Carro medio M4A4E1

Carro medio M4A4E1


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Carro medio M4A4E1

Il carro armato medio M4A4E1 è stato il primo prototipo per le versioni armate di obici da 105 mm dell'M4 Sherman.

Quando lo Sherman è stato progettato per la prima volta, sono state prese in considerazione cinque diverse combinazioni di armamento della torretta e la piastra frontale della torretta è stata progettata per consentire l'uso di una di esse (con il supporto corretto). Una delle combinazioni suggerite era l'uso di un obice da 105 mm con una mitragliatrice coassiale da .30 pollici.

I lavori per la produzione di una versione armata da 105 mm dello Sherman iniziarono nel 1942. Il primo compito fu quello di produrre un attacco per pistola adatto, l'attacco combinato T70. Questo aveva uno scudo per pistola fuso da 3 pollici e poteva usare un telescopio a vista diretta. I due supporti erano pronti nel novembre 1942 e furono installati in due M4A4, che poi ottennero la designazione M4A4E1.

I test sull'M4A4E1 iniziarono ad Aberdeen il 7 dicembre 1942 e poco dopo presso l'Armored Board di Fort Knox. Questi hanno scoperto una serie di problemi con l'installazione dell'obice, incluso il meccanismo di sparo, il sistema di rinculo, la disposizione della culatta e il bilanciamento della torretta. Di conseguenza l'obice dovette essere modificato e la nuova versione fu approvata nel febbraio 1943. Il meccanismo di traslazione elettrica, che lottava con la torretta sbilanciata, fu rimosso e fu aggiunto un cestello parziale della torretta con sedili per i tre membri dell'equipaggio della torretta. Queste modifiche sono state poi testate su due veicoli pilota, il Medium Tank M4E5.


M101A1

Obice Meriam M101 adalah sejenis meriam jenis obice yang menjadi peralatan standard bagi tentera artileri Amerika Syarikat semasa Perang Dunia II. Meriam ini digunakan di medan perang di Eropah dan Pasifik. Ia juga digunakan semasa Perang Vietnam.

Meriam ini mula dikeluarkan dalam tahun 1941 dan digunakan menentang pasukan Tentera Jepun di Lautan Pasifik. Ia dengan cepat menjadi kegemaran kerana ketepatan mengenai sasaran dan kerana mempunyai kuasa tembakan yang kuat.

Meriam ini boleh melontarkan peluru sejauh 11.200 metri menjadikan ia sesuai digunakan untuk membantu pasukan infantri. Ciri-ciri ini menyebabkan meriam jenis ini menjadi pilihan banyak negara selepas Perang Dunia II. Meriam ini juga digunakan semasa Perang Corea dan Perang Vietnam.

Meriam ini ringan dan pengguna boleh bergantung harap menggunakannya. Meriam ini boleh digunakan dengan kadar tembakan yang tinggi, mencapai kadar 8 das tembakan dalam seminit. Kerana ia mudah digunakan, meriam ini boleh bertindak balas membantu pasukan infantri. Meriam ini boleh menggunakan peluru jenis HE, HEAT, WP, CHEM e ILLUM.


12 luglio 2014

1x mitragliatrice M2HB calibro 50

2 mitragliatrici calibro .30 M1919A4

Motore: Ford GAA 8 cilindri, 500 CV

Capacità carburante: 168 USG (635 l)

Il carro armato offerto, M4A3(105) HVSS Sherman, numero di serie 74247, fu costruito nell'aprile 1945 presso l'arsenale di difesa Chrysler. L'esterno è stato dipinto con i segni USMC del secondo dopoguerra, mentre l'interno è stato dipinto di bianco. Il precedente proprietario aveva avviato il restauro, ma non è mai stato completato. Manca il cestello della torretta e molti altri componenti della torretta. Mancano anche tutti i contenitori per le munizioni e vari altri accessori interni. Il quadro strumenti sembra nuovo. Il motore gira bene, mentre tutti i componenti delle sospensioni sono in ottima forma. È stata guidata di recente, nel dicembre 2013.

Quando inizialmente progettato, lo Sherman aveva un obice da 105 mm incluso come armamento principale alternativo. Alla fine di novembre 1942, un paio di M4A4 furono equipaggiati con supporti per obici pilota da 105 mm per i test. Designati M4A4E1, questi veicoli sono stati testati e modificati fino all'inizio del 1943. La montatura consisteva in un obice M2A1 da 105 mm e una mitragliatrice M1919A4 calibro .30 con attacco combinato T70. I test hanno mostrato che il caricatore ha avuto difficoltà con l'azionamento del blocco di culatta a causa della sua posizione all'interno della torretta. La torretta stessa era sbilanciata e impediva il corretto funzionamento della traversa elettrica su una pendenza del 30% o superiore.

Dopo l'approvazione delle modifiche apportate a seguito dei test, nel febbraio 1943 furono autorizzati due nuovi carri armati pilota che incorporavano varie modifiche. Fu installato un obice ridisegnato, denominato T8. Con una riprogettazione dell'obice, è stato sviluppato un nuovo attacco per pistola combinato, M52. Consentiva un maggiore raggio di elevazione per l'obice e migliorava l'equilibrio dell'arma nella torretta.

I nuovi carri armati con obice da 105 mm furono designati M4(105) quando costruiti sull'M4 motorizzato Continental e M4A3(105) quando costruiti sull'M4A3 motorizzato Ford. La produzione dell'M4A3(105) iniziò al Detroit Tank Arsenal nel marzo 1944. 3.039 furono prodotti nel giugno 1945. Il primo combattimento dell'M4A3(105) in Europa nel dicembre 1944/gennaio 1945. I tipi equipaggiati con HVSS arrivano in primavera del 1945 e ha visto un'azione limitata. Nel dopoguerra, equipaggiarono le unità del Corpo dei Marines degli Stati Uniti e assistettero a pesanti azioni nella guerra di Corea. Molti di loro erano dotati di lame da bulldozer. Altri erano dotati di lanciafiamme al posto della mitragliatrice coassiale.


Armamento [ modifica | modifica sorgente]

L'M4A1 è dotato di una pistola M1A1 da 75 mm per il suo cannone principale, questa pistola è abbastanza in grado di ingaggiare armature nemiche medie e leggere. Per abbattere l'armatura nemica Tiger I, l'equipaggio deve usare la sua velocità e agilità superiori per fiancheggiarla, poiché il cannone da 75 mm non può penetrare l'armatura frontale di un Tiger I. Questo vale anche per l'armatura frontale della Pantera. Entrambi i proiettili AP e HE sono disponibili per l'uso, con HE che è più efficace contro la fanteria con il suo grande danno da schizzi.

L'M4 dispone anche di due mitragliatrici Browning M1919, una montata sullo scafo e controllata dal Tank Driver, e l'altra è fissata sulla torretta, controllata dal Tank Gunner. Hanno una capacità di munizioni di 200 colpi prima di dover ricaricare con un totale di 5 scatole di munizioni, permettendoti di mettere una raffica costante di fuoco soppressivo sulla fanteria nemica.


80 pensieri su &ldquo M4A3E8 “Fury” Modello e statistiche &rdquo

Sicuramente vorrei che chiunque producesse queste perdite supertest o qualunque altra cosa non riuscisse sempre a includere le statistiche morbide di gestione della pistola. Ovviamente sanno come visualizzare i file xml o non conoscerebbero i valori di resistenza.

I valori molto buoni di fioritura della pista per il livello 6 sono come metà della trovata dell'E8 proprio lì, quindi mi piacerebbe essere rassicurato che non hanno scherzato con quelli quando hanno deciso che anche la Fury doveva essere più pesante di 4 tonnellate)

cosa vuoi dire, le statistiche soft sono proprio lì in nero e bianco?
Precisione: 0,4
Tempo di mira: 2,3с
Depressione: -10/+25

Amico… Dispersione in movimento, mentre si ruota la torretta, il reticolo fiorisce?


Амый любимый пехотой «Шерман»

Британская концепция использования бронетехники подразумевала, что обычные танки будут вооружаться противотанковыми орудиями малого калибра, но с высокой начальной скоростью снаряда. В боекомплекте у таких машин не было осколочно-фугасных снарядов, поэтому их предполагалось сопровождать танками непосредственной поддержки (CS - per supporto) con il 76-мм гаубицами. ти орудия огли вести огонь дымовыми или осколочно-фугасными снарядами. Картина изменилась в 1942 году, когда американская 75-мм пушка поразила англичан своей универсальностью: хорошее осколочно-фугасное действие одних её снарядов сочеталось с высокой бронепробиваемостью других. Однако немецкие конструкторы и промышленники тоже не стояли на месте, и вскоре «универсальной» 75-мм пушки перестало хватать как против танков, так и против полевых укреплений. Семейство «Шерманов» разделилось надвое: начался выпуск машин с 76-мм орудием, обладающим более высокими характеристиками пробития, и с 105-мм гаубицей, имевшей более эффективный осколочно-фугасный снаряд. последних и пойдёт речь ниже.

Рупный калибр

ея вооружить «Шерман» 105-мм аубицей расматривалась уже на стадии разработки прототипа танка T6. есмотря на выбор в качестве основного вооружени 75-мм пушки, работа над установкой на танк 105-мм лачсауси е в ноябре 1942 года две 105-мм аубицы M2A1 in опытной установке T70 установили на танки M4A4. становка позволяла поднимать и опускать гаубицу в диапазоне от +33 до −4°. оекомплект орудия достигал 58 выстрелов. а танках стояли поворотные механизмы башни ирмы «Вестингауз» e гироскопические стабилизаторы. оевая асса «Шермана» возросла до 33,8 тонны, клиренс уменьшился с 406 до 349 мм. Ulteriori informazioni su nuovi dispositivi M4A4E1.

105-мм аубица M2A1 in уксируемом варианте

анк с регистрационным номером W 3057678 ля испытаний отправили на Абердински полигон, а второй, с овервилик на ердински полигон, а второй, с овервилик спытания, начавшиеся 7 екабря 1942 ода, показали, то гаубица M2A1 мало подходит для установки на та. атвор орудия con трудом открывался e акрывался. тесном боевом отделении заряжающий едва ворочал тяжёлые выстрелы. ри заряжании полунитарного выстрела он рисковал задеть радиостанцию ​​в кормовой нише башни. Всего в боевом отделении размещалось 13 патронов, и после их израсходования приходилось поворачивать башню, чтобы заряжающий мог добраться до основных боеукладок.

ашня была плохо уравновешена, и лектромотор не мог её поворачивать при крене свыше 20°. ротивооткатные еханизмы не справлялись с мощным орудием. Телескопический прицел плохо подходил для стрельбы из гаубицы, да и его положение оказалось крайне неудобным: окуляр был вынесен так далеко вперёд, что наводчик просто не мог дотянуться до него. ришлось стрелять, пользуясь перископическим прицелом, но тот тоже оставлял елать лучшего.

От точной наводки не было пользы: при значительных люфтах в механизмах ствол при наведении свободно болтался, а сам этот процесс описывался испытателями как неточный и опасный. Трос механического спускового механизма оказался слишком коротким, и стрелять можно было только с помощью электрического спуска, который сломался после нескольких выстрелов. еханизм удалось починить, но ненадолго: всего за время испытаний он ломался есть раз.

Per saperne di più Стрельбы осколочно-фугасным снарядом с баллистикой кумулятивного M67 (штатный снаряд к испытаниям не был готов) по движущимся целям с 600 ярдов (550 метров) показала, что в таком виде танк не способен бороться с техникой противника. Из 27 выпущенных снарядов в цель не попал ни один, и даже осколки поразили её только в семи случаях. При стрельбе с ходу стабилизатор оказался бесполезным: после каждого выстрела пушка задиралась до максимального угла вверх, застревала в этом положении примерно на 30 секунд и лишь затем медленно возвращалась на место.

105-мм гаубица M4: танковый вариант, принятый на вооружение

ентиляция оевого отделения была недостаточной. Совместного действия мотора и вентилятора хватало, чтобы очистить воздух в боевом отделении за пять минут, но при стрельбе группами по пять выстрелов за одну минуту в боевом отделении скапливалось значительное количество угарного газа и аммиака, что мешало экипажу работать в башне. ольше всех страдал заряжающий. Испытания стрельбой из спаренного пулемёта пришлось прекратить после восьми минут, так как концентрация ядовитых газов в башне превысила все допустимые нормы, и экипаж потерял способность выполнять свои функции. Di più

ервый опыт не удался, но конструкторы не сдались: саму идею установки 105-мм орудия на «Шерман» приена а конференции в орт-Ноксе 23–25 евраля 1943 равновесить установку удалось таким образом, что вес подвижной ронировки можно было уменьшить почт 300 акое решение также позволило разместить прицелы в более удобном месте. татный прицел решили заменить естикратным перископическим, разработанным специально для гаубицы. качестве телескопического прицела использовали телескопического прицела использовали пятикратный прицел T44, nuovo in qualsiasi cosa 15

анк M4A4E1 с 105-мм аубицей. становка орудия получилась неудовлетворительной

По концепции, озвученной на конференции представителем штаба артиллерии генералом Пальмером, танки предназначались в основном для стрельбы с остановок по целям, находящимся спереди по курсу в секторе 45 °. ак как постоянное вращение башни и стрельба на оду не предусматривалась, стабилизатор решилирелатор одбашенную корзину тоже убрали, чтобы оставить как можно больше места заряжающему.

оеукладки требовалось изменить, чтобы полуунитарные выстрелы можно было возить в собранном виде. танке требовалось разместить 70 выстрелов, а также добавить позади крюк для прицепа с дополнитолекным Ограждение 105-мм гаубицы укорачивалось, теперь оно защищало только наводчика. Идею изменить конструкцию башни для оптимизации размещения агрегатов отвергли: гаубичные танки для замены самоходок M8 были нужны на поле боя как можно скорее, а к работе над новой башней предполагалось приступить только через несколько месяцев.

Торой раунд

есмотря на одобрение концепции, ло отмечено, то о испытания прототипов апускать танклвосптани Per saperne di più: Medium Tank M4E5. ерийный выпуск собирались начать в ноябре, так что время отработать конструкцию установки орудил всотать конструкцию установки орудил всотать

анк M4E5. становка 105-мм аубицы на этой машине была намного олее совершенной

лучшенные машины прибыли на Абердинский полигон в августе 1943 ода. а тот раз аубицу установили в установку M52 на вух танках M4. та установка оказалась ораздо легче e компактнее, чем T70, отчего гаубицу по вертикали можино овиооло на ак и у M4A4E1, башня без изменений бралась от исходного танка. Перекомпоновка боевого отделения пошла на пользу: новые машины возили по 68 выстрелов, 45 из которых хранились в ящиках на полу, 21 - в правом спонсоне, а ещё два - в укладке первой очереди, которую поместили в нишу башни взамен радиостанции. ама радиостанция переехала в корпус танка. одбашенная корзина осталась на месте, но в ней сделали вырезы.

Вдобавок к боекомплекту для гаубицы, в танке возилось 4000 патронов для 7,62-мм пулемётов, 300 патронов для 12,7-мм зенитного пулемёта и 600 11,43-мм патронов для пистолета-пулемёта.

Per saperne di più

спытания показали, что изменения пошли на пользу. ри наиболее удобном расположении выстрелов максимальная скорострельность гауби достигла 15 выстрелов кострельность Скорострельность с выстрелами в боеукладках оказалась меньше: семь снарядов было выпущено в первую минуту стрельбы, шесть - за вторую, ещё четыре снаряда отправили в мишень за последующие 77 секунд. реднюю скорострельность в пять выстрелов in инуту ля танка с таким крупным калибром орудия принуту.

торой прототип отправили в орт-Нокс, е его испытали на стрельбище. ри стрельбе по елям на истанци 600–2000 рдов (550–1830 етров) скорострельность составила 10 выстрелов вмапинпуту трельба оказалась затруднена из-за размытой сетки прицела. -за отсутствия мотора поворота башни наводчик стро уставал, особенно если танк при стрельбе нена стоял треляные ильзы скапливались на полу оевого отделения e ешали работе экипажа. окладе отмечалось, то мешок ля сбора стреляных ильз всё ещё в разработке.

онструкторы пытались установить в танк идравлический привод поворота башни, но это было не тосток . ля его установки пришлось пожертвовать удобным расположением рукоятки ручного еханизма. становить гидравлический механизм поворота башни арки «Ойлгир» su M4E5 получилось только к 14 gennaio 1944. 1944 спытания стрельбой в объёме 210 снарядов показали, что механизм работает удовлетворительно.

азброс осколков осколочно-фугасного снаряда М1 при разрыве su tutto 30 утов (9 метров) su емлёй. тёмно-серой зоне как минимум один осколок приходится на каждые 4 кв.фута (0,37 кв.м), в средне-сер. на каждые 25 кв.футов (2,3 кв.м)

-за гораздо более крупных, ем на обычных «Шерманах», снарядов установить окрые боеукладки в танак не уду. Выстрелы располагались следующим образом: 23 - в наклонной укладке с левой стороны на полу боевого отделения, защищённые 6-мм экраном, 22 - в горизонтальной укладке с правой стороны на полу боевого отделения, защищённые 6-мм экраном и дополнительным внешним 13-мм экраном, 12 и 9 - в двух укладках в правом спонсоне напротив наводчика и помощника водителя, защищённые 6-мм экраном и дополнительным внешним 13-мм экраном, 2 - в нише башни без экранов.

аким образом, в танк поместили 68 выстрелов, 66 e которых хранились в экранированных оеукладках. Заряжающему было довольно сложно доставать выстрелы из укладок, и конструкторы Бронетанкового совета (Armored Board) признавались, что для заполнения боеукладки первой очереди потребуется помощь других членов экипажа. олное удаление подбашенной корзин облегчило бы процесс аряжания. акже рекомендовалось переделать сиденье наводчика e избавиться от ножного спуска. В целом же испытатели остались довольны танком.

сколочное ействие при ударе снаряда о землю плашмя (слева) или под углом 30° (справа)

л построен и испытан и ещё один «Шерман» с 105-мм аубицей: к 20 gennaio 1945 года Бронетанковый совелабапровё ак и у серийного M4(105), у опытного «Шермана» не ло стабилизатора и мотора поворота башни. одбашенная корзина присутствовала, но половину полика срезали, чтобы позволить заряжающему оставреат

аксимальная скорострельность орудия у этого танка составила всего четыре выстрела в инуту. Было очень сложно доставать тяжёлые выстрелы из укладок на полу боевого отделения, а некоторые снаряды выпали из гильз во время движения танка, что ещё больше замедляло стрельбу. процессе работы заряжающий путался в проводах наушников, e их пришлось снять. акже отмечалось, что даже обрезанный полик мешает использовать укладки на полу боевого отделения.

ашня ла хорошо уравновешена: при крене танка 0° ля поворота башни требовалось усилие всене танка 0° ля поворота ашни требовалось усилие всене канка (1 °,25 °, 3 °,11 °, 3 °, 3 °). рудие слегка перевешивало назад.

Судьба М4 с 105-мм гаубицей решилась задолго до окончания испытаний.

становка 105-мм гаубицы M4 per «Шермана»

23 dic 1943 Так как сложностей с постройкой танков не предвиделось, Подкомитет самоходной техники (sottocomitato per Automotive Equipment) рекомендовал Комитету вооружения (Comitato Ordnance) немедленно принять танк на вооружение.

105-мм аубица T8 стандартизировалась под индексом M4, un adattatore per il nuovo serbatoio medio M4. (105 mm How to Medium Tankitzer). Per la versione successiva di 1000 pezzi di serie: 300 da M4A3 e 700 da M4. о ере наращивания выпуска M4(105) сокращался выпуск самоходок M8. ин гаубичный танк предлагалось включить в каждую танковую роту, а ещё три — в штаб танкового батальо

На 18 января 1944 года объём серии вырос: теперь предлагалось выпустить 2000 танков: 1115 на шасси M4 (100 машин в месяц) и на шасси 885 M4A3 (50 машин в месяц) начиная с февраля и мая 1944 года соответственно. лету месячный выпуск предлагалось поднять до 200 машин. 1000 гаубичных «Шерманов» планировалось выделить англичанам, ещё 1000 оставляли для нужд американской армии.

ерийный M4(105) с уменьшенным углом наклона лобовой плиты e увеличенными люками водителя e его помощо

Танки обоих типов производились на заводе «Крайслер». Всего же с 105-мм гаубицами с февраля 1944 года по март 1945 года выпустили 1641 M4 (800 с подвеской VVSS и 841 с подвеской HVSS) с мая 1944 года по июнь 1945 года изготовили 3039 M4A3 (500 с подвеской VVSS и 2539 с подвеской HVSS ).

