Francia: nord-ovest

Francia: nord-ovest

Patrimonio e turismo

Scopri i siti turistici del nord-ovest con Histoire pour Tous

Cerca tra le nostre centinaia di articoli o sfoglia la nostra selezione qui sotto!



Il Allineamenti di Carnac contano diverse migliaia di monumenti megalitici, menhir, dolmen e tumuli, risalenti al neolitico e all'inizio dell'età del bronzo. Situato nel Morbihan, Carnac significa "il luogo dove ci sono cumuli di pietre". È un luogo affascinante, sia per la bellezza degli edifici, sia per il mistero irrisolto della presenza di menhir, dolmen e cromlech eretti dall'uomo tra il 5000 e il 3000 a.C. Si ritiene che questi allineamenti siano stati progettati intorno alle albe e ai tramonti nei solstizi invernali ed estivi.

Il più grande castello della Loira, il Castello di Chambord costruito per la gloria di Francesco Ier è composto da più di 400 pezzi e più di 2000 oggetti d'arte. La tenuta simboleggia la passione del re per la caccia e la natura selvaggia. Consacrato monumento nel 1840 e ceduto allo Stato nel 1930, il castello offre una visita eccezionale agli appartamenti reali di Francesco Ier, Luigi XIV, ma anche la Cappella e le terrazze. Nel 2019 si festeggiano 500 anni di Chambord.

Nell'anno 843, Carlo il Calvo (823, 877), ultimo figlio di re Luigi il Pio (778, † 840), raccolse un appello generale di tutti i dignitari del suo nuovo regno, la Francia occidentale. L'incontro si svolge alle Germigny-des-Prés, una città elencata come patrimonio mondiale dell'UNESCO.

L'aître Saint Maclou deriva il suo nome sia dal francese antico aître, che aveva il significato di "cimitero" (dal latino atrio, che designa il cortile interno che precede l'ingresso di una villa romana, da qui per estensione il cimitero situato prima del ingresso alla chiesa) e la parrocchia di Saint Maclou, di cui si trova la chiesa del XV secolo.

Quasi 600 anni dopo il processo per eresia di Giovanna d'Arco, la città di Rouen ha aperto il primo spazio dedicato a questo processo, così come quello della sua riabilitazione nel 1455. Rouen è stata infatti, in passato, la scena del processo a una delle figure emblematiche della storia francese, nonché della sua morte in Place du Vieux-Marché. È nel palazzo arcivescovile, luogo del suo secondo processo, che ilStorica Giovanna d'Arco, progetto guidato da Metropolis Rouen Normandia.

La storia di Domaine d'Harcourt inizia con la storia della Normandia. Nel 911, il trattato di Saint Clair sur Epte fu firmato tra il re di Francia Carlo il Semplice e Rollo, un leader normanno che invase la Francia, dando vita alla Normandia. Secondo la leggenda, Rollo avrebbe ceduto il territorio di Harcourt, composto da terreni agricoli al suo braccio destro, Bernardo il Danese. Fu nell'XI secolo che apparve il primo signore di Harcourt, Anchetil de Harcourt. La storia del castello e della famiglia Harcourt nei secoli sarà strettamente legata a quella del Ducato di Normandia e quindi a quella di Francia. Oggi, il Domaine d'Harcourt è costituito da un castello medievale, un arboreto bicentenario e una foresta.

Doué-la-Fontaine è un comune del dipartimento del Maine-et-Loire situato a sud-est di Angers e a sud-ovest di Saumur. Il territorio è stato occupato sin dal neolitico e si trova all'incrocio di diverse strade romane, in particolare la strada Angers-Poitiers. Durante il periodo carolingio, Doué apparteneva al regno d'Aquitania. Il luogo è indicato come Thedwat o Theoadus, "il guado di Dio" che potrebbe riferirsi a un passaggio d'acqua naturale o ad una fonte antica, nota fin dall'antichità. La regione ha anche molti lavatoi.

Dall'alto del suo sperone roccioso che domina la valle dell'Erve, dietro i suoi bastioni e il suo mastio che sfidò con successo Guglielmo il Conquistatore, si nasconde uno dei I villaggi più belli della Francia, il piccolo città medievale di Sainte-Suzanne. Situato nel cuore di terra d'arte e di storia Coëvrons-Mayenne, è un villaggio ricco di storia ma anche di fascino e carattere. Meta ideale di scoperta storica per la famiglia, può essere anche per gli innamorati sotto lo sguardo benevolo di Santa Suzanne, patrona dei fidanzati.

A partire dal I castelli della Loira, Blois è probabilmente uno dei più originali. Infatti, la sua singolare storia ci permette di scoprire tre distinti stili architettonici: gotico fiammeggiante, rinascimentale e classico. Il castello è anche famoso per il suo notevole scalone, costruito al centro dell'ala di Francesco I durante il regno di quest'ultimo. Residenza dei conti di Blois, poi dei re di Francia da Luigi XII a Enrico III, teatro di eventi decisivi come l'assassinio del Duca di Guisa, è un notevole monumento per affrontare la storia della Francia in tempi difficili come le guerre di religione.

Situato nell'agglomerato di Angers, nel dominio di Pignerolle, il Château-Musée de la communication d'Angers offre dal 1992 una visione educativa e interattiva di la storia dei mezzi di comunicazione. Le innovazioni esposte costituiscono in tutto 1300 dispositivi, compresi tra gli altri apparecchi radiofonici, televisori, telegrafi. Attraverso laboratori interattivi ed estratti di spettacoli d'epoca, puoi scoprire il grandi inventori che hanno fatto la storia dei media.


Video: La marea del secoloin Francia: lo spettacolo a Mont-St Michel e Saint-Malo