Battaglia di Amstetten, 5 novembre 1805

Battaglia di Amstetten, 5 novembre 1805


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Battaglia di Amstetten, 5 novembre 1805

La battaglia di Amstetten (5 novembre 1805) fu una delle numerose azioni di retroguardia combattute quando il generale Kutuzov tentò di eludere Napoleone all'indomani della resa austriaca a Ulm.

All'inizio della guerra della terza coalizione, Napoleone dovette affrontare un gran numero di eserciti austriaci e russi. Il suo primo obiettivo era distruggere almeno uno degli eserciti austriaci prima che i russi potessero arrivare. Il suo obiettivo era l'esercito del generale Mack, che era avanzato a ovest lungo il Danubio in Baviera, raggiungendo la città di Ulm. Napoleone riuscì a marciare attraverso la Germania fino al Danubio a est di Ulm senza essere scoperto. Mack ha quindi perso una serie di possibilità di fuggire, prima di arrendersi a Napoleone il 20 ottobre.

Una delle ragioni del fallimento di Mack era che i russi erano più lontani di quanto avesse sperato, ma il 20 ottobre il primo esercito russo, 36.000 uomini al comando del generale Kutuzov, si stava avvicinando. Il 23 ottobre Kutuzov si unì a 22.000 austriaci a Braunau (a metà strada tra Ulm e Vienna), ottenendo 58.000 uomini. Quando seppe del disastro di Ulm, Kutuzov decise di ritirarsi a est lungo il Danubio fino ai ponti di Mautern e Krems, attraversare la sponda nord e poi spostarsi verso Olmutz, dove avrebbe potuto unirsi ad altri eserciti russi. Il principe Peter Bagration ricevette il comando della retroguardia, che consisteva di 6.000 fanti e 1.900 cavalieri, con un misto di truppe austriache e russe.

Napoleone inviò Murat e Lannes a inseguire i russi in ritirata. Li raggiunsero intorno a Enns, sul fiume omonimo. Bagration combatté azioni di retroguardia minori ad Altenhofen (appena ad est di Enns e dieci miglia a ovest di Amstetten) e a Oed, due miglia a ovest di Amstetten, prima di prendere una posizione più determinata vicino ad Amstetten, in un punto in cui la strada principale correva attraverso fitti boschi.

Bagration dispiegò i suoi uomini in due linee, con la cavalleria austriaca in prima linea e le truppe russe in seconda linea. La fanteria e la cavalleria erano appostate sulle colline ai lati della strada, mentre l'artiglieria era schierata sulla strada, dove avrebbe avuto la migliore linea di tiro.

Murat guidava l'inseguimento francese. La sua risposta immediata fu di ordinare alle migliori compagnie del 9° e 10° ussari di caricare le linee alleate. Questo primo attacco fu sconfitto, sebbene l'artiglieria francese impedisse agli austriaci un successo decisivo. Murat fu quindi rinforzato dai granatieri di Oudinot e fu lanciato un secondo attacco. Questa volta la cavalleria austriaca fu sconfitta e la linea di invio di Bagration fu costretta a rientrare ad Amstetten. Chiese rinforzi e Kutuzov inviò quattro reggimenti di fanteria, dieci reggimenti di cavalleria e artiglieria extra (comandata dal generale Mikhail Miloradovich). Questa nuova forza formò la prima linea, con gli uomini di Bagration in seconda linea.

Una feroce battaglia infuriò per il resto della giornata, con i russi che mantennero la loro posizione e i francesi incapaci di compiere progressi significativi. Alle 21:00 gli Alleati interruppero la battaglia e col favore dell'oscurità si ritirarono lungo lo stesso percorso dell'esercito principale. I francesi erano stati trattenuti abbastanza a lungo da assicurarsi che gli alleati fossero in grado di attraversare in sicurezza il Danubio (completando la mossa il 9 novembre).

Entrambi i comandanti affermarono di essere stati vittoriosi ad Amstetten, con i francesi che credevano di aver resistito a un attacco determinato da una forza molto più grande e i russi che credevano di aver costretto una forza francese più grande a ritirarsi. In effetti i russi avevano avuto la meglio della giornata e Bagration aveva svolto con successo i suoi compiti di retroguardia.

Home Page napoleonica | Libri sulle guerre napoleoniche | Indice dei temi: Guerre napoleoniche


