Scienziato esplora la connessione tra la Cina della dinastia Shang e le antiche culture peruviane

Scienziato esplora la connessione tra la Cina della dinastia Shang e le antiche culture peruviane


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Le somiglianze nell'arte antica e nei manufatti trovati in Cina e Perù hanno portato alcuni studiosi a suggerire un antico legame tra le due culture. Ora uno scienziato cinese effettuerà test genetici sui resti di antichi cinesi e peruviani per determinare se il Sud America è stato visitato da persone della dinastia Shang a partire dal 1000 a.C. circa.

La dinastia Shang crollò intorno al 1046 a.C. Gli studiosi affermano che i cinesi entrarono in contatto con le popolazioni indigene delle Americhe intorno a quel momento, molto prima che arrivassero gli europei nel 1492 d.C., o prima quando i Vichinghi potrebbero aver sbarcato nell'estremo nord del Nord America intorno al 1000 d.C.

Gli studiosi cinesi affermano che vale la pena esplorare un collegamento perché è possibile riconoscere l'influenza cinese e persino i caratteri in antichi geoglifi, ceramiche, manufatti, tappeti e indumenti dell'antico popolo americano Mochica, Nazca, Paracas e Inca, afferma un articolo su El Comercio.

A sinistra: vaso felino (cultura Moche, 100 – 800 d.C., Perù). A destra: Vaso felino (Periodo degli Stati Combattenti, 481 - 221 a.C., Cina)

Sono state trovate creature con caratteristiche di uccelli, serpenti e gatti raffigurate su manufatti di Shang, l'antica cultura cinese di Sanxingdui e manufatti pre-Inca.

Nella cultura Chavín del Perù “molte delle immagini apparentemente religiose coinvolgono una creatura con una combinazione di caratteristiche umane, di gatto, di uccello e di serpente. La maggior parte ha le zanne e sembra ringhiare e feroce", dice un articolo su GaleGroup.com.

Felino con coda di serpente che stringe tra le zampe una testa di trofeo. Ceramica, cultura Moche, 100-700 d.C., da Huaca de Tantalluc, Perù. ( Wikimedia Commons )

Una creatura che sembra un mix di drago, fenice e serpente si trova su vasi di bronzo dei popoli Shang e Sanxingdui.

“Si dice che quando la dinastia Shang crollò, il principe della dinastia, il principe Yin, lasciò la Cina e si diresse a est con il suo esercito. Gli esperti cinesi affermano che questo gruppo è la scintilla che ha acceso così tante culture delle Americhe, tra cui Chavín e Mochica del Perù", dice un altro articolo, in Peru This Week. Gli esperti cinesi affermano che la fine della dinastia Shang corrispose nel tempo agli inizi delle culture e delle civiltà mesoamericane.

Altri studiosi hanno ipotizzato un legame tra le antiche culture in Cina e quella che oggi è il Sud America. Wang Dayou e Song Baozhong studiano questo campo da 20 anni. Un focus particolare è la cultura Chavin. Nel 2006 hanno visitato Perù, Ecuador e Bolivia per ripercorrere “il viaggio di Yin in Oriente”.

Gli esperti cinesi affermano che alcuni popoli del Sud America hanno sviluppato le loro culture attraverso l'influenza cinese, un'affermazione che potrebbe non essere accolta bene dalle culture dei nativi americani, che sono orgogliosi di pensare a persone che sono arrivate nelle Americhe in epoca preistorica e in seguito hanno sviluppato indipendentemente l'originale e culture e civiltà altamente evolute.

Moche Pot con raffigurazione del drago, simili a quelli visti nell'antica arte cinese, Museo Larco, Perù ( genesispark.com)

Ma alcuni esperti cinesi dicono che i clan che hanno sviluppato culture di Messico e Perù sono discendenti diretti degli Shang, noti anche come i Dinastia Yin . L'ultima fase della dinastia Shang potrebbe aver coinciso nel tempo con la prima fase della cultura Chavin, dice El Comercio. Dicono che potrebbero esserci stati ulteriori contatti tra i popoli dei due continenti dopo che il popolo Shang si sarebbe fatto strada per la prima volta in Perù.

La civiltà Shang era molto avanzata. I re Shang nominavano governatori locali e c'era una classe di nobili. Il lavoro principale della gente era nell'agricoltura, dice l'Enciclopedia Britannica. La gente di Shang aveva strumenti musicali, case di canniccio e fango, ceramiche avanzate, lavorazione del bronzo, intaglio di giada, carri, sculture e dipinti, sepolture elaborate e tipi di scrittura con pittogrammi, idiogrammi e fonogrammi.

"La storia della scrittura in Cina iniziato nel Shang", ha detto a El Comercio lo scienziato cinese Tang Jigen. “ Le ossa dell'oracolo sono la prova che questo è uno dei più antichi sistemi di scrittura del mondo”. Sono state trovate iscrizioni su ossa di animali e gusci di tartaruga, a volte con un pennello.

Le culture dell'antico Sud America erano similmente avanzate, sebbene non siano state trovate prove di sistemi di scrittura per tutte.

Tang è con l'Accademia delle Scienze Sociali. Dice che la sua istituzione finanzierà i test genetici e potrebbero essere eseguiti da laboratori negli Stati Uniti o in Canada. Un legame tra i popoli del Nuovo Mondo e la Cina può essere stabilito in modo definitivo solo attraverso i test genetici, dice Tang.

Immagine in evidenza: copricapo Mochica dorato (1-700 d.C.) che rappresenta una divinità felina con zanne e ornamenti condor. Attestazione: Lyndsay Ruell ( Wikimedia Commons )

di Mark Miller


Parole chiave principali dell'articolo seguente: shang, arte, bronzo, carr, cinese, cina, dinastia, cite, ke, pagina:, età.

ARGOMENTI CHIAVE
Cita questa pagina: Carr, K.E. Arte cinese della dinastia Shang - Cina dell'età del bronzo. [1] La dinastia Shang Houmuwu Ding è il pezzo di bronzo più pesante trovato finora in Cina. [2] Verso la fine della dinastia Shang, intorno al 1200 aC, la gente iniziò a scrivere messaggi su questi vasi e coppe di bronzo usando i primi pittogrammi cinesi. [1] La fusione e la ceramica cinesi in bronzo avanzarono durante la dinastia Shang, con il bronzo tipicamente usato per oggetti ritualmente significativi, piuttosto che principalmente utilitaristici. [2] La dinastia Shang ( / ʃ ɑː ŋ / cinese : 商朝 pinyin : Shāng cháo ) o dinastia Yin ( / j ɪ n / 殷 代 Yīn dài ), secondo la storiografia tradizionale, regnò nella valle del Fiume Giallo nel secondo millennio aC, succedendo alla dinastia Xia e seguita dalla dinastia Zhou. [2] Smith, Howard (1961), "Chinese Religion in the Shang Dynasty", International Review for the History of Religions, 8 (2): 142-150, doi: 10.1163/156852761x00090, JSTOR 3269424. [2]

Vengono fornite date contrastanti per la dinastia Shang, ma la maggior parte degli storici concorda sul fatto che probabilmente governarono tra il 1600 a.C. e 1046 a.C. L'arte della dinastia Shang si presenta principalmente sotto forma di oggetti in bronzo e ossa di oracoli. [3] Anche l'arte della dinastia Shang era costituita da pietra, ceramica e materiali preziosi come la giada. [3]

La dinastia Shang è considerata la seconda dinastia a governare in Cina. [3] Probabilmente durante la dinastia Shang, anche i nomadi indoeuropei portarono in Cina il tornio da vasaio. [1]

Prima del ventesimo secolo, gli storici erano incerti se gli Shang fossero una vera dinastia, ma gli archeologi hanno scoperto il loro passato artistico che non solo dimostra l'esistenza degli Shang, ma è anche servito a spiegare questo primo popolo cinese. [3] Legge, James (traduttore) (1865), "The Annals of the Bamboo Books: The Dynasty of Shang", The Chinese Classics, volume 3, part 1, pp.128-141. [2]

L'arte della dinastia, in particolare le sue ossa oracolari (frammenti di osso o guscio di tartaruga contenenti caratteri Shang usati per scopi divinatori) testimoniano aspetti specifici della civiltà come i suoi rituali di sacrificio umano e il culto degli antenati. [3] Gli storici cinesi erano abituati all'idea di una dinastia successiva all'altra e identificarono prontamente i siti di Erligang ed Erlitou con le prime dinastie Shang e Xia delle storie tradizionali. [2] Fin dal c. 1500 aC, la prima dinastia Shang si dedicò alla produzione su larga scala di vasi e armi in bronzo. [2] I bronzi rituali risalenti alla dinastia Shang sono tra gli oggetti più ricercati dell'antichità. [3] Fin dai Registri di Imperatori e Re di Huangfu Mi (III secolo d.C.), è stato spesso usato specificamente per descrivere la seconda metà della dinastia Shang. [2] La sua scoperta nel 1899 da parte dei paleografi che seguivano le tracce dei ladri di tombe aprì la strada alla verifica dei resoconti tradizionali della dinastia Shang e al primo esame scientifico della prima civiltà cinese. [4]

Poiché molti storici si chiedono se la dinastia Xia sia realmente esistita, la dinastia Shang potrebbe essere stata effettivamente la prima in Cina e l'origine di quella che è stata riconosciuta come cultura cinese. [5] La dinastia Shang regnò in Cina per quasi 500 anni, a partire dall'XI secolo a.C. Era conosciuto solo dalla letteratura cinese e si pensava fosse un mito fino a quando i ritrovamenti archeologici del XX secolo ne hanno dimostrato l'esistenza. [6]

Durante la dinastia Shang (c.17501045 aC), furono create alcune delle opere d'arte più straordinarie della Cina con i suoi bronzi rituali. [7] Jia di bronzo, dinastia Shang (XVIII-XII secolo a.C.) nella William Rockhill Nelson Gallery e nel Mary Atkins Museum of Fine Arts, Kansas City, Missouri. [8]

Dinastia Shang - Enciclopedia di storia antica Dinastia Shang Emily Mark La dinastia Shang (c.1600-1046 a.C.) fu la seconda dinastia della Cina che successe alla dinastia Xia (c. 2700-1600 a.C.) dopo il rovesciamento del tiranno Xia Jie da parte del Capo Shang, Tang. [5] La dinastia Shang della Cina organizzò la propria società con una piramide di classi sociali che andava dal re e famiglia regnante ai nobili, poi agli artigiani, mercanti e commercianti, seguiti dai contadini e infine dagli schiavi. [6] Regno del grande imperatore Wu Ding della dinastia Shang in Cina. [5]

Oltre al bronzo, si possono trovare esempi del primo sistema di scrittura cinese su ossa oracolari, un altro tipo di artefatto caratteristico della dinastia Shang. [9] Al tempo delle dinastie Zhou e Qin, la cultura cinese era già formata, quindi se si esclude la dinastia Xia come un'invenzione politicamente motivata di storici successivi, si deve concludere che la dinastia Shang è responsabile delle fondamenta della cultura cinese e civiltà. [5] Sebbene preceduta dalla dinastia Xia, la dinastia Shang è la prima dinastia cinese la cui esistenza è ben supportata da documentazione e manufatti. [6] Fuhao, la prima donna ad apparire nella storia scritta cinese, comandò un esercito di 10.000 soldati durante la dinastia Shang. [9] La dinastia Shang emerse nel XVII secolo a.E.V. come la prima vera dinastia cinese. [9] La dinastia cinese Shang sposta la sua capitale a Yin (l'odierna Anyang). [5]

La prosperità e la stabilità della dinastia Shang non solo produssero una fiorente economia e grandi opere d'arte, ma permisero anche lo sviluppo del pensiero e dei rituali religiosi. [5] La dinastia T'ang vide anche l'ascesa della grande arte della pittura paesaggistica cinese. [7] L'arte della ceramica cinese seguì in una certa misura lo sviluppo della pittura, raggiungendo la sua massima perfezione nella dinastia Sung e la sua estrema elaborazione tecnica e stile decorativo nei Ming. [7]


Al tempo della dinastia Shang (c. 1523� a.C.), gli artigiani nativi erano abili nella fusione del bronzo e nella realizzazione di sculture in giada, molte delle quali sono sopravvissute come corredi funerari. [7] Oltre alla lavorazione del bronzo, gli artigiani della dinastia Shang erano anche esperti nella lavorazione della pietra, in particolare della giada. [5] La stabilità del paese durante la dinastia Shang portò a numerosi progressi culturali come la fusione industriale del bronzo, il calendario, i rituali religiosi e la scrittura. [5] Bell'esempio di recipiente per versare il vino cerimoniale in bronzo della tarda dinastia Shang. [10] La dinastia Shang fu sostituita dalla dinastia Zhou (1046-226 a.C.) che iniziò a dissolversi nei suoi ultimi anni nella fase nota come Periodo degli Stati Combattenti (476-221 a.C.). [5] Dal momento in cui le ossa di oracolo e i gusci di tartaruga iscritti (la più antica scrittura esistente in Cina) furono usati per la divinazione durante la dinastia Shang (c. 1600-1046 a.C.), la calligrafia è stata associata alla comunicazione spirituale ed è stata vista in termini di sintonizzazione spirituale dello scrittore. [11] Il pensiero religioso non può svilupparsi quando si è preoccupati per la propria sicurezza o famiglia, e quindi, questa è un'ulteriore prova della stabilità della dinastia Shang e della validità dei documenti successivi che affermano che fu un periodo di grande felicità e prosperità per la gente. [5] Il popolo della dinastia Shang viveva della terra e, con il passare del tempo, si stabilì permanentemente nelle fattorie invece di vagare come nomadi. [9] La dinastia Shang non solo sviluppò il culto degli antenati, ma anche il legame tra il popolo e il re e il re e gli dei. [5] Il popolo della dinastia Shang era organizzato in una piramide di classi sociali che aveva il re e la famiglia regnante in cima, seguiti da nobili proprietari terrieri, quindi artigiani, commercianti e mercanti. [6] L'ultimo re della dinastia Shang, Shang Chou, era un uomo crudele noto per i suoi metodi di tortura. [9] Colati in stampi, questi vasi sacrificali mostrano sviluppi stilistici che hanno avuto inizio con i primi bronzi a Erh-li-tou e hanno raggiunto il loro apice ad Anyang, la capitale Shang, dove gli scavi hanno portato alla luce numerosi vasi rituali in bronzo che indicano un cultura della dinastia Shang nel II millennio. [7] Se si accettano gli Xia come realtà storica, allora fu ancora durante la dinastia Shang che si svilupparono gli aspetti più importanti della cultura. [5] Uno dei motivi per cui il posto della dinastia Xia nella storia è messo in dubbio dagli storici moderni è che non c'è modo di dire veramente se le città assegnate agli Xia non siano in realtà i primi Shang perché la dinastia Shang ne ha costruite così tante. [5] Durante la dinastia Shang un uomo di nome Wan-Nien misurava il tempo nell'arco di un anno misurando le ombre durante il giorno usando una meridiana e un orologio ad acqua. [5] Il lavoro in seta e altri materiali tessuti era di altissima qualità, come risulta evidente dall'abbigliamento dei corpi accuratamente conservati dalle tombe della dinastia Shang. [5] Gli studiosi oggi discutono sull'inizio della dinastia, con opinioni che vanno dalla metà del XVIII alla metà del XVI secolo a.E.V. Indipendentemente dalle date, un evento più di ogni altro segnò l'avvento della dinastia Shang: l'età del bronzo. [9]

