Religions & Histoire, n ° 53 e HS n ° 10

Religions & Histoire, n ° 53 e HS n ° 10

Per la fine dell'anno, la rivista Religioni e storia pubblica due numeri. Il primo (R & H n ° 53) è dedicato a una figura controversa della religione cristiana, Marie-Madeleine. Il secondo (R & H, HS n ° 10) è interessato all'affascinante soggetto e oggetto di tante fantasie: Vodou. Ancora una volta con Religioni e storia, un panorama ampio, vario e affascinante del rapporto tra storia e credenze.

Marie-Madeleine, dalla religione all'arte

Per il suo numero 53, Religioni e storia ha quindi scelto di fare un dossier su Marie-Madeleine, "uno dei personaggi più famosi del Nuovo Testamento". Il primo articolo, firmato Dominique de Courcelles, presenta una Marie-Madeleine finalmente piuttosto sconosciuta, tra quella dei Vangeli e l'immagine posteriore che acquisisce, in particolare nel Medioevo. Un esempio illustrato da un estratto dalla prefazione di una conferenza dedicata a Marie-Madeleine, firmata Georges Duby. È sempre Dominique de Courcelles a mostrare "l'invenzione provenzale e domenicana del culto di Maria Maddalena", poi Anaïs Frantz offre un'analisi del carattere biblico attraverso le sue rappresentazioni artistiche. Il dossier si conclude con testi letterari ispirati a Marie-Madeleine, ma soprattutto con un notevole articolo di Sébastien Galland: “L'amore per l'impossibile. René Char e Madeleine nella luce notturna ”.
Ancora più del solito, la rivista offre qui una notevole iconografia.

Segnaliamo inoltre, nello stesso numero, il bellissimo saggio fotografico, “I colori di Holi”, così come l'articolo di Carine Basquin-Matthey su “Hilarion, figura cardine dell'agiografia latina”.

Vodou, dall'Africa all'America

Ecco un affascinante numero speciale sul Vodou (e non Voodoo, termine "datato ed esclusivamente francese"), un soggetto originale ma poco conosciuto, e spesso ridotto a fantasie e idee preconcette, come mostrato nell'introduzione di Jean-Paul Colleyn .
La questione è divisa in cinque parti principali. Il primo è logicamente dedicato all'Africa, “la culla africana del vudù”. La seconda ci porta ad Haiti, dove si pone la questione del Vodou come “identità e marker nazionale”. Poi arriva la Louisiana, con in particolare un articolo su Marie Laveau, “l'alta sacerdotessa del vudù della Louisiana”. Vodou ha anche ispirato l'arte, come mostrato nella penultima parte. Infine, il dossier si conclude con un'analisi delle varie “religioni sorelle” del Vodou, come la “brasiliana candomblé” o la “santeria cubana”.
Un numero accessibile e straordinariamente illustrato, che ti fa venir voglia di saperne di più su Vodou ...

Religioni e storia, Marie-Madeleine, de la religion à l'art, n ° 53, novembre-dicembre 2013.

Religioni e storia, Vodou. Dall'Africa all'America, HS n. 10.


Video: The Limits of Understanding