Controversia: le memorie di guerra di De Gaulle al liceo

Controversia: le memorie di guerra di De Gaulle al liceo

Charles de Gaulle Sicuramente non ha finito di parlare di lui in quest'anno del 70 ° anniversario dell '"Appello del 18 giugno". La serissima Unione Nazionale dell'Istruzione Superiore (SNES) è di fatto si è fatto avanti, criticando inizialmente l'adozione del terzo volume di Ricordi di guerra Il generale de Gaulle nel programma di letteratura del Terminale Littéraire, di cui non nasconde uno scopo politico ...

Tuttavia, è difficile vedere, anche svolgendo un intenso lavoro intellettuale, come il governo possa trovare interesse a costringere lo studio di questo lavoro sui professori di lettere. De Gaulle era infatti politicamente non più "sinistra" che "destra" - se questi termini hanno un significato - con tutto il rispetto per Martine Aubry che ha spiegato oggi che detto personaggio "era molto ufficialmente di destra ". Insomma, il generale de Gaulle è l'unico politico ad essere stato "ufficialmente" di destra senza averlo mai detto e senza aver mai provato che non lo fosse nemmeno. 'ufficialmente.

Secondo argomento, e non ultimo, utilizzato dallo SNES: la qualità letteraria del testo. Il sindacato cerca, con più sfortuna che successo, di sostenere che se non si possono togliere certe qualità politiche al generale de Gaulle, però questa non ha il suo posto per essere studiata studenti della scuola superiore. Questo per mostrare ignoranza, il Generale, per la sua Ricordi di guerra, non mancò infatti di ottenere il sacrosanto Premio Nobel per la letteratura nel 1953?

Ultimo punto invocato, la mancanza di senno di poi dei professori di lettere di fronte alla scrittura "storica". Tuttavia, il testo è davvero tanto letterario quanto storico e una conoscenza minima del personaggio eliminerebbe senza dubbio questa lacuna. Ma il lettore dovrebbe mostrare un po 'di empatia e capire che è uno sforzo insormontabile conoscere le linee principali della storia della più famosa figura politica francese del XX secolo. Soprattutto, questa controversia, inutile se mai lo è stata, rivela che ancora una volta il lavoro intra-disciplinare non è per tutti i gusti. Lascia che la Storia interferisca in qualche modo nella letteratura, e una disputa certamente contestabile sorge immediatamente, gridando al disastro. Ma in fondo cosa dicono gli studenti, nonostante siano i primi a preoccuparsi?

{comment} 1031 {/ comment}


Video: Video 4 deGaulle-discours TV 24 mai 1968