L'età del bronzo cinese era iniziata nel 1700 a.C. nel regno della dinastia Shang lungo le rive del Fiume Giallo nel nord della Cina. [12] Al centro della collezione, che abbraccia più di 3.000 anni, ci sono bronzi cinesi arcaici, risalenti alla dinastia Shang (1600-1100 a.C.) fino alla dinastia Han, che durò dal 200 a.C. circa al 220 a.C. ANNO DOMINI. "Hanno una presenza magnifica, sono molto imponenti", dice Hunt. [13] La dinastia Shang (1600� a.C.) fu la seconda delle tre antiche dinastie cinesi, preceduta dalla dinastia Xia e seguita dalla dinastia Zhou. [14] C'è una leggenda sulla battaglia di Muye nel 1046 aC, combattuta tra i 50.000 soldati dell'antica dinastia cinese Zhou e 700.000 della dinastia Shang. [15] Ora uno scienziato cinese effettuerà test genetici sui resti di antichi cinesi e peruviani per determinare se il Sud America è stato visitato da persone della dinastia Shang a partire dal 1000 a.C. circa. [15] La dinastia Shang crollò intorno al 1046 a.C. Gli studiosi affermano che i cinesi entrarono in contatto con le popolazioni indigene delle Americhe intorno a quel momento, molto prima che arrivassero gli europei nel 1492 d.C., o prima quando i Vichinghi potrebbero aver sbarcato nell'estremo nord del Nord America intorno al 1000 d.C. [15]

Nel 1928 iniziarono i primi scavi scientifici di un antico sito cinese ad Anyang, l'ultima capitale della dinastia Shang. [12] La dinastia Shang fu l'apice della tratta della schiavitù tra le tre antiche dinastie cinesi. [14] Gli esperti cinesi affermano che la fine della dinastia Shang corrispose nel tempo agli inizi delle culture e delle civiltà mesoamericane. [15] I vasi in bronzo prodotti con sofisticate tecniche di fusione e intricati disegni da artigiani cinesi della tarda dinastia Shang (c. 1700-c. 1050 a.C.) sono risultati senza rivali da qualsiasi altra cultura dell'età del bronzo. [16] La dinastia Shang fu la prima dinastia cinese con documenti scritti. [17]

Le prime testimonianze di scrittura in Cina risalgono alla dinastia Shang. [18] C'è una dinastia semi-mitologica prima di essa, ma da un punto di vista archeologico si potrebbe sostenere che la dinastia Shang sia stata la prima dinastia della Cina. [15] "Si dice che quando la dinastia Shang crollò, il principe della dinastia, il principe Yin, lasciò la Cina e si diresse a est con il suo esercito. [15] Cina antica: genitori e insegnanti della dinastia Shang: aiuta i Duckster seguendoci su o. [17]

Questo ha intensificato i conflitti in tutto il regno e l'impero è stato infine rovesciato da Wu (capo della tribù Zhou), ponendo fine al lungo regno della dinastia Shang nella storia cinese. [19]

"La storia della scrittura in Cina è iniziata negli Shang", ha detto a El Comercio lo scienziato cinese Tang Jigen [15] Gli Shang sono stati la prima dinastia cinese a inventare la scrittura e ad avere una storia documentata. [17] Gli Shang governarono dal 1600 aC circa al 1046 aC. Alcuni storici considerano gli Shang la prima dinastia cinese. [17] Alcuni esperti cinesi affermano che i clan che hanno sviluppato le culture del Messico e del Perù sono discendenti diretti della dinastia Shang, nota anche come dinastia Yin. [15]

La leggenda della fondazione della prima dinastia cinese dimostra l'importanza del bronzo per gli antichi cinesi: dopo che il re Yu degli Xia mise sotto controllo le inondazioni primordiali, intorno al 2200 a.C., divise la sua terra in nove province e ebbe nove ding ( calderoni di cibo) espressi per rappresentarli. [12]

Le tombe scavate nella roccia trovate nel nord della Cina sono tra i primi esempi di arte buddista cinese. [18] I curatori di musei in Cina, come Gao Minglu, e critici come Li Xianting (栗宪庭) hanno rafforzato la promozione di particolari marchi di pittura appena emersi e hanno diffuso l'idea dell'arte come una forte forza sociale all'interno della cultura cinese. [20] Dopo l'istituzione della Repubblica Popolare Cinese nel 1949, il Partito Comunista Cinese prese il pieno controllo del governo e istituì l'Accademia Centrale di Belle Arti e l'Associazione degli Artisti Cinesi per dirigere la politica artistica. [20]

In conseguenza dell'apertura della dinastia alle influenze straniere, e dei rinnovati scambi con la cultura indiana dovuti ai numerosi viaggi di monaci buddisti cinesi in India dal IV all'XI secolo, la scultura buddista della dinastia Tang assunse una forma classica, ispirata all'arte indiana del periodo Gupta. [20] Anche l'arte cinese di piegare la carta ebbe origine durante la dinastia Han, sviluppandosi in seguito in origami dopo che i monaci buddisti introdussero la carta in Giappone. [20]

Altre informazioni sullo Shang provengono da antichi storici cinesi come Sima Quian della dinastia Han. [17] I bronzi Shang divennero apprezzati come opere d'arte durante la dinastia Song (960 - 1279 d.C.), quando furono raccolti e apprezzati non solo per la loro forma e design, ma anche per le varie patine verdi, blu-verdi e persino rossastre create dall'azione chimica mentre giacevano sepolti nel terreno. [20]

La fusione del bronzo cinese e la ceramica furono entrambe avanzate durante la dinastia Shang, con il bronzo comunemente usato per l'arte piuttosto che per le armi. [21]

Vaso da vino rituale in bronzo della dinastia Shang (Yin), risalente al XIII secolo a.E.V. [20] Nella nostra vendita del 7 novembre a Londra abbiamo una serie di bronzi arcaici della dinastia Shang, inclusi due vasi di vino rituali in bronzo (sopra) - nelle forme Jue e Gu. [13] Vaso da vino rituale in bronzo, jue, dinastia Shang (1600-1100 a.C.). 8⅜ in (21,3 cm) di altezza. [13]

Quando la dinastia Xia cadde, i "nove ding", chiamati anche "Bronzi di buon auspicio dello Stato", passarono alla dinastia Shang e, a loro volta, agli Zhou quando conquistarono gli Shang. [12] Originariamente una tribù che viveva nelle regioni inferiori del Fiume Giallo durante la dinastia Xia (21° - 17° secolo a.C.), la dinastia Shang fu fondata dal re Tang nel 1675 a.C. dopo aver rovesciato il dominio tirannico di Jie, (ultimo imperatore di Xia) . [19] Cheng Tang sconfisse il malvagio re Jie degli Xia per dare inizio alla dinastia Shang. [17]

L'ultima fase della dinastia Shang potrebbe aver coinciso nel tempo con la prima fase della cultura Chavin, dice El Comercio. [15] È incredibile per me che la storia orale sia riuscita a preservare l'idea che ci fosse una dinastia Shang per così tanti anni tra i tempi Shang e oggi. [18] Nella successiva dinastia Shang (商朝) o dinastia Yin (殷代) (ca. 1600 - ca. 1100 a.E.V.), furono realizzati oggetti più elaborati, inclusi molti vasi rituali. [20] A Yin Xu (Yin Yuins) nel villaggio di Xiao Tun della città di Anyang, gli archeologi hanno scoperto strumenti musicali della dinastia Shang tra cui: Xun (ocarina fatta di argilla cotta), tamburi e piatti di rame. [19] Dinastia Shang, XII secolo a.C. Dalla tomba n. 5, Anyang, provincia di Henan. [12] Le prime prove archeologiche conclusive della dinastia Shang iniziarono a essere portate alla luce nel ventesimo secolo. [18] Gettate sulla superficie di una nave, queste iscrizioni apparvero per la prima volta durante l'ultima dinastia Shang come un'identificazione concisa del proprietario della nave o dell'antenato a cui era dedicata. [12] La maggior parte delle informazioni che sappiamo sulla dinastia Shang provengono dalle ossa oracolari trovate a Yin. [14]

Una delle prime rappresentazioni conosciute di un paesaggio nell'arte cinese proviene da una coppia di pannelli di porte di piastrelle cave provenienti da una tomba della dinastia Han occidentale vicino a Zhengzhou, datata 60 a.E.V. Lo zigzag delle linee che rappresentano le strade ei muri dei giardini trasmette una scena di continua profondità di fondo, dando l'impressione di guardare dall'alto di una collina. [20]

Antichi bronzi e giade cinesi includono pezzi celebri come un vaso da vino hu della dinastia Shang (XVI secolo-1046 a.E.V.) e un disco di giada rituale del III secolo a.E.V. [22] Recipiente per il vino rituale (hu), cinese, XII-XI secolo a.E.V., dinastia Shang (ca. XVI secolo-1046 a.E.V.). [22]

Qui confrontiamo l'antico pezzo cinese con diverse raffigurazioni di dinosauri lambeosaurini selezionati per assomigliare più da vicino alla postura e alla posizione della giada, pezzo della dinastia Shang. [23] La dinastia Zhou (1046-256 a.C.) fu una dinastia cinese che seguì la dinastia Shang e precedette la dinastia Qin. [21] Tutti e tre avevano creste rivolte all'indietro simili alla cresta/corno raffigurata dall'artista cinese della dinastia Shang tra il 1766 a.C. e il 1122 a.C. [23]

I riferimenti agli spettacoli teatrali in Cina risalgono al 1500 aC durante l'era della dinastia Shang. [24] Ossa di oracolo: pezzi di conchiglia o osso, normalmente da scapole di bue o piastroni di tartaruga, usati per la scapulimanzia - una forma di divinazione - nell'antica Cina, principalmente durante la tarda dinastia Shang. [21]

Durante la dinastia Qing (1644-1911), anche la crescente influenza straniera in Cina si fece strada sulla tela, ma le pennellate audaci e i soggetti tradizionali scelti da artisti come Xu Peiheng (che aveva studiato in Europa 1893-1953) illustravano che i cinesi gli artisti non avevano abbandonato del tutto le proprie radici. [25] Sebbene il ferro sia stato introdotto in Cina durante la dinastia Zhou, questo periodo ha prodotto quello che molti considerano lo zenit del bronzo cinese. [21]

Tra le forme praticate dai cinesi c'erano la calligrafia, la pittura, la ceramica, la scultura, i tagli di carta, le arti dei metalli e le arti popolari. Durante il primo secolo (il dominio della dinastia Tang) si svilupparono in Cina forme d'arte uniche come i tagli di carta. [24] Le arti continuarono a fiorire durante la dinastia Song, e Su Dongpo (1037-1101 d.C.), un tempo governatore di Hangzhou, è forse il più famoso di tutti i poeti cinesi, ed era anche un abile calligrafo, pittore e politico . [25] La, la dinastia Qin, la dinastia T'ang, la dinastia Zhou e la dinastia Han hanno tutte contribuito all'antica arte cinese con ogni dinastia con il suo stile unico che ha continuato a evolversi col passare del tempo (Watson W. 1995). [24] Uccelli e fiori erano gli altri temi principali della natura in Cina (antica arte cinese). [24]


La dinastia Shang, nota anche come dinastia Yin secondo la storiografia tradizionale, regnò nella valle del Fiume Giallo nel secondo millennio a.C. Si stima che gli Shang siano succeduti alla precedente dinastia Xia dal 1766 al 1556 a.C. circa e governarono fino alla successiva dinastia Zhou, intorno al 1122-1046 a.C. [21] Già intorno al 1500 a.C., la prima dinastia Shang si dedicò alla produzione su larga scala di vasi e armi in bronzo. [21] La lavorazione del bronzo di Zhou prese in prestito pesantemente dalla precedente dinastia Shang, come dimostrato dalla pratica di fondere iscrizioni in vasi di bronzo e dal design dei vasi stessi. [21]

Resti di insediamenti dell'età del bronzo del periodo Shang sono stati trovati anche su una vasta area della Cina settentrionale e centrale. [4] Anche ad Anyang furono rinvenute conchiglie di ciprea, suggerendo il commercio con gli abitanti della costa, ma c'era un commercio marittimo molto limitato nell'antica Cina poiché la Cina fu isolata da altre grandi civiltà durante il periodo Shang. [2]

