Televisione

Televisione

Tutte le notizie di programmi televisivi dedicati alla storia.

La caduta (Der Untergang) è una fiction storica di Oliver Hirschbiegel pubblicata nel 2004, che racconta lo svolgersi degli ultimi giorni di Adolf Hitler, che si rifugiò nel suo bunker sotterraneo della Cancelleria. Il film adotta il punto di vista di una delle segretarie del Führer: Traudl Junge, una giovane ragazza bavarese totalmente affascinata dal leader del Terzo Reich (brillantemente interpretato dall'attore svizzero Bruno Ganz). Oltre alle memorie di quest'ultimo, il regista si è affidato anche all'opera di Joachim Fest Gli ultimi giorni di Hitler ...

30 anni fa, il caduta del muro di Berlino annuncia la fine del guerra fredda. In questa occasione, France 2 trasmette da martedì 5 novembre un nuovo episodio della serie di Isabelle Clarke e Daniel Costelle: Apocalisse. Intitolato "Guerra dei mondi", questa nuova opera ripercorre più di quarant'anni di guerra fredda che sono, in realtà, solo un susseguirsi di guerre calde: Indocina, Corea, Vietnam, Afghanistan ... intervallate da pericolosi scontri tra Oriente e Occidente.

Dalla sua prima trasmissione televisiva, la serie di documentari "Apocalisse"dei registi Isabelle Clarke e Daniel Costelle è stato un grande successo di pubblico. Dal 14 aprile, la raccolta" Apocalypse "ritorna altutta la storiaLa sua trasmissione in tre serate sarà preceduta da dieci minuti di nuove ed esclusive interviste per All History in cui Daniel Costelle e Isabelle Clarke condivideranno i loro segreti di produzione, colorazione e le loro opinioni su questi periodi della storia.

Dal 22 gennaio Arte offrirà una nuova serie di documentari: "Dietro le quinte della storiaProdotta sotto la supervisione di Olivier Wieviorka, specialista del XX secolo e della seconda guerra mondiale, questa raccolta di documentari decifrerà aspetti poco conosciuti della storia contemporanea, con il supporto di archivi inediti.

"La guerra era finita ... Ma non era finita! Solo noi non lo sapevamo. »Stefan Zweig. 11 novembre 1918: il mondo emerge dal conflitto più terribile mai esistito. Mentre i leader dei paesi vittoriosi costruiscono un nuovo ordine planetario, i popoli traumatizzati si sforzano di prendere vita. Negli anni successivi alla guerra scoppiarono gli imperi russo, tedesco, austro-ungarico e ottomano, le valute furono prese dal panico, le persone fuggirono dalla povertà. Senza indugio, l'odio, la paura e il risentimento riaffiorano dalle profondità delle società e portano il mondo sull'orlo di una nuova Apocalisse.

La Guerra dei Trent'anni ha devastato l'Europa a metà del XVII secolo, un conflitto diffuso sullo sfondo di una guerra di religioni. Dal 13 ottobre Arte gli dedica una miniserie di docu-fiction:Un'età del ferro, la guerra dei trent'anni.

Dall'11 settembre Arte offrirà una serie completamente nuova di docu-fiction: 1918-1939, i sogni infranti del periodo tra le due guerre. Dal futuro Ho Chi Minh all'americana Unity Mitford, tredici destini serviranno questo affresco relativo a questo periodo cruciale che precederà la conflagrazione generale della seconda guerra mondiale.

24 e 25 aprile Arte due film documentari di William Karel e Blanche Finger esaminano ilstoria di israele, confrontato con storici e scrittori israeliani e palestinesi. Due visioni della storia, la stessa terra.

Negli ultimi anni gli storici hanno cercato di riabilitare il celebre imperatore Nerone, o più precisamente di porre fine al mito che circondava il suo regno e che fu volutamente annerito dalla leggenda come dai suoi biografi. Un documentario di Scienza di grande formato in onda il 3 aprile su France 5 intende fare ilautopsia del mito di Nerone.

Per la prima volta in più di 70 anni, le autorità russe hanno concesso pieno accesso a tutti i loro registri sulla morte di Hitler. Compresi i resti umani presentati come quelli del Führer. Il patologo forense francese Philippe Charlier ha potuto analizzarli. È tempo di porre fine al mistero finale della morte di Hitler.

33, 1492, 1789, 1945 ... Come sono scivolate queste date nella nostra memoria collettiva? Chi ha deciso quali erano memorabili? Come si costruisce un evento, perché, per chi e come finisce
inserendo libri di testo di storia? Lo storico Patrick Boucheron ripercorre alcune di queste date per scoprire come ci aiutano oggi a cogliere il panorama di una storia globale.

Cosa è successo al corpo di Saint Louis (Luigi IX), dopo la sua morte a Tunisi durante l'ottava e ultima crociata? Perché il suo corpo è stato tagliato e frantumato? Cosa è successo alle reliquie del santo re? Quale malattia lo ha portato via? Otto secoli dopo la sua morte, il fascicolo forense di Saint Louis rimane ancora un mistero. Lo spettacolo Scienze di grande formato sta indagando sulla Francia 5.

Tra tutti i siti archeologici precolombiani, quello di Machu Picchu in Perù è probabilmente il più famoso. La sua scoperta tardiva all'inizio del XX secolo e il suo eccezionale stato di conservazione sono all'origine di questa popolarità. Lo spettacolo Scienza di grande formato on France 5 gli dedica il 13 febbraio un documentario inedito.

France 5 offre domenica 14, 21 e 28 gennaio in "La cabina del secolo", una serie di documentari intitolata Il giorno in cui il Sud ha vinto la sua libertà, in tre parti: L'Indochine (14 gennaio), Algeria (21 gennaio) e Africa francese (28 gennaio). Tre punti salienti della decolonizzazione.

