Le grandi battaglie

Le grandi battaglie


Da Azio a Waterloo, da Bouvines a Stalingrado, grandi battaglie hanno segnato il destino di uomini e nazioni.

Ecco la storia delle battaglie più famose e degli uomini più o meno ispirati che le condussero, affidando il loro destino a quello delle armi.

Questa corazzata vinta il 21 ottobre 1805 dalla flotta britannica, guidata dall'ammiraglio Nelson sulla flotta napoleonica, comandata dall'ammiraglio Villeneuve e sostenuta dalla flotta spagnola, ebbe luogo al largo del capo di Trafalgar, nel sud della Spagna vicino a Cadice. Ha contrapposto diciotto navi francesi e quindici spagnole contro ventisette navi britanniche. Sottovalutata da Napoleone, stabilì definitivamente il dominio navale del Regno Unito e la sua determinazione a sconfiggere l'imperatore.


Battaglia di Trafalgar (1805)


Il parossismo della crisi che scuote la Repubblica Romana trova il suo culmine sulle coste dell'Epiro, durante il battaglia di azio (2 settembre 31 a.C.) che vede gli eserciti dell'Occidente romano opporsi agli ordini di Ottaviano, futuro imperatore Augusto, e di Agrippa, suo genio militare, agli eserciti d'Oriente comandati da Marco Antonio e la famosa Cleopatra. Da questo confronto nacque nientemeno che l'Impero Romano e seppellì nei fatti il ​​regime repubblicano.


Azio, la più famosa battaglia navale dell'antichità

Il 2 agosto 216 a.C. ebbe luogo la sanguinosa battaglia di Cannes opporre Roma a Cartagine nel contesto della seconda guerra punica. Terribile sconfitta per l'esercito romano, per quanto numericamente superiore, questa battaglia consacrò il generale cartaginese, Annibale Barca, tra i più grandi strateghi militari, la sua tattica viene ancora insegnata in alcune scuole militari.


Battaglia di Cannes, ultima vittoria di Annibale

Il battaglia dei campi catalani fu l'incontro tra due mondi, quello di Attila re degli Unni che guidava le sue formidabili orde attraverso l'Europa occidentale e quello della Gallia gallo-romana, ex territorio dell'Impero Romano. Questa lotta decisiva non ha avuto luogo vicino a Châlons-en-Champagne come racconta la tradizione, ma vicino a Troyes, nel campus del Mauriacus. I campi catalaunici si riferiscono più al mito fondatore che alla realtà; con ogni probabilità, l'esercito unno era più piccolo e molto più composito di quanto la storiografia medievale abbia a lungo sostenuto.


Battaglia dei Campi Catalani (451)

È la storia epica e tragica di una famiglia odiata e poi venerata dai Romani, ancora vittoriosa e finalmente sterminata sul campo di battaglia durante il battaglia di Crémère o 306 Fabii illustrato in una difesa vana, ma eroica... Una storia atipica raccontata da Livio come Dionisio di Alicarnasso.


I 306 Fabiani nella battaglia di Crémère (477 a.C.)

Il battaglia di Crécy, 26 agosto 1346, è il preludio di una lite dinastica che opporrà per più di un secolo i re di Francia e Inghilterra. L'Atto I della Guerra dei Cent'anni, che ebbe l'effetto di un tuono nella cristianità, si svolgerà su un campo di battaglia nel nord della Francia, vicino a Crécy-en-Ponthieu (oggi " hui nella Somme). Primo grande impegno della guerra, questa battaglia franco-inglese si svolge dopo la seconda invasione della Francia da parte del re d'Inghilterra Edoardo III. Sarà l'inizio di una lunga serie di sconfitte per il cavalierato francese.