Secondo i Registri, gli Shang trasferirono la loro capitale cinque volte, con il trasferimento finale a Yin durante il regno di Pan Geng che inaugurava l'età d'oro della dinastia. [2] In Giappone e Corea, gli Shang sono ancora indicati quasi esclusivamente come dinastia Yin (In). [2] Alcuni membri sopravvissuti della famiglia reale Shang cambiarono collettivamente il loro cognome dal nome ancestrale Zi (子) al nome della loro dinastia caduta, Yin. [2]

Durante la dinastia Song (960-1279 d.C.), gli antiquari raccolsero vasi rituali in bronzo attribuiti all'era Shang, alcuni dei quali recavano iscrizioni. [2] Con oltre 200 vasi rituali in bronzo e 109 iscrizioni del nome di Lady Fu Hao, Zheng Zhenxiang e altri archeologi si resero conto di essersi imbattuti nella tomba della consorte più famosa del re Wu Ding, Fu Hao, menzionata nel 170-180 nell'oracolo Shang iscrizioni ossee, e che era anche rinomato come generale militare. [2] Gli Shang avevano un sistema di scrittura completamente sviluppato, conservato su iscrizioni in bronzo e un piccolo numero di altri scritti su ceramica, giada e altre pietre, corno, ecc., ma soprattutto su ossa di oracoli. [2] Gli oggetti in bronzo e in ceramica presentano spesso i disegni geometrici per cui sono noti gli Shang. [3] A differenza degli Shang, non ci sono prove note che la cultura Sanxingdui avesse un sistema di scrittura. [2] Molti clan Shang che migrarono a nord-est dopo il crollo della dinastia furono integrati nella cultura Yan durante il periodo Zhou occidentale. [2] I nemici occidentali degli Shang, come gli Zhou, iniziarono a usare un numero limitato di carri in battaglia verso la fine del periodo Shang. [2] Dopo la morte di Zhou Wu, gli Shang si unirono alla Ribellione delle Tre Guardie contro il Duca di Zhou, ma la ribellione fallì dopo tre anni, lasciando Zhou al controllo del territorio Shang. [2]

Molte tombe reali Shang erano state scavate e devastate dai tombaroli nei tempi antichi, ma nella primavera del 1976, la scoperta della Tomba 5 a Yinxu ha rivelato una tomba non solo indisturbata, ma una delle tombe Shang più riccamente arredate che gli archeologi si erano ancora imbattuti. [2] Anche la calligrafia degli Shang era estremamente ben sviluppata per una civiltà così antica e spesso decorava tombe e oggetti artistici. [3] Gli scavi presso le rovine di Yin (vicino all'odierna Anyang), che è stata identificata come l'ultima capitale Shang, hanno portato alla luce undici importanti tombe reali e le fondamenta di palazzi e siti rituali, contenenti armi da guerra e resti di entrambi gli animali e sacrifici umani. [2] Il tardo stato Shang di Anyang è quindi generalmente considerato la prima civiltà verificabile nella storia cinese. [2] Lì, registrata su ossa oracolari, la documentazione scritta per la prima volta è ricca, archivistica e di ampio respiro riguardo alle attività del governo teocratico Shang. [4] Alla fine dei tempi degli Shang, a volte essi stessi portavano brevi iscrizioni dedicatorie che fornivano il nome del tipo di vaso, il patrono e l'antenato a cui era dedicato il vaso. [4]

La dinastia Han orientale ha conferito il titolo di Duca di Song e "Duca che continua e onora lo Yin" (殷紹嘉公) a Kong An (孔安 (東漢)) perché faceva parte dell'eredità della dinastia Shang. [2] I primi esempi di vasi di bronzo furono portati alla luce a Erlitou (二里头), vicino alla moderna città di Luoyang nella provincia di Henan, che potrebbe rappresentare o meno la prima capitale chiamata Shang, Bo (亳), se non ancora prima Sito della dinastia Xia. [4]

A Erligang (二里岗), nell'area di Zhengzhou nella provincia di Henan, sono state trovate tracce di una città murata che potrebbe essere stata la capitale del medio Shang, chiamata Ao (隞). [4] I vasi di bronzo non venivano fusi con il processo a cera persa (usando uno stampo in cera), come si supponeva in precedenza, ma in stampi in sezione, i cui quantitativi sono stati trovati nei siti di Shang. [4] Sorprendentemente, forse, i vasi di bronzo non sono stati discussi nelle iscrizioni sulle ossa dell'oracolo Shang. [4] Le iscrizioni sulle ossa dell'oracolo suggeriscono che gli Shang usassero i carri nelle cacce reali e in battaglia solo come veicoli di comando mobili. [2] Recenti ritrovamenti archeologici hanno mostrato che il tardo Shang usava cavalli, carri, archi e praticava sepolture di cavalli simili ai popoli della steppa a ovest. [2] È stato anche suggerito che la leggenda Xia abbia avuto origine come un mito Shang di un popolo precedente che erano i loro opposti. [2] Gli oggetti che risalgono al periodo Shang forniscono molti indizi sulla cultura Shang. [3] I Registri raccontano eventi dei regni di Tang, Tai Jia, Tai Wu, Pan Geng, Wu Ding, Wu Yi e il depravato re finale Di Xin, ma il resto dei sovrani Shang è semplicemente menzionato per nome. [2] Le tombe includevano ornamenti come la giada, che gli Shang potrebbero aver creduto proteggessero dal decadimento o conferissero l'immortalità. [2] La parola non compare nelle ossa oracolari, che si riferiscono allo stato come Shāng (商), e alla capitale come Dày" Shāng (大邑商 "Grande insediamento Shang"). [2] Più di ogni altro fattore , fu il ritrovamento di magnifici vasi di bronzo ad Anyang che dimostrò il potere e la ricchezza dei sovrani Shang.[4]

La complessità e la nitidezza della decorazione mostrano che alla fine del II millennio aC l'arte della fusione del bronzo in Cina era la più avanzata al mondo. [4] La cultura di Erligang incentrata sul sito di Zhengzhou si trova in una vasta area della Cina, anche a nord-est dell'area della moderna Pechino, dove almeno una sepoltura in questa regione durante questo periodo conteneva sia bronzi in stile Erligang che locali -gioielli d'oro in stile. [2] Il bronzo è stato utilizzato anche per gli allestimenti dei carri con ruote a raggi, apparsi in Cina intorno al 1200 a.C. [2]

In questo complesso processo, che riflette la prima padronanza cinese del mezzo ceramico, un modello in argilla del corpo è costruito attorno a un nucleo solido che rappresenta la modellatura in argilla interna della nave viene utilizzato per incassare il modello, quindi tagliato in sezioni e rimosso il modello è eliminati i pezzi di stampo vengono ricostruiti attorno all'anima, utilizzando distanziali metallici per separare stampo e anima e nell'intercapedine viene colato bronzo fuso. [4] Si potrebbe pensare che i bronzisti cinesi debbano aver praticato molto tempo per realizzare pezzi di bronzo così buoni, ma questo è davvero normale con qualsiasi nuova tecnologia. [1] Smith, Adam Daniel (2011), "The Chinese Sexagenary Cycle and the Ritual Origins of the Calendar", in Steele, John M., Calendars and Years II: Astronomy and time in the Ancient and Medieval world, Oxbow Books, pp.1-37, ISBN 978-1-84217-987-1. [2] Qiu, Xigui (2000), Scrittura cinese, trad. di Gilbert L. Mattos e Jerry Norman, Berkeley: Society for the Study of Early China e The Institute of East Asian Studies, University of California, ISBN 978-1-55729-071-7. (Traduzione inglese di Wénz"xué Gàiyào 文字學概要, Shangwu, 1988.) [2] Il sito di Anyang ha prodotto il primo corpo di scrittura cinese conosciuto, per lo più divinazioni incise su ossa di oracoli - gusci di tartaruga, scapole di bue o altre ossa. [2]

La costruzione in terra battuta di queste mura era una tradizione ereditata, poiché fortificazioni di questo tipo molto più antiche sono state trovate nei siti neolitici cinesi della cultura Longshan (c. 3000-2000 aC). [2] Prima del XX secolo, la dinastia Zhou (1046-256 a.C.) fu la prima dinastia cinese che potesse essere verificata dai suoi stessi documenti. [2]

Spesso, il re eseguiva anche lui stesso divinazioni sulle ossa oracolari, specialmente verso la fine della dinastia. [2] Sima Qian riferisce che la dinastia stessa fu fondata 13 generazioni dopo, quando il discendente di Xie, Tang, rovesciò l'empio e crudele sovrano Xia nella battaglia di Mingtiao. [2]

Una linea di re ereditari Shang governava gran parte della Cina settentrionale e le truppe Shang combattevano frequenti guerre con gli insediamenti vicini e con i pastori nomadi delle steppe asiatiche interne. [2] Il carro apparve per la prima volta in Cina intorno al 1200 aC, durante il regno di Wu Ding. [2] Reperti accidentali altrove in Cina hanno rivelato civiltà avanzate contemporanee ma culturalmente diverse dall'insediamento di Anyang, come la città murata di Sanxingdui nel Sichuan. [2]

Yin (殷), il più duraturo dei siti della capitale Shang, durato durante i regni degli ultimi 9 (o 12) re Shang, si trovava vicino alla moderna città di Anyang (安陽), nella provincia di Henan. [4] Non meno di 14 tombe reali sono state dissotterrate vicino ad Anyang, culminate nello scavo del 1976 della prima tomba maggiore sopravvissuta intatta, quella di Fu Hao (婦好), che si ritiene sia stata una consorte del Il re Shang Wuding (武丁) e un noto capo militare. [4]


I tipi di navi sono conosciuti oggi sia con nomi dati loro ai tempi di Shang o Zhou che possono essere identificati nelle iscrizioni contemporanee, come li, ding e xian (yan), o con nomi come you, jia e gong che erano dato loro da studiosi e antiquari cinesi successivi. [8] L'arte dei bronzi Shang iniziò come vasi tecnicamente semplici, anche se a volte piuttosto eleganti, sottili, che erano chiaramente prototipi in ceramica. [8] Una delle caratteristiche più notevoli dell'arte Shang era il loro uso del bronzo. [6]

La complessità e la nitidezza della decorazione mostrano che alla fine del II millennio aC l'arte della fusione del bronzo in Cina era la più avanzata al mondo. [8] Gli Zhou sarebbero stati gli ultimi prima della dinastia Qin (221-206 aC) che unificò la Cina e le diede il nome. [5] Lo stato di Qin (pronunciato 'chin') fu vittorioso e la Cina oggi prende il nome dalla dinastia Qin. [5] La dinastia era stata indebolita da ripetute battaglie con nomadi e tribù rivali all'interno della Cina. [9]

I due più grandi imperatori dopo Tang furono Pan Geng, che trasferì la capitale a Yin (così che la dinastia è talvolta chiamata Yin Shang), e Wu Ding. [5] Tang governò il regno di Shang, uno stato vassallo sotto il governo superiore della dinastia Xia. [5] I primi esempi di vasi di bronzo furono portati alla luce a Erlitou, vicino alla moderna città di Luoyang nella provincia di Henan, che potrebbe rappresentare o meno la prima capitale Shang, Po, se non un sito della dinastia Xia ancora precedente. [8] Gli Shang furono rovesciati dal re Wu di Zhou nel 1046 a.C. che fondò la dinastia Zhou (1046-226 a.C.). [5] Sebbene il famoso Mandato del Cielo sia stato sviluppato dalla tarda dinastia Zhou, l'idea di collegare un sovrano giusto con la volontà divina ha le sue radici nelle credenze promosse dagli Shang. [5]

Si ritiene che durante il periodo Shang e il primo Zhou la produzione dei bronzi rituali fosse regolata esclusivamente sotto l'autorità del tribunale, che poteva concedere o negare l'autorizzazione alla produzione da parte di officine regionali tra i vari stati o altri che pagavano fedeltà alla corte . [11] Sotto l'attenta regolamentazione dei mecenati di corte nei periodi Shang e Zhou, le caratteristiche del design erano condivise tra gli specialisti che lavoravano nei vari media ed erano notevolmente uniformi dai bronzi alle lacche ai tessuti. [11]

Gli Shang erano abili lavoratori in osso, giada, ceramica, pietra, legno, conchiglie e bronzo, come dimostrato dalla scoperta di negozi trovati alla periferia dei palazzi scavati. [9] Il gruppo di artigiani degli Shang era abile nella lavorazione del bronzo e della giada, oltre che della ceramica. [6] I bronzi rituali rappresentano la più chiara testimonianza esistente dello sviluppo stilistico nelle dinastie Shang, Chou e Early Han. [7] Mentre molti bronzi rituali Shang sono semplici o solo parzialmente decorati, altri sono riccamente decorati con una varietà di motivi geometrici e zoomorfi, e un piccolo numero prende la forma di un uccello o di un animale. [8] Prima che ciò accadesse, tuttavia, gli Shang svilupparono una società incentrata sulla famiglia, abile nella lavorazione del bronzo e unita da una lingua scritta. [6] Per proteggersi dalle inondazioni dei fiumi Yangtze e Giallo, l'antico Shang sviluppò complesse forme di irrigazione e controllo delle inondazioni. [9] Vasi pre-stile I, di forma ceramica, a pareti sottili e con poca o nessuna decorazione superficiale, sono stati trovati a Erlitou vicino a Luoyang, a dimostrazione delle prime origini Shang o addirittura Xia. [8] A Erligang, nell'area di Zhengzhou nella provincia di Henan, sono state trovate tracce di una città fortificata che potrebbe essere stata la capitale centrale dello Shang, chiamata Ao. [8]

A differenza degli Shang o degli Zhou, i Qin iniziarono male e peggiorarono solo nel tempo fino a quando non furono rovesciati dagli Han. [5] Battaglia di Mue, imperatore Shang Zhou sconfitto dal re Wu di Zhou. [5] Come molte altre culture antiche, gli Shang crearono una piramide sociale, con il re in cima, seguito dalla nobiltà militare, sacerdoti, mercanti e agricoltori. [9]

