Aneddoti storici (e insoliti)

Aneddoti storici (e insoliti)


La storia è fatta di aneddoti e piccoli segreti che sono passati ai posteri. Ecco una selezione di alcuni brevi aneddoti insoliti di tutte le epoche.

Fino al XVIII secolo, i francesi credevano che le bollicine di champagne fossero opera del diavolo. Nel 1694, il medico di Luigi XIV gli proibì di bere champagne con il pretesto che questa bevanda faceva male alla sua gotta!


Fino al XVIII secolo, i francesi credevano che le bollicine di champagne fossero opera del diavolo. Nel 1694, il medico di Luigi XIV gli proibì di bere champagne con il pretesto che questa bevanda faceva male alla sua gotta!

Negli anni 1905 e 1906, la ballerina Margaretha Geertruida Zelle ebbe un enorme successo nelle principali città europee. La sua notorietà diminuì dopo il 1907, si trasferì a Parigi e visse del suo fascino. Dichiarata guerra, piena di debiti, raggiunse la Germania e incontrò il console tedesco all'Aia. Si offre di saldare i suoi debiti, in cambio di informazioni sulla Francia. Così è nata Mata Hari, Agente H 21 ... Avida di soldi e gioielli, è diventata doppiatrice e ha venduto informazioni alla Francia!

La Louisiana, acquistata dalla Francia ai tempi di Luigi XIV, non portò nulla e costò troppo con i dodicimila coloni installati, spesso affetti da malaria e combattenti contro gli indiani. Napoleone decide di realizzare la più grande transazione immobiliare nella storia della Francia: vendere la Louisiana… agli Stati Uniti! Talleyrand stima il prezzo a ottanta milioni di franchi. E gli americani presero possesso di questa terra nel dicembre 1803.

Sotto l'Ancien Régime, la familiarità era considerata una grossolana impertinenza. Dopo la Rivoluzione, i costumi cambiarono e la Convenzione rese obbligatorie le lezioni formali dal novembre 1793, in materia civile e nelle amministrazioni, segnando un vincolo di fratellanza universale. Ma questa moda durerà solo un anno, fino alla caduta di Robespierre.

Mirabeau, che morì il 2 aprile 1791, entrò nel Pantheon il 4… ma ne uscì tre anni dopo il 12 settembre 1794 per essere sepolto nel cimitero di Clamart. Infatti, il fabbro Gamain che aveva realizzato il famoso "armadio di ferro" per Luigi XVI, è preso dal rimorso e rivelerà il suo segreto alla Convenzione. Tra le carte scoperte, ci sono corrispondenze tra Mirabeau e il re! La Convenzione ha poi decretato l'esclusione delle ceneri di Mirabeau dal Pantheon.

La manutenzione di La Bastille è molto costosa per Necker e quindi per Luigi XVI. Il re decise quindi nel 1784 di farla rasa al suolo e l'architetto dei palazzi di Parigi, a ricordo del passato, propose una piazza pubblica che portasse il nome del re, conservando solo una delle torri. Al suo centro avrebbe installato un piedistallo costituito da catene e bulloni delle segrete e una statua del re "che tende una mano di liberazione verso la torre in rovina". Questo lavoro non è mai stato eseguito, ma conosciamo le circostanze in cui la Bastiglia fu finalmente distrutta!

Nel maggio 1768, Luigi XV accetta uno scambio: la Corsica contro il debito di due milioni di sterline che la città di Genova deve alla Francia! I corsi, insoddisfatti, si ribellano e i settemilacinquecento francesi mandati là sono battuti. Un anno dopo, ventiduemila francesi sbarcarono sull'isola per prenderne possesso. Solo un centinaio di Corsica scappano, tra cui una coppia che avrà queste parole "mio figlio sarà il vendicatore della Corsica"! Questa donna è incinta e darà alla luce tre mesi dopo un bambino di nome Napoleon….

Etienne de Silhouette, consigliere del parlamento, cancelliere del duca d'Orleans, commissario della Compagnie des Indes, fu nominato controllore generale delle finanze nel marzo 1759. Dapprima popolare, ebbe la sfortuna di proporre progetti che lo avrebbero reso impopolare e tra le altre cose, esorta le persone a venire a lasciare i loro piatti all'Hôtel de la Monnaie in modo che si fondano in argento per ricostituire il tesoro! Non avendo più alcun sostegno dal re, si è dimesso. Fu allora che i parigini si divertirono a disegnare ritratti di profilo, vestiti con mutandine senza tasche, vestiti senza rughe dove era impossibile nascondere soldi. Questi ritratti alla moda, questi schizzi leggeri dopo l'ombra del profilo del viso si chiamano Silhouettes ...

