Archivi di archeologia: Marocco medievale

Archivi di archeologia: Marocco medievale

Il Louvre, in collaborazione con la Fondazione Nazionale dei Musei del Marocco, offre una mostra su una grande civiltà musulmana dal titolo: "Il Marocco medievale - Un impero dall'Africa alla Spagna" fa parte del più ampio quadro di cooperazione culturale tra Marocco e Francia.

Come affermato da Mehdi Qotbi, presidente della Fondazione nazionale dei musei marocchini, questa mostra è un modo per celebrare "il patrimonio medievale marocchino riconoscendo l'originalità del suo contributo culturale, nonché il contributo determinante di una civiltà. che ha segnato la storia della costa mediterranea durante il periodo medievale e si è irradiata ben oltre i suoi confini. »Les Éditions Faton offre un complemento a questa mostra nella rassegna File di archeologia privilegiando ciò che fa la specificità della rassegna delle fonti archeologiche.

Dopo due articoli che presentano la mostra del Louvre e la collaborazione con i musei nazionali, il dossier propone un articolo sintetico sulla storia del Marocco medievale, impreziosito da mappe e da una cronologia che consente al lettore di avere riferimenti chiari. I tre articoli seguenti sono dedicati all'Amprid Almoravid e in particolare ad Aghmat, la prima capitale, e Albalat e una "città e fortezza", poi vengono gli articoli sull'impero almohade che presentano i confini e la montagna di Igiliz a l'origine della rivoluzione religiosa di Ibn Toumart all'origine dell'impero almohade. Il file si concentra quindi sulla città della moschea Al-Qarawiyyin di Fez con un articolo dedicato ai ritrovamenti di resti di occupazioni (e in particolare stucchi e frammenti scolpiti) sotto la moschea risalente al IX secolo e ne vengono presentati un altro sulle monumentali porte della moschea. Attraversiamo quindi il Mediterraneo con un articolo su Siviglia e la sua influenza nell'era almohade e un inserto sui cimiteri di al-Andalus. Le arti non sono tralasciate con due articoli sui tessuti e sulla ceramica almohade. Infine, il dossier dedicato al Marocco si conclude con le Mérinides e la necropoli di Chella a Raba, iscritta nell'elenco dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Gli articoli sono riccamente illustrati e beneficiano di una bibliografia per ulteriori letture. La fine del fascicolo come di consueto è dedicata alle notizie archeologiche. Insomma, un numero da consigliare ai curiosi ea chi vuole saperne di più su questo spazio e questi imperi medievali marocchini.

Marocco medievale - Un impero dall'Africa alla Spagna. Fascicoli di archeologia, settembre-ottobre 2014. In edicola e in abbonamento.


Video: Tavarnelle, scavi archeologici riportano alla luce reperti medievali