Junkers Ju 88G

Junkers Ju 88G


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Junkers Ju 88G

La serie G era la più importante della serie di caccia Ju 88. Entrò in produzione alla fine del 1943, sovrapponendosi all'ultimo della serie R. La stragrande maggioranza dei caccia Ju 88 furono costruiti durante il 1944 (2.518 su un totale di 3.964), tutti la maggior parte di questi velivoli provenivano dalla serie G, così come tutti i 355 caccia costruiti durante il 1945. Undici principali unità di caccia notturni utilizzarono il Ju 88G.

La serie G era alimentata da due motori radiali BMW 801. Ha usato la coda del Ju 188, migliorandone la stabilità direzionale. Non aveva gondola ventrale. Il prototipo V-58 fu sviluppato dalla primavera del 1943. Aveva motori da 1.700 CV, radar FuG 212 e trasportava sei cannoni MG 151 da 20 mm, due nel muso di dritta e quattro in un pod sotto la fusoliera. Le munizioni venivano trasportate nel vano bombe anteriore, con il carburante nel vano posteriore. Il nuovo design è stato ordinato in produzione prima che il prototipo fosse entrato in fase di test, una scommessa che per una volta ha pagato. Il Ju 88G ha aiutato la Luftwaffe a infliggere perdite molto pesanti al comando bombardieri della RAF nella prima parte del 1944.

G-1

Il G-1 entrò in produzione alla fine del 1943. All'inizio trasportava gli stessi sei cannoni dei prototipi, ma i due cannoni montati sul muso furono successivamente rimossi a causa del bagliore della bocca. Il G-1 era caratterizzato da alettoni più grandi, per migliorare la manovrabilità, e aveva serbatoi di carburante extra all'interno delle ali. Alcuni portavano il Schrage Musica cannone montato verticalmente, portato nella fusoliera posteriore.

Il G-1 entrò in combattimento nel dicembre 1943. Per sei mesi mantenne un vantaggio tecnologico, con le nuove apparecchiature radar FuG 220 e FuG 227, ma il 13 luglio 1944 un aereo atterrò alla RAF Woodbridge, dopo aver volato all'indietro lungo una bussola. L'aereo è stato catturato intatto e presto sono stati scoperti i segreti del nuovo radar.

Da G-2 a G-5

Non prodotto

G-6

Il G-6 entrò in produzione a metà del 1944. Era alimentato da motori Jumo 213A da 1.750 CV e aveva una velocità massima di 360 mph, con un aumento di 25 mph sul G-1. Trasportava quattro cannoni da 20 mm in una capsula sotto la fusoliera. Trasportava l'intera gamma di apparecchiature radar disponibili per la Luftwaffe nel 1944-5, inclusi FuG 220, 218, 350 e forse FuG 240. Entrò in combattimento alla fine del 1944, troppo tardi per avere un impatto sulla guerra.

G-7

Il G-7 è stato l'ultimo dei caccia notturni standard Ju 88. Non è del tutto chiaro se sia entrato in servizio, ma se lo ha fatto è stato in piccoli numeri e troppo tardi per avere un impatto sui combattimenti. Era alimentato da motori Jumo 213E-1 con booster acqua-metanolo MW 50. Utilizzava le ali estese progettate per il Ju 188. Era armato con gli stessi cannoni del G-6 e avrebbe trasportato l'intera gamma di radar tedeschi della fine della guerra, terminando con il FuG 240 Berlino. Questo era il radar tedesco più avanzato della guerra, ma solo un piccolo numero raggiunse la linea del fronte - forse solo dieci raggiunsero lo Ju 88.

G-10

Il G-10 doveva essere un caccia notturno a lunghissima gittata, basato sul G-6 ma con una fusoliera più lunga per consentire il trasporto di carburante extra. Un piccolo numero è stato completato, ma poi deviato al Mistel progetto per agire come la parte inferiore del bombardiere volante di quell'arma.

Statistiche (G-6)
Motore: Jumo 213A-1
Potenza: 1.750
Portata: 65 piedi 7,5 pollici
Lunghezza: 54 piedi
Velocità massima: 360 mph
Soffitto: 31.515 piedi
Gamma: 1.364 miglia
Equipaggio: tre, a volte quattro per far fronte all'equipaggiamento extra.

Introduzione - Bombardiere - Caccia - Ju 88A - Ju 88B - Ju 88C - Ju 88D - Ju 88G - Ju 88H - Ju 88P - Ju 88R - Ju 88S - Ju 88T


LA PITTURA

Ho deciso di affrontare la verniciatura di questo aereo in più fasi per replicare il modo in cui è stato dipinto l'originale. Il velivolo sarebbe stato verniciato RLM 75 (grigio-viola) sui lati superiori e RLM 76 (azzurro pallido) in basso al momento della produzione. Quindi l'RLM 75 è stato spruzzato eccessivamente in un processo di screziatura inversa in cui l'RLM 76 è stato spruzzato lasciando macchie del sottostante RLM 75. Questo potrebbe essere stato fatto a livello di componente perché ci sono foto di aerei con fusoliera a due toni, coda, alettoni, flap e motori ma con ali RLM 75. Esempi possono essere trovati nel riferimento 2 e 4. Inoltre, lo stile di screziatura differiva tipicamente per i vari componenti con spesso piccole screziature con bordi taglienti sulla fusoliera e piccole screziature meno distinte sulle superfici di coda verticali e orizzontali e sui motori. I flap e gli alettoni potevano essere piccoli o grandi screziature mentre le ali sembravano avere screziature più grandi e meno distinte.

Per ottenere ciò, l'aereo RLM 76 in basso e RLM 75 in alto sono stati dipinti con una linea di demarcazione netta, che è evidente nelle foto, in particolare per questo aereo. Ho quindi usato piccole palline di blu-tack come maschere sulla fusoliera per creare la screziatura a spigoli vivi quando ho spruzzato l'RLM 76 sull'RLM 75. Ho quindi provato a spruzzare a mano libera l'RLM 76 sul resto dell'aereo ma non riuscivo a ottenere un effetto soddisfacente. È più difficile invertire la screziatura di quanto si pensi. Quindi, ho spruzzato il resto dell'aereo RLM 76 e poi ho aggiunto più chiazze RLM 75 convenzionali. I flap e gli alettoni sono stati mascherati e dipinti separatamente rispetto all'ala per garantire che la screziatura sembrasse dipinta in modo indipendente e non si incrociasse tra l'ala e le superfici di controllo. Le superfici di coda e di controllo sono state dipinte con piccole screziature a mano libera come se fossero state dipinte una volta assemblate. Anche i motori sono stati mascherati dall'ala e dipinti con piccole screziature a mano libera.

Ciò ha portato a un'interessante varietà di stili di verniciatura sull'aereo per il camuffamento sottostante. In questo momento sono state aggiunte le insegne nazionali, il numero di serie e i codici dello squadrone ed è probabile che l'aereo abbia operato con questo schema. Quindi, ho aggiunto le decalcomanie pertinenti a questo punto.

In una fase successiva l'aereo è stato ulteriormente spruzzato con RLM 82 (Bright Green) e RLM 83 (Dark Green) per scurire il camuffamento per l'occultamento al suolo. con il camuffamento che scende più in basso lungo i lati della fusoliera e della gondola del motore. Questo era probabilmente in risposta ai predoni combattenti alleati che stavano mitragliando tutto ciò che potevano trovare.

È evidente dalle foto dell'aereo che il nuovo camuffamento ha anche parzialmente spruzzato e oscurato il numero di serie sulla pinna, quindi l'ho copiato quando ho spruzzato i due verdi. Ho temporaneamente mascherato gli altri segni con dei post-it per evitare inutili spruzzi. Dalla foto sembra anche che i segni di vittoria siano stati applicati dopo che questo over-spray è stato applicato all'aereo, quindi l'ho fatto anche io.

Le eliche e gli ogivi sono stati verniciati RLM 70 (Nero-Verde) e gli scarichi verniciati di nero con una spazzolatura di ruggine.

Un mix di nero, grigio e marrone è stato utilizzato per le striature di scarico che potrebbero essere molto pesanti lungo le gondole sotto le ali mentre lo sono meno sul piano di coda.


Spotlighting ti consente di condividere questo aereo con tutti i tuoi follower. Questo è un ottimo modo per aiutare i nuovi giocatori a ottenere il riconoscimento che meritano per il loro lavoro.

Fai clic sul pulsante Spotlight in basso e tutti i tuoi follower riceveranno una notifica.

Scarica Aereo

Se sei su Mac, copia questo ID aereo negli appunti e premi CMD+L mentre sei nel designer in SimplePlanes per scaricare questo aereo.

Se sei su mobile, prova a richiedere la versione mobile del sito. Puoi saperne di più su come farlo qui. Altrimenti, fai semplicemente clic sul pulsante Scarica per dispositivi mobili di seguito.

