I massacri del triumvirato (Caron)

I massacri del triumvirato (Caron)

Queste " Massacri del Triumvirato "Si riferisce al triumvirato di Antonio, Ottaviano e Lepido nell'anno 43 aC. D.C., dopo la loro marcia su Roma. È anche un parallelo con il massacro dei protestanti durante le guerre di religione del XVI secolo: il 6 aprile 1561, il Conestabile di Montmorency, Jacques d'Albon de Saint André e il Duca di Guisa formano il Triumvirato - termine dato da il partito protestante - per la fede cattolica al fine di opporsi alla tolleranza religiosa di Caterina de Medici

La lavagna

Quest'opera datata 1566 fu prodotta da Antoine Caron in un unico pezzo, poi divisa in tre pannelli, il tutto formato da circa un metro quindici per quasi due metri. Nel 1939, il marchese de Jaucourt, appartenente a un'ex famiglia protestante dai tempi dei Duplessis Mornay, lo donò al museo del Louvre.

Secondo la storia, questo dipinto è ispirato alle guerre di religione, ma è molto curioso scoprire monumenti antichi e moderni di Roma oltre a sculture!

Devi guardare, analizzare, prenderti il ​​tuo tempo per apprezzare quest'opera dove la simmetria risiede ovunque: colonne, statue, monumenti… anche teste mozzate!

A destra, vediamo l'imperatore Commodo in Ercole, l'Arco di Costantino e la Place du Capitole, la statua equestre in bronzo di Marco Aurelio. A sinistra, l'Apollo del Belvedere, l'Arco di Trionfo di Settimio Severo e la Colonna di Traiano. Sullo sfondo a destra l'Arco di Trionfo di Tito e sulla sinistra il mausoleo dell'Imperatore Adriano, divenuto castello di Sant'Angelo (prigione) e il ponte.

Al centro si possono vedere le gradinate delle terrazze e le arcate circolari del Colosseo. Dietro c'è il Pantheon e la sua cupola.

Questi monumenti sono disposti come in altezza e scendono verso lo spettatore, da balaustre e scale, con un ampio posto in primo piano.

Questo dipinto è come un ricordo della Città Eterna, ma rievoca il lato storico e il massacro delle guerre civili. Le scene di uccisione sono presenti in tutto il dipinto, soprattutto in primo piano, attorno alle tre statue. Un ricordo della grandezza e della decadenza di Roma.

.

I massacri del Triumvirato, Museo del Louvre

Il pittore

Antoine Caron era il pittore ufficiale di Catherine de Médicis, membro della corporazione dei pittori di Parigi, discepolo del Primato che François I aveva invitato in Francia per la costruzione del castello di Fontainebleau.

L'opera prodotta si riferisce alle stragi del giorno di San Bartolomeo, anche se il dipinto è stato dipinto sei anni prima di questi eventi ... è una premonizione?

Questo mostra anche la libertà degli artisti del periodo rinascimentale: libertà di espressione ... perché era necessario osare trascrivere un atto così politico e religioso dovuto alla reggente Caterina de Medici ...


Video: Aymeric Caron sexprime sur la fusillade de Charlie Hebdo: Je suis dévasté #ONPC