La storia dell'arte

La storia dell'arte


Dal busto di Nefertiti alla Gioconda, le opere d'arte hanno attraversato i secoli per raccontarci la storia, diventando a volte anche la storia stessa. Pittura, scultura, oreficeria, questo patrimonio è la testimonianza degli uomini che li hanno realizzati e del loro tempo.

Hieronymus Bosch (c. 1450-1516) era un pittore Primitivo fiammingo con un genio singolare, famoso per la sua iconografia fantastica in senso narrativo inesauribile, a volte attribuito a una tradizione popolare, a volte all'alchimia, ma mai lontano dalle preoccupazioni morali e religiose del suo tempo. La sua arte, al crocevia tra Medioevo e Rinascimento, descrive un mondo che è allo stesso tempo terrificante e incantevole, tra paradiso e inferno. Questo genio dall'universo torturato è stato uno degli ispiratori dei pittori surrealisti del XX secolo.


Hieronymus Bosch - Biografia e opere


Più di tre secoli fa, il Commedia francese, con il motto “Simul and Singulis” - stare insieme ed essere te stesso - con un alveare e api come emblema. Diretto da Moliere, tutte le attività e la vita di questa truppa furono inizialmente annotate da La Grange (1635-1692), un fedele amico di Molière. Grazie a lui, conosciamo la sua storia.


Comédie Française - Storia e personaggi famosi

Hieronymus Bosch (v. Questo genio dall'universo torturato è stato uno degli ispiratori dei pittori surrealisti del ventesimo secolo.


Hieronymus Bosch - Biografia e opere

Monna Lisa (Monna Lisa) è un mitico dipinto dipinto da Leonardo DeVinci e l'opera più famosa di tutti i tempi, considerata il simbolo senza tempo dell'arte occidentale. Deve la sua notorietà al fatto che rappresenta il volto di una donna e non una scena religiosa o una natura morta. Presunto ritratto di Monna Lisa, moglie del marchese Francesco del Giocondo, l'opera verrà acquisita da Francesco I e diventerà in seguito il fulcro del Museo del Louvre. Leonardo aveva scritto: "" Non vedi che tra le bellezze umane è il bel viso che ferma i passanti, e non i ricchi ornamenti ...? "


The Mona Lisa - Mona Lisa (Leonardo da Vinci)

La cena del Signore dipinto ad affresco da Leonardo DeVinci tra il 1494 e il 1498 sul muro del refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie a Milano, è, nonostante il suo mediocre stato di conservazione, una delle più famose opere d'arte cristiana. Senza cercare i cosiddetti significati occulti, come il codice Da Vinci, il bestseller del 2003 di Dan Brown che affermava di vedere in San Giovanni Maria Maddalena la moglie nascosta di Gesù, l'opera rimane comunque misteriosa. e affascinante.


L'ultima cena di Leonardo da Vinci (1494-1498)

Dalla metà dell'Ottocento l'ispirazione artistica rompe con l'arte figurativa, i temi antichi e il classicismo: i dipinti di paesaggi naturali di Degas, Monet o Renoir inaugurano la corrente “impressionista”. Successivamente, l'influenza di Paul Cézanne sulla pittura all'inizio del XX secolo è decisiva. Tutti gli artisti affermano di essere lui. Lungi dall'imitarlo, si innovano sempre più velocemente, tanto che nel giro di pochi anni si susseguono più correnti: fauvismo, cubismo ...


Fauvismo e cubismo: la pittura all'inizio del XX secolo

Scoperto intorno al 1901 a Mesopotamia, il Stele in codice Hammurabi è oggi uno dei fiori all'occhiello del Dipartimento di Antichità Orientali del Louvre. Questo blocco di diorite nera alto più di due metri rappresenta nella sua parte superiore Shamash, il dio del sole, che presenta ad Hammurabi un anello che simboleggia il potere legislativo. Al di sotto è incisa una lunga raccolta di sentenze reali considerate esemplari, il “codice di Hammurabi”, il più antico corpus giuridico conosciuto nella sua interezza.


Il Codice di Hammurabi (XVIII secolo a.C.)

“Non c'è dubbio che di tutte le opere moderne e antiche, greche o romane, il David di Michelangelo vince il premio. Una volta visto, diventa superfluo guardare un'altra scultura o l'opera di un altro artista ". Così parlava Vasari del capolavoro scolpito dal 1501 al 1504 dall'illustre Michelangelo, opera ispirata alla Bibbia e all'antichità per esaltare al meglio le virtù civiche della Repubblica Fiorentina.


Il David di Michelangelo: una scultura mitica

Il Venere di Milo è una statua in marmo di Paros che rappresenta la dea Afrodite. Capolavoro del periodo ellenistico, questa è una delle sculture greche più famose. Le incredibili condizioni della sua scoperta furono quasi fatali. Esposto per la prima volta al Louvre nel 1821, la sua bellezza e le sue membra mancanti hanno consacrato la sua fama in tutto il mondo.


Venere di Milo: Afrodite in bellezza (museo del Louvre)

Trovato nella Casa del Fauno a Pompei, dove ha decorato il pavimento di una piccola stanza, la mosaico della battaglia di Issos è ora conservato nel Museo di Napoli. Un'opera magnifica, è diventata anche un classico nell'insegnamento della storia dell'arte per i Sesto, come parte dello studio di Alessandro Magno, perché presenta il re di Macedonia e il suo più famoso nemico, Dario, mentre mostrava le armi usate dal greco, e che portarono alla sua vittoria.


Il mosaico della battaglia di Issos (II secolo a.C.)

Video: La storia dellarte. Intertestualità visiva - Lincei e SNS - 10-5-2018