Junker 88G-6. I Ju 88G-6 erano alimentati da motori Jumo 213 da 1286 kW / 1750 CV. con viti per legno VS-111. La presa d'aria del compressore era situata sul lato destro, il sistema di raffreddamento del motore è stato modernizzato. I tubi di scarico hanno ricevuto parafiamma. Il Ju 88G-6 era più veloce del Ju 88G-1 di 40 km/h. Come il Ju 88G-1. l'aereo aveva due porta bombe ETC 500 sotto le ali. La fusoliera ospitava una stazione radio FuG 16ZY, sotto l'ala sinistra c'era un'antenna radar dell'emisfero posteriore FuG 217. Gli aerei Ju 88G-6 erano armati con cannoni "Schrage musik" - MG 151/20. I cannoni erano posizionati in modo asimmetrico, a sinistra (sui primi velivoli) oa destra (su velivoli di versioni successive). La capacità di munizioni dei cannoni MG 15I / 20 nella navicella ventrale è stata aumentata da 200 a 500 colpi per canna. MG 131 è stato posizionato nel dispositivo posteriore. Oltre al radar FuG 220 SN-2, sull'aereo furono installati nuovi tipi di radar: FuG 218 Neptun, FuG 350 Naxos Z e, alla fine della guerra, FuG 240 Berlin. Vale la pena parlare di questi radar in modo più dettagliato. Il più moderno di questi era il FuG 240 Berlin N-la. Sono riusciti a rilasciare solo 25-30 copie. Invece di un'antenna a frusta convenzionale, questo radar era dotato di un'antenna parabolica. L'antenna era ricoperta da una carenatura in compensato e plexiglass. Il raggio del radar è di 500-5000 metri. Il successivo tipo di radar era il FuG 218 VR Neptun. Hanno iniziato ad equipaggiare gli aerei tedeschi dalla fine del 1944. Il radar operava nella gamma 158-187 MHz, con una gamma di metri 110-5000. L'antenna era montata su un'unica staffa, sul telaio "X" (Hirschgeweich - antlers), l'antenna radar dell'emisfero posteriore era fissata all'ascensore. Radar FuG 350 Naxos. Come il FuG 227 Flensburg, è stato utilizzato per rilevare i radar H2S britannici. Naxos è stato installato sul telaio della cabina di pilotaggio sotto la carenatura, oppure è stato eseguito nella stessa unità del FuG 220. Un altro tipo moderno di radar utilizzato sul Ju 88G-6 era il FuG 220 SN-2


Junkers Ju 88G - Storia

Junkers JU-88 D-1 4N+EH Werk.nr.0881203.

Tipo: Ju88 D-1
Seriale: 088 1203
Marcature: 4N+EH
Unità: 1(F)/22
Storia: Partita da Kirkenes per bombardare la nave A.Marti (3500 t.) a sud di Bj rn ya il 17 febbraio. 1943. Venne colpito da una contraerea e dovette atterrare a pancia in giù con danni al motore sinistro. Nessuno dell'equipaggio ferito. In seguito alcune parti importanti recuperate dai soldati tedeschi a Banak AF.
Dopo la guerra venduta dal governo norvegese a un gruppo di quattro persone che vivono a Mehamn. Destinato ad essere demolito come rottame.
Venduto al Museo dell'Aviazione Norvegese 1998.

  1. Feldwebel Gerhard Kunert (B.17.03.1920) Pilota
  2. Lt. Hans Kröger. (B.07.03.1920) Osservatore/Nav.
  3. Unteroffizier Fritz Sundergeld (B.22.05.1922) Operatore radiofonico.
  4. Unteroffizier Georg Lechner (B.24.06.1920) Mitragliere ad aria compressa.

Il Norwegian Aviation Museum, Bod (NL) e il Deutsches Teknikmuseum, Berlin (DTMB) hanno concordato il restauro di due aerei Junkers Ju88. Diversi anni fa un Ju88 G-1 è stato scoperto nella parte inferiore del Plattensee in Ungheria 1996. Dopo il recupero questo aereo è stato rilevato da DTMB. Questo Ju88 dovrebbe far parte della nuova mostra nell'edificio DTMB. Tuttavia, la maggior parte dell'ala destra/sinistra, la punta dell'ala sinistra/sinistra e le parti principali della fusoliera erano mancanti. Il DTMB utilizzerà il relitto di 0880797 come pezzi di ricambio per la ricostruzione. La fusoliera di 0881203 sarà utilizzata per i modelli. Per ora nessun accordo per il ripristino delle ali per lo 0881203.

In cambio di tutto questo, DTMB ricostruirà la fusoliera di 0881203. Tutti i componenti interni sono già stati rimossi. I dettagli interni sono da restaurare e ricollocare all'interno della fusoliera al rientro. Oltre a questo DTMB ricostruirà una serie di ali per il progetto Messerschmitt Bf109 G-2 di NLM.

Il restauro dei due Junkers Ju88 avverrà presso il negozio Karl Birczak Restoration di Hereg, in Ungheria

Le riparazioni della struttura della fusoliera sono state leggermente ritardate, ma ora sono a buon punto a Hereg, in Ungheria. Già la struttura nella sezione del pozzetto è stata smontata e copiata. Le nuove parti per il Ju88 G-2 del Deutsches Teknikmuseum, Berlino sono state realizzate utilizzando le nostre parti come modelli. La nostra sezione anteriore viene quindi riparata e si dice che sia completata.

Le due fusoliere Ju88 in fase di ricostruzione in Ungheria sono in fase di completamento. Il 5 ottobre si è svolta a Hereg, in Ungheria, una piccola cerimonia per celebrare il (quasi) completamento di diversi anni di lavoro.

A causa di ritardi imprevisti nel processo di ricostruzione, sono ancora previste due-tre settimane di lavoro sulla norvegese Ju88 prima di essere restituita in Norvegia. Devono ancora essere montate cose come la gondola inferiore, il coperchio del serbatoio inferiore e le porte del ruotino di coda insieme ad alcune parti minori. All'arrivo a Bod , in Norvegia, il team del museo norvegese completerà lo Ju88 con tutti i dettagli interni. Il prossimo passo pianificato sulla strada per un velivolo completo sarà la ricostruzione del piano di coda e della pinna.

Bjrn Meyer dal pannello dell'acceleratore di Troms allo Junkers Ju-88 4N+EH

Martin Meyer 10.10.08 Motore Junkers Jumo 211 J di 4N+EH

Gamba ingranaggio da JU-88 Pezzi di ricambio per l'utilizzo nel restauro

Nuove parti saldate al motore Jumo. Bj rn Meyer il saldatore di magnesio e curatore tecnico di Birger Larsen Norwegian Aviation Museum Bod .

Junkers Ju-88 è appena arrivato dall'Ungheria.

Il ripristino della pinna è iniziato. Pannello acceleratore

Strumento panel 09.02.2009 Adattamento del parabrezza e del tettuccio.

Ivan Kristiansen sta lavorando allo Junkers fin.

La pinna Junkers è quasi pronta per il montaggio. 07.02.2011 Nuove foto dal workshop di Hereg in Ungheria


Junkers Ju 88G - Storia

Dall'estate del 2010 una fusoliera del caccia notturno Junkers Ju 88 G-1 restaurata Wnr 714628 è stata esposta a Berlino Deutsches Technik Museo. È l'unica variante del caccia notturno Ju 88 esistente e uno degli unici tre gemelli Ju 88 rinnovati in mostra nei musei dell'aviazione di tutto il mondo.

Nelle prime ore del 5 dicembre 1944 i due motori radiali BMW 801 di un Ju 88 G-1 ruggirono in un aeroporto tedesco sconosciuto nell'Ungheria occidentale. La macchina, sulla base di NJG 6 e contrassegnata con il Verbandskennzeichnen 2Z+BR, si è spento lungo la pista e stava salendo rapidamente per l'altitudine nel limpido cielo notturno. La preda, tuttavia, non era un flusso di bombardieri in arrivo, come molti caccia notturni di fine guerra simili in Oriente, i tre uomini 7. Staffel l'equipaggio, il pilota Helmut Buder e due operatori wireless Hans Buehler e Gottfried Jentzsch, erano stati istruiti a pilotare un Schlachtfliegereinsatz – una sortita di attacco al suolo contro truppe sovietiche e colonne di carri armati che si spingono verso ovest. Sebbene dotato dell'elettronica avanzata del radar Lichtenstein e del relativo ‘antler’ o Hirschgeweih antenna nel muso, questo particolare G-1 era un caccia pesante e montava un vassoio di armi di cannone pesante sotto la fusoliera. Il velivolo aveva ancora i due 20 mm Schräge Muzik cannone in un'installazione dietro il pozzetto. Nonostante non fossero adatti al mitragliamento a terra, i piloti di caccia notturni Ju 88 avevano adottato alcune tecniche per facilitare il loro compito. Tagliare i motori in quota una volta sopra l'area bersaglio e planare silenziosamente sulle ignare colonne sovietiche prima di riavviare i motori è stata una misura particolarmente efficace, come registrato dall'asso NJG 100 di 35 vittorie Günther Bertram in una lettera a questo autore del blog.