Vauban fu il grande ingegnere del XVII secolo con le sue duecento cittadelle costruite, trecento vecchi locali ristrutturati, partecipando a centocinquanta posti e avendone diretto una cinquantina. Ha realizzato un capolavoro durante la costruzione della "cintura di ferro": queste città fortificate lungo il confine francese a nord e nord est. Ma era anche interessato alla demografia e all'economia. Nel 1707 propose al re una riforma fiscale: un'unica tassa del dieci per cento su tutto il reddito, senza distinzione di privilegi! Per Luigi XIV, fu un rovesciamento della monarchia ... e Vauban fu disonorato!

"God save the Queen" è originariamente una canzone francese! Per celebrare la guarigione di Luigi XIV dopo l'operazione alla fistola nel novembre 1686, la signora de Maintenon organizzò una serata, la duchessa de Brinon compose una poesia e Lully aggiunse la musica. Un inglese di passaggio a St Cyr quel giorno trovò la musica molto carina e portò questo brano in Inghilterra. Ha strimpellato, cambiato solo poche battute e suonato questo brano davanti a Marie Stuart e William of Orange che ne hanno fatto la loro musica ufficiale!

I festeggiamenti di Chantilly offerti dal principe di Condé al re Luigi XIV nell'aprile 1671 non andarono bene. La prima sera mancano gli arrosti a tavola; la seconda sera i fuochi d'artificio sono un fiasco, a causa del maltempo; il giorno dopo pesce e crostacei non vengono consegnati in tempo .... Disperato, sentendosi disonorato, Vatel, il famoso cuoco pone fine ai suoi giorni trafiggendogli il cuore con la spada! Eppure, se avesse avuto un po 'di pazienza, avrebbe ricevuto la consegna delle ceste di pesce!

Nel maggio 1653, un operaio muratore scoprì una vecchia tomba… quella del padre di Clodoveo, morto nel 481! Oltre alle monete d'oro e d'argento trovate, scopre due teschi, una spada di ferro e i suoi accessori, fibbie, anelli e vari oggetti d'oro, nonché il famoso anello del sigillo di Childeric. Tutti questi oggetti vengono portati a Vienna e offerti a Leopoldo I imperatore. Quindici anni dopo, il principe elettore del Sacro Impero Germanico offrì le spoglie e tutto il tesoro rinvenuto a… Luigi XIV! Al ritorno al luogo di origine, purtroppo, nel 1831, tutto fu trafugato, ad eccezione di pochi oggetti ritrovati nella Senna.

Luigi XIII può finalmente diventare re il giorno della morte del maresciallo d'Ancre Concino Concini. Il 24 aprile 1617 riuscì a farlo uccidere dai suoi signori sul ponte del Louvre. Il corpo di Concini è sepolto vicino a Saint Germain’Auxerrois. Ma i parigini sono infelici, non avendo potuto partecipare a questo assassinio. Il giorno dopo, aprono la tomba, tirano fuori il cadavere, lo picchiano. Poi lo trascinano al Pont Neuf, lo legano a una forca, gli tagliano naso, dita, orecchie e "parti vergognose". Alla fine, gli attaccano il cuore cuocendolo sulla brace! I parigini erano impazziti per metà!

La tradizione dell'Aprile dei Pesci risale al… 9 agosto 1564! Prima di questa data, l'anno iniziava il giorno di Pasqua. Essendo la Pasqua una festa mobile, si è svolta tra il 22 marzo e il 25 aprile. Ma c'erano occasioni in cui c'erano due giorni di Pasqua nello stesso anno, come nel 1347 il 1 ° aprile e di nuovo il 20 aprile. In ricordo dei tempi antichi, alcuni hanno continuato a fare i regali di Capodanno il 1 aprile, ma aggiungendo bufale .... e poiché era la fine della Quaresima, alcuni ragazzi intelligenti stavano offrendo ... pesce!

François Ier, dopo guerre e varie costruzioni, firmò nel maggio 1539 una nuova "Edit de Châteauregnard" per rifornire le casse dello Stato. Invece di una nuova tassa, immagina una lotteria nazionale basata sul forte principio del Lotto italiano. I gioielli sarebbero stati distribuiti tramite lotteria agli acquirenti di biglietti della lotteria. È stato un fiasco completo! Questo editto sarà abbandonato e annullato nel febbraio 1541, appena due anni dopo.

