Ninja e Yamabushi: Warriors and Wizards of Feudal Japan

Ninja e Yamabushi: Warriors and Wizards of Feudal Japan

Nel nostro tempo in cui il Giappone affascina e dove il manga è estremamente diffuso, in Francia in particolare, il ninja è una figura che affascina. Visto a volte come un guerriero, un assassino, il detentore di poteri mistici, o semplicemente coloro che hanno svolto lavori vergognosi ma necessari a cui il samurai non poteva chinarsi. Una cosa è certa, i ninja sono intriganti. Quasi quanto gli yamabushis, i loro coetanei, questi eremiti di montagna, asceti con immenso potere, secondo la leggenda ...

Florent Loiacono, campione francese di karate semi-contact, studente all'età di 17 anni del più rispettato maestro ninja ancora in attività, Masaaki Hatsume soke. Pratica anche l'ascetismo shûgendo, la via degli yamabushis. Autore di numerosi articoli per la stampa francese e tedesca, ha anche partecipato alla traduzione de L'essence du ninjustu, di Drr Hatsumi, e sta attualmente lavorando a quella de La Voie du ninja. Florent Loiacono si impegna a sollevare il velo sulla vera natura della via del ninja e quella dello yamabushi, distinguendo la leggenda dal reale.

L'importanza della spiritualità

La prima cosa che Florent Loiacono esplora in profondità nel suo libro è il concetto di Via, il percorso che seguono tutti i ninja e tutti gli yamabushi. Derivante dal Taoismo, la Via definisce la progressione di ciascuno nel suo atteggiamento verso l'universo, un viaggio che porta a diventare tutt'uno con l'universo. Esplora anche gli aspetti buddisti e shintoisti delle arti ninja. Ad esempio, il fatto che i ninja e gli yamabushis fossero spesso visti come legati ai tengu, creature fantastiche shintoiste, uomini dalla testa di corvo. Secondo la leggenda, sono i creatori sia del ninjutsu che dello shugendô. Inoltre, gli yamabushis videro le loro pratiche ascetiche notevolmente modificate dallo sviluppo del buddismo in Giappone. A poco a poco, l'arte dello yamabushi divenne quella di essere tutt'uno con uno degli aspetti del Buddha, acquisendo così i suoi poteri. I ninja erano anche noti per essere ispirati dagli oni, spiriti maligni che venivano a tormentare gli umani.
Secondo elemento importante riguardante i ninja e gli yamabushis, la natura della Via. I ninja fecero tutto il necessario, sia per sopravvivere, sia per portare a termine la loro missione, che si trattasse di assassinare un dignitario, valutare o individuare le truppe nemiche o giudicare il morale. Popolazione. Ma camminare sulla Via è, secondo l'autore, molto più profondo del semplice ignorare il codice morale del samurai. Per diventare abbastanza discreto, per essere invisibile, il ninja doveva diventare la terra, gli alberi, le rocce che lo circondavano. Doveva essere tutt'uno con il vento, con il fuoco e con gli altri tre elementi che Shinto considera essere i componenti dell'universo. Lo stesso valeva per lo yamabushi, che meditava sotto la cascata e attraversava a piedi nudi campi di brace, e questo senza difficoltà, grazie al suo legame con gli elementi. Insomma, queste due vie non erano solo marziali, ma anche e soprattutto spirituali.

La via in un mondo senza meta

Florent Loiacono evoca, tanto quanto la loro origine, il modo di progredire sulle vie del ninjutsu e dello shugendô, e critica (a volte acutamente) il modo in cui questi modi sono considerati oggi. Per lui, la Via del ninja (o quella dello yamabushi) è un tutto, non solo un hobby o uno sport, anche in forma marziale. Ritiene che quasi nessun vero insegnamento resti su come avanzare su questi sentieri.
Ma, successivamente, relativizza la sua posizione. Il ninja si è sempre adattato alla circostanza, sia che si tratti dell'introduzione delle armi da fuoco in Giappone, sia dell'apertura del Paese. Forse queste nuove forme sono il modo migliore per continuare ad esistere la Via?

In sintesi, questo libro è un concentrato di tutto ciò che c'è da sapere su ninja e yamabushis, dalle leggende sulla loro origine, all'evoluzione di queste pratiche nell'era moderna, attraverso le diverse tecniche marziali e meditative. Tuttavia, stai attento! Alcuni passaggi affrontano le filosofie asiatiche in modo così dettagliato che è necessaria una buona conoscenza di queste materie per capire tutto. Consigliato per l'entusiasta illuminato, ma il neofita potrebbe sentirsi perso.

Ninja e Yamabushi: Warriors and Wizards of Feudal Japan, di Florent Loiacono. Budo Editions, giugno 2013.


Video: Facts about the Ninja and Samurai