A terra l'Armata Rossa aveva già iniziato a penetrare nell'area intorno al lago Balaton (Plattensee) nel dicembre 1944. I sovietici avevano una copertura pesante di caccia che si sarebbe rivelata fatale per la macchina di Bruder - raccolta da aerei sovietici di tipo sconosciuto, 2Z+ BR è stato catturato in un cono di fuoco e ha subito gravi danni nel corso della sortita. Tentando di atterrare per un atterraggio di emergenza nelle vicinanze di Balaton-földvar sul lato orientale del lago, il Ju 88 G-1 si ruppe in più pezzi e affondò rapidamente nell'acqua, che in quel punto era profonda solo pochi metri . L'equipaggio è stato ucciso nello schianto e registrato come disperso.

Il relitto era ancora sul fondo del lago Balaton nel 1995, quando i sommozzatori della polizia ungherese iniziarono a lavorare per rimuovere gli ostacoli indesiderati nel lago. I sommozzatori della polizia sono stati avvertiti dai pescatori locali del relitto che giace in acque poco profonde vicino a Balaton-földvar. Più tardi, nel 1996, è stata trovata una targa del costruttore, che insieme al codice del caccia 2Z+BR ha permesso agli storici di determinare che si trattava di un G-1 2Z+BR mancante dal volo di combattimento del 5 dicembre 1944. Il restauro si sarebbe rivelato particolarmente difficile – il relitto estratto è stato spezzato in più parti. Le uniche unità complete erano la sezione centrale della fusoliera e l'ala sinistra meno la sua sezione esterna. La metà esterna dell'ala di dritta e la parte anteriore della fusoliera, compresa la cabina di pilotaggio, sono state molto probabilmente gravemente danneggiate quando si è schiantato in acqua.

Il Luftfartmuseum norvegese di Bodo sotto Birger Larsen aveva già restaurato un completo Ju 88 D-1 WNr. 0881203 e ha tenuto una discreta selezione di parti da Ju 88 C-4 Wnr. 0880797 ed è stato quindi in grado di fornire assistenza ai restauratori Bircask d'Ungheria lavorando in collaborazione con il Museo Tedesco della Tecnologia. Le parti del Ju-88 C-4, due metà complete dell'ala e parte della fusoliera, provenivano dall'area di Mehamn nel nord della Norvegia, dove questo particolare aereo era atterrato con la forza durante la seconda guerra mondiale. Entrambi i relitti sono stati trasportati al Museo di Bodo dall'elicottero della Norwegian Air Force Westland Sea King. Nel dicembre 2003 i rappresentanti di entrambi i musei hanno firmato un accordo di joint venture - le parti dell'ala ben conservate del C-4 WNr. 0880797 relitto sono stati utilizzati per completare le parti alari mancanti del G-1. La sezione anteriore mancante della fusoliera del G-1’ è stata costruita come una replica copiando Ju 88 D-1 Wnr. 0881203 e molti pezzi di ricambio di entrambe le collezioni sono stati incorporati nella ricostruzione. Entrambe le fusoliere norvegesi sono state trasportate alle officine di restauro Karl Birczak a Hereg vicino a Budapest nel marzo 2004. Il Museo tedesco della tecnologia si è impegnato nella joint venture a sostenere tutte le spese di restauro per una fusoliera completa “Norwegian” D-1, lavoro svolto anche di Birczak.

Il museo di Berlino ha avuto la fortuna di poter individuare e integrare nel restauro una suite quasi completa di apparecchiature elettroniche trasportate da questo particolare aereo, la collezione assemblata dal Dr.Ing. Peter Aichner di Bressanone.. L'equipaggiamento elettronico di questo Ju 88 G era costituito da un radar FuG 220 SN-2 Lichtenstein con una portata di quasi 4 km, un FuG 227 Flensburg progettato per captare le emissioni del radar di allerta dei bombardieri britannici Monica, una bussola radio PeGe 6, un radio altimetro FuG 101 e altro ancora. La famiglia di Aichner ha affidato questa collezione unica di attrezzature al museo di Berlino dopo la sua morte. La quantità di elettronica trasportata è stata una delle ragioni principali della presenza di un secondo operatore radio nell'equipaggio

“Dato che c'erano sempre più radar e strumenti di ricerca della direzione installati nell'aereo, dovevano essere gestiti da un altro membro dell'equipaggio,” secondo l'asso dei caccia notturni Heinz Rökker.

Il Museo Tedesco della Tecnologia ha così ottenuto un autentico - seppur parziale - Luftwaffe Junkers Ju 88 Sol Nachtjäger, l'unico al mondo. Ora che la fusoliera è finita ed esposta, sono iniziati i lavori sulle ali e sui motori.

Sotto, manovra della fusoliera dello Ju 88 restaurata attraverso una finestra del quarto piano del museo di Berlino. Il numero di ottobre 2010 di Flugzeug Classic rivista è stata una delle fonti primarie per questo articolo. Per altre foto del Ju 88 G-1 restaurato al museo Deutsches Technik vai qui


Cabina di pilotaggio Ju 88

Di recente ci sono stati inviati due disegni contemporanei piuttosto carini dello Junkers Ju 88 - e abbiamo pensato che sarebbero stati molto utili come riferimento di sfondo per gli appassionati di dettagli interni. All'interno della cabina di pilotaggio Sembrano essere stati redatti per il manuale di volo Junkers dell'epoca, anche se non ne siamo sicuri, quindi se qualcuno può riempire gli spazi vuoti sarebbe una buona cosa. (Z)/KG 30, Norvegia 1940 Junkers Ju 88 night camo Francia Junkers Ju 88 G-1 del NJG 2. L'aereo è stato completamente distrutto da un incendio. Junkers Ju 88 G-6 623388 Ju 88 A 3Z+ KH 1/KG 77 con siluro Settembre 1943 Junkers Ju 88 codice L1+AA LG Ju 88 cockpit. Nota le tende e la guida all'angolo di immersione. Luftwaffe Air Fighter Pilot Aereo da caccia Ww2 Aereo militare The Finest Hours Ww2 Pictures Aereo Design Aereo Ww2 Lo Junkers Ju 88 è stato uno degli aerei da combattimento più versatili ed efficaci della seconda guerra mondiale. Le sue controparti più vicine sul lato alleato erano Mosquito e Beaufighter. L'aereo tedesco era più grande e più lento, ma comunque molto efficace. Sono stati costruiti 14.676 esemplari, tra cui ben 104 prototipi per le sue 60 diverse versioni Revell 1/32 Ju 88A-1 build - Cockpit, Right Sidewall Sep 27, 2016. Revell 1/32 Ju 88A-1 build - Reference Photos 23 settembre 2016. Revell 1/32 Ju 88A-1 build - Le difficoltà che affrontiamo durante la costruzione del 21 settembre 2016. Revell 1/32 Ju 88A-1, cosa c'è nella scatola? 20 settembre 2016. Revell 1/32 Ju 88A-1 build 20 settembre 201

Il Ju 88T-3 era simile all'S-3 ma non entrò in produzione principale. Il Ju 88R-1 era fondamentalmente un Ju 88C alimentato con due motori BMW 801MA o BMW 801C da 1.600 CV (1.190 kW). Ha usato una disposizione radar simile a quella del C-6b. Il JU 88R-2 era alimentato da due motori BMW 801D da 1.700 hp (1.265 kW) e trasportava un radar di avvertimento di coda Fug 217 Neptun R Dettaglio del cockpit di Gardermoen Ju 88 che mostrava la vista in avanti da accanto al sedile del pilota. Una foto a colori Junkers Ju 88A4 Westa 1.Obdl (T5+BU) Bad Zwischenahn 1941-01. Junker Luftwaffe Corazzata delle forze armate della seconda guerra mondiale Aviazione militare con cabina di pilotaggio di dritta. Junkers 88 A1 foto di dettaglio Junkers Ju 88 è stato aggiunto a Jonsvatnet nel 2004 e ha avuto un'ampia scelta di versioni precedenti e successive al restauro completo. Restaureringen av skroget skal fullføres og stilles ut i flyhallen sammen med den ene vingen i sin nåværende forfatning Three Ju 88s in volo su Astipalea, Grecia, 1943. Nell'ottobre 1937 il Generalluftzeugmeister Ernst Udet aveva ordinato lo sviluppo del Ju 88 come un bombardiere in picchiata pesante. Questa decisione è stata influenzata dal successo del Ju 87 Stuka in questo ruolo. Il centro di sviluppo Junkers a Dessau ha dato la priorità allo studio dei sistemi di estrazione e dei freni da immersione. Il primo prototipo ad essere testato in immersione.

