Vernon Walters

Vernon Walters


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Vernon Walters, figlio di un assicuratore britannico, nacque a New York il 3 gennaio 1917. Nel 1923 la famiglia tornò in Gran Bretagna. Dopo un periodo in Francia tornarono negli Stati Uniti nel 1933. Walters trovò quindi un impiego come perito assicurativo e investigatore.

Dopo che il presidente Franklin D. Roosevelt dichiarò guerra al Giappone nel dicembre 1941, Walters si arruolò nell'esercito degli Stati Uniti. Il suo primo incarico fu quello di infiltrarsi in un gruppo di sospette spie naziste.

Walters divenne un aiutante del generale Mark Clark e nel 1944 fu con lui quando le truppe statunitensi liberarono l'Italia. Dopo la guerra Walters prestò servizio come assistente di W. Averell Harriman presso la sede del Piano Marshall a Parigi. E nel 1951, come tenente colonnello, tornò a Parigi per aiutare a creare il quartier generale supremo delle potenze alleate in Europa.

Negli anni '50 Walters lavorò come aiutante e interprete di Harry Truman, Dwight Eisenhower e Richard Nixon. Walters parlava correntemente francese, spagnolo, italiano, tedesco, portoghese, cinese e russo. Ha anche rappresentato Truman quando era in conflitto con il generale Douglas MacArthur, comandante delle forze delle Nazioni Unite in Corea.

Nel 1972 il presidente Richard Nixon nominò Walters vicedirettore della Central Intelligence Agency. Quando Richard Helms è stato licenziato nel 1973, è stato direttore ad interim per due mesi. È stato anche vicedirettore sotto William Colby. Ha lasciato la CIA nel 1976.

Dal 1981 al 1985, Walters è stato ambasciatore in generale nell'amministrazione Ronald Reagan, visitando più di 100 paesi. È stato ambasciatore alle Nazioni Unite dal 1985 al 1988 e poi ambasciatore in Germania fino al 1991.

Walters è stato autore di due libri, la sua autobiografia, Missioni silenziose (1978) e Il potente e il mite (2001), un libro su personaggi famosi con cui aveva lavorato durante la sua vita.

Vernon Walters è morto a West Palm Beach, in Florida, il 10 febbraio 2002.

Il generale Vernon Walters è morto, ed era un diavolo di uomo. Non è mai andato al college, ma parlava 16 lingue, molte delle quali così perfettamente che i nativi lo consideravano uno di loro. Si arruolò nella seconda guerra mondiale e si fece strada tra i ranghi dell'esercito per diventare un generale a due stelle. Ha servito come vicedirettore della Central Intelligence durante il Watergate ed è emerso con onore. È diventato ambasciatore generale presso il Dipartimento di Stato e ha sempre svolto le missioni più difficili, sia che si trattasse di leggere l'atto di rivolta ad alleati difficili come, come diceva invariabilmente, "il pazzo Mobuto" in Zaire o generali assassini in Argentina. Il suo ultimo incarico ufficiale è stato quello di ambasciatore in Germania Ovest durante gli anni di G.W.H. Bush, ed è stato apparentemente il primo funzionario americano a concludere che l'unificazione tedesca sarebbe avvenuta, e che faremmo meglio a salire a bordo.

Abbastanza gloria per cinque bravi uomini. E con Dick Walters hai molto di più. Hai un vero cameratismo, una qualità rara nei tempi migliori, e soprattutto negli ultimi anni. Hai qualcuno disposto a condividere la sua saggezza con i colleghi più giovani. Hai un uomo religioso, un cattolico devoto, che non ha usato la volgarità tipica dei militari. E hai il miglior oratore che abbia mai visto nella vita pubblica americana.

Qualche anno fa l'ho sentito intervistare davanti a mille uomini e donne d'affari a Melbourne, in Australia, e l'intervistatore gli ha fatto una bella domanda. "Mi dica, generale, nelle sue attività diplomatiche, ha mai usato lusinghe? E se l'ha fatto, come ha funzionato"

Walters ha risposto in un nanosecondo: "Chi pensa che l'adulazione non funzioni ovviamente non ne ha mai avuta".

Quando Walters era ambasciatore generico, io ero, per così dire, ambasciatore generico. Lui ha avuto le missioni importanti, io ho avuto quelle molto meno importanti. Non ero mai stato al governo, e lui ha reso la cosa più piacevole che poteva. Ha trovato una segretaria adatta per me, uno di quei tipi schietti e arroganti che mi dicevano quando il mio istinto era cattivo e, quindi aiutami, rifiuta di scrivere appunti che lei pensava mi avrebbero messo nei guai. E poi, di tanto in tanto, mi portava con sé, in modo che potessi kibitz e imparare come la diplomazia poteva essere fatta da uno dei suoi più grandi praticanti.

Fluente in sette lingue oltre all'inglese, Walters è stato traduttore per il presidente Dwight Eisenhower negli incontri con il presidente francese Charles de Gaulle. Ha servito come ambasciatore in generale nell'amministrazione Reagan, e in seguito come ambasciatore presso le Nazioni Unite e in Germania.

Ha trascorso gran parte della sua vita nel mondo dei segreti politici e strategici. Era a Teheran quando la CIA organizzò un colpo di stato a sostegno dello scià dell'Iran nel 1953, e in Brasile quando un gruppo di generali organizzò un colpo di stato nel 1964.

Durante l'amministrazione Nixon, aiutò Henry Kissinger a condurre negoziati segreti con i nordvietnamiti prima che gli Stati Uniti si ritirassero dal Vietnam.

Walters è stato vicedirettore della Central Intelligence Agency dal 1972 al 1976.

In una dichiarazione scritta, il direttore della CIA George Tenet ha detto di Walters: "La sua è stata una vita eccezionalmente ricca di servizio al paese e all'umanità. Un leader naturale, è salito all'eccellenza in ogni professione in cui è entrato: soldato, ufficiale dell'intelligence, diplomatico".


Vernon Walters, ex inviato e vice CIA Capo, 85

Vernon A. Walters, ex ambasciatore alle Nazioni Unite e vicedirettore della Central Intelligence, è morto domenica al Good Samaritan Medical Center di West Palm Beach, in Florida. Aveva 85 anni.

Il generale Walters era noto per occupare un posto in prima fila per una serie di eventi storici del secondo dopoguerra, come traduttore, consigliere, amministratore e diplomatico. Parlava sette o otto lingue, cinque delle quali fluentemente, e ha prestato servizio part-time come interprete per cinque presidenti. La sua scioltezza ha aiutato ulteriormente la sua carriera.

In ''Silent Missions,'' il suo libro di memorie del 1978, il generale Walters descrisse una conversazione che ebbe a un ricevimento nel 1964 con l'ambasciatore sovietico in Brasile. L'ambasciatore si lamentò con il generale Walters, allora addetto militare degli Stati Uniti in Brasile, che quando gli americani cercavano di imparare una lingua straniera, soffrivano perché non avevano l'orecchio degli slavi per le lingue.

Il generale Walters passò al russo, chiedendogli se gli sarebbe piaciuto parlare portoghese. L'ambasciatore, insultato, rispose: ''Walters, sarai anche un buon soldato, ma diplomatico non lo sei.''

Nato a New York City il 3 gennaio 1917, ha frequentato lo Stonyhurst College in Inghilterra. Si arruolò nell'esercito nel 1941 e prestò servizio in Nord Africa e in Italia nella seconda guerra mondiale, ritirandosi nel 1976 come tenente generale.

Dal 1955 al 1960 è stato assistente del personale del presidente Dwight D. Eisenhower, servendo come interprete per lui, il vicepresidente e alti funzionari diplomatici e militari.

Nominato dal presidente Richard M. Nixon, fu vicedirettore della Central Intelligence dal 1972 al 1976. Nel 1981, il presidente Ronald Reagan gli offrì l'incarico di ambasciatore itinerante, che accettò.

È stato ambasciatore presso le Nazioni Unite dal 1985 al 1988 e ambasciatore presso la Repubblica federale di Germania dal 1989 al 1991.

Il generale Walters, che non si è mai sposato, potrebbe non aver fatto la storia nella sua carriera, ma l'ha visto in prima persona. Ha accompagnato il presidente Harry S. Truman nel suo incontro con un provocatorio generale Douglas MacArthur e ha fatto la spola con il presidente Eisenhower alle riunioni al vertice da Ginevra a White Sulphur Springs, W. Va.

Più tardi, come addetto militare a Parigi, il generale Walters è ricordato per aver preso in prestito l'aereo privato del presidente Georges Pompidou per contrabbandare Henry A. Kissinger dentro e fuori la Francia per incontrare Le Duc Tho del Vietnam del Nord.

Nel 1991, quando gli è stato chiesto cosa lo avesse spinto ad andare avanti mentre raggiungeva il suo cinquantesimo anno di servizio, il generale Walters ha risposto: ''La mia percezione che gli Stati Uniti fossero l'unica vera possibilità che la libertà avesse per sopravvivere nel mondo.''


Discorso finale sulla politica interna del presidente Reagan

Il presidente Ronald Reagan ha tenuto il suo ultimo discorso di politica interna.

Amministrazione Reagan e problemi di minoranza

Si è tenuta una tavola rotonda in cui si è discusso dell'eredità del presidente Ronald Reagan con gruppi di minoranze.

Telefoni aperti: Reagan Legacy

Questo segmento dei telefoni aperti si è verificato nel mezzo di una serie sull'eredità del presidente uscente Ronald Reagan del suo tempo in ...

Ricordi della Casa Bianca

L'ex First Lady Nancy Reagan ha parlato a un simposio sponsorizzato dalla Library of Congress intitolato White House Memoirs: "Un...


Storia attuale

Riproduci album

Memento - EP

Riproduci album

Parels Voor De Zwijnen

Riproduci album

Marlaba

Riproduci album

Ecco il suono delle strade

Riproduci album

Hoofdkaas

Riproduci album

Wie lange noch

Riproduci album

Rakketax

Riproduci album

Dimostrazione 1985

Riproduci album

Rumore contro silenzio

Riproduci album

Ivy Green

Riproduci album

Nieuws voor Doven en Slechthorende

Riproduci album

Prendi i tuoi calci lanciando mattoni

Riproduci album

Memento - EP

Riproduci album

Parels Voor De Zwijnen

Riproduci album

Marlaba

Riproduci album

Ecco il suono delle strade

Riproduci album

Hoofdkaas

Riproduci album

Wie lange noch

Riproduci album

Rakketax

Riproduci album

Dimostrazione 1985

Riproduci album

Rumore contro silenzio

Riproduci album

Ivy Green

Riproduci album

Nieuws voor Doven en Slechthorende

Riproduci album

Statistiche Scrobble?

Cos'è lo scrobbling?

