Mi interessa la storia: la preistoria

Mi interessa la storia: la preistoria

Per i mesi di novembre e dicembre 2012 la rivista " Mi interessa la storia »Ci offre un dossier sulle nostre origini. Come vivevano quotidianamente gli uomini preistorici in Francia 35.000 anni fa attraverso l'istruzione, la religione, l'arte, il cibo, l'apprendimento, la moda, il clima e il paesaggio.

Contenuti di questo numero, oltre al dossier di 10 pagine dedicato alla vita quotidiana dei nostri antenati, possiamo scoprire le storie delle città fantasma, il momento in cui il Marocco diventa francese, la storia della ferrovia in Francia, Charcot e le sue sedute di ipnosi, la parola data a un ebreo liberato da un campo di concentramento, la storia della gravidanza ma anche una pagina dedicata a Enrico IV.

File di preistoria

Il file sui nostri antenati è una buona idea. Argomenti come paesaggi, clima, fauna selvatica, arte, lingua e fasi dell'evoluzione umana, tra gli altri, sono ben scelti. Il grande pubblico è interessato a queste domande e alle sue lontane origini.

Per cominciare, l'argomento del dossier viene introdotto con un estratto da una serie televisiva Silex and the City che espone i problemi contemporanei di una famiglia preistorica. Inoltre, avviciniamo questi uomini a noi e per questo la scelta dei termini è importante in questo articolo. "Bling-bling", "il cuisine light", tra gli altri, sono termini che si riferiscono alla nostra cultura occidentale del 21 ° secolo.

Il modo di presentare ogni elemento è interessante. Ogni argomento è breve, numerato e quasi ogni volta include un passaggio intitolato "Come lo sappiamo?" Che di per sé è una buona idea. Solo che ci viene presentata una "verità", non ipotesi attuali.

Per fare alcuni esempi, iniziamo con quello dell'uomo di Cro-Magnon che non è un uomo "barbuto ispido" ma un uomo con "guance morbide". La prova data per questo caso è che nella grotta delle Marche (Vienne) si sarebbero trovate targhe incise con profili umani senza barba né baffi. La conclusione è che questo "dimostra che la norma era radersi". E non che potrebbero essere schizzi di rappresentazioni umane incompiute, disegni di bambini che probabilmente non riproducono la realtà, rappresentazioni di giovani individui senza pelo ... E se si tratta davvero di 'uomini rasati non vi è alcuna indicazione che la pratica fosse predominante.

Allo stesso modo, ci viene detto che è stata scoperta una scuola. Nel sito di Etiolles (Essonne) si trovano grappoli di pietre ben tagliate e anche di pietre meno ben tagliate. Quindi questa è la prova che un "genitore insegna a potare a un gruppo di giovani apprendisti". Perché questa ipotesi che non viene indicata come tale?

Ciò che emerge chiaramente da questo articolo è che stiamo realizzando una proiezione della società odierna sulla vita dell'uomo preistorico. E da lì prendiamo solo gli elementi che supportano questo punto di vista e ci vengono presentati come prove. In effetti, dovremmo ogni volta dare le diverse ipotesi attuali dei ricercatori e dire che siamo più favorevoli a una di loro in particolare, sarebbe più onesto.

Questo articolo ben illustrato è una base per la riflessione sulla Preistoria per il grande pubblico e fornisce le linee generali e gli esempi che dovrebbero essere esplorati in profondità in altri lavori scientifici. Tuttavia, abbiamo un grande divario metodologico. Il file parte dalla nostra società attuale e cerca di modellarla sulla vita degli uomini preistorici. Scientificamente, partiamo dalle scoperte archeologiche per elaborare ipotesi che possano essere paragonate al nostro modo di vivere, ma soprattutto a quello delle società cosiddette "primitive".

Mi interessa Storia: preistoria, vivo in Francia 35.000 anni fa. Novembre 2012, in edicola e in abbonamento.


Video: DOSSIER UFO - Dalla preistoria al caso roswell ad oggi