Junkers Ju 88 interni cabina di pilotaggio World War Photo

Junkers Ju 88 var et tysk to-motors lett bombefly, nattjager og angrepsfly produsert av Junkers.Det ble brukt av blant annet Luftwaffe under den andre verdenskrig.Utviklingen av flyet begynte i 1936, og ved krigens produsert flysert it forsk 14 var dejellige Varianter.Ju 88 ble også videreutviklet i form av Ju 188, Ju 288 og Ju 388 Il Ju 88 sfoggiava un aspetto piuttosto sgraziato ma era coerente con la tendenza del design dei bombardieri tedeschi del periodo. La cabina di pilotaggio pesantemente incorniciata era tenuta in una disposizione a gradini che si affacciava su una breve sezione del muso vetrata. La fusoliera era presumibilmente tubolare e terminava nella parte posteriore con un'unica pinna caudale verticale arrotondata

ju-88 Lo Junkers Ju88 è considerato l'aereo da combattimento più versatile della seconda guerra mondiale, ed è stato utilizzato dalla Luftwaffe tedesca durante il conflitto e su tutti i fronti. Il primo prototipo fu in volo nel dicembre 1936, attirando immediatamente l'attenzione militare, con lo Ju88 che entrò in servizio con la Luftwaffe alla fine del 1939, come bombardiere tattico a medio raggio. Bombardamento con siluri. Combattimento notturno. Lo Junkers Ju 88 potrebbe fare tutto - e poi alcuni. Sui caldi e polverosi campi di battaglia del Nord Africa, l'A-5 Tropical faceva affidamento su ampi filtri dell'aria per tenere fuori sabbia e sporco. L'Afrikakorps di Rommel si affidava al Ju 88 per attacchi di supporto contro le corazze e le posizioni alleate Il Ju 88 C-6 è un caccia bimotore tedesco di grado I con un grado di battaglia di 2,7 (AB/RB/SB). È stato introdotto nell'aggiornamento 1.65 La Via del Samurai. Informazioni generali Prestazioni di volo. Descrivi come si comporta l'aereo in volo. Velocità, manovrabilità, accelerazione e carichi consentiti: queste sono le caratteristiche più importanti del veicolo che ho pensato di creare forse un thread dove posso inserire dettagli e rispondere a domande riguardanti l'abitacolo del Ju 88 A1 e che potrebbe tornare utile quando iniziamo a realizzare il modello in scala 1:32 JU 88 A1 qui posso pubblicare immagini e spiegare i colori su parti diverse e cose del genere. e.

Ju88_cockpit - Flysamlingen Forsvarets musee

  • Italiano: Cofano della cabina di pilotaggio Ju-88 recuperato da un aereo tedesco precipitato in Finlandia. Data: 17 luglio 2006: Fonte: Opera propria: Autore: Balcer / Balcer

Ju 88 è l'aereo di un uomo quando si parla di pilotarlo, poiché un uomo, il pilota, è in grado di utilizzare e supervisionare il motore e i comandi di volo durante i voli normali. Solo durante i voli a lunga distanza la pompa manuale deve essere utilizzata nel pompaggio di trasferimento del lubrificante, e in casi speciali il funzionamento manuale delle valvole del carburante e della pompa nel pompaggio del carburante di trasferimento è affidato ad altri due uomini (operatore wireless. Junkers Ju John Darlington Dragon. Progetto fai da te in casa , e altro ancora

26-mrt-2017 - Bekijk het bord Junkers Ju 88 cockpit van Harry Kock su Pinterest. Bekijk meer ideeën over Vliegtuig, Militair, Militaire vliegtuigen Il Ju 88 fece il suo primo volo il 21 dicembre 1936 e centinaia rimasero in uso quando la guerra finì nel 1945. L'aereo in mostra, un Ju 88D-1/Trop (più tardi designato Ju 88D-3), è una versione da ricognizione fotografica a lungo raggio modificata per l'uso tropicale. Conosciuto come Baksheesh, era il Ju 88 più noto dei 15.000 costruiti. I dettagli della cabina di pilotaggio per questo kit sono eccellenti. Questi sono forse i sedili più dettagliati per il Ju-88 che abbia mai visto in questa scala. I dettagli del quadrante e i tamburi extra della mitragliatrice rendono questo piccolo abitacolo angusto di dettagli. Se hai familiarità con il Ju-88 e altri aerei tedeschi, a loro è piaciuta la loro "serra".

Modellino in scala News: DETTAGLI COCKPIT PER JUNKERS Ju 88 MODEL

  1. Specifiche Junkers Ju 88 Tipo: Bombardiere a medio raggio: Centrale elettrica: Junkers Jumo 211B 1.200 CV x 2: Peso a pieno carico: 27.500 libbre: Velocità massima: circa 286 mph a 16.000 piedi. Velocità di crociera: Circa 239 mph: Velocità di salita: Non nota: Portata massima: 1.553 miglia: Soffitto di servizio: 26.500 piedi: Carico della bomba: 5.510 libbre (max) Armamento: 6 mitragliatrici da 7,9 mm (2.
  2. Saluti, signori, e buon anno 2014 Se a questa domanda che sto per porre è già stata data risposta altrove, vi prego di accettare le mie scuse. Nel 1942, qual era il colore degli interni della cabina di pilotaggio degli Ju-88 A-4? Era RLM 02 o RLM 66? Ho appena ricevuto un RG Ju-88 A-4 in scala 1:72, e voglio essere sicuro..
  3. Revell | 04728: Junkers Ju 88A-1 recensito da David Robbins. Il Ju 88 era uno dei cavalli di battaglia della Luftwaffe. Nel corso della sua carriera, la cellula di base è stata utilizzata per molte varianti diverse. Ciò include anche la serie di aeromobili Ju 188/288/388

Ecco la nostra guida ai colori del cockpit per aiutarti a trovare i colori giusti per i tuoi prossimi progetti. Cybermodello in linea. Festeggiamo 21 anni di notizie e recensioni sull'hobby. Home Novità Caratteristiche e recensioni Model Kit Top Gun Soggetto e colore Rif. Cerca Chi siamo. SPONSORIZZATO CON ORGOGLIO Il Ju 88A-15 con stiva bombe allargata poteva trasportare 6.614 libbre (3000 kg) di bombe. Alla fine del 1942 la Luftwaffe aveva preso in consegna più di 8.000 Ju 88. Mentre lo Ju 88A era in produzione in serie, Junkers stava sviluppando il Ju 88B, il cui prototipo volò nel 1940 con due motori radiali BMW 80lMA da 1.600 CV (1193 kW) Immagine dettagliata della cabina di pilotaggio dello Junkers Ju 88 Medium Bomber / Multi- Ruolo Aircraft

Inizialmente sviluppato come un bombardiere mirato ad alta velocità, la cellula Ju 88 si è rivelata perfettamente adatta a praticamente ogni altro tipo di attività di combattimento, a parte il combattimento ravvicinato tra cani, e sono stati prodotti molti più Ju 88 rispetto a tutti gli altri aereo bimotore della seconda guerra mondiale. Oltre al bombardamento in picchiata e livellato, i Ju 88 sono stati utilizzati anche per i combattimenti notturni a lungo raggio. Il Ju 88 A-4 è un bombardiere tedesco di grado I con un grado di battaglia di 2,7 (AB/SB) e 2,3 (RB). È in gioco dall'inizio dell'Open Beta Test prima dell'aggiornamento 1.27. Il Ju 88A-4 è molto vario con la capacità di bombardare in picchiata e bombardare regolarmente con grandi carichi utili La sezione Cockpit. La sezione Cockpit dell'U4+TK è sfuggita alla maggior parte delle devastazioni dello Schwarze Männe a causa del posizionamento non ideale dell'aereo quando ha iniziato ad affondare. La maggior parte degli strumenti, ad eccezione di quelli di metalli facilmente corrosivi come il magnesio, sono sopravvissuti all'eccezionale soggiorno a Jonsvatnet. Lo Junkers Ju 88 aveva due supporti per mitragliatrici nella parte posteriore del tettuccio della cabina di pilotaggio. Questa è una vista interna che guarda alla parte posteriore del Ju 88D-1 al National Museum of the U.S. Air Force Tanto per la box art. Il kit in sé è impressionante - quando Revell afferma che il loro nuovo Ju 88 presenta un cockpit "super-dettagliato" e un interno ampiamente attrezzato non stanno esagerando - non meno di 13 dei 50 stadi di costruzione sono dedicati al cockpit e in avanti fusoliera, tra cui un dettagliato e 'snodabile' C-Stand ventrale Bola

Ju 88 In ordine alfabetico fuori sequenza c'erano i caccia notturni Ju 88R-1 e Ju 88R-2, sviluppati e alimentati da B.M.W. Motori 801 MA quando la posizione di alimentazione di questa centrale si è allentata. La serie Ju 88D era un aereo da ricognizione a lungo raggio basato sul Ju 88A-4, nelle varianti da Ju 88D-1 a Ju 88D-5 che differivano per motori e dettagli. Non siamo a conoscenza di recensioni in-box per questo Junkers Ju 88A-4 cockpit set (#4052) di Aires. Stash. Accedi per gestire la tua scorta. Lista dei desideri (4 compagni) Stash (29 compagni) Iniziato (1 compagni) Completato (1x) Maggiori informazioni sulle eliche Junkers Ju 88. La pagina Junkers Ju 88 contiene tutti i prodotti, gli articoli, i libri correlati.

