Cronologia della storia militare giapponese fino al 1400 d.C

Cronologia della storia militare giapponese fino al 1400 d.C


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Cronologia della storia militare giapponese fino al 1400 d.C

10.000 aC

Emerge Jomon Culture, società di cacciatori-raccoglitori

300 aC

Yayoi Society, società agricola con una politica regionale ben sviluppata.

189 dC

Giappone conosciuto come Wa dai cinesi. La regina guerriera chiamata Himiko (o Pimiko) sale al trono. Armi descritte come Alabarda e scudo e arco in legno. Le frecce sono di bambù. Si crede che lo sciamanico Himiko abbia unito e governato 28 terre o clan.

c.200-266 dC

Diverse prime fonti giapponesi registrano un'invasione della Corea da parte della forse leggendaria imperatrice Jingu Kogo. C'è anche una possibile menzione di un'invasione giapponese nel 391 registrata sulla stele di Gwanggaeto, ma il testo non è chiaro e questo potrebbe anche riferirsi a un attacco coreano al Giappone.

239 dC

Emissari della regina Himiko inviati all'imperatore cinese Ming

245 dC

Possibile ribellione/guerra civile tra Himiko e un territorio conosciuto come Kona (o Kunu)

350 dC

In questo periodo viene istituita la corte imperiale giapponese. Questo è spesso chiamato Yamato Sun Line e si crede che abbia governato un paese unificato.

391 d.C

I giapponesi ora combattono i restanti due regni coreani di Koguryo e Silla, arrivando fino alla moderna Pyong-yang (sebbene ci siano prove limitate per questo)

404 d.C

I giapponesi attaccano il regno coreano di Koguryo

421 dC

Inviato inviato in Cina dall'imperatore Ojin figlio dell'imperatrice Jingu. I cavalli iniziano ad essere introdotti in Giappone e nella guerra giapponese. Scudi e tattiche del muro di scudi sono ancora in uso, ma il comune pavise giapponese di 4 piedi inizia a scomparire dall'uso quando i cavalieri diventano dominanti. L'alabarda e la lancia lasciano il posto alla spada e all'arco, si sviluppa anche un'armatura in scala basata sugli stili cinesi.

512 dC

La colonia/base giapponese di Mimana in Corea inizia a diventare più coreana con quattro prefetture consegnate alle forze locali. Il regno coreano di Paekche chiede aiuto ai giapponesi contro i regni coreani rivali e invia studiosi confuciani in Giappone. Mimana sotto assedio dalle forze del regno coreano di Silla aiutate da simpatizzanti pro coreani all'interno dell'area. Iwai, governatore di Tsukushi, si allea con le forze filo coreane a Mimana. La sua ribellione viene repressa da Mononobe no Arakabi.

538 d.C

Statue e scritture buddiste arrivano in Giappone dal Regno di Paekche. Il clan imperiale ha adottato la nuova religione che porta a una fonte di futuri conflitti

562 dC

Mimana cade alle forze del regno di Silla.

587 dC

L'imperatore Yomei muore e scoppia la guerra civile. Clan Mononobe schiacciato dal clan Sogo nella battaglia del Monte Shigi, stabilito dall'imperatore Sujun.

593 dC

L'era di Asuka inizia con Shotoku Tashi come reggente. Si rafforza l'influenza cinese in Giappone. Gli imperatori diventano più solitari e non guidano più gli eserciti in battaglia.

645 dC

Il clan Nakatomi si muove contro Soga no Iruka. Gli assassini uccidono Iruka di fronte all'imperatrice Kogyoku, il principe Katsuragi che aiutò i Nakatomi viene ricompensato con il nome Fujiwara, il primo della stirpe che in seguito sarebbe diventato molto potente.

646 dC

Le forze giapponesi respingono un attacco cinese al regno di Paekche

660 dC

Le forze cinesi conquistano il regno coreano di Paekche.

661 dC

L'imperatrice Saimei guida personalmente una spedizione di 27.000 uomini per liberare Paekche. L'imperatrice muore lungo il percorso e la forza giapponese viene quasi spazzata via da una flotta cinese T'ang nella battaglia di Paekchongang. I giapponesi sono più interessati a difendere la loro patria che in Corea.

701 dC

L'imperatore Tenmu produce il codice Taiho che limita il porto di armi ai militari.

710 dC

L'imperatore Genmei trasferisce la capitale a Nara. Un consiglio decide che un'imperatrice non regnerà mai da sola. Fujiwara Nakamaro costruisce le difese militari e di frontiera. La classe militare e quella contadina iniziano a separarsi mentre la coscrizione viene sostituita da soldati professionisti.

794 d.C

L'imperatore Kanmu trasferisce la capitale a Heiankyo, che in seguito sarebbe diventata Kyoto. Kyoto rimane la capitale fino a quando l'imperatore non si trasferisce a Tokyo nel 1879.

890 dC

I monasteri buddisti iniziano a impiegare gruppi di uomini armati per difendere le loro proprietà. La maggior parte di questi membri dell'esercito privato non sono clero. La violenza tra le varie sette, compreso l'incendio dei templi rivali, è un problema.

981 dC

I monaci della setta Tendai sul Monte Hiei ora hanno un esercito di diverse migliaia di Sohei (monaci guerrieri). Questi sono usati per aiutare i monaci a fare richieste a Kyoto.

1055 dC

Inizio della "guerra dei primi nove anni" quando il governatore territoriale Abe no Yoritoki si ribella

1063 dC

Fine della guerra dei primi nove anni, quando Minamoto Yoryoshi ha finalmente schiacciato la ribellione

1108 dC

Primo scontro tra Genji (clan Minamoto) e Heike (clan Taira)

1156 dC

Hogen no Ran o Insurrezione dell'era Hogen. Una lotta di potere tra l'imperatore Go-Shirakawa e l'imperatore in pensione Sutoku.

1159 d.C

L'insurrezione di Heiji no Ran. Minamoto Yoshitomo e Fujiwara Nobuyori si ribellano. Yoshitomo viene ucciso ma i suoi giovani figli vengono risparmiati.

1180 dC

Inizio della guerra Genpei

1192 dC

Minamoto Yoritomo diventa Shogun dopo aver schiacciato i suoi nemici. Viene istituito un governo militare (Bakufu).

1223 dC

Il Bakufu mette insieme il Codice Joei, una raccolta di leggi che governano i clan guerrieri

1274 d.C

La prima invasione mongola sotto Kublai Khan.

1281 dC

La seconda invasione mongola è dispersa da una terribile tempesta, il Kami Kaze o vento divino.

1333 d.C

L'imperatore Go-Daigo rovescia il Bakufu e restituisce il potere all'imperatore. La reggenza Hojo termina con il suicidio di molti membri del clan Hojo. Il Giappone si divide in due corti con due imperatori diversi durante un lungo periodo di guerra civile.

1392 d.C

La corte del sud si arrende alla corte del nord e la guerra civile finisce.


Storia del Giappone

La prima abitazione umana nell'arcipelago giapponese è stata fatta risalire alla preistoria intorno al 30.000 a.C. Il periodo Jōmon, che prende il nome dalle sue ceramiche contrassegnate da cordoni, fu seguito dal popolo Yayoi nel primo millennio a.C. quando furono introdotte nuove invenzioni dall'Asia. Durante questo periodo, il primo riferimento scritto noto al Giappone è stato registrato in cinese Libro di Han nel I secolo d.C.

Intorno al IV secolo a.C., il popolo Yayoi dal continente emigrò nell'arcipelago giapponese e introdusse la tecnologia del ferro e la civiltà agricola. [1] Poiché avevano una civiltà agricola, la popolazione degli Yayoi iniziò a crescere rapidamente e a sopraffare il popolo Jōmon, originario dell'arcipelago giapponese che era cacciatore-raccoglitore. [2] Tra il IV e il IX secolo, molti regni e tribù del Giappone vennero gradualmente unificati sotto un governo centralizzato, nominalmente controllato dall'Imperatore del Giappone. La dinastia imperiale istituita in questo periodo continua ancora oggi, anche se in un ruolo quasi esclusivamente cerimoniale. Nel 794 fu istituita una nuova capitale imperiale a Heian-kyō (l'odierna Kyoto), segnando l'inizio del periodo Heian, che durò fino al 1185. Il periodo Heian è considerato un'età d'oro della cultura classica giapponese. La vita religiosa giapponese da quel momento in poi fu un misto di pratiche shintoiste native e buddismo.

Nei secoli successivi il potere della casa imperiale diminuì, passando prima ai grandi clan di aristocratici civili – in primis i Fujiwara – e poi ai clan militari e ai loro eserciti di samurai. Il clan Minamoto sotto Minamoto no Yoritomo emerse vittorioso dalla guerra di Genpei del 1180-85, sconfiggendo il loro clan militare rivale, i Taira. Dopo aver preso il potere, Yoritomo stabilì la sua capitale a Kamakura e prese il titolo di shogun. Nel 1274 e nel 1281, lo shogunato di Kamakura resistette a due invasioni mongole, ma nel 1333 fu rovesciato da un rivale pretendente allo shogunato, inaugurando il periodo Muromachi. Durante il periodo Muromachi, i signori della guerra regionali chiamavano daimyō è cresciuto al potere a spese del shogun. Alla fine, il Giappone è sceso in un periodo di guerra civile. Nel corso della fine del XVI secolo, il Giappone fu riunificato sotto la guida del prominente daimyō Oda Nobunaga e il suo successore Toyotomi Hideyoshi. Dopo la morte di Toyotomi nel 1598, Tokugawa Ieyasu salì al potere e fu nominato shogun dall'imperatore. Lo shogunato Tokugawa, che governò da Edo (l'odierna Tokyo), ha presieduto un'era prospera e pacifica conosciuta come il periodo Edo (1600-1868). Lo shogunato Tokugawa impose alla società giapponese un rigido sistema di classi e tagliò quasi tutti i contatti con il mondo esterno.

Il Portogallo e il Giappone iniziarono la loro prima affiliazione nel 1543, quando i portoghesi divennero i primi europei a raggiungere il Giappone sbarcando nell'arcipelago meridionale. Hanno avuto un impatto significativo sul Giappone, anche in questa interazione iniziale limitata, introducendo armi da fuoco nella guerra giapponese. La spedizione americana Perry nel 1853-1854 pose fine in modo più completo all'isolamento del Giappone, ciò contribuì alla caduta dello shogunato e al ritorno del potere all'imperatore durante la guerra Boshin nel 1868. La nuova leadership nazionale del successivo periodo Meiji trasformò l'isola feudale isolata paese in un impero che seguì da vicino i modelli occidentali e divenne una grande potenza. Sebbene la democrazia si sviluppò e la moderna cultura civile prosperò durante il periodo Taishō (1912-1926), il potente esercito giapponese ebbe una grande autonomia e prevalse sui leader civili del Giappone negli anni '20 e '30. L'esercito giapponese invase la Manciuria nel 1931 e dal 1937 il conflitto si trasformò in una guerra prolungata con la Cina. L'attacco del Giappone a Pearl Harbor nel 1941 portò alla guerra con gli Stati Uniti e i suoi alleati. Le forze del Giappone divennero presto sovradimensionate, ma i militari resistettero nonostante gli attacchi aerei alleati che inflissero gravi danni ai centri abitati. L'imperatore Hirohito annunciò la resa del Giappone il 15 agosto 1945, in seguito ai bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki e all'invasione sovietica della Manciuria.

Gli Alleati occuparono il Giappone fino al 1952, durante il quale fu emanata una nuova costituzione nel 1947 che trasformò il Giappone in una monarchia costituzionale. Dopo il 1955, il Giappone ha goduto di una crescita economica molto elevata sotto il governo del Partito Liberal Democratico ed è diventato una potenza economica mondiale. Dal decennio perduto degli anni '90, la crescita economica è rallentata. L'11 marzo 2011, il Giappone ha subito un terremoto e uno tsunami di magnitudo 9.0, uno dei terremoti più potenti mai registrati, che ha ucciso quasi 20.000 persone e ha causato il grave disastro nucleare di Fukushima Daiichi.


Prima era feudale

Alcuni samurai erano parenti dei proprietari terrieri che proteggevano, mentre altri erano semplicemente spade a noleggio. Il codice dei samurai enfatizzava la lealtà verso il proprio padrone, anche rispetto alla lealtà familiare. La storia mostra che i samurai più fedeli erano di solito membri della famiglia o dipendenti finanziari dei loro signori.