La Prussia durante il periodo rivoluzionario francese

Nella storia della Prussia, i nove anni che precedono la catastrofica battaglia di Jena nel 1806 non furono, geograficamente parlando, non diversi dai secoli che li avevano preceduti. Essendo un piccolo stato, con confini non protetti, stretto tra le grandi potenze di Francia (a ovest) e Russia (a est) e di fronte a una sfera di influenza austriaca a sud, la Prussia è sempre stata preoccupata per la sua esistenza. In effetti, una buona esposizione della sua posizione tradizionale nel concerto internazionale alla fine del XVIII secolo può essere vista nell'opuscolo pubblicato nel 1799 sulle relazioni internazionali della Prussia "Über Preussens auswärtige Verhältnisse im Jahre 1799". ( Citato in A. Rambaud, L’Allemagne sous Napoléon Ier, p. 60 ) Annotava: “La casa d'Austria dovrebbe essere considerata come il nostro nemico naturale da un punto di vista commerciale, anche l'Inghilterra è molto da temere, dato il suo sistema di monopolio industriale e di tirannia marittima La Russia, con le sue perpetue rivoluzioni di palazzo, è uno Stato senza principi politici fissi e nessun peso può essere attribuito all'alleanza con esso La Francia con la sua espansione indefinita, potrebbe un giorno diventare una minaccia - ma ha avuto troppi nemici per essere così fino ad ora. La posizione migliore da prendere è stata quella di lasciare che questi poteri si autodistruggano a vicenda, per rafforzarci dalla loro debolezza e guadagnare tempo per prepararci per il futuro". Eppure, negli anni che precedettero la battaglia di Jena, i risultati di questa politica prussiana di neutralità e opportunismo sarebbero stati notevolmente decisivi per la forma dell'Europa in seguito, come è stato recentemente sottolineato da Frederick Kagan, (p. 177 ).

La politica estera della Prussia così come attuata sotto Federico Guglielmo III (adesione nel 1797) è stata ufficialmente descritta come neutralità, sebbene gli storici abbiano avuto la tendenza a vedere questo come un tipo più cinico di "aspettare e vedere". Come osservava la brochure sopra citata, questa politica era problematica, ma non priva di vantaggi. Durante tutto questo periodo (1797-1805), il "nemico naturale" Austria aveva perso territorio e influenza (in particolare nei Paesi Bassi, i futuri membri della Confederazione del Reno, e in Italia) a favore della Francia, ma il crescente potere e le dimensioni di quest'ultimo stavano costringendo Federico Guglielmo a decidere se andare con la Francia o contro di lei.
Quanto al Primo Console, il suo scopo era sempre stato quello di mantenere la Prussia “dolce”. Dopo il trattato di pace di Lunéville, la Prussia, ad esempio, doveva ricevere un risarcimento per le terre perse sulla riva sinistra del Reno. In effetti, il trattato d'indennità franco-prussiano del 23 maggio 1802 fornì alla Prussia un risarcimento sotto forma (tra l'altro) dei vescovati di Paderborn e Hildesheim, Eichsfeld, Erfurt e "dilaniata ... Münster". ( John Holland Rose, Napoleon, a life, vol. 2, p. 52. ) Ma questa posizione passiva di accettare indennizzi (che alcuni storici hanno visto come un'accaparramento di terre) mentre rafforzava la Prussia territorialmente la danneggiava in termini di sé -rispetto, in quanto la Prussia si è trovata la socia minore, essendo patrocinata e protetta da Alessandro e Napoleone invece di essere in grado di proteggere e proteggere i suoi clienti. La Prussia era vista come non definire più il proprio destino. Anche la sicurezza delle sue frontiere era in pericolo: dopo il crollo del Trattato di Amiens nel 1803, Hannover fu occupata da Mortier e nessuna trattativa poté costringere la Francia a rinunciare a questo territorio “prussiano”. Né i francesi potevano essere incoraggiati ad abbandonare il porto di Cuxhaven oa sbloccare i fiumi Elba e Weser (chiave di accesso al mare prussiana). Dato il fatto compiuto della Francia direttamente ai suoi confini, la Prussia iniziò timidamente a fare proposte per la creazione di un'alleanza difensiva con Napoleone. Ma anche questi sforzi dovettero essere abbandonati dopo la violazione del territorio del Baden da parte di Napoleone e il suo espatrio forzato e l'esecuzione del duca d'Enghien nel 1804.


Battaglia di Amstetten, 5 novembre 1805 - Storia

BATTAGLIA DI TRAFALGAR, 21 ottobre 1805


HMS Victory ai suoi ormeggi nel porto di Portsmouth, 1828



La colonna meteorologica dell'ammiraglio Nelson, in cima, si avvicina alla flotta combinata franco-spagnola mentre la colonna sottovento dell'ammiraglio Collingwood entra in azione. Nota: l'ordine delle navi britanniche differisce da quello del dispaccio dell'ammiraglio Collingwood.




Posizione dell'HMS Temeraire intorno alle 15:00. in quel momento "molte delle navi del nemico hanno colpito i loro colori".



HMS Defense e il suo premio, il San Ildefenso la mattina del 22 ottobre 1805. Cadice, Rota e premi naufragati in lontananza

LA sempre deplorabile morte del viceammiraglio Lord Visconte Nelson, che, nel tardo conflitto con il nemico, cadde nell'Ora della Vittoria, lascia a me il dovere di informare i miei Signori Commissari dell'Ammiragliato, che il 19° Istante , fu comunicato al Comandante in Capo dalle navi che guardavano i movimenti del nemico, a Cadice, che la flotta combinata aveva preso il mare mentre navigavano con venti leggeri da ovest, Sua Signoria concluse che la loro destinazione era il Mediterraneo, e immediatamente fece All Sail for the Straights' (di Gibilterra) Entrata, con lo Squadrone Britannico, composto da ventisette navi, tre delle quali sessantaquattro, dove Sua Signoria fu informata dal Capitano Blackwood, (la cui Vigilanza nel vigilare e dare avviso del Enemy's Movements, è stato altamente meritorio) di non aver ancora superato gli Streights.