о сравнению с обычным «Шерманом» серийный М4(105) потяжелел ольше чем на тонну: боевой вес превлек. о этой причине танк потреблял ольше топлива: теперь бензина хватало только на 162 км проиека, 75

Ротивотанковая аубица

105-мм гаубица предназначалась прежде всего для борьбы с укреплениями и живой силой противника, но M4 (105) не был беззащитным против бронетехники врага: для него разработали кумулятивный снаряд M67. н пробивал 125–140 мм брони, но начальная скорость в 381 м/con оставляла желать лучшего.

M4(105) ог не только поддержать пехоту огнём, но и подвезти её к полю боя. татно на один «Шерман» садилось есть солдат, на практике их помещалось на броне куда больше. есь на танк взгромоздилось не менее 18 морпехов

Для того чтобы оценить эффективность боеприпаса, в августе 1944 года на стрельбище Отдела стрельбы Бронетанковой школы (Dipartimento di Artiglieria Corazzata School) провели испытания с опытными экипажами. Per l'elettronica di comando del telefono cellulare M72D. Стрельба проводилась в сухую погоду, что пошло на пользу делу: в случае промаха снаряд, упавший на землю, поднимал облако пыли, что позволяло легко корректировать огонь даже несмотря на малочувствительный взрыватель, который не срабатывал при ударе о землю. сли же облака пыли не было, корректировка огня оказывалась весьма затруднительной: трассер дрростировка снеса а истанции до 2000 ярдов (1820 етров) стрельбу оценили как ективную, рассеивание остигало 19 дюймов (48 с.

Стрельба осложнялось тем, что разметки для кумулятивного снаряда на прицеле не было, и для стрельбы приходилось использовать таблицы и шкалы для осколочно-фугасного снаряда M1. аблицу ло сложно использовать для истанци свыше 1000 ярдов, но инструкция по применению ласлтл.

умулятивный снаряд M67

Как ни странно, Per il 105-мм гаубицы М4 испытывали и подкалиберные боеприпасы, причём не один: снаряд с 57-мм бронебойной болванкой в ​​качестве сердечника, а также выстрел с 3 дюймовым осколочно-фугасным снарядом. Articolo 10

Для 105-мм гаубицы разработали и картечь. снаряд T18 помещалось 456 стальных шариков иаметром 16 мм. На истанции 250 ярдов (230 м) арики пробивали доску толщиной 6 мм. огласно расчётам, поразить ивую силу силу противника можно было с 300 ярдов (275 м), но ронетанковый сил силтовет соии до 150 ярдов (140 ).

Аубицы штурмуют вропу

американской армии «Шерман» с 105-мм аубицей был не таким многочисленным, как его 75-мм e 76-мм собратья. аких танков полагалось всего по две штуки на роту, но некоторые батальоны предпочитали свести с105 н действовал примерно так же, как артиллерийская батарея. трельба проводилась с подготовленных позиций. Per saperne di più ремя подготовки позиций ля шести гаубичных «Шерманов» ло примерно такое же, как и ля атарчёмленов в 4–6 ашины считались олее эффективными, ем не только буксируемые орудия, но e самоходки M7 «Прист».

«Шерманы» с 105-мм гаубицами эффективно заменяли буксируемые орудия e самоходки

К середине января 1945 года накопился овольно большой опыт применения M4(105) в бою. ти танки показали себя ективным оружием при стрельбе с акрытых позиций. Имелись и недостатки: седьмой заряд был настолько мощным, что сбивал индикатор азимута, и наводчику, чтобы корректировать огонь, приходилось вручную возвращать его в правильное положение.

тсутствие привода поворота башни не нравилось экипажам. товало типичное мнение, что если бы ашня поворачивалась стрее, то можно было бы вести болеее енскотив акже подводил накатник орудия: после порядка 25 выстрелов подряд накат происходил не полностью.

сокий темп стрельбы оказался опасным не только для накатника. ентиляция оевого отделения всё ещё оставалась недостаточной. корострельность ля гаубичных танков доходила о 8–10 выстрелов за 90 секунд, что было невыносимо л эа. кипажи асто жаловались на головную боль, а потеря сознания в ою не считалась ем-то необычным. собенно плохо приходилось аряжающему. риходилось устанавливать обязательные перерывы в стрельбе e периодически аменять заряжающего помлоиески

аконсервированные «Шерманы» с 105-мм гаубицами. то машины поздних серий, с подвеской типа HVSS. обовая плита на этих танках толще, ем на ранних «Шерманах», но e установлена ​​она под меньшим углом

рименение М4(105) в ою полностью себя оправдало. этом красочно говорит одно высказывание командира 6-й бронетанковой ивизии енерал-майора оГерта оерта. Когда осенью 1944 года на поле боя появились штурмовые танки M4A3E2 «Джамбо», чья броня не поддавалась немецким орудиям, Гроу потребовал, чтобы американская промышленность поставляла ему только два типа: M4A3E2 и M4 (105). о его мнению, треть танков, выпускаемых в США, должна были быть гаубичными.

огда на горизонте начали аячить «Першинги», Гроу изменил своё мнение. Теперь его идеальная танковая дивизия на треть вооружалась машинами с 90 мм орудиями, и уже на две трети - танками с 105-мм гаубицами, с оговоркой, что с «Тиграми» и «Пантерами» ему приходится воевать мало, и что если бы его ивизия принимала участие в напряжённых танковых сражениях, то, наверное, пришлось ечтать о дропо

анк M45, прямой наследник «Шермана» M4A3(105), вооружённый тем е орудием

роу не был единственным, кто так думал. Начальник бронетанкового отдела Главного командования союзных сил (Supreme Headquarters Allied Expeditionary Force - SHAEF) генерал-бригадир Джозеф Холли рекомендовал вооружить аж три четверти средних танков 105-мм гаубицами, а одну четверть - 90-мм пушками. спех «Шерманов» непосредственной поддержки мотивировал установить орудие и в «Першинг»: вглин: nel 1945 голапроски акой вариант назывался T26E2, su qualsiasi altro problema. аубице M4 per tutte le versioni successive al nuovo Tank Tank Medium


Carro medio M4A4E1 - Storia

M4A4 Sherman
La maggior parte delle informazioni in questa pagina sono per gentile concessione di Joe DeMarco. Mille grazie a Peter Brown, Jim Goetz, Leife Hulbert e Tom Gannon per la loro assistenza! Nota: alcune delle informazioni in questa pagina sono state compilate utilizzando una tecnica chiamata informalmente "contare le teste". Si basa sullo studio in corso di documenti e fotografie d'epoca, nonché sugli Sherman sopravvissuti. A causa della natura limitata delle fonti di riferimento disponibili, alcune delle informazioni qui presentate devono essere considerate "ipotesi plausibili".

Prima di tutto, devi identificare il carro armato come un carro armato M4A4 Sherman. Si prega di visitare questa pagina per farlo.

La Chrysler Corporation fu l'unico produttore della M4A4 e produsse 7499 unità dal luglio 1942 al novembre 1943.

Ordine di produzione T-2593: 1401 unità: numero di serie 4805 / USA 3056615 fino a S/N 6204 / USA 3058014 *
Ordine di produzione T-3333: 4000 unità: numero di serie 16555 / USA 3016861 fino a S/N 20554 / USA 3020860
Ordine di produzione T-3603: 2077 unità: numero di serie 20555 / USA 3029082 fino a S/N 22631/USA 3031158
Ordine di produzione T-3603: 21 unità: numero di serie 22632/USA 3031162 fino a S/N 22652 / USA 3031182

* È stato suggerito che il numero di serie 56620 / USA 3098786 sia assegnato a un singolo M4A4 per tenere conto della carenza di consegna di un serbatoio che si è verificata a seguito della presentazione da parte di Chrysler del suo primo serbatoio medio M3 in dono al governo degli Stati Uniti.






Fin dall'inizio, l'M3 è stato pensato come un progetto provvisorio. Il suo principale difetto era, ovviamente, la traversa limitata del cannone da 75 mm montato su sponsor. Nell'agosto del 1940, anche prima che il progetto dell'M3 fosse finalizzato, il Comitato per gli armamenti, lo staff tecnico, sottolineò che il prossimo passo nello sviluppo sarebbe stato "modifica del carro medio, M3" "traslocando il cannone da 75 mm nella torretta". Era destinato a sostituire l'M3 in produzione il più rapidamente possibile. Tuttavia, la stampa degli eventi mondiali ha creato un'urgente necessità di carri armati e il contratto originale di Chrysler per 1000 carri medi M3 è stato aumentato più volte in modo che, alla fine, l'azienda ha prodotto 3243 M3 e 109 M3A4 dal luglio 1941 all'agosto 1942. Chrysler altro o meno costruito a mano i primi due carri armati, che sono mostrati sopra il "Presentation Day", 24 aprile 1941, poco più di un mese dopo che il pilota dell'M3 è stato completato al Rock Island Arsenal. Il presidente della Chrysler K.T. Keller ha presentato al generale Charles M. Wesson, capo dell'artiglieria, il primo M3 (numero di serie 2, USA 301000, il carro armato consumato a destra nella foto) come regalo dai dipendenti Chrysler. Questo serbatoio regalo ha creato un problema di contabilità "un numero di serie corto" che non sembra essere stato risolto fino alla fine della produzione M4A4 nel settembre 1943.

Il carro armato medio americano è stato progettato attorno a un motore aeronautico radiale a 9 cilindri Wright "pronto all'uso" che è stato ampiamente utilizzato dall'Air Corps dell'esercito e ha avuto una comprovata affidabilità. Quando l'esercito ha iniziato il suo massiccio accumulo nei primi anni '40, sembra che la priorità dei materiali sia stata data alla Marina e all'Aeronautica. Riconoscendo che ci sarebbe stata una grave carenza di motori aeronautici, l'esercito si è rivolto all'industria automobilistica per progetti di centrali elettriche alternative. Nel luglio 1941, Chrysler presentò un espediente che combinava cinque motori per auto a 6 cilindri in una configurazione a stella. A dicembre, l'esercito ha stipulato un contratto per l'installazione di 100 "centrali sperimentali a più motori" nel carro medio, M3. Questa configurazione è stata designata "M3A4" nello stesso mese. Non è stato un semplice cambio di motore. Il massiccio "Chrysler Multibank" ha richiesto un allungamento di 11 pollici dello scafo esistente. Chrysler ha anche progettato e installato unità di carrello più pesanti per sostenere il peso maggiore del motore. È stato concordato che il costo sarebbe stato "$ 15.000 per serbatoio in eccesso rispetto al prezzo unitario allora attuale dell'M3". Sopra mostra la prima produzione M3A4, USA 309733, che fu accettata nel giugno 1942. Notare i nuovi carrelli pesanti con bracci a rulli di ritorno posteriori. Contrariamente ad alcune fonti, l'M3A4 era l'unico carro armato della serie M3 ad avere questi installati in fabbrica. Per comodità, li chiamiamo "carrelli M4", perché, non appena potevano essere prodotti, hanno sostituito i vecchi carrelli di tipo M3 e sono diventati standard su tutti gli Sherman della serie M4.




Questa vista dall'alto del pilota era takit nel febbraio 1943, poco prima che il carro fosse convertito in un flagello da mina. "Contando le teste" suggerisce che i primi 400 circa M4A4 non avevano la "seconda" staffa dell'antenna della torretta, o il mirino a lama del comandante installato in fabbrica. (Abbiamo cerchiato le posizioni future di questi elementi.) Le maniglie del portello del conducente (1) erano nella posizione "prima", montate verso la parte posteriore e inclinate. Questo può essere visto anche sul numero di serie 4805, la prima unità di produzione. I fori del vano della costola sono stati semplicemente otturati (2) piuttosto che dotati di prese d'aria. I fori per una coppia di valvole di intercettazione del carburante (3) erano situati sul pannello del ponte posteriore del motore e, proprio accanto ad essi, le maniglie di sollevamento erano posizionate lateralmente. Si pensa che nell'agosto 1942 siano stati eliminati i fori di chiusura, le maniglie di sollevamento del ponte motore siano state riorientate dalla parte anteriore a quella posteriore, siano state aggiunte prese d'aria in fusione e le maniglie dei portelli dei conducenti siano state installate nella posizione "standard".


Le conquiste giapponesi in Asia hanno creato una carenza di gomma che ha costretto il dipartimento degli armamenti a impiegare alcune alternative di cingoli in acciaio. Il pilota M4A4 è stato utilizzato per testare i binari della "barra parallela interrotta" del T49 nell'agosto 1942. La foto sopra è stata contrassegnata per mostrare le aree nella parte anteriore vulnerabili a proiettili perforanti da 37 mm e più grandi. Si vede che lo spalto della M4A4 era piuttosto elaborato, composto da 5 sezioni. Le sezioni 1 e 2 erano corazze laminate, mentre 3, 4 e 5 erano fusioni. Le fusioni del cofano dei piloti erano "larghe" e si univano al centro per formare gli spalti superiori. In una foto frontale, questa configurazione glacis insieme al caratteristico supporto dell'antenna Chrysler serve a identificare il tipo come M4A4. Si può vedere, tuttavia, che è stato etichettato erroneamente come M4A2 nel pannello informativo. Notare i fermi della porta (cerchiati) che supportano i portelli dei conducenti aperti. Questi non erano presenti sul pilota al momento della spedizione, quindi devono essere stati aggiunti su APG.




Il presidente della Chrysler K.T. Keller amava registrare le pietre miliari e inviare piccole note con foto ai funzionari dell'Ordnance. Sopra mostra la scena al Detroit Tank Arsenal il 3 agosto 1942 come "CHRYSLER M4 TANKS CROWD LAST M3 OFF THE LINES". Un attento esame della stampa lucida ha rivelato che l'M4A4 nel mezzo ha il suo numero di serie 4840 segnato con il gesso, rendendolo la 36a unità di produzione. Nel corso del programma M3 Lee, Chrysler ha progettato il tipo di ruote stradali in metallo stampato che può essere visto e le ha utilizzate durante la sua produzione di Sherman equipaggiate con VVSS. Gli M4A4 mostrati sono "ancora" dotati dello stesso tipo di ruote dentate utilizzate sull'M3. I supporti della pistola M34 sono nella prima configurazione, con gli anelli di sollevamento dello scudo della pistola montati molto vicino allo scudo del rotore. Mentre l'M3 è dotato di cingoli in gomma a blocchi piatti, gli Sherman possono essere visti con cingoli in gomma T48, che divenne il tipo preferito dell'esercito americano in Europa.



Il 25 agosto 1942, il numero di serie 4872, USA 3056682 fu ricevuto per la valutazione dall'Armored Force Board a Ft. Knox, Kentucky. Un rapporto menziona specificamente che era la 67a unità costruita. Diversi elementi standard sono stati notati mancanti dagli M4A4 "fino a questa data". Ad esempio, è stato registrato che "la staffa per la slitta da dieci libbre sul ponte posteriore sarà incorporata da circa 2700 carri armati" (gennaio 1943, ca. SN 17855). Nel "Final Report of Medium Tank, M4A4, With Chrysler Multibank Engines", datato 15 dicembre 1942, l'AFB raccomandava che "Il motore Chrysler Multibank fosse considerato insoddisfacente come centrale elettrica per serbatoi medi e la sua produzione fosse interrotta il prima possibile Data." Il Desert Warfare Board fece la stessa raccomandazione pochi mesi dopo. In effetti, "la prima data possibile" risultò essere settembre 1943, dopo che 7500 M4A4 erano stati prodotti insieme a 5000 motori Multibank di scorta. Dopo tale valutazione negativa, il numero di serie 4872 è stato sottoposto all'ulteriore indegnità dei test balistici come mostrato sopra. I carrelli M4 possono essere visti con il primo tipo di pattino che aveva una forma "semitonda". Questi sono stati installati su M3A4 Lees, così come su altri Sherman di prima produzione oltre all'M4A4.




L'M4A4 NON è stato rilasciato per l'uso all'estero (combattimento) dall'esercito degli Stati Uniti. Molti servirono come carri armati negli Stati Uniti, ma la maggior parte, 7167 unità, fu fornita agli inglesi come Lend Lease. La prima assegnazione, ordine di spedizione 3-G-1025, per 329 M4A4 fu effettuata nel settembre 1942. Il primo dei carri armati fu spedito da New York alla fine di novembre e arrivò a Liverpool a metà dicembre. 20 di loro sono stati oggetto di uno studio congiunto Regno Unito e Stati Uniti che esplorava "il metodo più soddisfacente per sigillare i carri armati per la spedizione ai teatri di guerra d'oltremare". Il Chester Tank Depot in Pennsylvania utilizzò vari metodi per sigillare i serbatoi e aveva completato il lavoro entro il 9 novembre. 15 furono caricati "sul ponte" e 5 furono caricati "sotto coperta". Alcuni dei serbatoi caricati sul ponte erano coperti con "cappe prefabbricate in legno" come mostrato in alto a sinistra. All'arrivo nel Regno Unito, i serbatoi sono stati ispezionati. Lo studio si è concluso con raccomandazioni relative alle pratiche di sigillatura standard da utilizzare nella futura spedizione di serbatoi. Il numero di serie M4A4 più basso elencato era 4830 (T-146219) e il più alto era 5561 (T-146225), indicando che i serbatoi erano stati prodotti da agosto a ottobre 1942. Nelle foto a destra, gli schermi di sabbia che possono essere visto sono stati adattati su richiesta degli inglesi. Nell'ambito dello studio, CTD ha aggiunto a questi serbatoi il cosiddetto dispositivo "pettine" (freccia). Ciò forniva un mezzo esterno per sbloccare i freni e consentiva di manovrare i serbatoi in posizione senza dover entrare nei veicoli, rovinando così la tenuta alla spedizione dei portelli del conducente.

A partire dal gennaio 1943, Chrysler inviò tecnici sia nel Regno Unito che in Medio Oriente per addestrare "artificieri e personale di guida nella manutenzione della centrale elettrica". T.A. Demetry, uno dei tecnici Chrysler presso il Base Work Shop di El Kroub in Algeria, ha riferito che gli ufficiali e gli apprendisti erano "ben soddisfatti delle prestazioni delle nostre unità, e sono stati molto sollevati dall'assorbire istruzioni, che l'unità di potenza non era affatto complicato come avevano originariamente immaginato." In tutta onestà a Chrysler, va detto che, dopo una serie di modifiche ingegneristiche, il Multibank ha funzionato bene in servizio con il Commonwealth. Con 7167 unità, la M4A4 o "Sherman V" nel gergo britannico, era la più numerosa della serie M4 ricevuta dall'Impero britannico come Lend Lease. Anche dopo che la produzione era cessata nel settembre 1943, gli inglesi accettarono di accettare M4A4 ricondizionati come parte dei loro requisiti di Lend Lease del 1944 e ne avrebbero presi di più, se fossero stati disponibili, al posto degli Sherman con motore radiale. Credito: Dwight E. Dolan / Biblioteca e archivi Canada / PA-201361.


Il debutto in combattimento dell'M4A4 sembra essere avvenuto il 10 luglio 1943 quando il C Squadron del 12th Canadian Tank Regiment (Three Rivers Regt.) fece uno sbarco d'assalto a sostegno della 1st Canadian Infantry Division a Pachino Bay in Sicilia. La foto sopra mostra una scena successiva ed è intitolata "Un carro armato Sherman britannico che avanza vicino a Catania, in Sicilia, il 4 agosto 1943". Tuttavia, l'unica unità in Sicilia con M4A4 era la 1st Canadian Tank Brigade, che era composta dall'11th, 12th e 14th Canadian Tank Regiments. Il Diario di guerra della brigata elenca i numeri WD di oltre 200 M4A4 rilasciati ai suoi reggimenti nel Regno Unito prima del suo dispiegamento in Sicilia. "Condor" sembra essere T-146514. Se è così, il Diario dice che è stato rilasciato all'11° Reggimento Carri Canadese (The Ontario Regt.). Si può vedere che "Condor" ha i cofani allungati dei conducenti che furono introdotti in produzione nel novembre 1942. Per gentile concessione dell'Imperial War Museum, Foto NA5522.