Durante il 900, i deboli imperatori dell'era Heian persero il controllo del Giappone rurale e il paese fu lacerato dalla rivolta. Il potere dell'imperatore fu presto limitato alla capitale e in tutto il paese la classe guerriera si spostò per colmare il vuoto di potere. Dopo anni di combattimenti, i samurai istituirono un governo militare noto come shogunato. All'inizio del 1100, i guerrieri avevano potere sia militare che politico su gran parte del Giappone.

La debole linea imperiale ricevette un colpo fatale al suo potere nel 1156, quando l'imperatore Toba morì senza un chiaro successore. I suoi figli, Sutoku e Go-Shirakawa, combatterono per il controllo in una guerra civile conosciuta come la ribellione di Hogen del 1156. Alla fine, entrambi gli aspiranti imperatori persero e l'ufficio imperiale perse tutto il suo potere rimanente.

Durante la guerra civile, i clan di samurai Minamoto e Taira salirono alla ribalta. Si combatterono l'un l'altro durante la ribellione Heiji del 1160. Dopo la loro vittoria, i Taira stabilirono il primo governo guidato dai samurai e i Minamoto sconfitti furono banditi dalla capitale di Kyoto.


Bushido

Un membro d'élite dell'esercito giapponese, i samurai erano feroci guerrieri che seguivano il Bushido, che significa "via del guerriero". Questo codice etico era una bussola morale per i samurai e consisteva in diversi valori, tra cui coraggio, integrità, lealtà, compassione e rispetto. Erano selvaggi corazzati e dalla mentalità civile che si erano posti l'obiettivo di vivere e morire con onore. Si pensava che la loro arma principale, la katana, fosse un'estensione della loro anima.

La katana era una parte così cruciale della vita di un samurai che quando un giovane guerriero era sul punto di entrare in questo mondo, la spada che avrebbe usato come protettore veniva portata nella sala parto come per salutare il giovane. E, quando un vecchio guerriero veterano e stagionato era sul letto di morte, pronto a passare nel Padiglione di Giada Bianca dell'aldilà, la sua katana fu posta al suo fianco, come per proteggerlo un'ultima volta.

Maestri del colpo mortale, ogni samurai aveva una collezione di spade: una katana, la spada lunga, e un wakizashi, la spada corta. Pensalo come l'equivalente di un fucile e di una pistola per armi bianche. Il set era chiamato Daisho e se il samurai aveva bisogno di qualcosa in più, nel caso in cui l'opposizione fosse scoraggiante, il guerriero avrebbe aggiunto una lama tanto alla sua collezione. Il wakizashi doveva essere trasportato in ogni momento e persino tenuto sotto il cuscino mentre il soldato dormiva, poiché era usato per combattimenti ravvicinati, emergenze e suicidi rituali. D'altra parte, la katana era il capo honcho sul campo di battaglia, tagliando la carne come burro e tagliando teste, congelando i volti storditi del nemico.

L'arte del combattimento con la spada

Un'intera arte marziale è stata creata per imparare a usare in modo appropriato la spada del samurai ed è stata soprannominata Kenjutsu (o Kendo, che è la sua incarnazione moderna, non militare). L'importanza dello studio del Kenjutsu era cruciale per i samurai, poiché la loro competenza nelle vie della spada era una situazione di vita o di morte. Coloro che non capivano la complessità di ogni arma erano considerati incolti. Pensa a quanto sarebbe inutile oggi un soldato se non sapesse sparare con una pistola in una zona di guerra. L'arte del combattimento con la spada, come tutte le arti marziali, aveva un livello sia fisico che spirituale. Il Kenjutsu ha insegnato al samurai ogni singolo aspetto della guerra, incluso come guardare efficacemente il nemico per scuotere la sua gabbia, un concetto che è stato utilizzato da allora, in particolare da un eccellente Mike Tyson.

In altre parole, i samurai hanno unito il buddismo Zen durante l'allenamento per consentire loro di sguainare la spada senza esitazione e uccidere inconsciamente. Insegnato da un maestro di spada, un giovane samurai avrebbe imparato tutto da come estrarre la lama in modo efficiente e come manipolarla in una battaglia per prevalere. Anche la mentalità del samurai era profondamente radicata nel Buddismo Zen. In termini di padronanza della spada, l'obiettivo della Via Zen era quello di consentire al pensiero e all'azione di un guerriero di essere uno, rendendo i loro movimenti istantanei. In altre parole, i samurai hanno unito il buddismo Zen durante l'allenamento per consentire loro di sguainare la spada senza esitazione e uccidere inconsciamente. Un giovane George Lucas ammirava il modo onorevole e feroce dei samurai, usando molte delle loro convinzioni per creare i Jedi in un piccolo film chiamato Guerre stellari.

Nel Kenjutsu, ci sono cinque colpi fondamentali: dall'alto verso il basso, da sinistra a destra, da destra a sinistra e dritto attraverso la gola. Samurai addestrato a tagliare come un fulmine e con una mente vuota di tutto il resto, ma la missione. Eseguire un nemico in un colpo aggraziato era chiamato nukiuchi, che solo i migliori potevano fare in modo coerente. Nel XII secolo, le abilità dei samurai divennero leggendarie. Ad esempio, c'era l'epopea giapponese, Heiki Monogatari, che è stata scritta sulla guerra di Gempei nel 1100. Raccontava la storia di un monaco guerriero che brandiva una katana con così tanta precisione da macchiare la sua lama con il sangue di otto uomini in pochi colpi.

Kaishakunin

La katana non era solo un'arma di protezione, ma uno strumento di misericordia per assistere in un suicidio rituale giapponese chiamato seppuku, che veniva eseguito quando un guerriero si vergognava. Un kaishakunin, o una seconda persona nominata in servizio per il rituale, è tipicamente un samurai in attesa che è pronto a decapitare la persona che esegue seppuku. Il kaishakunin sta alla sinistra della persona che commette il suicidio rituale ed estrae la sua spada lentamente e silenziosamente, sollevandola con la mano destra, in attesa che venga eseguito il seppuku.

L'uomo che esegue il seppuku gli trafiggerebbe lo stomaco con la sua lama per riscattare il suo onore. Quindi, il kaishukunin impugna due volte la sua lama ed esegue un taglio verso il basso, o kiritsuke, decapitando l'ex guerriero. La katana aiuta il kaishukunin a eseguire un taglio controllato attraverso il collo del guerriero vergognoso, alleviandolo dal dolore. Seppuku era un evento regolare nel Giappone feudale. La leggenda dei 47 Ronin, una storia di guerrieri senza padrone che vendicano il loro capo, ha reso famoso il seppuku, poiché i guerrieri rimanenti eseguono il suicidio rituale secondo il codice dei samurai.

Foto: Marcus Cousseau

Cultura Jomon (C. 10.500 a C. 300 a.C.)

L'era pre-ceramica fu seguita da due culture meglio registrate, la Jōmon e la Yayoi. Il primo prende il nome da un tipo di ceramica trovato in tutto l'arcipelago il suo scopritore, lo zoologo americano del XIX secolo Edward S. Morse, chiamato la ceramica jomon ("segni di corda") per descrivere i motivi stampati nell'argilla. Una teoria convincente data il periodo durante il quale la ceramica Jōmon è stata utilizzata da circa 10.500 fino a circa il 3° secolo aC. Tra le caratteristiche comuni alle culture neolitiche di tutto il mondo - il progresso da strumenti scheggiati a strumenti levigati, la produzione di ceramiche, l'inizio dell'agricoltura e dei pascoli, lo sviluppo della tessitura e l'erezione di monumenti utilizzando pietre massicce - i primi due sono importanti caratteristiche del periodo Jōmon, ma i restanti tre non apparvero fino al successivo periodo Yayoi. La ceramica, ad esempio, è apparsa per la prima volta nel Kyushu settentrionale (la più meridionale delle quattro principali isole giapponesi) intorno al 10.500 a.C., in un'era chiamata periodo Jōmon incipiente. Sebbene si sospetti un'influenza continentale, il fatto che la ceramica di Kyushu rimanga anteriore a qualsiasi scoperta cinese suggerisce fortemente che l'impulso allo sviluppo della ceramica fosse locale. Jōmon è quindi meglio descritto come una cultura mesolitica, mentre Yayoi è completamente neolitica.

La fabbricazione della ceramica, tuttavia, era altamente sviluppata e il lavoro dei popoli Jōmon ha una diversità e complessità di forme e un'esuberanza di decorazioni artistiche. È consuetudine considerare i cambiamenti nei tipi di ceramica come base per suddividere l'età in sei periodi: Incipiente (C. 10.500–8000 a.C.), Iniziale (C. 8000-5000 aC), precoce (C. 5000–2500 aC), Medio (C. 2500–1500 a.C.), Tardo (C. 1500–1000 a.C.) e finale (C. 1000-300 a.C.). Poiché la cultura Jōmon si è diffusa in tutto l'arcipelago, ha anche sviluppato differenze regionali e questa combinazione di variazioni sia cronologiche che regionali conferisce all'evoluzione della ceramica Jōmon un alto grado di complessità.

La ceramica dei periodi Incipiente e Iniziale comprende molti vasi profondi simili a urne con basi affusolate a forma di proiettile. Nel periodo antico i vasi del Giappone orientale assumono una forma grossolanamente cilindrica, con basi piatte, e le pareti contengono una mescolanza di fibre vegetali. Nel periodo medio ci furono rapidi progressi nelle tecniche di ceramica, i vasi prodotti nelle aree montane centrali durante questo periodo sono generalmente considerati i migliori di tutta l'era Jōmon. Le superfici di questi vasi normalmente cilindrici sono ricoperte da complessi motivi di linee in rilievo, e sporgenze potentemente decorative salgono dai bordi per formare anse. Dal medioevo in poi c'è una crescente varietà nei tipi di vasi e si è sviluppata una chiara distinzione tra articoli di alta qualità con tecniche elaborate e vasi più semplici e puramente funzionali. La quantità di quest'ultimo tipo aumenta costantemente, preparando la strada per il passaggio alla ceramica Yayoi.

Siti di abitazione Jōmon sono stati trovati in varie parti del paese. Si possono classificare in due tipologie: una, l'abitazione a fossa, era costituita da una fossa poco profonda con pavimento in terra battuta e tettoia, l'altra era realizzata posando sulla superficie del piano un pavimento circolare od ovale di argilla o sassi. terreno e coprendolo con un tetto. Resti di tali abitazioni sono stati trovati in gruppi che vanno da cinque o sei a diverse dozzine, che apparentemente rappresentano le dimensioni degli insediamenti umani dell'epoca. La maggior parte di questi insediamenti forma una forma a ferro di cavallo, con uno spazio al centro che sembra essere stato utilizzato per scopi comunali. Nulla di certo si sa, tuttavia, riguardo all'organizzazione sociale o politica in questo periodo. Si può dedurre che ogni famiglia era composta da più membri della famiglia e che l'insediamento composto da tali famiglie era guidato da un capo o da uno sciamano.

La gente del periodo Jōmon viveva principalmente di caccia e pesca e raccogliendo noci e radici commestibili. La comparsa di grandi insediamenti a partire dal periodo medio è stata interpretata da alcuni studiosi come implicante la coltivazione di alcuni tipi di colture, ipotesi apparentemente supportata dal fatto che le asce di pietra scheggiata di questo periodo non sono taglienti ma sembrano essere state utilizzato per scavare il terreno. Indubbiamente esisteva una qualche forma di coltivazione: si coltivavano patate dolci e taro, probabilmente originari del continente, e l'amido da essi ricavato da una specie di pane. Questa agricoltura incipiente sembra correlata a una fioritura culturale a metà del periodo Jōmon che durò circa 1.000 anni.

La tessitura delle fibre era ancora sconosciuta, sebbene siano stati trovati cesti intrecciati risalenti al periodo antico. I reperti archeologici indicano che i vestiti erano in gran parte fatti di corteccia. Gli ornamenti del corpo includevano braccialetti fatti di conchiglie, orecchini di pietra o argilla e collane e ornamenti per capelli di pietra o osso e corno. Dall'ultima parte del periodo si diffuse anche in tutto l'arcipelago l'usanza di estrarre o affilare alcuni denti, probabilmente eseguito come rito di celebrazione del raggiungimento dell'età adulta.

Non si svilupparono riti di sepoltura particolarmente elaborati e i morti venivano sepolti in una piccola fossa scavata vicino all'abitazione. A volte il corpo veniva seppellito con le ginocchia sollevate o con una pietra stretta al petto, procedura che probabilmente aveva un significato religioso o magico. È stato trovato un gran numero di figurine di argilla, molte delle quali rappresentano forme femminili che probabilmente erano oggetti magici associati a culti primitivi della fertilità.