Lunedì 21 istante, all'alba, quando Capo Trafalgar partì da E. a S. a circa sette leghe, il nemico fu scoperto a sei o sette miglia a est, il vento a ovest e molto leggero, il comandante in capo fece immediatamente il Segnale per la flotta di sostenere in due colonne, poiché sono formate per navigare un modo di attacco che sua signoria aveva precedentemente indicato, per evitare l'inconveniente e il ritardo nel formare una linea di battaglia nel modo consueto. La linea del nemico consisteva di trentatré navi (di cui diciotto francesi e quindici spagnole), comandate in capo dall'ammiraglio Villeneuve gli spagnoli, sotto la direzione di Gravina, indossavano, con le loro teste a nord, e formavano la loro linea di battaglia con grande vicinanza e correttezza ma poiché il modo di attacco era insolito, così la struttura della loro linea era nuova - formava una mezzaluna convessa a sottovento - così che, nel scendere al loro centro, avevo sia il loro furgone che il retro, a poppavia del traverso prima che il fuoco si aprisse, ogni nave alternativa era lunga circa un cavo sopravvento alla sua seconda avanti e indietro, formando una specie di doppia linea e sembrava, quando si trovava al traverso, lasciare un piccolissimo intervallo tra loro e questa senza affollare le loro navi. L'ammiraglio Villeneuve era nella Bucentaure al centro, e il principe delle Asturie portava la bandiera di Gravina nella retroguardia, ma le navi francesi e spagnole erano mescolate senza alcun rispetto apparente per l'ordine dello squadrone nazionale.

Poiché il modo del nostro attacco era stato precedentemente determinato e comunicato agli ufficiali di bandiera e ai capitani, pochi segnali furono necessari e nessuno fu fatto, tranne che per dirigere l'ordine ravvicinato mentre le linee si dirigevano verso il basso.

Il comandante in capo della Vittoria guidava la Colonna meteorologica e il Sovrano reale, che portava la mia bandiera, il Lee.

L'azione è iniziata alle dodici, con le principali navi delle colonne che sfondano la linea del nemico, il comandante in capo (Nelson) sulla decima nave dal furgone, la seconda in comando (Collingwood) verso la dodicesima dal retro , lasciando libero il Van del Nemico, le navi successive sfondarono, in tutte le parti, a poppa dei loro comandanti, e ingaggiando il nemico alla bocca dei loro cannoni, il conflitto fu severo le navi del nemico furono combattute con una galanteria altamente onorevole per i loro ufficiali ma l'attacco contro di loro fu irresistibile, e piacque all'Onnipotente Dispensatore di tutti gli Eventi concedere alle armi di Sua Maestà una Vittoria completa e gloriosa verso le tre del pomeriggio. molte delle navi del nemico hanno colpito i loro colori, la loro linea ha ceduto l'ammiraglio Gravina, con dieci navi che uniscono le loro fregate a Sottovento, si fermò verso Cadice. Le cinque navi di testa nel loro furgone virate a sud, a sopravvento della linea britannica, furono ingaggiate, e le più poppiere prese le altre partirono, lasciando allo squadrone di Sua Maestà diciannove navi della linea (di cui due sono First Rates, la Santissima Trinidad e la Santa Anna,) con tre ufficiali di bandiera, vale a dire. L'ammiraglio Villeneuve, il comandante in capo, don Ignatio Maria D'Aliva, viceammiraglio, e il contrammiraglio spagnolo Don Baltazar Hidalgo Cisneros.

Dopo tale Vittoria può sembrare superfluo entrare in Encomi sulle Parti particolari prese dai vari Comandanti la Conclusione dice più sull'Argomento di quanto io abbia Linguaggio per esprimere lo Spirito che animava tutti era lo stesso quando tutti si adoperavano con zelo nel loro Paese Servizio, tutti meritano che i loro alti meriti siano registrati e mai l'alto merito è stato più cospicuo che nella battaglia che ho descritto.

L'Achille (un francese 74), dopo essersi arreso, da qualche Cattiva gestione del. I francesi presero il fuoco e fecero esplodere duecento dei suoi uomini furono salvati dalle offerte.

Durante l'azione si è verificata una circostanza che segna così fortemente l'invincibile spirito dei marinai britannici, quando ingaggiano i nemici del loro paese, che non posso resistere al piacere che ho nel far sapere alle loro signorie che il Temeraire (foto a sinistra) è stato abbordato da Incidente, o disegno, da una nave francese da una parte e da uno spagnolo dall'altra, la contesa fu vigorosa, ma alla fine le insegne combinate furono strappate dalla poppa e gli inglesi issati nei loro luoghi.

Una tale battaglia non potrebbe essere combattuta senza sostenere una grande perdita di uomini. Non solo devo lamentare, in comune con la marina britannica e la nazione britannica, nella caduta del comandante in capo, la perdita di un eroe, il cui nome sarà immortale e la sua memoria sempre cara al suo paese, ma il mio Il cuore è lacerato dal dolore più commovente per la morte di un amico, al quale, per molti anni di intimità e una perfetta conoscenza delle virtù della sua mente, che ispiravano Idee superiori alla comune razza degli uomini, ero legato dal più forti legami di affetto un dolore al quale anche l'occasione gloriosa in cui è caduto, non porta la consolazione che forse dovrebbe Sua Signoria ha ricevuto una palla di moschetto nel suo petto sinistro, verso il centro dell'azione, e mi ha inviato un ufficiale subito con il suo ultimo Addio e subito dopo scaduto.