In questa serie di documentari in onda su France 5, Bruno Solo ripercorre l'epopea delle dinastie rivali che hanno scritto la grande storia dell'Europa. Dalla Guerra dei Cent'anni all'alba del Rinascimento, racconta la storia dei giochi di potere, delle ambizioni umane e delle passioni che hanno plasmato le nazioni europee.

Questa è un'ottima notizia per gli appassionati di narrativa storica. Ottima la serie Guerra e Paceprodotto lo scorso anno dalla BBC andrà in onda su France 2 in occasione delle celebrazioni di fine anno. Romanticismo, respiro e audacia e un estetismo molto raffinato per questa mini serie che ha riscosso un grande successo oltremanica.

Nell'ambito del programma Science Grand Format, France 5 offrirà il 5 dicembre un documentario coprodotto con National Geographic: The Epic of Ancient Greece.

La serie TV di grande successo "La corona", dedicato ai giovani anni della regina Elisabetta II d'Inghilterra, continua su Netlix con la trasmissione a dicembre della sua stagione 2. Una ricostruzione minuziosa e affascinante che rievoca una storia familiare ma sconosciuta.

Come parte dello spettacolo La Case du Siècle sulla Francia, il documentario Carlo il Cattolico, 1958-1969 esplora il modo in cui Charles de Gaulle, fondatore della Quinta Repubblica, aveva sancito la laicità nella sua Costituzione, e come lui stesso, in quanto credente, era riuscito a praticare la sua religione, confinandola alla sfera strettamente privata, mentre assumendosi la responsabilità di guidare lo Stato.

Rilasciato presto Francia 5, esagono è un viaggio indietro nel tempo, attraverso diversi secoli di storia francese. Un racconto storico e moderno, raccontato da Lorànt Deutsch, che cammina con giubilo per le strade, e in tutte le epoche grazie a un originale accorgimento tecnico.

La rivista La Case du Siècle su France 5 presenterà domenica 24 settembre un documentario del duo dedicato a Clarke-Costelle Americani nella Grande Guerra. I resti rivelati nel terreno, così come le immagini toccanti degli archivi d'epoca, testimoniano questa storia violenta e l'emergere di una nazione.

Nel settembre 1944, su ordine di Hitler, il Governo di Vichy è esiliato in Sigmaringen, in Germania. Serge Moati ripercorre le ultime lotte della collaborazione francese in un ambizioso documentario-fiction in onda martedì 29 agosto 2017 alle ore 20.55 su Arte.

Chi erano i padri fondatori delle nostre attuali civiltà? Questa serie racconta come i grandi popoli della storia hanno contribuito a plasmare il mondo come lo conosciamo. Questa serie racconta chi furono i padri fondatori della nostra civiltà, mettendo in luce tutto ciò che hanno inventato e contribuito.

Dopo Trafalgar, Roma e Atene, il regista del documentario Fabrice Hourlier farà rivivere per Arte the Campagna in Egitto di colui che è ancora solo Bonaparte. Attori reali che evolvono in set virtuali in immagini sintetiche ci immergeremo nel cuore di questa epopea.

Analizzare il passato significa conoscere il presente e anticipare il futuro. Serie "punti di riferimento"in onda su Arte propone di rivisitare la storia sul popolare concetto di "E se ..."

In modo originale e divertente, Arte offre una serie web di documentari che ripercorre ilstoria di invenzioni e innovazioni la cui nascita non fu un lungo fiume tranquillo. In tre parti, una storia bizzarra di questi oggetti che hanno finito per segnare il nostro tempo.

Per la sua 400a edizione, Radici e ali si recherà in Italia per a viaggio lungo il Tevere, fiume sacro che ha dato i natali alla città di Roma nell'VIII secolo aC Scendendo il fiume, dalla sua sorgente in Emilia-Romagna fino al Mar Tirreno, viaggeremo anche nel tempo: quasi 3000 anni la storia si racconta sulle sue sponde. I monumenti chiave dell'antica Roma sono stati prodotti in 3D appositamente per questo programma.

Netflix annuncia l'imminente trasmissione di una nuova serie dedicata all'attuale regina d'Inghilterra. Ispirato dalla commedia The Audience, La corona racconta la storia di Elisabetta II nei suoi primi anni di regno, rivelando gli intrighi personali, i romanzi e le rivalità politiche alla base dei grandi eventi che hanno caratterizzato la seconda metà del XX secolo.

Fantasizzata, mitizzata, dimenticata, la Gallia non era ciò che immaginiamo. È tempo di scoprire i suoi tanti volti grazie a un dispositivo transmediale unico composto da un documentario di France 2 e un fumetto interattivo che ti immerge nel cuore della vita quotidiana in Gallia.

Chambord, il più famoso dei castelli della Loira, rimane oggi il più enigmatico. Dal progetto di un casino di caccia voluto dal giovane Francesco I a uno dei più maestosi capolavori del Rinascimento, tra cui i sogni futuristici di Leonardo da Vinci, Arte offrirà un'indagine accattivante sull'enigma il 5 dicembre Chambord.

Il legge di separazione tra chiese e stato quest'anno festeggia il suo centenario. In onda il 6 dicembre su France 5, il documentario-fiction La separazione, girato sui banchi dell'Assemblea nazionale con grandi nomi del cinema francese, mette in scena il dibattito parlamentare del 1905, durato più di dieci mesi, mettendo in prospettiva la questione ancora attuale della laicità.

Gesù, figura fondante del cristianesimo, è anche un personaggio eccezionale nel Corano. Perché ? Come? "O" Cosa? Gli autori di " corpo di Cristo » Jérôme Prieur e Gérard Mordillat indaga su ventisei dei maggiori specialisti mondiali ed esplora l'emergere dell'Islam al tempo di Maometto, in una serie di documentari trasmessi a dicembre Arte.

