Memoriale di Sant'Elena. Manoscritto ritrovato

Memoriale di Sant'Elena. Manoscritto ritrovato

Il documento originale, che ha permesso a las Cases di pubblicare il file Memoriale di Sant'Elena con il successo che sappiamo, era scomparso. Un evento editoriale e culturale.

Emmanuel de Las Cases accompagnò Napoleone nel suo esilio nel 1815, ma dovette lasciarlo sedici mesi dopo. Fu solo nel 1823 che apparve il suo Memoriale, che è diventato la Bibbia per i nostalgici dell'Impero, sulla base delle sue conversazioni con l'Imperatore, reali o presunte, perché divenne presto chiaro che questo documento a volte era troppo bello per essere. completamente vero. Per giudicare, sarebbe stato necessario avere il manoscritto originale, scritto a Sant'Elena quasi sotto dettatura di Napoleone. Gli inglesi l'avevano confiscato espellendo Las Cases. I quattro storici che lo pubblicano oggi lo hanno trovato di recente nella British Library, dove dormiva in incognito da due secoli. Questa avventura editoriale getta una luce preziosa e spesso inaspettata su ciò che realmente disse Napoleone e che Las Cases ha arricchito e abbellito. Così la voce dell'Imperatore diventa più vicina e autentica.

Memoriale di Sant'Elena. Il manoscritto trovato, di Emmanuel de Las Cases. Edizioni Perrin, ottobre 2017.


Video: Le reliquie di SantElena a Venezia