Devo anche lamentare la perdita di quegli eccellenti ufficiali Capitani Duff di Marte e Cooke del Bellerofonte di cui non ho ancora sentito parlare.

Temo che i Numeri che sono caduti saranno trovati molto grandi quando i Ritorni verranno da me, ma avendo soffiato una tempesta di vento sin dall'Azione, non ho ancora avuto il potere di raccogliere alcun Rapporto dalle Navi.

Avendo la Reale Sovrana perduti i suoi alberi, eccetto il barcollante albero di trinchetto, chiamai a me l'Eurialo, mentre continuava l'azione, la quale nave che giaceva all'interno della grandine, fece i miei segnali, un servizio che il capitano Blackwood eseguì con grande attenzione. Dopo l'azione, ho spostato la mia bandiera su di lei, in modo da poter comunicare più facilmente i miei ordini e raccogliere le navi, e ho rimorchiato la Royal Sovereign a Seaward. L'intera flotta si trovava ora in una situazione molto pericolosa, molte disalberavano tutte ammaccate a Thirteen Fathom Water, al largo delle Secche di Trafalgar e quando feci il segnale per prepararmi all'ancoraggio, poche navi avevano un'ancora da lasciare andare, i loro cavi erano sparato, ma la stessa buona provvidenza che ci ha aiutato in un giorno simile ci ha preferito nella notte, perché il vento spostava alcuni punti e portava le navi al largo della terra, tranne quattro delle navi disalberate catturate, che ora sono all'ancora al largo di Trafalgar , e spero che cavalcherò sano finché quei burraschi non saranno finiti.

Avendo così dettagliato gli Atti della Flotta in questa occasione, prego di congratularmi con le Loro Signorie per una Vittoria che, spero, aggiungerà un raggio alla Gloria della Corona di Sua Maestà, e sarà seguita con pubblico beneficio per il nostro Paese.

L'ordine con cui le navi dello squadrone britannico attaccarono le flotte combinate, il 21 ottobre 1805:

FURGONE. Vittoria. Temerario. Nettuno. Conquistatore. Leviatano. Aiace, Orione. Agamennone, Minotauro, Spartiato, Britannia. Africa.
Eurialo. Sirio. Febe. Naiade (fregate). Goletta sottaceto. E' imprenditore Cutter.

PARTE POSTERIORE. Sovrano Reale, Marte. Belleisle. tonnante. Bellerofonte. Colosso, Achille. Polifemo. Vendetta. Rapido. Difesa. Tonante. Sfida. Principe. Dreadnought.

LA sempre deplorabile morte di Lord Visconte Nelson, Duca di Bronte, il Comandante in Capo, caduto nell'Azione del Ventunesimo, tra le Armi della Vittoria, coperto di Gloria, la cui Memoria sarà sempre cara agli inglesi La marina e la nazione britannica, il cui zelo per l'onore del suo re e per gli interessi del suo paese sarà sempre considerato un brillante esempio per un marinaio britannico, mi lascia il dovere di restituire i miei ringraziamenti alla destra Onorevole contrammiraglio, i capitani, gli ufficiali, i marinai e i distaccamenti dei Royal Marines in servizio a bordo dello squadrone di Sua Maestà ora sotto il mio comando, per la loro condotta in quel giorno, ma dove posso trovare un linguaggio per esprimere i miei sentimenti di valore e abilità che furono mostrati dall'ufficiale, dai marinai e dai marines nella battaglia con il nemico, dove ogni individuo appariva un eroe, da cui dipendeva la gloria del suo paese l'attacco era irresistibile e la sua emissione si aggiunge alla pagina degli annali navali una brillante istanza di ciò che Br possono fare, quando il loro Re e il loro Paese hanno bisogno del loro servizio.

All'Onorevole Contrammiraglio Conte di Northesk (nella foto a sinistra), ai Capitani, Ufficiali e Marinai, e agli Ufficiali, Sottufficiali e Soldati dei Royal Marines, chiedo il mio sincero e sentito ringraziamento per la loro condotta altamente meritoria, sia nell'azione, sia nel loro zelo e attività nel portare le navi catturate fuori dalla pericolosa situazione in cui si trovavano, dopo la loro resa, tra le secche di Trafalgar, in condizioni meteorologiche turbolente.

E desidero che i rispettivi Capitani siano lieti di comunicare agli Ufficiali, ai Marinai e ai Royal Marines questa pubblica testimonianza della mia alta approvazione della loro condotta e dei miei ringraziamenti per questo.

L'Onnipotente Dio, il cui Braccio è la Forza, essendosi compiaciuto della sua grande Misericordia di coronare con successo lo sforzo della flotta di Sua Maestà, dando loro una vittoria completa sui loro nemici, il 21 di questo mese e che ogni lode e ringraziamento possa essere offerto al Trono di Grazia per i grandi Benefici al nostro Paese e all'Umanità.