Design e sviluppo. Il Ju 85 era un prototipo di aereo bombardiere bimotore, progettato da Junkers nel 1935. Il Ministero dell'Aeronautica del Reich ha richiesto l'aereo, che differiva dal Ju 88 a causa dell'uso di un'unità di coda a doppia pinna. L'aereo non è mai stato messo in servizio. Nell'agosto 1935, il Ministero dell'Aviazione tedesco presentò i suoi requisiti per un bombardiere disarmato, a tre posti, ad alta velocità, con un. Nessun Ju 88 finlandese è sopravvissuto, ma un motore è in mostra al Museo dell'aviazione della Finlandia centrale e la struttura del telaio di un cofano della cabina di pilotaggio Ju 88 tedesco è conservata al Museo dell'aviazione finlandese a Vantaa. Varianti Ju 88A Junkers Ju 88 A-4. Tipo bombardiere principale con motori Jumo 211. Ju 88 A-0 Velivolo di pre-produzione. Giu 88 A-

Junkers Ju 88 guerra mondiale foto

  1. 1/48 Junkers JU-88 A-4 Set pozzetto per kit Revell. Vr nettside bruker cookies slik at du kan plassere ordre og vi kan utføre bedre service for deg les me
  2. Pagina 2 di 54 - Foto di dettaglio Junkers 88 A1 - pubblicate in Lavori in corso: ecco la X sul nostro Ju 88 e la posizione appena sopra l'ala ( davanti all'U4 ) stessa posizione dall'altra parte della fusoliera solo una piccola deviazione dalla cabina di pilotaggio e uno sguardo alla fusoliera.. ho pensato che potrebbe essere interessante per voi ragazzi che avete un BoB o un altro modello di bombardiere tedesco e volete fare qualcosa di speciale.
  3. Quale tra questi è il miglior Kit 1/48 per Ju88 con dettagli e un sacco di parti in PE appositamente per il cabina di pilotaggio ecc :-1. Ju 88C-6 Kit versione notturna # 5540 Dragon 1/48 2. Ju 88A-6 con tagliapalloncini # 5513 Dragon 1/48 3. Ju 88G-6 Nachtjäger # 5563 Dragon 1/48 4. Ju88P-1 Tank Buster # 5543 Dragon 1/48 O se qualcuno ha una raccomandazione di a.
  4. Di seguito una foto che mostra il pavimento della cabina di pilotaggio Revell / Pro Modeler Ju-88 A4, modellato in grigio chiaro e ancora collegato all'albero delle parti. Sto indicando la posizione sopraelevata del sedile dell'operatore radio, con uno stuzzicadenti di legno con la punta rossa. Guarda la differenza di altezza. Quindi seduto proprio dietro di esso, è realizzato un pavimento del pozzetto in resina di colore giallastro.
  5. Ju 88H Fotoricognizione a lungo raggio, varianti di caccia, basate sulla fusoliera allungata della serie Ju 88G. Ju 88 H-1 Variante di ricognizione marittima a lungo raggio, equipaggiata con un radar FuG 200 Hohentwiel e un trio di telecamere telecomandate in la fusoliera di poppa.. Ju 88 H-2 Variante di caccia destinata ad attaccare gli aerei di scorta di convogli a lungo raggio alleati armati di sei MG 151/20 a fuoco in avanti

Cabina di pilotaggio JU88 Junker, pilota della Luftwaffe, Luftwaff

  • Junkers 88 R1 (PJ876) [@ RAF Hendon] One of the most versatile and effective combat aircraft ever produced, the Junkers 88 (Ju 88) remained of vital importance to the Luftwaffe throughout World War 11, serving as a bomber, dive-bomber, night fighter, close support aircraft, long-range heavy fighter, reconnaissance aircraft and torpedo-bomber
  • ifigures, printed elements, two BrickArms® .30 cal ball mounts, and a sticker sheet. Play features include spinning props, a detailed cockpit, four external brick-built bombs, and retractable landing gear. Model Statistics
  • ium
  • German Air Force - Ju-88 cockpit. Crew in the cockpit of a Ju-88 medium bomber May 1940. Aircraft Engine Ww2 Aircraft Fighter Aircraft Military Aircraft Luftwaffe Aircraft Painting Vintage Air Ww2 Planes Camouflage. Junkers Ju 88A-17
  • Download this stock image: The cockpit of a Junkers Ju 88 - DYYPB3 from Alamy's library of millions of high resolution stock photos, illustrations and vectors
  • This particular Ju 88C-6 version was released about a month ago from the date of this review, and of course sees the original manufacturer's progression through some of the key Ju 88 versions. I certainly wouldn't be surprised to see more incarnations of this kit in future, hopefully covering a number of the other exotic machines that were derived from the base Ju 88 airframe

Junkers Ju 88 C-6 Nightfighter by Revell-Germany. 1/72 scale Kit No. H-165 Cost: $18.00 Decals: One version - Luftwaffe (unspecified unit) Comments: Vintage kit raised panel lines optional position landing gear removable cowlings reveal engine detail basic cockpit includes two aircrew figures one piece canopy History. The Junkers Ju 88 was a World War II twin-engine, multi-role aircraft. Junkers Ju 388. The Ju 388 was a development of the Ju 188, which based on the well-known Ju 88. Consequently, the first plane, the Ju 388 L-0 V 7, PG+YA, c/n 300001, was built from a Ju 188 E/F and came to fly in December 1943, even before the first actual prototypes, V 1 to V 6, could be completed When a new Ju 88 kit comes out my ears prick up. Like many others I waited with bated breath for ICM's 1/48 Ju 88 A-5 - being the first A-5 in 1/48 to appear from a mainstream manufacturer. When I picked one up here is what I found, read on using text beside the photos. but to skip to the conclusion - it builds lovely, the plastic is a joy to work with and issues mentioned can be overcome

Die Ju 88 war ein zweimotoriges Kampfflugzeug der Luftwaffe des Deutschen Reichs. Die ursprünglich als schneller Horizontal- und Sturzkampfbomber konzipierte Maschine wurde mit diversen Modifikationen auch als Fernbomber, Torpedobomber, Minenleger, See- oder Fernaufklärer, zur Wetterbeobachtung, als Zerstörer, Nachtjäger, Panzerjäger oder als Tiefangriffsflugzeug an allen Fronten bis zum. Junkers Ju 88. Quite the same Wikipedia. Just better. The first five prototypes had conventionally operating dual-strut leg rearwards-retracting main gear, but starting with the V6 prototype, a main gear design debuted that twisted the new, single-leg main gear strut through 90° during the retraction sequence, much like that of the American Curtiss P-40 Warhawk fighter Eine Junkers Ju-88, ein Horizontal- und Sturzflug-Bomber aus dem 2. Weltkrieg ist im Museum ausgestellt. 1986 wurde dieser aus einem See in Schweden geborgen The Ju 88 was fitted with two quite distinct types of wheel rims and tires over its service life. Unfortunately, ICM provides only the early (small) ribbed tires and rims which are suitable for Ju 88 A-1 thru A-5 models but not so for the later A-4

Junkers Ju-88 - Technical pages - German U-boats of WWII

English: Ju-88 cockpit hood recovered from a German aircraft that crashed in Finland. Dátum: 17. júla 2006: Zdroj: Vlastné dielo: Autor: Balcer / Balcer

commonswiki: Licencovanie. Ja, držiteľ autorských práv k tomuto dielu ho týmto zverejňujem za podmienok nasledovných licencií Alternative article on the Junkers Ju 88 by Peter Antill . Specification (A-4) Type: four-seat bomber / dive bomber Powerplant: 2 x 1,350hp Junkers Jumo 211J-1 12-cylinder, inverted-V piston engines Performance: 292mph / 470kph at 17,390ft / 5300m (maximum speed), 248mph / 400kph at 16,405ft / 5000m (maximum cruising speed), 26,900 ft / 8200m (maximum ceiling), 1,696 miles / 2730km (maximum. Ju 88(Junkers Ju 88 )は、ドイツのユンカース社が開発し、第二次世界大戦を通じて主にドイツ空軍で運用された軽爆撃機。. ドイツ空軍の主力爆撃機として戦前から運用され続けたほか、夜間戦闘機や偵察機などとしても運用された