Per anni alcuni studiosi hanno sostenuto che i portatori della cultura Jōmon fossero antenati degli Ainu, un popolo indigeno del nord del Giappone. L'indagine scientifica sulle ossa del popolo Jōmon condotta dall'inizio del XX secolo, tuttavia, ha smentito questa teoria. Il popolo Jōmon potrebbe essere chiamato proto-giapponese, ed era diffuso in tutto l'arcipelago. Nonostante alcune variazioni di carattere derivanti da differenze di epoca o luogo, sembrano aver costituito un unico ceppo etnico con caratteristiche più o meno coerenti. L'attuale popolo giapponese è stato prodotto da una mescolanza di alcuni ceppi del continente asiatico e del Pacifico meridionale, insieme ad adattamenti effettuati in conformità con i cambiamenti ambientali. Ci sono prove che suggeriscono che le persone si spostarono verso est attraverso la Siberia ed entrarono in Giappone attraverso l'isola di Sakhalin e Hokkaido. Nulla può ancora essere provato sulla loro relazione con le persone del periodo preceramico, ma non si può affermare che fossero del tutto estranei.


XV secolo, dal 1401 al 1500

1402 Timur vince una grande battaglia ad Angora (Ankara). È preoccupato per aver aiutato i cristiani sconfiggendo un esercito musulmano. Invia inviati ai cavalieri cristiani che governano Smirne e chiede che i cavalieri si convertano all'Islam o paghino un tributo. Rifiutano entrambi e Timur attacca e ordina l'annientamento dell'intera popolazione della città, compresi donne e bambini. Le teste degli sconfitti, si direbbe, sono visualizzate in una piramide.

1405 Un imperatore della dinastia Ming, Yongle (o Zhu Di), ordina a uno dei suoi eunuchi, Zheng He, un musulmano che ha viaggiato alla Mecca e conosce il mondo un po' meglio di altri in Cina, di condurre una flotta di navi in ​​alto mari alla ricerca di suo cugino, l'ex imperatore.

1406 L'imperatore della Cina, Zhu Di, invia truppe che iniziano un tentativo di diciotto anni di conquistare Annam (Vietnam).

1406 Viene introdotta in Europa la geografia di Tolomeo, antico greco. Ciò sostiene che la terra è il centro dell'universo e che tutti i corpi celesti ruotano attorno ad essa in cerchi perfetti.

1407 Londra ha una nuova istituzione e un posto per i pazzi chiamato Bethlehem Hospital.

1408 In Gran Bretagna viene pubblicata la Bibbia in lingua inglese di John Wyclif.

1409 I prelati si incontrano a Pisa per nominare un papa che sostituisca i due che si dichiarano papa. I due papi esistenti si rifiutano di farsi da parte.

1410 Una forza germanica, i Cavalieri Teutonici, sta cercando di ottenere il controllo della Polonia. I cavalieri sono alleati con i re di Boemia e Ungheria. Il loro esercito ha "crociati" volontari e conta circa 27.000. Un esercito di 39.000 combattenti per il re polacco, Wladyslaw Jagiello, comprende lituani, ruteni e tartari oltre ai polacchi, e sconfiggono i tedeschi. I Cavalieri Teutonici decadono al potere e l'Europa orientale non diventa una colonia tedesca.

1413 In Inghilterra, i seguaci di John Wyclif, morto dal 1384, ritengono che la Bibbia sia l'unica regola di fede. Fanno appello al clero cattolico affinché ritorni alla vita semplice della Chiesa primitiva. Si oppongono alla guerra, alla dottrina della transustanziazione, alla confessione e alle immagini nel culto. Marciano su Londra e Enrico V, temendo il disordine sociale, sopprime il movimento.

1415 John Hus, ceco ed ex rettore di filosofia all'Università di Praga, si reca al Concilio di Costanza per proporre le sue riforme per la Chiesa. Al suo arrivo viene processato per eresia e bruciato sul rogo.

1415 Il principe Enrico del Portogallo, con una flotta di 200 navi e 20.000 uomini, cattura il porto di Ceuta dai Mori.

1416 pescatori olandesi utilizzano reti da posta derivanti.

1419 Ultimamente i portoghesi stanno costruendo navi con vele latine, che possono virare contro vento. Stanno esplorando le acque al largo della costa dell'Africa settentrionale e rivendicano l'isola di Madiera.

1420 I portoghesi combattono contro gli abitanti delle Isole Canarie, a sud di Madeira.

1421 In Austria, gli ebrei vengono imprigionati ed espulsi.

1421 A Firenze viene concesso il primo brevetto &ndash per una chiatta con montacarichi, utilizzata per il trasporto del marmo.

1422 In Giappone, un insegnante Zen, Ketsugan, esegue esorcismi.

1425 Templi Zen in Giappone stanno contribuendo alla diffusione culturale importando letteratura cinese, stili aritistici e idee religiose.

1428 Papa Martino V ordina che le ossa di Giovanni Wyclif vengano riesumate e bruciate.

1428 Re Alfonso V, re di Napoli e di Sicilia, ordina agli ebrei di Sicilia di convertirsi al cattolicesimo.

1429 La guerra dei cent'anni è ancora in corso e, a maggio, Giovanna d'Arco sconfigge gli inglesi ad Orleans. In agosto entra trionfante a Parigi.

1431 Alcuni inglesi vedono Giovanna d'Arco come una vera strega e come un agente del diavolo, una risposta comune alle avversità di quest'epoca. Giovanna viene catturata. Gli inglesi la consegnano alle autorità ecclesiastiche e all'Inquisizione e nella città francese di Rouen, poi sotto il dominio inglese, Joan viene bruciata sul rogo.

1431 I Mexica (Aztechi) hanno vinto una guerra di tre anni con i Tepaneca, che sono stati dominanti nel Messico centrale e ai quali i Mexica hanno reso omaggio. I Mexica hanno conquistato la città di Tepaneca, Azcapotzalco. I Mexica stabiliscono un'alleanza con gli Acolhua, della città di Texcoco, e i Tepaneca, di Tlacopan. Questa alleanza deve essere il fondamento di un impero Mexica.

1431 L'ammiraglio Zheng He della Cina guida una flotta di 52 navi, con quasi 30.000 uomini, verso la costa orientale dell'Africa.

1433 I Songhai si sono ribellati all'Impero del Mali e stanno interrompendo il commercio del Mali sul fiume Niger. Il Mali è in declino. I Songhai sono in grado di saccheggiare e occupare Timbuktu.

1434 In questa età preindustriale l'attività maggiore è quella bancaria, e nella città toscana di Firenze una famiglia di banchieri, i Medici, inizia a dominare politicamente la città.

1434 I portoghesi iniziano a navigare oltre Capo Bojador, oltre il quale era stato considerato un "Mare delle tenebre" dal quale nessun europeo era tornato.

1435 In mezzo a ribellioni e disordini, il parlamento svedese si riunisce per la prima volta, per essere dominato da famiglie nobili e dal corpo che mantiene l'identità nazionale svedese.

1436 Dalla regione del Caucaso, al-Ashraf Qaytbay, all'età di vent'anni, viene portato in Egitto come schiavo, acquistato da un mercante per essere reclutato come guerriero mamelucco. È un abile cavaliere e i suoi doni sono per attirare l'attenzione dei principali militaristi egiziani.

1438 La tribù Chanca attacca la città-stato Inca di Cusco da nord. In difesa, gli Inca iniziano a riorganizzare il loro sistema di governo, ad espandere le loro alleanze e con la forza a costruire l'Impero Tahuantinsuyu.

1439 I leader della Chiesa cattolica romana e ortodossa orientale concordano di riunificare questi due rami del cristianesimo. I russi non sono d'accordo e la Chiesa ortodossa russa deve rimanere indipendente dal Vaticano a Roma.

1441 In una delle loro caravelle, i portoghesi trasportano circa 200 schiavi dall'Africa al Portogallo.

1448 In Cina, l'iperinflazione riduce il valore della carta moneta del 97 per cento.

1448 Su una piccola isola conosciuta come Arguin (Arguim), a circa 700 chilometri a sud di Capo Bojador, i portoghesi costruiscono un castello e stabiliscono il primo avamposto europeo in Africa.

1448 La Chiesa Ortodossa Russa diventa indipendente dal Patriarca di Costantinopoli.

1450 A Kyoto viene costruito il tempio Zen Ryoanji. Ha un giardino di quindici rocce su sabbia bianca rastrellata e un'austerità per aiutare la meditazione.

1450 Lo stato più ricco della costa orientale dell'Africa, lo Zimbabwe, viene abbandonato dopo aver sofferto di pascolo eccessivo, terre coltivate erose e perdita di legname. I regni confinanti con lo Zimbabwe vengono conquistati da Mwene Mutapa.

1452 In Europa, le piastre metalliche vengono utilizzate nelle presse a vite.

1452 C'è una carestia nella città mexica (azteca) di Tenochtitlan.

1453 Costantinopoli è in declino economicamente, nella popolazione e nella forza militare. Usando artiglieria ed esperti europei, i turchi ottomani sfondano le mura di Costantinopoli. Le forze disciplinate musulmane conquistano la città. Questo pone Costantinopoli come il centro del cristianesimo ortodosso orientale e il cuore dei resti dell'Impero Romano.

1453 I francesi conquistano Bordeaux, l'ultimo posto occupato dagli inglesi ad eccezione della città portuale di Calais, sul canale della Manica. La Guerra dei Cent'Anni si conclude senza un trattato formale firmato e senza che un re inglese rinunci ai diritti al trono di Francia. Il nazionalismo era aumentato e la gente comune in Inghilterra è sconvolta per quello che vedono come l'Inghilterra aver perso la guerra. Con la fine della Guerra dei Cent'anni, il commercio riprende e finisce la depressione economica.

1453 Quarantuno ebrei vengono bruciati sul rogo a Breslavia, in Polonia.

1455 Nella città tedesca di Magonza, Johann Gutenberg, usando caratteri metallici in una macchina da stampa a vite, stampa la Bibbia "Gutenberg". La sua macchina da stampa è un passo avanti rispetto alle presse a vite utilizzate in agricoltura. Fu il primo europeo a utilizzare la composizione, a partire dal 1439 circa. La stampa doveva aumentare la circolazione della letteratura, stimolare un aumento dell'alfabetizzazione, della conoscenza e della scienza.

1455 Con inclinazioni umanistiche e un entusiasmo per la letteratura e l'arte, negli ultimi cinque anni Papa Niccolò V ha dato rinascita alla Biblioteca Vaticana, avviandola a diventare una delle più grandi biblioteche del mondo. Muore a 58 anni.

1456 Giudici e commissari nel palazzo arcivescovile della città di Rouen dichiarano che Giovanna d'Arco era innocente delle accuse che hanno portato alla sua esecuzione, dopo diciannove anni di appello e quasi un anno di udienze. L'Arcivescovo dichiara chiusa la causa.

1456 I turchi ottomani invadono Atene, iniziano un soggiorno che durerà 400 anni e trasformano il Partenone in una moschea.

1459 I turchi ottomani hanno preso il controllo di tutta la Serbia.

1461 Due famiglie, entrambe discendenti del re Edoardo III (che regnò dal 1327 al 1377 e apparteneva alla dinastia dei Plantageneti) sono in guerra da anni. Una famiglia è la Casa di York, l'altra la Casa di Lancaster. Questa è la Guerra delle Rose. Edward, dalla casa di York, sconfigge i Lancaster a Mortimor's Cross. Viene proclamato re e sale al trono come Edoardo IV.

1461 Re Luigi XI di Francia crea un servizio postale.

1463 I turchi ottomani si espandono in Bosnia. Eseguono il re della Bosnia, Stefan Tomasevic, l'ultimo della dinastia Kotromanic. L'assassinio, come mezzo di resistenza al dominio straniero, è visto dai serbi di Bosnia come un atto eroico.

1464 L'Impero Songhai e l'Impero del Mali combattono per Timbuctù, con gravi perdite di vite umane. I Songhai vincono e l'Impero del Mali è più ovviamente in declino.

1466 Un albanese, Giorgio Kastrioti, noto anche come Skanderbeg, ha condotto un'altra vittoriosa resistenza contro un'invasione ottomana, ed è un eroe in tutta la cristianità.

1467 In Giappone una disputa sulla successione dello shogunato Ashikaga dà inizio alla Guerra Onin, che esacerba il conflitto tra i signori della guerra regionali (daimio).