La didascalia della foto in alto vuole che la scena sia stata girata il 3 settembre 1943, a Reggio, durante l'operazione Baytown, l'invasione dell'Ottava Armata della "punta" d'Italia. Sulla base delle storie dell'unità e della data, si pensa che gli M4A4 appartengano al 14° Canadian Tank Regiment (Calgary Regt.) Chrysler è passato al cannone M34A1 a metà febbraio 1943. Si noti che lo Sherman in coda "ancora" ha il cannone M34 montare. Un'altra aggiunta di febbraio è stata la "lampada spot e segnaletica". La staffa della lampada è visibile accanto al ventilatore della torretta. Chrysler ha introdotto il tipo standard di getti di anello di sollevamento dello scafo nel gennaio 1943. Il Commonwealth ha adattato gli scaricatori di fumo da 4 pollici a molti dei suoi AFV e ha richiesto che la futura produzione Sherman includa un lanciatore di bombe da 2 pollici (mortaio fumogeno) nella torretta dello Sherman come equipaggiamento standard . Per gentile concessione dell'Imperial War Museum, foto NA6209.



Mentre la maggior parte degli M4A4 sono stati assegnati alla British Lend Lease, il "Francese in Nord Africa" ​​ha ricevuto 274 unità che sono arrivate nella primavera del 1943. Sopra mostra una coppia in un deposito in Algeria il 23 aprile 1943. Le strisce dipinte sul i lati e la parte anteriore erano nei colori della bandiera francese. Il codice di spedizione includeva "NAFUS" che a nostro avviso stava per "Nord Africa francese - USA". "SR (Sequence Requisition) 10668" indica che questa unità era una delle 125 assegnate e "flottata" nel febbraio 1943. I cofani dei piloti successivi, tra le altre caratteristiche, suggeriscono che il carro sia stato prodotto nel gennaio 1943. Alcune delle molte modifiche apportate a Shermans alla fine del 1942 si presentano bene su questo carro armato. Lo scudo della pistola con anelli di sollevamento fusi (1) può essere visto con buoni risultati. Lo scudo del rotore (2) è del tipo successivo con pezzi "alari" fusi. I portalampada del faro anteriore (3) sono montati nella posizione verticale successiva. Le unità del carrello sono dotate del secondo tipo di pattino (4) e i rulli di ritorno sono stati sollevati di un pollice con l'aggiunta di un distanziale (5). I bracci del carrello sono del tipo finale con i "fori chiave" (6). L'ingranaggio folle progettato da Chrysler in metallo stampato o "tipo a disco" (7) ha sostituito le ruote dentate originali dei raggi saldati in tutta la produzione Sherman entro l'estate del 1943. Il caratteristico pignone di trasmissione Chrysler (8) ha sostituito il pignone di tipo M3 intorno all'ottobre 1942. Questo serbatoio può essere visto essere equipaggiato con i "chiusure del cappuccio del tipo aeronautico" (cerchiate) utilizzate per fissare gli schermi di sabbia prima dell'introduzione del design dello scudo di sabbia standard o "di tipo intercambiabile" a metà del 1943.



Clicca sulle immagini per dimensioni maggiori

La scena sopra è stata girata il 14 aprile 1943 al "Dump #165" a Casablanca, nel Marocco francese. Mostra lunghe file di M4A4 e M5A1 Light Tank in attesa di elaborazione per il rilascio. Sul materiale del veicolo (OVM) le scatole possono essere viste impilate in primo piano. Il numero USA, 3018736, del piombo M4A4 è dipinto in blu grigio. Questo carro è stato prodotto nel febbraio 1943, proprio nel momento in cui Chrysler è passata all'attacco per cannone M34A1, che può essere visto su un certo numero di M4A4 sullo sfondo. In un "colpo laterale", lo spazio di 11 pollici (1) tra le ruote stradali è una buona caratteristica di riconoscimento dello scafo allungato M4A4. Su altri scafi Sherman, le ruote da strada quasi si toccano. A differenza del nostro esempio precedente, questo serbatoio ha il tipo di pattino "finale" (cerchiato). Con l'aumento delle forniture, è diventato standard su tutti i modelli fino alla fine della produzione VVSS. L'oggetto quarto di cerchio sul ponte posteriore è il deflettore di scarico (2), introdotto da Chrysler nel gennaio 1943. È stato fornito anche un kit di modifica sul campo per il retrofit su unità di produzione precedenti.




Ci sono più M4A4 sopravvissuti, più rapporti sui test statunitensi / del Commonwealth e più foto d'epoca disponibili rispetto ad altri tipi di Sherman di produzione 1942/43. Pertanto, a questo punto, proponiamo di illustrare più in dettaglio le varie caratteristiche dell'M4A4. La vista dall'alto del Manuale tecnico M4A4 fornisce i nomi dei vari componenti. Il Multibank era così grande che non c'era spazio per i serbatoi verticali negli angoli anteriori del vano motore, come su altri tipi di Sherman. Tuttavia, lo scafo allungato ha permesso di ampliare i serbatoi di carburante sponsorizzati per contenere 80 galloni ciascuno. L'altezza del massiccio radiatore richiedeva bolle sia sul ponte motore che sulla piastra del ventre. Gli utenti del Commonwealth hanno notato che la posizione anteriore del radiatore è stata preferita ai radiatori montati sul retro, parzialmente esposti sui loro Lend Lease M4A2, che sono stati spesso danneggiati in battaglia.



I primi Sherman con scafo saldato sono stati progettati con i cosiddetti getti "stretti" del cofano del conducente (inserto). Questi sono diventati standard prima sugli M4A2 e successivamente sugli M4. Chrysler ha progettato il pilota M4A4 con getti "larghi" dei cofani dei conducenti e li ha utilizzati per tutta la produzione. Sopra mostra un'operazione di lavorazione sull'assieme centrale del M4A4 glacis. Sull'insieme non verniciato risaltano i cordoni di saldatura che uniscono le 3 sezioni. Tutte e 3 le sezioni erano fusioni. La sezione inferiore, numero di parte D52417, era larga 62 pollici e includeva il dispositivo della mitragliatrice dell'arco. Ford ha anche utilizzato ampi cappucci per i conducenti nella produzione dei suoi M4A3. Tuttavia, Ford ha utilizzato una corazza arrotolata per la sezione inferiore. La presa per mitragliatrice usata dalla Ford era un piccolo pezzo fuso saldato alla piastra.



Nello studio di Shermans, non è raro incontrare anomalie. L'M4A4 di produzione dell'aprile 1943 mostrato sopra può essere visto per avere un modello glacis nella configurazione Ford. Ha una sezione inferiore della piastra di armatura, con la fusione della mitragliatrice dell'arco saldata ad essa. Il logo dell'incantatore sul dispositivo MG è "GAD", a indicare che è stato realizzato da Ford. Questo è l'unico esempio che abbiamo visto su, diciamo, 50 M4A4 sopravvissuti esaminati. Se i lettori ne incontrassero altri, saremmo lieti di avere un rapporto.



I primi Sherman, incluso l'M4A4, avevano i cappucci dei conducenti a visione diretta. Si scoprì che questi erano punti deboli balistici e l'Ordnance Department ordinò di eliminarli dagli scafi saldati il ​​13 agosto 1942. Fu necessario un po' di tempo per assicurare i nuovi getti del cofano del conducente. Al momento, il nostro metodo di conteggio delle teste suggerisce che la transizione sia stata avviata e completata da Chrysler nel novembre 1942. Il numero di serie 5868 è il primo esempio noto che abbiamo registrato senza Direct Vision e il numero di serie 5908 è l'ultima unità registrata con Direct Vision. 5868 / USA 3057678 è stato designato "M4A4E1" ed è stato utilizzato per testare l'installazione del cannone da 105 mm nello Sherman. I nuovi cofani allungati dei conducenti presentavano periscopi ausiliari davanti ai portelli dei conducenti. I nuovi periscopi sono visti nella posizione "su" sopra. Il raccordo della copertura antipolvere della mitragliatrice di prua era un'aggiunta recente, introdotta nell'ottobre 1942. 5868 può essere visto con il secondo tipo di pattino, tenditore in metallo stampato e cingoli in acciaio T54E2 o "Cuff Type".




Sembrerebbe che il design originale dell'M4A4 prevedesse una piastra dello scafo posteriore superiore che passasse direttamente da sponsor a sponsor, come sull'M3A4 Lee. Sospettiamo che i piatti siano stati tagliati secondo questo modello, ma è stato quindi deciso di estendere la sezione centrale verso il basso di circa 4 pollici. In ogni caso, gli M4A4 di prima produzione, compreso il pilota, possono essere visti con piastre dello scafo posteriori superiori in 2 pezzi. Al momento, il numero di serie più alto che abbiamo registrato con una targa a 2 pezzi è 5457, mostrato sopra. Questo carro sarebbe stato accettato nel settembre 1942. Tutti gli esempi successivi sono stati notati con una piastra dello scafo posteriore superiore in un unico pezzo. Abbiamo visto 5457 anni fa a Brantford, in Ontario. Sebbene manchi molto, ciò che rimane sembra essere "costruito". Riteniamo che questo serbatoio fosse parte di una prima spedizione di Lend Lease nel Regno Unito e successivamente inviato in Canada. I raccordi sui lati dello scafo suggeriscono che un tempo era equipaggiato con il Canadian Indestructible Roller Device (CIRD). Ora si pensa che sia in deposito presso il Canadian War Museum di Ottawa.



All'inizio della produzione, gli M4A4 erano dotati di anelli di sollevamento dello scafo in fusione con basi rettangolari. Questi anelli di sollevamento "imbottiti" furono gradualmente eliminati all'inizio di febbraio 1943.



Sopra mostra quelli che chiamiamo gli anelli di sollevamento dello scafo "standard". Questi getti sono stati introdotti sulla maggior parte dei tipi Sherman nel gennaio 1943 ed erano standard sulla serie M4 di "seconda generazione". Le nostre fotografie mostrano gli anelli di sollevamento sul numero di serie 18157, una storica vittima di combattimento francese Lend Lease in mostra a Digione. Questo è il primo M4A4 che abbiamo registrato con gli anelli standard. In alcuni casi, durante la transizione, gli scafi erano dotati di entrambi i tipi. Ad esempio, il numero di serie 18223, un'unità dei primi di febbraio 1943, ha gli anelli "imbottiti" sul davanti e le fusioni standard sul retro. 18223 è l'ultimo esempio che abbiamo registrato fino ad oggi che è ancora dotato del tipo imbottito. Ogni unità dopo è stata notata per avere gli standard sia sulla parte anteriore che su quella posteriore.




L'M4A4 presentava un caratteristico casting "staffa dell'antenna radio". Sopra sono mostrate due viste. Un paio di piccoli fori di drenaggio sono indicati dalle frecce. Chrysler ha prodotto la maggior parte delle proprie parti, inclusi supporti per cannoni, propulsori e componenti delle sospensioni. Alcuni di questi articoli sono stati forniti ad altri costruttori, ma per quanto possiamo dire, la loro fusione dell'antenna è stata utilizzata esclusivamente sull'M4A4. La maggior parte degli esempi sopravvissuti è nota per avere il logo dell'incantatore "C-H" (Continental-Hubbard) nella posizione vista sopra. Il casting era più largo della maggior parte degli altri a 16,5 pollici alla base. Mentre le staffe su alcuni altri Sherman erano montate a filo, la fusione Chrysler era montata sopra l'armatura. E 'stato posizionato a circa 2 pollici dal bordo del glacis, e quasi ha toccato la saldatura del cappuccio del mitragliere di prua. Piccolo portello, scafo saldato Shermans utilizzava un assortimento di staffe per antenna. In una foto frontale, l'aspetto caratteristico della staffa Chrysler può aiutare a identificare un tipo sconosciuto come M4A4.



Una coppia di pezzi fusi (1) con codice B200876 è stata saldata sugli spalti per montare i fari. L'M4A4 era equipaggiato con 2 fari di servizio e un proiettore oscurante per il conducente. La lampada oscurante era "incappucciata" ed emetteva "un sottile raggio di luce piatto che non può essere visto dall'alto, ma fornisce un'illuminazione sufficiente per consentire al conducente di evitare la maggior parte degli ostacoli". Quando non erano in uso, i fari venivano riposti all'interno e le prese erano sigillate con una spina. Inizialmente i portacandele (2) erano orientati parallelamente allo specchio come visto sopra, ma verso la fine del 1942 furono riorientati in posizione verticale, presumibilmente per evitare che i tappi cadessero durante la marcia.



La sirena più comunemente usata sulla M4A4 era la Federal Type 160 con la griglia "V per la vittoria". Il conducente azionava la sirena tramite un interruttore a pedale situato appena sopra il pedale della frizione. Notare l'accoppiamento del condotto (1) apposto sul parapetto. A differenza di altri Sherman, la sirena è rimasta montata e non protetta sul parafango anteriore sinistro per tutta la produzione M4A4, inclusa la rigenerazione.



La copertura antipolvere della mitragliatrice ad arco è stata introdotta intorno all'ottobre 1942. In alto a sinistra è mostrata l'asta d'acciaio formata con bottoni automatici, denominata "anello di fissaggio per copertura in tela". L'illustrazione a destra mostra il coperchio antipolvere in posizione. Sebbene i piccoli accessori (freccia) siano stati installati all'inizio, si pensa che le forniture del "parabrezza e del cofano del conducente" siano diventate disponibili per il Detroit Tank Arsenal solo all'incirca nello stesso momento della copertura antipolvere. Per l'alimentazione, il tergicristallo e lo sbrinatore sono stati collegati a una presa di corrente sul cruscotto. Quando non in uso, questo articolo è stato riposto su uno scaffale sopra la trasmissione.



Gli equipaggi della prima produzione Shermans sono stati soggetti a lesioni a causa della caduta dei portelli. È stato riferito che meccanismi di blocco del portello positivi con molle equilibratrici sono stati introdotti al Detroit Tank Arsenal alla fine di aprile 1943 con il numero di serie 20157. È stato inoltre fornito un kit di modifica per il retrofit presso i depositi di serbatoi e "sul campo". Il Firefly a Bovington è il numero di serie 21188 e sarebbe stato accettato nel giugno 1943. Questo carro è privo di armature applicate, il che ci porta a pensare che fosse uno dei circa 1740 M4A4 spediti come costruiti nel Commonwealth nell'estate del 1943. I meccanismi di bloccaggio (1 e 2) fissano i portelli quando vengono aperti.Le molle (3) sono state fornite per assistere i conducenti nell'apertura e chiusura dei pesanti portelli. Una catena (4) tratteneva i lucchetti quando non utilizzati.



Le modifiche sono il risultato dell'esperienza dell'utente e del successivo feedback. Alcuni M4A4 del Commonwealth sopravvissuti possono essere visti con alcuni semplici accessori che fissavano i portelli aperti. Il loro aspetto è abbastanza standard, quindi supponiamo che siano stati montati su molti dei Lend Lease Sherman ricevuti prima dell'introduzione della modifica positiva del blocco del portello. Il nostro esempio è un M4A4 di produzione del dicembre 1942, numero di serie 17299 in mostra a Thun, in Svizzera. Gli equipaggi incontrarono qualche difficoltà nell'arrampicata sugli Sherman, quindi a partire dalla fine del 1942, fu installato in fabbrica un piccolo gradino (1) per fornire un po' di trazione in più. Gli inglesi in realtà presero in considerazione l'aggiunta di una scala (riquadro), ma respinsero l'idea per ovvie ragioni. L'articolo 2 è il raccordo che conteneva il "parabrezza e il cofano del conducente".




Tutti gli M4A4 sono stati prodotti con propulsori protetti da alloggiamenti differenziali in 3 pezzi. Questi erano stati progettati originariamente per l'M3 Medium, ma sono stati trasferiti alla serie M4. Era previsto che fossero sostituiti da un alloggiamento monopezzo più semplice e resistente che entrò in produzione a metà del 1942. Tuttavia, alcuni produttori di propulsori, tra cui Chrysler, dichiararono che non potevano riorganizzare la nuova configurazione senza che ciò creasse un serio rallentamento in Sherman produzione. Di conseguenza, fu concordato che Chrysler avrebbe completato la sua corsa di M4A4 con l'alloggiamento del differenziale in 3 pezzi e sarebbe passato all'alloggiamento in un pezzo di tipo successivo (numero parte E8543) quando iniziò la produzione dell'M4 Composite nell'agosto 1943. I propulsori Chrysler sono stati assemblati nel loro Dodge Main Plant nella sezione Hamtramck di Detroit. In alto a sinistra mostra un primo esempio. Nel dicembre 1942, Chrysler iniziò il passaggio a una nuova configurazione in cui veniva aggiunto un "labbro" a ciascuna delle sezioni del getto per proteggere i bulloni superiori dai danni da schizzi di proiettili. Nel punto di transizione, sono stati assemblati alcuni alloggiamenti differenziali con una combinazione di sezioni a labbro/senza labbro.

L'alloggiamento del differenziale dell'M4A4 è costituito da 3 fusioni imbullonate insieme. In generale, la sezione di destra è il numero di parte E4151, il pezzo centrale o "portante", il numero di parte E1232 e la sezione di sinistra è il numero di parte E1231. Raramente si vedono segni di fusione E1232 sul pezzo centrale di M4A4 sopravvissuti. La foto sopra mostra una delle poche eccezioni. "Duguay-Trouin" è un monumento Sherman in mostra a Digione, in Francia. Ha servito con il 2ème Régiment de Cuirassiers, ed è stata eliminata con la perdita di 3 del suo equipaggio l'11 settembre 1944, durante la lotta per la liberazione della città. Questo M4A4 è il numero di serie 18157 ed è stato accettato nel gennaio 1943.


Per una questione di dettagli Sherman, vorremmo menzionare che alcuni dei primi alloggiamenti differenziali "senza labbro" sono stati visti con numeri di parte alternati sulle sezioni della mano destra e sinistra. C99338 è stato notato su pochissime sezioni della mano destra, mentre D50993 è stato visto più frequentemente sui pezzi della mano sinistra. L'M4A4 mostrato sopra è in mostra al Museo Kubinka vicino a Mosca, ed è uno dei due esempi che conosciamo che ha entrambi i numeri di parte alternativi sullo stesso alloggiamento del differenziale. Foto per gentile concessione di Roger Davis.


Chrysler iniziò la produzione della M4A4 con lo stesso tipo di pignone che aveva usato sulla M3 Lees. Questo è mostrato in alto a sinistra. Il conteggio delle teste suggerisce che abbiano completato il passaggio al pignone piuttosto caratteristico visto a destra nell'ottobre 1942. In mancanza di un termine migliore, ci riferiamo a questo come "pignone Chrysler", poiché lo hanno installato esclusivamente durante la loro restante produzione di Sherman, compresi quelli con HVSS.




Nel corso del loro programma M3 Lee, Chrysler ha sostituito la ruota da strada a raggi saldati originale con un tipo di metallo stampato. Solo il metallo stampato è stato installato in fabbrica sugli Sherman costruiti da Chrysler con VVSS. La società è passata a una ruota folle in metallo stampato nell'ottobre 1942, all'incirca nello stesso periodo del "pignone Chrysler". I documenti dell'ordinanza rilevano che i cerchi degli originali tenditori a raggio saldati furono così frequentemente danneggiati durante il servizio che il governo ordinò che fossero sostituiti in tutta la produzione Sherman con il tipo in metallo stampato a metà del 1943. Il Firefly a Bovington fornisce un buon "come costruito" vista delle ruote stradali in metallo stampato e del tenditore. L'inserto mostra l'ingrassatore, una coppia dei raggi sagomati e 2 dei 12 rivetti che fissavano il corpo della ruota stradale al cerchione.



I carrelli di tipo M3 con i rulli di ritorno montati al centro sono stati sovraccaricati dal peso dell'M3 Medium e hanno subito numerosi guasti alle molle a voluta. L'introduzione del motore Multibank e il peso maggiore dei nuovi design della serie M4 hanno solo esacerbato il problema. Come soluzione, Chrysler ha progettato un'unità carrello più grande con molle a spirale più pesanti e un braccio del rullo di ritorno posteriore. I nuovi carrelli furono messi in produzione nel gennaio 1942. La prima versione presentava pattini semicircolari. Questi sono stati installati su tutti gli M3A4 di produzione. Sono state apportate modifiche incrementali ai carrelli per aumentarne la resistenza e l'affidabilità, in particolare con l'uso dei cingoli in acciaio più pesanti. I primi pattini sembrano essere stati sostituiti sulla M4A4 dopo circa 150 unità. Un nuovo pattino (inserto) con un'area di contatto più ampia è stato installato a partire da agosto e termina all'inizio del 1943.



