"Fuorilegge", una polemica e un film


Con la polemica che ha preceduto la presentazione di "Fuorilegge" a Cannes, il regista Rachid Bouchareb probabilmente non avrebbe sognato una promozione migliore per il suo ultimo film. Va detto che lo sfondo di questo film, la guerra d'Algeria, ci riporta a una pagina oscura della storia della Francia, sulla quale abbiamo preferito da tempo gettare un velo modesto piuttosto che evocare un passato inquietante. Le voci sulle inesattezze storiche e le inesattezze dello scenario "Fuorilegge" sono bastate a risvegliare i nostalgici del colonialismo e ai circoli vicini all'estrema destra francese e ad alimentare così la controversia.


Nonostante questi atteggiamenti e le poche dimostrazioni sparse, il film ieri a Cannes è stato accolto piuttosto bene dalla critica. Racconta una saga di famiglia, il viaggio e il destino di tre fratelli algerini, dal massacro di Setif l'8 maggio 1945 all'indipendenza nel 1962. Gli eventi a Setif sono anche il momento clou del film. L'8 maggio 1945, la manifestazione per celebrare la fine della guerra fu trasformata dagli algerini in una richiesta di indipendenza del loro paese, si trasformò in una rivolta e portò a una sanguinosa repressione. Un episodio "dimenticato" che fa venire il raffreddore e la cui evocazione "brutale" suscita polemiche.

Un brutale ritorno a un passato inquietante

Come ha chiarito il regista, "Il film non è un campo di battaglia, non è fatto per provocare scontri, è stato fatto per aprire un dibattito in serenità. Non devo prendere responsabile di tutta la Storia, faccio film (...) ". Effettivamente. Si può indubbiamente rimproverare "Hors la loi" per le sue deviazioni dalla storia. Ma spetta ai politici e agli storici, che negli ultimi decenni sono stati piuttosto discreti sulla questione, svolgere l'essenziale opera della memoria. Per uscire finalmente dalla negazione e dall'amnesia. Non c'è niente da perdere perché un paese affronti la sua storia con serenità. Questo film almeno ha il merito di incitarci a farlo. Velocemente.

Outlaw, di Rachid Bouchareb, nelle sale il 22 settembre. Leggi la recensione HPT.

{comment} 973 {/ comment}


Video: Totò - Noi duri - La dogana