Junkers Ju 88 D1 Innsamling Kinnarodden. The Ju88s of the North The Artic Beauty Bilder fra Hereg Hjemkomst Ju 88 Oppbygging Jumo 211, restaurering . Jumo 211, Motor til Ju 88 i England Jumo 211, delemotor Messerschmitt Bf 109 i Bodø. Hvem var flyveren på Gul 3 Me 109 - vraket Planlegging av heving Me 109 Vrakberging Messerschmitt. German WWII 1000kg Bomb 'Herman' For JU-88 & He-111 Profimodeller 1:32 32236 + Actions Stash . Junkers Ju-88 Spy conversion set Profimodeller 1:32 32217 + Actions Stash . Container Dobbas for Ju-88 Ju88 Cockpit decals For Revell 1/32 Ju88A-1 kit AIMS 1:32 32D002 + Actions Stash. KG30, KG51, KG76, KG77 and LG1. Schnellbomber Junkers Ju88A-1. The first two prototypes, Ju 88 V1 and V2 were different from the V3, V4 and V5s, in that the latter three models as they were equipped with three defensive armament positions to the rear of the cockpit, and were able to carry two 1,000 kg bombs under the inner wing 18.2.2019 - Explore Kajnar David's board ju 88 on Pinterest. See more ideas about Letectví, Letadlo, Světová válka. ju 88 Kolekce podle kategorie Kajnar David. 65 pinů • 8 fanoušků. K. Restored Ju 88 Cockpit. Nice shot of restored Ju 88. B Stand. 5026 Junkers Ju 88A Interior set 1/32 For Revell Highly detailed interior for the famous WWII German bomber. aircraft. Contains resin parts for cockpit walls, seats, bulkhead. and radios set. The photo-etched parts are. incluso

Revell 1/32 Ju 88A-1 build - Cockpit, Right Sidewall

Hi, currently my bench is not only crowded by the pair of Edurds Fw 190 kits, there is also a big Revell Ju 88 A-1 1/32 in the works. Here are some pics of it: The kit was started in autumn 2013 but stalled for some time and was re-started in summer 14. The cockpit JU-88 in Greenland battle. Design and development Edit. In August 1935, the German Ministry of Aviation submitted its requirements for an unarmed, three-seat, high-speed bomber with a payload of 800-1,000 kg (1,760-2,200 lb). Design of the Ju-88 began with a study (EF59) which evolved into two parallel designs, Ju-85 and Ju-88 II Fieseler Fi 98 • II Henschel Hs 123 • III Blohm und Voss Ha 137 • III Blohm und Voss Ha 137 V1 • IV Focke-Wulf Fw 189 C Eule • IV Henschel Hs 129 А • V Henschel Hs 129 B • V Junkers Ju 87 G Stuka • VI Junkers Ju 88 P • VII Messerschmitt Me 265 • VIII Messerschmitt Me 329 • IX Messerschmitt Me P.1099 B-2 • X Messerschmitt Me P.1102

Junkers Ju 88 Schnellbomber - Aviation Histor

  1. Junkers Ju 88 A-1 U4+TK Forsvarets Flysamling (Norwegian Armed Forces Aircraft Collection) at Gardermoen on April 14, 2015. Luftwaffe Junkers Ju 88 A-1 U4+TK (Werknummer 0880119). The cockpit seen from the pilots seat, with control column and pedals. The gray box on the floor is a BZG 2 bomb sight (Bomben Ziel Gerat 2)
  2. World War 2 Photos > German Air Force > Ju-88 cockpit. Ju-88 cockpit. Descrizione. Crew of German Ju-88 medium bomber during flight. Recent comments . Mike Geiger (Thu 11 Oct 2012 07:52:17 PM EDT) The only Werner Voss I could find was the WWI German Ace who shot down 48 E.A. before his death in 1917
  3. World War 2 Photos > German Air Force > Ju-88 cockpit. Ju-88 cockpit. Descrizione. Crew in the cockpit of a Ju-88 medium bomber May 1940. You need to register to add commments. previous. prossimo. Photo Details. Viewed: 2470 times. Credit: ** Rate this Photo: 18 votes. 4.444 N/A. HTML Formatted Links

Junkers JU88 A-

JU-88 cockpit. I never knew the pilots rudder controls were suspended on rails. Close. 30. Posted by 6 years ago. Archived. JU-88 cockpit. He-111s show similar and very unsimilar cockpits. Same for JU88. Continue this thread. The Junkers Ju 88 was a World War II German Luftwaffe twin-engine, multi-role aircraft. As there was a major fire in the cockpit/fuselage area, this is a large chuck of the aircraft, near one of the 7.92 MG81, has some SUPERB details, and would make for EXCELLENT centerpice This page was last edited on 26 November 2014, at 03:57. Files are available under licenses specified on their description page. All structured data from the file and property namespaces is available under the Creative Commons CC0 License all unstructured text is available under the Creative Commons Attribution-ShareAlike License additional terms may apply Cockpit detail of Gardermoen Ju 88 looking rearwards showing Bordschütze seat, Bordfünker seat and FuG 10 radiowal This particular Ju 88A-4/Torp version was released about mid-2017, but I've only just managed to get my hands on a sample. I certainly wouldn't be surprised to see more incarnations of this kit in future, hopefully covering a number of the other exotic machines that were derived from the base Ju 88 airframe

Video: Prosjekter - Flysamlingen Forsvarets musee

The S-3 was the last model of Ju 88 bomber to see production. The BMW radials of the S-1 and S-2 were replaced by Jumo 213A 12 cylinder liquid cooled inline engines, with turbo-superchargers and GM-1 boost. These engines could provide 2,300hp with wartime emergency boost, and also gained 340 pounds of thrust from their carefully designed exhausts The Junkers Ju 88 was originated to meet the requirement. Designed by W.H.Evers and Al Gassner (an American), b uilding of the first prototype, the Ju 88 V-l D-AQEN, started in March 1936. Powered by two 746kW Daimler-Benz DB 600Aa engines, Karlheinz B.Kindermann flew first the Junkers Ju88 on 21 December 1936 The Junkers Ju 88 was a German twin-engine, multi-role aircraft that served with the Luftwaffe throughout the Second World War. It was designed by Wilhelm Heinrich Evers, and American engineer Alfred Gassner at the Junkers Flugzeug und Motorenwerke in response to a specification issued by the German Ministry of Aviation (Reichsluftfahrtministerium, or RLM) in 1935 for an unarmed, three-seat.

Junkers Ju 88 Military Wiki Fando

  1. d immediately. The Revell / Pro Modeller kits are supposed to be re boxed Dragon kits, with upgraded or re tooled parts for the cockpit and interior pieces
  2. Gear leg from JU-88 Spare parts for use in the restoring New welded parts to the Jumo engine. Bjørn Meyer the magnesium welder and Birger Larsen technical curator Norwegian Aviation Museum Bodø. 07.12.2008. Junkers Ju-88 has just arrived from Hungary. 20.01.200
  3. My 1/48 Ju 88 My 1/32 Ju 88s Customers Models. Kleinperters 110 g4 Picardo 1 32 110 g4 Home Decals Photo Etch Resin My Ju 88s Customers Models.
  4. Junkers Ju 88 Germany's most effective night fighter in WW2. By Stephen Sherman, Dec. 2008.Updated July 7, 2011. V ersatile. That sums up the Junkers Ju 88 in one word. During WW2, this twin engine aircraft was adapted for: dive-bombing, level-bombing, ground attack, night-fighting, torpedo dropping, and reconnaissance
  1. Junkers Ju 88 In January 1936 the German Air Ministry published specifications for a new fast bomber that could carry over 1,100 pounds of bombs. The Junkers Flugzeug und Motorenwerke company responded by producing the Junkers Ju 88
  2. Verlinden 1/48 Scale JU-88 Cockpit Detail Set. $19.95 6d 23h +$4.90 shipping. Make Offer - Verlinden 1/48 Scale JU-88 Cockpit Detail Set. SuperScale Decal 48-1146 P-47D Thunderbolt Bubble Top WWII Aircraft Model USAAF . $12.96. Free shipping
  3. An extremely versatile design, the Ju-88 served admirably in many roles, from level daylight bomber to anti-shipping and night fighting. This build represents the standard A-4 series daylight bombing configuration and is done in the markings of well-known Ju-88 exponent Hajo Hermann
  4. Cockpit of a Junkers Ju 88 bomber Germany, drawing. Get premium, high resolution news photos at Getty Image

Junkers Ju 88 Medium Bomber / Multi-Role Aircraf

German Air Force - Ju-88 cockpit. Crew in the cockpit of a Ju-88 medium bomber May 1940. Junkers Ju 88G-1. piston wings: Photo. WWll era piston-engined aircraft for your viewing pleasure. Wwii Vintage Aviation Military Aircraft World War Two Wwii Plane Aircraft Art Vintage Airplanes Luftwaffe Luftwaffe Planes Junkers Ju 88 A-4 V4+EN (Werk Nr. 3543) appears to have ground-looped in poor weather. Such accidents could be fatal for any crewmembers squeezed into the cockpit of the Ju 88 and on this occasion Radio Operator Obergefreiter Hans Lemke was killed when the aircraft overturned during a non-operational flight on 13th March 1942 These will really add some nice details to the cockpit not seen on any surviving Ju 88 aircrafts or cockpits today +4. Restoration of Ju88 Werknr. 088119. 1. november 2018 · New curtains for the 88 is being made . Green on one side and white on the other


Schnellbomber

This book is the first in a two-part comprehensive study of the development and operational history of the Junkers Ju 88, exploring the many variants of this famous and long-serving Luftwaffe multirole aircraft. The text is supported by several hundred rare photographs, manufacturer’s handbook data, scale line drawings, and specially commissioned color artwork.

