Il segreto della bestia di Gévaudan - BD

Il segreto della bestia di Gévaudan - BD

In passato in tutto il sud-est del Massiccio Centrale si sentiva digrignare i denti all'annuncio della leggenda di Beste di Gévaudan. Fu nel 1764 che i Beste apparvero su queste terre, seminando morte e paura. Ufficialmente ci sono più di 200 vittime (morti e feriti), per lo più donne e bambini. I migliori cacciatori del regno verranno inviati per sconfiggere questo mostro che si dice sia stato inviato dal diavolo.

In modo originale Jean-Claude Bourret ci presenta in un fumetto i risultati di 20 anni di indagini.

Il risultato di 20 anni di indagini

Jean-Claude Bourret, i cui antenati di Gévaudan avrebbero visto la Beste, ha svolto 20 anni di indagini su questo affascinante argomento e ha deciso di presentare i risultati del suo lavoro sotto forma di fumetto. Giornalista e scrittore, la scelta del fumetto come mezzo non è stata semplice, ma ci permette di rendere popolare e presentare a quante più persone possibile questa storia attorno alla quale molti ancora fantasticano.

È quindi con precisione che J-C Bourret ci fa rivivere questo evento dal primo attacco nel luglio 1764, fino alla "morte" del Beste dell'anno successivo, ucciso da Antoine de Beauterne, il primo archibugio del re.

Il ritorno della Beste sarà l'occasione di un secondo e ultimo volume.

La nostra opinione

La scelta dei fumetti offre grandi potenzialità ludiche, ma J-C Bourret tende ad offrirci una semplice esposizione cronologica dei fatti, difetto frequente nel mondo dei fumetti storici. Da quel momento in poi gli attacchi, le masse e le percosse si legano, inesorabilmente, a scene ogni volta simili, commenti simili ... Abbiamo ben presto l'impressione di girare in tondo, manca qualcosina per trattenere il lettore incantato. Avrebbero potuto essere i disegni, che si sperava avrebbero creato quell'atmosfera angosciosa e travolgente che quasi ci si aspetta leggendo la storia della bestia di Gévaudan. Ma ancora una volta non è così, i disegni, anche se belli, sono pochissimidettagliato, relativamente ingenuo e difficilmente aiuta a ricreare questa atmosfera, ad eccezione di alcune tavole in cui la bestia è tesa un'imboscata in un bosco di notte, e dove brilla solo l'occhio ardente.

È vero che è sempre difficile in un fumetto storico sapere fino a che punto è possibile romanticizzare, soprattutto quando come qui l'autore è orgoglioso (forse un po 'frettolosamente quando non si cita nessuna fonte). 'offrire al lettore la vera storia. Tuttavia, non c'è dubbio che per una dimostrazione storica i fumetti non siano il mezzo giusto. I fumetti sono lì nella migliore delle ipotesi per fornire una base su un argomento, non è necessariamente dannoso romanticizzare un po 'certi passaggi per raggiungere i tuoi fini. Quindi sarebbe stato sicuramente molto interessante dare più profondità (dal disegno e dalla sceneggiatura) a certi personaggi come Antoine de Bauterne (che ha ufficialmente ucciso la bestia), il signore di Enneval (che lo ha preceduto) e soprattutto Mr Duhamel , capitano dei draghi, il primo incaricato di seguire l'animale.

Seguendo l'indagine di uno dei suoi personaggi, chiamato a raccogliere tutte le informazioni che gli sono pervenute sull'animale (dal grande lupo al lupo mannaro), il lettore si sentirebbe sicuramente più coinvolto nella storia di 'mentre si guarda gli attacchi di uno (o più) lupi ben identificati dal quarto tabellone.

Detto questo, questo fumetto ha il pregio di presentare a tutti, e soprattutto ai giovani, la storia della bestia di Gévaudan così come possiamo ricostruirla oggi e senza lasciarci andare sui sentieri del fantastico o del 'improbabile, come è avvenuto in varie interpretazioni cinematografiche.

Quindi non ululiamo al lupo, questo fumetto può ritagliarsi un posto d'onore nel mondo dei fumetti storici, e forse dopo questa prima esperienza J-C Bourret ci regalerà un secondo volume ancora migliore e più avvincente!

Autore: Jean-Claude Bourret

Progettista: Julien Grycan

Editore: Editions du Signe

Data di rilascio: maggio 2010


Video: La Storia della bestia del Gévaudan