Ho ritenuto opportuno, che come giorno dovesse essere nominato, dell'umiliazione generale davanti a Dio, e del ringraziamento per questo alla sua misericordiosa bontà, implorando il perdono dei peccati, una continuazione della sua divina misericordia e il suo costante aiuto a noi, in difesa della nostra Le libertà e le leggi del Paese, senza le quali i massimi sforzi dell'uomo sono nulli, e dirigono quindi che siano designate per questo santo scopo.

Ai rispettivi Capitani e Comandanti.

N.B. La Flotta essendo stata dispersa da una tempesta di vento, nessun Giorno è stato ancora in grado di essere nominato per lo Scopo di cui sopra.

Nella mia Lettera del 22d vi ho dettagliato, per informazione dei miei Signori Commissari dell'Ammiragliato, gli Atti dello Squadrone di Sua Maestà il Giorno dell'Azione, e quello che lo precede, da allora ho avuto una serie continua di disgrazie , ma sono di un Genere contro cui la Prudenza umana non potrebbe opporre, o che la mia Arte potrebbe impedire.

Il 22 del mattino, soffiava un forte vento da sud, con tempo burrascoso, che tuttavia non impediva all'attività degli ufficiali e dei marinai di tali navi di impossessarsi di molti dei premi (tredici o quattordici), e rimorchiandoli a Ovest, dove ordinai loro di incontrarsi intorno al Royal Sovereign, a Tow presso il Nettuno: ma il 23, la burrasca aumentò e il mare corse così alto, che molti di loro ruppero la fune di traino, e andò alla deriva lontano a Sottovento, prima che venissero catturati di nuovo, e alcuni di loro approfittando della Notte buia e turbolenta, arrivarono prima del Vento, e forse sono andati alla deriva sulla Riva e sono affondati nel Pomeriggio di quel Giorno il Resto del Flotta Combinata, Dieci Vele di Navi, che non era stata molto impegnata, si alzò sottovento alla mia carica frantumata e disordinata, come se avesse intenzione di attaccarle, il che mi obbligò a raccogliere una Forza dalle navi meno ferite e a formare per Sottovento per la loro difesa tutto questo ha ritardato il P il maltempo degli Hulk e il perdurare del maltempo mi hanno determinato a distruggere tutto il sottovento che poteva essere ripulito dagli Uomini, considerando che mantenere il possesso delle navi era una questione di poca conseguenza rispetto alla possibilità che ricadano di nuovo nel Hands of the Enemy ma anche questo era un compito arduo nell'alto mare che si stava svolgendo.

Spero, tuttavia, che sia stato realizzato in misura considerevole. L'ho affidato a abili Ufficiali, che non risparmierebbero dolori per eseguire ciò che era possibile. I Capitani del Principe e di Nettuno sgomberarono la Trinidad e la affondarono. Il capitano Hope, Bayntun e Malcolm, che si unirono alla flotta in questo momento da Gibilterra, avevano l'incarico di distruggere altri quattro. Il Formidabile affondò a poppa dello Swiftsure mentre si trovava a rimorchio. La Santa Anna, non ho dubbi, è affondata, poiché il suo fianco è stato quasi interamente battuto e tale è la condizione in frantumi di tutti loro, che a meno che il tempo non si moderi, dubito che sarò in grado di trasportare una nave di loro in porto. Spero che le Loro Signorie approvino ciò che io (avendo solo in considerazione la Distruzione della Flotta Nemica) ho ritenuto una Misura di assoluta Necessità.

Ho portato l'ammiraglio Villeneuve su questa nave Il viceammiraglio Don Aliva è morto. Ogni volta che il Temperamento del Tempo lo permetterà, e posso risparmiare una Fregata (perché c'erano solo Quattro in Azione con la Flotta, Eurialo, Sirio, Febe e Naiade il Melpomene si unì al 22d, e l'Euridice e l'Esploratore il 23d) Raccoglierò gli altri ufficiali di bandiera e li manderò in Inghilterra con le loro bandiere, se non andranno in fondo), per essere deposti ai piedi di Sua Maestà.

C'erano quattromila truppe imbarcate, sotto il comando del generale Coutamin, che fu preso con l'ammiraglio Villeneuve nel Bucentaure.


Città dei profeti

All'inizio del 1800, Tecumseh si era stabilito in Ohio ed era un leader rispettato, capo di guerra e oratore. Nel 1805, suo fratello minore Lalawethika ebbe una visione indotta dall'alcol e dichiarò la sua intenzione di guidare gli indiani in una ricerca per reclamare le loro terre e la loro cultura. Cambiò il suo nome in Tenskwatawa e divenne noto come “the Prophet.”

Dopo aver correttamente previsto un'eclissi solare nel 1806, orde di indiani di varie tribù iniziarono a seguire il Profeta. Nel 1808, Tecumseh e il Profeta trasferirono la loro crescente alleanza multi-tribale a Prophetstown, vicino ai fiumi Wabash e Tippecanoe nell'odierna Indiana.


Note di battaglia

esercito austriaco
• Comandante: Von Merveldt
• 4 Carte Comando
• 2 carte tattica opzionali

6 1 1 1 1

esercito francese
• Comandante: de Bierre
• 5 Carte Comando
• 4 carte tattiche opzionali
• Sposta per primo


STORIE DI DISTINZIONE

Essere un Marine significa andare sempre avanti con tenacia verso la prossima battaglia che ostacola il progresso della nostra Nazione, ma i Marines hanno anche una lunga discendenza di momenti decisivi a cui guardare indietro, che servono come fonte di ispirazione incommensurabile. Guarda alcune delle storie che rendono tutti i Marines camminare un po' più alti e orgogliosi.