Battaglia di Crécy (1346)

La battaglia di Bouvines, avvenuto il 27 luglio 1214 nel nord, si oppose all'esercito del re di Francia Philippe Auguste a una coalizione tedesco-fiamminga attorno all'imperatore Ottone IV. L'inaspettata disfatta degli alleati offrirà una brillante vittoria ai Capetingi, che estenderà il dominio reale e consoliderà il suo potere contro i suoi rivali europei. È una delle prime battaglie, come Hastings, dove un sovrano "tenta Dio", cioè corre il rischio di essere macchiato di sangue e di perdere la vita in combattimento. . Bouvines segna anche una pietra miliare nella storia della Francia perché, in seguito a questa vittoria, si sarebbe sviluppato un "sentimento nazionale".


Battaglia di Bouvines (27 luglio 1214)

Molteplici sconfitte, umiliazioni e scontri trovano la loro conclusione al battaglia di Castillon, ultimo impegno di Guerra dei cent'anni dove si gioca il destino dei due grandi regni della cristianità. Nel 1453, tutto ciò che restava del prestigioso impero continentale formato dai Plantageneti erano le illusioni e la ricca Guyenne. Enrico VI d'Inghilterra non ha rinunciato alle sue pretese al trono di Francia e Carlo VII ora desidera cacciarli dal sud della Loira. La piccola città di Castillon spazzerà via più di cento anni di umiliazioni francesi in un giorno.


Battaglia di Castillon (1453)

23 aprile 1014 la battaglia di clontarinfuria vicino a Dublino, tra gli eserciti del re irlandese Brian Boru e gli uomini di Leinster Associato a Vichinghi. Ricordiamo che la vittoria ha reso Brian Boru a eroe nazionale avendo cacciato i vichinghi dall'Irlanda. È davvero quello che è successo? Cosa sono il mito e la realtà? Più di 1000 anni dopo questo episodio fondamentale della storia irlandese, è opportuno tornare alle circostanze della battaglia.


Battaglia di Clontarf (Irlanda, 23 aprile 1014)

Il battaglia di valmy è la prima vittoria militare dell'esercito rivoluzionario francese, ottenuta contro un esercito austro-prussiano (rinforzato da emigrati francesi) il 20 settembre 1792. Contro ogni aspettativa, dopo una forte cannonata, una bella arringa di Kellermann nei pressi del famoso mulino di Valmy, alcune brevi scaramucce e una dimostrazione della fanteria prussiana che non ha scosso la risoluzione delle linee francesi, gli alleati si ritirarono dal campo di battaglia. Valmy diventerà un simbolo fondante, la prima vittoria della Francia rivoluzionaria contro la coalizione delle monarchie europee.


Battaglia di Valmy (20 settembre 1792)

Il battaglia di Marignan è una famosa vittoria vinta da Francesco I su un esercito di mercenari svizzeri nel nord Italia, il 13 e 14 settembre 1515. Questo successo militare porterà al giovane re di Francia, cavaliere cavaliere sul campo di battaglia dal signore di Bayard, una grande popolarità e un lusinghiera reputazione di coraggio. Il 1515 è una delle date più ricordate dai francesi quando si parla di storia, a volte aggiungendo Marignan. Tuttavia, questa battaglia merita di essere più conosciuta e inserita in un contesto, anche troppo poco conosciuto: le guerre in Italia. Un'epopea che ha aperto la Francia alle meraviglie dell'Italia e al Rinascimento.


Battaglia di Marignan (13-14 settembre 1515)

Ilbattaglia di Rocroi è una decisiva vittoria francese ottenuta dal giovane duca di Enghien, futuro principe di Condé, sugli eserciti spagnoli il 18 e 19 maggio 1643, davanti alla roccaforte di Rocroi. Filippo IV di Spagna, volendo sfruttare la scomparsa di Richelieu progettò di invadere quest'ultimo. I 26.000 eserciti spagnoli dei Paesi Bassi assediarono Rocroi il 10 maggio, al fine di investire il posto prima di marciare su Parigi. Gli eserciti francesi sotto il comando del duca di Enghien, si impegnarono con successo a liberare la città assediata. La fanteria spagnola perse la reputazione di invincibilità in questa battaglia, il cui impatto fu enorme.