Le prime "bordes" o "bourdeaux" (case specializzate per prostitute) furono create da Carlo V. Infatti, sotto Luigi IX suo predecessore, le prostitute erano state collocate fuori Parigi, ai "margini" della città. Vivevano lì senza igiene, a rischio di contrarre tutti i tipi di malattie. Il re Carlo V costruì quindi queste case intramurali, con un diritto di passaggio all'ingresso e una guardia di turno davanti alla porta per garantire l'ordine e la decenza in questi luoghi.

Philippe Auguste non sopportava più gli odori pestilenziali della Parigi degli anni 1186. Fu il primo a far posare i selciati nelle vie della Città, oltre che nelle piazze, a spese dello Stato. D'altra parte, lascia alle buone cure degli abitanti, pavimentare nelle contrade povere! Quindi costruì i primi mercati coperti di Parigi e molti macellai per rifornire Parigi di carne, poi l'acquedotto di Saint Gervais per portare l'acqua da Romainville e Ménilmontant.

Nell'855, Papa Giovanni VIII sarebbe stato effettivamente una donna! Una brillante studentessa, Jeanne ha preso lezioni di teologia ... vestita da uomo. Ricevuta in curia, i cardinali la eleggono alla morte di papa Leone IV. Incinta, partecipa comunque alla processione dell'Ascensione; ma lungo la strada sente arrivare il bambino ed è costretta a partorire in pubblico… Sarebbe stata condannata a morte sul colpo, il suo corpo legato ai cavalli che la trascinano per tutte le strade di Roma. Alla gente non piace essere "ingannata" ...

Prima dell'anno 595, un assassinio poteva essere convertito in denaro. Per l'omicidio di un vescovo: 400 corone; per un pastore o un aratore: 30 ECU; un gioielliere: 150 ecu. Ma tutto cambiò nel febbraio 595 quando Childeberto, re dei Franchi e figlio di Clodoveo, decretò che qualsiasi assassinio sarebbe stato punito con la pena di morte.

Le arene di Lutèce, distrutto durante le invasioni nell'anno 280, cadde nell'oblio durante la costruzione del muro di cinta nel XIII secolo da parte di Philippe Auguste. Durante i lavori di ampliamento stradale nel 1860, furono riscoperti, ma rapidamente interrati. È grazie a Victor Hugo, che ha scritto una lettera al Consiglio comunale, che si può passeggiare nelle arene di Lutèce dal 1896.

Molte persone vivono in Camere mansardate. Lo devono a Jules-Hardouin Mansart (1646-1708), il primo architetto di Luigi XIV, che per risparmiare spazio e costruire alloggi aggiuntivi, fu il primo ad allestire stanze nell'attico.

Durante la rivoluzione, mancavano i proiettili per alimentare i fucili di fanteria. Così, in primo luogo, fu preso il piombo dai tetti delle chiese e poiché questo era insufficiente, tutte le bare reali da Dagoberto a Luigi XV furono sollevate da questo materiale nell'ottobre 1793.

Alla fine del XIX secolo, fu condotto uno studio per verificare l'igiene dei francesi: il 2% dei ricchi faceva il bagno, il 18% si lavava i piedi a volte, il 52% si lavava otto volte l'anno, il 4% si puliva da solo mani e viso per andare a messa e gli ultimi (24%) conoscevano l'acqua solo se cadevano in una pozzanghera!

Non c'è niente di più elegante di un maxi abito. Ma stendendosi sui marciapiedi, questo capo divenne un vero e proprio nido di germi: così decretarono i grandi medici in un congresso a Roma nel 1900. Due anni dopo attaccarono i corsetti, colpevoli di problemi gastrici, vertebrale e… nevrastenica nelle donne!

Per rallegrare le serate delImperatore Napoleone III, abbiamo dettato. Prosper Mérimée (1803-1870) fu reclutato per scrivere testi sufficientemente difficili secondo gli ospiti. Molti furono sorpresi quando furono annunciati i risultati: Napoleone III avrebbe fatto molto, Alexandre Dumas 24, Mme Metternich 42, il principe di Metternich 6 ... ed Eugenie 62 ... ma aveva un padre spagnolo e una madre irlandese!

François Rabelais (1494-1553), sulla strada per Parigi, non aveva più soldi per pagare l'oste. Ha trovato una buona strada lasciando nella sua stanza un sacchetto di zucchero con la seguente scritta "Poison pour le Roi" ... La guardia è stata chiamata e ha portato Rabelais direttamente nella capitale. Francesco I, che ha molto apprezzato il suo spirito, lo perdonò.