Gli archeologi sono giunti a questa conclusione attraverso uno studio del commercio dell'epoca che indica un aumento dell'economia degli stati indipendenti ma non, come prima, dell'intera regione sotto il controllo di Shang. [5] A Yin Xu, vicino ad Angyang, gli scavi hanno rivelato strumenti del periodo Shang come l'ocarina (uno strumento a fiato), tamburi e cembali. [5] Invece di usare solo pittogrammi che sono immagini che rappresentano un oggetto, la scrittura Shang ha usato logografi o caratteri che stanno per parole. [6]

Pittura cinese, una delle maggiori forme d'arte prodotte in Cina nel corso dei secoli.[11] L'arte cinese, la pittura, la calligrafia, l'architettura, la ceramica, la scultura, i bronzi, l'intaglio della giada e altre forme d'arte belle o decorative prodotte in Cina nel corso dei secoli. [11] La conoscenza dell'antica arte cinese è limitata in gran parte alle opere in ceramica, bronzo, osso e giada. [7]

Né c'è posto nella maggior parte della tradizione artistica cinese per un'arte della forma pura avulsa dal contenuto: non basta che la forma sia bella se il soggetto non è edificante. [11] Dal III secolo d.C., la calligrafia, o la scrittura come arte raffinata, è stata considerata suprema tra le arti visive in Cina. [11] L'estetica della linea in calligrafia e pittura ha avuto un'influenza significativa sulle altre arti in Cina. [11] Per quanto riguarda gli smalti, le lacche, la giada, l'avorio, i tessuti e molte altre delle cosiddette arti minori, il mondo ha un debito incalcolabile con la Cina. [7]

L'arte della pittura di figura raggiunse l'apice dell'eccellenza nella dinastia T'ang (618906). [7] Con l'ascesa della dinastia Yan (12601368) la pittura raggiunse un nuovo livello di realizzazione, e sotto il dominio mongolo molti aspetti coltivati ​​nell'arte Sung furono portati al culmine. [7]

La tarda dinastia Han segna la fine dello sviluppo di quest'arte, sebbene il bronzo altamente decorato abbia continuato a essere prodotto, spesso con un sapiente trattamento di intarsi in metallo e pietra. [7] Gli studiosi dilettanti guardavano a tali persone con un certo disprezzo, e le arti visive dei letterati divennero una tradizione separata che fu sempre più raffinata e rarefatta al punto che, dalla dinastia Song (960-1279) in poi, una presunta goffaggine ( zhuo ) o understatement ( pingdan ) nella tecnica era ammirato come segno del dilettante e del gentiluomo. [11] Durante la Rivoluzione Culturale del 1966-76, l'arte e gli artisti letterati furono denigrati e l'accento fu posto sull'arte anonima e proletaria come quella della dinastia Tang (618-907) e precedenti. [11]

Mentre il bronzo e la giada venivano usati per realizzare alcune delle opere d'arte più belle, l'arte più abbondante era sotto forma di ceramica. [6] L'arte della fusione in bronzo di questo periodo è di così alta qualità da far pensare a un lungo periodo di sperimentazione preventiva. [7] Fino al periodo degli Stati Combattenti (475-221 aC), le arti erano prodotte da artigiani anonimi per le corti reali e feudali. [11] Regnò per 58 anni dal 1250 al 1192 a.C. e durante questo periodo il paese sviluppò molti dei più importanti progressi sopra elencati, nonché quelli in medicina, odontoiatria e belle arti. [5] Siamo in debito con i collezionisti d'arte Ming per la conservazione di molti dipinti che sono sopravvissuti ai nostri tempi. [7] Dopo gli Han cominciò ad emergere il concetto di pratica culturale come prodotto del tempo libero della nobiltà istruita, molti dei quali erano praticanti dilettanti delle arti della poesia, della musica, della calligrafia e, infine, della pittura. [11]

Bronzi cinesi, uno qualsiasi dei numerosi oggetti in bronzo che furono fusi in Cina a partire dal 1500 a.C. [26] Alcuni degli oggetti in bronzo trovati contenevano i primi caratteri cinesi mai scritti. [9] Come dice Wintle, "la prima apparizione inequivocabile di una scrittura cinese sotto forma di ossa oracolari incise" proviene dalla città di Anyang in questo periodo (17). [5] Traccia gli sviluppi dei pittogrammi cinesi attraverso la loro iscrizione su ossa oracolari, bronzo, bambù e persino seta su questo sito web ben organizzato. [9] I messaggi scolpiti sulle ossa dell'oracolo sono i primi esempi conosciuti di scrittura cinese trovati fino ad oggi. [6]

Gli artisti cinesi che lavorano al di fuori della Cina, tra cui Tseng Yu-ho alle Hawaii, C. C. Wang a New York e Chao Wu-chi in Francia, hanno prodotto opere astratte basate sulla calligrafia che rivelano una certa influenza occidentale. [7] Gli antichi sacerdoti cinesi usavano comunemente gusci di tartaruga e ossa di bestiame per rispondere a domande sul futuro. [9] La scrittura trovata su queste ossa è arcaica ma è sicuramente una scrittura cinese e può essere letta. [5]

Nella storia della pittura cinese ha prevalso una caratteristica: la perfetta manipolazione della pennellata. [7] Figura cinese smaltata in Sancai di uno spirito della terra, dinastia Tang dC), di forma leonina con corna e un'espressione feroce, h. [27] Figura di cane Periodo: dinastia Han orientale Cultura: Cina Tecnica: terracotta con smalto verde scuro Figura di cane. [27] Fin dall'antichità, la Cina è stata la cultura dominante e di riferimento nell'Asia orientale. [11] Dopo questo periodo la scultura in miniatura in giada, avorio e vetro, di squisita fattura ma priva di vitalità di ispirazione, fu prodotta in Cina (e fu fatta anche in Giappone). [7]

La maggior parte dei bronzi di circa 1500-300 aC, all'incirca l'età del bronzo in Cina, sono vasi rituali destinati al culto degli antenati, che sono spesso nominati nelle iscrizioni sui bronzi. [8] Questi vasi rituali dell'antica Cina rappresentano forse il risultato più notevole di tutta la storia dell'artigianato dei metalli prima dei tempi moderni. [26]

Le officine di ossa nell'antica Cina erano centri industriali in cui gli artigiani creavano oggetti in osso e pietra per scopi cerimoniali o decorativi, e la loro presenza a Erligang, insieme alle fonderie e ai manufatti in bronzo, indica un'enorme ricchezza. [5] La dinastia Xia (2070-1600 a.C. circa) fu il primo governo ad emergere nell'antica Cina e divenne il primo ad aderire. [5] La più elaborata di queste prime tombe apparteneva al primo imperatore della dinastia Qin, Qin Shihuangdi (m.210 aC). [7] Dopo il regno di Wu Ding la dinastia iniziò a declinare fino all'ultimo imperatore, Zhou (noto anche come Xin) che dimenticò il suo dovere verso il suo popolo e si concentrò sulla gratificazione dei propri desideri. [5] Le ossa dell'oracolo servivano anche ai sacerdoti per scrivere la storia della dinastia e la cronologia dei re. [9] Raggiunse un culmine di monumentalità scultorea alla fine della dinastia, riflettendo un lungo periodo di pace e stabilità ad Anyang. [8] Durante il periodo degli Stati Combattenti e la dinastia Han (206 a.C. -220 d.C.), la crescita di una classe di proprietari terrieri e mercantili portò nuovi mecenati. [11] Divenne un tiranno peggiore di Jie della dinastia Xia e fu infine rovesciato dal re Wu, della provincia di Zhou, nella battaglia di Muye nel 1046 a.C. [5] La dinastia Zhou (1046-256 a.C.) fu la più lunga delle dinastie dell'antica Cina. [5] Il diritto di lanciare o possedere queste navi era probabilmente limitato alla stessa casa reale in origine, ma in seguito fu conferito ai governatori locali istituiti dal sovrano ancora più tardi, nella dinastia Zhou, il diritto fu rivendicato dai governanti degli stati feudali e invero da chiunque fosse abbastanza ricco e potente da gettare i propri vasi. [8]

Guardiani della tomba, dinastia Tang, 618 - 907 d.C. Museo della città, Luoyang Questi fantastici e bizzarri guardiani della tomba sono chimere, combinazioni di parti di altri animali e persino piante. [27]

Poiché il metallo era associato alla regalità, le tombe dei re Shang contenevano centinaia di piccoli oggetti in bronzo, comprese le forcine. [9] Non meno di 14 tombe reali sono state dissotterrate vicino ad Anyang, culminate nello scavo del 1976 della prima tomba maggiore sopravvissuta intatta, quella di Fu Hao, che si crede fosse una consorte del re Shang Wuding e un noto capo militare. [8] Yin, il più duraturo dei siti della capitale Shang, durante i regni degli ultimi 9 (o 12) re Shang, si trovava vicino alla moderna città di Anyang, nella provincia di Henan. [8]

La scrittura si sviluppò gradualmente in Cina attraverso l'uso delle ossa oracolari. [5] Gli oracoli scritti su gusci di tartaruga sono la prima prova dello sviluppo di un sistema di scrittura in Cina. [9]

Arte cinese, opere d'arte prodotte nella vasta regione geografica della Cina. [7] Man mano che si sviluppava, lo scopo dell'arte cinese si trasformò dalla propiziazione e dal sacrificio all'espressione della comprensione umana di queste forze, sotto forma di pittura di paesaggi, bambù, uccelli e fiori. [11] Nei primi tempi l'arte cinese serviva spesso come mezzo per sottomettersi alla volontà del cielo attraverso rituali e sacrifici. [11] In questo periodo iniziò a sorgere una distinzione tra il professionista di classe inferiore e l'artista dilettante d'élite, questa distinzione avrebbe avuto una grande influenza sul carattere dell'arte cinese in tempi successivi. [11] Una delle caratteristiche eccezionali dell'arte cinese è la misura in cui riflette la struttura di classe che è esistita in diversi momenti della storia cinese. [11]

Nel corso della prima storia cinese, gli artigiani di solito lavoravano dalle case rurali per realizzare i loro pezzi in osso o pietra, un complesso industriale delle dimensioni di Erligang avrebbe significato che la città avrebbe potuto attirare abili artigiani da altre aree per vivere e lavorare in città. [5] I mongoli invasero la Cina e nel 1279 l'avevano conquistata in modo decisivo, cambiando per sempre la cultura cinese. [18] Non sono rimasti edifici originali in Cina anteriori al 500 d.C. Ciò è dovuto in parte all'economia del design architettonico cinese. [18] Questa troupe formò molte delle "sette grandi stelle canore della Repubblica di Cina" (cinese: 七大歌星 pinyin: qī dà gēxīng), cantanti femminili che produssero centinaia di registrazioni oltre a recitare in film musicali. [20]

Dettaglio del Trono del Drago usato dall'Imperatore Qianlong della Cina, Città Proibita, Dinastia Qing. [20] Nel 1368 un'insurrezione popolare portò al rovesciamento dei mongoli ed emerse durante la dinastia Ming che regnò fino al 1644, quando la gente della Manciuria invase ancora una volta la Cina. [18] Dopo la fine dell'ultima dinastia in Cina, il New Culture Movement (1917 - 1923) sfidò tutti gli aspetti del tradizionalismo. [20] La produzione del bronzo continuò a prosperare durante la dinastia Zhou e anche il ferro fu introdotto in Cina durante questo periodo. [18]

Salvaguardando la propria dinastia, gli Zhou produssero meno recipienti per il vino e sostituirono le forme preferite di Shang con nuovi tipi di recipienti per la cottura e la conservazione. [12] Figlio di Zu Ding e fratello minore di Yang Jia, trasferì la capitale a Yin, quindi la dinastia è anche chiamata Yin Shang. [19]

Sono state trovate creature con caratteristiche di uccelli, serpenti e gatti raffigurate su manufatti di Shang, l'antica cultura cinese di Sanxingdui e manufatti pre-Inca. [15] Le prime due dinastie cinesi, Xai e Shang, furono a lungo ritenute mitiche perché precedettero la storia cinese scritta. [18]

La prima lunga galleria della mostra contiene contenitori rituali di bronzo Shang, due asce di bronzo, un'enorme campana e un tamburo di bronzo. [12] La gente di Shang aveva strumenti musicali, case in canniccio e fango, ceramiche avanzate, lavorazione del bronzo, intaglio di giada, carri, sculture e dipinti, sepolture elaborate e tipi di scrittura con pittogrammi, idiogrammi e fonogrammi. [15] Sebbene i motivi a spirale, le maschere taotie e i disegni dei draghi assomiglino ai bronzi Shang, i bronzi Zhou successivi mostrano motivi più aperti e fluenti, gli animali sono meno astratti e i vasi sono realizzati in nuove forme. [12] La funzione e l'aspetto dei bronzi cambiarono gradualmente dallo Shang allo Zhou, e cominciarono ad essere usati per scopi pratici così come nei riti religiosi. [20] Il bronzo era essenziale non solo per le armi che davano potere alla cultura guerriera Shang, ma anche per realizzare oggetti rituali usati in una religione intrisa di magia e culto degli animali e degli spiriti degli antenati. [18] Questo treppiede di bronzo e questo vaso da vino modellato a immagine di un baco da seta sono manufatti Shang. [18] I quattro bronzi Shang sulle cartoline pesano come segue: il calderone rettangolare del cibo, 181 libbre. il vaso da vino quadrato con arieti, 75 libbre. l'elefante, 6 libbre. e il vaso da vino coperto, circa 23 libbre. [12]

Alcune brevi iscrizioni si trovano anche su oggetti religiosi in bronzo degli Shang. [17] Una creatura che sembra un misto di drago, fenice e serpente si trova su vasi di bronzo dei popoli Shang e Sanxingdui. [15] I vasi e gli strumenti di bronzo mostravano che il popolo Shang aveva un alto livello di metallurgia del bronzo. [14]

FONTI SELEZIONATE CLASSIFICATE(28 documenti di origine ordinati per frequenza di occorrenza nel rapporto di cui sopra)


Filtri:

La storia della Cina è una produzione di Maya Vision International

© 2017 Maya Vision International. Tutti i diritti riservati. Informativa sulla privacy | Termini di utilizzo

PBS è un'organizzazione no-profit 501(c)(3).