Lo scrobbling è quando Last.fm tiene traccia della musica che ascolti e la aggiunge automaticamente al tuo profilo musicale.

Tendenza di ascolto recente

Giorno ascoltatori
martedì 29 dicembre 2020 0
mercoledì 30 dicembre 2020 0
giovedì 31 dicembre 2020 0
venerdì 1 gennaio 2021 0
sabato 2 gennaio 2021 0
domenica 3 gennaio 2021 0
lunedì 4 gennaio 2021 0
Martedì 5 gennaio 2021 0
mercoledì 6 gennaio 2021 0
giovedì 7 gennaio 2021 0
venerdì 8 gennaio 2021 0
sabato 9 gennaio 2021 0
domenica 10 gennaio 2021 0
lunedì 11 gennaio 2021 0
martedì 12 gennaio 2021 0
mercoledì 13 gennaio 2021 0
giovedì 14 gennaio 2021 0
venerdì 15 gennaio 2021 0
sabato 16 gennaio 2021 0
domenica 17 gennaio 2021 0
lunedì 18 gennaio 2021 0
Martedì 19 gennaio 2021 0
mercoledì 20 gennaio 2021 0
giovedì 21 gennaio 2021 0
venerdì 22 gennaio 2021 0
sabato 23 gennaio 2021 0
domenica 24 gennaio 2021 0
lunedì 25 gennaio 2021 0
Martedì 26 gennaio 2021 0
mercoledì 27 gennaio 2021 0
giovedì 28 gennaio 2021 0
venerdì 29 gennaio 2021 0
sabato 30 gennaio 2021 0
domenica 31 gennaio 2021 0
lunedì 1 febbraio 2021 0
martedì 2 febbraio 2021 0
mercoledì 3 febbraio 2021 0
giovedì 4 febbraio 2021 0
venerdì 5 febbraio 2021 0
sabato 6 febbraio 2021 0
domenica 7 febbraio 2021 0
lunedì 8 febbraio 2021 0
martedì 9 febbraio 2021 0
mercoledì 10 febbraio 2021 0
giovedì 11 febbraio 2021 0
venerdì 12 febbraio 2021 0
sabato 13 febbraio 2021 0
domenica 14 febbraio 2021 0
lunedì 15 febbraio 2021 0
martedì 16 febbraio 2021 0
mercoledì 17 febbraio 2021 0
giovedì 18 febbraio 2021 0
venerdì 19 febbraio 2021 0
sabato 20 febbraio 2021 0
domenica 21 febbraio 2021 0
lunedì 22 febbraio 2021 1
Martedì 23 febbraio 2021 0
mercoledì 24 febbraio 2021 0
giovedì 25 febbraio 2021 0
venerdì 26 febbraio 2021 0
sabato 27 febbraio 2021 0
domenica 28 febbraio 2021 0
lunedì 1 marzo 2021 0
martedì 2 marzo 2021 0
mercoledì 3 marzo 2021 0
giovedì 4 marzo 2021 0
venerdì 5 marzo 2021 0
sabato 6 marzo 2021 0
domenica 7 marzo 2021 0
lunedì 8 marzo 2021 0
Martedì 9 marzo 2021 0
mercoledì 10 marzo 2021 0
giovedì 11 marzo 2021 0
venerdì 12 marzo 2021 0
sabato 13 marzo 2021 0
domenica 14 marzo 2021 0
lunedì 15 marzo 2021 0
Martedì 16 marzo 2021 0
mercoledì 17 marzo 2021 0
giovedì 18 marzo 2021 0
venerdì 19 marzo 2021 0
sabato 20 marzo 2021 0
domenica 21 marzo 2021 0
lunedì 22 marzo 2021 0
Martedì 23 marzo 2021 0
mercoledì 24 marzo 2021 0
giovedì 25 marzo 2021 1
venerdì 26 marzo 2021 0
sabato 27 marzo 2021 0
domenica 28 marzo 2021 0
lunedì 29 marzo 2021 0
Martedì 30 marzo 2021 0
mercoledì 31 marzo 2021 0
giovedì 1 aprile 2021 1
venerdì 2 aprile 2021 0
sabato 3 aprile 2021 0
domenica 4 aprile 2021 0
lunedì 5 aprile 2021 0
martedì 6 aprile 2021 0
mercoledì 7 aprile 2021 1
giovedì 8 aprile 2021 1
venerdì 9 aprile 2021 0
sabato 10 aprile 2021 0
domenica 11 aprile 2021 0
lunedì 12 aprile 2021 0
Martedì 13 aprile 2021 0
mercoledì 14 aprile 2021 0
giovedì 15 aprile 2021 0
venerdì 16 aprile 2021 0
sabato 17 aprile 2021 0
domenica 18 aprile 2021 0
lunedì 19 aprile 2021 0
Martedì 20 aprile 2021 0
mercoledì 21 aprile 2021 0
giovedì 22 aprile 2021 0
venerdì 23 aprile 2021 0
sabato 24 aprile 2021 0
domenica 25 aprile 2021 0
lunedì 26 aprile 2021 0
martedì 27 aprile 2021 0
mercoledì 28 aprile 2021 0
giovedì 29 aprile 2021 0
venerdì 30 aprile 2021 0
sabato 1 maggio 2021 0
domenica 2 maggio 2021 0
lunedì 3 maggio 2021 0
martedì 4 maggio 2021 0
mercoledì 5 maggio 2021 0
giovedì 6 maggio 2021 0
venerdì 7 maggio 2021 0
sabato 8 maggio 2021 0
domenica 9 maggio 2021 0
lunedì 10 maggio 2021 0
martedì 11 maggio 2021 0
mercoledì 12 maggio 2021 0
giovedì 13 maggio 2021 0
venerdì 14 maggio 2021 0
sabato 15 maggio 2021 0
domenica 16 maggio 2021 0
lunedì 17 maggio 2021 0
Martedì 18 maggio 2021 0
mercoledì 19 maggio 2021 0
giovedì 20 maggio 2021 0
venerdì 21 maggio 2021 0
sabato 22 maggio 2021 0
domenica 23 maggio 2021 0
lunedì 24 maggio 2021 0
martedì 25 maggio 2021 0
mercoledì 26 maggio 2021 0
giovedì 27 maggio 2021 0
venerdì 28 maggio 2021 0
sabato 29 maggio 2021 0
domenica 30 maggio 2021 0
lunedì 31 maggio 2021 0
Martedì 1 giugno 2021 0
mercoledì 2 giugno 2021 0
giovedì 3 giugno 2021 0
venerdì 4 giugno 2021 0
sabato 5 giugno 2021 0
domenica 6 giugno 2021 0
lunedì 7 giugno 2021 0
martedì 8 giugno 2021 0
mercoledì 9 giugno 2021 1
giovedì 10 giugno 2021 0
venerdì 11 giugno 2021 0
sabato 12 giugno 2021 0
domenica 13 giugno 2021 2
lunedì 14 giugno 2021 1
Martedì 15 giugno 2021 0
mercoledì 16 giugno 2021 0
giovedì 17 giugno 2021 1
venerdì 18 giugno 2021 0
sabato 19 giugno 2021 0
domenica 20 giugno 2021 0
lunedì 21 giugno 2021 0
Martedì 22 giugno 2021 0
mercoledì 23 giugno 2021 0
giovedì 24 giugno 2021 0
venerdì 25 giugno 2021 0
sabato 26 giugno 2021 0
domenica 27 giugno 2021 0
lunedì 28 giugno 2021 0

Link esterno


Vernon Walters - Storia

Sono stato profondamente rattristato nell'apprendere della morte di Vernon Walters. Onesto patriota di enorme talento, la sua è stata una vita eccezionalmente ricca al servizio della patria e dell'umanità. Leader naturale, raggiunse l'eccellenza in ogni professione in cui svolse: soldato, ufficiale dei servizi segreti, diplomatico.

Per gli uomini e le donne della Central Intelligence Agency, Vernon Walters è più di una mano saggia che ha guidato la nostra organizzazione in tempi difficili. Con la sua straordinaria conoscenza del mondo e la sua passione per vederlo cambiare in meglio, rimarrà per noi un esempio di quello che deve essere sempre il meglio nel nostro campo. Da A Contemporary Press Report: 15 febbraio 2002

Vernon A. Walters, 85 anni, ex inviato alle Nazioni Unite

Vernon A. Walters, ex ambasciatore alle Nazioni Unite e vicedirettore della Central Intelligence, è morto domenica a West Palm Beach, in Florida. Aveva 85 anni.

Il generale Walters ha occupato un posto in prima fila in una serie di eventi storici nel secondo dopoguerra, come traduttore, consigliere, amministratore e diplomatico. Parlava sette o otto lingue, cinque delle quali fluentemente, e ha prestato servizio part-time come interprete per cinque presidenti.

La sua padronanza delle lingue ha aiutato durante tutta la sua carriera. In "Missioni silenziose", il suo libro di memorie del 1978, il generale Walters descrisse una conversazione che ebbe a un ricevimento nel 1964 con l'ambasciatore sovietico in Brasile. L'ambasciatore si lamentò con il generale Walters, allora addetto militare degli Stati Uniti in Brasile, che gli americani volevano sempre conversare in inglese. Anche quando cercano di imparare una lingua straniera, ha spiegato, soffrono perché non hanno l'orecchio degli slavi per le lingue.

Il generale Walters in risposta passò al russo, chiedendogli se avrebbe preferito parlare portoghese. L'ambasciatore, imbarazzato, rispose: "Walters, puoi essere un buon soldato, ma diplomatico non lo sei".

Vernon Anthony Walters è nato a New York il 3 gennaio 1917 e ha frequentato lo Stonyhurst College in Inghilterra. Si arruolò nell'esercito degli Stati Uniti nel 1941 e prestò servizio in Nord Africa e in Italia durante la seconda guerra mondiale, ritirandosi nel 1976 come tenente generale.

Dal 1955 al 1960 è stato assistente del personale del presidente Eisenhower, in qualità di interprete per il presidente, il vicepresidente e alti funzionari diplomatici e militari.

Nominato dal presidente Nixon, il generale Walters era vice capo della C.I.A. dal 1972 al 1976. Poche settimane dopo che il signor Nixon lo aveva inviato all'agenzia, la Casa Bianca ha cercato di coinvolgere la C.I.A. nello scandalo Watergate che alla fine ha costretto le dimissioni del signor Nixon.

Secondo la successiva testimonianza al Congresso di John W. Dean 3d, consigliere del presidente all'epoca, il signor Nixon aveva scelto il generale Walters per l'incarico al fine di avere un "buon amico" nell'agenzia di intelligence.

Due aiutanti di Nixon, H. R. Haldeman e John D. Ehrlichman, chiesero al generale Walters di avvertire il Federal Bureau of Investigation di limitare le sue indagini per non compromettere la CIA. operazioni. "Semplicemente non mi è venuto in mente che il capo dello staff del presidente potesse chiedermi qualcosa di illegale o sbagliato", ha scritto il signor Walters nelle sue memorie.