Per la sua programmazione estiva, lo spettacolo Segreti della storia presentato dal grintoso Stéphane Bern propone tre numeri dedicati alle personalità femminili che hanno segnato il loro tempo. È qui Marchesa de Sévigné che aprirà il ballo martedì 18 agosto su France 2, in compagnia dei relatori ricorrenti del programma: Evelyne Lever, Jean-Christian Petitfils, Jean d'Ormesson, Simone Bertière, senza dimenticare il "pilastro del contatore" Michel de Decker. ..

Da diversi anni la televisione pubblica danese si è specializzata con successo nella produzione di serie televisive ambiziose e creative (Borgen, The Killing). Con 1864, una coproduzione europea, si cimenta nel genere storico con questa rievocazione delle due guerre che si opposero al regno di Danimarca e al regno di Prussia per il controllo dei ducati di Schleswig e Holstein. Riflettori puntati su un conflitto che ha pesato sulle sorti dell'Europa.

Nel concerto commemorativo per il centenario della prima guerra mondiale, il posto e il ruolo delle donne in questo primo conflitto planetario è un tema raramente menzionato. Il documentario "Erano in guerra 1914-1918 in onda questa sera su France 3 ci racconta la grande guerra, i suoi traumi, le sue devastazioni, la sua follia, attraverso la storia di chi l'ha vissuta. Che fossero vittime, attrici o semplicemente testimoni degli orrori della prima guerra mondiale, le donne ci guideranno in un incredibile viaggio nel cuore della martoriata Francia.

Dopo l'Apocalisse della Seconda Guerra Mondiale e l'Apocalisse di Hitler, ecco qui Apocalisse WW1, terza serie della collezione Apocalypse. Questo ordine cronologico inverso non evoca una sorta di archeologia della violenza di guerra? Cosa suggerisce il primo significato della parola apocalisse: “rivelazione”, in greco ... Isabelle Clarke e Daniel Costelle aprono il ballo per la commemorazione del 14-18 su France 2.

Versailles non è solo un grande palazzo: è anche il teatro più affascinante della storia della Francia. Sul suo palcoscenico sono stati rappresentati molti drammi e molte commedie; Dietro le quinte si sono evoluti i ruoli principali della storia: Luigi XIV, Maria Antonietta e Napoleone, ovviamente, ma anche Richelieu, Bismarck, De Gaulle e persino Kennedy ...

All'inizio degli anni '80, quando la recente elezione di Ronald Reagan alla presidenza degli Stati Uniti ha rilanciato con passione la Guerra Fredda, gli Stati Uniti e l'URSS sono impegnati in una lotta spietata attraverso i loro servizi segreti. È questa atmosfera di tensione permanente che la serie di spionaggio si propone di ripristinare " Gli americani », La cui prima stagione è stata rilasciata nel 2013.

La storia che conta è soprattutto quella che ricordiamo. Il primo obiettivo di "Etichetta di storia"è rendere più persone possibile. Raccontare la storia e la sua H maiuscola, come una storia di avventura ... Aprire l'appetito per la conoscenza. Label Histoire visiterà la Francia e, ad ogni tappa, tornerà indietro nel tempo per raccontare due belle storie per programma: "È qui, tra queste mura, che Giovanna d'Arco ha vissuto le sue ultime ore, è qui che è stato girato Jean Jaurès, ..."

In questo numero inedito di Segreti della storia, Stéphane Bern ci porterà, dalla Parigi della Belle Epoque alla Belle-Ile in Bretagna, sulle orme del primo mostro sacro, vera regina del 1900, Sarah bernhardt. Enorme attrice, musa dei più grandi artisti del suo tempo, quelli dell'Art Nouveau, la divina, come viene soprannominata, è anche una stravagante pronta a tutte le follie come dormire in una bara o collezionare animali selvatici che spaventano tutti Parigi.

Dal 10 giugno Canal + trasmette la serie Vichinghi, dal canale History, l'ultima creazione di Michael Hirst. Il padre dei Tudor e dei Borgia, rimane ancora una volta in un tema semi-storico, offrendoci di rivivere l'epopea vichinga e la fine di un turbolento VIII secolo.

Di 6 giugno 1944, libri di storia e film hanno per lo più catturato l'arrivo delle truppe americane nelle prime ore del mattino sulle spiagge della Normandia. Eppure è stato poche ore prima che l'invasione alleata è effettivamente iniziata. Nella notte tra il 5 e il 6 giugno, la 6a Divisione aviotrasportata britannica è stata infatti la prima a raggiungere la costa francese con l'obiettivo di rompere la chiusa tedesca. Il suo ruolo a lungo dimenticato è ora evidenziato in un documentario in onda il 19 maggio Francia 5.

Roid di franchi, allora imperatore d'Occidente, Carlo Magno gode di una popolarità senza rivali in Francia e più ampiamente in Europa. Tuttavia, poco si sa del suo regno a parte i racconti dei suoi agiografi, tra cui Eginhard, uno dei grandi studiosi della corte carolingia, che disegnò un lusinghiero ritratto del monarca. Oggi gli conferiamo la reputazione di precursore dell'unità europea, dove Carlo Magno ha dimostrato soprattutto di essere un abile gestore del suo patrimonio territoriale ...

L'ombra di un dubbio, la rivista di storia presentata da Franck Ferrand e trasmessa fino ad ora mercoledì sera su France 3 a tarda ora, inaugura questo lunedì la sua nuova fascia oraria ... in prima serata, per una periodicità ancora sconosciuta. Una scommessa ardita da parte della filiera del servizio pubblico, forse ispirata dal successo di Segreti della storia dalla vicina France 2 (alla stessa ora ma martedì). Per questa premiere, L'ombra del dubbio si appoggia stasera al Palazzo del Louvre e i suoi otto secoli di storia.