La ribellione è stata avviata da un candidato all'esame di servizio civile fallito chiamato , che era entrato in contatto con le idee cristiane nella sua città natale di . Hong ha studiato la Bibbia con Isaachar Roberts, un missionario americano del Tennessee. Credendo di essere il fratello minore di Gesù, Hong sviluppò la sua versione del cristianesimo. Ha deciso di stabilire il , il "Regno celeste della grande pace" e distruggere il governo Manchu Qing. Hong ha camminato verso l'aspra regione della montagna del cardo a circa 250 miglia nell'entroterra. Lì trovò dei convertiti volenterosi tra i poveri e costruì un esercito disciplinato, comprese unità da combattimento femminili che divennero famose per la loro abilità e ferocia.

Nel 1851, l'esercito Taiping di Hong invase la Cina verso Nanchino, che cadde nel 1853 e divenne la capitale dei Taiping. I Taiping chiedevano un nuovo tipo di società, con proprietà comune e parità di status tra uomini e donne, e vietavano il footbining, la prostituzione e il gioco d'azzardo, nonché l'oppio, il tabacco e l'alcol. Alla fine del 1850, controllavano una vasta area della Cina orientale, sebbene le loro politiche radicali alienassero le classi abbienti istruite. Il governo Qing riconquistò finalmente Nanchino nel 1864, con l'aiuto di eserciti di milizia costituiti da funzionari della nobiltà. Quando finalmente la città cadde, il massacro fu enorme. Molti ribelli si sono bruciati a morte piuttosto che sottomettersi. Un alto funzionario ha detto nel suo rapporto all'imperatore: "Dai tempi antichi fino ad oggi, raramente si conosceva una così formidabile banda di ribelli".

Canton (Cantone)

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.

Montagna del cardo

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.

Nanchino

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.

Nel disperato tentativo di salvare il loro paese, un gruppo di eccezionali funzionari provinciali - molti dei quali erano stati coinvolti nella soppressione dei Taiping - misero in piedi fabbriche e cantieri navali per modernizzare l'economia e produrre armamenti in stile occidentale. La comprensione dell'occidente fu accresciuta dalla traduzione in cinese di libri occidentali e dalle visite all'estero. Anson Burlingame, un diplomatico americano, ha accompagnato alti rappresentanti della Cina in un tour negli Stati Uniti e in Europa. Un gruppo di 120 ragazzi cinesi fu inviato negli Stati Uniti nel 1870 per essere istruito. Hanno vissuto con famiglie nel Connecticut, hanno studiato al liceo e hanno persino formato la propria squadra di baseball. Il più importante sostenitore del movimento di "auto-rafforzamento" era , un generale, ufficiale e diplomatico, che sviluppò ferrovie, linee telegrafiche, miniere, cotonifici e compagnie di navigazione e costruì la marina settentrionale della Cina.

Ma il movimento di auto-rafforzamento ha dovuto affrontare molte sfide. La Cina non ha potuto proteggere le sue industrie nascenti dalla concorrenza estera, perché i trattati iniqui fissavano tariffe doganali basse. E la resistenza al cambiamento proveniva da persone a tutti i livelli sociali. Molte persone si sono risentite per le tasse extra che dovevano pagare per nuovi progetti, che ritenevano non avrebbero giovato loro. La nuova flotta meridionale cinese, con sede a , fu distrutta nel giro di un'ora nel 1884, dopo che la Cina fu coinvolta in una disastrosa guerra con la Francia per il Vietnam.

Fuzhou

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.

Secondo il trattato, la Cina ha accettato di cedere ai giapponesi, di aprire altri quattro porti del trattato e di consentire al Giappone di aprire fabbriche in Cina, oltre a pagare un'enorme indennità. Le potenze occidentali imperialiste videro con quanta facilità la Cina fosse stata sconfitta e ne seguì una "corsa per le concessioni", molto più distruttiva di qualsiasi altra cosa prima. La Germania conquistò la Russia conquistò la penisola di cui la Gran Bretagna prese il porto, ei Nuovi Territori vicino a Hong Kong i francesi presero in affitto la Baia vicino. Grandi regioni della Cina sono state ritagliate dalle nazioni straniere come loro zone di influenza economica.

Giappone

Corea

Taiwan

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.

Qingdao

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.

Hong Kong

Vai alla mappa per visualizzare ulteriori dettagli.


Abbiamo trovato almeno 10 Elenco di siti Web di seguito quando si esegue la ricerca con arti e scienze della dinastia shang sul motore di ricerca

Arti e scienze della dinastia Shang

Askallday.com DA: 13 PAPÀ: 35 Classifica MOZ: 48

  • arti e scienza di Dinastia Shang? Cosa erano gli Zhou arti della dinastia e scienza Come? Durante il periodo Zhou i ciondoli di giada erano molto popolari e il livello della loro lavorazione era molto alto
  • Giade circolari realizzate durante la primavera e l'autunno e ...

Dinastia Shang: religione, arte e cultura

Study.com DA: 9 PAPÀ: 50 Classifica MOZ: 60

  • Il dinastia Shang regnò in Cina per quasi 500 anni, a partire dall'XI secolo a.C.
  • Era conosciuto solo dalla letteratura cinese e si pensava fosse un mito fino al XX secolo

Arte della dinastia Shang: caratteristiche, storia della cultura di Erlitou

  • Shang la cultura si sviluppò ulteriormente durante il periodo di Zhou Arte della dinastia (1050-221) e Qin Arte della dinastia (221-206 aC), così come Han Arte della dinastia (206 aC - 220 dC)
  • Età del bronzo arte (al contrario delle armi) iniziò in Cina intorno al 1700-1500 a.C., quando il bronzo divenne un sostituto diffuso di giada, corno, avorio e pietra, nella lavorazione di alta

Dinastia Shang: tecnologia, invenzioni e successi

Study.com DA: 9 PAPÀ: 50 Classifica MOZ: 62

  • Il dinastia Shang faceva parte dell'età del bronzo cinese, che durò dal 2000 a.C. circa al 750 a.C
  • Molti manufatti in bronzo sono stati scoperti, soprattutto in...

Introduzione alla dinastia Shang (articolo) Khan Academy

Khanacademy.org DA: 19 PAPÀ: 50 Classifica MOZ: 73

  • asiatico Arte Museo, Collezione Avery Brundage, B60M502
  • Il dinastia Shang si estende dal 1500 circa al 1050 a.E.V
  • Secondo varie storie e tradizioni, il Shang le persone hanno avuto origine lungo il corso medio e inferiore del fiume Giallo
  • Sconfissero gli Xia sotto il re Chengtang e fondarono una serie di città-stato.

Dinastia Shang (c. 1600-1050 a.E.V.), un'introduzione

  • Il Shang è il primo dinastia nella storia cinese che può essere verificata attraverso prove scritte e archeologiche
  • Fondata intorno al 1600 a.E.V., era centrata nel nord della Cina lungo la valle del Fiume Giallo, la cosiddetta culla della civiltà cinese
  • Questa zona era governata da un governo centralizzato, il Shang famiglia reale.

Introduzione alla dinastia Shang

  • Il Shang sono noti nella documentazione archeologica intorno al 1898‒99, quando le ossa oracolari attirarono l'attenzione sul sito di Anyang, rivelando l'ultima capitale del Shang, e confermando l'esistenza del dinastia
  • Da allora, il periodo è stato suddiviso in...

Civiltà della dinastia Shang (articolo) Khan Academy

Khanacademy.org DA: 19 PAPÀ: 50 Classifica MOZ: 76

  • Il dinastia Shang è il cinese più antico dinastia la cui esistenza è supportata da reperti archeologici, ma ulteriori prove dell'esistenza degli Xia dinastia potrebbe ancora emergere
  • Si stima che il Shang regnò sulla Valle del Fiume Giallo in Cina per la maggior parte del secondo millennio a.C., quindi tra il 1766 e il 1046 a.C
  • Mappa che mostra la regione controllata

GEMME della dinastia Shang Didcot Primary Academy

  • In Scienza questa settimana abbiamo studiato come funzionano i cavi zip
  • Abbiamo discusso di come l'attrito sia più probabile negli oggetti ruvidi rispetto a quelli lisci, cambiando le funi per testare la velocità con cui un carrello viaggerebbe da A a B
  • In argomento, abbiamo esaminato come veniva condotta la religione nel Dinastia Shang
  • Per prima cosa abbiamo scelto un tema e ne abbiamo creato un poster.

Dinastia Shang (KS2) Tutto quello che c'è da sapere di Kidadl

Kidadl.com DA: 10 PAPÀ: 50 Classifica MOZ: 69

  • Il Dinastia Shang dell'antica Cina è la prima sentenza dinastia registrato in Cina e l'inizio dell'età del bronzo cinese
  • Il Shang regnò nell'antica Cina per quasi 500 anni tra il 1600 e il 1046 a.C.
  • Sono passati più di 3.600 anni fa, molto prima che i Vichinghi e i Romani esistessero.

Arte e religione della dinastia Shang

Learnykids.com DA: 14 PAPÀ: 49 Classifica MOZ: 73

  • Arte e la religione del Dinastia Shang
  • Visualizzazione dei primi 8 fogli di lavoro trovati per - Arte e la religione del Dinastia Shang
  • Alcuni dei fogli di lavoro per questo concetto sono Piano di lezione di studi sociali Totale curriculum di quinta elementare, Studi sociali 9, Matematica contestuale in argomenti uks2, Elementi essenziali di lettura e guida allo studio, Guida allo studio di studi sociali antica Cina capitoli 5 e 13, Cronologia della storia, Sesto grado

Quali erano le tre differenze tra Shang e Zhou

  • Mentre il dinastia Shang incoraggiato il arti e umanistiche, la famiglia Zhou ha promosso scienza e matematica
  • Il Shang clan governava con un sistema di governo centrale, mentre gli Zhou stabilivano stati feudali indipendenti, consentendo invece il potere ai governanti locali
  • In che modo era diverso il governo sotto gli Zhou Dinastia rispetto alle precedenti dinastie?

Re Wu Ding e Lady Hao: arte e cultura degli ultimi tempi

Esg.tsmc.com DA: 12 PAPÀ: 49 Classifica MOZ: 73

  • In giro per Taiwan per visitare musei, arte siti, e scienza centri per coltivare il loro interesse in entrambi arti e scienza
  • Re Wu Ding e Lady Hao: Arte e cultura degli ultimi Dinastia Shang Re Wu Ding e Lady Hao del defunto dinastia Shang (circa
  • a.C.) servono oggi come coppia esemplare nella storia dei governanti cinesi.

Rituale vaso di vino in bronzo o jue della dinastia Shang

  • Rituale vaso di vino in bronzo o jue dal Dinastia Shang
  • Le coppe Jue e Jia-wine sono probabilmente due dei primi tipi di contenitori fusi in bronzo in Cina
  • I prototipi in ceramica dell'età pre-metal comprendevano contenitori simili a brocche a fondo piatto con tre piccole gambe

Tra mito e storia: la dinastia Xia e gli Shang

  • forse il Shang fu vittima del suo stesso successo: l'espansione verso l'esterno del suo potere e della sua cultura stimolò la nascita di stati urbani per la lavorazione del bronzo nelle sue periferie meridionali, sud-occidentali e settentrionali. Questi popoli, pur utilizzando la tecnologia del bronzo, lo adattarono alle proprie esigenze e gusti artistici. Le enormi campane e tamburi di bronzo di

In che modo le risorse naturali hanno influito sui risultati del

Wsfcs.k12.nc.us DA: 19 PAPÀ: 50 Classifica MOZ: 84

Il Dinastia Shang era una monarchia governata da una serie di re, 29 o 30 in totale, nel corso di quasi 600 anni.4 Il re era servito da funzionari che ricoprivano posizioni specializzate di autorità e funzione e i funzionari appartenevano a una classe ereditaria di ...


Xia, Shang e Zhou: dal mito al fatto storico

Esplorare la creazione di miti e indagare sui fatti storici sono due tendenze parallele nella ricerca storica. Numerosi miti storicizzati ereditati dalle società antiche sono serviti come base per "storie mitizzate" sin dalla dinastia Han. Quando i testi trasmessi descrivono in successione l'ascesa e il declino dello Xia, Shang, Zhou, il re Wu conquista lo Shang L'esplorazione della creazione dei miti e l'indagine dei fatti storici sono due tendenze parallele nella ricerca storica. Numerosi miti storicizzati ereditati dalle società antiche sono serviti come base per "storie mitizzate" sin dalla dinastia Han. Quando i testi trasmessi descrivono in successione l'ascesa e la decadenza degli Xia, Shang, Zhou, il re Wu conquista gli Shang proprio come Cheng Tang aveva conquistato gli Xia: sebbene le tre dinastie fossero molto diverse nella loro composizione etnica, le descrizioni sono estremamente simili. È chiaro, quindi, che la struttura di queste storie è stata mitizzata. Rappresenta una comprensione culturale della storia antica che è misticizzata e sacralizzata, al punto da diventare un ideale di agiografia trascendentale.

La formazione del primo mito storico rimane un mistero. Prima della creazione di documenti scritti come li conosciamo, le storie mitizzate di diversi popoli potrebbero essere già state fuse e integrate. Questo certamente sarebbe stato in una certa misura influenzato dall'ideologia di una storia unitaria per "uno stato unificato" (天下). Per questo motivo, quelle prime storie storiche che sono visibili oggi sono piuttosto simili al vaso rituale in bronzo Shang, che rappresenta una fusione di testa di drago, corpo di tigre, corna di bue e artigli d'aquila. Dopo l'unificazione da parte dei Qin e degli Han, queste dinastie imperiali avevano un bisogno ancora maggiore di storie unitarie per dimostrare la legittimità dei loro regimi. Così Gli Annali di Lu Buwei (吕氏春秋) e I Documenti Storici (史记) incarnano l'ideologia di un impero unificato (天下帝国). Sebbene tali testi trasmessi non siano interamente fabbricati, contengono invariabilmente motivazioni di fondo proprie e non dovrebbero essere considerati fatti storici non adulterati.