Battaglia di Rocroi (1643)

La guerra di successione spagnola infuria dal 1704, ma si concluderà con l'ultima grande vittoria francese, il 24 luglio 1712 durante il battaglia di denain. Un semplice combattimento in quattro-cinque ore di tempo, un modello di strategia ammirato nelle scuole militari, che ha avuto notevoli risultati: questa vittoria consente finalmente la firma del trattato di pace di Utrecht nell'aprile 1713 e disegna il confine settentrionale di La Francia, come è più o meno adesso.


Battaglia di Denain (24 luglio 1712)

Questa corazzata vinta il 21 ottobre 1805 dalla flotta britannica, guidata dall'ammiraglio Nelson sulla flotta napoleonica, comandata dall'ammiraglio Villeneuve e sostenuta dalla flotta spagnola, ebbe luogo al largo del capo di Trafalgar, nel sud della Spagna vicino a Cadice. Sottovalutata da Napoleone, stabilì definitivamente il dominio navale del Regno Unito e la sua determinazione a sconfiggere l'imperatore.


Battaglia di Trafalgar (1805)

A volte chiamato "Battaglia dei tre imperatori", Austerlitz è il più famoso battaglia di Napoleone Bonaparte, senza dubbio anche il più celebrato, almeno a suo tempo. Una schiacciante vittoria ottenuta nell'anniversario della sua incoronazione a Imperatore dei Francesi, cancellò il disastro navale di Trafalgar e consentì di concludere favorevolmente la guerra della Terza Coalizione. Napoleone non creò mai, tra i suoi marescialli, un duca o un principe di Austerlitz: era la sua vittoria personale, e un formidabile strumento di legittimità del suo potere. Il giorno successivo, l'imperatore si rivolse al suo esercito: " Soldati, sono contento di voi ... Vi basterà dire: ero alla battaglia di Austerlitz, per una risposta: ecco un uomo coraggioso! »


Battaglia di Austerlitz (2 dicembre 1805)

Ha vinto sui Mamelucchi d'Egitto, il Battaglia delle Piramidi Lascerà ai posteri una delle citazioni più famose di Napoleone Bonaparte: “Dall'alto di queste piramidi ti contemplano quaranta secoli di storia! »… Sulle orme di Cesare e Alessandro, il giovane generale lanciò gli eserciti della Repubblica in una folle avventura militare e scientifica nella terra dei Faraoni, occupata dai mitici Mamelucchi… 21 luglio 1798, alle porte del Cairo , la loro mitica cavalleria, considerata la migliore del mondo, viene abbattuta dalla fanteria del corpo di spedizione francese. Storia di un "Azincourt egiziano" ai piedi delle piramidi millenarie.


Battaglia delle Piramidi (21 luglio 1798)

Battaglia decisiva che pose fine ai Cento giorni e all'epopea napoleonica, il battaglia di Waterloo che sigillò la campagna belga determinò il destino dell'Europa fino alla prima guerra mondiale. Waterloo, questa apoteosi di eroismo e tragedia, ha ispirato autori romantici e realisti per tutto il XIX secolo! Ripensiamo a questa campagna, a questa battaglia che portò alla definitiva caduta di Napoleone.


Battaglia di Waterloo (18 giugno 1815)

Nella cultura popolare, la battaglia di Frœschwiller-Woerth è conosciuta come "battaglia di reichshoffen ", Dal nome dei famosi corazzieri cosiddetti" Reichshoffen "che si sacrificarono eroicamente 6 agosto 1870 durante inutili accuse contro un nemico molto più numeroso e potentemente armato, durante la guerra franco-prusiana del 1870. I francesi comandati dal maresciallo Mac Mahon vengono sconfitti e le truppe prussiane si impadroniscono dell'Alsazia e della Lorena.