Il 15 giugno 1940, gli eserciti del Terzo Reich entrarono a Parigi 24 ore fa. Gli ufficiali tedeschi si presentano alla sede della Banque de France per sequestrare centinaia di tonnellate d'oro nello stabilimento. Eppure quando entrano nella cassaforte più grande del mondo, a trenta metri sotto terra, è vuota. Come è riuscita la Francia a preservare le sue 2.500 tonnellate d'oro per quattro anni di fronte a nazisti, Vichy, americani e britannici?

Ogni giovedì dal 29 novembre alle 20:45, e al ritmo di due episodi a sera, il canale All History AB trasmetterà a documentario inedito in dieci episodi ripercorrendo l'intera storia di Napoleone. Un documentario di Jean-Louis Molho con le voci diAndré Dussolier e di Francis huster, beneficiando di un ampio pannello di altoparlanti e ricostruzioni di Battaglie 3d. Per il meglio e per l'Impero ...

Era Georges Clemenceau e come ha condotto la Francia alla vittoria nella prima guerra mondiale? La trasmissione di docu-fiction stasera sulla Francia 3 dipinge un ritratto di "Père la Victoire". Mescolando immagini d'archivio e finzione, questo storico film per la televisione tenta di far luce sulla complessa personalità di colui che pubblicò in "Dawn" il "J'accuse" di Zola (1898), amico anche di Claude Monet , lo scioperante del 1906, un seduttore e, soprattutto, il paladino della pace.

Per questo numero estivo di Segreti della storia, Stéphane Bern ci offre una biografia chiara, vivace e molto documentata di un affascinante sultano, Solimano il Magnifico. Governò l'Impero Ottomano per 46 anni, dal 1520 al 1566. Ne assicurò l'espansione territoriale, sia in Medio Oriente che in Europa, fermando i suoi eserciti solo alle porte di Vienna. .

Costruito nel 1078 da Guillaume Le Conquérant, La Torre di Londra ha una spaventosa reputazione, per non dire altro, di tortura e morte. La storica Suzannah Lipscomb e il giornalista Joe Crowley ti invitano a seguirli in un viaggio di racconti agghiaccianti. La Torre di Londra, la storica fortezza della capitale britannica, custodisce segreti che cercheranno di svelare.

Una vera indagine di polizia, sia nei suoi metodi investigativi, nella sua drammaturgia e nella sua forma, questo documentario tenta di svelare i misteri di Nefertiti. Dalla sua scoperta nel 1912, la bellezza del busto solleva ancora mille domande. Chi era Nefertiti? Qual è la sua storia? In quali circostanze è stato scoperto il suo busto? Perché è stato oggetto di così tanta invidia dal 1912? È una copia? Cosa dicono scienziati ed esperti?

In questo numero di Segreti della storia, Stéphane Bern ripensa al destino sconosciuto della principessa polacca Marie Leczinska. Coltivata ma senza un soldo, figlia di un deposto re di Polonia, sposerà il sovrano più attraente che la Francia abbia mai conosciuto, Luigi XV. La regina ha sofferto delle sue numerose infedeltà, in particolare con Madame de Pompadour e Madame Du Barry ...

Mentre l'ultimo episodio della versione documentaria di Metronomo è trasmesso Francia 5, è il momento di fare il punto del fenomeno Lorànt Deutsch /Metronomo. I nostri articoli sul libro e sul documentario hanno mostrato i tanti problemi che il lavoro di Lorànt Deutsch poneva. Torneremo rapidamente su questo, così come sul personaggio stesso, che rimane in gran parte un enigma. Ma ciò che sarà interessante discutere è anche il fenomeno Metronomo, che ha superato Deutsch, e le reazioni che ha suscitato, se non la mancanza, tra i media, i politici ... e gli storici.

I primi due episodi dell'adattamento televisivo di Metronomo de Lorànt Deutsch ci aveva lasciato un po 'pensieroso. Tra ricostruzioni grossolane, a volte anche piuttosto ridicole, e commenti confusi che mescolano fatti storici e leggende in una cronologia casuale, l'impressione è stata quella di un'azienda mal riuscita, nonostante il sostanzioso budget stanziato dal servizio pubblico. Gli ultimi due episodi salvano il progetto? La risposta è mista ...

Dopo un primo episodio che, allo stesso tempo, ha ripreso lo spirito e alcuni degli errori del libro Metronomo, e ha offerto più che ricostruzioni miste, ecco la seconda parte della serie adattata dal bestseller di Lorànt Deutsch, e trasmessa da Francia 5 prima dell'uscita di un DVD. L'episodio 2 è dedicato al periodo VI-X secolo: "Dai figli di Clodoveo ai figli di Carlo Magno".

Grande successo nelle librerie, il Metronomo (poi il Metronomo illustrato) di Lorànt Deutsch è ora adattato per la televisione, on Francia 5, prima del rilascio di un DVD. Sebbene questa guida alla Parigi storica abbia beneficiato di una sorprendente indulgenza da parte dei media, nonostante una serie di errori fattuali e un orientamento ideologico per lo meno conservatore, sarà interessante vedere cosa offre il suo adattamento audiovisivo di Fabrice Hourlier , il cui costo per il servizio pubblico ammonta a circa 1 milione di euro. Questa domenica va in onda la prima puntata, "52 aC. J-C - V secolo: da Camulogen a Clovis ».

Tra la profusione di soggetti documentari sulla Seconda Guerra Mondiale e più in particolare sulla Francia di questo periodo, ci sono ancora alcuni soggetti veramente originali. È il caso di questo film, che racconta una storia senza precedenti, almeno sul piccolo schermo, la storia di un'arma dimenticata che ha devastato la popolazione francese: l'informazione. Grazie ai contributi del lavoro dello storico Laurent Joly, specialista in antisemitismo, il regista David Korn-Brzoza è così interessato a questo cancro che ha interferito e diviso la Francia e cerca di capirlo, interventi delle vittime e dei informatori a sostegno.