L'archeologia del secolo scorso ha fornito notevoli testimonianze sulle civiltà preistoriche. Sulla base delle prove attuali, sembrano esserci state tre importanti culture del bronzo in Cina. Il primo era lungo la valle del fiume Yangzi. Era la più civilizzata delle culture agrarie e la più sofisticata in termini di formazione dello stato. Prima del periodo Shang, era già diventata la base per gli stati proto-Shu, proto-Chu, proto-Wu e proto-Yue. Di questi, il territorio della civiltà proto-Chu era il più ampio e fertile e aveva il livello di formazione statale più sviluppato. (Non si dovrebbe certamente proiettare lo stato Chu della casa regnante Xiong su quel precedente stato di sviluppo.) Dal punto di vista della geografia e della situazione archeologica, molte storie su Zhuanxu, Yao e Shun, o Yu degli Xia si adatterebbero molto bene bene in un ambiente centrale del fiume Yangzi. La seconda grande cultura del bronzo era intorno alla valle del fiume Liao nel nord-est della Cina. Era stata una civiltà matura e distinta sin dal periodo della cultura di Hongshan. Poiché durante l'età del bronzo questa cultura xiajiadiana inferiore era delimitata dalla prateria, era chiaramente caratterizzata dalla militarizzazione della sua società. Questo ha svolto un ruolo fondamentale fondamentale nella centralizzazione della dinastia Shang. La terza cultura principale era la cultura del bronzo Qijia nel nord-ovest della Cina. Queste comunità erano altamente mobili e il processo attraverso il quale si civilizzarono e formarono uno stato non è chiaramente visibile fino ai periodi Shang e Zhou. Tuttavia, questa cultura alla fine divenne il luogo di nascita delle aspirazioni di Zhou e Qin e possedeva un potere politico su larga scala.

Tutte e tre le aree avevano giacimenti minerari, quindi erano in grado di svilupparsi facendo affidamento sulle risorse locali. Le differenze nei giacimenti minerari hanno avuto un'influenza sulle differenze nelle prime tecnologie del bronzo di ogni luogo. Il giacimento minerario nella valle del fiume Yangzi era il più ricco dei tre. La terra fertile ha portato a condizioni ideali per lo sviluppo della civiltà. Questa zona era estremamente vasta, infatti, il corso superiore, medio e inferiore del fiume Yangzi erano i punti di origine di diverse culture. A partire da circa cinquemila anni fa, appare molto chiara la civiltà e la stratificazione sociale delle culture lungo lo Yangzi. Nell'analizzare la documentazione archeologica, l'autore considera la formazione della civiltà lungo lo Yangzi nella preistoria come le origini di Shu, Chu, Wu e Yue. Inoltre, la civiltà del fiume Yangzi si sviluppò continuamente senza interruzioni dal periodo medio e tardo neolitico durante gli Stati Combattenti e la dinastia Han.
Poiché i giacimenti minerari del fiume Yangzi erano situati tra i territori proto-Chu e proto-Wu, lo sviluppo di queste due civiltà fu più rapido e ricco di risorse. Inoltre, nel periodo pre-Shang, la cultura proto-Chu lungo il medio corso delle valli dei fiumi Yangzi e Han aveva il territorio più ampio e la popolazione più densa e quindi aveva raggiunto un più alto grado di formazione statale. Molti miti del primo periodo sembrano essere emersi inizialmente da Chu. La civiltà proto-Chu che fu fondata nella regione di Yangzi-Han intorno al 5.000 a.C. era già composta da antiche città-stato alleate insieme. Si potrebbe persino chiamarla "la Sumeria del lago Yunmeng", poiché il ruolo che queste città-stato alleate hanno svolto nella formazione dei miti tradizionali della civiltà cinese sembra essere stato paragonabile al ruolo creativo originario svolto dalla Sumeria nella storia del Asia occidentale.

Secondo la documentazione archeologica, la civiltà proto-Chu si diffuse gradualmente dal medio Yangzi e dalla pianura Yangzi-Han verso nord verso le pianure centrali, dove il loro insediamento raggiunse la riva sud del Fiume Giallo. Questo processo era già iniziato nel primo periodo neolitico. Quando il popolo proto-Chu si diresse a nord, svilupparono la capacità di coltivare il riso nel clima relativamente freddo e secco dell'area Yangzi-Han. Nell'era della cultura Shijiahe, intorno al 4.600 aC, la civiltà delle Pianure Centrali tra i fiumi Yangzi e Giallo era già arrivata a uno stato di notevole omogeneità. L'archeologia rivela che la civiltà di Shijiahe e Panlongcheng raggiunse a est fino a Edong e il confine orientale della catena montuosa di Dabie, a ovest fino ai monti Daba, a sud fino a Jiangxiang ea nord fino alla riva sud del Fiume Giallo. La civiltà della regione centrale dello Yangzi, e in particolare quella delle pianure orientali del fiume Han, sono la pianura Huang-Han, cioè il luogo di nascita della civiltà delle pianure centrali.

L'autore sostiene che la presunta civiltà "proto-Shang" delle Pianure Centrali sia in realtà la civiltà proto-Chu che occupava la regione prima dello Yin-Shang. Cioè, "Erlitou" ed "Erligang" erano città sul confine settentrionale della cultura proto-Chu. Poiché hanno resistito alla feroce invasione dell'area dello Yangzi e del Fiume Giallo/pianure centrali da parte dei popoli del nord, questa civiltà è stata in grado di accedere alle risorse del medio Yangzi.

Le culture della regione nordoccidentale, cioè il corso superiore e medio del Fiume Giallo, avevano il livello più basso di formazione statale. Sebbene esistesse una cultura locale del bronzo, l'alto grado di mobilità e varie altre regioni hanno fatto sì che la sua influenza non diventasse dominante fino alla fine dei periodi Shang e Zhou occidentale. Prima del periodo Shang, i popoli sia del nord-ovest che del nord-est hanno fatto spesso irruzione nella pianura centrale. Prima che gli Yin Shang stabilissero le loro capitali, le linee di battaglia più cruciali si trovavano lungo l'area a sud del Fiume Giallo. A causa dei frequenti attacchi delle popolazioni del nord alla pianura centrale, la città di Zhengyan divenne un punto di demarcazione estremamente importante lungo il confine, oltre a essere un importante centro per il commercio nord-sud e gli affari militari.

Gli strati inferiori della cultura xiajiadiana nel nord-est della Cina rappresentano un altro sistema culturale che utilizza il bronzo. Dominavano la pianura di Liaoji prima del periodo Shang. Il territorio nell'area di Liaoji era relativamente limitato. Lo sviluppo economico e commerciale, così come la crescita della popolazione e altri fattori, crearono la necessità per i primi popoli del nord-est di espandersi in un nuovo territorio. Così, nel periodo pre-Shang, l'area a sud del Fiume Giallo divenne un fronte di battaglia per le culture della Cina settentrionale e meridionale. Quando fu stabilito lo Yin Shang, la civiltà nord-orientale aveva già catturato la parte settentrionale del territorio proto-Chu.

Sebbene gli elementi nord-orientali della civiltà Yin Shang fossero stati importanti, la loro comparsa come antico impero che integrava culture diverse era comunque una nuova fase della sua storia, mostrando le prime caratteristiche di una civiltà a livello nazionale. I documenti archeologici indicano che le culture in Cina sono cambiate radicalmente 3.500 anni fa. Quelli che originariamente erano stati vari stati furono riuniti in un primo impero integrato "Shang" di alta antichità. Un nuovo stato centralizzato è stato fondato sulla base di molteplici culture locali. Questo sistema politico, che si chiamava "Shang", non solo unificò un sistema rituale ma stabilì anche un sistema di scrittura per le élite imperiali combinando il culto locale e gli elementi culturali con la lingua del lignaggio reale Yin Shang.

Il successo dell'impero Han nel completare un sistema per l'amministrazione centrale del cuore della Cina, in verità ha avuto i suoi semi nello stato di Yin Shang. L'unificazione del regno Qin e Han derivava anche dal fatto che lo Yin Shang aveva messo in moto un processo millenario di fusione e assimilazione culturale tra le varie aree geografiche. La forma embrionale dello stato centralizzato era già evidente nello Yin Shang. Sebbene il loro grado di integrazione non fosse particolarmente elevato, le necessità economiche e sociali li portarono a partecipare molto da vicino alla confederazione Yin Shang. Questo a sua volta ha rafforzato la tendenza verso l'omogeneizzazione. I vari stati della confederazione Yin Shang quindi mostrano tutti un alto grado di omogeneità nella loro amministrazione, lingua, rituali, scrittura e così via. La profonda influenza che lo Yin Shang ha avuto sui paesi che lo circondavano avrebbe alla fine gettato le basi per un'omogeneizzazione transnazionale e multi-origine della cultura.

Mettendo insieme materiali archeologici e testuali, si può vedere che questa nuova civiltà non è coerente con il contesto della conquista di Xia da parte di Cheng Tang, ma corrisponde piuttosto all'epoca in cui Pan Geng spostò la sua capitale verso sud. Vale a dire, i materiali archeologici e testuali mostrano una notevole differenza nel paesaggio culturale che si estende attraverso i fiumi Liao, Giallo, Han e Yangzi tra il periodo prima del regno di Pan Geng e dopo di esso. Nonostante ciò, nelle ossa oracolari Shang Jia, Da Yi Cheng, Zhong Ding, Zu Yi e altri ex re della genealogia reale Shang erano certamente gli antenati di Pan Geng. I re Yin Shang elencati da Sima Qian erano per la maggior parte corretti. Se il clan reale Yin Shang aveva dominato le Pianure Centrali fin dai tempi di Da Yi Cheng, come poteva essere che ci fosse una trasformazione così estrema all'interno di una stessa dinastia tra il tempo prima e il tempo dopo Pan Geng? L'autore crede che ci sia solo una risposta possibile: sebbene Shang Jia e Da Yi fossero entrambi gli antenati del popolo di Pan Geng, questo gruppo non era stato inizialmente politicamente dominante nelle Pianure Centrali. I numerosi spostamenti di capitale prima di Pan Geng descritti da Sima Qian erano infatti una rappresentazione dello stile di vita nomade che aveva caratterizzato i reali Shang nella loro terra natale. Questo modello di nomadismo militare non era adatto alle condizioni dei fiumi Giallo e Yangzi o delle pianure agricole di Liaoji. Mettendo insieme più fonti di prove, è possibile suggerire che questo popolo abbia avuto origine nei boschi della steppa a nord di Heilongjiang.

I boschi della steppa a nord di Heilongjiang erano sempre stati un punto di confluenza per diversi gruppi di persone nomadi. Serviva come corridoio costiero nord-sud e come porta d'accesso alle praterie eurasiatiche. Molte volte nel corso della storia, è stato un luogo in cui si sono formati e si sono diffusi nuovi gruppi etnici: alcuni dei gruppi Xiongnu, ad esempio, così come i Koguryo, Jurchen, Manchu e altri. La loro dispersione, acculturazione e persino scomparsa hanno avuto un'influenza sulla storia del mondo. Lo Yin Shang dovrebbe essere considerato come uno di loro. L'ambiente fisico del lato nord-est della zona settentrionale della Cina differiva da quello del lato nord-ovest. Il nord-ovest era caratterizzato da vaste aree di buoni pascoli. Di conseguenza, le persone lì si guadagnavano da vivere con l'allevamento di animali. Le terre della regione nord-orientale contenevano poco in termini di seminativi o pascoli utili. Le attività delle persone e la loro stessa sussistenza erano limitate dalle fitte foreste della zona, dalle catene montuose e dal mare, queste condizioni erano ancora meno favorevoli allo sviluppo della produzione. Per questo motivo, i popoli nordorientali sono stati storicamente fortemente motivati ​​ad attaccare e occupare le terre a sud di loro. Quindi questa regione è stata sempre la culla di popoli bellicosi.

Shang avrebbe dovuto essere il primo popolo in tempi storici che è sceso a sud e ha occupato la pianura centrale. Allo stesso tempo, hanno stabilito un potente regime militare multietnico, multistatale e multiculturale. Inoltre, il gruppo etnico a cui appartenevano i re Shang era in grado di addomesticare e addestrare i cavalli, e fu proprio loro che introdusse questa tecnologia nella Pianura Centrale dalle steppe. La leggenda che parla di Xiang Tu, il creatore dell'equitazione, indica un'associazione tra la prima tecnologia dell'equitazione e il clan reale Shang. Vivevano di caccia, guerre e razzie. Prima dell'istituzione di Yinxu come loro capitale, questo gruppo etnico viene spesso dalle foreste e dalle pianure dell'Heilongjiang per razziare la pianura centrale. Tuttavia, fu solo durante il regno di Pan Geng che, a causa di un raffreddamento del clima e per altri motivi, presero per la prima volta possesso della Pianura Centrale e iniziarono ad adottare uno stile di vita sedentario. Il sito di Yuanbei potrebbe essere stato una città stato aborigena che fu saccheggiata e bruciata da Pan Geng, e in seguito costruì una nuova capitale nelle vicinanze.

