Espressioni francesi popolari

Espressioni francesi popolari

Espressioni francesi popolari - Dizionario


Vieni a scoprire in questa sezione le origini e la storia delle espressioni popolari più famose. Dal riferimento all'amico di Gesù (Crying like a madeleine) alla durata dei lavori di costruzione di Notre Dame de Paris (Poireauter 107 anni), impara divertendoti grazie al nostro dizionario!

Cerca tra le nostre centinaia di articoli o sfoglia la nostra selezione qui sotto!



Dare la lingua al gatto significa abbandonare una riflessione, riconoscerne l'ignoranza fermandosi a cercare una soluzione a una domanda. In passato si diceva "lancia la lingua al cane". Questa espressione aveva un significato svalutante perché all'epoca "lanciavamo" ai cani solo i resti di cibo.

Bene, ti sbrighi, vero? non ho intenzione di poireauter 107 anni ! Questa espressione ovviamente significa aspettare molto tempo. Ma perché usiamo il numero 107 e non 502 o 406 anni? In effetti, sembra che la costruzione della cattedrale di Notre-Dame de Paris abbia richiesto 107 anni. Ecco da dove verrebbe l'espressione.

Oggi, quell'espressione significa avere un nome difficile da pronunciare o ricordare. La sua origine è piuttosto sorprendente. Viene da un tempo in cui una persona si era persa o doveva chiedere riparo da estranei, era meglio per lei avere un nome che suonava cristiano in modo che qualcuno accettasse di offrirle un posto dove passare la notte. notte.

In tempi di crisi finanziaria o di altra natura, a volte si dice che lo sia la fine dei fagioli, la fine di tutto in un certo senso ... Da dove viene questa espressione? Nel secolo scorso distribuivamo fagioli nei collegi agli studenti quando non sapevamo cosa dare loro come cibo.

"Mettiti in belle lenzuola" significa entrare in una situazione complicata. Le "lenzuola" sono state a lungo designate come "vestiti". In passato si diceva "essere in bellissime lenzuola bianche". Questa espressione descriveva una situazione vergognosa.

Allinea la cipolla significa stare su una sola riga. ma l'espressione non aveva sempre lo stesso significato. All'inizio del XVII secolo, questa espressione significava "prendere un posto dove non si è invitati".

Questa famosa espressione si riferisce alle difficoltà incontrate dai Cavalieri durante le Crociate. Ma l'espressione esatta, "La croce con lo stendardo", avrebbe altre origini. Nel XV secolo capitava spesso che processioni religiose accompagnassero personaggi importanti.

Cammina in fila indianaè andare avanti uno dietro l'altro. Era il latino "lupus" a dare i nomi "leu" e "lou" nell'XI secolo. Due secoli dopo verrà aggiunta una "p" che dona il nostro attuale "lupo". Tuttavia, la forma "leu" sopravvisse fino al XVI secolo.

"Non ti sto lanciando pietre, ma ero sul punto di arrabbiarmi. Linea cult di una famosa commedia, l'espressione"lanciare pietre"significa essere il primo ad accusare una persona. Questa espressione risale all'alba dei tempi. Allude al Vangelo e alla" prima pietra "lanciata contro la donna adultera.

Fai le 400 mossesta avendo una vita sfrenata. Durante la guerra guidata da Luigi XIII contro il protestantesimo, la città di Montauban fu attaccata nel 1621 da 400 colpi di cannone, presumibilmente per piegare gli abitanti che erano per lo più protestanti.

O meglio come una Madeleine con la "m" maiuscola. Perché qui non ci riferiamo affatto alla torta preferita di Proust, ma alla Bibbia. Questo racconta la storia di Maria, dalla città di Magdala, in seguito chiamata Maria Maddalena. Questa donna era un'ex prostituta, che si presentò a Gesù quando seppe che era a Magdala.

Nella mitologia, Medusa era una ragazza molto bella che Nettuno portò via per portarla al tempio di Minerva. Quest'ultimo, sentendosi offeso dalla bellezza di Medusa, la trasformò per vendetta in una creatura vile, con capelli serpenti, denti di cinghiale e ali d'oro.

Perdere la barca oggi significa perdere un'opportunità. Nel XVII e XVIII secolo le "carrozze" erano mezzi di trasporto fluviale le cui partenze e fermate dipendevano da orari precisi.

Non ce la faccio più, sono esausto, lo sono bruciato. Cosa significa la fine del tiro per esprimere questa fatica? Fino al Medioevo il "ruolo" era una sorta di bastoncino d'avorio o di bosso su cui gli antichi attaccavano delle pergamene e che fungeva da libro.


Video: Corso di Francese con Aurélie - Salutare in francese, lezione 1