L'uso di cingoli in acciaio ha creato un problema di attrito con lo slittamento del binario. Questo è stato risolto con l'aggiunta di un distanziatore (1) che ha sollevato il rullo di ritorno di circa un pollice. La produzione Chrysler incorporò il distanziale all'inizio del 1943. Nell'estate del 1943 fu fornito anche un kit di modifica, in modo che potesse essere adattato a qualsiasi Sherman costruito senza di esso. All'inizio del 1943 fu introdotto anche il tipo "finale" di bracci del carrello (2). Per evitare che i bulloni della piastra di sfregamento del braccio del carrello si allentassero, questi erano fissati nella parte inferiore con un dado. I "fori per le chiavi" fornivano l'accesso ai dadi. Chrysler sembra aver introdotto il tipo "finale" di pattino (3) nel febbraio 1943. Riteniamo che l'unità carrello mostrata sopra sia tipica di quelle installate sugli M4A4 dal marzo 1943 fino alla fine della produzione a settembre. Modellisti e restauratori potrebbero notare l'uso di "viti a testa cilindrica" ​​(4) per fissare il cappuccio della staffa del carrello. Questo può essere paragonato alla configurazione di dadi e bulloni mostrata nel riquadro. A differenza di altri costruttori, Chrysler ha continuato a utilizzare viti a testa cilindrica fino alla fine del 1943. Molti dei carrelli forniti a Chrysler possono essere visti con la data di produzione inserita. Questi generalmente precederanno la data di accettazione del serbatoio di un mese o due. Il nostro esempio è datato 4-43.



Chrysler sembra aver iniziato la produzione di M4A4 con cingoli in gomma T48 chevron. Durante la produzione, si nota che il rapporto tra cingoli in gomma e acciaio era di circa il 50%. A differenza degli Stati Uniti, i britannici preferivano i cingoli d'acciaio e notarono che "Chrysler completerà l'ordine di 6000 [T54E2] il 15 dicembre [1942] ed è stato ora deciso che produrranno il tipo T62. sviluppato da questo ditta." Interpretiamo questo nel senso che il T54E2 o "Cuff Type" sarebbe stato sostituito dal T62 all'inizio del 1943. Questi 3 tipi sono le tracce più comunemente viste nelle foto d'epoca degli M4A4 di nuova produzione. Tuttavia, notiamo che altri, come il "blocco fuso T49 con battistrada parallelo interrotto" possono essere visti su alcuni dei 1610 M4A4 ricondizionati per British Lend Lease da dicembre 1943 a ottobre 1944.




Gli M3A4 e alcuni dei primi M4A4 sono stati spediti con i fori del vano della costola cancellati. Tuttavia, è stato riscontrato che i serbatoi di carburante dei primi M4, M4A1 e M4A4 hanno subito una condizione di calore eccessivo, che ha causato giunti di saldatura fusi e altri rischi di incendio. Ciò è stato risolto con l'aggiunta di una coppia di coperchi del vano delle costole con griglie di ingresso dell'aria che consentivano un maggiore flusso d'aria, come mostrato nell'illustrazione del Manuale tecnico in alto a sinistra. Il TM ha anche notato che a partire dal numero di serie M4A4 17794, i serbatoi del carburante erano racchiusi in un isolamento. Alcuni dei primi M4 e M4A1 erano dotati di "prese d'aria" saldate insieme. Si pensa che queste siano state aggiunte post-produzione, modellate da Tank Depots. Potrebbero essere stati adattati ad alcuni dei primi M4A4, ma conosciamo solo un esempio: il terzo M4A4 di produzione (SN 4807). Il getto standard mostrato in alto a destra è entrato nel gasdotto a DTA nell'agosto 1942. È stato realizzato nelle versioni sinistra e destra. Si noti che è stato montato in cima alla piastra di sponson, non all'interno. Il lungo bullone che si intravede dietro la rete metallica, lo fissava allo scafo per mezzo di una fascetta.


Il layout del ponte del motore M4A4 è mostrato sopra sul numero di serie 18117, un'unità di produzione del gennaio 1943. La sezione più arretrata (1) è stata saldata allo scafo. A partire dal gennaio 1943, gli M4A4 furono equipaggiati con una mazza da 10 libbre montata su questa piastra. Le maniglie di sollevamento (2) sulla sezione centrale erano orientate da un lato all'altro su alcune delle prime unità, ma sembrano essere state riorientate dalla parte anteriore a quella posteriore durante l'agosto 1942. Il blister dell'armatura fusa (3) proteggeva la parte superiore del massiccio radiatore e incluso un tappo di riempimento dell'acqua. La griglia di aspirazione dell'aria (4) era composta da 17 tondini di acciaio ravvicinati. Curiosamente, le piastre paraspruzzi corte e lunghe (5) non erano sempre saldate alla griglia di aspirazione dell'aria come si vede in questo esempio.


In alto a sinistra viene fornita una vista più ravvicinata delle piastre antispruzzo saldate alla griglia della presa d'aria come si vede sul numero di serie 19617, un'unità di produzione dell'aprile 1943 allestita da Chrysler con una prima versione di HVSS. Questa configurazione è presente anche sul pilota M4A4. Tuttavia, il nostro esame delle foto d'epoca e degli M4A4 sopravvissuti, mostra che in molti casi le piastre erano saldate allo scafo. Ad esempio, il numero di serie 4807, la terza unità di produzione può essere vista in alto a destra in questa configurazione alternativa. Ciò avrebbe creato un problema di intercambiabilità, ma non abbiamo riscontrato alcuna corrispondenza Chrysler o Ordnance che ne discuta. La nostra speculazione è che la preferenza potrebbe essere stata quella di avere queste parti saldate in modo permanente allo scafo. Tuttavia, la tolleranza dell'anello della torretta sembra essere variata da quasi nulla a un pollice, quindi se lo splash non poteva adattarsi allo scafo stesso, veniva invece apposto sulla griglia della presa d'aria.




Si dice che l'M4A4 mostrato sopra abbia servito con il Reggimento dei Tre Fiumi in Sicilia, Italia e Paesi Bassi. È stato restituito al Canada come "Trofeo di guerra" ed è esposto come monumento a Trois Riviers, nella provincia del Quebec. Per qualche ragione, il suo cannone originale da 75 mm è stato sostituito con un cannone anticarro da 17 libbre. Questo serbatoio è il numero di serie 5235, che indica l'accettazione del settembre 1942. In questo esempio, le piastre antispruzzo dei proiettili sono saldate alla griglia della presa d'aria. Abbiamo notato su diversi M4A4 sopravvissuti che il numero di serie del serbatoio è stampato sui pannelli su ciascun lato della griglia di aspirazione. Questo potrebbe essere stato fatto durante l'assemblaggio per garantire che la configurazione appropriata del proiettile fosse installata su un singolo serbatoio? Sfortunatamente, la maggior parte degli M4A4 sopravvissuti, in particolare i Transformés francesi, mancano di queste parti, ma se qualche lettore fosse in grado di esaminare un M4A4 relativamente originale, saremmo lieti di avere un rapporto.



La foto sopra è stata scattata al Detroit Tank Arsenal nel marzo 1944 durante il programma di rigenerazione. Si può notare che il carro armato in primo piano ha le piastre antispruzzo dei proiettili montate sullo scafo, forse con un leggero sbalzo. Abbiamo visto "sbalzo" e "completamente sullo scafo" sugli esempi sopravvissuti. Notare che la sezione lunga è in due pezzi uniti alla linea centrale del serbatoio. Alcuni esempi sopravvissuti arrivano a un punto leggermente arretrato in questo incrocio. Anche se non possiamo confermare, sembra possibile che le piastre antispruzzo dei proiettili siano state "forzate" sullo scafo per uniformità durante il programma di rigenerazione. Anche il proiettile (1) che circonda l'alloggiamento dell'estintore è stato introdotto in aprile e adattato agli M4A4 rigenerati. Questo surround è stato installato fin dall'inizio su alcuni Sherman della serie M4. Nella maggior parte dei casi, era alto 3 pollici, leggermente più alto dell'alloggiamento dell'estintore. Al contrario, il surround dell'M4A4 era alto solo 2,5 pollici.



Non abbiamo trovato alcuna documentazione ufficiale riguardante i "piattini" mostrati in alto a sinistra. Sembra che siano stati installati in fabbrica solo su M4A4 e M4A6 e solo a partire dalla metà di aprile 1943. È stato notato che i fori di pianto originali erano troppo piccoli e spesso si ostruivano con detriti. L'acqua intrappolata all'interno degli schizzi della torretta potrebbe sporcare l'alimentazione di benzina del generatore ausiliario o causare un accumulo di sporco nella pista del cuscinetto della torretta. I fori di scolo sono stati allargati, e si presume che siano state aggiunte delle lastrine per proteggerli. Gli M4A4 ricondizionati sono stati adattati con fori allargati e piastre come richiesto. Sopra al centro mostra la dimensione originale del foro di scarico. A destra, si può vedere il foro più grande su un bersaglio a distanza M4A4 da cui è stata sparata via la piastra protettiva.



Lo Sherman V Crab in mostra al Tank Museum di Bovington è il numero di serie 19925 che indica la produzione dell'aprile 1943. Riteniamo che questo carro sia stato spedito "così com'è costruito" agli inglesi nell'estate del 1943 e convertito nei mesi successivi. 19925 è il primo esempio che possiamo documentare che ha installato sia le "piastrelle" che la cornice dell'estintore. Su questa unità, le sezioni del proiettile sono saldate allo scafo. Sono alti circa 2,5 pollici, così come il surround. Nota che la bassa torretta D50878 elimina a malapena questi oggetti. I resti di saldatura sulla griglia della presa d'aria suggeriscono che un tempo era stato installato un baule da guado di design britannico.



Come accennato in precedenza, non abbiamo trovato documentazione che spieghi il foro che compare sullo splash della torretta, solo sul lato sinistro, e solo su alcuni M4A4 prodotti fino alla fine del 1942. In alto a sinistra lo mostra sugli M4A4 con il Seriale più alto Numero che abbiamo incontrato finora: 16733. Questa unità di produzione del dicembre 1942 è stata ricostruita e successivamente convertita in Firefly. È in mostra al Pansarmuseet (Museo dei carri armati) ad Axvall, in Svezia. Alcune foto d'epoca mostrano quello che sembra essere un tappo idraulico da 1 pollice (in alto a destra) inserito dall'interno. Tuttavia, un amico ha recentemente esaminato il foro su un M4A4 e ha riferito che non è filettato.



Le piastre dell'armatura laterale della maggior parte degli M4A4 sopravvissuti hanno bordi superiori ben smussati, come si può vedere sul numero di serie 19617 in alto a sinistra. Nel luglio 1943, Chrysler passò all'uso di piastre di armatura laterali a taglio quadrato, una pratica già impiegata dalla maggior parte degli altri costruttori. Il nostro esempio a destra mostra il numero di serie 22169, un M4A4 di produzione dell'agosto 1943 in mostra ad Avranches, in Francia. Si pensa che, dall'agosto 1943 alla fine della produzione nel giugno 1945, tutti gli Sherman fabbricati presso l'arsenale di carri armati di Detroit siano stati costruiti con piastre corazzate laterali a taglio quadrato.



La configurazione dello scafo posteriore inferiore "as built" dell'M4A4 è mostrata sopra. A differenza di altri tipi di Sherman, lo scafo posteriore inferiore era orientato verticalmente. La sezione 1 era un getto a quarto di tondo con un'area rialzata al centro, alla quale era imbullonata la flangia dello sportello di accesso al motore. Le sezioni 2, 3 e 4 erano corazzate da 1,5 pollici. Un tubo di sfiato (5) scaricava i gas di scarico che si accumulavano nel carter. Il tubicino accanto era il troppo pieno del radiatore. I tubi di scarico a coda di pesce (inserto) sono emersi da ciascun lato del vano motore. I modelli successivi sono visti con 2 tubi di sfiato del basamento e un tubo di scarico per il generatore ausiliario.



L'Ordnance Department ha diretto l'installazione di cardini per il traino del rimorchio sugli Sherman a partire dall'aprile 1943. Tuttavia, è stato riscontrato che sugli M4A4 molti si piegavano in servizio, causando un disallineamento del supporto motore posteriore e rendendo impossibile l'apertura dell'accesso al motore porte. Di conseguenza, "è stato immediatamente bruciato il maggior numero possibile di nuovi serbatoi M4A4" e l'ulteriore installazione è stata sospesa. Gli inglesi affermano che 15 - 20 M4A4 sono "scivolati" attraverso Lend Lease con i pintel. Questo sarebbe stato il primo perno di traino di tipo "lungo" (sopra, a sinistra). Si pensa che questo problema non fosse limitato agli M4A4, e ha portato alla progettazione del pintel "corto", installato sugli Sherman di seconda generazione della serie. Gli inglesi non hanno avuto successo nella loro richiesta agli Stati Uniti di produrre e installare il loro progetto di traino a balestra su Lend Lease Shermans. In alto a destra c'è una foto di SN 19617. La sezione più bassa della flangia dello sportello di accesso al motore è stata rimossa e il "bump" a cui era imbullonato è stato asportato. Le cicatrici di saldatura suggeriscono che questa unità di produzione dell'aprile 1943 aveva la fabbrica di pintel installata, ma in seguito rimossa.



Il deflettore di scarico è stato introdotto al Detroit Tank Arsenal nel gennaio 1943. La foto in alto a sinistra lo mostra nella posizione "giù". Una coppia di cerniere sfalsate (1) fissava il deflettore allo scafo. Per l'accesso al motore, il deflettore può essere sollevato come mostrato a destra. Era fissato in posizione sollevata da una coppia di perni di bloccaggio (2). Questa produzione del febbraio 1943 M4A4 è stata filmata al Chester Tank Depot mentre veniva preparata per la spedizione all'estero. Si può vedere che le porte di accesso al motore erano sigillate e spruzzate con un "sigillante a mastice nero pesante". I componenti delle sospensioni sono stati spruzzati con un composto antiruggine noto come Par-Al-Ketone.



Chrysler ha utilizzato torrette basse D50878 per tutta la produzione M4A4. Continental Steel e American Steel Foundries erano i loro principali fornitori di getti per torrette. Le torrette prodotte da queste fonderie avevano una caratteristica non riscontrata su quelle colate da altre aziende: tre "protuberanze" di 1 pollice di diametro (1) nelle posizioni sopra indicate. Gli anelli di sollevamento (2) delle torrette Continental e ASF forniti a Chrysler non erano saldati, ma facevano parte della fusione complessiva. Si pensa che tutti tranne il pilota M4A4 avessero gli anelli di sollevamento della torretta posteriore in posizione "bassa".





Clicca sulle immagini per dimensioni maggiori

Sospettiamo che la foto sopra sia stata scattata all'incirca nello stesso momento dell'immagine precedente, ma più in basso nella catena di montaggio. Questi carri armati possono essere visti con scudi per cannoni che incorporavano gli anelli di sollevamento come parte del getto. Questa immagine è stata ampiamente "photoshoppata". I portelli installati sono stati scrupolosamente censurati. Il censore si è persino impegnato molto a "nascondere" i cingoli in gomma chevron, comprese le bobine a metà distanza a sinistra. Proprio dietro di loro, ci sono i depuratori d'aria. Sull'M4A4, questi erano installati all'interno del compartimento di combattimento, contro il firewall. A differenza di alcuni dei primi scatti di fabbrica a DTA, questi M4A4 possono essere visti come equipaggiati con le prese d'aria del cast.



Alla fine del 1942, fu fornito uno scudo per la mitragliatrice coassiale calibro .30 sugli Sherman dotati di attacco per mitragliatrice M34. È stato incluso come On Vehicle Material sui carri armati che erano previsti per la spedizione nelle zone di combattimento. Lo scudo MG (1) può essere visto sull'M4A4 "Pronto per l'emissione" mostrato sopra. La didascalia recita: "Presentazione dell'ultimo (sic) carro armato americano all'esercito francese ai sensi del Lend Lease Act alla discarica n. 165, Casablanca. 4 maggio 1943." Anche se questo potrebbe essere stato l'ultimo M4A4 presentato, ai francesi furono assegnati altri 382 M4A2 a partire dal maggio 1943. Questo carro era USA 3018776, con numero di serie 18470, accettato nel febbraio 1943. Non tutti gli M4A4 francesi Lend Lease erano dotato di "spot e lampada di segnalazione", ma 3018776 ha gli accessori (2) per esso. Sospettiamo che questa sia stata una delle prime unità ad avere questa fabbrica installata.



La foto in alto mostra gli M4A4 del 4e Escadron, 1er Régiment de Cuirassiers (5a divisione corazzata francese) in fila per l'ispezione alla Taylor Farm a Berkane, in Marocco nel 1944. Il conteggio delle teste suggerisce che i 274 M4A4 francesi Lend Lease originali sono stati prodotti a gennaio e Febbraio 1943. Così, nessuno di loro avrebbe avuto la visione diretta. Stimiamo che circa un terzo avrebbe avuto gli anelli di sollevamento dello scafo imbottiti. Forse meno della metà avrebbe avuto il cannone M34A1 solo nella configurazione "precoce", con gli anelli di sollevamento e la flangia dell'otturatore a vista sulla destra, come si vede sui primi due serbatoi nella foto. I supporti della pistola M34 sarebbero stati del tipo con gli anelli di sollevamento fusi sullo scudo della pistola e le estensioni laterali sullo scudo del rotore. La maggior parte o tutti sarebbero stati spediti con gli scudi mg coassiali come si vede nella foto. Questi serbatoi sono stati realizzati troppo presto per caratteristiche come le piccole piastre e i meccanismi di blocco dei portelli.



Il mirino originale del periscopio è stato trovato carente, quindi il dipartimento degli ordigni ha progettato un nuovo supporto per pistola che incorporava un telescopio a vista diretta. Un modello (sopra) è stato fotografato all'APG il 22 giugno 1942. I lati dello scudo del rotore sono stati estesi per proteggere il telescopio (1) e la mitragliatrice coassiale calibro .30 (2). Designato "Combination Gun Mount, M34A1", il nuovo design è stato rilasciato per la produzione il 16 ottobre 1942. La maggior parte delle modifiche allo Sherman sono state introdotte "con l'obsolescenza". Ciò ha permesso al produttore di esaurire le forniture delle parti vecchie, anche se le nuove parti sono state introdotte in produzione. L'aggiunta del telescopio a vista diretta è stata ritenuta così importante che l'M34A1 è stato inizialmente rilasciato "senza obsolescenza", con una data limite del 15 gennaio 1943. I produttori non hanno potuto ottenere tutte le parti necessarie per rispettare una scadenza così rigorosa, e alla fine, l'M34A1 non sostituì completamente l'attacco per cannone M34 nella produzione Sherman fino alla fine di aprile 1943.



La divisione DeSoto di Chrysler produceva supporti per cannoni e il Detroit Tank Arsenal fu uno dei primi ad adottare l'M34A1. Una nota della compagnia datata 22 gennaio 1943 afferma: "Abbiamo programmato l'attacco per cannone M-34A1 (76 mm) [sic] da incorporare nei carri armati dopo il n. 3499 M-4A4. Questo carro armato sarà costruito intorno al 15 febbraio e non prevediamo l'interruzione della produzione da realizzare.&rdquo Secondo i nostri calcoli, il 3499° M4A4 sarebbe stato intorno al SN 18652. Un rapporto sulla situazione britannico differisce leggermente nel notare che era stato avvisato che l'M34A1 l'attacco per pistola sarebbe stato installato sugli M4A4 a febbraio, a partire dal numero di serie 18531. Al momento, la prima foto d'epoca che abbiamo registrato che mostra un M4A4 nuovo di fabbrica con attacco per pistola M34A1 è SN 18776. Qualunque sia il numero di serie esatto, tutto questo ci lascia con pochi dubbi che la data di introduzione sia effettivamente avvenuta tra la metà e la fine di febbraio. Le foto sopra forniscono viste comparative dei getti di scudo per cannone M34A1 del primo e del tardo tipo. Il tipo tardo sembra essere stato introdotto da Chrysler all'inizio di maggio 1943, più o meno nello stesso periodo dell'incorporazione dei meccanismi di blocco del portello positivi.

Come originariamente progettato, la torretta D50878 da 75 mm di Sherman presentava una porta per pistola sul lato sinistro verso la parte posteriore. Il montaggio sopra mostra la porta della pistola nelle posizioni aperta e chiusa sia dall'interno che dall'esterno della torretta. Uno degli autori ha avuto di recente l'opportunità di utilizzare una porta per pistola e la sua prima impressione è stata che fosse molto più pesante del previsto. La maniglia a forma di L o "leva" fungeva da semplice puntello, che teneva aperta la porta e la bloccava in posizione mediante un "perno di bloccaggio della leva" (1) che poteva essere infilato in una "tacca" (2) con una rotazione del maneggiare. Per fissare la porta della porta della pistola in posizione chiusa, la maniglia è stata ruotata fino a quando un &ldquolatch&rdquo (3) fisso è entrato in contatto con un raccordo (4) saldato appena sopra l'apertura della porta della pistola. La &ldquolever handle&rdquo (5) è stata installata con un grip in gomma tipo bicicletta che manca in questo esempio.



