Napoleone, esilio in America (ucronia)

Napoleone, esilio in America (ucronia)

Nel luglio 1815 Napoleone Bonaparte, che aveva abdicato per la seconda volta, chiese asilo in Inghilterra. Ma cosa sarebbe successo se l'Imperatore Caduto avesse invece scelto di imbarcarsi nel Nuovo Mondo con il fratello Joseph, come aveva inizialmente immaginato? È questa esistenza immaginaria che l'autrice, Ginette Major, ci offre in questa ucronia.

Dopo la fuga e lo sradicamento descritti nel volume 1, questo secondo volume rievoca il tempo della stabilizzazione. Circondato dalla sua cerchia di fedeli e presto raggiunto da alcuni dei suoi parenti, tra cui Marie Walewska, la sua grande amata polacca, Napoleone sta trascorrendo giorni felici nella proprietà che si era costruito vicino a Filadelfia. Occupa le sue giornate scrivendo le sue memorie, leggendo le notizie dall'Europa, ma anche visitando le vaste regioni della sua nuova casa. Bonaparte aspira ad una pacifica vita familiare e ad un destino scienti fi co. Ma, nel suo cinquantesimo compleanno, è l'obiettivo di un attacco.

Frutto di trenta mesi di ricerca, in particolare sulla vita di Joseph Bonaparte e della sua famiglia negli Stati Uniti, questa trilogia presenta personaggi che sono esistiti e gli scenari sono “storici”. Questo è un resoconto convincente che l'autore ci fornisce di quelli che potrebbero essere stati gli anni di esilio di Napoleone in America.

Napoleon, Exile in America, Volume 2: La Maison Bonaparte, di Ginette Major. Edizioni VLB, gennaio 2012.


Video: Will Chocolate Kill Your Dog? COLOSSAL QUESTIONS