I nostri antenati i Saraceni (documentario in DVD)

I nostri antenati i Saraceni (documentario in DVD)

L'anniversario della Battaglia di Poitiers (anche se la data esatta è contestata) è l'occasione per rievocare un documentario prodotto nel 2012 da Robert Genoud, e trasmesso su France 3 Poitou Charentes nell'aprile 2013. Lontano dalle docu-fictions a moda, o immagini antiquate di Epinal, ulteriori documentari ancora che affermano di ristabilire la verità su argomenti tabù ", I nostri antenati i Saraceni È uno sguardo affascinante su un evento storico e le sue conseguenze fino ad oggi. L'evocazione, non solo di una battaglia, ma di un incontro.

Il punto di vista degli storici sulla battaglia di Poitiers

Mentre un famoso attore ricolloca la battaglia nel fantasmagorico scontro di civiltà secolari tra Islam e Cristianesimo, Robert Genoud cede la parola a due storici specializzati nel periodo e nell'Islam medievale: Philippe Sénac e Françoise Micheau. Entrambi spiegano perfettamente il contesto della battaglia, e soprattutto ne mettono in prospettiva l'importanza: probabilmente era solo un'incursione, e soprattutto la battaglia non fu decisiva come si potrebbe pensare visto che altri seguì negli anni successivi, e che gli arabi non lasciarono Narbonne fino a vent'anni dopo Poitiers ...
I loro interventi sono intervallati da interventi di insegnanti e guide che ci portano in diversi luoghi che testimoniano la presenza araba, da Narbonne a Moussais-la-Bataille (luogo presunto della battaglia) ai dintorni di Garde-Freinet. Perché il documentario mette in discussione anche la possibile persistenza di una presenza saracena nel sud della Francia, e soprattutto le conseguenze oggi dei posteri di Poitiers.

La battaglia di Poitiers oggi

È quando il documentario mette in discussione le conseguenze della battaglia di Poitiers, e ancor di più del suo uso politico, che si distingue davvero da altri programmi storici. Grazie allo sguardo della storica Karine Larissa Basset, ma anche a quello dei residenti di Chatellerault, apprendiamo che se la battaglia ha avuto conseguenze oggi, è sul punto di vista che la Francia ha sulla sua comunità musulmana, e ancor di più nella regione in cui si sarebbe svolto il confronto. Attraverso testimonianze molto diverse, da famiglie, animatori, liceali, musulmani praticanti, e persino dal rapper Medina (di passaggio per le riprese di una clip), Robert Genoud mostra come la "costruzione" di rilievo di questa battaglia (da Saint Louis, ma soprattutto dal 1830, all'epoca della colonizzazione dell'Algeria) ha un impatto significativo, fino ad oggi, nell'ottica che possiamo avere sui musulmani francesi , e in particolare nella costruzione di stereotipi e pregiudizi, i primi passi verso la discriminazione. Non è un caso che, come mostra il documentario, il luogo della battaglia sia regolarmente oggetto di recupero da parte dell'estrema destra.

"Our ancestors the Saracens" è un documentario da scoprire assolutamente, per il suo interesse storico (affascinanti gli interventi di Françoise Micheau, Karine Larissa Basset e Philippe Sénac), e ancor di più per il modo in cui spiega gli usi pubblici del la storia e l'importanza di quest'ultima nelle nostre relazioni contemporanee.

- “Our ancestors the Saracens”, di Robert Genoud, produzione Yves Billon, Zaradoc, France 3, durata: 52 minuti.


Video: Alla ricerca della civiltà perduta-Graham Hancock FILM COMPLETO