Ma su ordine del suo superiore, Richard M. Helms, il direttore dell'intelligence centrale, il generale ha revocato il suo consiglio all'F.B.I. Secondo il generale Walters, il signor Dean gli ha successivamente chiesto ripetutamente di ripagare i ladri del Watergate con la CIA segreta. fondi, ma si rifiutò di farlo e minacciò di dimettersi pubblicamente se ci fosse stata un'altra chiamata del genere.

Nel 1981, il presidente Reagan offrì al generale Walters il lavoro di ambasciatore itinerante, che accettò. Infine, ha servito come ambasciatore presso le Nazioni Unite dal 1985 al 1988 e come ambasciatore in Germania Ovest dal 1989 al 1991.

Al momento della nomina del generale Walters ad ambasciatore presso le Nazioni Unite, William E. Colby, l'ex direttore dell'intelligence centrale, ha dichiarato: "Quando ha lavorato per me, era impavido nell'esprimere le sue opinioni e totalmente leale una volta presa una decisione è stato fatto. L'ho usato come un totale alter ego."

Nel 1991, quando gli è stato chiesto cosa lo ha spinto a proseguire il suo cinquantesimo anno di servizio nel paese, il generale Walters ha risposto: "La mia percezione che gli Stati Uniti fossero l'unica vera possibilità che la libertà avesse di sopravvivere nel mondo".

Ha avuto molte opportunità nella sua carriera di assistere alla creazione della storia. Era W.Aiutante di Averell Harriman nei primi anni della guerra fredda, accompagnò il presidente Truman a un incontro con un insubordinato generale Douglas MacArthur durante la guerra di Corea e fece la spola con il presidente Eisenhower a una serie di incontri al vertice, tenuti a Ginevra e White Sulphur Springs, West Virginia , tra gli altri luoghi.

Come traduttore per il vicepresidente Nixon durante il suo tour di buona volontà in America Latina nel 1958, il generale Walters fu ferito in bocca da un vetro rotto quando una folla lapidata la loro auto a Caracas. Più tardi, come addetto militare a Parigi, il generale Walters è ricordato per aver preso in prestito l'aereo privato del presidente Georges Pompidou per contrabbandare Henry A. Kissinger dentro e fuori la Francia per incontri clandestini con
Le Duc Tho del Vietnam del Nord.

"Era fantastico come il nostro James Bond, facendoci entrare e uscire di nascosto, dandoci persino nomi in codice", ha detto Winston Lord, ex presidente del Council on Foreign Relations, che ha accompagnato il signor Kissinger ai colloqui segreti con i vietnamiti.

Il generale Walters, scapolo, non lascia superstiti immediati. Sarà sepolto con tutti gli onori militari al cimitero nazionale di Arlington all'inizio del prossimo mese. 14 febbraio 2002:

Vernon A. Walters, 85 anni, tenente generale dell'esercito in pensione, ufficiale dell'intelligence e diplomatico, vicedirettore della Central Intelligence Agency e ambasciatore presso le Nazioni Unite, è morto il 10 febbraio 2002 al Good Samaritan Medical Center di West Palm Beach, Florida. La causa della morte non è stata segnalata.

Il generale Walters ha trascorso la sua carriera nell'oscuro mondo dei segreti politici e strategici. È stato variamente descritto come l'americano tranquillo per antonomasia e come la versione americana di James Bond, un'idea che ha liquidato come assurda. Credeva che gli Stati Uniti dovessero essere in grado di proiettare la propria potenza militare in modi credibili, ma credeva anche che lo scopo della diplomazia fosse fare amicizia. Ha detto a un intervistatore che le persone che dubitavano che si svolgessero seri affari diplomatici durante i cocktail party non erano mai stati a uno.

Linguista, parlava francese, spagnolo, italiano, tedesco, olandese, portoghese e russo. Ha tradotto per il presidente Dwight D. Eisenhower e il presidente francese Charles de Gaulle mentre i due sedevano nei loro accappatoi di fronte a un incendio al palazzo di Rambouillet fuori Parigi e per il vicepresidente Richard M. Nixon quando la sua limousine è stata attaccata da una folla a Caracas, Venezuela, nel 1958.

Negli anni '60, il generale Walters ebbe incarichi successivi come addetto militare degli Stati Uniti in Italia, Brasile e Francia. Ha anche servito in Vietnam e ha considerato lo sforzo degli Stati Uniti lì un "campo di battaglia della libertà" e "uno dei nostri combattimenti più nobili".

È stato vicedirettore della CIA dal 1972 al 1976. Per un periodo nel 1973 è stato direttore ad interim dell'agenzia. Durante quel periodo, ha resistito con successo agli sforzi di John Dean, l'avvocato della Casa Bianca, di coinvolgere la CIA negli sforzi per coprire lo scandalo Watergate che ha portato alle dimissioni di Nixon.

Dal 1981 al 1985, il generale Walters è stato ambasciatore in generale nell'amministrazione Reagan, incarico in cui ha visitato più di 100 paesi. È stato ambasciatore alle Nazioni Unite dal 1985 al 1988 e poi ambasciatore in Germania fino al 1991.

In una dichiarazione sulla morte del generale Walters, il direttore della CIA George J. Tenet lo ha descritto come "un onesto patriota di enorme talento" che ha condotto "una vita eccezionalmente ricca al servizio del paese e dell'umanità".

"Un leader naturale, il generale Walters ha raggiunto l'eccellenza in ogni professione in cui è entrato", ha detto Tenet. "Con la sua straordinaria conoscenza del mondo e la sua passione per vederlo cambiare in meglio, rimarrà per noi un esempio di ciò che deve essere sempre il migliore nel nostro campo".

Il generale Walters è nato a New York. Quando aveva 6 anni, la sua famiglia si trasferì in Europa e lui crebbe a Parigi. Ha frequentato lo Stonyhurst College, una scuola secondaria in Inghilterra, ma ha lasciato all'età di 16 anni per lavorare per suo padre. Non ha mai frequentato l'università.

La sua carriera militare iniziò quando fu arruolato nell'esercito nel 1941. Fu presto incaricato. Durante la seconda guerra mondiale, prestò servizio in Nord Africa e in Europa.

Negli anni dell'immediato dopoguerra fu assistente del generale Mark Clark, comandante degli Stati Uniti in Austria. Su raccomandazione di Clark, il generale George Marshall, capo di stato maggiore dell'esercito, lo trasferì nel suo staff personale. Ciò lo portò alla Casa Bianca sotto il presidente Harry S. Truman e, in seguito, sotto Eisenhower.

Il generale Walters aveva una straordinaria capacità di essere presente ai grandi eventi. Come aiutante di Truman, prendeva appunti quando il presidente licenziò Douglas MacArthur durante la guerra di Corea. Era a Teheran nel 1953 quando la CIA organizzò un colpo di stato a sostegno dello scià dell'Iran e in Brasile quando un gruppo di generali organizzò un colpo di stato nel 1964.

Fu anche coinvolto in trattative segrete tra gli Stati Uniti e il Vietnam del Nord. Una volta aveva il compito di far entrare Henry A. Kissinger, allora consigliere per la sicurezza nazionale di Nixon, a Parigi. Lo ha fatto prendendo in prestito l'aereo del presidente francese George Pompidou, un vecchio amico.

Nel 1973, quando l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina uccise due diplomatici statunitensi in Sudan, al generale Walters fu ordinato di chiarire all'OLP che gli Stati Uniti non avrebbero sopportato un simile comportamento. È stato organizzato un incontro con i rappresentanti dell'OLP presso il palazzo del re Hassan del Marocco. Walters conosceva il re dalla seconda guerra mondiale, quando gli diede un passaggio in un carro armato americano.

Durante l'amministrazione Carter dal 1977 al 1981, il generale Walters è stato consulente privato di Environmental Energy Systems Inc., una società di Alessandria. Nel 1981, è stato pagato $ 300.000 per aver messo in contatto l'azienda con le persone giuste nel governo marocchino per un accordo di ammodernamento dei carri armati da $ 190 milioni. L'affare alla fine fallì.

Il generale Walters ha anche lavorato come consulente da 1.000 dollari al giorno per Basic Resources Services Inc., un consorzio con sede in Lussemburgo, su un accordo petrolifero in Guatemala.

Il generale Walters ha scritto due libri, "The Mighty and the Meek", una serie di profili di personaggi famosi con cui ha lavorato, e "Silent Missions", un'autobiografia. In privato, era conosciuto come un narratore di talento e un imitatore. Da quando si era ritirato dal governo, viveva a Palm Beach, in Florida. Non si è mai sposato. Morto a 85 anni l'ambasciatore Vernon Walters
giovedì 14 febbraio 2002

WEST PALM BEACH, Florida - Il tenente generale in pensione Vernon A. Walters, assistente di sette presidenti e ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite e la Germania, è morto. Aveva 85 anni.

Walters è morto domenica 10 febbraio 2002) per cause sconosciute al Good Samaritan Medical Center di West Palm Beach.

Il veterano dell'esercito decorato a livello internazionale ha avuto una lunga carriera nel servizio pubblico. Ha contribuito a plasmare il Piano Marshall dopo la seconda guerra mondiale, è stato vicedirettore della Central Intelligence Agency durante il Watergate, ha informato Henry Kissinger sui nordvietnamiti durante la guerra del Vietnam ed è diventato membro del NATO Standing Group.

"È arrivato all'eccellenza in ogni professione in cui è entrato: soldato, ufficiale dell'intelligence, diplomatico", ha detto giovedì il direttore della CIA George Tenet.

"Con la sua straordinaria conoscenza del mondo e la sua passione per vederlo cambiare in meglio, rimarrà per noi un esempio di ciò che deve essere sempre il meglio nel nostro campo", ha detto Tenet.

Walters è rimasto coinvolto nel servizio governativo nei primi anni '90. Interrogato in un'intervista con l'Associated Press nel 1991 su cosa lo tenesse in vita dopo 50 anni di servizio, il Guerriero Freddo di lunga data ha risposto: "La mia percezione che gli Stati Uniti fossero l'unica vera possibilità che la libertà avesse per sopravvivere nel mondo".

L'amico di lunga data, il generale Alexander Haig, definì Walters "un uomo di straordinaria integrità" e "uno dei funzionari pubblici più straordinari che abbia mai conosciuto".

Nato a New York City, la famiglia di Walters si è trasferita in Europa quando aveva 6 anni. Lì ha imparato il francese, lo spagnolo, l'italiano e il tedesco. In seguito divenne fluente in portoghese, cinese e russo.

Le capacità linguistiche e la memoria fotografica di Walters gli hanno aperto le porte durante i suoi 35 anni di carriera militare e in seguito il lavoro diplomatico.