Gli utenti hanno segnalato alcuni problemi con il dispositivo di blocco della porta della pistola. Inoltre, i test dell'Ordnance Department hanno rilevato che la porta della pistola era un punto debole balistico. Un paio di aree nella parte anteriore destra interna della fusione della torretta erano state assottigliate per consentire il corretto funzionamento del meccanismo di traslazione. Quando i primi Sherman entrarono in combattimento, le truppe iniziarono a riferire che il nemico mirava a questi "punti sottili". Nell'aprile del 1943, la torretta D50878 fu rivista per eliminare la porta della pistola e "aumentare lo spessore della torretta nell'area del meccanismo di traslazione". I getti revisionati della torretta iniziarono ad entrare nella pipeline di produzione di Chrysler intorno a giugno 1943. Si stima che gli ultimi 1600 M4A4 siano stati prodotti con torrette "senza porta per pistola" o torrette precedenti con porte per pistola saldate. Sopra fornisce due viste di M4A4 in attesa di spedizione all'estero al porto di imbarco di Hampton Roads nel settembre 1943. Questi carri armati sarebbero stati prodotti a metà del 1943 e possono essere visti senza torrette con attacco per pistola e gli scudi di sabbia di "tipo intercambiabile", che sono stati standardizzati per l'M4A4 a maggio. Alcuni dei numeri WD britannici registrati da questa serie di foto sono T-212566, T-212567 e T-212573.



A partire dalla metà del 1943, i depositi di carri armati furono indirizzati a saldare le porte delle pistole sugli Sherman che lavoravano per la spedizione. Poiché i carri armati con o senza torrette porta pistola sono stati consegnati alle truppe, il feedback è stato universalmente negativo. Senza la porta della pistola, spesso ci volevano tre uomini per caricare le munizioni. Un uomo a terra ha passato i colpi a un uomo in piedi molto esposto sul carro armato, che ha passato i colpi a un uomo nel portello del comandante. È stato necessario un solo uomo a terra, e in qualche modo protetto dal carro armato, per passare le munizioni a un uomo al porto della pistola. "In risposta ai requisiti britannici", tutti i carri armati loro assegnati e in attesa di essere processati nei depositi, sono stati esentati dalla direttiva "saldare il porto della pistola". Tuttavia, il Commonwealth ha ricevuto molti Sherman con porte di pistola saldate. La scena sopra raffigura uno di questi M4A4 del Reggimento Pretoria, 6a divisione corazzata sudafricana, vicino a Monzuno, Italia, 28 dicembre 1944. In risposta alla richiesta, il porto della pistola fu ripristinato il 23 luglio 1943, ma le nuove fusioni della torretta non iniziò ad entrare in produzione fino alla fine del 1943.



Le foto d'epoca mostrano che 2 dei prototipi Firefly (Sherman Vc) (T-148350 e T-148471) avevano porte per pistola saldate, ma senza la modifica dell'applicazione della torretta. Questa combinazione era probabilmente alquanto insolita nel servizio di combattimento, in quanto l'idea nell'estate del 1943 era di correggere i difetti della torretta D50878 originale con l'aggiunta di queste modifiche. La lucciola a Bovington è un altro esempio del genere. Va notato che i kit di patch della torretta sono stati resi disponibili al Commonwealth per la modifica sul campo nei mesi precedenti il ​​D-Day. Nonostante la loro posizione a favore del porto della pistola, è ovvio nelle foto d'epoca che il programma britannico Firefly ha coinvolto un gran numero di M4 e M4A4 che avevano saldato o senza torrette con attacco per pistola. Il programma di conversione iniziò nel gennaio 1944, e molti dei nuovi, adatti Lend Lease Sherman con supporti per cannoni M34A1 e Oil Gear Power Traverse sarebbero stati privi di porte per pistole funzionanti. Foto a sinistra per gentile concessione di Mathieu George.

A metà del 1943, furono prodotti kit di applique per armature per proteggere i "punti sottili" sui getti di torrette precedenti. Circa 900 dei primi di questi sono stati spediti al Teatro delle Operazioni del Mediterraneo, e sono arrivati ​​a settembre. L'applique della torretta è spesso l'unica modifica vista sugli Sherman di prima produzione in servizio in Italia. Ulteriori spedizioni sono state effettuate nel Regno Unito a partire da settembre per l'installazione sugli Stati Uniti e sugli Sherman alleati previsti per l'invasione del D-Day. Presto i funzionari dell'esercito degli Stati Uniti nel Regno Unito riferirono all'ufficio del capo dell'artiglieria che la toppa da 350 libbre accoppiata con il peso del supporto per cannoni M34A1, creava una condizione della torretta pesante sul naso che richiedeva 1100 libbre di contrappeso. OCO ha respinto l'idea del contrappeso, con il consiglio che il retrofit dei nuovi meccanismi di traslazione dell'ingranaggio dell'olio che erano in viaggio verso il Regno Unito a novembre e dicembre era la soluzione approvata dall'Ordnance al problema del naso pesante. Sembrerebbe che solo la fabbrica Chrysler abbia installato le toppe della torretta per saldare le torrette delle porte della pistola utilizzate sugli M4A4 in agosto e settembre, gli ultimi 2 mesi di nuova produzione. Era un articolo standard dove necessario su ogni M4A4 rigenerato. La foto sopra mostra la forma e l'aspetto generale della toppa utilizzata da Chrysler. Notare la lavorazione sul bordo inferiore della fusione della torretta (freccia). Questo non è presente su tutte le torrette D50878, ma è comunemente notato sulle torrette degli M4A4 sopravvissuti.



Citato da un rapporto sullo stato britannico. "L'installazione del 2" Smoke Mortar diventa effettiva sul veicolo n. 7300. Ciò significa che i serbatoi che escono dalla linea di produzione a partire dal 26 agosto saranno dotati di tali mortai. Poiché vengono prodotti solo un totale di 7500 M4A4, otterremo 200 serbatoi dalla produzione finale con questi mortai oltre al. M4A4 rielaborati." Gli inglesi hanno ripetutamente richiesto che la malta fosse fornita e installata dagli Stati Uniti come articolo standard sugli Sherman. Si è ritenuto che un'operazione di fresatura in fabbrica del foro sarebbe stata preferibile. Nonostante la difficoltà di bruciare il foro nella torretta , che ha anche indebolito l'armatura circostante, un certo numero di Sherman di produzione precedente, in particolare le conversioni Firefly, sono stati adattati con lo Smoke Mortar nelle officine del Commonwealth.I britannici hanno spesso aggiunto una pettinatura di forma ovale come mostrato a destra. tela (?) copertina, che, secondo uno schema britannico, è stata tenuta "nel bidone posteriore". Va inoltre notato che i depositi di carri armati statunitensi sono stati incaricati di installare la modifica del mortaio fumogeno a partire dall'autunno del 1943. Foto a sinistra per gentile concessione di Carl J.Dennis.




L'introduzione delle protezioni a periscopio e del mirino del comandante nei nuovi M4A4 di produzione è alquanto torbida. Le foto sopra mostrano USA 3031035, che è stato estratto dalla linea del Detroit Tank Arsenal e installato con le sospensioni e i cingoli Allis Chalmers sviluppati per il progetto del trattore ad alta velocità M6. Questo sarebbe stato circa il 7356th M4A4 prodotto su 7500. Si può vedere che 3031035 ha una torretta saldata con attacco per pistola con malta fumogena. Ha quasi tutte le modifiche disponibili fino al settembre 1943, inclusa la suite completa di applique per armature e il blocco da viaggio della pistola. Tuttavia, è "ancora" dotato del mirino a lama del comandante originale e manca delle protezioni periscopio. Le nuove protezioni per mirino e periscopio stavano appena entrando nella pipeline di produzione quando Chrysler ha terminato la produzione di M4A4. A parte l'elaborazione dei serbatoi per la spedizione, i depositi di serbatoi servivano come dispositivi di sicurezza per le modifiche. Quando i rifornimenti divennero disponibili nell'autunno del 1943, i depositi furono incaricati di installare questi articoli sugli Sherman programmati per la spedizione all'estero. Sospettiamo che l'uso di torrette saldate con porte per pistola (al contrario di quelle senza porte per pistola) così tardi nella produzione, potrebbe essere stato un "ultimo disperato" tentativo di utilizzare le scorte rimanenti delle torrette precedenti.




La "Sun Compass Bracket" (cerchiata) è presente su molte delle torrette di Commonwealth Lend Lease Shermans. Il Sun Compass visto su alcuni AFV britannici durante la campagna del Nord Africa era un affare di tipo disco, come su Monty's Grant (riquadro). Avrebbe potuto essere utile per la navigazione negli anonimi deserti dell'Egitto e della Libia, ma era appena necessario nelle successive campagne in Europa. Nonostante la discutibile utilità, a partire dalla metà del 1943 circa, gli inglesi prevalsero sugli Stati Uniti per far saldare il raccordo a Tank Depots a tutti gli Sherman assegnati al Commonwealth Lend Lease. Non abbiamo trovato un elenco di modifiche del deposito per l'M4A4, ma in alto a destra mostra quelle per l'M4A2 "britannico" al deposito di Chester Tank a partire dal 22 ottobre 1943. "Installare le staffe della bussola solare" è l'articolo 12. Si potrebbe supporre che una bussola solare è stata fornita anche come materiale del veicolo?






L'esercito degli Stati Uniti voleva terminare la produzione di Sherman da 75 mm alla fine del 1943. Tuttavia, citando il generale Bernard Montgomery, "Il cannone nel carro armato deve essere in grado di sparare un buon proiettile HE. Per questo motivo non vogliamo assolutamente alcun 76 mm. Sherman." Pertanto, gli inglesi continuarono a richiedere modelli da 75 mm nel 1944. Fu concordato che gli Sherman da 75 mm nelle mani delle truppe negli Stati Uniti sarebbero stati raccolti e ricostruiti per soddisfare il più possibile i requisiti del Commonwealth. Questo consenso in realtà combaciava perfettamente con la politica degli Stati Uniti "Che i carri armati ricostruiti siano utilizzati per soddisfare i requisiti degli aiuti internazionali nella misura necessaria per assicurare l'equipaggiamento delle truppe degli Stati Uniti nei teatri di combattimento con i veicoli di ultima generazione". Gli M4A4 furono richiamati al Detroit Tank Arsenal a partire dall'estate del 1943. Ad esempio, si dice che la 7th Armored Division avesse 232 M4A4 a portata di mano a Camp Young, in California. 100 erano in transito verso la DTA alla fine di giugno 1943. Si pensa che la scena sopra sia stata fotografata nella primavera del 1943. Mostra gli M4A4 di produzione del 1942 del 40° Reggimento Corazzato del 7° d.C. durante le manovre al Desert Training Center. Da notare l'assenza di faretti e staffe per gradini.



Gli inglesi e gli Stati Uniti hanno concordato alcune condizioni per quanto riguarda gli Sherman rigenerati. Tutti i carri armati sarebbero stati dotati di supporti per cannoni M34A1 e Oil Gear Power Traverse. Questi furono considerati necessari dagli inglesi, in quanto pianificarono di convertire un certo numero di questi carri armati in Fireflies. Avevano anche intenzione di convertire molti in vari tipi di "Funny Tanks", inclusi veicoli di recupero e flagelli da miniera. A tal fine, hanno richiesto che 600 fossero spediti "Completely Knocked Down" (CKD). Questo è stato spesso fatto con veicoli a ruote, dove i componenti sono stati imballati per risparmiare spazio di spedizione. I veicoli sono stati poi assemblati in teatro. La richiesta CKD è stata respinta dagli Stati Uniti, poiché il protocollo Lend Lease prevedeva la spedizione di carri armati pronti per il combattimento, non una raccolta di parti non assemblate. Tuttavia, Chrysler fu incaricato di fornire agli inglesi tutto ciò che era rimasto alla fine del programma di ricondizionamento M4A4. Presumibilmente, questo "acquisto di pezzi di ricambio di tutti i tempi" includeva motori Multibank, treni di potenza differenziali Chrysler in 3 pezzi e altri componenti non più necessari per i successivi Sherman prodotti dall'arsenale di carri armati di Detroit. La famosa foto sopra è datata giugno 1944. Le file di M4A4 usate a sinistra e al centro sono su "linee di smontaggio", dove saranno completamente smontate. Alcune unità in via di completamento possono essere viste sulla destra insieme ad alcuni nuovi M4A3(105) di produzione. Da una nota della società datata 30 ottobre 1943, "La ricostruzione di questi serbatoi richiede un lavoro due volte e mezzo superiore rispetto all'assemblaggio dei serbatoi nuovi. Devono essere completamente abbattuti, quindi ogni parte verrà ispezionata, pulita, ricondizionata o sostituita, qualunque siano le esigenze. Anche alcune modifiche devono essere apportate. A tutti gli effetti devono essere l'equivalente di nuovi carri armati quando lasciano l'Arsenale.&rdquo



I progettisti del T6 (pilota Sherman) hanno preso la sfortunata decisione di posizionare gran parte delle munizioni da 75 mm "in alto" nel corpo del carro armato. Già nel giugno 1942, i britannici contattarono l'US Ordnance e raccomandarono che i proiettili fossero trasferiti in posizioni meno esposte "al di sotto della linea di sponson", nel pavimento dello scafo. Ciò avrebbe potuto essere fatto, ma avrebbe creato una grave interruzione della produzione che gli Alleati semplicemente non potevano permettersi alla fine del 1942. Alla fine, la maggior parte dei proiettili fu riposizionata sul pavimento dello scafo come parte della grande riprogettazione della serie M4 iniziata nel luglio 1943. Questi Sherman di "seconda generazione" entrarono in produzione a partire dal gennaio 1944, ma, a quel punto, c'erano migliaia di Sherman sui fronti di combattimento con l'originale stivaggio delle munizioni. Ordnance ha escogitato un piano per fornire loro una maggiore protezione, che divenne nota come modifica "Quick Fix". L'illustrazione del Manuale tecnico sopra mostra la configurazione di stivaggio delle munizioni M4A4 originale. Si noti che 30 dei 98 colpi trasportati sono stati immagazzinati sul pavimento dello scafo (evidenziato in blu). I round rimanenti si trovavano in posizioni più vulnerabili nel cestello della torretta o sugli scaffali degli sponsor e sono evidenziati in rosa.



20.000 kit "Quick Fix" sono stati prodotti da luglio a settembre 1943. I produttori hanno iniziato a installarli su Sherman di nuova produzione ad agosto. Quando i rifornimenti divennero disponibili nell'autunno del 1943, Tank Depots riadattò il mod agli Sherman destinati alla spedizione all'estero. Con questa modifica, le piastre "protezione laterale sponson" da 1 pollice (disegni Chrysler mostrati sopra) sono state saldate all'esterno del serbatoio nelle aree delle rastrelliere delle munizioni sponson. All'interno, gli scaffali erano racchiusi e "portati" in un'armatura da 1/4 di pollice. Il cestello della torretta è stato "scheletrato", il che significa che la grata in lamiera è stata rimossa. Questa era una raccomandazione del Commonwealth. Avevano sperimentato la "scheletrizzazione" su alcuni dei loro primi Sherman per fornire più opzioni di fuga, poiché la grata tendeva a isolare l'equipaggio della torretta dai piloti. I colpi pronti sono stati ritenuti "vale la pena rischiare" dagli inglesi, anche se qualsiasi colpo agganciato alla parete del cestello della torretta, ha sconfitto lo scopo della scheletrizzazione. Un disegno britannico ha fornito un'opzione per un totale di "5 rds blindati" agganciati accanto al sedile del caricatore. Tuttavia, la modifica "Quick Fix" ha eliminato completamente i 12 round pronti non protetti originali.


Un ufficiale britannico ha descritto la modifica Quick Fix "come né rapida né una soluzione", poiché le rastrelliere per le munizioni NON sono state riposizionate "al di sotto della linea di sponsorizzazione" e l'intera procedura ha richiesto oltre 140 ore di lavoro. È stato necessario rimuovere la torretta per adattare le piastre e le porte dell'armatura da 1/4 di pollice ai rack delle munizioni. Sopra mostra 3 dei cassonetti blindati all'interno di un M4A1 restaurato. (Speriamo di poter fornire una foto simile di un M4A4 in futuro.) I 30 colpi direttamente dietro il portello di fuga erano dotati di una porta blindata pieghevole (1). Anche le 17 (2) e 15 (3) rastrelliere rotonde sullo sponson destro erano racchiuse in un'armatura e dotate di porte. La cremagliera rotonda da 15 sullo sponson anteriore sinistro e la cremagliera pronta da 8 round sul pavimento del cestello della torretta sono state protette in modo simile. Foto per gentile concessione di Roger Condron.



In alto a sinistra mostra una pila di cesti originali della torretta in un impianto di rigenerazione. Si può vedere che il cestino aveva 3 aperture, ma a seconda dell'orientamento della torretta durante le emergenze, i membri dell'equipaggio potevano essere intrappolati all'interno o all'esterno del cestino. In alto a destra offre una vista insolita di un cestello della torretta scheletrato all'interno di un M4A4 smontato. Per riposizionare le rastrelliere delle munizioni sul pavimento dello scafo sulla serie di Sherman di seconda generazione, il cestello della torretta è stato sollevato fino al livello degli sponsor. Cioè, il "pozzo" del progetto originale, come rappresentato dal punto 1, è stato eliminato.



Gli equipaggi amavano trasportare quante più munizioni possibile e c'era "una richiesta universale di rastrelliere pronte da parte dei comandanti sul campo di battaglia". Tuttavia, i 12 colpi agganciati alla parete originale del cestello della torretta sono stati eliminati dalla modifica Quick Fix, nonché dalla riprogettazione Sherman di "seconda generazione". Quindi, gli unici colpi immediatamente disponibili nella torretta erano in un bidone blindato ai piedi del caricatore. Questa decisione è stata controversa quasi quanto la decisione di eliminare il porto della pistola. I sostenitori del round ready hanno vinto con la sostituzione dello Sherman, l'M26, poiché includeva 10 round pronti. Sospettiamo che le istruzioni per rimuovere i round pronti non siano sempre state seguite quando la modifica Quick Fix è stata eseguita "sul campo" senza contratto. Alcuni M4A4 ricondizionati sopravvissuti sono stati notati per avere le vecchie clip rotonde pronte. La domanda su quando e dove è stato fatto questo richiede ulteriori studi. Un rapporto britannico afferma che le officine di base in Medio Oriente hanno apportato una modifica ai kit di riparazione rapida. "Tutte le conversioni includono l'aggiunta di un altro strato di quattro round al cestino esistente di otto round ready sul pavimento della piattaforma".



L'armatura applicata su un M4A4 nuovo o rigenerato è stata applicata in modo molto accurato con il cordone di saldatura che scorre "con la grana" come mostrato sopra. La saldatura ha spesso un aspetto leggermente diverso sulle piastre applicate sul campo o in un deposito di cisterne. Il numero di parte A347061 è stato utilizzato su entrambi i lati nella parte anteriore. Nella maggior parte dei casi, Chrysler (o il suo subappaltatore) sembra aver applicato l'intera piastra sul davanti destro, ma in alcuni casi, il bordo anteriore superiore è stato leggermente tagliato per evitare il cordone di saldatura (inserto).




A partire dall'agosto 1943, furono prodotti 10.000 dei cosiddetti kit di modifica "hatch guard" per l'installazione su Sherman di nuova produzione, oltre a quelli già all'estero o programmati per la spedizione in zone di combattimento. È stato riferito che DTA ha iniziato a installare questa mod sui nuovi M4A4 nell'agosto 1943 al numero di serie 22161. Era anche standard sugli M4A4 1610 ricostruiti. Per qualche ragione, l'ordine di lavoro di modifica dell'assistenza sul campo pubblicato alla fine di agosto si applicava solo agli Sherman M4 e M4A3. Pertanto, è abbastanza comune vedere foto di combattimento di M4A2 e M4A4 con l'applique Quick Fix, ma non le piastre di protezione del portello. D'altronde i Tank Depots non hanno discriminato al riguardo, ma sono stati indirizzati ad installare la mod su tutti gli Sherman processati per International Aid.