Michelangelo, chiamato a Roma per dipingere il soffitto della Cappella Sistina, impiegò quattro anni per completare quest'opera. Sdraiato su un'impalcatura, dipinse steso, il pennello alla distanza di un braccio, la vernice che gli colava sul viso, strisciando in avanti e ruotando per evitare di spazzolare via la vernice secca. Quando il Papa è venuto a rimproverarlo di andare più veloce, Michelangelo non ha esitato a far cadere barattoli di vernice sulla sua testa!

Sul Il ponte di Alma, costruito da Napoleone III in ricordo della vittoria del settembre 1854, lo Zouave non era solo. In effetti c'erano altre tre statue: un granatiere, un artigliere e un cacciatore. Durante i lavori su questo ponte nel 1970, solo lo Zouave fu preservato e divenne la mascotte dei parigini durante l'ascesa della Senna.

Molti simboli della Repubblica furono distrutti durante il comune nel 1871. È il caso della colonna Vendôme demolita su richiesta di Gustave Courbet (1819-1877) il famoso pittore francese "realista". In seguito ha dovuto pagare per il restauro di questo monumento che aveva soprannominato "la grande rapa".

C'è stato un tempo in cui i gatti erano segni di sfortuna, responsabili della peste. Successivamente, questo animale è stato voluto cacciare i roditori. Ma nel 19 ° secolo, avendo trovato i mezzi tecnici per sbarazzarsi dei topi, il gatto divenne un animale domestico molto ricercato che veniva nutrito. I borghesi hanno così mostrato la loro ricchezza avendo diversi gatti nelle loro case - un lusso che la gente non poteva permettersi.

Molière ha scritto nell'Ecole des Femmes "dal lato della barba c'è l'onnipotenza". Inoltre, tra il 1848 quando Luigi Napoleone fu eletto presidente e il 1944 quando De Gaulle guidò la Francia liberata, tutti i presidenti indossavano barba o baffi o entrambi allo stesso tempo, tranne Adolphe Thiers.

Simbolo della sconfitta francese del 1940, il Linea Maginot fu reinvestito nel 1945 dall'esercito francese, per poi essere definitivamente abbandonato nel 1969, una volta che la Francia avesse acquisito una forza di deterrenza nucleare.

Diogene, un seguace dell'essenziale, viveva in un barile, senza scarpe, con indosso un solo cappotto. Quando ha chiesto la carità pubblica, ha dato l'elemosina alle statue per abituarsi ai rifiuti. Quando morì, avendo chiesto che il suo corpo fosse gettato in un fosso come un cane, ricevette un grandioso funerale. Un superbo cane di marmo adornava la sua tomba.

Bernard Palissy (1510-1589) impiegò 16 anni prima di scoprire il segreto dei vetrai italiani per produrre maiolica smaltata. Per far funzionare il suo forno era venuto a bruciare tutti gli alberi del suo giardino, i suoi mobili e il pavimento della sua casa. Una volta scoperto il segreto, Caterina de Medici gli fornì finalmente la bottega e i forni necessari.

Tra le più grandi scuole private d'Inghilterra, fondate oltre 500 anni fa, Eton's è la fonte della parola "snob". Durante le iscrizioni, a coloro che erano senza nobiltà, venivano assegnate le lettere “S. Nob. Senza nobiltà.

Quattro anni prima che i crociati raggiungessero Gerusalemme nel 1099, ci fu la Crociata dei poveri. Il monaco Pietro l'Eremita inviato da papa Urbano II fu così eloquente che tutto il popolo francese gridò "Dio vuole, Dio lo vuole" e si mise in cammino. Un gran numero morì durante il viaggio e gli ultimi furono massacrati dai turchi entrando in Asia.

Molti uomini di guerra e in particolare i Marescialli dell'Impero hanno una strada o un viale in loro onore a Parigi. Solo il Marchese de Grouchy (1766-1847) non lo fece, indirettamente responsabile della sconfitta di Waterloo.

L'imperatore Tito Flavio Vespasiano ha dato il suo nome alle vespasiennes, le nostre attuali sanisettes. Aveva intrapreso lavori importanti a Roma ea corto di soldi, aveva istituito tasse e prelievi, compresa la tassa sull'urina. Ogni cittadino romano, di fronte a un bisogno pressante, doveva pagare questa tassa ogni volta che venivano utilizzate le latrine pubbliche oi vespasiani.

Prima dell'arrivo di Colbert, la marina francese era inesistente. Nel 1683, alla morte di Colbert, la flotta francese era passata da 18 a 276 navi in ​​23 anni. Ecco come apparivano i corsari, che non costavano nulla allo stato e potevano fare un sacco di soldi.