La sua traduzione di un discorso del presidente Nixon ha attirato l'attenzione del presidente francese Charles De Gaulle.

"Ha detto al presidente, 'Nixon, hai fatto un discorso magnifico, ma il tuo interprete è stato eloquente'", ha detto Haig.

Nell'intervista del 1991, Walters disse che uno dei suoi momenti più memorabili fu un tour del 1958 con l'allora vicepresidente Nixon in Sud America.

Durante la guida passato anti-U.S. manifestanti a Caracas, in Venezuela, l'auto di Nixon è stata attaccata da una pioggia di sassi. Uno dei proiettili ha rotto la finestra di Walters, spruzzandogli del vetro e tagliandolo in bocca.

Secondo Walters, Nixon gli ha detto: "Sputa quel bicchiere fuori - avrai molte più conversazioni da fare in spagnolo per me oggi".

Walters ha anche lavorato per il presidente Eisenhower come assistente del personale, ha organizzato viaggi all'estero per il presidente Kennedy e ha servito il presidente Reagan come risolutore di problemi diplomatici.

Come aiutante del presidente Truman, prendeva appunti quando il presidente licenziò Douglas MacArthur durante la guerra di Corea.

Era a Teheran nel 1953 quando la CIA organizzò un colpo di stato a sostegno dello scià dell'Iran e in Brasile quando un gruppo di generali organizzò un colpo di stato nel 1964.

Durante i negoziati segreti tra gli Stati Uniti e il Vietnam del Nord, ebbe il compito di far entrare Kissinger, allora consigliere per la sicurezza nazionale di Nixon, a Parigi.

Walters è stato vicedirettore della CIA dal 1972 al 1976 e direttore ad interim per un periodo nel 1973.

Dal 1981 al 1985 è stato ambasciatore in generale nell'amministrazione Reagan, visitando più di 100 paesi. È stato ambasciatore alle Nazioni Unite dal 1985 al 1988 e poi ambasciatore in Germania fino al 1991.

Walters, che non si è mai sposato, sarà sepolto con tutti gli onori militari al cimitero nazionale di Arlington all'inizio del prossimo mese. WALTERS, VERNON A., LTG US ARMY (in pensione)

Domenica 10 febbraio 2002 a Palm Beach, in Florida, e ad Arlington, in Virginia. egli è
sopravvissuto da numerose nipoti. Gli amici possono chiamare al MURPHY'S FUNERAL HOME OF ARLINGTON, 4510 Wilson Blvd., lunedì 4 marzo, dalle 14 alle 16 e dalle 19 alle 21. La messa di sepoltura cristiana sarà celebrata martedì 5 marzo alle 12:45. nella cappella dell'Old Post di Fort Myer. Sepoltura al cimitero nazionale di Arlington con tutti gli onori militari. Si suggerisce di dare contributi commemorativi in ​​suo nome alle Missioni Cattoliche.


Foto di M. R. Patterson, 28 giugno 2003


Vernon A. Walters, 85 anni, ex inviato alle Nazioni Unite

Vernon A. Walters, ex ambasciatore alle Nazioni Unite e vicedirettore dell'intelligence centrale, è morto domenica a West Palm Beach, in Florida. Aveva 85 anni.

Il generale Walters ha occupato un posto in prima fila in una serie di eventi storici nel secondo dopoguerra, come traduttore, consigliere, amministratore e diplomatico. Parlava sette o otto lingue, cinque delle quali fluentemente, e ha prestato servizio part-time come interprete per cinque presidenti.

La sua padronanza delle lingue ha aiutato durante tutta la sua carriera. In ''Silent Missions,'' il suo libro di memorie del 1978, il generale Walters descrisse una conversazione che ebbe a un ricevimento nel 1964 con l'ambasciatore sovietico in Brasile. L'ambasciatore si lamentò con il generale Walters, allora addetto militare degli Stati Uniti in Brasile, che gli americani volevano sempre conversare in inglese. Anche quando cercano di imparare una lingua straniera, ha spiegato, soffrono perché non hanno l'orecchio degli slavi per le lingue.

Il generale Walters in risposta passò al russo, chiedendogli se avrebbe preferito parlare portoghese. L'ambasciatore, imbarazzato, rispose: ''Walters, puoi essere un buon soldato, ma diplomatico non lo sei.''

Vernon Anthony Walters è nato a New York il 3 gennaio 1917 e ha frequentato lo Stonyhurst College in Inghilterra. Si arruolò nell'esercito degli Stati Uniti nel 1941 e prestò servizio in Nord Africa e in Italia durante la seconda guerra mondiale, ritirandosi nel 1976 come tenente generale.

Dal 1955 al 1960 è stato assistente del personale del presidente Eisenhower, in qualità di interprete per il presidente, vicepresidente e alti funzionari diplomatici e militari.

Nominato dal presidente Nixon, il generale Walters era vice capo della C.I.A. dal 1972 al 1976. Poche settimane dopo che il signor Nixon lo aveva inviato all'agenzia, la Casa Bianca ha cercato di coinvolgere la C.I.A. nello scandalo Watergate che alla fine costrinse il signor Nixon alle dimissioni.

Secondo la successiva testimonianza al Congresso di John W. Dean 3d, l'avvocato del presidente dell'epoca, il signor Nixon aveva scelto il generale Walters per l'incarico al fine di avere un "buon amico" nell'agenzia di intelligence .

Due aiutanti di Nixon, H. R. Haldeman e John D. Ehrlichman, chiesero al generale Walters di avvertire il Federal Bureau of Investigation di limitare le sue indagini per non compromettere la CIA. operazioni. ''Semplicemente non mi è venuto in mente che il capo di gabinetto del presidente potesse chiedermi qualcosa di illegale o sbagliato,'' il signor Walters ha scritto nelle sue memorie.

Ma su ordine del suo superiore, Richard M. Helms, il direttore dell'intelligence centrale, il generale ha revocato il suo consiglio all'F.B.I. Secondo il generale Walters, il signor Dean gli ha successivamente chiesto ripetutamente di ripagare i ladri del Watergate con la CIA segreta. fondi, ma si rifiutò di farlo e minacciò di dimettersi pubblicamente se ci fosse stata un'altra chiamata del genere.

Nel 1981, il presidente Reagan offrì al generale Walters il lavoro di ambasciatore itinerante, che accettò. Infine, ha servito come ambasciatore presso le Nazioni Unite dal 1985 al 1988 e come ambasciatore in Germania Ovest dal 1989 al 1991.

Al momento della nomina del generale Walters ad ambasciatore presso le Nazioni Unite, William E. Colby, l'ex direttore dell'intelligence centrale, ha dichiarato: ''Quando ha lavorato per me, era impavido nell'esprimere le sue opinioni e totalmente leale una volta presa una decisione. L'ho usato come un totale alter ego.''

Nel 1991, quando gli è stato chiesto cosa lo ha spinto a continuare il suo cinquantesimo anno di servizio nel paese, il generale Walters ha risposto: "La mia percezione che gli Stati Uniti fossero l'unica vera possibilità che la libertà avesse per sopravvivere nel mondo". x27

Ha avuto molte opportunità nella sua carriera di assistere alla creazione della storia. Fu assistente di W. Averell Harriman nei primi anni della guerra fredda, accompagnò il presidente Truman a un incontro con un insubordinato generale Douglas MacArthur durante la guerra di Corea e fece la spola con il presidente Eisenhower a una serie di riunioni al vertice, tenutesi a Ginevra e White Sulphur Springs, W.Va., tra gli altri luoghi.

Come traduttore per il vicepresidente Nixon durante il suo tour di buona volontà in America Latina nel 1958, il generale Walters fu ferito in bocca da un vetro rotto quando una folla lapidata la loro auto a Caracas. Più tardi, come addetto militare a Parigi, il generale Walters è ricordato per aver preso in prestito l'aereo privato del presidente Georges Pompidou per contrabbandare Henry A. Kissinger dentro e fuori la Francia per incontri clandestini con Le Duc Tho del Vietnam del Nord.

'ɾra fantastico come il nostro James Bond, facendoci entrare e uscire di nascosto, dandoci persino nomi in codice,'','' ha detto Winston Lord, ex presidente del Council on Foreign Relations, che ha accompagnato il signor Kissinger al colloqui segreti con i vietnamiti.

Il generale Walters, scapolo, non lascia superstiti immediati. Sarà sepolto con tutti gli onori militari al cimitero nazionale di Arlington all'inizio del prossimo mese.


Chi siamo

Pubblichiamo qui le linee patriarcali dei membri del nostro progetto Walters per fornire assistenza alla ricerca e aiutare i membri del progetto a trovare altri che stanno ricercando le stesse linee.

Se sei interessato a includere qui la tua linea patriarcale, inoltra la tua linea familiare patriarcale a questo progetto e io la pubblicherò insieme al tuo contratto e-mail e al numero del kit FTDNA.

· Tommaso Walter B. 1512, Horfield, Gloucestershire, Inghilterra, m. Cradock -Henry George Walters [hwalt713 su yahoo.com]

· Thomas Walter b. 1536, Horfield, Gloucestershire, Inghilterra, m. Joan Hassell

· John Walter b. 1559, Horfield, Gloucestershire, Inghilterra, m. Payne

· Edmond Walters b. 1586, Cophill, Monmouthshire, Galles, m. Susanna Walter

· Eldad Walters b. 1640, Batheaston, Somersetshire, Inghilterra, m. Mary Blanchard

· Henry Walters b. 1667, Batheaston, Somersetshire, Inghilterra, m. Mary Houlton

· Henry Walters b. 1722, Batheaston, Somersetshire, Inghilterra, m. Ann Smith

· Thomas Walters b. 1757, Batheaston, Somersetshire, Inghilterra, m. sophia skynner

· Henry Walters b. 1794, Bath, Somersetshire, Inghilterra, m. Jemina Ann Littlejohn

· Thomas D'Oyley Walters n. 1819, Batheaston, Somerset, Inghilterra, m. Emma Elizabeth Hippisley

· Edmond Walters b. 1848, Swanswick, Somerset, Inghilterra, m. Annie Elizabeth Browne

· Arthur Lionel Walters b. 1878, Oxfordshire, Inghilterra, m. Olive Mary Marcus 640381

· Johannes Walther, 1585, Burkhardtsdorf, Sachsen, Germania, m. Dorothea Dorfelder - Norman H Walters [normis9 AT hotmail.com] William B Walters [wwalters AT umd.deu]

· Zacharias Walter, 30 dic 1617, Burkhardtsdorf, Sachsen, Deutschland, m. Catharina Roder

· Michael Walter, 1663, Burkhardtsdorf, Sachsen, Germania, m. Anna Maria

· Jacob Walters, 1684, Rotterdam, Germania, m. Susanna Giovanni

· Hans Conrad Walters, n. 21 marzo 1712, Nordheim, Wurttemburg, Germania, m. Elisabetta Munnich

· John Walters, Sr., n. 4 aprile 1770, Beestown (BeaconTown), Union, Pennsylvania, m. Susanna Ashcraft

· Aquilla Martin Walters I, 1801, Nelson County, KY, USA, m. Elizabeth Quillan Bayne

· Jediah Felin Walters, 4 giugno 1834, Contea di Rockcastle, KY, USA, m. Nancy Jane Pruitt

· Aquilla Martin Walters II, 25 ottobre 1877, Contea di Hart, KY, USA, m. Elisabetta Pringle B132250

· Jediah Walters b 21 marzo 1796 Larue County, KY m Sarah Middleton

· Henley Middleton Walters b 13 maggio 1830 Larue County, KY m Mary Emaline Bomar

· William Greenwood Walters b 26 giugno 1866 Larue County, KY m Ada Etta Guthrie

· Ben Guthrie Walters B 19 febbraio 1900 Highland, KS m Dolly Varden Shaw W-10 58841

· Tommaso Walter b 1657 Youghal Irlanda m. Hanna Grey - Thomas Walter [twalter AT austin.rr.com]

· William Walter b 1677 Salem, MA. m. Mary Harris

· Pierce Walter b. 1722 Boston, MA m. Marta?