Sebbene l'FSMWO non fornisca istruzioni per tale processo, è stato notato che alcuni M4A4 sopravvissuti hanno avuto le visiere a visione diretta saldate prima dell'installazione delle piastre di armatura. Questo può essere visto in alto a sinistra su un M4A4 rigenerato che aveva le piastre di protezione del portello sparate via su un raggio di tiro. L'FSMWO ordina che sui serbatoi dotati di un anello di fissaggio del parapolvere, la sezione superiore dell'anello venga tagliata e rimossa. La sezione doveva essere piegata e riapplicata alla piastra di protezione del portello, ma le istruzioni indicano che il coperchio antipolvere potrebbe "non adattarsi perfettamente" in seguito. Si pensa che il Detroit Tank Arsenal abbia semplicemente sostituito i vecchi anelli di fissaggio con quelli nuovi, come mostrato in alto a destra.





Richard Hunnicutt, autore del magnifico "Sherman, A History of the American Medium Tank", ha descritto il carro nella foto sopra come "un M4A4 di tarda produzione". Tuttavia, il numero USA, 3017084, indica che è stato originariamente accettato nel dicembre 1942. La confusione sorge perché un M4A4 costruito nell'agosto o settembre 1943 (gli ultimi 2 mesi di produzione) avrà molte delle stesse modifiche di un rigenerato lavoro. Molti degli M4A4 ricostruiti erano di produzione del 1942, quindi alcuni segni rivelatori di un M4A4 rigenerato rispetto a un M4A4 di produzione tardiva possono essere la presenza di caratteristiche più vecchie come la visione diretta, anelli di sollevamento dello scafo imbottiti e differenziali "senza labbro". Gli M4A4 ricostruiti erano equipaggiati con il nuovo mirino a palette del comandante, mentre il DTA sembra aver terminato la nuova produzione con il vecchio mirino a lama. In alcuni casi, entrambi i mirini sono presenti nelle foto d'epoca, il che indicherebbe che il nuovo mirino a palette è stato aggiunto come modifica. Gli M4A4 di ultima produzione avevano torrette saldate o prive di porte per pistola, mentre la maggior parte o tutte le revisioni avevano torrette con porte per pistola funzionanti e la patch applique "sottile". Si noti che la staffa del gradino è stata eliminata con l'introduzione del blocco corsa della pistola.



Lo Sherman splendidamente conservato nella foto sopra è in mostra all'Imperial War Museum di Londra. Questo serbatoio ha tutte le caratteristiche di un M4A4 rigenerato DTA. Il numero di serie 193888 è stampigliato sui ganci di traino anteriori e posteriori. Ciò indica che è stato accettato nel marzo 1943. Dal numero di serie, possiamo determinare attraverso una formula matematica che questo serbatoio è stato assegnato USA 3019694. In assenza di una foto d'epoca o altra documentazione, non ci sarebbe modo di confermare se il dipinto sul numero WD, T-232274, è autentico. Dal punto di vista del conteggio delle teste, possiamo osservare che i numeri WD degli M4A4 "rielaborati", come li chiamavano gli inglesi, rientrano quasi tutti nei range T-23XXXX e T-28XXXX. Se questo serbatoio ha ancora la sua targa dati, saremmo molto interessati a vederne una foto. L'esame degli esempi sopravvissuti suggerisce che le aziende che hanno ricostruito gli Sherman hanno sostituito la targhetta originale con una nuova. Dal momento che Chrysler era sia il produttore originale che il rigeneratore, ci siamo chiesti cosa hanno fatto? Entrambe le foto sopra per gentile concessione di Carl J. Dennis.



Esiste una correlazione matematica tra il numero di serie dell'ordigno e il numero di registrazione USA degli AFV costruiti per l'esercito americano durante la seconda guerra mondiale. Gli inglesi scelsero di utilizzare il proprio dipartimento di guerra o sistema "T-Number" sui loro Lend Lease Sherman. Questi numeri sono stati assegnati a ciascun carro armato da un rappresentante britannico e dipinti nei depositi prima che i carri armati venissero spediti. Ci è stato chiesto numerose volte, ma NON c'è alcuna correlazione tra il numero T e il numero di serie di un carro armato costruito negli Stati Uniti. Pertanto, non c'è modo di determinare il produttore o la data di produzione di uno Sherman se tutto ciò che si conosce è il numero T. Tuttavia, c'è una cronologia vaga nel modo in cui i numeri T sono stati assegnati. In generale, gli Sherman di produzione precedente avranno numeri T più bassi. Gli Sherman ricondizionati sarebbero l'eccezione, poiché sono stati spediti nel 1944. La tabella sopra è un sondaggio molto informale "contando le teste" degli intervalli di numeri T che riteniamo fossero esclusivi dell'M4A4. Potrebbero esserci stati alcuni con i numeri T-26XXXX. Abbiamo registrato alcuni elenchi testuali in quella gamma in cui i serbatoi sono stati descritti come M4A4 o Sherman V. Questi potrebbero essere errori di battitura, poiché le foto d'epoca degli Sherman nelle gamme T-26XXXX mostrano un mix di modelli di motori radiali, tra cui M4 (75 )s, M4A1(76)s e M4(105)s. In ogni caso, al momento, non siamo a conoscenza di foto che mostrino M4A4 con numeri T-26XXXX chiaramente leggibili.

Uso della seconda guerra mondiale dell'M4A4



Durante la seconda guerra mondiale, l'M4A4 è stato utilizzato da più nazionalità di qualsiasi altro tipo di Sherman. Le forze di Gran Bretagna, Canada, Francia, Polonia, Sud Africa, Nuova Zelanda, Cecoslovacchia, India, Cina e Stati Uniti hanno tutte impiegato il carro armato in combattimento. Ai sovietici furono assegnate 2 unità per la valutazione nel settembre 1942. Yuri Pasholok pubblicò un articolo online, in cui i rapporti sui test sovietici annotavano che si trattava di USA 3057449 e 3057484. Entrambi sarebbero stati accettati nell'ottobre 1942. Sono arrivati ​​in URSS attraverso l'Iran alla fine di maggio 1943, 8 mesi dopo la loro produzione. Questo è quasi il doppio del tempo medio di spedizione all'estero per un nuovo Sherman e riflette la difficoltà incontrata nell'ottenere forniture di Lend Lease all'URSS. I sovietici rifiutarono l'uso dell'M4A4, poiché trovavano il motore Multibank troppo complesso, e notarono che il consumo di carburante superava di gran lunga quello del loro modello Sherman preferito e l'M4A2 con motore diesel. L'originale M4A4 in mostra all'Armor Museum di Kubinka ha il numero di registrazione USA 3057449 stampato nell'alloggiamento del differenziale, a indicare che si trattava di una delle unità di prova. Se questo serbatoio è relativamente "costruito" all'interno, sarebbe un prezioso riferimento storico. Foto per gentile concessione di Craig Moore.



Per la maggior parte del conflitto, l'M4A2(75) con motore diesel è stato il tipo predominante di Sherman utilizzato dal Commonwealth in Italia. Non tutti i rapporti "AFV Situation" britannici suddividono le proprietà Sherman per tipo, ma il 20 novembre 1943 fu riportato che c'erano 1135 M4A2 "con formazioni" o in riserva in Italia e Nord Africa. Come per la Sicilia, la 1a Brigata Corazzata canadese sembra essere stata l'unica unità in Italia a combattere con M4A4 in quel momento, e si dice che ne tenesse 153. La 1a Divisione Corazzata britannica è l'unica altra formazione elencata con M4A4 (64) , ma si stavano riorganizzando in Nord Africa, e non arrivarono in Italia fino al maggio 1944. Altri 377 M4A4 erano elencati con "Ordnance and Training" (presumibilmente per altre unità del Commonwealth che si stavano formando in Nord Africa) e 101 erano in transito dal NOI. Sopra mostra quelli che si pensa siano M4A4 dell'Ontario Regiment, 1st Canadian Armored Brigade nella Liri Valley, circa maggio 1944. Il serbatoio di piombo può essere visto con le strisce intercambiabili dello scudo di sabbia e altre caratteristiche che suggeriscono la produzione dell'estate 1943. Molto probabilmente, questo M4A4 è stato ricevuto in sostituzione alla fine del 1943 o all'inizio del &lsquo44. Nel marzo 1945, il 1st Canadian Corps (incluso il 1st CAB), si ridistribuì nell'Europa nordoccidentale dove terminò la guerra con il resto dell'esercito canadese d'oltremare. Foto per gentile concessione dell'esercito canadese.



Gli M4A4 continuarono ad arrivare in teatro, tanto che entro il 23 settembre 1944 il numero di Sherman V registrati come "con formazioni" in Italia era aumentato a 961, quasi alla pari con i 992 M4A2 segnalati. La 1st Canadian Armored Brigade, che aveva debuttato il tipo in Sicilia, era l'unica formazione Sherman all'epoca composta interamente da M4A4 a 174 unità. Le altre unità avevano un mix di tipi Sherman. Ad esempio, anche la 5a divisione corazzata canadese che aveva avuto il suo debutto in combattimento nel maggio 1944, è elencata con 174 M4A4, ma questa è integrata con 46 M4A1 (75). La 6a divisione corazzata sudafricana aveva il maggior numero di M4A4 in forza a 200, ma aveva anche 14 M4A1 (76), un "nuovo" modello di seconda generazione di Sherman, che era arrivato di recente nell'MTO. Questi, insieme a M4(105) e Fireflies, sarebbero stati distribuiti nell'MTO non appena disponibili. La veterana 1a divisione corazzata britannica, si era riorganizzata in Nord Africa ed è elencata con il gruppo più diversificato di Sherman, tra cui 33 M4A1 (75), 45 M4A2 (75), 75 M4A4, 28 M4A1 (76) e 17 M4(105)s. Infine, la 7a Brigata corazzata è segnalata come dotata di 105 M4A1 (75) e 56 M4A4. La foto sopra mostra un M4A4 chiamato "Falkirk" ed è intitolata: "Due carri Sherman del 6° Reggimento Reale Carri in azione contro postazioni di mitragliatrici tedesche sulle mura di San Marino, 19 settembre 1944". Sembrerebbe che il 6° RTR fosse equipaggiato con M4A4, mentre gli altri reggimenti della Brigata, il 2° RTR e il 7° Ussari, avevano M4A1(75). "Falkirk" può essere visto con molte modifiche del 1943, incluso il trattamento completo dell'applique, le protezioni periscopio e la malta fumogena da 2 pollici. Tuttavia, non è presente alcun blocco per la corsa del cannone e la torretta non ha porte per pistola. Questo ci porta a ipotizzare che questo carro non sia stato ricostruito, ma sia stato costruito con queste caratteristiche nel settembre 1943, alla fine della produzione dell'M4A4. Per gentile concessione di IWM, foto NA 18734.


Clicca sulla foto per ingrandirla

La 6th Divisione corazzata sudafricana si organizzò e si addestrò in Egitto prima di essere impegnata in Italia nell'aprile 1944. L'interessante foto del Signal Corps sopra è datata 21 aprile 1945, ed è stata probabilmente scattata a Casselecchio un po' a sud-ovest di Bologna. Al momento dell'offensiva di primavera del 1945, la Divisione era annessa alla Quinta Armata degli Stati Uniti. Il contrassegno Arm of Service visto sul piombo M4A1(76) (item 1) è "52" che indica il Reggimento Pretoria. Gli inglesi non si curavano dell'M4A1(76) e ne passavano molti ai loro partner del Commonwealth. Tre degli M4A4 sembrano essere una nuova produzione del 1943, mentre quello con il blocco della corsa della pistola è stato più che probabilmente ricostruito. Due di essi sono allestiti come serbatoi di comando con antenne montate sulle mensole degli spalti (2). Entrambi sono dotati di bobine per cavi di comunicazione. Il piombo M4A4 può essere visto con lo "Swabey Sight" (3) progettato in Medio Oriente e installato su molti Commonwealth Sherman lì e in India a partire dal dicembre 1943.



La maggior parte degli M4A4 sono stati spediti nel Regno Unito. Nei mesi precedenti il ​​D-Day, molti sono stati convertiti in Fireflies, DD Swimming Tanks, Crab Mine Flails e Armored Recovery Vehicles. Gli M4A4 costituivano la maggior parte dei carri armati Sherman del Commonwealth da 75 mm in Normandia. Alla fine di giugno 1944, il 21° Gruppo d'armate riferì di avere 762 M4A4, rispetto a 391 M4 / M4A1 e 316 M4A2. 318 Fireflies sono state elencate per forza, con tutte tranne 2 basate su M4A4 (Sherman Vc). 180 flagelli sono stati tutti segnalati come "Sherman V Crabs". 93 veicoli corazzati di recupero Sherman V erano in forze. Sopra mostra uno Sherman Vc, che si pensa appartenga alla 3rd County of London Yeomanry, atterrando a Sword Beach, il 7 giugno 1944. L'aspetto di questo M4A4 suggerisce la produzione da maggio a luglio. Molto probabilmente la malta fumogena è stata aggiunta nel Regno Unito durante la conversione di Firefly. Per gentile concessione dell'Imperial War Museum, foto B 5130.



Gli inglesi convertirono 693 Sherman in DD da marzo a dicembre 1944. 400 erano basati su th M4A4 e 293 su M4A2. Si ritiene che TUTTE le conversioni DD britanniche utilizzate per l'invasione fossero basate su M4A4. Invitiamo i lettori a dare un'occhiata alle nostre pagine sull'unità duplex. Come meglio abbiamo potuto determinare, le unità del Commonwealth si sono imbarcate con 118 Sherman V DD e 80 M4A1 DD convertiti negli Stati Uniti. Uno dei DD canadesi è stato recuperato al largo di Juno Beach nel 1970 ed è in mostra a Courseulles-sur-Mer, in Francia (sopra, a destra). Si dice che "Bold" fosse il carro armato del maggiore J.S. Duncan, comandante dello Squadrone B del 6° Reggimento Corazzato canadese (1° Ussari). Questo carro era uno dei circa 50 DD che affondarono o naufragarono nel mare agitato mentre cercavano di nuotare nel D-Day. Il numero di serie non è del tutto leggibile, ma questo M4A4 sembra essere stato prodotto poco prima dell'introduzione dei meccanismi di blocco del portello positivi, quindi probabilmente l'accettazione all'inizio del maggio 1943.



Il maggior successo dei numerosi dispositivi antimine britannici e statunitensi è stato lo Sherman Crab Mine Flail. Le conversioni del granchio sembrano essere basate esclusivamente sull'M4A4. I test con l'M4 equipaggiato con Continental Radial hanno concluso che non era adatto, poiché al motore mancavano la potenza e la coppia per guidare il rotore agitato ai necessari giri al minuto. È stato riferito che 336 Crab I e 211 Crab II erano stati prodotti entro la metà del 1945. I granchi furono usati nelle operazioni dal D-Day fino alla fine della guerra, in particolare dalla 30a brigata corazzata della 79a divisione corazzata. Il 79° era una formazione insolita, composta da vari tipi di veicoli corazzati per scopi speciali, noti collettivamente come "Hobart's Funnnies". Il 30° AB era specializzato in Flailing e ciascuno dei suoi 3 reggimenti era composto da 45 granchi. Dal D-Day in poi, unità della Brigata furono distaccate a sostegno di varie operazioni del Commonwealth e, occasionalmente, degli Stati Uniti. Lo Sherman V Crab in mostra a Bovington porta le insegne a testa di toro della 79a divisione corazzata e il marchio dell'Arma di servizio dei dragoni di Westminster, uno dei reggimenti flagellanti della 30a brigata corazzata. Foto per gentile concessione del compianto Massimo Foti, un bravo fotografo e amico di Sherman Minutia.




20 serbatoi). Il numero esatto rilasciato alle truppe da combattimento del 21° Gruppo d'armate è sconosciuto, ma si pensa che, di mese in mese, il numero non abbia mai superato 100. Sopra mostra alcuni dei &ldquoHobart&rsquos Funnies&rdquo a nord di Xanten, in Germania, il 23 marzo 1945, durante i preparativi per l'operazione Plunder, l'attraversamento del Reno da parte del 21° Gruppo d'armate. Si ritiene che lo Sherman V ARV abbia servito con il 1 ° Lothian e Border Horse Yeomanry, un altro dei reggimenti Flailing della 30a brigata corazzata, 79a divisione corazzata. Per gentile concessione dell'Imperial War Museum, foto BU2080.



All'inizio della campagna nell'Europa nordoccidentale, la 1a divisione corazzata polacca era equipaggiata quasi esclusivamente con M4A4. Il 30 giugno 1944, mentre era ancora nel Regno Unito, la Divisione avrebbe tenuto 139 Sherman V, 5 carri armati Sherman V Observation Post, 23 Sherman Vc insieme a 2 Sherman Ic Fireflies e 11 Sherman V Armored Recovery Vehicle. La foto sopra mostra 3 unità basate su M4A4 parcheggiate sotto un famoso mulino a vento a Terheijden, in Olanda, all'inizio di novembre 1944. Si pensa che siano carri armati di uno squadrone, 2 ° reggimento corazzato polacco. L'ARV e la Firefly sembrano avere cingoli in gomma T48. Il carro armato da 75 mm sembra essere un lavoro ricostruito con un numero del dipartimento di guerra T-23XXXX. Verso la fine del 1944, le forniture di M4A4 furono esaurite e gli elementi della 1a divisione corazzata polacca furono riequipaggiati con l'M4A1 (76).



I francesi formarono 3 divisioni corazzate, ognuna delle quali era equipaggiata con 165 Sherman. La 2ème Division Blindée era completamente equipaggiata con M4A2 e sbarcò in Francia il 1 agosto 1944. Unita alla Terza Armata degli Stati Uniti al momento della fuga dalla Normandia, la 2ème DB avanzò e liberò Parigi il 25 agosto. Le 5ème Divisioni Ciechi iniziarono ciascuna con 110 M4A4 e 55 M4A2 e facevano parte della 1a armata francese. Durante l'invasione della Francia meridionale (Operazione Dragoon), l'1ère DB sbarcò il 16 agosto 1944 con D più 1. La Divisione stimò perdite di 32 Sherman per D più 30. I francesi avevano una riserva di riserve molto limitata, e molti dei le loro perdite furono rimpiazzate con carri armati delle scorte statunitensi. Pertanto, entro il V-E Day, le unità corazzate francesi avevano impiegato quasi tutti i tipi di Sherman, inclusi M4(75)/(105), M4A1(75)/(76) e M4A3(75)/(76). La città portuale di Marsiglia è stata liberata dalle truppe francesi il 29 agosto e si è rivelata una grande risorsa logistica per lo sforzo alleato nel teatro europeo. Sopra mostra "St. Quentin" del 2ème Régiment de Cuirassiers /1ère DB. Questo serbatoio è stato sostituito dalla sua ruota dentata di trasmissione sul lato sinistro originale (1). Alcune foto mostrano gli M4A4 dell'unità con binari T49 a "barra parallela interrotta" (2). Sospettiamo che i cingoli originali si siano consumati durante l'addestramento e siano stati sostituiti prima che l'unità partisse dall'Algeria.Anche i carri armati erano stati dipinti con le distintive "Invasion Stars" (3).



Mentre molti degli M4A2 del 2ème DB ricevettero modifiche nel Regno Unito prima del D-Day, gli Sherman del 1ème e del 5ème DB rimasero relativamente immutati durante la guerra. Sopra mostra Général Jean de Lattre de Tassigny, comandante della prima armata francese, durante le cerimonie a Colmar poco dopo la liberazione della città il 3 febbraio 1945. L'unica modifica evidente su questi M4A4 del 1er Régiment de Cuirassiers / 5ème DB è mirino del comandante (cerchiato). Negli ultimi mesi della guerra, i motori dell'originale francese Lend Lease Shermans si erano usurati e furono richiesti dei sostituzioni. L'unico motore disponibile dagli Stati Uniti era il Continental Radial. Almeno un M4A4 francese è stato testato con il radiale durante la guerra, ma si ritiene che la maggior parte del lavoro di Transformé sia ​​stato svolto nei mesi e negli anni successivi.




Nel 1943 e nel '44, 623 Lend Lease da 75 mm Sherman furono spediti alle forze del Commonwealth in India per integrare o sostituire i Grant e i Lees che erano stati inviati in precedenza. La maggior parte degli Sherman sembrano essere stati M4A4, anche se alcune foto d'epoca mostrano un piccolo numero di M4A1 e M4A2 nel mix. Hanno servito con unità britanniche e indiane in Birmania nel 1944 e nel '45. Sopra mostra gli M4A4 dell'esercito indiano dello squadrone B, i 19° lancieri di re Giorgio V che sparano su posizioni giapponesi vicino a Udaung il 31 dicembre 1944. "Battleship", il carro armato in primo piano, può essere visto con il mirino del comandante (1), come così come lo "Swabey Sight" (2). Questi carri armati non hanno i soliti contenitori di stivaggio aggiunti britannici, sebbene alcune unità siano state viste con scatole, forse recuperate da M3 Lees, sulla sponda posteriore sinistra. I telefoni di fanteria (3) sono stati aggiunti nella parte posteriore destra. Il telo sul trambusto della torretta sembra troppo grande per essere il problema standard dell'OVM (ci sono state lamentele), quindi probabilmente è stato sostituito sul campo con uno che coprisse l'intero serbatoio. L'anello di sollevamento imbottito (4), insieme all'orientamento della protezione della luce posteriore (5), serve a identificare "Battleship" come M4A4 rigenerato.



