Viaggi e storia: piuttosto morto della Persia (n. 5)

Viaggi e storia: piuttosto morto della Persia (n. 5)

Se si combinano "viaggio" e "storia", come la rivista che ci interessa qui, l'antica Grecia è una delle prime destinazioni a cui molti di noi penseranno. Il contesto attuale può fargli desiderare di riscoprire questa antica Grecia, mentre la Grecia contemporanea viene individuata. È in questo spirito che questo quinto numero di Viaggi e storia, dedicato in parte ai campi di battaglia dell'antica Grecia.

I campi di battaglia dell'antica Grecia

Fedele alla sua formula, la rivista ci invita a questo viaggio unendo consigli pratici, descrizione dei siti visitati e contesto storico. Il tema scelto è originale poiché, piuttosto che i siti tradizionali come l'Acropoli di Atene, Delfi, Epidauro o Olimpia, siamo qui invitati a scoprire alcuni dei più famosi campi di battaglia dell'antica Grecia.

Primo, Marathon, una battaglia che si oppose, nel 490 aC. J-C, le città greche ai Persiani di Dario. La vittoria dello stratega ateniese Milziade è quasi meno conosciuta della razza di Filippide, il messaggero inviato ad Atene, a una quarantina di chilometri di distanza. Se muore al suo arrivo, la sua impresa è all'origine della maratona, immaginata da Pierre de Coubertin.

Il secondo campo di battaglia esplorato da Viaggi e storia è quello di uno scontro ancora più leggendario, le Termopili. Questa volta, ottomila greci, per lo più spartani, affrontarono Serse, nel 481 a.C. J-C. L'eroica resistenza degli uomini di Leonida ha ispirato fino al film recente 300. Ma questa volta è stata una perdita, a differenza di Marathon ...

Prima di andare al suo ultimo campo di battaglia, Viaggi e storia torna ad Atene per suggerire luoghi da visitare, inclusi musei, come l'Acropoli o la guerra.

Infine, arriviamo al sito della famosa battaglia navale di Salamina, che segue la sconfitta delle Termopili. Ovviamente l'interesse principale è la vista, visto che il campo di battaglia era marittimo ed è più difficile immaginarlo, rispetto a uno scontro terrestre. La recensione consiglia comunque di visitare i porti circostanti, e soprattutto di finire al Museo Navale Mikrolimano, prima di una deviazione fuori dall'Antichità per salire sull'incrociatore da battaglia Georges Averof, simbolo della resistenza greca agli ottomani all'inizio del XX secolo. Tuttavia, la visita si conclude nell'antica Grecia, con il ritrovamento di una replica di una trireme come quelle presenti a Salamina. Ci dispiace che la recensione non ci mostri una foto di questo Olimpia.

Da Sebastopoli a Sant'Elena

Il resto di questo numero di Viaggi e storia interesserà un pubblico diverso, poiché si tratta della guerra di Crimea, attraverso il sito di Sébastopol, ma anche della seconda guerra mondiale, e in particolare all'indomani dello sbarco in Normandia, con la battaglia di Falaise, nell'agosto 1944. i fan di Napoleone, e sappiamo che sono numerosi, possono immaginarsi con nostalgia in compagnia dell'Imperatore con la visita dell'isola di Sant'Elena. Napoleone ha anche trattato indirettamente nell'articolo sulla montagna di Rhune, nei Paesi Baschi.

- Viaggi e storia numero 5, "Piuttosto morto della Persia", dicembre-gennaio 2011/2012. Attualmente in edicola.


Video: LOVE: Viaggio Astrale attraverso le Frequenze dellAmore Love Astral Frequency Project