UN'EREDITÀ FORME

10 novembre 1775: Nasce The Corps – Philadelphia, PA

Il Capitano Samuel Nicholas stabilisce il primo quartier generale di reclutamento del Corpo dei Marines a Tun Tavern a Philadelphia, PA, alla ricerca di "pochi uomini buoni". vincere per la causa comune della nostra Nazione.

Il Capitano Samuel Nicholas stabilisce il primo quartier generale di reclutamento del Corpo dei Marines a Tun Tavern a Philadelphia, PA, alla ricerca di "pochi uomini buoni". vincere per la causa comune della nostra Nazione.

1776: Primo raid anfibio – Fort Nassau

Cinque compagnie di marines effettuano il primo sbarco anfibio del Corpo su suolo straniero, sequestrando con successo scorte di polvere da sparo e munizioni britanniche.

Cinque compagnie di marines effettuano il primo sbarco anfibio del Corpo su suolo straniero, sequestrando con successo scorte di polvere da sparo e munizioni britanniche.

1805: Arrivano i “Colli di Cuoio” – Battaglia di Derna

I Marines salvano l'equipaggio della USS Philadelphia rapito sulle coste di Tripoli. Ricevono il soprannome di "Leatherneck" per il collo alto che indossavano come protezione contro le sciabole dei pirati.

I Marines salvano l'equipaggio della USS Philadelphia rapito sulle coste di Tripoli. Ricevono il soprannome di "Leatherneck" per il collo alto che indossavano come protezione contro le sciabole dei pirati.

1918: La ferocia dei "Cani del diavolo" - Battaglia di Belleau Wood

Le forze marine lanciano un attacco ravvicinato disperato contro i soldati tedeschi e distruggono completamente il contrattacco difensivo. I soldati tedeschi sopravvissuti hanno soprannominato i loro avversari "Cani del diavolo", a causa del loro implacabile spirito combattivo.

Le forze marine lanciano un attacco ravvicinato disperato contro i soldati tedeschi e distruggono completamente il contrattacco difensivo. I soldati tedeschi sopravvissuti hanno soprannominato i loro avversari "Cani del diavolo", a causa del loro implacabile spirito combattivo.

NASCE UN'EREDITÀ

1942: Innovativa squadra aria-terra nella battaglia di Guadalcanal

Diverse strategie tattiche innovative sono state utilizzate dai Marines per catturare l'aeroporto giapponese, incluso un intenso supporto aereo ravvicinato per le forze di terra marine. Dal padre dell'aviazione marina, Alfred Cunningham, "L'unica scusa per l'aviazione in qualsiasi servizio è la sua utilità nell'assistere le truppe a terra".

Diverse strategie tattiche innovative sono state utilizzate dai Marines per catturare l'aeroporto giapponese, incluso un intenso supporto aereo ravvicinato per le forze di terra marine. Dal padre dell'aviazione marina, Alfred Cunningham, "L'unica scusa per l'aviazione in qualsiasi servizio è la sua utilità nell'assistere le truppe a terra".


Highlights dal 1800 al 1809 Notizie, eventi chiave, tecnologia

Napoleone, come Primo Console, fa marciare le sue truppe dall'Italia settentrionale in Austria. La sua avanzata a Vicuna fu prevenuta da un trattato di pace. Da parte sua nel porre fine alla campagna, l'Austria concesse alla Francia i propri possedimenti nei Paesi Bassi (Belgio) e il controllo delle rive occidentali del Reno. La sua traversata delle Alpi fu iniziata dalla mossa del suo esercito dalla Francia in Italia, e continuò nei suoi successivi approcci a Vienna. I contadini alpini furono utili nella navigazione di Napoleone del Passo del San Bernardo, e uno svizzero Pierre Nicholas Dorsaz fu molto utile come guida, nell'aiutare a impedire che il mulo di Napoleone scivolasse giù per un pendio e in un crepaccio. Dorsaz fu ricompensato con 60 Louis (le monete che erano ancora utilizzate nella Repubblica) per il suo aiuto e da utilizzare nell'acquisto di una fattoria.

Primo utilizzo della Casa Bianca, John Adams è il primo presidente a vivere alla Casa Bianca (che originariamente era chiamata Executive Mansion). Notoriamente disse di essere stato nominato "all'ufficio più insignificante che l'invenzione dell'uomo abbia mai concepito o che la sua immaginazione abbia mai concepito". C'è qualche dubbio sul fatto che si riferisse alla carica di presidente o alla stessa Casa Bianca. A novembre scrisse ad Abigail Adams che "Prego il cielo di concedere le migliori benedizioni a questa casa ea tutto ciò che in seguito la abiterà".

Elezioni presidenziali degli Stati Uniti, John Adams - Federalista è sconfitto da Thomas Jefferson - Democratico-Repubblicano che divenne presidente di News Events dal 4 marzo 1801.

