L'assassinio di Ali (24 gennaio 661): verso la fitna

L'assassinio di Ali (24 gennaio 661): verso la fitna

La morte di il profeta Maometto nel 632 lascia il giovanissimo Islam in un certo disordine; anzi, la guida e il signore della guerra della comunità non ha designato ufficialmente un successore! Suo genero e cugino, 'Ali, è uno dei possibili candidati: nato intorno al 600, fu uno dei primi a seguire Maometto, di cui sposò la figlia Fatima nel 622; la sua legittimità può quindi apparire indiscutibile. Tuttavia, il sistema tribale e vari compromessi politici lo portano ad accettare di essere superato dal più vecchio e consensuale 'Abu Bakr.

La rivalità con Mu'awiya

Se "Abu Bakr è morto nel 634, non lo è"Ali che gli è succeduto ma 'Umar, uno dei grandi conquistatori nella storia dell'Islam. Ciò non gli ha impedito di essere assassinato nel 644, e questa volta è stato 'Uthman a diventare califfo. Le tensioni aumentano solo tra i vari eredi del Profeta, la famiglia dei Quraysh contro i primi Compagni (se il 'Ansar dove la muhâjirûn) o con la comparsa di qûrra ' (i futuri Kharijiti, "guerrieri recitanti"). Infatti è proprio quest'ultimo che spinge la folla inferocita ad uccidere 'Uthman, tentato per favoritismi nei confronti della sua famiglia e non abbastanza rigido nella religione: questo è l'inizio del fitna (guerra civile nell'Islam). Il qûrra 'quindi sostiene l'elezione di' Ali come califfo (è il quarto dei califfi rashidûn, i “ben guidati” secondo la tradizione sunnita).

Tuttavia, dovette affrontare una prima ribellione guidata da 'Aisha, ultima moglie del Profeta, che riuscì a sottomettere nella battaglia del cammello (656). Ma poi Mu'awiya, dalla famiglia di 'Uthman, si ribella contro di lui, che lo sconfigge nella battaglia di Siffîn e gli succede come califfo (è il primo Omayyade). 'Ali poi si trova in grande difficoltà ...

I Kharijiti e l'assassinio di Ali

Il cugino di Muhammad è minacciato dalle stesse persone che lo hanno portato al potere: il qûrra '. Questi ultimi vogliono continuare la lotta, mentre 'Ali (ma anche Mu'awiya) vuole smetterla di versare il sangue dei musulmani. I qûrra 'alla fine accettano la sconfitta (poiché Dio l'ha deciso), ma rifiutano il "giudizio degli uomini" (seguono la dottrina muhakkima). Quando 'Ali decide di seguire l'arbitrato (che lo pone in minoranza, per la pace) i qûrra' si lasciano andare e diventano i kharijites (i "leavers"): il loro unico riferimento è il Corano, e non riconoscono come califfi come 'Abu Bakr e' Umar. 'Ali decide di annientarli nella battaglia di Nahrawan (658), ma aumenta solo il loro odio nei suoi confronti ...

Nel 660, in seguito alla procrastinazione e a varie controversie sull'arbitrato, Mu'awiya si autoproclamò califfo e rilancia il conflitto. Ma, quando finalmente decide sulla mobilitazione generale contro questo colpo di stato, "Ali viene assassinato il 24 gennaio 661 (رمضان الأحد), probabilmente da un Kharijita.

L'eredità

L'avvento degli Omayyadi per un certo periodo unì la comunità dell'Islam, umma. Ma la persona del genero del Profeta è ancora molto presente nelle menti dei musulmani da allora in poi. Inizialmente è considerato un maestro della retorica araba ma, soprattutto, la sua discendenza e il suo nome porteranno all'emergere di una sorta di "scisma" all'interno dell'Islam con l'apparizione degli sciiti. Questi hanno più rami, ma tutti affermano di esserlo 'L'eredità di Ali, primo legittimo successore di Mahomet, e dei suoi figli (in particolare Hussein); si oppongono ai Sunniti (da Sunna, Tradizione) inizialmente Omayyadi, poi Abbasidi.

Questa spaccatura darà origine ad altri conflitti e persino alla nascita di grandi dinastie come i Fatimidi (che si proclameranno califfi contro i sunniti). Tensioni ancora oggi molto presenti, in particolare in Iraq e Iran (il più grande Paese sciita) ...

Bibliografia

- H. DJAIT, La Grande Discorde: religione e politica nel primo Islam, Gallimard, 2007.

- H. KENNEDY, Il profeta e l'età dei califfati, Longman, 1986.

- C. CAHEN, Islam: dalle origini all'inizio dell'Impero Ottomano, Pluriel Hachette, 1968.


Video: Maometto. La rivelazione del Corano e la nascita dellIslam - Paolo Branca