Maresciallo di Francia sotto il regno di Luigi XIV, Vauban si distinse come specialista in tecniche di assedio e fortificazione, lasciando un segno quasi indelebile nel paesaggio urbano europeo. Durante la sua carriera Vauban governò oltre cinquanta assedi, consolidò circa duecentosettanta fortezze e ne progettò più di trenta. Arte Questa sera dedica una docu-fiction di qualità cosparsa di ricostruzioni originali.

In onda questa sera su France 3 le flim de Steven Spielberg "la lista di Schindler"trasmesso questa sera il Francia 3 è tratto da una storia vera, quella di Oskar Schindler, un industriale tedesco che durante la seconda guerra mondiale salvò la vita a molti ebrei. Con un realismo quasi documentaristico, questo multi-Oscar ripercorre il viaggio di un normale eroe confrontato con l'indicibile, testimone e attore della Storia.

France 2 propone questo martedì sera, 29 novembre, una docu-fiction inedita dedicata a Luigi XVI, l'uomo che non voleva essere re. Louis Auguste, duca di Berry, non era destinato a regnare. Tuttavia, dopo la morte di suo padre e di suo fratello maggiore, successe a suo nonno, Luigi XV, nel maggio 1774. Quando salì al trono, Luigi, 19 anni, era già sposato con Maria Antonietta. Ma dietro l'immagine brillante che presenta Versailles, la realtà è più oscura. La gente soffre e il Paese è in crisi ...

Il museo di Louvre e la sua famosa piramide di vetro sono al centro di questo numero della rivista Radici e ali in onda questo mercoledì sera su France3. Ex residenza parigina dei re di Francia, sulla riva destra della Senna, il Louvre fu trasformato in museo nel 1793. In origine, il castello fortificato costruito da Philippe Auguste (1202) divenne una residenza di piacere su iniziativa di Carlo V (1358) ...

Arte propone questa sera un'affascinante docu-fiction dedicata a rivalità marittima che si è opposto alInghilterra e il Olanda nella seconda metà del XVII secolo. Utilizzando immagini tridimensionali generate al computer, ricostruzioni tramite fiction ma anche interviste a storici, il regista di questo documentario di due cinquantasei minuti ripercorre queste guerre anglo-olandesi. La sfida ? Il dominio del commercio mondiale.

Dal 4 al 7 aprile, il canale All History vi invita a condividere una settimana eccezionale dedicata alla nascita della nazione americana. Dirigiti a Filadelfia per tornare a una pagina poco conosciuta ma fondamentale della storia con la Guerra dei Sette Anni (1754-1763) durante la quale francesi e britannici combatterono per ottenere il controllo delle colonie nordamericane ...

Francia 2 Presto trasmetterà in prima serata sulla sua antenna una docu-fiction che ripercorre la scoperta del vaccino contro la rabbia di Louis Pasteur. Tra documentario scientifico e finzione romantica ",Pastore, l'uomo che ha visto"rende omaggio a uno dei fondatori della medicina moderna. Questo documentario di fantasia è il vero romanzo della scienza, il romanzo di uno scienziato e di un bambino la cui determinazione cambierà il mondo ...

La conoscenza che i francesi hanno di Abraham Lincoln si riduce a poche cose: presidente degli Stati Uniti durante la guerra civile, fu l'uomo dell'abolizione della schiavitù e morì assassinato, come Kennedy. Tuttavia, Abraham Lincoln è il grande uomo del momento: stiamo festeggiando il bicentenario della sua nascita e l'attuale presidente americano B. Obama continua a riferirsi a lui. Arte questa sera ci invita a scoprire in una docu-fiction la vita e gli ultimi giorni di Abraham Lincoln.

Francia 5 Questa sera va in onda la prima parte dell'adattamento televisivo dell'opera di Leo Tolstoj: Guerra e Pace. Situata nel cuore delle guerre napoleoniche, questa vasta epopea della storia russa, dal 1803 al 1813, funge da cornice per la cronaca familiare dei Rostov e dei Bolkonski. Sette paesi, quattro episodi, un cast pan-europeo: tutto ciò che serviva per riportare la Russia ai giorni delle guerre napoleoniche, ai suoi balli, alle sue battaglie, ai suoi miserabili contadini ...

Alésia, vittoria da sconfitta, documentario trasmesso questa sera dal canale LCP, racconta una delle battaglie più famose della storia del nostro Paese e, paradossalmente, una sconfitta: nel 52 aC Vercingetorige affrontò Cesare. Circa 300.000 uomini sono impegnati in questo combattimento che si traduce in una resa delle forze galliche. Vercingetorige viene fatto prigioniero; morì per strangolamento sei anni dopo, dopo una parata alla gloria di Cesare ...

Il Vallo Atlantico era un insieme di fortificazioni costruite dall'esercito tedesco dal 1941 al 1944, dalla Norvegia settentrionale al Golfo di Biscaglia, per impedire ogni possibile sbarco alleato. In un nuovo documentario, France 2 ripercorre questa sera la costruzione del Vallo Atlantico, un gigantesco muro costruito su ordine di Hitler e che ha fatto prosperare le aziende francesi ...

Quarant'anni fa, il 9 novembre 1970, il Generale de Gaulle si spegne, colpito da un aneurisma rotto. Si conclude così la carriera politica di un uomo certo di essere investito di una missione eccezionale ("Toccava a me assumere la Francia", scriveva nelle sue memorie) e che per trent'anni aveva dominato il Vita politica francese. Dal suo viaggio in Irlanda al suo ritiro a Colombey dove scrisse le sue memorie, France 3 ripercorre questa sera gli ultimi mesi del generale.