L'alta colonna di Place Vendôme a Parigi è stata realizzata con i 180 cannoni catturati dal nemico da Napoleone nel dicembre 1805 dopo la battaglia di Austerlitz. Napoleone ha voluto rendere omaggio all'impresa compiuta dal suo esercito.

L'ufficio di Constable era immenso: comando di generali e principi di sangue, responsabile della milizia del re, potere di giustizia, divisione del bottino preso, marcia delle truppe e ricezione delle rese dalle città assediate. Questo ufficio esisteva dal 1218, fu abolito da Luigi XIII nel 1627 e ristabilito da Napoleone I nel 1804.

Napoleone, che trascorse la maggior parte del suo tempo in guerra, fu ferito solo una volta il 23 aprile 1809 a Regensburg. È stato colpito da una pallottola al tallone, è stato curato ed è subito tornato al suo cavallo.

Nel XVII secolo, al termine di una guerra, era consuetudine riportare le bandiere e gli stendardi sottratti al nemico e appenderli nella chiesa di Notre Dame a Parigi. È così che il Duca di Lussemburgo è stato soprannominato "il tappezziere di Notre Dame" avendo preso tante bandiere.

Il re Dagobert, preoccupato per la sua dissolutezza (aveva 3 mogli che erano tutte e 3 regine) voleva redimersi con Dio. Aiutò i poveri e costruì l'Abbazia di Saint Denis.

Nel VI secolo c'era un'usanza famigerata per gli uomini: farsi rasare la testa. Tant'è che quando Frédégonde ha chiesto a Brunehaut se preferiva vedere i suoi bambini morti o rasati, ha ribattuto che preferiva vederli morti piuttosto che tagliati!

In epoca romana c'erano diverse categorie di gladiatori: i "dimachères" con una spada in ogni mano, gli "equestri" a cavallo con un giavellotto, gli "essédaires" su un carro, i "laccatori" con un merletto. per strangolare l'avversario, i "mirmillons" con una spada ricurva e uno scudo ovale e i "retiari" con la loro rete e il loro tridente.

Nerone era noto per essere un grande artista. Una volta stava partecipando a un concorso musicale e musicale in Grecia. Lo vinse insieme a un premio di 1.800 corone. E prima di morire, aveva queste belle parole "quale artista perirà con me"!

L'Inghilterra era franco-normanna nel 1066, quando Guglielmo il Conquistatore la conquistò. Durante i successivi 300 anni, 3 lingue coesistevano nel paese: il francese parlato dall'aristocrazia, le persone che parlavano inglese e il latino usato dal clero.

Chateaubriand e Victor Hugo erano due grandi nomi della letteratura francese. Eppure uno riposa su un'isola bretone vicino a Saint Malo, sotto una lastra senza nome, accessibile solo con la bassa marea, mentre l'altro riposa a Parigi al Pantheon.

"La posta deve passare" era il motto di Jean Mermoz, su ciascuno dei suoi voli. Fu assunto nel 1920 per una missione molto speciale: trasportare la posta tra la Francia e l'Africa. Nel 1920, ci vollero 2 giorni per collegare Parigi a Dakar.

Louis IX aveva creato il Parlamento di Parigi. A volte si sedeva di persona nel suo parlamento, veniva poi installato sotto una tettoia e seduto su 5 cuscini: uno per il sedile, uno per lo schienale, due per i braccioli e uno per i piedi reali.

A Bisanzio, nel 1453, la Mezzaluna sostituì la Croce. Ma tra il 790 e il 1453, 109 governanti si succedettero. 23 sono stati assassinati, 12 sono morti in prigione o in convento, 3 sono morti di fame, 18 sono stati castrati, strizzati, privati ​​del naso o delle mani, 8 sono morti in guerra o per incidente, 34 hanno avuto il privilegio di essere estinti normalmente nei loro letti, gli altri venivano soffocati, avvelenati, strangolati, accoltellati, gettati dalla cima di un muro ...

Per tutto il Medioevo il teatro fu praticato principalmente in un contesto liturgico ed educativo. Si trattava di drammatizzare scene della Bibbia per edificare i fedeli. La maggior parte delle feste dell'anno sono state così commemorate da piccoli spettacoli. L'idea che il teatro sia tornato di moda durante il Rinascimento è quindi uno dei tanti cliché della nostra storia.