Non abbiamo potuto resistere alla tentazione di includere lo scatto "atmosfera" sopra il quale è didascalia: "Il comandante britannico e l'equipaggio indiano di un carro armato Sherman del 9th ​​Royal Deccan Horse, 255th Indian Tank Brigade, incontrano un elefante appena liberato sulla strada per Meiktila, 29 marzo 1945." Lo schermo di questo M4A4 rigenerato è stato "ingabbiato", ma non in rete metallica. Si presume che questa combinazione sia stata una misura difensiva contro gli attacchi della fanteria giapponese con mine magnetiche e simili. Le foto suggeriscono che gli M4A4 spediti in India erano per lo più di nuova produzione in ritardo con torrette saldate o prive di porte per pistola, o lavori rigenerati. Per gentile concessione dell'Imperial War Museum, foto SE 3640.




I cinesi non hanno ricevuto ufficialmente alcun Sherman come Lend Lease. Tuttavia, il Commonwealth "reverse Leased Leased" 126 dei loro M4A4 in India "alle forze USA". Questi hanno aumentato circa 125 carri armati leggeri M3A3 già in uso dal 1 ° gruppo di carri armati provvisori. L'unità era composta da 230 uomini [US] 527th Ordnance Company, Heavy Maintenance (Tank), insieme a 1800 soldati cinesi. I primi 12 M4A4 arrivarono il 19 aprile 1944 e, un mese dopo, 2 plotoni di carri medi, 1 con equipaggio statunitense e 1 cinese, si unirono al 1° battaglione di carri armati leggeri in combattimento nella valle di Mogaung, nel nord della Birmania. Sopra mostra alcune spedizioni dell'inizio del 1945 alla stazione ferroviaria di Ledo, al confine tra India e Birmania. T-289132 è un M4A4 di produzione del 1942 ricondizionato con visione diretta. In generale, le parti originali sono state utilizzate sui serbatoi rigenerati. Tuttavia, T-289132 può essere visto con i nuovi bracci del rullo di ritorno capovolti (1). Questi sono stati introdotti alla fine del 1943 e sono diventati standard sugli Sherman fino alla fine della produzione VVSS. Hanno eliminato la necessità del distanziatore installato sui precedenti bracci dritti. Sembra improbabile che molti dei bracci del rullo di ritorno dritto M4A4 originali siano stati resi inutilizzabili durante l'allenamento, quindi forse Chrysler è rimasta a corto di distanziali e ha installato invece alcuni nuovi bracci capovolti di produzione?




Due battaglioni del primo gruppo di carri armati provvisori erano stati equipaggiati e addestrati in tempo per supportare l'offensiva alleata finale in Birmania. I carri armati nuovi e sostitutivi si fecero strada verso il fronte attraverso le montagne e le giungle attraverso la controversa Ledo Road, uno dei più grandi progetti di ingegneria mai intrapresi dall'esercito degli Stati Uniti. La foto sopra è datata 13 dicembre 1944 e mostra un convoglio che sta affrontando un tornante vicino a Momauk, a circa il miglio 362 sulla 465 miglia di Ledo Road. Con la sconfitta giapponese in Birmania, furono fatti piani per una grande offensiva in Cina, ma la fine della guerra trovò il primo gruppo provvisorio di carri armati a Chanyi, in Cina, dove fu disattivato il 18 dicembre 1945. L'equipaggiamento del gruppo fu consegnato ai cinesi. Secondo il tenente Frank Pyle, un veterano del 1° PTG, fu "riformato come forza corazzata separata sotto la bandiera nazionalista cinese. L'unità fu persa vicino al ponte Marco Polo nel 1949 contro le forze comuniste cinesi". Potrebbe esserci un ex primo PTG M3A3 in mostra a Pechino, ma per quanto ne sappiamo, non ci sono M4A4 sopravvissuti nella Cina continentale o a Taiwan.



Un piccolo numero di M4A4 è stato utilizzato in combattimento dalle truppe dell'esercito americano sia nel teatro europeo che in quello mediterraneo. Questi erano scopi speciali o "carri armati divertenti", forniti da scorte britanniche. I dettagli sono un po' approssimativi, ma sembrerebbe che 20 Crab Mine Flails "sono stati inizialmente ottenuti dagli inglesi nel Regno Unito". Interpoliamo che alcuni di questi siano stati ricevuti prima o poco dopo il D-Day, poiché almeno due, "Hun Chaser" e "Hiwassee" appaiono nel filmato del Signal Corps girato durante la battaglia di St. Lô a metà luglio 1944. Nel le schermate sopra "Hiwassee" possono essere viste con segni tattici (cerchiati) che indicano il quartier generale 29 del 17° battaglione corazzato del genio, 2a divisione corazzata. Si pensa che i Crabs siano stati assegnati alla Task Force Cota della 29a divisione di fanteria che ha fatto l'ultima spinta per prendere St. Lo il 18 luglio. Ad un certo punto più avanti nella campagna, "15 Granchi aggiuntivi furono immediatamente ottenuti dal 21° gruppo d'armate britannico in prestito". Nel febbraio 1945 gli Stati Uniti presentarono un requisito inverso di Lend Lease per 105 unità "per convertire i due battaglioni esplosivi di mine in Granchi". Presumiamo che questo sia un riferimento ai battaglioni 738th e 739th "Special Mine Exploder" [SMX] che, all'epoca, erano equipaggiati con alcuni Granchi, ma principalmente impiegavano i Mine Rollers progettati dagli Stati Uniti, T1E1 e T1E3. Nel caso, il requisito è stato annullato a causa della fine della guerra in Europa.



La 6617th Engineer Mine Clearance Company fu attivata nell'Africa nordoccidentale nell'agosto del 1943 e sembra essere stata la prima unità "Armored Special Equipment" dell'esercito americano a impegnarsi in operazioni di combattimento. Il suo incarico iniziale avvenne nel maggio 1944, quando impiegò 12 Scorpion Mine Flails T3 di fabbricazione americana a supporto della 1st Divisione Corazzata durante la fuga da Anzio. I T3 si sono rivelati infruttuosi e sono stati rimossi dal servizio. Dopodiché i dettagli sono oscuri, ma si pensa che l'unità sia stata assegnata all'Invasion Training Center di Salerno dove è stata fotografata il 20 giugno durante le esercitazioni di sgombero spiaggia e carico. Curiosamente, quelle che sembrano essere le prime versioni delle lame dozer M1 prodotte negli Stati Uniti sono viste attaccate agli M4A4 Sherman in queste foto. Possiamo solo immaginare che gli M4A4 siano stati forniti su consiglio degli inglesi, che consideravano il motore radiale dell'M4/M4A1 poco potente per le operazioni di sonnellino e agitazione. Uno scarificatore da miniera prodotto localmente (1) può essere visto attaccato alla lama apripista nella foto a destra. Si diceva che l'uso dello scarificatore fosse un metodo "soddisfacente" per rimuovere le mine sulle spiagge di sabbia soffice, poiché le spingeva semplicemente ai lati. Tuttavia, era inefficace per l'uso in terreni più pesanti. Nella foto si vede anche un carro armato Churchill fornito dagli inglesi (2) modificato per trasportare un "piccolo ponte a trave scatolare". Il 6617th faceva parte del più ampio contingente di ingegneri del VI Corpo degli Stati Uniti/7th Army per l'operazione Dragoon, l'invasione del sud della Francia del 15 agosto 1944. Nessuna storia dell'unità è stata individuata finora, ma un rapporto dell'osservatore afferma che "l'attuale equipaggiamento include 12 carri armati apripista e 9 (?) [sic] strati di ponte Churchill". Si dice che il 6617th avesse 7 ufficiali e 219 soldati, "ed era così organizzato che poteva essere suddiviso in distaccamenti". I distaccamenti erano "Mine Gapping Teams", ciascuno composto da 1 carro apripista con scarificatore 1 carro apripista "con demolizioni a rastrelliera sulla lama" e un lanciarazzi T40 attaccato alla sua torretta e 1 "Churchill tank dotato di un piccolo ponte a cassone". , ulteriori demolizioni e trasporto di personale tecnico". Queste squadre sono state assegnate alle 3 spiagge di invasione, con l'idea che l'escavatore da miniera o il carro armato scarificatore avrebbero condotto, aprendo un percorso attraverso qualsiasi campo minato. Il carro apripista lo seguiva e, usando le sue cariche a rastrelliera, i razzi o entrambi, avrebbe eliminato tutti gli ostacoli che ostacolavano l'avanzata dell'escavatore da miniera. "Il carro armato Churchill da utilizzare per colmare un fossato anticarro o fornire personale tecnico per caricare a mano quando necessario."



Per gli sbarchi effettivi, l'Observer's Report afferma che nessuno dei Mine Gapping Team ha impiegato carri armati a ponte durante l'assalto, poiché occupavano troppo spazio sul numero limitato di mezzi da sbarco disponibili e la loro inclusione era considerata "poco pratica". Inoltre, durante gli atterraggi è stato fatto poco o nessun uso dei lanciarazzi T40 "a causa della mancanza di fiducia" nei loro confronti a causa delle esperienze dell'equipaggio durante le esercitazioni di addestramento. In effetti, le squadre assegnate alla "terza divisione di fanteria non li trasportavano perché pensavano che il bulldozer dei carri armati sarebbe stato sovraccarico. [e che] i razzi costituiscono un pericolo in quanto sono vulnerabili al fuoco di armi di piccolo calibro". Alla fine, la maggior parte degli atterraggi è stata più facile del previsto e alcuni dei Mine Gapping Team non sono stati necessari. Tuttavia, "è stato riferito che una squadra, meno il ponte, ha negoziato con successo un'area pesantemente minata senza subire perdite". La foto a sinistra in alto è stata scattata da un locale di Moirans, in Francia. "ENGR MC CO" può essere visto dipinto sulla parte anteriore del serbatoio. Notare i raccordi del lanciarazzi (1) sulla torretta, insieme ai raccordi del bulldozer (2). La foto a destra mostra lo stesso carro armato a Grenoble il 22 agosto 1944. Riteniamo che entrambe queste foto siano state scattate lo stesso giorno e che il carro facesse parte di un Mine Gapping Team attaccato al 143° Regimental Combat Team di la 36a divisione di fanteria che si spinse nell'entroterra per 200 miglia in una settimana e liberò Grenoble il 22. Foto a sinistra per gentile concessione di "a local in Moirans" via Laurent Fournier.




Come accennato in precedenza, non abbiamo ancora individuato i Rapporti dopo l'azione o altra storia del 6617th, ma a quanto pare l'unità continuò in servizio nell'ETO, e si dice che sia stata ridesignata "6638th Engineer Mine Clearing Company" nel novembre 1944 Una nota a piè di pagina della sua storia può essere trovata sotto forma di un hulk M4A4 molto ridotto che emerge dal terreno vicino alla spiaggia di La Nartelle a Sainte-Maxime, in Francia, sulla Riviera. Per qualche motivo, il carro non è mai stato recuperato dall'esercito dopo l'assalto, ed è diventato un po' un'attrazione per la gente del posto, alcuni dei quali hanno posato con esso come mostrato a destra. Sospettiamo che "Night-Hawk" facesse parte del 6617th Mine Gapping Team che sbarcò su questa spiaggia a sostegno della 45a divisione di fanteria. Il serbatoio è stato smontato dalla gente del posto nel corso degli anni, ma ciò che è rimasto è stato trasformato in un monumento nel 2014. Le tacche (cercate) sull'alloggiamento del differenziale sono indizi che questo Sherman era una volta equipaggiato con un dozer M1 e il fatto che se un M4A4 ci porterebbe ad identificarlo come un'unità del 6617°.




L'M4A4 fu dichiarato obsoleto dall'Ordnance Technical Committee il 19 luglio 1945. Le cifre sono difficili da ottenere, ma alcuni M4A4 furono mantenuti dopo la guerra dai paesi che li avevano ricevuti. La Francia, in particolare, mantenne in servizio un certo numero di M4A4, molti dei quali furono forniti a Israele a partire dalla metà degli anni '50. Si dice che l'esercito indiano abbia avuto alcuni Sherman V in forza fino al 1966. Gli inglesi sembrano aver "surplusizzato" la maggior parte dei loro Lend Lease Sherman subito dopo la seconda guerra mondiale, a favore di progetti autocostruiti, come il Comet e il Centurion . Sopra una foto che si pensa sia stata scattata a Roma nel 1949 in occasione del terzo anniversario della Nuova Repubblica Italiana. Il carro armato più importante è un M4A4 con cannone da 75 mm. I prossimi in linea sono una coppia di Sherman da 105 mm e, dopo, un mix di 75 mm e Fireflies. Questi sarebbero stati una sorta di aiuto militare informale, pre NATO, costituito da Sherman in eccedenza lasciati alla fine della seconda guerra mondiale in discariche di carri armati in Italia. A partire dai primi anni '50, gli italiani ricevettero dagli Stati Uniti 850 carri armati dalla serie M26 a M48 come parte del programma di assistenza alla difesa reciproca.




L'Egitto fu un altro utente del dopoguerra dell'M4A4. Nel suo libro "Egyptian Shermans", l'autore Christopher Weeks afferma che tra la fine degli anni '40 e l'inizio degli anni '50 furono acquistati poco più di 100 M4A4 e M4A2. Questi Sherman sembrano essere stati ex Lend Lease del Commonwealth della seconda guerra mondiale, acquisiti forse in circostanze discutibili, da discariche di carri armati in Italia e Nord Africa. Le foto del periodo suggeriscono che la maggior parte erano M4A4, anche se sembrerebbe che molti (o tutti?) In precedenza abbiamo detto che, dopo la seconda guerra mondiale, i francesi hanno sostituito i Multibank di molti dei loro M4A4 con motori Continental Radial (vedi link transformé). Si pensa che i francesi abbiano fornito agli egiziani materiale e assistenza tecnica, ma i dettagli sulla cronologia dello scambio del motore diesel sono imprecisi. Tuttavia, possiamo osservare che diverse foto storiche del 1952 mostrano chiaramente M4A4 retrofit con ponti motore M4A2. L'esempio mostrato sopra è stato fotografato durante la "Parata di tre mesi della rivoluzione" al Cairo il 23 ottobre 1952. In alcune foto, il deflettore di scarico dell'M4A4 (1) sembra essere stato ingrandito e modificato. Sospettiamo che sia stato riproposto per l'uso come contenitore di stivaggio posteriore. Gli Sherman egiziani fecero il loro debutto in combattimento durante la seconda guerra arabo-israeliana, iniziata il 29 ottobre 1956. A quel tempo, la maggior parte dell'armatura egiziana era di progettazione sovietica, ma il 3° battaglione corazzato fu schierato sulla costa settentrionale della penisola del Sinai, ed era equipaggiato con circa 52 Sherman, inclusi 12 Sherman/FL-10 Hybrid. Il battaglione è stato invaso e tutti i suoi carri armati sono stati persi quando gli israeliani hanno catturato l'intera penisola del Sinai in soli 4 giorni. Dopo la guerra del 1956, l'Egitto fornì la maggior parte dei suoi Sherman rimanenti (

50 unità) alla 20a Divisione dell'Esercito di Liberazione Palestinese con sede a Gaza, in modo che possano avere un battaglione di carri armati di supporto. Nella "Guerra dei sei giorni" (dal 5 giugno al 10 giugno 1967), i difensori della Striscia di Gaza hanno combattuto ferocemente, ma alla fine sono stati sopraffatti e tutti gli Sherman del Battaglione Carri Palestinesi sono stati catturati o distrutti. Foto per gentile concessione della Bibliotheca Alexandrina, President Naguib Collection.



Il documento di cui sopra descrive le vendite di "Serbatoi eccedenti per rottami in Belgio" nel 1946 da parte della British Disposals Commission. Il valore totale del "rottame" è stato di oltre 32 milioni di franchi belgi. Si può vedere che la stragrande maggioranza degli AFV erano Sherman. Si trovavano in 2 discariche vicino ad Anversa, la più grande (167 RVP) era materiale "trasferito dall'esercito canadese al ritiro di quella forza". L'altra discarica era il surplus britannico. I funzionari assegnati alla Commissione avevano il compito di provvedere allo smantellamento degli AFV, ma erano stati riassegnati a causa di tagli al budget prima che tutti gli AFV fossero elaborati. Così com'era, molti NON furono smilitarizzati o demoliti. Si pensa che queste sarebbero le voci nelle righe da 6 a 17 sopra. Alcuni furono requisiti dal Ministero della Difesa Nazionale belga, ma altri furono esportati senza licenza in Argentina. Ciò ha creato una sorta di risvolto diplomatico tra i governi degli Stati Uniti, della Gran Bretagna e del Belgio. I 2 paesi europei hanno sostanzialmente affermato di non sapere nulla delle esportazioni. In ogni caso, l'Argentina ha ricevuto centinaia di AFV e il Belgio ha ottenuto migliaia di tonnellate di grano di cui aveva un disperato bisogno. Documento dell'Archivio Nazionale Britannico, FO.371/72931.




Non siamo in grado di fornire un numero preciso di Sherman esportati in Argentina. Nel suo libro "Blindados Argentinos", Ricardo Fogliani afferma che un inventario del 1950 elenca 206 Sherman Firefly e 154 Sherman "con canon de 75mm". Qualcosa di più di 360 potrebbe essere stato esportato dalla discarica canadese in Belgio (una fonte Net afferma "quasi 450"), ma forse alcuni non erano corridori, da usare come pezzi di ricambio? Fogliani afferma che nel 1962 l'inventario doveva essere ridotto a 154 Firefly e 114 75mm. I numeri in diminuzione su 12 anni possono suggerire la cannibalizzazione di alcuni per far funzionare gli altri? In ogni caso, mentre la maggior parte degli Sherman sopravvissuti in Argentina sono stati notevolmente aggiornati, ci sono alcuni 75 mm e Fireflies che sono ancora vicini alla configurazione del Commonwealth della seconda guerra mondiale. L'M4A4 ricostruito in mostra a Buenos Aires è il numero di serie 18324, che indica che è stato originariamente accettato nel febbraio 1943. Questo esempio può essere visto con il numero di parte alternativo D50993 sulla sezione sinistra dell'alloggiamento del differenziale.



"Blindados Argentinos" narra che alla fine degli anni '70 120 Sherman furono aggiornati con motori diesel Poyaud 520 e cannoni FTR L44 / 57 da 105 mm di progettazione francese, costruiti su licenza in Argentina. I circa 40 "Sherman Repotenciados" sopravvissuti sembrano tutti ex lucciole. Si pensa che siano stati utilizzati per la conversione perché lo stivaggio delle munizioni era già stato riorganizzato per ospitare proiettili più grandi. Al fine di fornire spazio per le munizioni da 17 pdr, l'artigliere di prua è stato eliminato con la conversione Firefly. La conversione Repotenciado ha eliminato un altro membro dell'equipaggio, il caricatore, poiché la pistola aveva una funzione di caricamento automatico. Le foto sopra mostrano un paio di Repotenciados basati su Sherman Vc in mostra in Argentina.




Dopo il Firefly, l'M-50 progettato dai francesi/israeliani è forse la conversione più interessante che ha fatto uso dell'M4A4. In un modo molto simile alla conversione Firefly, il cannone ad alta velocità da 75 mm dell'AMX 13 francese è stato installato in una torretta Sherman "piccola" modificata (D50878 o D78461), con il portello del caricatore aggiunto dove necessario. I primi 25 M-50 furono finiti in tempo per combattere nella campagna del Sinai del 1956. Non si sa quanti M-50 fossero basati sull'M4A4, ma erano certamente ben rappresentati e hanno visto un ampio servizio con le forze di difesa israeliane fino al 1973.Molti sono stati acquisiti dalle scorte francesi del dopoguerra di M4A4T, alimentati dal motore radiale Continental R-975. Durante la ristrutturazione o la ricostruzione, sono state installate unità aggiuntive con i radiali prontamente disponibili e molte sono state adattate con i successivi gruppi propulsori Sherman con alloggiamenti differenziali in un unico pezzo. A partire dai primi anni '60, gli M-50 furono aggiornati con un motore diesel Cummins da 460 CV, oltre a una serie di stivaggi e altre attrezzature. Questo processo includeva anche la conversione alla sospensione HVSS. Diversi M-50 basati su M4A4 sopravvissuti sono di proprietà privata, come l'esempio ben conservato precedentemente della Littlefield Collection in California. Questo M4A4 è stato originariamente accettato nel gennaio 1943 e può essere visto per avere anelli di sollevamento dello scafo standard sul davanti e anelli imbottiti sul retro. Foto per gentile concessione di Chris Hughes.