· Carlo Walter b. 1758 Norfolk, CT m.elisabetta wright

· Charles Tanner Walter b. 1781. m. Betsey Williams

· Lucius Walter b. 1813 CT, m. Adaline Fellow

· Clark Walter b. 1841 Contea di San Giuseppe, Indiana da Hannah Kinzie

· John Clark Walter b. 1878 Umatilla, Oregon. m. Lilian Rose Clark

· Norbert Walter b. 1916 Atena, Oregon 349324

· Godwin Walter b c1666 Wiltshire, Inghilterra, m Elizabeth Songhurst - David Walter []

· Joseph Walter (1711 Chester Co, PA m Jane Brinton )

· Joseph Walter (1746 Chester Co, PA m Elizabeth Levis )

· William Walter (1783 Chester Co, PA m Margaret Lamborn )

· Townsend Walter (1815 Chester Co, PA m Mary Ann Mercer)

· Charles Townsend Walter (1853 Chester Co, PA m Margaret Barnard)

· Townsend Walter (1884 Chester County, PA m Louella Josephine Webb)

· Townsend Barnard Walter (1909 Chester Co, PA m Iva LeZern Thompson) 193462

· Robert Walters b.1719-29, m. Johanna McBee, d. 1793-4 Franklin Co. GA - Sidney D. Lenox [linda.lenox AT cox.net]

· Samuel Walters b. 1749 Lunenburg Co. VA, m. Molly Mary. D. 1815 Madison Co. AL

· Benjamin F. Walters b. 1790-1810 Madison Co. AL, m. UNK d. UNK

· Julius Gulley AKA Lenox (figlio illegittimo) b. 1858-60 Ouachita Co. AR, m. Janie Tidwell, d. 1943 Nevada Co. AR

· Robert Lenox b. 1904 Nevada Co. AR, m. Zonie Nelson, d. 1988 Nevada Co. AR B1571

· Archibald Walters, b 09 dic 1673, m Elzabeth Aittken

· William Walters, b 15 giugno 1699 Scozia, m Elizabeth Robertson, d 16 febbraio 1763 VA

· Thomas T Walters, Sr, b 13 Apr 1733 Scozia, m Lucy Walker, d 18 Apr 1796 VA

· Capt Robert Walters, Sr b c1750 VA, m Selentha McBee, d 28 Feb 1834 VA

· Lemuel A Walters, b 30 giu 1786 Halifax CO VA, m Elizabeth Dodson, d 1857

· Lemuel J Walters, b 07 aprile 1830 TN, m Jane Elizabeth, d 1865 TN

· William C "Bill" Walters b 21 aprile 1852 TN, m Fannie Taylor, d 12 feb 1917 TX

· John T "Dan" Walters, Sr, b 03 ago 1885 TX, m Annie Jordan, d 22 Jan1951 33586

· ​Casper Walters b.c1715/c1725 Contea di Lancaster, PA m. (H) Anna Barbara Baer August County, VA - Robert Walters [mbwalters su mchsi.com] Sumner E. Walters [claghorn AT ymail.com] Marion [ann.5769.mc su gmail.com]

· Ephriam Walters b.1744 Contea di Lancaster, PA d. 1835 mt. Maria De Bolt (1748-1842)

· Andrew Walters b. 1778 mt. Sarah Weedman

· Jacob Walters b. 18 ottobre 1801, tedesco Twp., Fayette Co., Penn., m. Phebe Bateson

· Jacob Ira Walters b. 15 aprile 1832, Hopewell Twp., Perry Co., Ohio, m. Mary (Shelly) Snyder.

· Lawrence Walters b. 2 settembre 1884, Wilson Twp. DeWitt Co., Illinois, m. Arta Macy Bracken 96758

· George Walters - 17 novembre 1770 - Contea di Augusta, VA m. Anna Maria Schaffer

· William Walters - 19 settembre 1797 - Contea di Fayette, PA m. Harriet McDermut

· William Geddes Walters - 10 feb 1842 - Contea di Richland, OH m. Jane Mariah Anderson

· Sumner Eliot Walters - 12 novembre 1874 - Contea di Van Wert, OH m. Kittie Mae Allen B72060

· Jacob Walters (1780-1870) Contea di Fayette, Pa m. Prudence Hyatt

· Jefferson Walters (1830-1915) Contea di Fayette,Pam. Minerva Pixler

· James Walters (1871-1941) Contea di Fayette, Pennsylvania. Margaret Sangston

· ​Ray Walters (1895-1975) Contea di Fayette, Pennsylvania. Ruth Fuller

· Thomas Walters, 16 gennaio 1727, Bristol Parish, Prince George, VA, USA m. Lucy Walker -Pamela D. Lankenau neeMcDonald [lankenauster At gmail.com]

· Robert Walters, 1750, Halifax, Halifax, VA, m. Selethia McBee

· Jackson Walters, 07 ottobre 1772, Contea di Pittsylvania, Virginia, m. Elizabeth Harris

· Robert H. Walters, 1 dicembre 1793, Contea di Pittsylvania, VA, m. Nancy C Waddell

· William B. Walters, circa 1833, Contea di Warren, KY, m. Nancy Dishman

· Leamon Walters, 27 febbraio 1870, contea di Marshall, KY, m. Mattie Clampette Moseley

· Thomas Bell Walters, 2 novembre 1891, Paducah, McKracken, KY, m. Mary Jane NeSmith 517940

· Solomon Walters b.1776 Pennsylvania, USA m. Elizabeth - Stuart Bechman [sbechman AT sbcglobal.net]

· ​Leonard C. Walters b.1810 New Philadelphia, Ohio, USA m. Martha West

· ​John Edward Walters n. 10 aprile 1839 Bartholomew Co., IN, USA m. Hannah Long

· ​John Isaac Walters n. 10 agosto 1873 Bartholomew Co., IN, USA m. Wilda Welrose “Nellia” Mullendore

· ​Roscoe Forrest Walters n. 23 marzo 1899 Franklin, Johnson Co., IN, USA m. Faye M. Vice B58076

· Robert Walters b.1719-29, m. Johanna McBee, d. 1793-4 Franklin Co. GA

· Elia Walters b. 10 giugno 1758 Halifax Co. Co. VA, m.Judith Cawthon, d. cDic 1829 Franklin Co. GA

· Robert Walters b. 1780 Pittsylvania Co. VA, m. Nancy Payne, d. c1840 Franklin Co. GA

· Alfred F.Walters b.1815-16 Franklin Co. GA, m. Mary Craft, d. Agosto 1869 Franklin Co.

· Samuel Johnson Walters b. 1855 Franklin Co. GA, m. Louisa Jane Sewell, d. 1929 Franklin Co.

· Robert Lee Walters n. 1882 Franklin Co. GA, m. Georgia Garner, d. 1955 Atlanta, Georgia W-12 60445

· Moses Walters b 1770 Pittsylvania Co., VA d c1850 Cherokee Co., TX m Elizabeth Cawthon - Robert B.Walters [rbrtbwltrs ATgmail.com]

· Robert S. Walters b 1799 Franklin Co., GA d 1865 Nacogdoches Co., TX m1 Tubb sconosciuto m2 Martha Carolina Atwood

· Thomas Jefferson Davis Walters b 23 giu 1861 Nacogdoches Co., TX d 28 nov 1941 Nacogdoches Co., TX m Amanda Dora Whitaker

· Benjamin Tillman Walters b 12 feb 1897 Nacogdoches Co., TX d 16 maggio 1978 Tyler, Smith Co., TX m Minnie Ophelia Allen 178424

· Elia Walters b 1758 m Judith Cawthon

· Charles Walters c1790 m Sarah Looney

· Elijah Walters b1805 m Caroline Cawthon

· Joseph Charlie Walters m Sarah Burton

· Peter Burton Walters m Molly Brown

· Ray Keith Walters m Carol Crowley W-25 95560

· Jacob Walter(s) b Westmoreland Co., PA m Elizabeth

· Jacob Walter(s), Jr. b 1786 Westmoreland Co., PA d 1873 m Sarah Sarver

· Daniel Walters b 1821 d 1875 Butler County, PA m Ellen Kennedy

· John Walters b Mar 1845 d 1920 Butler, PA m Rachel Amanda Winner

· Lawrence Ethelbert Walters b 1869 Butler County PA d 1933 Winchester, MA m Jane Elizabeth Clary

· Lawrence Gordon Walters b 1905 Ben Avon, PA d 1998 Highlands, FL m A. Roxburgh Lewis W-26 91619

· John (Johannes) Walters , b 1792 d. 1873 m Rachel Clever b 1796 d 1881 - David Scott Walters [waltersdsw AT aol.com]

· George Esq. Walters, b 1817 d. 1896 m Susanah Zeigler b 1818 d 1891

· Edgar Alber Walters b 1846 d 1887 m Elmira Elizabeth Stumbaugh b 1843 d 1915

· Frederick Luther Walters b 1886 d 1947 m Myrtle Susan Kessler b 1889 d 1957

· George Frederick Walters b 1912 d 1973 m Beatrice Laurel Davenport b 1910 242065

· Robert Watlers b 1757 VA d 13 settembre 1855 Morgan Co., IN m Frances "Franky" Norton - Jerry E. Walters [DeAuditor ATaol.com]

· William McIntosh Walters b 11 ott 1800 Madison Co., KY d 3 Mar 1860 Owen Co., IN m Catherine "Kitty" Asher