L'occupazione Shang delle valli dei fiumi Liao, Giallo e Han era paragonabile all'occupazione di Babilonia da parte dei Cassiti, avvenuta in un periodo di tempo simile. Tuttavia, i Cassiti equestri annetterono solo un'antica civiltà, Babilonia, e adottarono molti aspetti del sistema babilonese, diventando, di fatto, una delle dinastie babilonesi. Hanno quindi lanciato una guerra esterna per espandere l'ex territorio babilonese. Al contrario, il clan reale Shang, che era anche equestre, annesse diversi stati locali, creando una nuova capitale e un grande stato centralizzato composto da diverse culture. Hanno anche inviato "signori" dal clan reale per agire come governatori militari in vari territori, stabilendo così un sistema feudale. Hanno usato diverse strategie politiche per annettersi i piccoli stati locali. Pertanto Shang è stato probabilmente il primo stato centralizzato nella storia cinese. Lo Yin-Shang abbracciava una regione diversificata di molteplici culture etniche, unificando stili di vita, tradizioni culturali e lingue.Quindi può essere chiamato un "impero dell'alta antichità". Il controllo Yin-Shang comprendeva quello che in origine era un gran numero di diversi stati e culture, costituendo una civiltà multi-origine su larga scala. Per molti aspetti, è il punto di partenza della storia panculturale in Cina. Allo stesso tempo, era anche il risultato dello sviluppo e della fusione di molte antiche culture del bronzo. Pertanto, Shang è indispensabilmente significativo nell'antica storia cinese, mentre il ruolo dei cassiti nella storia babilonese non era così importante.

Il clan reale Shang ha portato con sé nella pianura centrale la sua esperienza di vita nella steppa eurasiatica. Dopo essere diventati sedentari, tuttavia, il loro modo di vivere è gradualmente cambiato. Questo nuovo stile di vita è stato sostenuto per più di 200 anni. La civiltà Yin-Shang formò l'antico impero di Shang solo dopo l'occupazione della pianura centrale da parte di Pan Geng e Wu Ding. La cultura Yin-Shang è un'antica civiltà imperiale diversificata e integrata che comprende diverse culture etniche, tra cui la regalità Shang era solo un gruppo minoritario che viveva nella steppa. Il clan reale Yin-Shang era caratterizzato da carrozze, culto della tigre, sepolture a forma di croce e simboli familiari, cultura della guerra e della caccia, rituali di decapitazione, sacrifici umani, adorazione del grano, vasi rituali di marmo, un sistema di calendario solare e il suo essere usato come titoli postumi di antenati. I reali Shang annetterono la pianura di Hebei, la pianura di Huang-Han, parte della pianura di Huang-Huai, Lu occidentale e lo Zhouyuan attraverso la conquista, la feudalizzazione e il matrimonio. La sua influenza si estendeva fino alla parte meridionale del delta dello Yangzi e l'area sotto controllo era vasta.

Wang Guowei una volta disse: "I cambiamenti politici e culturali derivanti dalla conquista dello Yin da parte di Zhou sono stati i più drammatici di tutta la storia cinese". Tuttavia, al giorno d'oggi i dati archeologici e gli studi su ossa oracolari e iscrizioni in bronzo mostrano tutti che il cambiamento politico e culturale più drammatico nella storia cinese fu in realtà l'istituzione dello stato di Yin-Shang. Per quanto riguarda i cambiamenti da Yin a Zhou, anche se le prove testuali trasmesse chiariscono che nessun nuovo fenomeno culturale ha accompagnato il primo periodo Zhou occidentale. Facendo un'attenta analisi dei testi trasmessi, si ha l'impressione che i funzionari della dinastia Zhou incaricati di redigere questi testi abbiano volutamente evidenziato le differenze tra Zhou e Shang come un modo per nascondere quella che era in realtà una relazione molto stretta tra loro.

Dato che il re Wen era uno dei signori di Shang, oltre ad essere un discendente degli ex re, sarebbe stato qualificato per partecipare al rituale a livello statale dell'offerta sacrificale nel tempio ancestrale. Tuttavia, secondo le iscrizioni sulle ossa dell'oracolo di Zhouyuan, il re Wen non solo partecipò a questo rituale e accettò la carne sacrificale, ma guidò anche personalmente il rituale di offrire sacrifici agli ex re tra cui Da Jia, Da Yi Cheng e Wu Ding. Nel fare ciò, stava sottolineando la legittimità della sua pretesa di essere il vero erede di Da Yi Cheng. Quindi non c'era contraddizione tra il re Wen adorare gli antenati di Yin e pregare che potesse conquistare Yin. Il re Wen riconobbe gli antenati di Yin e allo stesso tempo sottolineò la propria pretesa alla loro benedizione, poiché era un loro discendente. Pregò che gli antenati proteggessero e benedicessero il suo clan reale, e non quello di Di Yi.

Sebbene i diritti d'autore Shang e Zhou, che successivamente fondarono le due dinastie, fossero di diversi gruppi di discendenza, in termini di doppio lignaggio della dinastia Shang (matrilineare e patrilineare), dovrebbero essere considerati parte dello stesso clan. I reali Zhou erano una famiglia della nobiltà dell'alta borghesia Shang e condividevano lingua, credo e cultura. In questo sistema a doppio lignaggio, il re Wu e il re Wen di Zhou e la regalità Shang avevano antenati comuni. La regalità Zhou era un lignaggio laterale della regalità Shang. Rivendicando la sua legittima eredità del lignaggio di Shang ai vari signori durante i regni del re Wen e del re Wu, la regalità di Zhou ha finalmente sostituito la regalità di Shang.

Alla luce dei materiali archeologici e dei testi trasmessi, la sostituzione di Zhou con Shang dovrebbe essere intesa come il colpo di stato della nobiltà dell'alta borghesia invece dell'intrusione di un nuovo gruppo etnico. Solo durante i regni del re Zhao e del re Mu i reali di Zhou iniziarono a rivendicare arbitrariamente la loro differenza da Shang. Ciò ha causato due tradizioni diverse per quanto riguarda la relazione tra Shang e Zhou. In realtà, la loro differenza non era così drammatica come la differenza tra i periodi prima e dopo il regno di Pan Geng.

Se sarà possibile comprendere la formazione dello Zhou occidentale e la sua relazione con altre culture dipende ancora dall'ottenere più materiali archeologici. Tuttavia, sulla base di un'osservazione preliminare, l'autore suggerisce che la cultura della ceramica colorata dell'area di Baoji abbia avuto interazione con la cultura Majiayao nel Gansu a nord e con la cultura Daxi lungo il fiume Han a sud attraverso il Chencang (陈仓) e Baoxie (褒斜) corridoi. Il fiume Wei defluisce nel fiume Giallo, che consentiva un comodo trasporto fluviale, ma la regione ad est del fiume Wei non era adatta per l'abitazione umana nel primo periodo a causa dell'infertilità del corso inferiore e medio del fiume Giallo e della gola di Sanmen . Pertanto pochissime persone di Baoji migrarono nella parte nord-occidentale dell'Henan. Nel primo periodo della cultura del bronzo, la cultura della ceramica colorata della valle del fiume Wei declinò a causa del deterioramento climatico o dell'incursione dei popoli del nord o per altri motivi oggi sconosciuti. È possibile che le persone siano migrate in altre regioni, e questo è il motivo per cui vediamo pochissimi siti di insediamento della prima età del bronzo nell'area di Zhouyuan. Avvicinandosi al periodo Shang, il numero di siti a Zhouyuan iniziò ad aumentare. Inoltre, per quanto riguarda l'area influenzata dalla cultura proto-Zhou, non ha avuto tanta interazione con la pianura centrale come con il fiume Han e la regione pan-Han attraverso i corridoi di Chencang e Baoxie. Pertanto la cultura proto-Zhou è stata influenzata dalle culture del corso superiore e medio dello Yangzi. Ora che l'area centrale della cultura Xia, come la intende l'autore, era intorno al corso inferiore del fiume Han (chiamato Xia Shui [夏水] in tempi antichi). La cultura di Zhouyuan non ha ereditato la conoscenza di Xia tramite Shang, ma ha assorbito lo spirito, la cultura e la tecnologia di Xia attraverso il proprio percorso prima o durante la dinastia Shang. Anche la storia mitica e la leggenda della cultura Xia sono state apprese allo stesso modo.

Tuttavia, l'influenza dell'area a nord del Fiume Giallo si può ancora trovare nella cultura proto-Zhou. Per quanto riguarda i materiali in mano, possiamo dedurre che alcuni predoni del nord-ovest risiedessero nell'area di Baoji e approfittassero della rotta verso sud per interagire con le antiche culture del fiume Han e della regione pan-Han prima della dinastia Shang. Il loro modello di sussistenza è gradualmente cambiato dalle incursioni in attività economiche sedentarie come l'agricoltura e il commercio. Hanno imparato molte tecnologie dai popoli del sud e hanno approfittato della loro posizione geografica per sviluppare il commercio. Fungevano da collegamento con le culture contadine del sud, comprese le popolazioni delle montagne e quelle delle praterie. Alla fine della dinastia Shang, lo stato Zhou era diventato ricco e potente grazie al controllo di una via di trasporto vitale. Hanno approfittato di questo per espandere la loro influenza politica.

Dopo l'istituzione di Shang come antico impero, il suo potere raggiunse Zhouyuan, dove tutti i popoli dipendevano da esso. Furono accumulate numerose risorse da nord-ovest e sud-ovest, come prodotti di bestiame, cavalli e minerali. Ciò confermò l'importanza di Zhouyuan per gli Shang. La via di trasporto lungo il Fiume Giallo fungeva da principale autostrada nazionale. Shang controllava lo Zhouyuan inviando signori feudali e organizzando matrimoni con la nobiltà. I popoli di Zhouyuan furono gradualmente assimilati. Questa era la fonte della regalità di Zhou.

I reali di Zhou essendo un lignaggio laterale dei reali di Shang, non negarono deliberatamente la loro eredità dei reali di Shang dopo aver iniziato il loro regno. Tuttavia, nel nuovo contesto politico dei regni del re Zhao e del re Mu, Zhou iniziò a insistere sulla loro mancanza di connessione e indipendenza dagli Shang. Invece, hanno fabbricato una connessione ereditata con gli Xia. Quando controllavano la tradizione testuale trasmessa durante il tardo periodo Zhou occidentale, riscrivevano la storia degli Xia come loro storia. E nascondevano il fatto che l'area della cultura Xia era lo stato Chu durante la dinastia Zhou. Ciò di conseguenza ha portato a un malinteso che Xia fosse nella valle del Fiume Giallo. Tuttavia, recenti scoperte archeologiche suggeriscono che la civiltà in Cina abbia avuto origine nel fiume Yangzi. Le attività civilizzate non apparvero nelle praterie fino all'età del bronzo, ma le culture delle praterie erano caratterizzate dall'attività militare invece che dall'industria. Durante l'età del bronzo, il fiume Giallo era il confine tra le diverse culture del sud e del nord della Cina. Fino alla dinastia Shang, si trasformò gradualmente in una via vitale di scambio culturale. Può quindi essere considerata una civiltà “di mezzo”, al crocevia delle rotte sud-nord ed est-ovest.

La storia di Xia, Shang e Zhou registrata dai testi trasmessi non era un fatto storico. Se si dice che un'area così ampia e diversificata come quella che è oggi la Cina abbia avuto una storia unificata, questo tipo di cosiddetta storia contraddice ovviamente il processo generale di sviluppo sociale nel mondo antico. I documenti archeologici, d'altra parte, suggeriscono un processo paragonabile alla storia generale del mondo. Come molte civiltà antiche, l'antica Cina faceva affidamento su un'economia agricola e gradualmente si sviluppò in un sistema politico di città-stato unite attraverso la stratificazione sociale ed economica. Una varietà di industrie e pratiche commerciali sviluppate in associazione con le scoperte del metallo e l'invenzione della tecnologia di fusione del bronzo. Infine le culture del sud e del nord si contesero il territorio. Durante il deterioramento climatico nella tarda età del bronzo, i popoli del nord occuparono l'area delle culture del sud, portando al movimento del centro politico verso nord. I conquistatori hanno così ricostruito una nuova storia che ha avuto origine da loro stessi.

L'autore sostiene che i primi miti dei Cinque Imperatori, Yao, Shun, Yu e Tang dovrebbero essere visti come un'integrazione di storie e leggende eroiche di culture diverse. Una gran parte di loro proveniva dalle antiche culture dello Yangzi. Tuttavia, poiché i popoli del nord rappresentati da Shang e Zhou hanno sconfitto le culture del sud, tutti i miti sono stati tramandati dai popoli del nord. Tali episodi sono comuni in altre antiche civiltà del mondo. I popoli del nord non solo controllavano il territorio e le risorse del sud, ma possedevano anche le loro conquiste culturali e le loro storie eroiche. Quindi la storia mitologica del fallimento si è trasformata nella storia della gloria dei vincitori. In altre parole, la storia della cultura più antica è stata integrata in quella della cultura più recente. I primi miti storici nei testi trasmessi in cinese hanno chiare tracce della pirateria dei popoli del nord sulla storia mitologica del sud. Questo è il motivo per cui i primi miti storici sono così diversi e complicati.

La casa reale Shang insisteva sulla loro natura indigena proprio perché erano estranei e avevano bisogno di difendere pubblicamente la legittimità della loro politica. Allo stesso modo, sebbene dal tempo dei re Zhao e Mu lo Zhou abbia continuamente insistito sull'eterogeneità di Shang e Zhou, in realtà ci sono molte prove trasmesse che esprimono la stretta connessione tra loro. Secondo il sistema Yin-Shang, i due appartenevano allo stesso clan. Quindi la storia registrata dai testi trasmessi non esprime fatti storici oggettivi, ma piuttosto l'identità di chi scrive, le politiche dello stato, e così via.

In passato la ricerca sulla storia pre-Qin è stata dominata dai testi trasmessi, relegando l'archeologia a un mero ruolo di supporto. Non c'è dubbio che nell'applicazione dei dati archeologici alla spiegazione dei miti storici, ci siano stati numerosi fraintendimenti. Nelle future ricerche sulla storia pre-Qin, i ricercatori dovrebbero prendere come punto di partenza i materiali archeologici di prima mano. Allo stesso tempo, dovrebbero riconoscere il contesto in cui i testi trasmessi sono confluiti e promuovere la loro capacità di sfuggire al pregiudizio ideologico dei vincitori che sono quasi sempre gli autori di tali testi. Dovrebbero invece fare affidamento su materiali su eventi reali per comprendere le realtà storiche. . Di più


Scarica ora!