1468 Skanderbeg si ammala e muore a letto, e gli Ottomani assorbono l'Albania.

1468 In Egitto, al-Ashraf Qaytbay diventa il sultano mamelucco. Acquista altri 46.000 schiavi dalla sua zona di origine e dal Caucaso. Questi schiavi sono normalmente dai dieci ai 20 anni, spediti attraverso lo stretto turco. È un mestiere nelle mani dei genovesi.

1469 Ferdinando d'Aragona sposa Isabella di Castiglia.

1471 Dopo essersi assicurati gran parte di quello che oggi è il Perù centrale e settentrionale, gli Inca hanno ampliato il loro impero in Ecuador. Con un nuovo re, Tupac Inca, iniziano ad espandersi verso sud in Cile, Bolivia e Argentina.

1472 Il Benin è una città fortificata larga diversi chilometri in una regione boscosa nell'entroterra da dove il fiume Niger sfocia nell'Oceano Atlantico. Il suo re, Ewuare, commercia prigionieri presi in battaglia, consegnandoli come schiavi ai portoghesi.

1472 In uno dei suoi viaggi il sultano mamelucco, Qaytbay, viene assalito dai contadini. Risponde alle sue guardie del corpo, le saluta e permette loro di aggrapparsi ai suoi indumenti.

1477 Luigi XI francese ottiene il controllo della Borgogna.

1477 In Giappone finisce la Guerra Onin. Lo shogunato è indebolito e il potere passa ai signori della guerra feudali (daimyo).

1478 Una congiura, che include l'arcivescovo di Pisa e ha l'appoggio di papa Sisto IV, porta ad un attacco ai Medici mentre sono in chiesa. L'arcivescovo e molti altri vengono impiccati. Papa Sisto pone Firenze sotto interdetto e scomunica il capo dei Medici di Firenze, Lorenzo de Medici. Il papa stringe un'alleanza militare con il re di Napoli e la diplomazia di Lorenzo impedisce un attacco.

1479 Dopo quattro anni di guerra, la Spagna accetta il commercio di monopolio per il Portogallo lungo la costa atlantica dell'Africa e il Portogallo riconosce i diritti della Spagna nelle Isole Canarie.

1479 I turchi ottomani e Venezia sono in guerra dal 1463. Venezia viene sconfitta militarmente e rinuncia a quella parte del suo impero, lungo l'Adriatico, che i turchi ottomani occupano.

1480 Leonardo da Vinci di Firenze, 28 anni, inventa il paracadute.

1480 Ivan III di Mosca si sente abbastanza forte da rifiutarsi di rendere omaggio ai mongoli

1481 Luigi XI di Francia conquista i territori d'Angiò, Bar Mine e Provenza.

1480 Ferdinando e Isabella di Spagna impiegano l'Inquisizione spagnola per indagare se gli ebrei convertiti si aggrappano segretamente al giudaismo.

1481 Due monarchi lettoni vengono giustiziati per aver ucciso il re polacco Kazimierz IV.

Nel 1482 i portoghesi fondano nuovi insediamenti commerciali sulla "Costa d'oro" dell'Africa. Commerciano ferramenta, armi da fuoco, tessuti e cibo per oro, avorio, cibo e schiavi.

1482 I turchi ottomani occupano l'Erzegovina e la uniscono amministrativamente alla Bosnia. I suoi nobili e una grande percentuale dei suoi contadini devono accettare l'Islam.

1482 Il Cairo è una delle città più grandi e ricche ed è molto ammirata dai viaggiatori occidentali.

1483 Edoardo IV d'Inghilterra muore. Suo figlio gli succede come Edoardo V, e viene assassinato. Il duca di Gloucester, il fratello minore di Edoardo IV, usurpa il trono e viene incoronato Riccardo III.

1483 Papa Innocenzo VIII rilascia una dichiarazione in cui deplora la diffusione della stregoneria e dell'eresia in Germania. Ordina che i gatti appartenenti alle streghe condannate vengano bruciati così come le streghe.

1485 Henry Tudor, un parente della famiglia Lancaster, sconfigge Riccardo III nella battaglia di Bosworth. La famiglia Tudor prende il potere e viene incoronata Enrico VII.

1485 Enrico VII sposa Elisabetta di York, unendo le famiglie Lancaster e York. La Guerra delle Rose è finita.

1491 Il re Carlo VIII di Francia invade la Bretagna e costringe la quattordicenne Anna di Bretagna a sposarlo, aggiungendo la Bretagna al territorio francese.

1492 I monarchi di Spagna, Ferdinando e Isabella, fanno la loro parte in una guerra contro l'Islam e annettono Granada. Inoltre danno agli ebrei tre mesi per convertirsi al cristianesimo se vogliono evitare l'esilio dal paese. E il viaggio che la monarchia sta pagando, guidata da Cristoforo Colombo, fa rotta verso la Cina dirigendosi verso ovest.

1493 Cristoforo Colombo ritorna dai Caraibi, e più tardi nell'anno fa ritorno ai Caraibi.

1494 I re stavano facendo ciò che i re facevano da secoli: perseguire la ricchezza, l'espansione territoriale e il controllo sulle persone. Quest'anno Cristoforo Colombo, un agente di Ferdinando e Isabella, inizia a usare come schiavi la gente dei Caraibi.

1494 Piero de Medici ha governato dalla morte di suo padre, Lorenzo, nel 1492. Fa pace con i francesi, che hanno invaso la Toscana (nella quale si trova Firenze). Una rivolta politica lo spinge all'esilio. Firenze è nell'anarchia.Un domenicano, Savonarola, è antirinascimentale. Si oppone alla musica popolare, all'arte e ad altre mondanità.

1496 ebrei vengono espulsi dalla Siria.

1496 Sultan Qaytbay muore all'età di 53 anni seguito da grandi emiri che competono per succedergli.

1497 I ragazzi che lavorano sotto il Savonarola raccolgono nelle case cose legate al lassismo morale: specchi, cosmetici, quadri, libri, bei vestiti, opere di poeti immorali. Savonarola li fa bruciare. L'opera d'arte rinascimentale è perduta. Papa Alessandro VI scomunica Savonarola.

1497 In Scozia, i bambini sono obbligati per legge ad andare a scuola

1498 Gli spazzolini da denti compaiono in Cina.

1498 Vasco da Gama raggiunge l'India.

1498 Savonarola viene impiccato. Una folla inferocita brucia Savonarola nello stesso punto in cui ha ordinato il suo falò.

1498 Colombo salpa dalla Spagna con sei navi per il suo terzo viaggio verso le Americhe.

1498 Gli ebrei vengono espulsi da Norimberga e dalla Baviera.

1498 I turchi ottomani invadono la Dalmazia e devastano la terra intorno a Zara. Venezia va di nuovo in guerra contro i turchi ottomani.

1500 Il Portogallo stabilisce le isole di Sao Tome e Principe al largo della costa atlantica dell'Africa.


Cronologia dell'Asia

I ceramisti neolitici in Giappone durante il periodo Jomon producono contenitori che sono tra le prime ceramiche al mondo e sono caratterizzati da superfici decorate con segni di corde (il significato del termine jomon) e forme drammatiche. Per saperne di più.

5000 aC-4000 aC

I contenitori in ceramica realizzati nel villaggio neolitico cinese di Banpo sono dipinti con disegni geometrici e motivi lineari per uso funerario e domestico. Per saperne di più.

C. 3300 aC-c. 2200 aC

La civiltà neolitica Liangzhu della Cina costiera realizza ornamenti personali in giada finemente lavorati e lucidati e strumenti religiosi per tombe, forse per trasmettere e annunciare lo status del defunto. Per saperne di più.

C. 3000 aC

Vasi di ceramica bruniti con pareti notevolmente sottili sono caratteristici delle culture costiere neolitiche cinesi. In particolare, alla cultura Dawenkou è attribuito lo sviluppo del tornio da vasaio veloce all'incirca nello stesso periodo degli antichi egizi, sebbene non vi sia alcuna indicazione di influenza reciproca. Per saperne di più.

C. 2500 aC-c. 1500 aC

Piccoli sigilli di pietra con brevi iscrizioni e immagini figurative, spesso di un toro cornuto, sono usati dagli abitanti della valle dell'Indo o della cultura Harappa, la prima civiltà dell'Asia meridionale. Questi sigilli potrebbero aver svolto una funzione amministrativa che facilitava il commercio. Per saperne di più.

1300 aC-1100 aC

Grandi statue antropomorfe in bronzo sono sepolte in fosse insieme a zanne di elefante, alberi in bronzo e armi in bronzo e giada nell'attuale Sanxingdui nella contea di Sichuan, in Cina. La raffinatezza tecnica di questi oggetti e il loro uso di immagini che è sorprendentemente diverso da quello trovato nella Cina centrale indicano che la Cina della prima dinastia è costituita non da uno ma da diversi centri culturali distintivi. Per saperne di più.

C. 1200 aC

La consorte reale Fu Hao è sepolta nella capitale della dinastia Shang in una tomba piena di numerosi, grandi vasi di bronzo abilmente lavorati, strumenti di giada e armi cerimoniali e bare di lacca. L'unica tomba reale Shang trovata intatta, il contenuto indica la ricchezza e la raffinatezza dell'antica Cina e le ossa dell'oracolo incise forniscono molte informazioni utili. Per saperne di più.

C. 600 aC

I popoli nomadi dell'Asia centrale, alcuni dei quali sono conosciuti come Sciti, fabbricano bardature d'oro per cavalli e ornamenti portatili, spesso a forma di animali potenti. Per saperne di più.

C. 550 aC-c. 330 aC

Il Tesoro di Oxus, trovato sulle rive del fiume Oxus in Bactria (l'attuale Uzbekistan), è costituito da quasi 200 oggetti preziosi che potrebbero essere stati originariamente utilizzati per i rituali del tempio. Lo scambio commerciale attivo è indicato dalla varietà di stili regionali visibili negli oggetti nel tesoro. Per saperne di più.

C. 433 aC

La tomba del marchese Yi di Zeng contiene diverse sculture di animali dipinti in lacca, alcuni dei quali imitano animali reali come le anatre, mentre altri rappresentano animali fantasiosi con corna e lingue sporgenti. Per saperne di più.

C. 300 aC-200 aC

Grandi timpani sono realizzati in bronzo e decorati con motivi geometrici e rane in miniatura, animali, guerrieri e figure umane a Dong Son, nel nord del Vietnam. Per saperne di più.

300 aC–100 aC

Influenzati dai popoli nomadi del nord e del nord-ovest, i metalmeccanici cinesi producono accessori portatili come placche per cinture e fermagli decorati con forme animali derivate da motivi dell'Asia centrale sia per il mercato interno che per il commercio con i popoli del nord. Per saperne di più.

259 aC-210 aC

Il primo imperatore cinese Qin Shi Huangdi si unì ai frammenti di barriera difensiva esistenti per stabilire una delle strutture architettoniche più importanti del mondo, la Grande Muraglia, delimitando efficacemente il suo territorio come nazione unificata e fortificata. Per saperne di più.

C. 250 aC

Come parte del sostegno energico del re Ashoka al buddismo e alla sua diffusione in tutto il subcontinente indiano, commissiona molti progetti di costruzione, tra cui l'erezione di una serie di colonne con riferimenti simbolici al Buddha e ai suoi insegnamenti. Per saperne di più.

221 aC-210 aC

Un enorme esercito di guerrieri di terracotta a grandezza naturale viene creato dal primo imperatore cinese Qin Shi Huangdi per proteggerlo nell'aldilà nella sua magnifica tomba a Xi'an. Per saperne di più.

C. 200 aC

Resti della prima carta del mondo trovata nelle tombe di Xi'an risalgono alla prima dinastia Han. La carta è inizialmente composta da fibre di canapa, producendo una sostanza simile alla carta velina. Per saperne di più.

200 aC-100 aC

L'aumento di popolarità del daoismo mistico ispira la produzione di bruciaincenso in bronzo (boshan lu) a forma di montagne magiche. Questi incensieri sono tra le prime rappresentazioni di montagne nell'arte cinese, che diventano uno dei suoi soggetti più importanti. Per saperne di più.

C. 150 aC

Il tempio di Sanchi nell'India centrale viene ampliato e rinnovato con un livello superiore per la circumambulazione aggiunto allo Stupa 1, che si dice contenga alcuni dei resti dello storico Buddha Shakyamuni. Un secolo dopo vengono aggiunte quattro porte o torana riccamente scolpite con narrazioni didattiche della vita del Buddha. Per saperne di più.