· McDonald Thomas Walters b 10 nov 1833 Owen Co., IN d 26 lug 1912 Eminenza, Morgan Co., IN m Margaret Emily Patrick

· Rulford Roscoe Walters b 11 aprile 1871 Morgan Co., IN d 4 maggio 1959 Flint, Genesee Co., MI m Jeanette Buxton a.k.a. Nettie Coleman

· Donn Roscoe Walters b 17 agosto 1904 Mattoon, Coles Co., IL d 8 marzo 1955 Paragould, Greene Co., AR m Nettie Buna Hubbard 284048

· Daniel Walters b c 1730, d c 1819 Shenandoah Co., VA, m sconosciuto – Jeffrey Walters [kelly.belle AT yahoo.com] Lynn Bogard [py41768 AT comcast.net] David W Miller [davidmillerAT icloud.com]

· John Walters b c 1761 Shenandoah Co., VA, d dopo 11/10/1815 TN o AL, m Sarah Sively

· Absalom Walters b 18/2/1786 Shenandoah Co., VA, d 1/1/1839 Fulton Co., IL, m Elizabeth

· Peter Walters b 10/10/1816 Jefferson Co., TN, d 1/2/1890 Fulton Co., IL, m Christina Roberts

· Joseph Walters b 23/10/1843 Fulton Co., IL, d 24/4/1908 Lincoln, NE, m Sylvia Miller

· Eugene Justice Walters b 8/4/1868 Bardolph Co., IL, d 24/10/1947 Trenton, NE, m Abbalena Seeley

· Arthur Eugene Walters b 1/14/1893 Trenton, NE, d 8/8/1961 Denver, CO, m Florence Houser

· Robert Eugene Walters b 21/07/1919 Trenton, NE, d 14/12/1995 Walsenburg, CO 229776

· Ivan Seeley Walters b 24/4/1906 Ogallala, NE, 25/4/1972 Denver, CO, p Iva Gladys Brown

· Richard C Miller b 6/15/1925 Kansas City, MO, d 9/17/2006 Summit, NJ, m Marie Hill 912236

· Thomas Walters b c 1764 Shenandoah, VA, d 1826 Madison Co., AL, m Elizabeth Sively

· William Walters b 15/4/1787 Jefferson Co., TN, d 16/9/1877 Fulton Co., IL, m Elizabeth Royer

· Greenbury Taylor Walters b 1/1817 Jefferson Co., TN, d 18/03/1861 Fulton Co., IL, m Elmira Brooks

· Greenbury Taylor Walters Jr. b 25/12/1851 Fulton Co., IL, 3/12/1922 Wallace, ID, m Emma Spurgin

· Claude N Walters b 10/5/1887 Garfield, WA, d 27/12/1949 Monmouth, IL, m Sarah Dant W-13 60737

· Johannes (Jean) Michel Walter, B. circa. 1765, Wintzenbach, Basso Reno, Francia m. Margarethe Mueller -Stephen Walter [peggywnorrisAt gmail.com]

· Johannes Walter, n. 28 maggio 1812, Wintzenbach, Basso Reno, Francia m. Barbara Moog

· Philip Walter, n. 18 giugno 1858, Ohio m. Matlida Henrietta Wilhelmina Affeld

· William Walter, n. 5 dicembre 1892, Ohio m. Anna Butler 608268

· Benjamin Walters--b. C. 1795 Person Co., N.C., m.16 Feb 1816 Mercer Co., KY, d. C. 1860

· Edmund J. Walters-- b. 7 giugno 1843 Parke Co. , IN, m. 4 agosto 1862, d. 14 dicembre 1912 Clark Co., IL

· Milton B. Walters-- b.15 marzo 1870 Sangamon Co. ,IL m.28 maggio 1912, Clark Co. ,IL W-24 92194

· Andrew Jackson Walters, n. 1818, Granville, Carolina del Nord, d. 1879, Granville, Carolina del Nord

· James Robert Walters, n.1848, Granville, NC, d. 27 agosto 1915, Granville, Carolina del Nord W-17 67143

· Vernon Walters b c1877 Granville, NC d 1920 Granville, NC - bsar

· Joseph Vernon Walters b 21 aprile 1910 Oxford, Granville, NC d 24 luglio 1985

· Henry Walter B. C. 1778, dalla Sussex Co. NJ, d. 1858 Newton Twp. Northampton Co. PA, m. Catherine Gress / Grace - Ken Walter[kewalter AT q.com]

· Michael Walter b. 1813 a Hamilton Twp. Northampton Co. PA, d. 1891 Mill City Wyoming Co. PA, m. Ester Hough

· Michael Melvin Walter b. 1845 Mill City, Falls Co. PA, m. 1872 Deep River, Iowa, Carthena D. Tilton, m. 1919 Grand Junction Mesa Co. 237316

· Richard WALTERS B: ABT. 1780 D: 27 FEB 1815 a Pulaski Co Ky M: Polly Hardgrove - dgwinchester []

· Lindsay Walters Nascita: 1805 a Ky D: AFT AGO 1870 a (probabilmente) Russell Co Ky M: Malinda Hicks

· Lewis P. WALTERS B: 1829 in Pulaski Co Ky D: AFT. 1893 M: Lucy Ann MCGOWAN

· Josiah "Joseph" Lewis WALTERS B: 15 GIU 1857 Russell Co Ky D: ABT LUG 1913 M: Nancy Emmarine FOSTER

· James Edward WALTERS B: 31 maggio 1879 Russell Co Ky D: 27 luglio 1922 Ky M: Nancy Elizabeth WILSON

· Joseph Gilmore WALTERS B: 18 novembre 1900 In Wayne Co Ky D: 18 aprile 1961 Ky M: Cora Ann Hicks 191644

· David Walter b 1783 Kent/Sussex m Elizabeth - Simon Walter [simon.walter AT ihug.co.nz]

· Ezra Walter b 1820/21 Kent m Mary

· Frederick William Walter b 1864 Speldhurst, Kent m Georgianna nata Doggett

· Frederick Russell Doggett Walter b 1894 Docking, Norfolk m Madeline nee Fear 60418

· Asa C Walters B. C. 1787 SC d. C. 1853 Jones Co, MS m. Martha Mima Trent - Betty Zimmerman []

· Benjamin Delain Walters b. 16 giugno 1832 MS d. 20 Nov 1862 Ospedale CSA m. Harriet Ann Johnson

· John Wesley Walters n. 15 maggio 1856, Jones Co, MS d. 16 gennaio 1942, Jones Co, MS m. Nancy Jane Sumrall

· James Arnold “Jim” Walters b. 13 giugno 1885, Myrick, Jones Co, MS d. gennaio 1975, Hattiesburg, Forrest, MS m. Minnie Pickering

· Anderson Walters b 1794 VA, m Elizabeth Joyner, d 1863 IL - Diana Dobbins [] - W-3 e W-4

· Albert Walters b 1834 TN, m Margaret Glenn, d 1922 IL

· Harry Frederick Walters b 1879 IL, m Arletta Sigler, d 1939 MO

· Myron Roscoe Walters b 1914 NE, d c 1987 MO 33586 e 33646

· Lemuel Snead Walters B. 17 novembre 1795 Contea di persona, NC m. Elizabeth Delilah Isaacks -Brian Scott Walters [walters.texasAt gmail.com]

· [sconosciuto] Walters b c1820 m. [sconosciuto]

· Elia M. Walters b aprile 1852 Contea di Jasper, TX d. 1931 Texas m. Adaline Harvill

· John Daniel Walters b.15 marzo 1876 Hardin Co, TX d. 3 marzo 1971 Hardin Co, TX m. Colomba Gore

· Lester Richard Walters b 1 maggio 1909 Hardin Co, TX d 22 giu 1994 Hardin Co, TX m. Mildred Gore B188718

· John David Walter b 1802 a Stralsund, Vorpommern-Rügen, Meclenburgo-Pomerania Occidentale md. Clara Regina Schurr –Gary Julian [[email protected]]

· David Charles Walter b 1830 a Philadelphia, Philadelphia, PA md. Eliza Louisa Brubaker

· William George Walter b 1855 in Lone Star, Howard, MO md. Laura Josephine Ike

· Howard Benjamin Walter b 1901 a Lynch, Boyd, NE md. Vera Gertrude Brown 430828

· ​Bradford B. Walters B. 1808 Tennessee d. 1875 WV m. Patsy Goins m. Margaret Collins m. Mary Stanley -Michael Walters[m.walters AT roadrunner.com]

· Hiram G. Walters b. 1835 Kentucky d. 1917 KY m. Rosannah Hoskins

· James Madison Walters n. 1871 Kentucky d. 1950 KY m. Lucinda Lykins m. Maude Patton

· Western Lee Walters b. 1895 Kentucky d. 1969 KY m. Clara Frances Nickell 552829

· Simon Walther/Walter B. 10 aprile 1810 in Germania, d. 17 novembre 1880 a Oak Creek, Milwaukee Co., Wisconsin. M. Maria Margaretha Kaemmlein. - Jade Schmitt [jamberleaschmitt AT gmail.com]

· Friedrich "Fred" Walter, Sr. b. 22 febbraio 1857 a Oak Creek, Milwaukee Co., Wisconsin, d. 13 novembre 1926 a South Milwaukee, Milwaukee Co., Wisconsin. M. Elizabeth Hauch.

