Religioni e Storia: n ° 50 e HS n ° 9

Religioni e Storia: n ° 50 e HS n ° 9

Questo mese la rivista Religions & Histoire pubblica il suo consueto numero bimestrale, dedicato in particolare alla magia dell'Antichità, ma anche un numero speciale sul Santo Sepolcro per accompagnare la mostra della Reggia di Versailles dedicata al tesoro di tomba di Cristo. Due numeri ancora una volta molto ricchi, che dimostrano che i rapporti tra religione (in senso lato) e storia sono un argomento inesauribile.


Magia nell'antichità

Il numero 50 di Religions & Histoire offre un dossier molto completo (oltre trenta pagine) sulla magia nell'antichità. Il dossier è diretto da Michaël Martin (insegnante, specialista in magia antica) che introduce la magia greco-romana, concentrandosi prima sugli sciamani greci e sul mito delle streghe di Salonicco, poi sul ruolo della magia in corte degli imperatori romani. Bella sorpresa, la Gallia (sicuramente romana) viene avvicinata anche da Michaël Martin. L'Egitto non è da meno, con un articolo di Sydney Aufrère sui papiri magici risalenti al periodo romano ed ellenistico. Infine, i monoteismi non vengono dimenticati con la questione della magia nel giudaismo del Secondo Tempio.

Il resto del dossier consiste in articoli ancora più appuntiti (a volte un po 'difficili forse) sulla magia medica in epoca imperiale o sulle pietre curative. Da non perdere l'intervista a Claude Lecouteux sulla magia dopo l'antichità. Come sempre, la rivista offre una notevole iconografia e aiuta ad andare oltre con le bibliografie.

Il numero 50, oltre alle consuete sezioni di attualità (in particolare il reportage delle mostre del museo Cluny sui Pleurants e sul Rinascimento del Nord), è composto da altri articoli che vi consigliamo, in particolare quello sul Regina di Saba nella Bibbia e nel Corano. Il forum gratuito di Olivier Bobineau gli permette di essere davvero aggiornato poiché è interessato al carattere imperiale della funzione del papa, "vero e ultimo imperatore", secondo lo storico.

Il Santo Sepolcro. Storia e tesori di un luogo sacro

Il numero speciale n ° 9 di Religions & Histoire sfrutta la mostra alla Reggia di Versailles sul tesoro del Santo Sepolcro per fornire una storia completa di questo luogo sacro per i cristiani, in ordine cronologico. Prima di tutto l'Antichità, con la "scoperta" del luogo da parte di Costantino, poi i primi pellegrinaggi. Poi, il tempo della distruzione, che va dagli attacchi persiani contro i bizantini fino all'XI secolo e al saccheggio del Santo Sepolcro da parte del califfo Al-Hakim, periodo in cui il luogo è sotto il dominio musulmano. Poi vengono le Crociate, con la riconquista della tomba di Cristo da parte della presa di Gerusalemme nel 1099, e le ricostruzioni decise dai Crociati. La fine degli Stati latini, poi l'arrivo dei turchi aprì una nuova pagina poco conosciuta, quella della dominazione ottomana, trattata in un ricchissimo articolo. Infine, un breve ma affascinante argomento mostra il contributo dell'archeologia alla conoscenza del Santo Sepolcro.

La seconda parte, infine, si concentra sul tesoro stesso, essendo sotto questo aspetto più vicino alla mostra.

Religioni e storia, Magia nell'antichità, n ° 50, maggio-giugno 2013.

Religioni e storia, Il Santo Sepolcro. Storia e tesori di un luogo sacro, HS n ° 9.


Video: Lintervista a Corrado Augias su islamismo, cristianesimo, ebraismo