Prima guerra mondiale

Prima guerra mondiale

Storia del mondo

La prima guerra mondiale, culmine e declino della dominazione europea. Dalla corsa al mare all'armistizio di novembre, compresa la rivoluzione russa e l'intervento americano.

Cerca tra le nostre centinaia di articoli o sfoglia la nostra selezione qui sotto!



L'armistizio dell'11 novembre 1918 metterefine della prima guerra mondiale. Firmato a Rethondes in un vagone del generale Foch nel mezzo della foresta di Compiègne, luiLa lotta tra gli alleati e la Germania, che dura da quattro anni, è giunta al termine. La Grande Guerra fu responsabile della morte di 9 milioni di soldati di cui 1,3 milioni per la Francia e 15 milioni di civili. L'11 novembre diventerà ufficialmentecommemorazione nazionale nel 1922 per celebrare la memoria dei veterani.

Durante la prima guerra mondiale e per la prima volta nella storia, 49 carri armati o " carri armati »Sono impegnati nell'ambito di Battaglia della Somme, le15 settembre 1916. Questi "veicoli cingolati corazzati" sarebbero presto diventati carri armati in grado di attraversare corsi d'acqua e foreste. Se il concetto di carro armato Tornando indietro nella storia, lo sviluppo di un veicolo blindato operativo non sarebbe stato possibile fino all'inizio del XX secolo, dopo l'invenzione del motore a combustione interna e dei cingoli. Carri armati in grado di porre fine alla guerra di posizione e di decidere l'esito di due guerre mondiali, rivoluzionando così l'arte della guerra.

Il quattordici punti Wilson sono proposte avanzate dal Presidente degli Stati Uniti Thomas Woodrow Wilson nel periodo che precede la vittoria degli Alleati nella prima guerra mondiale Lo scopo di queste proposte era definire gli obiettivi di guerra degli Alleati e gettare le basi per una pace giusta e duratura. Formulati dal presidente Wilson in un discorso al Congresso degli Stati Uniti l'8 gennaio 1918, i principi contenuti nei "quattordici punti" si riflettevano ampiamente nello statuto fondante della Società delle Nazioni.

Il 25 aprile 1915, la penisola di Gallipoli, punto strategico tra il Mar Egeo e lo Stretto di Dardanelli, viene preso d'assalto dal Mediterranean Expeditionary Force (MEF). Composto da unità britanniche, australiane, neozelandesi e francesi, il MEF è posto sotto il comando dei generali britannici. Il suo sbarco a Gallipoli fu infatti la seconda fase di un'operazione combinata, iniziata il 19 febbraio 1915, ma questa operazione fu un fallimento per gli Alleati.

Il 16 aprile 1917, la valle dell'Aisne vide l'inizio della più grande offensiva francese dal 1914. Si trovava su un altopiano calcareo chiamato Sentiero delle donne che il Generale Nivelle, Comandante in capo degli eserciti francesi, ha scelto di concentrare i suoi sforzi. Sono due eserciti francesi (5 ° e 6 °, cioè quasi 30 divisioni e 200 carri armati) che si mettono in moto in questo giorno, con in mente queste poche parole del Generalissimo: è giunta l'ora, fiducia, coraggio e Viva la Francia! L'offensiva dello Chemin des Dames si trasformò in un fiasco e costò a Nivelle il suo comando, sostituito da Pétain. Sarà in gran parte responsabile degli ammutinamenti del 1917.

Occultato dai nomi di grandi battaglie dal 14-18 come Verdun, Champagne o Artois, Vieil-Armand o Hartmannswillerkopf rimane in gran parte non riconosciuto, anche se l'intensità dei combattimenti lo ha reso uno dei campi di battaglia più mortali della guerra, date le piccole dimensioni del terreno. Il guardiamarina Martin, un soldato che ha prestato servizio nell'Hartmannswillerkopf, ha scritto in una testimonianza: " Non ho mai visto una fossa così comune e negli anni seguenti non vedrò, nemmeno a Verdun, un simile ammasso di cadaveri in un terreno così caotico in uno spazio così piccolo. ».

A causa della guerra civile che oppose i bolscevichi ai "russi bianchi", il 3 marzo 1918 fu firmato un trattato di pace tra il governo della Russia e gli imperi centrali (Germania, Austria-Ungheria e Turchia) in Brest-Litovsk. Convinto allora della necessità di una pace immediata per dare un futuro alla Rivoluzione d'Ottobre, Lenin firmò un cessate il fuoco nel novembre 1917 e iniziò i negoziati di pace con la Germania. Una tregua per i bolscevichi acquisita a prezzo di umilianti concessioni territoriali.


Video: Alessandro Barbero - La Prima Guerra Mondiale