· Fred "Fritz" Herman Walter b. 10 dicembre 1882 a Oak Creek, Milwaukee Co., Wisconsin, d. 2 giugno 1966 a Greenfield, Milwaukee Co., Wisconsin. M. Helen Stark.408657

· ​Nathan Francis Waters b agosto 1814/15 - SC d novembre 1880 - contea di Bullock, AL m. Mahaly Parrish - giugno 1835-JessicaHowe [HoweGenServices su gmail.com]

· James Jackson acque - b. 1841 - Pike, AL d. 1872 circa - mt. Sarah Francis Crauswell

· Thomas Nathan Waters n. 1869 - Pike, AL d. 1943 - Cullman, AL m. Ida A. King

· John Green Waters b. 1896 - Cullman, AL 1990 - Cullman, AL m. Laura Odean Livingston B72768

· Richard WALTERS B. 1815 circa, Irlanda, Sarah MOONEY n. circa 1815, Irlanda-William E Walters [mrwally AT cox.net]

· William Patrick WALTERS b. 31 marzo 1834, Tuam, contea di Galway, Irlanda, Mary Catherine STEWART, n. 10 maggio 1844, Scituate, MA

· William Edward WALTERS, n. 6 novembre 1870, Boston, MA, Evelyn RISLEY, n. 2 aprile 1870, Filadelfia, PA

· Kenneth Malcolm WALTERS, n. 8 novembre 1893, Framingham, MA, Ruth Pauline TOWNE, n. 19 marzo 1902, Waterbury, Virginia 412449

· Arthur Walters b 1817 Carolina del Sud o Georgia d 1848 Sig.ra m Mary Polly Pitts - Jack Walters []

· Justice Wiggins Walters b 11/8/1845 MS d 1916 TX Paulina Pridgen

· Virgil Quentin Walters b 22/11/1891, Jones County, MS d 1927 TX m Minnie Viola Jones 181414

· George Walther b 11 settembre 1818 Francia m Nancy Roberts - Barbara C. Martin [barbaramn AT embarqmail.com]

· John Henry Walther b 1848 AL m Dicey Elizabeth Hart

· William Charles Walther b 15 aprile 1885 Escambia Co., AL m Nancy Fuqua

· James Henry Walther b 31 marzo 1913 Escambia Co., AL m Mamie Barlow 231856

· Federico Walters, ca: 1818, Va. m. Priscilla Ray, circa: 1818, Berkely Va.-Gary Walters [garywalters2 AT gmail.com]

· Edward McGill Walters, b: 7 gennaio 1844, Mt Jackson, Shenandoah, Virginia m. Ann Levina Norris, m Anna Bell Bush,

· Edward Paul Walters, b: 8 settembre 1892, Bellwood, Pa. m. Mildred Baker, 513655

· Ansel Walter I, b 1825 Gallia Co OH, m Sarah Colwell - Eric Walters [Eric.Walters AT rosalindfranklin.edu]

· Jacob Emerson Walters, b 1861 Gallia Cc OH, m Ida Mae EDGINGTON

· John Wesley Walters, b 1895 a Duvall OH, m Christena HELWAGEN - W-1 28953

· Anderson H. Walters b.1826, Grainger, TN m. Rebecca Caroline Pettypool Keith Walters [kjw AT sbcglobal.net]

· Allen Garrison Walters-b. 1858, Wright, MO m. Edith Elizabeth Holcomb

· John Elihugh Walters-b. 1888, Pike AR m. Cora McNorton

· William Allen Walters-b. 1908, Bryon OK m. Audrey Marie Hale 190416

· Carlo Walter e Carolina Amalie Kuehn -Charles Walter [marionwalter su gmail.com]

· Charles W. Walter b. 7 agosto 1833 Karlsruhe, Germania d. 1893 NY M. Amelia Dora Schultze

· Charles F. Walter b. 20 ottobre 1862 Jersey City, New Jersey d. 1929 NY m. Frances Meitzen

· Charles F. Walter, Jr. b. 23 settembre 1909 New York City, NY d. 1974 NY m. Norma Vaughn Hammond 471097

· Frank Charles Walters b. ottobre 1865, PA, m1 Caroline Ehrhardt, m2 Firenze Mattern 13 luglio 1932, PA

· Bertha Walters b. 24 novembre 1889

· Raymond James Walters b. dicembre 1893, PA, d. 1928, McKeesport, PA

· Clarence James Walters n. 25 marzo 1896, PA, m Minnie Briggs d. Giugno 1969, Allegheny Co., PA

· Jessie Charles Walters n. 22 luglio 1899, PA

· Firenze Beatrice Walters b. 20 marzo 1902, McKeesport, PA d. Dicembre 1987, McKeesport, PA

· Margaret Walters b. 1905, PA

· Mabel I. Walters b. 1910, McKeesport, PA

· Hazel Catherine Walters b. 1911 PA

· Lillian Walters b. 1911, PA

· Dorothy Walters b. 1920, McKeesport, PA

· Thomas Henry Walters, 26 giugno 1867, Sydney NSW Australia, m. Fanny Hisome - Brian Walters [bdwalters2000 AT gmail.com]

· Albert Frank Walters, 10 luglio 1900, Dundee, Sudafrica 393982

· Pearl Maud Walter b1913, Giamaica d 1993, Giamaica m 1936 Wilbur McGregor (Giamaica) 75682

· Jack Samuel Walters b c 1 febbraio 1900 WI o Chicago, IL. m Auda B 242065 B2472

Pedigree presentati prima di novembre 2012 che non hanno ancora un numero di kit.

· Jacob Walter m Catharina, Germania- Katherine Walters

· Christian Walter b 17 lug 1758 m Catharina M. Sitts 3 febbraio 1757 NY, d 6 maggio 1844Otsego Co NY

· Peter Walter b 30 marzo 1790 NY m Nancy Jordan NY,d 30 ottobre 1872 Cass Co MI

· David Walter b 5 gen 1819 NY m Betsey Ann Davy, d 1877 Cass Co MI

· Uriah Walter b 30 giu 1848 Cass Co MI,m Florence Moore 22 feb 1870, d 18 settembre 1922 Henry Co IL

· William Walters, b 1699 Prosciutto Portsea, Eng, d 1743, m Mary Webb

· Thomas Walters, b 1726, m Ann Vodin

· Charles Walters,b 1749 Prosciutto Portsea, inglese, m Sarah Budd

· Charles b 1784, BW d 1869 Winchester, Eng, m1 Elizabeth Umdy, m2 Anna Sophia King

· Alfred V. Walters, b 1824 Vescovi Waltham, prosciutto, Eng, m Frances Dodsley-Flamstead

· Frederick W. b 1863 Winchester, prosciutto, m. Helen Millicent Mansfield

· Edward (Carlo) F. Walters, n. 1890, m Louise M Andrews

· William W. Walters, b 1793 Wilkes Co, NC, m. Anna McHargue

· Granville L. Walters, b 1832 Knox o Wayne Co, KY, m. Julia Ann Mauney

· William "Bill" Walters, b 1878 Whitley Co, KY, m. Elisabetta Cupp

· Anderson Walters m Elizabeth Joyner - Patricia Leal Shigaki

· Albert Walters, m Rhoda M. Riley

· Charles Chesterfield Walters, m Lucy Amy Cook

· Cyrus Albert "Sox" Walters, m Frances Ada Hambleton

· Isreal Walter m Eliz Betsy Holbrook d tra il 1815-1818 Russell County VA

· Rob. Bruce Walter b maggio 29,1799 Wilkes Co. N.C.

· Eliz. Betsy Walter b 1802 in NC m Winfrey Holbrook

· Rudolph Walters b 1874 nov. 5 m a Daisy Z Marlow in N Wilkesboro N.C.

· Isaac Walters b8/30/1827 d 22/12/1904 Cincinnati, Oh m Christina Gordon

· Charles A. Walters b 7/30/1880 Ohio d 1/12/1970 Cincinnati Oh m Mary J. Gregory

· Ralph E. Walters b 18/12/1925 Ohio d 06/03/1982 Cincinnati Oh m Lela Hayden


RIP — Tenente Generale Vernon A. Walters (in pensione) — 1917 – 2002

Il Christendom College piange la morte di Vernon A. Walters, un tenente generale in pensione dell'esercito degli Stati Uniti, un ex ambasciatore e un gentiluomo cattolico.

Fluente in sette lingue, il generale Walters è stato un soldato di carriera e diplomatico che ha servito il suo paese con distinzione per quasi 60 anni, a partire dal 1941. È stato l'unico soldato semplice a salire al grado di tenente generale nella storia dell'esercito degli Stati Uniti. Ha servito personalmente sei diversi presidenti americani da Roosevelt a Reagan (eccetto Carter) e, tra gli onori a vita, è stato insignito della Presidential Medal of Freedom, della US National Security Medal e della Distinguished Service Medal. Inoltre, ha fatto parte del consiglio di amministrazione della cristianità e del suo comitato consultivo.

“[In] questo Collegio arde una fiamma che si è attenuata in tante altre istituzioni di cultura cattolica. . . . Questo è quello che stai facendo qui in questa scuola: dare un esempio da seguire per molti. L'educazione cattolica, per essere cattolica, deve riconoscere la sua natura cattolica e deve essere consapevole delle implicazioni della sua fede. . . . Sei venuto alla cristianità e con questo hai dato la risposta secolare alla domanda: "Chi mandiamo?". "Eccomi. Mandami.' ” [Dal discorso di inizio del 1992 del generale Walters – vedere sotto per il testo completo.]

Per favore prega per il riposo dell'anima di questo brav'uomo.

DISCORSO DI INGRESSO DELL'8217 DI VERNON WALTERS AL CHRISTENDOM COLLEGE 1992

“È motivo di grande orgoglio per me poter parlare con te alla classe di laurea del Christendom College. Perché qui in questo Collegio arde una fiamma che si è offuscata in tante altre istituzioni di cultura cattolica. Qui è motivo di orgoglio per la facoltà che ciò che impari è tuo e lo sarà fino al ritorno di Nostro Signore. Chi legge la storia sa che ogni cinquecento anni circa la Chiesa è travolta da tempeste come quelle in cui stiamo vivendo ora, ma resiste forte a quelle crisi e va avanti. Eppure, la sfida è sempre stata vinta e la crisi superata, e le porte dell'inferno non possono prevalere contro la Chiesa di Dio.

Sì, questo è stato un periodo di prova. Tutti i valori che ci hanno reso grandi sono stati attaccati. Tutte le virtù di questi due secoli che ci hanno reso la più grande potenza del mondo vengono ridicolizzate e derise. E, per i giovani, il ridicolo e la derisione sono cose difficili da combattere.

Alla mia generazione è stato detto dal presidente Franklin Roosevelt che avevamo un appuntamento con il destino. L'appuntamento è stato tenuto sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale. La vostra generazione ha un altro tipo di appuntamento, su un altro tipo di campo di battaglia quello di preservare le virtù che ci sono state offerte dal Signore venti secoli fa. Ed è una sorta di campo di battaglia su cui devi combattere.

Perché tutte queste virtù sono, come ho detto, sotto attacco.

La nostra è forse la prima società ad aver saputo quasi tutto delle società che ci hanno preceduto. Conosciamo le altezze che hanno raggiunto e sappiamo come sono cadute. Queste civiltà generalmente perirono in crisi che furono accompagnate da un rifiuto "amichevole" dei ruoli e dei valori di quelle società, accompagnato da una decadenza della morale e da un galoppante degrado nelle lettere e nell'arte.

Con molti oggi, se rimani a bocca aperta in ammirazione per tutto ciò che è degradato e sembri attratto da tutto ciò che distrugge, hai buone possibilità di goderti un'alta opinione di molti dei tuoi contemporanei. D'altra parte, se parli di valori morali - virtù, bellezza, onore - puoi essere certo di essere ridicolizzato in molti dei nostri incontri sociali che sono i barometri della codardia del conformarsi.

Se la nostra società, anzi il nostro paese, non deve perire, allora dobbiamo trovare il coraggio e la fermezza di coloro che ci hanno preceduto e ci hanno trasmesso intatta la fede che abbiamo oggi.