C. 150 aC

Le sculture in rilievo che originariamente decoravano le ringhiere e i cancelli del Bharhut Stupa incorporano tra le rappresentazioni della vita del Buddha immagini straniere e divinità indigene pre-buddiste come gli spiriti della terra maschili e femminili (rispettivamente yaksa e yaksi) e re serpente (nagarajas). Per saperne di più.

C. 140 aC

La marchesa di Dai è sepolta in una tomba a Mawangdui nella provincia di Hunan in una serie di bare di legno sormontate da uno stendardo di seta dipinto che fornisce il primo dipinto completo della Cina e rivela le credenze religiose e le pratiche artistiche dell'epoca. Poiché la tomba non è mai stata saccheggiata, gli arredi vari e sontuosi e persino il corpo della nobildonna rimangono in condizioni eccezionalmente buone. Per saperne di più.

100 aC-1 aC

Femmine voluttuose che sembrano piene di vita e fecondità sono rappresentate su placche di terracotta realizzate nel nord dell'India nei periodi Mauryan e Shunga. Il fascino visivo di queste immagini è accentuato dall'abbondante decorazione della superficie e la velocità di produzione è aiutata dall'uso di stampi. Per saperne di più.

C. 65 aC

Le monete partiche sono coniate con figure mostrate in un'innovativa posa frontale, un elemento distintivo dell'arte partica che appare nelle sculture del tempio e nei ritratti sulle monete. Per saperne di più.

C. dC 1-c. 200 dC

Il Grande Stupa di Amaravati nell'India meridionale è stato ristrutturato con numerose immagini religiose e decorative rese in rilievo sulle ringhiere dello stupa e sui cancelli circostanti. Per saperne di più.

1 d.C.–200 d.C

Dotaku, campane in bronzo fuso, sono tra gli esempi più imponenti e distintivi della prima metallurgia giapponese. Basato su campane di cavalli coreane, giapponesi dotaku, che potrebbe essere piuttosto grande, hanno alcune delle prime scene pittoriche del Giappone in rilievo sui lati. Per saperne di più.

100 d.C.–200 d.C

I fonditori cinesi di bronzo lodano la velocità e la grazia dei cavalli importati dall'Asia centrale e sono ispirati da loro per lanciarne uno al galoppo con un solo zoccolo che si posa su una rondine volante. Per saperne di più.

100 d.C.–500 d.C

Un grande monastero buddista è scavato nelle pareti rocciose di Bamiyan, in Afghanistan. A fianco delle celle dei monaci ci sono due colossali Buddha di pietra (destr. 2001) che attirano pellegrini da chilometri di distanza e incarnano il concetto del Buddha Universale. Per saperne di più.

344 d.C.–407 d.C

Il pittore di corte Gu Kaizhi stabilisce uno stile, come si vede nel suo Ammonizioni degli Istruttori della Cortes, per i dipinti di figura che incorporano pennellate decise e fluide e un'espressione sottile, venerata da millenni. Per saperne di più.

353 d.C

La famosa prefazione del Padiglione delle Orchidee, conosciuta in cinese come Lanting xu, è scritto dal calligrafo più venerato della Cina Wang Xizhi. Costituisce un passo importante nell'evoluzione della scrittura e della pennellata da strumento per scribi a forma d'arte altamente espressiva e dinamica. Per saperne di più.

C. 400-c. 430

Viene costruito lo stupa riccamente decorato di Svayambhunatha, che diventa il sito buddista più importante della valle di Kathmandu. Per saperne di più.

C. 400 dC-c. 450 d.C

La tomba a forma di buco della serratura dell'imperatore Nintoku nel Giappone centrale è il luogo di sepoltura più grande del suo genere. Si pensa che sia stato ricoperto da più di 10.000 argilla haniwa offrendo cilindri, compreso il più antico conosciuto a forma di umano. Per saperne di più.

C. 460-c. 475 d.C

I sovrani della dinastia Wei settentrionale commissionano la costruzione di una serie di grotte riccamente intagliate e dipinte a Yungang, nel nord della Cina. Il fulcro di questo sito religioso è una massiccia scultura del Buddha Shakyamuni, scolpita nelle scogliere calcaree. Per saperne di più.

C. 460 d.C.-c. 480 dC

Il monastero buddista e luogo di pellegrinaggio di Ajanta realizza il suo periodo di crescita più vigoroso. Scavate nelle scogliere, le stanze sono decorate con alcuni dei più antichi dipinti buddisti sopravvissuti in India. Per saperne di più.

C. 500 dC-c. 535 d.C

Xie He scrive le sei leggi della pittura cinese, il primo testo conosciuto e uno dei più influenti sulla teoria della pittura. Per saperne di più.

C. 500 dC-c. 600 dC

I ceramisti cinesi sono i primi al mondo ad aver inventato la porcellana. Per saperne di più.

C. 500 dC-c. 700 dC

Grandi immagini indipendenti del Buddha sono scolpite in Sri Lanka. Tutti lo presentano come un monaco, in piedi frontalmente e con scarso senso di movimento, che trasmette un senso di monumentalità. Per saperne di più.

500 d.C.–800 d.C

Una delle prime fonti di seta al di fuori della Cina è l'Iran sasanide, che produce e commercia seta con la Cina. I tessitori di altre regioni, inclusa la Cina, adottano e adattano motivi decorativi sasanidi. Per saperne di più.

C. 550 d.C

Beneficiando del patrocinio imperiale e di artigiani altamente qualificati, il tempio rupestre di Shaiva a Elephanta contiene sculture tecnicamente e iconograficamente sofisticate di Shiva. Per saperne di più.

C. dC 550-c. 600 dC

Il tempio di Horyuji a Nara viene fondato dal principe Shotoku. Gli edifici e le sculture in legno sono tra i primi esempi sopravvissuti di arte buddista del VII secolo in Giappone. Per saperne di più.

600 d.C.-700 d.C

Statue che rappresentano il bodhisattva Maitreya in una graziosa posa seduta sono fatti. Con drappeggi fluidi, espressioni facciali serene e modelli delicati, mostrano tutte le caratteristiche della prima scultura buddista coreana. Per saperne di più.

C. dC 618-c. 907 d.C

Il mandala delle cinque divinità di Avalokitesvara è dipinto su seta e conservato in uno dei 500 templi rupestri a Dunhuang sulla Via della Seta. Elegante nell'esecuzione e opulenta nei dettagli, la visualizzazione colorata di una divinità salvatrice in un regno celeste incarna la complessità del pensiero buddista e lo splendore dell'arte della dinastia Tang. Per saperne di più.

672 d.C.–675 d.C

Scolpita su commissione imperiale, l'immagine di pietra seduta alta 13 metri di Vairochana, il Buddha universale, nel tempio Fengxian a Longmen, in Cina, incarna i concetti esoterici buddisti prevalenti di divinità con grande potere. L'energico senso di movimento delle figure presenti circostanti mostra gli sviluppi artistici del periodo. Per saperne di più.

700-800 d.C

I tessitori sogdiani dell'Asia centrale realizzano capi di seta che combinano pregevoli lavorazioni con motivi tratti da varie regioni, ispirati alle merci scambiate dai mercanti sogdiani. Per saperne di più.

C. 743 d.C

L'imperatore Shomu costruisce il tempio buddista Todaiji nella capitale Nara. Il magazzino di Todaiji, chiamato Shosoin, è uno dei più ricchi depositi di tesori buddisti e secolari, contenente oggetti ottenuti in tutta l'Asia orientale e nelle regioni intorno alla Via della Seta. Per saperne di più.

751 d.C.–774 d.C

Il granito scolpito Buddha seduto nel tempio rupestre di Sokkuram, in Corea, è tra i più importanti e imponenti esempi di arte buddista in Asia orientale ed è stilisticamente strettamente correlato alla scultura Tang della Cina. Per saperne di più.

C. 775-c. 800

Il tempio Kailasa, dedicato a Shiva, è il tempio scavato nella roccia più importante di Ellora. Pieno di imponenti sculture in rilievo, il tempio è considerato la dimora e la montagna sacra di Shiva. Per saperne di più.

C. 800

Borobudur, la più grande struttura religiosa in Indonesia, è costruita come una monumentale manifestazione in pietra di un buddista mandala e come celebrazione del potere della nuova dinastia Shailendra. Oltre 1300 pannelli intagliati sono utilizzati per decorare pareti e balaustre con rilievi narrativi. Per saperne di più.

868 d.C

Il più antico libro stampato sopravvissuto al mondo è conservato nel deposito del sito buddista di Dunhuang. Questo testo illustrato è una versione in lingua cinese del Sutra del diamante ed è ora nella British Library. Per saperne di più.

C. 920-c. 930

I sovrani samanidi costruiscono a Bukhara un mausoleo di mattoni cotti decorato con motivi vegetali e geometrici. Per saperne di più.

C. 1000-c. 1050

Fan Kuan dipinge uno dei quadri cinesi più famosi, Viaggiatori tra montagne e torrenti, che incarna le vette torreggianti, le figure diminuitive e le varie pennellate della tradizione paesaggistica monumentale. Per saperne di più.

C. 1020-c. 1029

Il re Vidyadhara commissiona il tempio Kandariya Mahadeva, una struttura complessa e riccamente decorata che esemplifica l'architettura sacra matura nell'India centrale. Per saperne di più.

C. 1020–1057

Lo scultore giapponese Jocho sviluppa la tecnica del blocco di legno unito per cui una statua è composta da diverse sezioni scavate unite insieme. Questo sistema permette di realizzare sculture più grandi con una più ampia varietà di posture che conferiscono loro un maggiore senso di movimento e dinamismo. Questo metodo introduce anche il sistema dell'officina. Per saperne di più.

1036–1101

Su Shi, un rinomato funzionario del governo e poeta, sviluppa l'idea della pittura letteraria che enfatizza l'espressione dello spirito artistico oltre a catturare l'aspetto fisico del soggetto. Questo concetto assume un'importanza fondamentale nella successiva conoscenza della pittura cinese. Per saperne di più.

Il pittore di corte Guo Xi's Inizio primavera cattura un paesaggio montuoso soffuso dalle nebbie della stagione, catturando un momento e un'atmosfera specifici nella natura. Per saperne di più.

1086–1106

Artista, conoscitore e mecenate, l'imperatore Huizong riunisce i migliori pittori del paese presso l'Accademia di pittura di Hanlin. Scelti attraverso un esame, questi artisti producono immagini per la corte che stabiliscono uno standard che continua a influenzare i gusti artistici in tutta l'Asia orientale. Per saperne di più.

1086–1106

Una delle ceramiche più sublimi e di breve durata al mondo è realizzata per la corte dell'imperatore Huizong. La ceramica Ru ha una glassa blu-verdastra densa e cremosa con una consistenza burrosa che ricopre vasi sottili con forme derivate dalla natura. Per saperne di più.

C. 1100

I Chola nell'India meridionale preferiscono immagini indù portatili fuse in bronzo. Una delle immagini più graziose e simbolicamente ricche è quella di Shiva Nataraja, raffigurante il dio che esegue la danza della distruzione e della creazione. Per saperne di più.

C. 1100-c. 1150

Viene costruito il monastero buddista di Alchi, nel nord dell'India, forse dal maestro tibetano e 'grande traduttore' Rinchen Sangpo. Situata in una zona isolata, la casa del tesoro rimane intatta e i suoi murales di divinità e mandala sono tra i più completi. Per saperne di più.

C. 1105

Il re Kyanzittha costruisce il tempio di Ananda nella sua capitale di Pagan, la Birmania. Composto da quattro santuari situati uno dietro l'altro, questa grande struttura contiene quattro colossali sculture in legno del Buddha e un magazzino di rari tesori sacri. Per saperne di più.

C. 1120-1140

La prima illustrazione conosciuta del racconto di Genji è dipinta per il divertimento dei membri della corte imperiale. Questa serie di dipinti di scene del primo romanzo del mondo fa parte dell'inizio della passione giapponese per le narrazioni illustrate. Per saperne di più.

C. 1150

Immagini monumentali del Buddha sono scolpite nella roccia viva nel complesso del monastero di Polonnaruva nello Sri Lanka. Per saperne di più.

C. 1150

Il re Suryavarman II costruisce il magnifico tempio-montagna di Angkor Vat, dedicato al dio indù Vishnu ed espressivo della sua posizione di dio-re. Per saperne di più.

C. 1150– 1300s

Sanggam o celadon intarsiato segna il picco tecnologico della produzione ceramica coreana e incarna l'eleganza e la raffinatezza della corte coreana Koryo. La corte cinese definisce questa merce "la prima sotto il cielo". Per saperne di più.