The work will represent the most comprehensive study of the Ju 88 in many years. The first volume gives a detailed examination of its construction program and development from its beginnings in the mid-1930s through all the variants produced during the war.

Amongst its many roles, it was known widely as a feared night fighter, representing the pinnacle of German aeronautical design technology. It also served in numbers with the air forces of Finland, Italy, Hungary, Romania, Spain, and France. Its appeal as a combat aircraft—especially to modelers—was due to its widely dispersed service and as such, its variants, including the Ju 188 and Ju 288 are also covered.


Junkers Ju 88G - History

In 9.42 2./NJG3 was redesignated 2./NJG4, and a new 2./NJG3 was formed from 4./NJG2 on 1.10.42.

On 30.3.45 reduced to 1./NJG3, when Stab I., 2. and 3./NJG3 was disbanded.

      1.10.40 - 8.44Vechta*1. NJ-Div.
      2. JD (from 5.42)
      Bf 110
      Bf 110, Do 217 (from mid 42)
      Bf 110. Ju 88C (from mid 43)
      8.44 - 12.44Schleswig**2. JDJu 88G
      12.44 - 5.45Grove (Karup)2. JDJu 88G

    * 1./NJG3 operated in the Mediterranean area between 2.41 and 10.41 (2.41 - 5.41 Sicily, Argos [X. Fliegerkorps] 5.41 - 8.41 Benghazi [Fl. Fü. Afrika], 8.41 - 10.41 Derna [Fl. Fü. Afrika]). 2./NJG3 operated in the Smolensk area from 2.42 - 3.42 (Luftwaffenkommando Ost), and was stationed at Wittmundhafen 3.42 to 4.44 (1. NJ-Div., from 5.42 2. JD). 3./NJG3 was detached at Kastrup/Copenhagen, at least between 8.43 and 3.44 (2. JD).

    ** detachment at Nordholz (2. JD).

    • Hptm Günther Radusch, 3.10.41 - 1.8.43
    • Maj Heinrich Prince zu Sayn-Wittgenstein, 15.8.43 - 11.43
    • Hptm Paul Szameitat, 12.43 - 14.12.43
    • Maj Klaus Havenstein, 15.12.43 - 9.44
    • Hptm Hüschens, 9.44 - 2.45

    On 1.11.42 crews were transferred to 11./NJG3. On 25.2.45 the Gruppe was disbanded and was absorbed by NSGr.30.

    A new 4./NJG3 was formed 1.3.45 at Kjevik from Nachtjagdstaffel Norwegen, and remained there until the end, under Jagdfliegerführer Norwegen (with Ju 88G and He 219).

        1.9.41 - 3.44Schleswig*1. NJ-Div.
        2. JD (from 5.42)
        Bf 110
        Bf 110, Do 217 (from mid 42)
        Bf 110. Ju 88C (from mid 43)
        3.44 - 5.44Langendiebach, Vechta2. JDJu 88C
        5.44 - 8.44Plantlünne2. JDJu 88C
        8.44 - 3.9.44Gütersloh2. JDJu 88G
        3.9.44 - 11.44Grove (Karup)**2. JDJu 88G
        11.44 - 2.45Schleswig2. JDJu 88G

      * 4./NJG3 was detached at Westerland from 9.41 to 21.1.44 (1. NJ-Div., from 5.42 2. JD). Another detachment operated from Mainz-Finthen in late 1941 (1. NJ-Div.).

      ** detachment at Tirstrup 9.44 - 10.44 (2. JD)

      • Obstlt Heinz Nacke, 1.11.41 - 21.4.43
      • Hptm Walter Mylius, 22.4.43 - 14.8.43
      • Hptm Rudolf Sigmund, 31.8.43 - 3.10.43
      • Maj Walter Barthe, 15.10.43 - 8.5.45

      In 12.42 7./NJG3 became 4./NJG5. 7./NJG was reformed in 8.43.

      On 30.3.45 reduced to 7./NJG3, when Stab III, 8. and 9./NJG3 was disbanded.

          1.11.41 - 8.44Stade*1. NJ-Div.
          2. JD (from 5.42)
          Bf 110
          8.44 - 9.44Düsseldorf2. JDBf 110
          9.44 - 12.44Westerland**2. JDBf 110, Ju 88G
          12.44 - 5.45Stade***2. JDJu 88G

        * 7./NJG3 was detached at Lüneburg from 11.41 to 4.43, Kastrup/Copenhagen 4.43 to 11.43, and Nordholz 11.43 to 4.44. 8./NJG3 was detached at Lüneburg from 4.43 to 4.44. Other detachments were based at Ingolstadt and Wunstorf. (All under 1. NJ-Div., later 2. JD)

        ** detachment at Skrydstrup/Denmark (2. JD)

        ** detachments at Nordholz and Uetersen (2. JD)

        • Maj Erich Simon, 1.11.42 - 7.10.43
        • Hptm Albert Schulz, 8.10.43 - 1.44
        • Hptm Franz Buschmann, 1.44 - 7.44
        • Hptm Heinz Ferger, 7.44 - 11.44
        • Maj Berthold Ney, 11.44 - 4.3.45
        • Hptm Friedrich Tober, 5.3.45 - 8.5.45

        11./NJG3 was disbanded 4.44, but was reformed 8.44.

        On 30.10.44 IV./NJG3 was redesignated III./NJG2 with:

        Stab IV./NJG3 became Stab III./NJG2
        10./NJG3 became 7./NJG2
        11./NJG3 became 8./NJG2
        12./NJG3 became 9./NJG2

        and a new IV./NJG3 was formed from the old III./NJG2 with:

        Stab IV./NJG3 from Stab III./NJG2
        10./NJG3 from 7./NJG2
        11./NJG3 from 8./NJG2
        12./NJG3 from 9./NJG2

        Reduced to 10./NJG3 on 30.3.45, when Stab IV., 11. and 12./NJG3 was disbanded.

            11.42 - 8.1.44Grove (Karup)*2. JDBf 110
            Bf 110, Do 217 (from mid 42)
            Bf 110. Ju 88C (from mid 43)
            8.1.44 - 11.44Westerland**2. JDJu 88C, Ju 88G
            11.44 - 12.44Marx, Varel***2. JDJu 88G
            12.44 - 3.45Jever2. JDJu 88G
            3.45 - 4.45Nordholz2. JDJu 88G
            4.45 - 5.45Skrydstrup2. JDJu 88G

          * 10./NJG3 was detached at Aalborg-West from 11.42 to 8.1.44, with a small kommando in Lister (Norway) during the Autumn 1943 (2. JD). Another detachment was based at Kastrup/Copenhagen in Autumn 1943 (all 2. JD)

          ** 10./NJG3 detached at Grove (Karup) from 8.1.44 to ?9.44 (2. JD)

          *** detachment at Wittmundhafen (2. JD)

          Formed 1941 in Vechta. Also called 1.(Erg.)/NJG3. Disbanded 12.42.

          Bases:


          Junkers Ju 88G - History

          • Maj Rudolf Stoltenhoff, 18 Apr 1941 - 20 Oct 1943
          • Obstlt Wolfgang Thimmig, 20 Oct 1943 - 14 Nov 1944
          • Maj Heinz-Wolfgang Schnaufer, 14 Nov 1944 - 8 May 1945

          Formed 18 Apr 1941 in Metz.

          Airfields and Air Base Locations
          Data Posizione Gruppe Aircraft Used
          Apr 1941 - Feb 1944 Metz XII. Fliegerkorps
          3. JD (from May 1942)
          Bf 110, Do 217
          Feb 1944 - Aug 1944 Chenay 4. JD Bf 110, Ju 88
          Aug 1944 - 23 Nov 1944 Mainz-Finthen Jafu Mittelrhein Ju 88G
          23 Nov 1944 - Mar 1945 G tersloh Ju 88G
          Mar 1945 - May 1945 ? Ju 88G

          Formed Sep 1942 in Florennes from parts of Stab I./NJG3 and Stab III./NJG4 with:

          Stab I./NJG4 new
          1./NJG4 from 9./NJG1
          2./NJG4 from 2./NJG3
          3./NJG4 from 9./NJG4

          In Apr 1943 2./NJG4 became 12./NJG5, and a new 2./NJG4 was formed from the rest of I./NJG4.

          Reduced to 1./NJG4 on 30 Mar 1945, when Stab I., 2. and 3./NJG4 was disbanded.

          Airfields and Air Base Locations
          Data Posizione Gruppe Aircraft Used
          Sep 1942 - Aug 1944 Florennes* 3. JD
          4. JD (from Sep 1943)
          Bf 110, Do 217, Ju 88
          Aug 1944 - Jan 1945 Langendiebach Jafu Mittelrhein Bf 110, Ju 88G
          Jan 1945 - Mar 1945 Vechta 2. JD Ju 88G
          Mar 1945 - May 1945 ? 2. JD? Ju 88G

          * 2./NJG4 at Taveaux, Nov 1943 2./NJG2 at Athies Jan 1944 - 16 Mar 1944 3./NJG4 at Athies Aug 1943 - Sep 1943.