France 2 propone stasera una serata dedicata a De Gaulle e all'Algeria, con prima di tutto una docu-fiction inedita di Serge Moati, scritta con Hugues Nancy e Christophe Barbier: Ti ho capito: De Gaulle 1958-1962. Nella seconda parte della serata, il documentario De Gaulle e l'Algeria: il prezzo del poterer ripensa alle condizioni per il ritorno al potere del generale de Gaulle, in particolare con la partecipazione di Benjamin Stora, Jean Daniel e Michel Winock ...

Vero trauma militare per la Francia, la battaglia navale di Trafalgar (1805) mise un brusco arresto ai piani napoleonici di invadere l'Inghilterra. Soprattutto, ha assicurato la padronanza dei mari della Gran Bretagna per un secolo. Arte propone questa sera uno spettacolare documentario-fiction che ricrea la famosa battaglia di Trafalgar, raccontata dal suo grande perdente, l'Ammiraglio de Villeneuve.

La guerra del Pacifico appena era pacifico. Teatro poco conosciuto in Europa durante la seconda guerra mondiale, fu comunque lungo e mortale, e si concluse con uno spettacolare e tragico finale con il primo e l'ultimo bombardamento nucleare della storia, a Nagasaki e Hiroshima. Canal + trasmette i primi tre episodi di "Il Pacifico"di Steven Spielberg e Tom Hanks, una serie TV in onore di coloro che hanno combattuto oltreoceano.

Preludio alla trasmissione su Canal + della serie TV "Pacific", il canale criptato propone questa sera un documentario, Pacifico: l'altro fronte in serie, per scoprire questo blockbuster attraverso gli occhi dei suoi creatori, attori, ma anche veterani della Seconda Guerra Mondiale ...

Il caso Salengro, film TV storico in onda questa sera su France 5, è prima di tutto la storia di una tragedia umana. Roger Salengro era un politico francese, ministro dell'Interno del governo del primo Fronte Popolare, il cui suicidio, a seguito di una calunniosa campagna di stampa, illustra la violenza del clima politico negli anni precedenti la seconda guerra mondiale. globale.

L'ultima rivista Segreti della storia di Stéphane Bern mercoledì 25 agosto sarà probabilmente il più interessante dei quattro numeri trasmessi questo mese poiché è dedicato a Anna d'Austria, madre di Luigi XIV. Reggente di Francia durante la minoranza del figlio, quest'ultimo dirà di lei più tardi: "merita di essere inserita tra i nostri più grandi re". Con la complicità del cardinale Mazzarino, terrà efficacemente le redini della monarchia francese in un periodo molto turbolento della storia della Francia.

Lo spettacolo Segreti della storia dedicata ieri sera al principessa palatina è stata seguita da 2,9 milioni di telespettatori, battendo così la precedente puntata dedicata a Diane de Poitiers. È stata l'occasione per scoprire un personaggio pittoresco e quasi insolito in un momento molto conveniente e un pretesto per visitare i diversi luoghi di residenza della cognata del re Luigi XIV, dal castello di Heidelberg a quello di Versailles passando per i sublimi castelli rinascimentali di Villers-Cotterets e Ancy le Franc.

La terza parte dello spettacolo Segreti della storia diffusé ce soir sur France 2 est consacré à Charlotte-Élisabeth de Bavière, plus connue sous le titre de "Princesse Palatine". Dotée d'un franc-parler redoutable et d'une langue fleurie et bien pendue, la Princesse Palatine nous a légué soixante mille lettres qui dépeignent sans complaisance les travers et la vie quotidienne de la famille royale, ce qui lui vaudra le surnom de "commère du grand siècle".

L'émission "Les détectives de l'histoire", animée par Laurent Joffrin, revient ce soir sur les mystères qui entourent la mort de Napoléon Bonaparte. Depuis les années 60, l'hypothèse d'un empoisonnement à l'arsenic est fermement défendue, réfutant la version officielle de son décès, conséquence d'un cancer de l'estomac...

L'émission Secrets d'Histoire consacrée hier à Diane de Poitiers a subit la rude concurrence d'un match de football diffusé à la même heure. La reine des favorites a néanmoins réuni devant le petit écran près de 2,6 millions de téléspectateurs qui ont pu se passionner pour la vie de celle qui a régné pendant vingt ans sur le cœur du roi Henri II, sur les arts et la littérature de l'époque et de découvrir les demeures de Diane, notamment le superbe château d'Anet.

L'émission Segreti della storia de ce mercredi 11 août, animée par le sémillant Stéphane Bern, s'intéresse ce soir à Diane de Poitiers, l'une des plus célèbres favorites royales. Vers 1536, Diane de Poitiers, réputée d’une grande beauté, devient la maîtresse du dauphin Henri, de dix-neuf ans son cadet. Elle est à la cour la rivale d’Anne de Pisseleu, duchesse d’Étampes (la maîtresse du roi François Ier)...

La chaîne cryptée Canal + diffuse actuellement un film basé sur l'histoire de la Fraction armée rouge : La bande à Baader. la Fraction Armée rouge était un mouvement d'extrême gauche, à l'origine de nombreux actes de terrorisme qui secouèrent la RFA de la fin des années 1960 à 1977. Le groupe était dirigé par Andreas Baader, Gudrun Ensslin et Ulrike Meinhof, qui menèrent une véritable guérilla urbaine pour protester contre l'organisation politique et sociale de l'Allemagne de l'Ouest.

Le premier numéro estival de l'émission de Stéphane Bern "Segreti della storia" est consacré ce soir à l'une des plus méconnues des souveraines françaises : l'impératrice Eugénie. Née en Espagne d'un père espagnol et d'une mère américaine, Eugenia María de Montijo de Guzmán fut élevée à Paris au couvent du Sacré-Cœur. Mariée à Napoléon III en 1853, elle joua un rôle important dans la politique du second Empire, l'empereur la consultant fréquemment.