C. 1190-c. 1225

L'artista di corte Ma Yuan dipinge immagini delicate della natura con colori tenui e pennellate altamente abili che catturano gli interessi filosofici ed estetici della dinastia Song. Per saperne di più.

La moschea Quwwat al-Islam è la prima moschea congregazionale costruita a Delhi e incorpora caratteristiche autoctone come l'uso dell'arenaria e il motivo decorativo del loto a scorrimento. Per saperne di più.

1200–1500

Gli scultori di Sukhothai, in Thailandia, sviluppano un tipo distintivo di Buddha ambulante indipendente. Resi in bronzo, le braccia di queste figure mostrano tipicamente una mano che compie un gesto religioso (mudra) e l'altra che si muove in controbilanciamento. Per saperne di più.

C. 1260-c. 1280

Dopo la costruzione di diversi stupa per Kublai Khan in Tibet, l'artista nepalese Arniko diventa direttore dei laboratori imperiali di Pechino e progetta la famosa Pagoda Bianca, uno stupa che illustra la fusione degli stili architettonici indiani e nepalesi. Per saperne di più.

C. 1300

L'artista, studioso e funzionario del governo Zhao Mengfu dipinge Colori autunnali sui monti Qiao e Hua, una delle sue composizioni paesaggistiche in cui utilizza immagini arcaiche per sviluppare un nuovo tipo di stile pittorico espressivo. Per saperne di più.

I cosiddetti "vasi di David", un tempo di proprietà di Sir Percival David, sono una coppia di vasi eccezionalmente grandi e datati realizzati per un tempio in Cina. Sono un ottimo esempio di porcellana bianca e blu prodotta durante la dinastia Yuan. Per saperne di più.

C. 1400–1404

Il grande conquistatore Timur (noto anche come Tamerlano) è sepolto a Samarcanda nel Gur-i Amir, che mostra diverse caratteristiche tipiche dell'architettura di quel periodo, come le dimensioni monumentali e le piastrelle colorate. Per saperne di più.

1400–1600

I design robusti e audaci degli articoli punch'ong si sviluppano dal desiderio dei vasai coreani di catturare l'unicità e il dinamismo della natura. Questo gres, decorato con uno smalto trasparente verde chiaro e una barbottina bianca, ha un profondo effetto sull'evoluzione delle tecniche di produzione della ceramica e dei gusti estetici in Giappone. Per saperne di più.

Sotto gli ordini dell'imperatore Yongle, inizia la costruzione della Città Proibita a Pechino. Questa vasta serie di sale per udienze, laboratori e residenze formali rimane la dimora degli imperatori cinesi fino al 1912. Leggi di più.

Iskandar Sultan è il primo leader timuride a patrocinare le arti del libro e incarica il grande calligrafo Mahmud al-Hafiz al-Husayni di compilare un'antologia illuminata di poesie. Per saperne di più.

Una bottiglia datata 1450 e dipinta con decorazioni blu cobalto sottosmalto nel Museo del Palazzo Topkapi a Istanbul fornisce un lasso di tempo per la produzione in Vietnam di ceramiche blu e bianche per il consumo interno e il commercio estero, rivelando anche le influenze tecniche e stilistiche di prototipi cinesi. Per saperne di più.

C. 1450

Il giardino paesaggistico arido del tempio Ryoanji a Kyoto comprende 15 grandi rocce incastonate in un letto di ghiaia bianca rastrellata. Situato all'esterno della residenza dell'abate, questo giardino è costruito come ausilio alla meditazione Zen. Per saperne di più.

C. 1463–1868

Sostenuto dai capi militari più potenti del paese, Kano Masanobu fonda la scuola di pittura più duratura e influente del Giappone. La scuola Kano trae il suo stile da una padronanza delle tecniche pittoriche cinesi adattate per formare uno stile giapponese unico.. Leggi di più.

Il signore della guerra Oda Nobunaga affida a Kano Eitoku la sua commissione più importante, la decorazione degli interni del castello di Azuchi. Eitoku sviluppa uno stile pittorico che impiega grandi formati, pennellate audaci e ruvide e grandi forme che si traducono in immagini colorate e potenti che impressionano i suoi clienti samurai. Per saperne di più.

Circa. 1580–1591

Il maestro della cerimonia del tè Sen no Rikyu sviluppa il concetto di wabicha, che valorizza l'austerità, la rusticità e la naturalezza. Questa estetica esercita una profonda influenza non solo sulla cerimonia del tè e sulle arti associate al buddismo Zen, ma sulla cultura giapponese nel suo insieme. Per saperne di più.

C. 1605

L'artista affermato Manohar dipinge L'imperatore Jahangir riceve i suoi due figli, combinando precise tecniche pittoriche miniaturistiche, osservazione astuta e colori ricchi per creare scene che abbagliano l'occhio e aumentano il prestigio della corte Mughal. Per saperne di più.

Il pittore, calligrafo e teorico Dong Qichang sviluppa un nuovo stile di pittura come si vede in opere come le montagne Qingbian. Dong attinge alle tecniche della pennellata e alle formule compositive dei maestri del passato, ma modifica la loro enfasi per concentrarsi sulle forme geometriche e sugli effetti grafici della pennellata. Per saperne di più.

C. 1618

Il pittore alla corte Mughal Balchand abbozza un ritratto semplice e scarno del funzionario morente `Inayat Khan. Questa immagine dell'uomo debole ed emaciato è profondamente commovente e inquietante. Per saperne di più.

C. 1620

Abile calligrafo, paesaggista e vasaio, Hon'ami Koetsu produce una delle sue ciotole da tè più famose, decorata con smalti metà neri e metà bianchi che rappresentano il Monte Fuji. Le ciotole in raku di Koetsu sono apprezzate per il loro vigore e naturalismo. Per saperne di più.

1631–1648

L'imperatore Mughal Shah Jahan piange la morte della sua amata moglie Arjumand Banu Begum costruendo il Taj Mahal ad Agra per fungere da sua tomba. Per saperne di più.

Sebbene la pratica di decorare i tessuti con una tecnica di tintura resistente chiamata batik sia nota in molti paesi, il metodo è più strettamente associato all'isola di Giava in Indonesia. Sebbene prodotto da secoli, il primo uso storico di questa parola si trova nei documenti di una nave europea. Per saperne di più.

Il Palazzo del Potala a Lhasa viene ricostruito per fungere da palazzo d'inverno del Dalai Lama e sede di funzioni religiose e politiche. Per saperne di più.

L'eccentrico pittore, calligrafo e poeta Zhu Da, noto anche come Bada Shanren, dipinge Luna e Melone. Spesso espresse in riferimenti buddisti, politici o poetici e significati sfuggenti, le composizioni semplicistiche ma altamente espressionistiche di Zhu Da contengono messaggi difficili da comprendere. Per saperne di più.

C. 1701

Ogata Korin, l'artista versatile che ha lavorato in pittura, ceramica e tessuti, decora diversi paraventi con immagini vibranti di iris su uno sfondo scintillante di foglie d'oro. Le sue composizioni sono molto decorative e modellate, sebbene il loro tema derivi in ​​ultima analisi dalla letteratura giapponese classica. Per saperne di più.

1714–1766

Giuseppe Castiglione (noto anche come Lang Shining), pittore, architetto e fratello laico gesuita italiano, si reca in Cina come missionario, e successivamente diventa pittore di corte per tre imperatori durante la dinastia Qing. Castiglione è l'unico artista occidentale ad essere incluso nelle collezioni imperiali cinesi. Per saperne di più.

Panoramic View of the Diamond Mountains di Chong Son utilizza raffinate tecniche pittoriche cinesi per rappresentare uno degli ambienti naturali più amati della penisola e porta così a maturità la tradizione della pittura paesaggistica coreana. Per saperne di più.

1745-c. 1814

Kim Hong-do, uno dei pittori più talentuosi del Bureau of Painting della corte coreana Choson, dipinge scene di vita quotidiana con grande umorismo, attenta osservazione e abile pennellata come parte di un movimento di crescente interesse per le immagini native durante la fine del XVIII secolo e all'inizio del 19. Per saperne di più.

C. 1760

I pittori del principato di Guler, nell'India settentrionale, sviluppano una versione distintiva dello stile pittorico Pahari, visibile in opere come Signora con falco, che fondono la brillante tavolozza Pahari con il naturalismo Mughal. Per saperne di più.

C. 1812

Il pittore persiano Mihr 'Ali crea il meglio della sua serie di dipinti ad olio a figura intera del sovrano Qajar Fath 'Ali Shah, che mostra il monarca in un costume di broccato d'oro e una grande corona. Per saperne di più.

C. 1829–1833

Katsushika Hokusai produce la serie di immagini di paesaggi xilografiche note come Fugaku sanjurokkei ("Trentasei vedute del Monte Fuji"). Prendendo la montagna sacra come punto focale, Hokusai crea una serie di scene immaginarie piene di colore, dinamismo ed enfasi sui motivi grafici. Per saperne di più.

Ren Xiong dipinge un autoritratto di se stesso in piedi con la testa rasata, il petto scoperto e lo sguardo severo e risoluto. Questo quadro non convenzionale è ambiguo nel significato e nell'intento e consolida molte tendenze e lotte sperimentate in Cina durante questo periodo di grandi cambiamenti. Per saperne di più.

I tessitori lampung di Sumatra realizzano piccoli quadrati di stoffa (tampan) con disegni complessi da commerciare ritualmente durante cerimonie importanti. Per saperne di più.

C. 1851

Poco dopo essere tornato a Giava, Raden Saleh dipinge The Storm, in cui impiega le tecniche e gli stili adottati durante i suoi molti anni di viaggio e studio in Europa per rappresentare immagini locali. Il suo lavoro rappresenta lo stretto legame tra l'Europa e l'Indonesia nel XIX secolo. Per saperne di più.

The More, The Better dell'artista sudcoreano Nam June Paik è rappresentativo del suo lavoro come uno dei primi artisti ad aver realizzato in modo completo il potenziale della televisione e del video come mezzo artistico. Per saperne di più.

Sculture monumentali di Buddha scavate nella roccia a Bamiyan, nel nord dell'Afghanistan, datate dal II al V secolo d.C., vengono distrutte dai talebani. Per saperne di più.


Cronologia della storia militare giapponese fino al 1400 d.C. - Storia


1543—Nascita di Tokugawa Ieyasu
Figlio di un signore della guerra daimyo minore, Tokugawa Ieyasu è gradualmente salito alla ribalta dopo aver stabilito alleanze strategiche con potenti leader come Oda Nobunaga e Toyotomi Hideyoshi. Nel 1600, emerse come il più potente signore della guerra in Giappone dopo la battaglia di Sekigahara. Insignito del titolo di Shogun, stabilì il suo governo a Edo (oggi Tokyo) e fondò lo Shogunato, che governò il Giappone per oltre 260 anni.

1543—Il portoghese arriva in Giappone
Spazzati fuori rotta durante una tempesta, i commercianti portoghesi naufragarono vicino all'isola di Tangeshima, al largo della costa meridionale del Giappone. Incuriosito dalle armi da fuoco portoghesi, il signore della guerra daimyo locale acquistò due pistole dai marinai europei e incaricò il suo fabbro di farne delle copie. Il daimyo ha quindi chiesto al portoghese di prendere lezioni di tiro.

1549—Missionari gesuiti si stabiliscono in Giappone
Desiderosi di ulteriori armi da fuoco, i signori della guerra giapponesi accolsero con favore il commercio con i portoghesi. Insieme al commercio, i portoghesi portarono missionari cristiani e nel 1549 Francesco Saverio istituì la prima missione del Giappone a Kagoshima. Il missionario gesuita Luis Frois arrivò più tardi e scrisse Storia del Giappone, che copriva gli anni 1549-1593. Il libro ha fornito la maggior parte delle informazioni conosciute sul Giappone contemporaneo in quel momento.

1561—Ieyasu si allea con Oda Nobunaga
Ieyasu unì le forze con l'impavido signore della guerra Oda Nobunaga e iniziò ad espandere i suoi possedimenti territoriali. Fu organizzato un matrimonio tra il figlio maggiore di Ieyasu e la figlia di Nobunaga per rafforzare la loro alleanza. Ma nel 1579, il figlio di Ieyasu fu scoperto a complottare contro Nobunaga. Per dimostrare la sua lealtà a Nobunaga, Ieyasu ha costretto il suo amato figlio a suicidarsi.