          • ?
          • Hptm Theodor Rossiwall, 1 Oct 1942 - 13 Jan 1943
          • Hptm Heinrich Griese, 13 Jan 1943 - Feb 1944
          • Hptm Hans Autenrieth, Feb 1944 - 20 May 1944
          • Hptm Gerhard Rath, 20 May 1944 - 22 Jun 1944
          • Hptm Hubert Rauch, 22 Jun 1944 - 8 May 1945

          Formed Apr 1942 in Laupheim with:

          Stab II./NJG4 new
          4./NJG4 new
          5./NJG4 from 5./ZG26
          6./NJG4 new

          On 1 Jan 1943 6./NJG4 became 11./NJG4, and a new 6./NJG4 was formed from the rest of II./NJG4.

          Reduced to 4./NJG4 on 30 Mar 1945, when Stab II., 5. and 6./NJG4 was disbanded.

          Airfields and Air Base Locations
          Data Posizione Gruppe Aircraft Used
          Apr 1942 - May 1942 Laupheim XII. Fliegerkorps Bf 110
          May 1942 - Sep 1942 Rheine 3. JD Bf 110, Do 217
          Sep 1942 - Jan 1944 St. Dizier* 3. JD
          4. JD (from Sep 1943)
          Bf 110, Do 217
          Jan 1944 - 25 Feb 1944 Fassberg* Bf 110
          25 Feb 1944 - 16 Mar 1944 St. Dizier* 4. JD Bf 110
          16 Mar 1944 - 8 May 1944 Dijon* Bf 110
          8 May 1944 - Aug 1944 Coulommiers 5. JD Bf 110
          Aug 1944 - Nov 1944 Frankfurt/Rhein-Main Jafu Mittelrhein Bf 110, Ju 88G
          Nov 1944 - Mar 1945 G tersloh** Jafu Mittelrhein Bf 110, Ju 88G
          Mar 1945 - May 1945 ? 2. JD? Ju 88G

          * 5./NJG4 at Dijon, at least between Aug 1943 and Dec 1943, and at Taveaux, 18 Mar 1944 - 7 May 1944

          * 6./NJG4 at Taveaux, Aug 1943 - 7 May 1944

          ** 6./NJG4 at Bad Lippspringe, Jan 1945 - Mar 1945

          • Maj Kurt Holler, 1 May 1942 - 22 Jun 1943
          • Hptm Hans-Karl Kamp, 23 Jun 1943 - 6 Dec 1944
          • Hptm Ludwig Meister, 6 Dec 1944 - 8 May 1945

          Formed May 1942 in Mainz-Finthen with:

          Stab III./NJG4 new
          7./NJG4 from 1./NJG1
          8./NJG4 from 8./NJG1
          9./NJG4 from 4./NJG1

          On 1 Jan 1943 8./NJG4 became 10./NJG4, and a new 8./NJG4 was formed from the rest of III./NJG4.

          Reduced to 7./NJG4 on 30 Mar 1945, when Stab III., 8. and 9./NJG4 was disbanded.

          Airfields and Air Base Locations
          Data Posizione Gruppe Aircraft Used
          Apr 1942 - ?Sep 1942 Mainz-Finthen XII. Fliegerkorps
          3. JD (from May 1942)
          Bf 110, Do 217
          ?Sep 1942 - Aug 1944 Juvincourt 3. JD
          4. JD (from Sep 1943)
          Bf 110, Do 217, Ju 88
          Aug 1944 - 10 Sep 1944 Twente 3. JD Bf 110, Ju 88G
          10 Sep 1944 - 23 Nov 1944 Mainz-Finthen Bf 110, Ju 88G
          23 Nov 1944 - Jan 1945 Kassel-Rothwesten 3. JD Ju 88G
          Jan 1945 - Mar 1945 Paderborn 3. JD Ju 88G
          Mar 1945 - May 1945 ? 2. JD? Ju 88G

          Formed 1 Jan 1943 in Mainz-Finthen with:

          Stab IV./NJG4 new
          10./NJG4 from 8./NJG4
          11./NJG4 from 6./NJG4
          12./NJG4 new

          On 1 Aug 1943 redesignated I./NJG6 with :

          Stab IV./NJG4 became Stab I./NJG6
          10./NJG4 became 1./NJG6
          11./NJG4 became 2./NJG6
          12./NJG4 became 3./NJG6

          Airfields and Air Base Locations
          Data Posizione Gruppe Aircraft Used
          1 Jan 1943 - 1 Aug 1943 Mainz-Finthen 3.JD
          5.JD (from Feb 1943)
          Bf 110

          Planned formation Oct 1944 in Mainz-Finthen(?) was cancelled.

          • Flugzeugbestand und Bewegungsmeldungen, Stab/NJG4
          • Flugzeugbestand und Bewegungsmeldungen, I./NJG4
          • Flugzeugbestand und Bewegungsmeldungen, II./NJG4
          • Flugzeugbestand und Bewegungsmeldungen, III./NJG4
          • Flugzeugbestand und Bewegungsmeldungen, IV./NJG4

          If you love our website please add a like on facebook

          Asisbiz has been running since July 2006 this section was updated 5th May 2020


          Abbiamo trovato almeno 10 Elenco di siti Web di seguito quando si esegue la ricerca con junkers ju 88 aircraft sul motore di ricerca

          Junkers Ju 88 Aircraft Wiki Fandom

          • Il Junkers Ju 88 was a German World War II Luftwaffe twin-engined multirole combat aereo
          • Junkers Aircraft and Motor Works (JFM) designed the plane in the mid-1930s as a so-called fast bomber that would be too fast for fighters of its era to intercept
          • It suffered from technical problems during its development and early operational periods but became one of the most versatile combat

          Junkers Ju 88D-1/Trop > National Museum of the United

          • The airplane on display, a Ju 88D-1/Trop (later designated Ju 88D-3), is a long-range photographic reconnaissance version modified for tropical use
          • Known as the Baksheesh, it was the best known Ju 88 of the 15,000 built
          • Completed in June 1943, this aereo was delivered to Romania, an ally of Germany during WWII.

          The Amazing Story Of How This Nazi Recon Plane Ended Up

          Thedrive.com DA: 16 PA: 50 Classifica MOZ: 68

          Considering that the Junkers Ju 88 was the most versatile combat aereo operated by Nazi Germany’s Luftwaffe in World War II, it is somewhat surprising that only two fully intact examples

          Junkers Ju 88 World War Photos

          • Junkers Ju 88 C-1 featured the shorter span wing of the early Ju 88 A, but from the C-2 onwards the extended wing of the Ju 88 A-4 was employed
          • The early Ju88 C carried a crew of three and an armament, in a solid nose, of three 7.9 mm
          • Cannon in a detachable mounting below the nose.

          Junkers Ju 88 – Coletti's Combat Aircraft

          • Junkers Ju 88 Armament-Guns: Junkers Ju 88 Bombs: Up to 1,400 kilograms (3,100 lb) of ordnance internally in two bomb bays rated at 900 kg (2,000 lb) and 500 kg (1,100 lb) or up to 3,000 kg (6,600 lb) externally
          • Carrying bombs externally increased weight and drag and impaired the aereo’s performance.

          Restoration: Desperate Journey Flight Today Air

          Airspacemag.com DA: 19 PA: 50 Classifica MOZ: 74

          • On August 31, 2000, the vertical fin of a Junkers Ju 88A-5 bomber with a swastika emblazoned on it broke the surface of the Kilsfjord, a lake near Kragerø, Norway, 60 miles southwest of Oslo
          • Il Junkers had been ditched 58 years earlier during World War II, after its German crew stole the aereo from the Luftwaffe’s Number

          Junkers Ju 88 The Battle of Britain Historical Timeline

          • Il Junkers Ju 88 was a German twin-engine, multi-role aereo that served with the Luftwaffe throughout the Second World War
          • It was designed by Wilhelm Heinrich Evers, and American engineer Alfred Gassner at the Junkers Flugzeug und Motorenwerke in response to a specification issued by the German Ministry of Aviation (Reichsluftfahrtministerium, or RLM) in 1935 for an unarmed, three-seat

          Junkers Ju 88 Aircraft Weapons & Technology German

          • Probably no other aereo in history has been developed in so many different forms for so many purposes as the Ju 88, with the possible exception of Britain’s Mosquito
          • Il Ju 88 was flown in 1936 as a civil prototype, and it remained of vital importance to Germany throughout the war.

          Junkers Ju 88 and similar aircraft Frankensaurus.com

          In all, twelve aereo factories were attacked, with the B-17s heading to Leipzig (Allgemeine Transportanlagen-Gesellschaft – Junkers Ju 88 production and Erla Maschinenwerk – Bf 109), Bernburg-Strenzfeld (Junkers Ju 88 plant) and Oschersleben (AGO plant making Focke-Wulf Fw 190A fighters), while the B-24s hitting the Gothaer Waggonfabrik (production of Messerschmitt Bf 110), the …


          Guarda il video: Junkers Ju 88C night fighter