Il numero esatto di M50 prodotti è stato alquanto elusivo, ma in un articolo online intitolato "I carri armati di "67", il Dr. Michael L. McSwiney afferma che "Nel 1967 gli israeliani avevano 179 carri armati Sherman M50 "francesi". Dopo il ritiro dal servizio attivo con la IDF, alcuni M-50 sono stati impiegati come bunker difensivi lungo i confini di Israele. Alcuni degli hulk rimangono sul posto fino ad oggi. Il primo M50 basato su M4A4 mostrato sopra era posizionato a Metula lungo il confine con il Libano. (Aggiornamento: un collega ha visitato Metula nella primavera del 2017 e ha scoperto che non c'è più.) Questo non è l'unico esempio che ha visto un'apertura per pistola tagliata da un'altra torretta e saldata a ciò che si presume fosse sono state una torretta "no pistol port". Foto da Wikipedia Commons.



Alcuni M50 hanno continuato a prestare servizio all'estero molto tempo dopo il loro ritiro dall'IDF. Negli anni '70 e oltre, gli M50 furono forniti all'esercito del Libano meridionale e alle forze libanesi. All'inizio degli anni '80, 48 M-50 furono venduti al Cile. Questi sono stati rimontati con motori diesel General Motors e riarmati con cannoni iperveloci da 60 mm, sviluppati in Israele. Ai fini della penetrazione, la pistola era considerata alla pari con la NATO da 105 mm. Sopra mostra un esempio sulle manovre. Gli M-50 cileni erano in servizio fino agli anni '90. Ci sono stati numerosi conflitti di confine tra Cile e Argentina alla fine del XX secolo, ma non sembra che gli M50 cileni abbiano mai "scambiato colpi" con i Repotenciados argentini. Foto per gentile concessione di Javier Munoz, via Fernando Wilson e Tom Gannon.



Non così noto come l'M50, era lo "Sherman/FL10 Hybrid" che i francesi fornirono agli egiziani nel 1955, all'incirca nello stesso periodo in cui iniziarono a fornire gli M50 agli israeliani. Questo è stato uno sforzo molto più semplice per sparare allo Sherman. Piuttosto che modificare le torrette originali per accettare il cannone ad alta velocità da 75 mm dell'AMX 13 francese come sull'M50, le torrette Sherman sono state semplicemente sostituite con la torretta oscillante dell'AMX 13 Light Tank. La torretta FL10 era piuttosto piccola, quindi aveva solo un equipaggio della torretta di due uomini: il comandante e l'artigliere. Non c'era caricatore poiché la pistola era dotata di una funzione di caricamento automatico. Il sistema di caricamento automatico utilizzava due caricatori rotanti da 6 colpi e, quando i 12 colpi venivano sparati, l'equipaggio doveva interrompere il combattimento ed effettivamente uscire dal serbatoio per ricaricare questi caricatori. Inoltre, diverse fonti riportano che il caricatore automatico era più lento di un caricatore umano. Pertanto, mentre lo Sherman/FL10 Hybrid era armato con lo stesso cannone principale dell'M50, il sistema di caricamento automatico senza dubbio limitava l'efficacia del design rispetto all'M50. Il numero esatto di conversioni Sherman/FL10 non è chiaro, ma si pensa che durante le guerre del 1956 e del 1967 gli israeliani abbiano catturato o distrutto un totale di circa 25 unità. Alcune fonti riportano che gli israeliani hanno convertito alcuni degli Sherman egiziani catturati in M50. Si sa che tre o forse quattro ibridi Sherman/FL10 sono sopravvissuti. Tutti sono M4A4 con motori M4A2, ponti e scarichi adattati. Nella primavera del 2017, Jim Goetz ha esaminato l'esempio in mostra a Latrun in Israele. Riferì che "17622" è stampigliato sui ganci di traino posteriori, indicando che questo M4A4 è stato accettato nel gennaio 1943. Notare gli anelli di sollevamento dello scafo "imbottiti" (1), tipici degli M4A4 costruiti nel gennaio 1943 o prima. Molti degli Sherman egiziani sono visti con le piastre applique per armature "Quick Fix" saldate ai lati. Sospettiamo che il numero di serie 17622 abbia avuto la modifica aggiunta in un'officina del Commonwealth durante la seconda guerra mondiale. Ad un certo punto sono state aggiunte piastre aggiuntive su ciascun lato. Finora, questo è l'unico esempio di uno Sherman egiziano che abbiamo visto in questa strana configurazione di armatura applique "3 per lato". Foto per gentile concessione di Jim Goetz.



Gli elementi di interesse in questa vista posteriore del numero di serie 17622 includono la porta di espulsione dei proiettili (1) e gli scaricatori di fumo di progettazione francese (2), che sono presenti anche, due per lato, su molte delle torrette degli Sherman israeliani. Si può notare che il sistema di scarico e marmitta standard M4A2 (3) è stato adattato. A differenza della maggior parte dei modelli Sherman, gli M4A2 non avevano porte di accesso al motore sulle piastre inferiori dello scafo posteriore. Tuttavia, le porte di accesso M4A4 originali (4) non sono state rimosse e oscurate durante la conversione del motore, ma sono state semplicemente tagliate a metà trasversalmente come mostrato qui. Le prese d'aria (5) non erano necessarie sugli M4A2, mentre erano standard sugli M4, M4A1 e M4A4 Sherman. Le prove disponibili suggeriscono che le prese d'aria sono state mantenute sugli M4A4 egiziani con retrofit del motore M4A2. L'elemento cerchiato è ovviamente un paraurti per porta. Questi non erano standard sui ponti motore M4A2 "costruiti", ma sono visti in molte delle foto d'epoca e nella maggior parte degli esempi sopravvissuti di M4A4 egiziani con retrofit del motore M4A2. Le piastre del ponte posteriore del motore di molti Sherman egiziani sono viste con un paio di "maniglie" piuttosto grandi che formano un portaoggetti. Questi sembrano essersi staccati da SN 17622, ​​ma possono essere visti nell'inserto su SN 21064, un M4A4 egiziano "regolare" con retrofit del motore M4A2, anch'esso in mostra a Latrun. Notare anche l'aggiunta di una coppia di aste (regolabili?) che attraversano la piastra del ponte motore. Si pensa che il rack facesse parte di una serie di modifiche apportate agli Sherman presso le officine di base in Medio Oriente durante la seconda guerra mondiale. Anche il retrofit del paraurti della porta M4A2 sembra aver fatto parte di questa serie. In ogni caso, questi elementi sono presenti su molte delle conversioni egiziane da M4A4 a M4A2 sopravvissute. Inset foto per gentile concessione di "Bukvoed" tramite Wikipedia.



Il manuale tecnico M4A4 afferma che "Il numero di serie del veicolo è stampigliato su ciascun mozzo (due anteriori e due posteriori) a cui è fissato il gancio di traino allo scafo". Si consiglia a chiunque cerchi il numero di serie di un M4A4 superstite di controllare prima i mozzi di traino posteriori, poiché l'alloggiamento del differenziale originale potrebbe essere stato sostituito nel corso degli anni.

Sopra mostra la targa dati dello Sherman V Firefly in mostra al Pansarmuseet ad Axvall, in Svezia. Si noti che il numero di serie, 16733, è stampigliato nell'angolo in alto a destra. Come accennato in precedenza, questo M4A4 sarebbe stato accettato nel dicembre 1942. Tuttavia, mostra evidenti segni di essere stato uno dei 1610 M4A4 rigenerati da Chrysler per British Lend Lease. Sospettiamo che, durante la rigenerazione, Chrysler abbia sostituito la targa dati originale, che avrebbe avuto "1942" stampigliato all'interno della scatola in basso a sinistra, con questa stampigliata con "1944". Giusto. Queste erano le iniziali del capo del distretto di artiglieria di Detroit, Briga. Gen. Alfred Bixby Quinton Jr., che ha accettato questo carro armato da Chrysler. Le iniziali del Gen. Quinton certificano che il numero di serie 16733 è stato costruito, o in questo caso ricostruito, secondo gli standard prescritti dal governo degli Stati Uniti.



Il famoso carro armato tigre tedesco era davvero così bello?

Durante la seconda guerra mondiale, la semplice menzione del nome Tiger era sufficiente per mettere in tensione le truppe alleate.

Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, molti miti hanno infangato la storia con varie affermazioni spesso incredibili sull'efficacia di alcune armi. E nessun record nazionale in tempo di guerra è più confuso di quello della Germania, le cui armi ed eserciti hanno attirato legioni di devoti fan. Dalla corazzata Bismarck al razzo V-2, le armi della Germania hanno quasi una presa mitica sulla storia come poche altre. Ma quanto erano davvero efficaci queste armi?

Un nuovo video sul canale YouTube Military History Visualized analizza i dati reali sui carri armati Tiger tedeschi. Il carro armato Panzerkampfwagen VI Tiger era un carro pesante tedesco che servì sul fronte orientale, occidentale e in Nord Africa durante la seconda guerra mondiale. La versione finale del carro pesava 54 tonnellate, aveva un equipaggio di cinque persone ed era equipaggiata con una versione mobile del famoso cannone anticarro da 88 millimetri. Schierato per la prima volta nel 1942, il Tiger aveva lo scopo di creare scoperte sul campo di battaglia, distruggendo i carri armati nemici a lungo raggio mentre si scrollava di dosso i colpi dei cannoni anticarro alleati minori.

Il Tiger è uno dei carri armati più venerati della guerra, se non dell'intera storia dei carri armati. E, come rivela Military History Visualized, un tank&mdash efficace, anche se forse non così grande come la storia tende a dipingerlo. Il canale traccia l'efficacia in combattimento dei vari battaglioni di carri armati equipaggiati con Tiger, confrontando il tempo di guerra e le perdite totali con il numero di carri armati nemici distrutti. A differenza di altri carri armati, i Tiger erano assegnati principalmente a battaglioni di carri armati pesanti indipendenti di 45 carri armati ciascuno che l'alto comando suddivideva per dare una mano in battaglie particolarmente dure.

Il verdetto? Se si contano i carri armati Tiger rispetto al numero di carri armati nemici dichiarati distrutti dai carri armati Tiger, i carri armati Tiger hanno ucciso 11.52 carri armati per ognuno dei loro distrutti in battaglia. I Tigers subirono un gran numero di perdite non in combattimento, tuttavia, poiché il caos del tempo di guerra e la meschinità meccanica del Tiger sgretolarono il numero di carri armati schierabili. Se si contano le perdite non combattute, come veicoli in panne e abbandonati, quel numero scende bruscamente a 5,25 carri armati nemici uccisi per ogni Tiger perso.

Un altro modo per misurare l'efficacia, come spiega il canale, è esaminare quanta minaccia gli Alleati considerassero i battaglioni della Tigre. Gli Alleati presero molto sul serio la Tigre, dedicando molto tempo al monitoraggio dei loro movimenti. Il Tiger poteva penetrare l'armatura di qualsiasi carro armato alleato sul campo di battaglia, e le forze statunitensi e britanniche spesso cercavano di allearsi con il supporto aereo e di artiglieria insieme alle forze di terra per aumentare le probabilità a loro favore.

Un grosso problema con la Tigre: era molto costosa, sia in termini di denaro che di risorse. Poiché la guerra si trascinava e la Germania ne aveva meno, si è ritenuto importante sfruttare al meglio la produzione bellica. I tedeschi potrebbero costruire molti più carri armati e cacciacarri più economici al costo di un Tiger. Un singolo Tiger ha usato abbastanza acciaio per costruire 21 obici da 105 millimetri.


M101榴弹炮? M101榴彈炮

(前中华民国,现中国台湾省)使用M2A1是援引租借法案取得,最初由败退撤入印度的驻印远征军换装,后来在Y部队(滇西换训的中国远征军)有少量拨交,配备在军级所辖之军炮兵营,每营编制12门炮。除了军炮兵营,国军在1943年后将装备匮乏的独立炮兵团人员空运印度换装M2A1榴弹炮,并划归驻印&# Α] 在二战结束后,(前中华民国,现中国台湾省)再度获得美国军援是到1951年朝鲜战争爆发恢复援助,在1957年获得美国军援350门M2A1,编入各师炮兵指挥部管辖;民国六十年,61兵工厂开始测绘M2A1蓝图,后续获得美国石岛兵工厂提供生产工程图,翻译图纸后在台湾自行生产M101A1,更为六三式/六三甲式(63甲式105毫米榴弹炮),在1983年统称为T63 105mm榴弹炮。 Β] 目前M101A1/T63等仍在各&# Γ]

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   -
  •  
  •   北马其顿Ε]
  •  
  • ?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   (前中华民国,现中国台湾省)
  •   -

  • M1920 - Ζ]
  • M1925E - Ζ]
  • T2-后成为标准型M1 Ζ]
  • M2(1934年)-改良以发射成型弹药 Ζ]
  • M2A1(1940年)-改良后膛环 Η] - 轻量化型,炮管短了27吋
  • T8,后成为标准型M4 - &# ⎖]
  • M101 - M2A1炮架的M2A1
  • M101A1 - 二战后重新命名配M2A2炮架的M2A1
  • C3 - C1(M2A1)改良型,配33倍径炮管
  • M1920E - Ζ]
  • M1921E - Ζ]
  • M1925E - Ζ]
  • T2,后成为标准型M1 - &# Ζ]
  • M1A1 - M1炮架配新型车轮、制动器及其他配件 Η]
  • T3 - Ζ]
  • T4 - Ζ]
  • T5-后成为标准型M2(1940年)-纵向分离双炮尾拖架,改用金属车轮配充气轮胎 Ζ]
  • M2A1 - ⎗]
  • M2A2 - ⎗]
    - M2A1配T70炮架 ⎘] - M4配M52炮架 ⎘] - M4配M71炮架 ⎙]
  • Trattore Holt)的测试型 - M1920 ⎚]
  • J Walter Christie)设计的测试型 - M1920 ⎚]
  • T9 105毫米自走炮-改良自科莱特拉克(Cletrac )MG-2牵引车 ⎛]
  • T19 105毫米自走炮-配M2A1,改良自M3半履带车⎜] -配M2A1 ⎘]
  • T76 / M37 105毫米自走炮-M4配M5炮架,改良自M24霞飞坦克⎛]
  • T88 105毫米自走炮-M4配M20炮架,改良自M18地狱猫⎝]

M101榴弹炮发射105毫米分装式炮弹,发射药装于M14弹壳内,而空包弹则配M15弹壳及黑火药装药 ⎞] 。发射药包有7个位阶可选,从1 7号装药不等(最大分量),M3榴弹炮与M101系列的炮弹规格共通,但发射药则是另外的减装版本 ⎞] 。唯一采整合式炮弹M67反战车炮弹,但后来也改成分装式设计,只是装药量仍不可调整。


Informazioni aggiuntive

Paolo M. (proprietario verificato) &ndash 14/05/2021

Wishmerhill (proprietario verificato) &ndash 03/05/2021

adoro questo modello, altamente dettagliato e solido. sembra fantastico nella mia collezione

Nils (proprietario verificato) &ndash 29/04/2021

Come hanno già detto le persone sopra, ottimo modello di visualizzazione per un prezzo più che equo

Le istruzioni a volte avevano parti del colore sbagliato
Purtroppo le tracce sono quasi impossibili da spostare (irrilevante per la visualizzazione)

Bo-Ming (proprietario verificato) &ndash 13/04/2021

Per l'Easy Eight, ma metterlo insieme è stato piuttosto dispendioso in termini di tempo a causa delle tracce, ma alla fine ne è valsa la pena.

D van den Berg (proprietario verificato) &ndash 19/03/2021

Ik heb er nu 3. Maar zal zeker niet de laatsten zijn. Vind ze prachtig

noam rubinfeld (proprietario verificato) &ndash 07/03/2021

James Smith (proprietario verificato) &ndash 23/02/2021

Buon piccolo kit, l'unica cosa casuale è che è arrivato con una mitragliatrice Vickers invece di una Browning!

amministratore (responsabile del negozio) &ndash 01/03/2021

Ciao scusa deve essere un errore durante l'imballaggio!

David B. (proprietario verificato) &ndash 10/02/2021

I pro:
Prezzo equo per un serbatoio dannatamente bello! La costruzione è stata facile e fluida. Gli adesivi erano facili da applicare e tenere perfettamente. Una tecnica di costruzione unica per la torretta la rende facilmente ruotabile ed è facile da costruire. I mattoncini sono solidi, il che è positivo per un modello con display.
La spedizione è stata tracciata ed è arrivata in Germania dopo circa una settimana

I contro:
-Portelli a volte difficili da aprire senza smontare i mattoni
-i binari si muovono a malapena a causa dell'attrito
(Se visualizzi il serbatoio non sono più problemi rilevanti)
-Nelle istruzioni i mattoncini a volte hanno colori diversi da irl (la maggior parte all'interno del serbatoio quindi nessun problema)

-> tutto sommato un grande Sherman con pochissimi problemi e molto più economico rispetto ad esempio ad un modello brickmania! Buon lavoro!

Eyvind Linder van Rooij (proprietario verificato) &ndash 07/02/2021

È stato fantastico ma mancavano molte parti e di colore sbagliato

amministratore (responsabile del negozio) &ndash 08/02/2021

Ciao mi dispiace sentirlo. In molti casi le parti “mancanti” sono state trovate in seguito poiché forniamo molti pezzi di ricambio. Se non c'è fortuna, inviare l'elenco delle parti mancanti a [email protected] Per quanto riguarda i colori, i pezzi sotto la superficie del serbatoio possono essere grigi o verdi, per favore fateci sapere se c'è un colore sbagliato sulla superficie.

Anonimo &ndash 05/02/2021

L'ho preso ed è fantastico ma ho alcune parti di colore sbagliato

D van den Berg (proprietario verificato) &ndash 29/01/2021

D van den Berg (proprietario verificato) &ndash 12/01/2021

Hele mooie serbatoio. Leuk om te bouwen. Ben er erg blij mee

Seth &ndash 09/01/2021

Adoro questo serbatoio. L'ho ricevuto come regalo di Natale dai miei genitori e ieri è arrivato per posta. Non ho un re tigre v2, Sherman e il facile 8 Sherman. Presto lavorerò per ottenere un'intera colonna di carri armati. Adoro decorarli con tutti i tipi di scatole extra e altre cose. Grazie per un kit così fantastico.

Mattia R. (proprietario verificato) &ndash 30/12/2020

Glenn Van Nuffel (proprietario verificato) &ndash 27/11/2020

Glenn Van Nuffel (proprietario verificato) &ndash 13/11/2020

Insieme fantastico!
Peccato che lo Sherman (l'altro Sherman) non abbia questi lati dell'Easy 8.

Gionatan B. (proprietario verificato) &ndash 16/10/2020

Mi è piaciuta molto questa costruzione! Molto più robusto nella metà posteriore per l'armatura inclinata rispetto allo sherman originale (ancora un'ottima costruzione! solo più difficile). Uno dei migliori progetti di torrette finora. vorrebbero ancora vedere le tracce larghe singole sui loro modelli, ma la doppia larghezza sembra ancora grande se allineata.

Stegi (proprietario verificato) &ndash 03/10/2020

Mi piace molto questo kit e alcuni altri che hai creato nel frattempo. Sono ottimi design nel catturare i dettagli e le dimensioni.
La mia raccomandazione sarà per la progettazione di portelli utilizzabili, dove puoi attaccare un mini fico.
Per lo più è possibile con poche modifiche alle tue build.

amministratore (responsabile del negozio) &ndash 04/10/2020

Grazie per le belle foto! Sì, i portelli utilizzabili sono possibili ma con un compromesso su alcuni dettagli interni.



Commenti:

  1. Delmon

    Eccolo sì!

  2. Doshicage

    Trovo che non hai ragione. Sono sicuro. Noi discuteremo. Scrivi in ​​PM, parleremo.

  3. Kelven

    c'era un errore

  4. Shaktiktilar

    Così succede. Discutiamo questa domanda.

  5. Valiant

    L'articolo è eccellente, anche il precedente è molto anche molto



Scrivi un messaggio