La Sindone di Torino in mostra al pubblico

La Sindone di Torino in mostra al pubblico

Per la prima volta in dieci anni il Santo La Sacra Sindone sarà esposto al pubblico nella Cattedrale piemontese. e questo fino al 23 maggio. La più famosa e controversa delle reliquie cristiane si presenta sotto forma di un pezzo di lino di 4,36 m per 1,10 m su cui si dice che il corpo di Cristo sia stato stampato dopo il suo calvario. La sua prima apparizione storica documentata risale al 1357 in Champagne. Nel 1452 la preziosa reliquia, più volte passata di mano, divenne possesso della moglie del duca di Savoia: Anne de Lusignan. Fu nei secoli successivi uno dei tesori più preziosi di Casa Savoia e regolarmente utilizzato per scopi politici ...

La Sindone che ha subito i segni del tempo (e che reca le cicatrici di un incendio avvenuto nel 1532) è stata notevolmente restaurata nel 2002. Queste operazioni di restauro sono state l'occasione per rilanciare le polemiche attorno a questa reliquia, che secondo molti scienziati sarebbe un falso medievale. Pertanto, una datazione al carbonio 14 effettuata nel 1988-1989 gli ha dato un'età di circa sette secoli. Questa datazione è stata successivamente contestata e il dibattito continua a imperversare oggi. Infatti, studi recenti hanno rivelato che l'area del campione utilizzata per la datazione era stata restaurata ... nel Medioevo. In ogni caso, la Sindone di Torino resta una delle reliquie più evidenziate dal Vaticano e sarà onorata il 2 maggio da Papa Benedetto XVI in persona.


Video: LA SINDONE - CLASSE 4 ELEMENTARE