Perché l'URSS non è stata "ribattezzata" comunista?

Perché l'URSS non è stata


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ho scoperto che la Terza Internazionale ha sponsorizzato una trasformazione mondiale degli ex partiti "socialisti" (che era concretamente collegata al rifiuto del cosiddetto "riformismo", da aggiornare in qualche modo a una posizione più rivoluzionaria, mirando alla "dittatura del proletariato") , che furono così spinti a diventare “comunisti” anche nei loro nomi.

Perché la stessa idea non valeva per l'URSS, che ha sempre mantenuto la sua definizione “socialista”?


Il motivo è che ci sono due concetti diversi che si chiamano "comunismo". Uno è lo stadio finale del modello di sviluppo marxista (-leninista?) (dopo le società senza classi arcaiche/primitive, le società schiaviste, le società feudali, le società capitalistiche e le società socialiste). il paradiso totale dei lavoratori, ecc. Per quanto ne so, l'Unione Sovietica e i suoi satelliti non hanno mai affermato di aver raggiunto questo stadio di sviluppo. Erano ancora nella transizione tra capitalismo e comunismo, cioè nella fase di sviluppo socialista.

L'altro concetto è il movimento politico che lavora verso l'istituzione del "Comunismo, la fase di sviluppo".

Va sempre bene intitolare un partito a un movimento politico. E infatti molti dei partiti al potere nel blocco sovietico si definivano "comunisti". Per esempio. il PCUS.

Ma nominare un paese dopo un po' distante da ciò che vuole essere porterebbe a fraintendimenti e derisione ("Perché non posso avere ciò che voglio? Marx ha detto 'ognuno secondo i suoi bisogni'!)


È bene sapere che per la posizione di Lenin l'URSS non era in realtà uno stato socialista. Il loro scopo era il socialismo e infine il comunismo (nel linguaggio moderno la gente pensa al socialismo e al comunismo, di solito il comunismo è solo una sottocategoria delle opinioni socialiste. Infatti Marx stesso usava comunismo e socialismo in modo intercambiabile come modalità economica), ma al tempo di Lenin non erano nemmeno un paese industriale. In effetti, la Russia era sull'orlo del collasso dopo la prima guerra mondiale, la guerra civile, il collasso economico e l'invasione alleata della formata Unione Sovietica. Lenin doveva quindi essere abbastanza pratico, e le priorità di primo piano erano tenere unito il paese e stabilizzare la situazione politica per prevenire ulteriori invasioni da parte dei paesi occidentali ostili e in secondo luogo per industrializzare l'economia per avere risorse per trasformare il modo di produzione. Ha ammesso apertamente che il capitalismo sarebbe preferibile allo stato attuale della Russia. Lenin in realtà negava apertamente e spesso che la Russia fosse socialista, ma piuttosto che questo fosse il loro obiettivo:

Nessuno, credo, studiando la questione del sistema economico della Russia, aveva negato il suo carattere transitorio. Né, credo, nessun comunista ha negato che il termine Repubblica Socialista Sovietica implichi la determinazione del potere sovietico a realizzare la transizione al socialismo, e non che il nuovo sistema economico sia riconosciuto come un ordine socialista

In effetti, fu annunciato per la prima volta che l'URSS aveva "raggiunto il socialismo" sotto Stalin, che aveva - sì - notevolmente industrializzato l'Unione Sovietica, ma non aveva cambiato radicalmente il modo di produzione in uno socialista. Poiché Stalin era, prima di sostituire Lenin, uno studioso serio che aveva analizzato gran parte degli scritti di Lenin e Marx ben consapevole della teoria socialista, si può dire con sicurezza che questo annuncio è stato fatto per far avanzare il culto personale di Stalin all'interno del partito bolscevico e come un messaggio di propaganda per promuovere la Russia di Stalin. Quindi ora, ufficialmente, l'URSS era di fatto uno stato socialista il cui obiettivo, secondo le definizioni ML delle parole, era il comunismo.


Vengo da un ex paese sovietico, ed è importante che queste idee fossero in qualche modo nuove e ci siano alcune incongruenze nelle terminologie fino a più tardi, quando sono state definite in modo più appropriato. Molti hanno preso la parola sociale e comune e hanno cercato di fare una definizione di governo gestita da social/comuni. - Anche Karl Marks ha usato le parole in modo intercambiabile.

Quindi la tendenza dal capitalismo al paradiso del comunismo dovrebbe avvenire per fasi.

  • impadronirsi dei mezzi di produzione (terra, lavoro, capitale e risorse)

  • Stabilire uno stato sindacale controllato dai lavoratori.

  • ridistribuire le risorse ciascuno secondo il suo bisogno/contributo a seconda della fase.

  • Una volta che il capitalismo è stato abolito e la ricchezza è stata ridistribuita, allora dissolversi in una società senza stato, senza classi e senza soldi.

L'ultima parte è importante. L'URSS, né nessun altro stato socialista si è mai dissolto in qualcosa che non fosse il capitalismo.

Si chiamavano socialisti perché erano in quella fase di sviluppo. C'è un partito comunista che avrebbe dovuto mantenere il progresso in avanti per realizzare il sogno comunista. Tuttavia, il comunismo non è stato raggiunto e quindi l'URSS non è comunista, ma socialista.


Il Partito Comunista dell'Unione Sovietica (bolscevico) nominalmente sosteneva un'eventuale società senza classi. Proprio come fecero i socialisti riformisti Fabiani.

I tentativi dei proletari sovietici di promuovere i propri interessi a Kronstadt o il metodo Ural-Siberiano non furono efficaci. L'SDLP(b) o il CPSU(b) hanno sventato e fallito tali sforzi.

Gli sforzi verso l'autogoverno proletario generalizzato nel 56 (Polonia e Ungheria) o nel 68 (Cecoslovacchia) furono militarmente sconfitti dai partiti polacchi o sovietici.

L'analisi è: il comunismo è una stronzata. Oppure, che fare affermazioni ideologiche su ciò che desideri è una stronzata totale quando spari ai proletari per difendere un'ideologia non costruita sulla prassi di fabbrica. Vale a dire che puoi mettere il rossetto su un maiale, ma quando gli metti in bocca una salsiccia verrà morsa.



Commenti:

  1. Tokazahn

    Mi scuso, non dipende da me.

  2. Rob Roy

    Perché la tua risorsa ha un numero così piccolo?

  3. Telkree

    Congratulations, wonderful message

  4. Mujinn

    Che frase... Grande, ottima l'idea

  5. Fridolf

    Ti consiglio di andare sul sito, dove ci sono molte informazioni sull'argomento che ti interessa.



Scrivi un messaggio