Non parlo del coraggio fisico che, nel nostro Paese, è, purtroppo, una virtù comune. Il coraggio è forse la più grande di tutte le virtù umane, perché è garanzia di tutte le altre, siano esse fede, speranza o carità. Parlo del coraggio più duro, il vero coraggio, che è sempre solitario, che risale sempre la corrente, di quel coraggio che accetta la solitudine e che continua a lottare quando tutti gli altri si sono arresi o hanno smesso di resistere.

Ancora una volta dobbiamo ravvivare nel nostro popolo il senso del dovere nel custodire la nazione, la disponibilità ad accettare sacrifici per il bene comune. Sacrificio è una parola di cui sentirete raramente parlare oggi. Il sacrificio è inelegante e non socialmente accettabile, ma nessun valore può sopravvivere senza sacrificio. Se non ci riusciamo, perderemo le libertà senza
quale la vita non avrà senso. Sarà esistenza, non vita. Eppure coloro che deridono la nostra fede sono tormentati dalla paura che possiamo avere ragione.

Ero addetto militare a Parigi quando i tre cosmonauti sovietici furono uccisi nello spazio e, come è consuetudine, aprirono il libro all'ambasciata sovietica perché le persone andassero a scrivere il loro
condoglianze lì. Ho messo in uniforme tutti i miei assistenti degli altri servizi e siamo andati a firmare il libro all'ambasciata sovietica. L'addetto alla difesa sovietico, che era un generale dell'aeronautica, fu piuttosto commosso dal fatto che l'avessimo fatto e, mentre mi stava riportando alla mia macchina, disse: “Che modo terribile di morire! Che modo terribile di morire!” Dissi: “Beh, per te che credi che la morte sia la fine di tutto, deve essere piuttosto difficile per noi che non lo facciamo, è molto più facile.” Mi ha guardato - parlo russo - e ha detto a voce molto bassa in modo che solo io potessi sentire: “Vuoi dire che credi?” Gli ho detto: “Konnechna”…naturalmente.” Ha guardato a
come se gli avessi detto che credevo nel voodoo o nella magia nera, e dicessi: “Come puoi dire una cosa del genere?” Gli ho detto, “Kapalkin” sei un pilota e un uomo di scienza, guardati intorno. Se questo pianeta non fosse inclinato di 23°, non avremmo stagioni e non potremmo coltivare cibo. Se la temperatura salisse o scendesse di 50°, tutta la vita scomparirebbe dalla terra. Se guardi un atomo, è un microcosmo del sistema solare. Come puoi guardare tutta questa organizzazione e tutto questo ordine intorno a te e dirmi che non c'è nessun disegno in essa? È come chiedermi di credere che la grande enciclopedia sovietica, in 32 volumi, sia il prodotto di un'esplosione casuale della macchina da stampa. Gli ho dato un colpetto sulla spalla e ho detto. “Sii scientifico su questo, sii scientifico.”

Sono tormentati e devo ancora incontrare un russo che mi abbia fatto stare da solo, che prima o poi non mi abbia chiesto se credessi in Dio o no.

Le nostre certezze sono messe in discussione, il nostro senso di giusto e sbagliato a volte è offuscato oggi. Ci viene detto: “Non preoccuparti del peccato che lo fanno tutti.” Ebbene, la mia risposta è: “Non è niente di nuovo, il peccato è sempre stato estremamente popolare nel corso dei secoli, ma ciò non rende è giusto.

Questa scuola aiuta a mantenere viva la coscienza di ciò che è giusto e di ciò che è sbagliato. In alcuni ambienti ci viene detto che la difesa nazionale è immorale. Farò semplicemente notare che posso ricordare solo una persona nella Bibbia che ha chiesto a nostro Signore un miracolo che non era per lui o
per un membro della sua famiglia. Quello era il centurione. Il Signore ha detto: “Devi rinunciare alla professione del tuo assassino prima che io possa fare qualcosa per te.” No, ha detto: “Una fede così grande non l'ho trovata in Israele,” e guarito il servitore.

Non c'è niente di più immorale che non fare o difendere ciò che è giusto. Ogni popolo è messo alla prova nei fuochi della storia e questo è il nostro tempo di prova. Possiamo abbracciare la codardia con facilità, ma se lo facciamo i nostri figli e i figli dei nostri figli malediranno i nostri ricordi. Questo è il momento di stare contro le correnti del dubbio e della divisione, contro il ridicolo e contro la codardia. Se lasciamo cadere quella torcia, chi la raccoglierà? La lunga notte del drago e dell'orso si avvicinerà a noi? O passeremo quella fiaccola della libertà, ancora accesa, a coloro che verranno dopo di noi? Vinceremo, non possiamo non vincere, per Dio e
la storia è fluita nel senso di una maggiore dignità, di una maggiore libertà per ogni essere umano. Nel corso della storia molti tiranni hanno fermato quel flusso, temporaneamente. Nessuno lo ha mai fermato definitivamente. E la malvagia tirannia che si maschera sotto i panni del comunismo progressista moderno non sfuggirà alle leggi inesorabili della storia. Le leggi della storia raggiungono tutti.

Ti ricordi che Nietzche una volta disse “Dio è morto, firmato Nietzche.” Un paio di giorni dopo la morte di Nietzche, qualcuno trovò sulla sua tomba un cartello che diceva “Nietzche è morto, firmato Dio.”

Abbiamo avuto questa dimostrazione solo di recente. Nel momento di maggior bisogno abbiamo eletto a capo della Chiesa cattolica uno degli uomini più straordinari del nostro tempo, io, per strana coincidenza,
era in Italia per firmare il contratto per l'edizione italiana del mio libro. Ero in piazza San Pietro quel giorno in cui fu eletto, mentre calava l'oscurità. È stata una delle esperienze più commoventi della mia vita.

Dopo che il Papa è uscito e ci ha benedetto, Urbi et Orbi, un giornalista americano è venuto da me - non sapeva chi fossi - e ha detto: “Sei americano?” Ho detto: “Sì ,” e lui ha detto, “Sei cattolico?” e io ho detto, “Sì.” Ha chiesto, “Cosa ne pensi dell'elezione del nuovo Papa?” I disse: “Ho appena udito il battito delle ali dello Spirito Santo.” Vedete, lo conoscevo prima che cambiasse nome.

È successa una cosa straordinaria. Il giorno della sua elezione, i Vescovi della Polonia inviarono al Papa una poesia scritta più di centoquaranta anni prima della sua elezione. (Era di un poeta polacco di nome Yezzi Slovak, a Parigi. Non posso garantire che sarà lettera perfetta, ma questo è quello che diceva:

“Nel momento della grande confusione, Dio ha suonato la Grande Campana
Guarda che arriva, il Papa slavo.
Spazzerà le chiese e pulirà le loro soglie.
Renderà la verità di Dio chiara come la luce di tutto il giorno.
Dio gli ha aperto l'accesso al Trono dei Troni.
Guardalo venire, il Papa slavo, il fratello di tutti gli uomini.”

Abbiamo già avuto queste tribolazioni. Nella Rivoluzione francese la maggior parte dei sacerdoti rinunciò alla loro fedeltà a Roma. Vent'anni dopo erano di nuovo in seno alla Santa Madre Chiesa. Al tempo della Riforma in Inghilterra quasi tutti i Vescovi
apostata. Ma la fede dei nostri padri sopravvissuti a dungeon, fuoco e spada sopravviverà al dubbio, alla codardia, alla razionalizzazione, all'etica della situazione e alla derisione. La corteccia di Pietro, in futuro, come in passato, si sposterà in acque più calme. La strada sale ripidamente ed è una strada buia e una strada stretta. Ma la luce della fede illuminerà quella strada, e oscuro è il futuro di una nazione che si muove senza fede.

Potrebbero essere le dodici meno cinque, ma se comprendiamo la natura dell'assalto alla nostra fede e ai nostri valori, saremo in grado di respingere quell'assalto. I pessimisti ci dicono che questo è il crepuscolo. Si sbagliano.

Il cardinale Newman ha detto — ed è già stato citato qui che è uno dei grandi uomini dei nostri tempi — “L'educazione moderna è sempre più separata dai valori e da una concezione religiosa del mondo. Da quando è caduta l'uomo la religione è qui, la filosofia è lì, separata dall'altra. Ecco dunque, secondo me, l'obiettivo della Santa Sede e della Chiesa cattolica nell'istituire le Università: è riunire le cose che in principio erano unite da Dio e sono state smembrate dagli uomini.” Questo è ciò che voi siete. facendo qui in questa scuola: un esempio da seguire per molti. L'educazione cattolica, per essere cattolica, deve riconoscere la sua natura cattolica e deve essere consapevole delle implicazioni della sua fede. Ora, come in passato, è stata posta la domanda: “Chi manderemo, allora, che parlerà per noi?” A quella domanda nella storia della Chiesa è sempre stata data risposta. Sei venuto nella cristianità e con ciò hai dato la risposta secolare alla domanda: “Chi mandiamo?” “Eccomi. Mandami.”


Presidenti moderni

Il generale Vernon Walters, ex ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, ha parlato delle sue esperienze personali con i presidenti...

Relazioni USA-Europa

I relatori hanno parlato dell'eredità del generale George Marshall e del presidente Eisenhower. Hanno parlato dei due leader...

50° anniversario del Piano Marshall

Lincoln Gordon, Marshall Scholar presso la Brookings Institution, e Vernon Walters, ex aiutante di Marshall, entrambi personalmente...

Fine della Guerra Fredda

Studiosi, giornalisti e membri dell'amministrazione Bush hanno discusso di come il presidente Bush ha gestito la brusca fine del freddo...


Walters è nato a New York City. Suo padre era un immigrato britannico e venditore di assicurazioni. Dall'età di 6 anni, Walters ha vissuto in Gran Bretagna e Francia con la sua famiglia. A 16 anni, è tornato negli Stati Uniti e ha lavorato per suo padre come perito e investigatore per sinistri assicurativi.

La sua educazione formale oltre la scuola elementare consisteva interamente nell'istruzione in collegio presso lo Stonyhurst College, una scuola gesuita di 400 anni nel Lancashire, in Inghilterra. Non ha frequentato un'università. Negli anni successivi, sembrò divertirsi a riflettere sul fatto che era arrivato abbastanza in alto e aveva ottenuto molto nonostante la quasi totale mancanza di formazione accademica formale.


Guarda il video: Nixon with no expletives deleted


Commenti:

  1. Napoleon

    Giusto! Penso che questa sia un'ottima idea. Sono completamente d'accordo con voi.

  2. Niklas

    Mi unisco. Era e con me.

  3. Valentino

    A mio parere, questo è ovvio. Ti consiglio di cercare su google.com

  4. Mostafa

    La creatività in qualsiasi attività è buona, ma recentemente l'approccio è diventato sempre più ristretto.

  5. Enzo

    Sorprendentemente, questa è la frase divertente



Scrivi un messaggio