Abbiamo reso facile per te trovare un ebook PDF senza dover scavare. E avendo accesso ai nostri ebook online o archiviandoli sul tuo computer, hai risposte convenienti con . Per iniziare a trovare , hai ragione a trovare il nostro sito Web che contiene una raccolta completa di manuali elencati.
La nostra libreria è la più grande di queste che ha letteralmente centinaia di migliaia di prodotti diversi rappresentati.

Finalmente ho questo ebook, grazie per tutti questi che posso ottenere ora!

Non pensavo che avrebbe funzionato, il mio migliore amico mi ha mostrato questo sito web, e lo fa! Ricevo il mio eBook più desiderato

wtf questo fantastico ebook gratis?!

I miei amici sono così arrabbiati che non sanno come faccio ad avere tutti gli ebook di alta qualità che loro non hanno!

È molto facile ottenere ebook di qualità)

tanti siti falsi. questo è il primo che ha funzionato! Grazie molto

wtffff non lo capisco!

Basta selezionare il pulsante "Fai clic e poi scarica" ​​e completare un'offerta per iniziare a scaricare l'ebook. Se c'è un sondaggio ci vogliono solo 5 minuti, prova qualsiasi sondaggio che funzioni per te.


Trovate prove del commercio precolombiano tra l'Asia e le Americhe

Sembra un altro chiodo nella bara per la teoria di Colombo Primo.

Le scoperte di Rising Whale includono due manufatti in bronzo, uno dei quali potrebbe essere stato originariamente utilizzato come fibbia o chiusura. Ha un pezzo di pelle su di esso che viene datato al radiocarbonio intorno al 600 d.C. (ulteriori test avranno luogo in futuro). L'altro manufatto in bronzo potrebbe essere stato usato come fischietto.
La lavorazione del bronzo non era stata sviluppata in quel momento in Alaska, quindi gli archeologi pensano che i manufatti sarebbero stati fabbricati in Cina, Corea o Yakutia e sarebbero arrivati ​​in Alaska attraverso le rotte commerciali.

Ora abbiamo stabilito un contatto sia transatlantico (L'Anse aux Meadows) che transoceanico precolombiano (Rising Whale) con le Americhe. Era tutt'altro che un continente isolato.

una risposta a: Heliocentric Mystery Hill, NH alias Stonehenge americano suggerisce che i Vichinghi erano arrivati ​​in ritardo.

Però. l'OP è molto interessante e non vedo l'ora di saperne di più!
S&F!
Oh, e 'Columbus First' è stato brindato per un po' ormai.

una risposta a: Heliocentric
Bello Eliocentrico,
Questa scoperta non è sorprendente, vorrei che l'articolo avesse più specifiche sul sito stesso.

Ma questa scoperta aggiunge legittimità alla presunta mappa di Marco Polo dei Bearing Straights.

Uno dei motivi per cui le pergamene hanno languito da allora è la loro idiosincrasia. Raccontano di persone e luoghi assenti non solo dalla narrativa di Polo ma dalla storia conosciuta. E sono una soluzione imbarazzante per gli stili di mappa conosciuti dell'epoca: carte nautiche portolane, griglie e proiezioni di Tolomeo e schemi medievali noti come mappae mundi.

Le pergamene recano iscrizioni, alcune criptiche, in italiano, latino, arabo e cinese. Olshin, professore alla University of the Arts di Filadelfia, che ha trascorso più di 13 anni a ricercare e scrivere il suo nuovo libro, è il primo studioso a decodificare e tradurre completamente le mappe e a rintracciare gli antenati di Rossi, con un certo successo, fino al Polo Venezia. Una delle scoperte più allettanti di Olshin è l'allusione a "Fusang", un oscuro nome cinese del V secolo per una "terra attraverso l'oceano" che alcuni studiosi ora sostengono fosse l'America.

A tutti voi che avete reagito al mio commento "un altro chiodo nella bara per la teoria di Colombo Primo".

Sì, questa teoria è morta, ecco perché è in una bara. I chiodi nella mia metafora rappresentano i dati che dimostrano che questa teoria dovrebbe essere sepolta, quindi questo è un altro chiodo tra gli altri.

È risaputo nel mondo dell'archeologia e della storia che Colombo non fu il primo, ma la data in cui sbarcò è usata come una sorta di pietra per segnare un periodo storico.

Laz pensa che quasi tutti siano andati nelle Americhe prima di Colombo.

A proposito, perché Barry Fell è un fallimento?

Prima o poi verranno alla luce prove ACCETTATE dagli archeologi che mostrano positivamente che c'era un commercio in corso tra le Americhe e altri paesi europei e mediterranei.

Per dire che qualcosa esiste, hanno bisogno di una buona prova. Il fatto è che c'era qualcosa in corso con i viaggi tra i continenti molto prima di Colombo. Solo perché non abbiamo ANCORA trovato alcuna prova accettata non significa che non sia successo. Il fatto che ci sia una miscela di molti tipi di genetica che ha formato il popolo sudamericano, cambiamenti genetici che risalgono a più di millecinquecento anni, significa che Colombo non ha scoperto l'America. Durante i secoli bui molte informazioni sono scomparse. I crociati distrussero anche ogni cosa scritta che riuscirono a trovare. Le persone hanno cancellato la storia per migliaia di anni.

Ma se guardi alla genetica delle persone che erano qui e alla loro collocazione nelle aree dei continenti puoi vedere che le persone del Sud America non sono venute dall'Alaska attraverso il ponte di terra. Questo è ridicolo. Probabilmente presero navi dal Mediterraneo e dall'Africa. In qualche modo sono arrivati ​​lì e c'è diversità nella loro genetica, il che significa che c'erano diversi coloni molto tempo fa da ondate di persone provenienti da aree diverse. Penso che avessero navi che attraversavano l'oceano, sarebbe stato il modo più logico. Gli scritti sono ormai lontani. Le prove sono sparite da tempo, probabilmente erano navi di legno.

Non appena ci saranno prove accettabili, la storia cambierà. Fino ad allora, tieni la mente aperta e ricorda, solo perché non ci sono ancora prove, non significa che sarà sempre così. Se questa affermazione non fosse vera, perché avremmo bisogno di archeologi e antropologi.

Il sito fisico è a malapena sopravvissuto, quindi il libro di Barry Fell è un po' una pubblicità per loro. Barry amava i Celti e gli piaceva trovarli ovunque, anche se il concetto che le isole britanniche sono popolate da Celti è caduto in disgrazia di recente. Nonostante Barry, la datazione al carbonio al 1800 a.C. e un complesso osservatorio astronomico rendono il sito interessante. La grande pietra piatta su altre tre pietre, una struttura simile a un dolmen, ha una scanalatura per il sangue e un drenaggio scavato in essa.
I Vichinghi erano sicuramente arrivati ​​in ritardo, ma c'è da meravigliarsi che siano riusciti a schiavizzare qualsiasi popolo indigeno e a venderlo nei loro mercati di schiavi. Ciò renderebbe interessanti alcune scoperte sul DNA poiché una delle principali fonti di reddito dei Vichinghi era la vendita di schiavi a Costantinopoli.


originariamente postato da: rickymouse
Prima o poi verranno alla luce prove ACCETTATE dagli archeologi che mostrano positivamente che c'era un commercio in corso tra le Americhe e altri paesi europei e mediterranei.

Per dire che qualcosa esiste, hanno bisogno di una buona prova. Il fatto è che c'era qualcosa in corso con i viaggi tra i continenti molto prima di Colombo. Solo perché non abbiamo ANCORA trovato alcuna prova accettata non significa che non sia successo. Il fatto che ci sia una miscela di molti tipi di genetica che ha formato il popolo sudamericano, cambiamenti genetici che risalgono a più di millecinquecento anni, significa che Colombo non ha scoperto l'America. Durante i secoli bui molte informazioni sono scomparse. I crociati distrussero anche ogni cosa scritta che riuscirono a trovare. Le persone hanno cancellato la storia per migliaia di anni.

Ma se guardi alla genetica delle persone che erano qui e alla loro collocazione nelle aree dei continenti puoi vedere che le persone del Sud America non sono venute dall'Alaska attraverso il ponte di terra. Questo è ridicolo.

Non solo non è ridicolo, i due campioni di DNA più antichi mai trovati in Nord America mostrano che sono ancestrali per le popolazioni native del Centro e Sud America.

Questo è DNA di 12.000 e 13.000 anni.

Bella scoperta, OP, ma il commercio attraverso lo Stretto di Bering nel 600 d.C. non può essere poi così sorprendente, vero?


originariamente postato da: Heliocentric
A tutti voi che avete reagito al mio commento "un altro chiodo nella bara per la teoria di Colombo Primo".

Sì, questa teoria è morta, ecco perché è in una bara. I chiodi nella mia metafora rappresentano i dati che dimostrano che questa teoria dovrebbe essere sepolta, quindi questo è un altro chiodo tra gli altri.

La connessione Jomon-Valdivia (Giappone-Ecuador) sembra buona, dal momento che possiamo basare l'argomento sia su ceramiche/stili culturali simili che su studi genetici.

Di recente ho parlato con un vecchio collega che lavorava con il gruppo di Eric Boëda, archeologo e specialista in industria litica all'Università di Parigi. Da anni lavora con un team francese alla Pedra Furada in Brasile. Dice che, con un grado di certezza molto elevato, possono datare il sito ad almeno 30.000 aC. Yves Coppens, che potresti conoscere, pensa che il sito abbia 100.000 anni, ma la maggior parte del team sta ipotizzando che abbia circa 50.000-60.000 anni. La loro teoria è che questi primissimi abitanti provenissero dall'Africa. Potrebbe essere un dado più difficile da ingoiare per alcuni però.

La connessione Jomon-Valdivia (Giappone-Ecuador) sembra buona, dal momento che possiamo basare l'argomento sia su ceramiche/stili culturali simili che su studi genetici.

Di recente ho parlato con un vecchio collega che lavorava con il gruppo di Eric Boëda, archeologo e specialista in industria litica all'Università di Parigi. Da anni lavora con un team francese alla Pedra Furada in Brasile. Dice che, con un grado di certezza molto elevato, possono datare il sito ad almeno 30.000 aC. Yves Coppens, che potresti conoscere, pensa che il sito abbia 100.000 anni, ma la maggior parte del team sta ipotizzando che abbia circa 50.000-60.000 anni. La loro teoria è che questi primissimi abitanti provenissero dall'Africa. Potrebbe essere un dado più difficile da ingoiare per alcuni però. Leakey nell'Artico, Lee a Sheguiandah. ci sono alcune date piuttosto interessanti che vengono lanciate in giro in certi ambienti. Guarda Monteverde. e ho sentito mormorii di 40KYA su quel sito. Pedra Furada sta facendo impazzire gli archeologi nordamericani da un po' di tempo, ma se possono supportare la loro scienza. passa il ketchup. Viviamo in tempi eccitanti! (beh. se questo genere di cose ti eccita)

La teoria "Columbus First" non è stata una teoria praticabile per almeno cinquant'anni. Ricordo di aver letto di Leif Erickson in un libro di testo di quinta elementare, quindi anche l'idea che i bambini piccoli siano stati sottoposti a lavaggio del cervello con Columbus da parte dei gestori del governo non è vera. (Non che tu l'abbia fatto, ma il punto è che da un po' di tempo non esiste una teoria di Colombo Primo.) Colombo è ancora importante perché QUESTO è stato il viaggio che ha aperto gli occhi dell'Europa alla realtà delle Americhe. Prima di Colombo, non sapevano davvero che fosse lì. Dopo Colombo, lo fecero.

Ci sono state innumerevoli scoperte che suggeriscono almeno che gli asiatici hanno visitato la costa occidentale, i portoghesi hanno raggiunto la costa orientale, i romani hanno visitato il Canada, gli egiziani hanno raggiunto il Sud America, ecc. Ciò non dovrebbe sorprendere nessuno. Questa è una grande scoperta, ma dovrebbe essere trattata non come una svolta e una scoperta sconvolgente, ma una conferma di ciò che abbiamo sempre sospettato comunque.


Altro

Teste con elmo provenienti dal sud di Sumatra (a sinistra) e dal Messico (Olmec). (Dei del Cataclisma)

…semplici rappresentazioni in ceramica della figura umana sono state trovate in strati risalenti a più di 12.000 anni fa. Queste prime figure, e tutti gli esempi successivi, sono conosciute in Giappone con il termine generico dogu. I dogu più noti risalgono a circa 3000 anni fa e sono meglio descritti come "antropoidi" che umani, poiché non è affatto certo che le figure che rappresentano siano esseri umani. Hanno mani e piedi, gambe e braccia e una testa, come gli esseri umani, ma i loro lineamenti sono stranamente distorti, quasi come se fossero nascosti dietro una specie di maschera facciale o elmo. Gli occhi di queste figure sono i più sconcertanti, essendo raffigurati come grandi ovali ciascuno con un'unica fessura orizzontale. Altri dogu sono molto diversi, alcuni sembrano congelare un volto umano torturato nell'atto di urlare, alcuni impongono le fattezze di un animale - un gatto per esempio - su una forma altrimenti umana, alcuni creano l'aspetto di esseri mitologici con il corpo innaturalmente allungato o il viso a forma di losanga. (Malavita)


Guarda il video: La civiltà cinese


Commenti:

  1. Taushakar

    È esatto

  2. Kazrasar

    Condivido pienamente la tua opinione. C'è qualcosa in questo e mi piace la tua idea. Propongo di sollevarlo per una discussione generale.

  3. Tabar

    Secondo me, vengono commessi errori. Sono in grado di dimostrarlo. Scrivimi in PM, parla.



Scrivi un messaggio