Arte propose à partir de ce soir la rediffusion de la première saison de la désormais célèbre série télévisée : "I Tudor". La maison des Tudors arrive sur le trône d'Angleterre avec Henri VII, à l'issue de la guerre des Deux-Roses (1485). Les Tudors ont restauré l'autorité monarchique et rendu sa puissance économique à l'Angleterre. C'est sous le règne d'Henri VIII qu'a été fondée l'Église anglicane et sous Élisabeth Iere qu'il a été mit fin à un siècle de domination espagnole sur le globe.

Une débauche de luxe, de passion et de violence, telle est la devise des "Tudors" depuis sa création en 2007. Fidèle à sa réputation, la fresque historique de Michael Hirst sur le règne d'Henri VIII d'Angleterre (1509-1547) marque son grand retour avec une troisième saison aussi brillante que sulfureuse, l'avant-dernière de la série, et qui relate la période la plus sanglante du règne sur fond de guerre civile et de troubles religieux.

Segreti della storia, l'émission estivale de France 2 revient ce mois d'août avec quatre portraits de femmes célèbres qui ont marquées l'histoire de France : l'impératrice Eugénie, l'épouse de Napoléon III, Anne d'Autriche, la mère de Louis XIV et complice de Mazarin, Diane de Poitiers, favorite du roi Henri II et Charlotte-Élisabeth de Bavière, dite la princesse Palatine, dont l'abondante correspondance est passée à la postérité...

France 5 propose ce soir un passionnant docu-fiction inédit : l'Atlandide de l'âge de pierre, qui reconstitue l'existence des hommes dans le nord de l'Europe au mésolithique (9.000 à 5.000 avant J.-C.), à une époque ou l'homme commence à se sédentariser. Mais le réchauffement climatique de cette ère postglaciaire entraîne une montée des eaux qui finissent par submerger les terres. Des scientifiques ont découvert un territoire qui reliait alors l'Angleterre au continent...

France 3 diffuse ce soir un documentaire inédit : Juin 40, le grand chaos. En quelques semaines, le pays plie, puis s'écroule devant l'attaque de l'Allemagne nazie. En juin 1940, plus de dix millions de Français sont sur les routes de l'exode, fuyant l'avancée des troupes allemandes, qui semble irrésistible. Ce mois de juin est celui du chaos, de la violence et de la «real politic» au niveau international.

A l'occasion du 70e anniversaire de l'appel du 18 juin, France 2 consacre ce soir son antenne à la France qui a choisi de résister en 1940. Avec tout d'abord la diffusion d'un téléfilm historique inédit de l'excellente collection "Ce jour-là tout a changé" (L'évasion de Louis XVI, L'assassinat d'Henri IV) intitulé "L'appel du 18 juin", qui narre avec minutie la chronique des jours qui ont précédés le fameux appel du général de Gaulle. Ce téléfilm sera suivi par la diffusion du documentaire inédit "Libres Français de Londres".

Jeudi 13 mai France 3 rediffusera le péplum épique de Ridley Scott : Gladiator. Récompensé par cinq oscars dont celui du meilleur film et du meilleur acteur, ce long métrage sorti en 2000 s’inspire partiellement de la « Chute de l’Empire Romain » d’Anthony Mann (1964). Il nous conte l’histoire de Maximus Decimus (Russel Crowe), général de l’Empereur Marc Aurèle (Richard Harris). D’origine hispanique, Maximus est considéré au sortir d’une victorieuse campagne contre les germains comme l’homme de confiance de l’Empereur. Celui-ci envisage même de lui confier le pouvoir à sa mort, afin que Maximus rétablisse la république en rendant son pouvoir au Sénat....

Le magazine "Des racines et des ailes" de ce mercredi 12 mai est consacrée à la méditerannée, la région du monde qui abrite le plus de sites classés au patrimoine mondial de l’Unesco. Forteresses, villes troglodytiques, monastères soigneusement entretenus, parcs naturels préservés, traditions communautaires respectées, c’est en Italie, en Syrie et en Grèce que nous est raconté l’exceptionnelle richesse de cette région. L'émission s'attarde entre autres sur les nombreux vestiges des croisades qui subsistent en Syrie.

Après la "Guerre du feu" et "Le nom de la rose", le cinéaste Jean-Jacques Anaud s'est attaqué en 2001 au thème de la bataille de Stalingrad. Un pari ambitieux pour évoquer cette bataille sanglante qui constitua un tournant décisif et meurtrier de la seconde Guerre Mondiale et une victoire psychologique qui galvanisa les russes contre l'envahisseur allemand. Stalingrad, ville industrielle sur la Volga, était le nœud de communication vers le Caucase, riche en pétrole et objet de la grande offensive entreprise par Hitler en 1942. En août 1942, Stalingrad fut investie par la VIe armée allemande sous le commandement du général Paulus...

Le personnage de Vidocq suscite toujours l'engouement des téléspectateurs. 40 ans après la diffusion de la série "Les nouvelles aventures de Vidocq", interprétée par Claude Brasseur, c'est au tour de Bruno Madinier d'endosser le costume du célèbre brigand devenu flic. Diffusé lundi sur TF1, le premier épisode a réuni un peu plus de 6 millions de téléspectateurs. La critique est assez partagée au sujet de cette nouvelle série, qui tout en dépoussiérant le personnage, manque quelque peu de rythme et surtout est très éloignée de la véritable histoire de Vidocq. C'est l'occasion de redécouvrir ce fascinant personnage, éminemment populaire et finalement très méconnu (voir notre article).