Battaglia di Reichshoffen (6 agosto 1870)

Il battaglia del Camerone è un episodio fondante della Legione Straniera, che celebra ogni anno questa versione francese "Fort Alamo". Nel 1862, la Francia venne in aiuto dell'imperatore Massimiliano, che impose al trono del Messico. Il 30 aprile 1863, un distaccamento di una sessantina di legionari si distinse a Camerone resistendo a 2.000 messicani. Questo piccolo evento storico nel contesto della spedizione messicana lanciata da Napoleone III ci permette di capire come sia stato essenzializzato dalla Legione al punto da diventare la chiave di volta della sua tradizione.


Battaglia di Camerone (30 aprile 1863)

Il 22 gennaio 1879, l'onnipotente Inghilterra vittoriana subì, ai piedi di una montagna in Sud Africa, uno dei più completi e umilianti sconfitte militari della sua storia durante il Battaglia di Isandlwana. Britannica durante quella che fu la battaglia di Little Bighorn negli Stati Uniti d'America, questa sconfitta fu inflitta a un Regno Unito sicuro della sua forza e superiorità da guerrieri armati principalmente di lance e scudi di pelle. di animali: lo Zulu. All'indomani della morte di Nelson Mandela, diamo uno sguardo indietro a una storia sudafricana segnata da migrazioni e confronti.


La battaglia di Isandlwana (Sud Africa, 22 gennaio 1879)

La battaglia di Gettysburg, che ebbe luogo dal 1 al 3 luglio 1863 a Gettysburg, Pennsylvania, è considerato il punto di svolta della Guerra Civile (1861-1865). I settentrionali conquistarono sul campo di battaglia una vittoria costosa ma decisiva sui meridionali, che ne uscirono definitivamente indeboliti e non riuscirono più a riprendere l'offensiva.


Battaglia di Gettysburg (1863), una vittoria del nord

Il primo battaglia della Marna, consegnato tra il 5 e il 12 settembre 1914, fermò l'avanzata tedesca nella Francia nord-orientale e aprì l'era della "guerra di trincea". Dall'inizio della prima guerra mondiale, l'esercito tedesco ha violato la neutralità belga in applicazione del piano Schlieffen che consisteva nel traboccare la sinistra dell'esercito francese per circondarlo. Il 2 settembre, la cavalleria tedesca era a 25 chilometri da Parigi. I generali Joffre e Gallieni elaborano un piano per rimediare alla situazione e impedire che l'esercito tedesco raggiunga la capitale ...


Battaglia della Marna (settembre 1914)

Il 21 febbraio 1916, il battaglia di Verdun inizia con a diluvio di fuoco che ha schiacciato per ore le linee francesi. È l'inizio di un'offensiva tedesca che mira a "dissanguare" l'esercito francese. La difesa di questa parte del fronte fu presto affidata al generale Pétain, che organizzò il rifornimento al fronte creando la "via sacra", una strada allargata e mantenuta per il passaggio ininterrotto di due file di camion. L'avanzata tedesca sarà bloccata dalla tenacia dei combattenti francesi, a costo di un numero vertiginoso di morti e feriti.


Battaglia di Verdun (21 febbraio - 18 dicembre 1916)

Il battaglia dello jutland è la più grande battaglia navale della prima guerra mondiale, tra le flotte britannica e tedesca, il 31 maggio e il 1 giugno 1916. Mentre la guerra per terra si impantana nelle trincee e poi inferno di Verdun, lo scontro non è ancora avvenuto in mare tra i due rivali europei, l'Impero britannico e l'Impero tedesco. Fu alla fine di maggio 1916, al largo delle coste della Danimarca, che le loro flotte si incontrarono finalmente.