Il nome di questo aperitivo viene dal canonico Félix Kir, ex sindaco di Digione e ultimo deputato del Ve Republic a sedersi in tonaca. Trovando l'aligot bordeaux troppo acido, ha deciso di addolcirlo aggiungendo crème de cassis in ragione di 1/3 a 2/3 di questo vino bianco. Ha poi reso popolare questa bevanda offrendola ai suoi ospiti, la "cassava" diventando così il "kir".

Uccidili tutti, Dio riconoscerà i suoi ! Questa famosa frase si riferisce al massacro di Béziers nel 1209, il legato pontificio diede l'ordine di mettere a morte tutti gli abitanti della città, non potendo riconoscere gli eretici catari dai fedeli cristiani. Così frequentemente usata per stigmatizzare la violenza medievale e l'oscurantismo religioso del tempo, questa frase proviene in realtà dall'immaginazione traboccante di un monaco tedesco Césaire de Heisterbach e dalla sua opera: Il libro dei miracoli. Questa famosa frase quindi non si sovrappone a nessuna realtà storica.

"Le Bon Roi Dagobert" è una canzone burlesca composta nel 1750 in onore di Dagoberto e del suo ministro Saint Eloi. Non divenne di moda nell'Ile de France fino al 1814, all'epoca della prima Restaurazione. Ma in realtà, con queste parole i monarchici prendevano in giro Napoleone I che lo fece bandire durante i Cento giorni.

"Les Filles du Roy" sono questi orfani, spesso del nord ovest della Francia, squattrinati e senza futuro, che partirono per la Nuova Francia tra il 1660 e il 1670. Luigi XIV, considerato il loro tutore, pagò loro le spese di viaggio così come la loro dote in modo che possano stabilirsi lì. Erano meno di mille ma il loro impatto sulla demografia della colonia è stato molto importante.

Nel 1645, le "figlie di Notre Dame" erano prostitute vestite con abiti rossi con pizzi falsamente argentati. Erano soliti offrire i loro servizi nelle baie della Cattedrale.

Théophraste Renaudot è all'origine del Mont de Piété in Francia. Il soprannome "Mia zia" deriva dal principe de Joinville, terzo figlio di Luigi Filippo, che ha dovuto lasciare lì il suo orologio a causa dei debiti di gioco. Con sua madre, faceva finta di averlo dimenticato a casa di sua zia!

Maria Antonietta creò un brevetto speciale nel gennaio 1784. Il “Coureur de Vin”, tale è la persona a cui fu attribuita questa carica, e che doveva seguire la regina in tutti i suoi movimenti, portando il pane in un tovagliolo, una bottiglia di vino e del cibo.

Luigi XIV, adolescente e per sbarazzarsi dell'ingombrante governante di Marie Mancini, le regalò una scatola galantemente decorata con nastri di vari colori ... riempita con circa 12 topi! Appena lontano, Madame de Venel è tornata dicendo "è perché non sono rassicurata che pensavo che non avrei dovuto essere lontano dal figlio di Marte".

Marat soffriva di un eczema diffuso che lo costringeva a vivere nell'acqua calmante di una vasca da bagno. Alla sua morte, i fedeli di Marat decisero di imbalsamare il suo corpo per mostrarlo al popolo. Operazione difficile consistente nello sbiancare il viso con grasso, rimodellare le labbra cascanti con gesso, avvolgere le braccia con una tela dipinta per nascondere le ulcere, sollevare le palpebre con una pinzetta. Tutto è stato verniciato ...

"C'est la Mère Michel ..." la canzone è di moda dal 1820. Se i testi sono relativamente recenti, la melodia è più antica poiché era usata per cantare, nel XVII secolo, le lodi del maresciallo de Catinat, uno dei migliori capitani di Luigi XIV, adorato dai suoi soldati.

È noto: il Re cura i pazienti con eccrucos. Accompagnato dal medico, si avvicina ai pazienti, stende il braccio verso il viso, traccia con 2 dita della mano destra, dalla fronte al mento e da un orecchio all'altro, un segno di croce che dice: " il Re ti tocca, Dio ti guarisce ”. Luigi XIV aveva colpito 2.500 pazienti, Luigi XV: 2.000, Luigi XVI: 2.400, Carlo X: 121 pazienti.

Il galateo reale nacque nel 1574 sotto Enrico III. Annoiati in inverno, i carini si sono divertiti in una cerimonia vestendo il re, spruzzandolo di creme, truccandolo. Potrebbero dire: "Oh! Maestà, quanto sei bella! ". Al contrario, il re doveva poter dire ai suoi carini: "Come siete carini e affascinanti, bellezze mie! ". Poi sono stati creati i titoli di Altezza ed Eccellenza!