Invenzione della batteria moderna, Alessandro Volta ha creato la prima batteria moderna dimostrando che una corrente elettrica viene generata quando metalli e sostanze chimiche entrano in contatto.

Biblioteca del Congresso , La Biblioteca del Congresso è stata istituita dal Congresso nel 1800. È stata istituita come biblioteca di ricerca del Congresso degli Stati Uniti e la missione principale della Biblioteca era quella di ricercare le richieste fatte dai membri del Congresso. La Biblioteca è aperta al pubblico ed è la biblioteca più grande del mondo per spazio sugli scaffali e contiene il maggior numero di libri.

Zar Paolo I assassinato, Paolo I era stato Zar di Russia dal 1796 al 1801 quando fu ucciso nella sua camera da letto al Palazzo Mikhaylovsky. L'assassinio, il 23 marzo, fu compiuto per far salire sul trono suo figlio, Alessandro. Aveva dichiarato guerra alla Francia e stava lavorando a una serie di strategie contro la Gran Bretagna. Aveva anche fatto piani per allargare i confini del suo paese a est, e così facendo aveva creato molti detrattori in tribunale. È stato chiamato martire.

Atto di unione emanato, l'atto di unione che unisce l'Inghilterra all'Irlanda e alla Scozia. Il Parlamento irlandese era stato chiuso, ma non prima che entrambe le Camere avessero ratificato l'Atto il 28 marzo 1800. L'Atto ricevette il Royal Asent il 1° agosto 1800 ed è stato emanato dal 1° gennaio 1801. Un grado di corruzione, in termini si dice che il cavalierato e altri onori siano stati usati per ottenere l'approvazione del parlamento irlandese.

La battaglia di Copenaghen, La battaglia iniziò la mattina del 2 aprile e le dodici navi britanniche che vi presero parte erano comandate da Horatio Nelson (sebbene la flotta fosse comandata da un ammiraglio Parker). Le navi britanniche e danesi hanno avuto uno scontro a fuoco e tutti i rapporti hanno commentato quanto siano stati pesanti i combattimenti. Si dice che le esperienze superiori dei marinai britannici nell'artiglieria navale siano ciò che vinse la battaglia. Il Capitano Bligh del Bounty era al comando della Glatton e combatté contro l'ammiraglia danese (prima di essere sostituito dall'Elefante di Nelson). Nelson offrì ai danesi e al principe ereditario Frederik la cessazione della violenza. Fu concordato un cessate il fuoco e Nelson sbarcò a Copenaghen. È stato insignito di un visconte per il suo successo. Lo squadrone dell'ammiraglio Parker non era coinvolto nella battaglia e non era stato in grado di vedere la battaglia a causa del fumo che ne usciva.

Il Cairo Catturato , L'esercito britannico, sotto Sir Ralph Abercromby, era arrivato in Egitto nel marzo 1801 e si era messo in servizio con le truppe francesi che vi risiedevano. Abercromby è stato ucciso fuori Alessandria e il suo ruolo è stato assunto da Sir John Hutchinson. Gli inglesi furono infine sostenuti dai soccorsi provenienti dall'India e dalla Turchia e i tredicimila soldati francesi rimasti al Cairo furono circondati. Tornarono in Francia nei termini del trattato di resa firmato il 27 giugno.

Scoperta la radiazione ultravioletta, la radiazione ultravioletta è stata scoperta dal tedesco Johann Ritter. Aveva visto che il cloruro d'argento si sarebbe decomposto oltre l'estremità viola dello spettro. Mentre è invisibile all'occhio umano, può essere visto sotto determinati materiali, causando l'emissione di luce.

Thomas Jefferson Becomes President , On March 4, 1801, Thomas Jefferson became the Third President of the United States following his defeat of John Adams the year before. Thomas Jefferson had been the principal author of the Declaration of Independence in 1776.

West Point Military Academy , West Point is in Orange County, New York. Originally the United States Military Academy was the U.S. Corps of Engineers training school, but was made the U.S.M.A. by Congress on March 26, 1802. It was officially opened as such on July 4 of that year.

The Louisiana Purchase , Before the Purchase, Louisiana had encompassed a large part of the American Mid-west, from the Mississippi to the Rockies. It was bought from France in 1803 without an amendment to the Constitution (which did not allow for the annexation of territories). Louisiana which was much larger than just Louisiana and included all of present-day Arkansas, Missouri, Iowa, Oklahoma, Kansas, Nebraska, plus part of what are now Minnesota, North Dakota, South Dakota, New Mexico, Montana, Wyoming, Colorado and Louisiana. The total land mass was 828,800 square miles for a total cost of 15 million dollars. At that time this doubled the size of the United States (today is about 1/4 of the countries total size). The Senate authorized the Purchase on November 29, 1803.

Railway Before Trains , One of the earliest railways was The Surrey Iron Railway, in terms of track. The Wandsworth-Croydon line allowed horse-drawn wagons to transport goods from Wandsworth to Croydon in Surrey. It was used until 1846 and the advent of the steam train. Its tracks were not capable of supporting the heavier loads that steam trains carried. The route followed the River Waddle from Wandsworth and went south to Croydon. Note that both of these areas have since become boroughs of London. The term wagonway has been used to describe the horse-drawn system.