Battaglia dello Jutland, maggio-giugno 1916

Episodio molto omicida, il Battaglia della Somme (1 luglio - 18 novembre 1916) è un punto di svolta nell'impegno britannico nella prima guerra mondiale. Questa prima grande offensiva combinata franco-britannica, sotto il comando del generale Foch e Douglas Haig, non ha, tuttavia, (contrariamente a quanto previsto dallo stato maggiore) ha portato all'avanzata delle truppe alleate sul fronte occidentale.


Battaglia della Somme (luglio-novembre 1916)

Il battaglia di stalingrado, che ha contrapposto gli eserciti tedesco e sovietico tra l'agosto 1942 e il gennaio 1943, è considerato un punto di svolta della seconda guerra mondiale. Diventata un simbolo, questa battaglia è uno degli episodi più significativi della storia militare del XX secolo. Questa lotta titanica in cui i belligeranti impegnarono mezzi considerevoli si concluse con una vittoria decisiva per i sovietici che fermò l'avanzata degli eserciti tedeschi in Unione Sovietica. Una battuta d'arresto pungente per le potenze dell'Asse, è stata una preziosa vittoria psicologica per gli Alleati.


Battaglia di Stalingrado (agosto 1942 - gennaio 1943)

Il battaglia del Mar dei Coralli, che ha avuto luogo 4-8 maggio 1942 tra le forze anglo-americane e giapponesi, è stato un importante scontro navale e aereo della seconda guerra mondiale. I giapponesi, che già controllavano gran parte della regione del Pacifico da Peral Harbour, progettarono di conquistare l'Australia e si posizionarono per prepararsi a questa invasione. In precedenza, l'offensiva giapponese è stata lanciata il 4 maggio nel Mar dei Coralli. Questa battaglia delle portaerei interposte fu un punto di svolta nel corso della guerra perché ostacolò l'avanzata giapponese verso sud.


Battaglia del Mar dei Coralli (maggio 1942)

Il battaglia di metà strada fu una battaglia decisiva per portaerei nella seconda guerra mondiale, che diede agli Stati Uniti la supremazia marittima sul Giappone nell'Oceano Pacifico. Questa battaglia ha avuto luogo dal 3 al 7 giugno 1942 vicino alle Isole Midway, a nord-ovest delle Isole Hawaii. Dall'attacco giapponese a Pearl Harbor e dal bombardamento della flotta britannica a Singapore, i giapponesi hanno acquisito il dominio assoluto dei mari del Pacifico. Una conquista dell'Atollo di Midway da parte dei giapponesi, il primo passo verso le Isole Hawaii, avrebbe significato il ritiro totale delle forze americane dal Pacifico centrale ...


Battle of Midway (3-7 giugno 1942)

L'Operazione Barbarossa era un piano di attacco elaborato da Hitler nel dicembre 1940, con l'obiettivo di invadere l'Unione Sovietica, e la cui attuazione iniziò il 22 giugno 1941. Il fallimento della Luftwaffe contro l'Inghilterra L'anno precedente portò il dittatore nazista ad abbandonare il suo piano di invasione nell'ottobre 1940, ma lo portò a considerare un'altra conquista, ancora più importante, quella dell'URSS. Dal successo o dal fallimento del Barbarossa dipenderà l'esito del conflitto mondiale iniziato nel settembre 1939.


Operazione Barbarossa, scontro tra titani (giugno 1941)

La battaglia di Dien Bien Phu nel 1954 si oppose all'esercito francese e alle forze comuniste vietnamite del Viet-minh nella profonda pianura di Diên Biên Phu, situata nel nord-ovest del Vietnam, vicino al confine con il Laos. Questa battaglia, in cui uscirono vittoriosi i Viet-minh, segnò la fine della guerra d'Indocina (1946-1954), ma anche quella dell'egemonia francese in questa regione. Ha portato, durante gli accordi di Ginevra, alla divisione del Vietnam in due stati distinti.


Battaglia di Diên Biên Phu (1954)

Video: Grandi battaglie - La battaglia di Roma