Il reggente Filippo d'Orleans aveva inventato le 35 ore. Alle 9 del mattino si metteva al lavoro, riceveva ambasciatori, rispondeva ai dispacci o leggeva rapporti fino all'ora di pranzo. Dopo il dessert, ha presieduto un consiglio nel suo ufficio; ma quando suonarono le cinque salutò i suoi ministri, vi lasciò i suoi affari di stato e andò a dedicarsi al piacere.

Signora de Montespan morì nel maggio 1707 a Bourbon-l'Archambault. Le sue interiora, lasciate in eredità alla vicina abbazia, vi vengono portate da un giovane contadino. Infastidito dal cattivo odore, gettò il contenuto del vaso nel fosso dove pochi istanti dopo un branco di maiali stava banchettando.

Madame de Montespan ha trasformato i salotti di Versailles in un serraglio. Il duca di Noailles, nelle sue Memorie diceva: "ha imbrigliato 6 topi a una carrozza in filigrana e si è lasciata mordere dalle sue belle mani, ha anche allevato maialini e capre sotto i pannelli dipinti e dorati del suo appartamento a Versailles. ".

L'ideale della vita per cinico, doveva essere molto rudimentale e usavano solo oggetti essenziali per la loro sopravvivenza. Un giorno, Diogene, che beveva da una ciotola, vide un bambino che beveva l'acqua usando la mano. Diogene ha poi rotto la sua ciotola, che non era essenziale, come aveva appena notato.

Il Cintura di castità, inventato a Venezia, fu venduto per la prima volta alla fiera di Saint Germain da un commerciante di ferramenta all'inizio del XVII secolo. Enrico IV, durante le sue assenze, costrinse la sua amante, la marchesa di Verneuil, sospettata di infedeltà, a indossare questo strumento.

Luigi XIII nacque il 27 settembre 1601. Di costituzione debole e un po 'deficiente, la levatrice “si riempì la bocca di vino e lo sussurrò; alla stessa ora tornava e assaporava il vino offerto ". Héroard, il dottore del re, potrebbe dire: "un bambino alto, molto muscoloso, i genitali intonati al corpo e il sedere tutto peloso".

Il termine va bene proviene dalla Guerra Civile: ogni giorno, lo Stato Maggiore del Nord ha compilato il numero di perdite per settore, in un registro che indicava il numero di uccisi accanto a una K per "Killed", che ha dato 25K 12K ecc. ... I giorni buoni, nei settori buoni, sono quelli in cui non abbiamo avuto morti, cioè 0 K, diventano successivamente OK.

Il " 14 lugliot "corrisponde alla festa della Federazione del 1790 e non alla presa della Bastiglia nel 1789. Festa della commemorazione della presa della Bastiglia, vuole essere la riconciliazione e l'unità di tutto il popolo francese, così come il re . E fu solo il 6 luglio 1880 che il "14 luglio" divenne ufficialmente la festa nazionale francese.

Charles V aveva già l'acqua corrente. Nel suo castello di Vincennes, per lavarsi i denti, si sedette davanti al suo piccolo lavandino, tirò una catena e arrivò l'acqua piovana raccolta in cima al mastio. È possibile visitare il suo piccolo lavandino e le sue latrine le cui pareti sono rivestite per non prendere freddo in inverno.

Nel 1686, incapace di cacciare ancora in seguito all'operazione di fistola, Luigi XIV scomparve nel suo Gabinetto delle curiosità e contemplò le sue medaglie. Nel 1664 non ne aveva. Ma nel 1691 deteneva 7.000 medaglie moderne e 14.000 medaglie antiche.

Il moda che caratterizza l'uomo del Rinascimento - capelli e barba corti - nasce da uno sfortunato incidente accaduto a Francesco I il giorno dellaEpifania 1521. Dopo aver ricevuto un tronco ardente sulla testa, i dottori tagliarono i lunghi capelli del re. Per nascondere le cicatrici, lasciò crescere la barba.

« Io sono lo stato ": Luigi XIV non l'ha mai detto. Ma ha detto “Signori, tutti conoscono le disgrazie prodotte dalle Assemblee del Parlamento. Che cessiamo quelli che sono iniziati sugli editti che ho portato, che voglio che siano eseguiti. Signor primo presidente, vi proibisco di subire qualsiasi assemblea ea nessuno di voi di chiederle ".

Le Prix Nobel de Mathématique n’existe pas : le meilleur mathématicien de l'époque était l'amant de l'épouse d'Alfred Nobel, ce dernier décida donc qu'il n'y aurait pas de prix Nobel de Mathématiques.

