tra loro c'è Georges Legay, un ex detenuto, che poco prima ha tentato il suicidio. Quando lo ricevette, padre Pierre gli disse: "Sei terribilmente infelice e non posso darti nulla. Ma tu, visto che vuoi morire, non hai nulla che ti possa mettere in imbarazzo. Quindi non mi daresti il ​​tuo aiuto per aiutare gli altri? "

Questo evento segna la fondazione della prima comunità Emmaus. Se padre Pietro ha scelto questo nome, "è in riferimento al villaggio in Palestina dove, secondo la Bibbia, Gesù è apparso il lunedì di Pasqua, risorto, ai suoi discepoli. Hanno riacquistato la speranza e sono tornati a Gerusalemme per portare la buona novella ".

Il terribile inverno 54

Durante l'inverno 1953-1954, una terribile ondata di freddo colpì la Francia. La situazione dei senzatetto sta diventando terribile e molti di loro muoiono ogni giorno. Padre Pierre decide quindi di lanciare un appello per "l'insurrezione della gentilezza". Il 1 ° febbraio è intervenuto a Radio Lussemburgo. Con la sua voce fragile, chiama "aiuto" ed evoca "una donna morta congelata sul marciapiede di boulevard Sébastopol, stringendo il foglio da cui, l'altro ieri, era stata espulsa ...".

Insegna così ai francesi che "ogni notte sono più di duemila raggomitolati sotto il gelo, senza tetto, senza pane, più di uno quasi nudo" e annuncia loro: "Ascoltatemi: in tre ore, due primi centri sono appena state realizzate le riparazioni: una in una tenda ai piedi del Panthéon, rue de la Montagne Sainte Geneviève; l'altro a Courbevoie. Sono già traboccanti, devono essere aperti ovunque. Questa sera stessa, in tutte le città della Francia, in ogni distretto di Parigi, i cartelli devono essere appesi sotto una luce di notte, alle porte dei luoghi dove ci sono coperte, paglia, zuppa e dove leggiamo sotto questo titolo "centro fraterno di risoluzione dei problemi", queste semplici parole: "Tu che soffri, chiunque tu sia, entra, dormi, mangia, riacquisti la speranza, qui ti amiamo". [...] Abbiamo bisogno per questa sera, e al massimo per domani: cinquemila coperte, trecento grandi tende americane, duecento stufe catalitiche. Lasciali rapidamente al Rochester Hotel, 92, rue de la Boétie. Punto d'incontro per volontari e pick-up questa sera alle 23:00 davanti alla tenda sulla montagna di Sainte Geneviève. Grazie a te, questa sera nessun uomo o bambino dormirà sull'asfalto o sulle banchine di Parigi. Grazie! "

Il 23 marzo, padre Pierre ha fatto ancora una volta un appello per coloro che possono fornire rifugio alle migliaia di senzatetto. Per lui, "mentre i bambini sono morti perché i loro genitori erano senzatetto, l'abuso dei locali è criminale".

Sviluppo di Emmaus e presenza sui media

I vari appelli di padre Pierre hanno sensibilizzato i francesi sui problemi dei senzatetto. Hanno provocato un grande sfogo di generosità e hanno attirato molti volontari per distribuire coperte o aiutare nella costruzione di alloggi. Il movimento iniziò quindi a svilupparsi in tutto il mondo e nel 1971 fu creata Emmaus International. Oggi l'associazione è presente in circa 40 paesi.

Con la sua immagine di ribellione, l'Abbé Pierre gode di una notevole aura morale e di grande popolarità. Sebbene la malattia e la vecchiaia lo costringessero al ritiro all'inizio degli anni '90, ha continuato a essere coinvolto in tutte le lotte, venendo in aiuto dei poveri, dei senzatetto, migranti privi di documenti e sponsorizzando azioni di beneficenza di ogni tipo. Continua inoltre ad occupare lo spazio mediatico, attraverso una forte presenza televisiva in particolare e la pubblicazione di numerose opere, tra cui God and Men (intervista a Bernard Kouchner pubblicata nel 1993), Testament (1995), Mémoire d ' un credente (1997), mio ​​Dio ... perché? (2005).

La sua morte, avvenuta il 22 gennaio 2007, ha suscitato in Francia un omaggio unanime.

Per ulteriori

- L'abate Pierre, l'insorgente di Dio, di Pierre Lunel. L'arcipelago, 2012.

- Emmaüs e l'Abbé Pierre, di Axelle Brodiez-Dolino. Sc Po Press, 2009.


Video: Magnifiques messages inspirants de grands personnages célèbres de toute époque