1568—Oda Nobunaga tenta di unificare il Giappone
Oda Nobunaga fu il primo a tentare l'unificazione del Giappone. Conosciuto per il suo uso spietato del potere, la sua visione era quella di portare tutto il Giappone "sotto un'unica spada". Il passo più significativo di Nobunaga verso l'unificazione del paese fu la distruzione del monastero buddista del Monte Hiei, i cui monaci guerrieri avevano svolto un ruolo significativo nel corso politico e militare del Giappone. Nobunaga li vedeva come una minaccia per la futura stabilità del Giappone. Dopo aver distrutto il monastero del Monte Hiei, diede la caccia e massacrò i monaci Hiei in fuga, indipendentemente dalla loro innocenza o età.

1575—Battaglia di Nagashino
Oda Nobunaga si è affrettato ad abbracciare le innovazioni occidentali, in particolare le armi da fuoco. Nella battaglia di Nagashino, istituì nuove tattiche offensive e difensive con i cannoni che cambiarono per sempre la guerra giapponese. Grande stratega militare, costruì massicci forti di pietra che avrebbero resistito alle nuove armi da fuoco e rafforzò le sue navi da guerra con armature di ferro. Ha anche istituito una classe guerriera specializzata, nominando i suoi servitori a posizioni basate sull'abilità piuttosto che sul legame familiare.

1577—Joao Rodrigues arriva in Giappone
Nato in Portogallo nel 1561, Joao Rodrigues era un mozzo su una nave portoghese e arrivò in Giappone all'età di 15 anni. Divenne missionario gesuita nel 1577. Possedendo un orecchio per la lingua, Rodgrigues fu presto in grado di parlare fluentemente il giapponese, che si è guadagnato il soprannome di "l'interprete". Ha servito in quel ruolo sia per Toyotomi Hideyoshi che per Tokugawa Ieyasu. Vivendo in Giappone da 33 anni, ha scritto un libro considerato una delle cronache storiche chiave dell'epoca del Giappone, Historia da Igreja do Japao ("Questa terra del Giappone"). Ha anche scritto un libro sulla grammatica giapponese che ha aiutato altri missionari a padroneggiare la difficile lingua giapponese.

1582—Nobunaga assassinato
Oda Nobunaga fu infine attaccato da un generale scontento della sua cerchia ristretta, sebbene non fosse noto se Nobunaga fosse stato assassinato o si fosse suicidato. Il missionario gesuita Joao Rodrigues ha scritto: "Alcuni dicono che si sia tagliato la pancia, mentre altri credono che abbia dato fuoco al palazzo e sia morto tra le fiamme". Toyotomi Hideyoshi, uno dei fidati aiutanti di Nobunaga, vendicò rapidamente il sospetto omicidio, presentando la testa del traditore alla tomba di Nobunaga. Hideyoshi emerse presto come il prossimo capo militare al potere in Giappone.

1584—Toyotomi Hideyoshi diventa il comandante supremo
La risposta di Hideyoshi all'assassinio di Nobunaga gli diede un posto di particolare importanza e assunse rapidamente il ruolo di sovrano del Giappone. Lui e Tokugawa divennero alleati inquieti. Nato da un ceppo contadino, si sa poco della vita di Hideyoshi prima del 1570. Basso e magro, aveva una strana figura che l'indelicato Nobunaga gli aveva chiamato Saru (scimmia) e il "topo pelato". Tuttavia, usando l'astuzia e la manipolazione, ha scalato i ranghi. Famoso per la sua estetica semplice e sgargiante, Hideyoshi costruì una sala da tè dorata nel suo castello di Osaka.

1587— Contadina giapponese disarmata
Nella "Caccia alla spada" del 1593, Toyotomi Hideyoshi proibì alla classe contadina di possedere armi tra cui spade, pistole e coltelli. Sperava di prevenire le rivolte e di distinguere le classi del Giappone con solo i samurai autorizzati a portare due spade.

1587—Inizia la persecuzione dei cristiani
Poiché apprezzava il commercio con i mercanti europei, Hideyoshi inizialmente accolse i missionari cristiani. Nel 1587 era preoccupato che la crescente influenza del cristianesimo avrebbe minacciato il suo controllo sul Giappone. Emanò quindi un editto che metteva fuori legge il cristianesimo ed espelleva i missionari. Tuttavia, l'editto fu inefficace e i francescani continuarono ad entrare nel paese. I gesuiti rimasero attivi nel Giappone occidentale.

1590—Ieyasu trasferisce il quartier generale a Edo
Dopo alcune scaramucce, Hideyoshi e Ieyasu formarono una difficile alleanza. Hideyoshi ricompensò Ieyasu con otto province situate nella pianura di Kanto e gli ordinò di spostare il suo quartier generale a Edo, una città paludosa e arretrata, lontana dal centro della politica giapponese. Ieyasu si sentì in dovere di accettare l'accordo ei due generali urinarono insieme per suggellare l'accordo.

1597—Hideyoshi esegue 26 cristiani
Nel 1597, Hideyoshi intensificò la persecuzione dei cristiani in Giappone. Come monito, fece arrestare a Kyoto 24 cristiani, tra cui 19 giapponesi e due ragazzini. Le orecchie sinistre dei prigionieri sono state mozzate e sono state fatte sfilare per le strade di Kyoto e la campagna circostante mentre gli spettatori li schernivano e li torturavano. Arrivati ​​a Nagasaki, tutti i 24 prigionieri, più due gesuiti che erano venuti per difenderli, furono incatenati alle croci e crocifissi. Colpito da lance e lasciato appeso per 80 giorni, nessuno dei cristiani catturati ha ritrattato o denunciato la propria fede. Venuto a conoscenza della loro morte, due anni dopo, papa Pio IX li dichiarò martiri. Hideyoshi ispirò involontariamente i cristiani in giro per il Giappone, furono reclutati nuovi convertiti e Nagasaki divenne il centro dell'attività cristiana.

1598—Hideyoshi muore
Sul letto di morte, Hideyoshi chiese a Ieyasu di servire come uno dei cinque reggenti designati a governare il Giappone fino a quando l'amato figlio di Hideyoshi, Hideyori, non fosse diventato maggiorenne. Un anno dopo, Ieyasu si trasferì nel castello di Osaka, la roccaforte di Hideyori, una mossa che si oppose ai suoi colleghi reggenti.


La storia del Giappone 500-2000 dC

Il periodo Nara prende il nome dal sito di Heijô-kyô nell'odierna Nara, che servì come capitale imperiale dal 710 al 784.

Questo periodo ha continuato a testimoniare l'importazione e l'adattamento della cultura imperiale e religiosa cinese e coreana, così come gli specchi di bronzo della cultura materiale dalla Cina e i lingotti di ferro dalla Corea erano solo due delle molte categorie di cose importate. Attraverso il commercio con la Cina e la Corea, il Giappone era anche legato in questo primo periodo a culture piuttosto lontane, attraverso le rotte terrestri e marittime conosciute come la Via della Seta. Oggetti provenienti dall'Impero Romano e dal Califfato Abbaside sono stati trovati negli scavi archeologici e in magazzini come lo Shôsôin.

Il periodo Nara vide l'espansione dell'influenza buddista a corte, e sia il Nihon Shoki che il Kojiki furono completati nel primo periodo di Nara. Il periodo vide anche l'ascesa della famiglia Fujiwara.

Durante il periodo, gli imperatori del Giappone provenivano dalla famiglia Fujiwara. La reggenza di Fujiwara fu la caratteristica principale del governo dell'intera era Heian.

Poco prima del trasferimento della nuova capitale a Kyoto, l'imperatore Fujiwara aveva abolito la coscrizione universale e presto nacquero militari locali e privati. I Fujiwara, i Taira e i Minamoto erano tra le famiglie più importanti sostenute dalla nuova classe militare.

Le amministrazioni familiari ora sono diventate istituzioni pubbliche. Essendo la famiglia più potente, i Fujiwara governavano il Giappone e determinavano gli affari generali di stato, come la successione al trono.

Tempio Toji. Il più famoso tra oltre 1000 templi buddisti.

Nel 794 la capitale del Giappone fu ufficialmente trasferita a Heiankyo (l'odierna Kyoto). Modellato sulla capitale Tang di Chang'an, Heijō-kyō era disposto in uno schema a griglia, con strade che correvano da nord a sud e da est a ovest. Il sito è stato scelto per la sua natura di buon auspicio secondo Principi geomantici cinesi, comprese le montagne su tre lati, le acque correnti, ecc. Era disposto in una griglia di buon auspicio di nove strade principali che correvano da nord a sud e da est a ovest. Il Dairi, o residenza imperiale della famiglia Fujiwara, era situato nel centro della città a nord. La città vera e propria era circondata da mura che limitavano il flusso di traffico da e per la città.

Entro l'anno 1000, era rimasta poca autorità per l'ufficialità tradizionale e gli affari del governo venivano gestiti attraverso l'amministrazione privata della famiglia Fujiwara, rendendoli "dittatori ereditari".

Il declino della produzione alimentare, la crescita della popolazione e la competizione per le risorse tra le grandi famiglie portarono al graduale declino del potere di Fujiwara e diedero origine a disordini militari tra la metà del X e l'XI secolo. I membri delle famiglie Fujiwara, Taira e Minamoto, tutti discendenti della famiglia imperiale, si attaccarono a vicenda, rivendicarono il controllo su vasti tratti di terra conquistata, instaurarono regimi rivali e in genere ruppero la pace del Giappone.

Il buddismo raggiunse tutti i livelli della società durante il periodo medievale, l'influenza del buddismo è evidente nelle opere di letteratura giapponese scritte in questo periodo, Essays in Idleness, An Account of My Hut e le commedie del dramma Noh.

Il Buddismo Zen si diffonde tra i samurai, enfatizzando l'illuminazione personale attraverso la disciplina e la meditazione. Giardini di sabbia rastrellata (che rappresentano l'acqua) e rocce (che rappresentano le montagne) sono usati come luoghi di meditazione all'interno dei templi. La cerimonia del servizio del tè diventa un rituale Zen formalizzato. La sala da tè o casa da tè, costruita per questo scopo, ha tatami o stuoie di giunco ​​per il pavimento, shoji o carta scorrevole e schermi di legno per i divisori e un tokonoma, o alcova cerimoniale, per posizionare rotoli di calligrafia e composizioni floreali. Tutte queste caratteristiche diventano centrali nell'architettura giapponese e nell'arredamento delle stanze.

Shoganato di Kamakura (1185-1333)

Per ristabilire l'ordine nel focolaio dell'opposizione Taira, Yoritomo stabilì il suo quartier generale a Kamakura, a diverse centinaia di miglia da Kyoto, iniziando un intervallo noto come Kamakura Shoganate. Sebbene l'imperatore a Kyota rimanesse teoricamente in carica, il potere si trasferì a Kamakura. La corte dell'Imperatore rimase il centro della vita religiosa e cerimoniale.

Come i codici di cavalleria in vigore in Europa all'epoca, daimyo e samurai si vantavano di agire secondo un rigido sistema di regalità e onore, bushido, “la Via del Guerriero.” Ci si aspettava che un samurai non fosse solo esperto con la spada e il pennello per scrivere, ma incrollabilmente fedele al suo daimyo fino alla morte. Infatti, la tradizione di seppuku o hara kiri Il suicidio rituale — si è sviluppato originariamente come un modo per mostrare la propria “sincerità” e il disprezzo per la morte e la cattura sul campo di battaglia.

Giappone (1185-1600 d.C.)

Periodo Tokugawa, chiamato anche periodo Edo, (1603–1867), il periodo finale del Giappone tradizionale, un periodo di pace interna, stabilità politica e crescita economica sotto lo shogunato (dittatura militare) fondato da Tokugawa Ieyasu. Come shogun, Ieyasu ottenne l'egemonia sull'intero paese bilanciando il potere di domini potenzialmente ostili (tozama) con alleati strategicamente posizionati (fudai) e case collaterali (shimpan).

Come ulteriore strategia di controllo, a partire dal 1635, il successore di Ieyasu richiese ai signori del dominio, o daimyo, di mantenere le famiglie nella capitale amministrativa Tokugawa di Edo (l'odierna Tokyo) e di risiedervi per diversi mesi ogni due anni. (Nota: anche i Moghul lo facevano). Il sistema risultante di domini semi-autonomi diretti dall'autorità centrale dello shogunato Tokugawa durò per più di 250 anni.