A Versailles, point de lieu d'aisance. Si bien que courtisans et visiteurs se soulagent où ils peuvent, rendant l'atmosphère du château irrespirable. Les 274 chaises percées du palais sont réservés aux ducs, princes et princesses. ceux-ci profitent de cette "activité" pour recevoir et discuter entre amis, donnant à la chaise percée le nom de "caquetaire".

Au Moyen Age, au cours des mariages et autres céremonies religieuses, certaines grosses cloches étaient mises en mouvement avec le pied, par des mendiants recrutés pour l'occasion. Ces pauvres recevaient quelques pièces en échange et étaient appelés "clochards".

Il croissants du petit déjeuner doivent leur forme au croissant de lune des ottomans. En 1683, après deux mois de siège, les troupes ottomanes doivent se retirer de Vienne, en Autriche. Les boulangers de la ville inventent alors une viennoiserie en pâte feuilletée pour célébrer cette victoire.

En 1202, Jean, fils d'Henri II d'Angleterre et d'Aliénor d'Aquitaine enlève la fiancée d'un seigneur français. Pour le punir Philippe Auguste lui confisque ses terres en France, Normandie, Anjou, Maine et Poitou. Le prince anglais devient alors Jean-sans-terre.

En 1529, les premiers adeptes de la réforme luthérienne défendent leur foi à la diète impériale de Spire, contre Charles Quint, opposé à leur doctrine. Ceux qui protestent deviendront les protestants.

Au moyen-âge, les impôts appelés "taille des gens de guerre" étaient ponctuels. En 1451, Jacques Coeur, grand argentier du royaume, instaure l'impôt permanent, sans qu'il serve forcément à l'entretien de l'armée. C'est l'impôt moderne en vigueur de nos jours.

Le fameux calendrier maya ne se terminera pas le 21 décembre 2012 comme d'imprudents augures l'annoncent. Il passera tout simplement du 12.19.19.17.19 (le 20) au 13.0.0.0.0 (le 21), comme nous sommes passés du 31.12.1999 au 01.01.2000. L'apocalypse attendra encore un peu.

Le prénom Clovis vient du germanique Chlodweg. Romanisé il devient Clodovicus puis Clouis et enfin Louis, nom porté par dix-huit rois en France et de nombreux français.

De la chute de Rome à l'an mille, les femmes n'étaient l'objet d'aucune considération : on les enlevait, violait, jetait, tuait comme de vulgaires animaux ou objets. Les théologiens pensaient même qu'elles n'avaient pas d'âme ! C'est l'amour courtois chevaleresque, bien que "jeu" rituel masculin, qui a commencé à faire évoluer les mentalités et les rapports hommes/femmes.

L'Abwehr, service de renseignements de l'état-major allemand, fut créé en 1925 et fut en activité jusqu'en 1944. Après l'arrivée au pouvoir d'Adolf Hitler, l’Abwehr s'est régulièrement trouvée en conflit avec les services secrets du parti nazi : le SD et la Gestapo.

Le premier engin spatial à se poser en douceur sur la Lune fut Luna 9 (U.R.S.S.). La capsule se posa sur l'astre le 3 février 1966 et envoya des clichés du sol pendant trois jours.

En exterminant massivement les chats, assimilés au diable rendu responsable des épidémies de peste, les européens du XIVème siècle n'ont fait qu'accroitre largement la diffusion de ce fléau, les rats qui propageaient cette maladie n'ayant plus de prédateurs.

Avant de devenir le célèbre compagnon de Tintin, Milou était le nom du fox terrier de Bonaparte, que ce dernier aurait notamment emmené avec lui durant sa campagne d' Egypte en 1798-1799.

Louis XIV, prénommé à sa naissance Louis-Dieudonné et surnommé par la suite le Roi-Soleil ou Louis le Grand (Saint-Germain-en-Laye, 5 septembre 1638 – Versailles, 1er septembre 1715) est, du 14 mai 1643 jusqu’à sa mort, roi de France et de Navarre, le troisième de la maison de Bourbon de la dynastie capétienne. Louis XIV, a régné pendant 72 ans: il est le chef d'État qui a gouverné la France le plus longtemps et le monarque qui a régné le plus longtemps en Europe.

La guerre de Cent Ans couvre une période de 116 ans (1337 à 1453) pendant laquelle s’affrontent la France et l’Angleterre lors de nombreux conflits, entrecoupés de trêves plus ou moins longues.


Video: Leonidas of Sparta vs Hector of Troy Rome 2 Total War