La Chaine NRJ 12 diffuse ce soir, dimanche 2 Mai, le film The Patriot du réalisateur Roland Emmerich. Sorti en 2002, avec dans le rôle principal le charismatique (et controversé) Mel Gibson, The Patriot nous narre le sanglant destin d’un planteur de Caroline du Sud plongé dans la tourmente de la Guerre d’Indépendance américaine. Benjamin Martin, veuf et vétéran de la guerre contre les Français et les Indiens (la partie américaine de la Guerre de Sept Ans) , mène une vie simple au milieu de ses sept enfants. Quand la Révolution américaine éclate, il prend ses distances avec les insurgés tentant même de dissuader, sans succès, son fils ainé (incarné par le regretté Heath Ledger) de s’engager à leurs côtés...

Preuve s'il en était de l'engouement croissant des français pour leur histoire et leur patrimoine, le dernier numéro du magazine "Des racines et des ailes" consacré aux pays de Savoie a encore réuni près de 4 millions de spectateurs mercredi dernier, malgré la féroce concurrence d'un match de football diffusé sur une autre chaine et opposant deux clubs tricolores. Un nouveau succès à l'audimat dont on ne peut que se réjouir, à commencer par les directeurs de musées et d'offices de tourisme et autres organisateurs d'expositions, premiers bénéficiaires de cette très populaire émission...

Méroé, ce n'est pas qu'un pays légendaire, c'est aussi une civilisation méconnue qui s'étendait du sud de l'Egypte jusqu'à la IVe cataracte sur le Nil, qui connut son apogée du IVe siècle avant J.C au IVe siècle après J.C sous le nom de royaume de Méroé. Fortement influencée par l'Egypte pharaonique dont il réclamait l'héritage, le royaume de Méroé nous a légué entre autres un superbe ensemble de tombes pyramidales, dont certaines, encore intactes au XIXe siècle, ont été détruites par des aventuriers européens qui en convoitaient le contenu. Jusqu'au 6 septembre, le musée du Louvre consacre à Méroé une exposition de deux cents œuvres qui illustrent la majesté de cette civilisation antique où se mêlent des influences africaines, égyptiennes et gréco-romaines...

A l'occasion du 150e anniversaire du rattachement de Nice et de la Savoie a la France, l'émission de France 3 "Des racines et des ailes" est consacrée ce mercredi 7 avril aux "pays de Savoie, entre lacs et montagnes". En avril 1860, les électeurs niçois et savoisiens se prononcent par référendum et à une large majorité en faveur du rattachement à la France. C'est une conséquence directe de la participation militaire de Napoléon III au processus d'unification de l'Italie autour du roi de Piémont-Sardaigne Victor-Emmanuel II. C'est aussi la première fois qu'un traité est soumis à l'approbation de la population...

Voila une série télévisée qui s'annonce passionante. L’action de "La Commanderie" se déroule en 1375, en plein Moyen-Âge. Dans les territoires du royaume de France, plongés dans les ténèbres d’une guerre qui va durer plus d’un siècle, la Commanderie d’Assier, seigneurie de l’Ordre des Hospitaliers, est le seul espoir d’une population qui a peur et faim. Ancien fief templier sur la route de Compostelle, la Commanderie rassemble en son sein des chevaliers tout à la fois moines et soldats. Leur mission : héberger, soigner et protéger, au besoin par les armes, quiconque vient y trouver refuge. Le quotidien au Moyen-Âge, comme si vous y étiez !

Dans le cadre des mercredis de l'histoire, Arte rediffuse ce soir un documentaire consacré aux kamikazes, ces jeunes pilotes japonais fanatisés qu'un pays aux abois envoya à la mort contre les navires de guerre américains. 4000 d'entre eux ont ainsi péri durant l'année 1945. Une réalisatrice américaine d'origine japonaise est partie à la rencontre de pilotes survivants, préparés pour devenir kamikazes, et qui ont attendus un ordre de mission suicide qui n'est jamais arrivé. Au-delà des préjugés et de la fascination morbide qu'ils peuvent inspirer, ces récits posent clairement la question de la responsabilité d'un État en guerre à l'égard de ses soldats et de son peuple. Le témoignage de vétérans américains présente un contrepoint sensible aux récits de ces attaques-suicides...

La polémique qui a récemment opposé l'écrivain Yannick Haenel au réalisateur Claude Lanzmann a eu au moins un mérite, celui d'inciter ce dernier à resortir de ses tiroirs un entretien exclusif avec Jan Karski, réalisé en 1978. Arte diffuse ce soir le documentaire qui en est issu, "Le rapport Karski". Jan karski, c'est ce résistant polonais qui fut l'un des premiers témoins de la Shoah dans son pays, et qui fut investi de la mission de prévenir le monde occidental de la tragédie qui frappait la population juive en Pologne. En 1978, Claude Lanzmann rencontre Jan Karski lors du tournage de Shoah et filme son témoignage. La plus grande partie de cet entretien est restée inédite jusqu'à aujourd'hui.

A l'occasion du 400e anniversaire de sa mort, Francia 3 diffuse ce soir la première partie d'un téléfilm de Jo Baier dédié au bon roi Henri IV. Cette coproduction européenne ambitieuse retrace sur presque un demi-siècle le parcours et le règne d'Henri, premier des rois bourbons. Du prince protestant au souverain d'un pays déchiré par la guerre civile émerge un roi humaniste dont la popularité sera surtout postérieure à son règne...

A la veille de la sortie en salles du très attendu film "La rafle", France 2 propose ce soir une émission spéciale consacrée à la "rafle du vel'd'hiv", épisode peu glorieux de l'histoire de France. En juillet 1942, la police française, sur injonction du gouvernement de Vichy et sous l'autorité de René Bousquet, procède à l'arrestation de plusieurs milliers de juifs, dont certains avaient trouvé asile en France pour échapper aux persécutions des nazis. Regroupés pendant cinq jours au vélodrome d'hiver dans des conditions inhumaines, ces juifs seront transférés dans plusieurs camps en France, ...


Video: Televisione utile.