Mentre i mercanti e, in misura minore, i commercianti continuarono a prosperare fino al XVIII secolo, i daimyo e i samurai iniziarono a incontrare difficoltà finanziarie. La loro principale fonte di reddito era uno stipendio fisso legato alla produzione agricola, che non aveva tenuto il passo con altri settori dell'economia nazionale. Diversi tentativi di riforma fiscale furono fatti dal governo durante la fine del XVIII e il XIX secolo, ma la pressione finanziaria sulla classe guerriera aumentò con il progredire del periodo. Durante i suoi ultimi 30 anni al potere lo shogunato Tokugawa ha dovuto fare i conti con rivolte contadine e disordini dei samurai, nonché con problemi finanziari. Questi fattori, combinati con la crescente minaccia di invasione occidentale, misero seriamente in dubbio la continuazione dell'esistenza del regime, e dal 1860 molti chiesero il ripristino del dominio imperiale diretto come mezzo per unificare il paese e risolvere i problemi prevalenti. Il potente sud-ovest tozama i domini di Chōshū e Satsuma esercitarono la massima pressione sul governo Tokugawa e determinarono il rovesciamento dell'ultimo shogun, Hitosubashi Keiki (o Yoshinobu), nel 1867. Meno di un anno dopo l'imperatore Meiji fu riportato al potere supremo

La letteratura nel Giappone medievale riflette la nozione buddista dell'impermanenza della vita e la necessità di rinunciare agli attaccamenti mondani per ottenere la liberazione dalle sofferenze dell'esistenza umana. An Account of My Hut, Essays in Idleness, Noh drama.

Il periodo va dal 1868 al 1912 e fu responsabile dell'emergere del Giappone come nazione modernizzata all'inizio del ventesimo secolo.

I leader del governo Meiji consideravano la sicurezza e la difesa nazionale la massima priorità per prevenire la sottomissione delle potenze occidentali. La politica nazionalista di fukoku kyōhei (paese ricco, esercito forte) ha sottolineato gli obiettivi del Giappone di sviluppare economicamente il paese per raggiungere le potenze occidentali e aumentare la sua forza militare per garantire la sua esistenza come paese indipendente.

Il Giappone aveva una struttura sociale feudale con una classe guerriera (samurai) fino alla caduta dello Shogunato nel 1868 e all'attuazione di numerose riforme nei successivi cinque anni sotto il nuovo governo Meiji. I membri dell'ex aristocrazia militare assunsero posizioni di comando nel nuovo governo e l'inclinazione militare di alcuni di questi leader divenne rapidamente evidente, poiché all'inizio degli anni 1870 fecero pressioni per un'azione militare per conquistare la Corea. La maggioranza dei leader del paese decise di posticipare questa azione militare per concentrarsi sulla modernizzazione e l'industrializzazione, ma anche i leader che raccomandarono di non andare in guerra non si opposero necessariamente all'azione in teoria, solo che i tempi avrebbero dovuto aspettare che il Giappone diventasse più forte industrialmente e militarmente.

Nella storia giapponese, la rivoluzione politica del 1868 che determinò la fine definitiva dello shogunato Tokugawa (governo militare) - ponendo così fine al periodo Edo (Tokugawa) (1603-1867) - e, almeno nominalmente, restituì il controllo del paese a governo imperiale diretto sotto Mutsuhito (l'imperatore Meiji). Gli oligarchi si sforzarono anche di abolire le quattro divisioni "guerrieri, agricoltori, artigiani e mercanti" della società.

Lentamente, la classe guerriera fu abolita. I Samurai, per quanto istruiti, trovarono lavoro nella burocrazia del governo. Inoltre, ai samurai non era più permesso di camminare per la città portando una spada o un'arma per mostrare il loro status. Ma mentre il titolo formale di samurai fu abolito, lo spirito elitario che caratterizzava la classe dei samurai sopravvisse.

Le forze armate del Giappone, rafforzate dalla coscrizione a livello nazionale e dall'infusione di uno spirito militare da samurai, divennero incoraggiate a considerarsi una potenza mondiale in crescita dopo aver vinto sia la guerra sino-giapponese (Rif. 1) che la guerra russo-giapponese.

La restaurazione Meiji, e la conseguente modernizzazione del Giappone, influenzarono anche l'identità giapponese rispetto ai suoi vicini asiatici, poiché il Giappone divenne il primo stato asiatico a modernizzarsi sulla base del modello europeo, sostituendo il tradizionale ordine gerarchico confuciano che era persistito in precedenza sotto una Cina dominante con una Cina basata sulla modernità.

Sebbene il Giappone avesse compiuto rapidi progressi nell'industrializzazione e nella modernizzazione fino al 1910, poteva ancora essere considerato un paese in via di sviluppo. L'agricoltura, la silvicoltura e la pesca rappresentavano il 33% della produzione economica e il 67% dell'occupazione nel 1910. La produzione e l'edilizia contribuivano solo al 23% alla produzione economica e oltre la metà della produzione manifatturiera proveniva da industrie artigianali che impiegavano meno di cinque persone. La manifattura consisteva principalmente di prodotti alimentari e tessili al 34% ciascuno, mentre l'industria pesante rappresentava solo il 21%.

Il 30 luglio 1912, l'imperatore Meiji morì e il principe ereditario Yoshihito salì al trono come imperatore del Giappone. Nel suo discorso di incoronazione, l'imperatore appena intronizzato annunciò il suo regno nengō (nome dell'epoca) Taishō, che significa “grande giustizia”.

L'espansione imperialistica del Giappone durante il 1894-1910

Il Giappone ha acquisito con forza tre grandi territori stranieri tra il 1894 e il 1910:
1. Taiwan nel 1895 dopo la guerra sino-giapponese del 1894-5
2. La Corea come protettorato nel 1905 dopo la guerra russo-giapponese del 1904-5 poi come colonia quando annessa unilateralmente al Giappone nel 1910
3. Territori affittati di Kwantung nel 1905 nel sud della Manciuria

Il Giappone ha combattuto le guerre contro la Cina e la Russia rispettivamente nel 1894-5 e nel 1904-5, per garantire che la Corea non fosse usata da un'altra potenza imperialista per minacciare la sicurezza del Giappone.

Le colonie d'oltremare fornivano prestigio e status alle potenze imperialiste, quindi i leader del Giappone festeggiarono naturalmente quando il suo impero si espanse per includere Taiwan, la Corea e i Territori affittati di Kwantung.

La teoria del nazionalismo fornisce le migliori spiegazioni per le azioni imperialistiche del Giappone tra il 1894 e il 1905. I seguenti punti supportano il nazionalismo come la migliore teoria per comprendere le guerre e le acquisizioni coloniali del Giappone: (1) le profonde preoccupazioni del Giappone per la sicurezza nazionale, (2) la sua emulazione dei comportamenti imperialistici delle potenze occidentali e (3) gli ideali nazionali giapponesi e le caratteristiche personali. [6]

Il concetto occidentale di darwinismo sociale, con il dominio finale del mondo da parte delle nazioni più forti, si adattava bene alla convinzione di molti giapponesi di essere il popolo eletto dell'Asia e una razza divinamente favorita. Yukichi Fukuzawa, uno dei leader dell'istruzione giapponese e fondatore di uno dei giornali più influenti del Giappone, espresse i primi desideri imperialistici del Giappone nel 1882, “Un giorno eleveremo il potere nazionale del Giappone in modo che non solo controlleremo i nativi della Cina e dell'India come fanno oggi gli inglesi, ma avremo anche nelle nostre mani il potere di rimproverare gli inglesi e di governare l'Asia da soli”

Periodo Showa (anche Hirohito) (1926-1989)

Seconda guerra sino-giapponese (1937-45): invade la Cina settentrionale

Nel 1938, il premier Konoye Fumimaro fece pressione sulla Cina per ottenere concessioni e dichiarò l'obiettivo del Giappone di un nuovo ordine nell'Asia orientale.

1940: il Giappone si unisce all'alleanza dell'Asse con la Germania e l'Italia durante la seconda guerra mondiale

1941: Il regime totalitario del premier Tojo Hideki approva l'attacco aereo alla base della Marina degli Stati Uniti a Pearl Harbor

1945: Due bombe atomiche sganciate sulle città di Hiroshima e Nagasaki in agosto

Molto è stato detto sui diritti e sui torti degli attentati, ma alla fine hanno portato alla fine della guerra. Per la prima volta nella storia, il Giappone era stato conquistato.

Generale Douglas MacArthur con l'imperatore Showa (Hitohito)

Dopo il suo annuncio radiofonico alla nazione che la guerra era stata persa, l'Imperatore rinunciò anche alla pretesa di divinità e divenne un simbolo dello stato (molti hanno sostenuto che avrebbe dovuto essere processato insieme a Tojo nel Tribunale di Tokyo del 1946. Invece , è rimasto come prestanome fino alla sua morte nel 1989). Il Giappone è rimasto sotto il controllo del generale Douglas MacArthur e le forze di occupazione statunitensi. Fu realizzata una considerevole riforma sociale. Alle donne è stato dato il diritto di voto, i lavoratori hanno ottenuto il diritto di formare sindacati e di sciopero e sono state garantite la libertà di parola, di riunione e di religione. La firma del Trattato di pace di San Francisco nel 1951 portò l'anno successivo alla piena sovranità giapponese dell'arcipelago principale. Il trattato segnò il ritorno del Giappone nella comunità internazionale. Nel 1972, tutte le isole minori sotto il controllo degli Stati Uniti erano state restituite. Ma anche oggi gli USA mantengono una considerevole presenza militare in Giappone, in particolare ad Okinawa. Rimangono controversie tra il Giappone e altri paesi come Russia e Cina su diversi territori. La costituzione di rinuncia alla guerra del 1947 impedisce al Giappone di avere forze armate convenzionali, ma le forze di autodifesa.

Politicamente, il Giappone del dopoguerra è stato dominato da un partito – the Partito Liberal Democratico (LDP).

Gli ultimi anni del XX secolo giapponese videro la morte dell'imperatore Showa (noto anche come Hirohito) e l'inizio del periodo Heisei (1989-). Ha anche visto cambiamenti drastici e tragedie umane che hanno indotto le persone del paese a esaminare, valutare e criticare la loro società. Il terremoto di Hanshin e l'attacco alla metropolitana con gas sarin di Aum Shinrikyo nel 1995 hanno provocato onde d'urto in tutto il paese, così come il recente rapido aumento della criminalità violenta e giovanile.


Cronologia della storia militare giapponese fino al 1400 d.C. - Storia

  • 500 - Le tribù germaniche si trasferiscono nella Germania settentrionale.
  • 113 - Le tribù germaniche iniziano a combattere contro l'Impero Romano.
  • 57 - Gran parte della regione viene conquistata da Giulio Cesare e dall'Impero Romano durante le guerre galliche.





Il presidente Reagan al muro di Berlino

Breve panoramica della storia della Germania

L'area che oggi è la Germania è stata abitata da tribù di lingua germanica per molti secoli. Entrarono per la prima volta a far parte dell'impero franco sotto il governo di Carlo Magno, considerato il padre della monarchia tedesca. Gran parte della Germania divenne anche parte del Sacro Romano Impero. Dal 1700 al 1918 fu fondato in Germania il Regno di Prussia. Nel 1914 scoppiò la prima guerra mondiale. La Germania era dalla parte dei perdenti della guerra e si stima che abbia perso 2 milioni di soldati.


Sulla scia della prima guerra mondiale, la Germania ha cercato di riprendersi. C'è stata la rivoluzione e la monarchia è crollata. Presto un giovane leader di nome Adolf Hitler salì al potere. Ha creato il partito nazista che credeva nella superiorità della razza tedesca. Hitler divenne dittatore e decise di espandere l'impero tedesco. Ha iniziato la seconda guerra mondiale e in un primo momento ha conquistato gran parte dell'Europa, compresa la Francia. Tuttavia, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e gli Alleati riuscirono a sconfiggere Hitler. Dopo la guerra, la Germania fu divisa in due paesi Germania Est e Germania Ovest.

La Germania dell'Est era uno stato comunista sotto il controllo dell'Unione Sovietica, mentre la Germania dell'Ovest era uno stato di libero mercato. Il muro di Berlino è stato costruito tra i due paesi per impedire alle persone di fuggire dalla Germania dell'Est verso l'Ovest. Divenne un punto centrale e il fulcro della Guerra Fredda. Tuttavia, con il crollo dell'Unione Sovietica e del comunismo, il muro fu abbattuto nel 1989. Il 3 ottobre 1990 la Germania orientale e quella occidentale furono riunite in un unico paese.


Guarda il video: La storia del Giappone Moderno