Ohio Becomes The 17th state in the Union , Ohio was part of what was called the Northwest Territory occupying the southeastern portion and was admitted to the Union as the state of Ohio on March 1, 1803. The Anglicized name 'Ohio' comes from the Iroquois word ohi-yo’, meaning 'great river'. Ohio is the first State to join the Union from the area known as The Northwest Territory which included Ohio, Indiana, Illinois, Michigan, and Wisconsin, as well as the northeastern part of Minnesota.

Britain Prepares For Possible Invasion By The French , Britain, concerned over the growth and success of French forces under the leadership of Napoleon Bonaparte, prepare for possible invasion by the French with 27,000 volunteers creating additional forces. Following the Battle Of Trafalgar under the leadership of Admiral Lord Nelson and the defeat of the French, the possibility of invasion ended.

New Jersey Abolishes Slavery , New Jersey was the last Northern state to emancipate its slaves. It was a partial abolition, and only given to those that were born after July 4th, 1804. And even the people who were born after 1804 were still required to work for the person whose land they lived on until they were twenty-five (if male) or twenty-one (if female). This bondage would still require them to act as 'apprentices' for the people who were, or would have been, their former masters. These were paid a 'fee' by the state for their support of the children, which lessened the previous slave-owners loss of a man or woman that had reached the age at which they were able to leave. This system meant that technically free people might be sent south and sold to the still slave-owning Southerners. New Jersey's slave population was said to be about twelve thousand when the law changed.

The Lewis and Clark Expedition , The Lewis and Clark expedition started from Camp Dubois, near present day Hartford, Illinois, on May 14 , 1804 and followed the Missouri River westward. They first built and then wintered at Fort Mandan (November 1804), near present-day Washburn, North Dakota. In April they continued the journey until they reached the Entrance of the Columbia River into the Great South Sea or Pacific Ocean on November 20th, 1805. They build and set up winter camp at Fort Clatsop close to what is now called Astoria, Oregon. On March 22nd, 1806, they began the journey back arriving back in St. Louis on September 23 1806. During the expedition, they had traveled by boat, by horse and on foot. Thomas Jefferson had asked them to keep diaries and maps of the expedition and they were able to dispel the concept of there being a 'Northwest Passage.' Lewis was made a governor of what would become Louisiana, and Clark the governor of Missouri.

Napoleon Bonaparte Coronation , The coronation of Napoleon Bonaparte as Emperor of the French took place on December 2nd, 1804, and was attended by his family, citizens, ministers and foreign dignitaries (including the Pope). The event, which took place in Nôtre Dame cathedral, made him Emperor of France. He lifted the crown to his own head, and the sword of Charlemagne had been brought to Paris for him. His garments had cost 99,000 francs, and Empress Joséphine's somewhat more. Street musicians and peddlers had been brought onto the streets around the Île de la Cité in order to add to the public's delight.

Twelfth Amendment To The Constitution , The twelfth amendment changed the method of presidential elections so that members of the Electoral College cast separate ballots for president and vice president. Prior to the Twelfth Amendment Whichever candidate received the greatest number of votes, except for the one elected President, became Vice President, the problem with this was a situation could happen in which the Vice President had been a defeated electoral opponent of the President and would impede the ability of the two to effectively work together, and could provide motivation, at least in theory, for a coup d'état (since the Vice President would succeed to the office of the President upon the removal or death of the President).
The Twelfth Amendment was designed to change that, ensuring the President and Vice President would work together as a team for the good of the country.

First Working Full Size Railway Steam Locomotive , Richard Trevithick turns a high pressure steam engine designed to drive a hammer at the Pen-y-Darren Ironworks in Merthyr Tydfil, South Wales into a steam locomotive by mounting it on wheels and on the 21st of February, 1804 the world's first railway journey took place as Trevithick's unnamed steam locomotive hauled a train along the tramway of the Penydarren ironworks, near Merthyr Tydfil in south Wales.
Earlier in 1784, William Murdoch, a Scottish inventor, built a prototype steam road locomotive, and in the United States Steamboat Pioneer John Fitch had built a working model of a steam rail locomotive probably during the 1780s or 1790s.
George Stephenson is best known as the "Father of Railways." He was an English civil engineer and mechanical engineer who built the first public railway line in the world designed to use steam locomotives (the Stockton and Darlington Railway) and later built the famous "Rocket steam locomotive" ( 1829 ).

1920's Fashion

Ladies Dresses From The Decade

Part of our Collection of Childrens Clothes From the Decade


Battle of Amstetten, 5 November 1805 - History


A.) La preistoria diplomatica della guerra

On April 11th 1805 Britain and Russia signed the TREATY OF ST. PETERSBURG, an offensive alliance directed against France. They were joined by Austria (on August 9th), Sweden, while France was allied to Spain, to a number of satellite republics. Sweden only joined after Britain granted subsidies which virtually financed the entire Swedish war costs. Sweden armed 10,000 men.


B.) Il corso militare degli eventi

In September 1805, Austrian troops invaded and occupied Bavaria French troops crossed the Rhine Baden, Wuerttemberg and Bayern concluded alliances with France (October) an Austrian force under General Mack was encircled at Ulm and surrendered (Oct. 17th 1805) French forces under General MURAT occupied Vienna (Oct. 21st) on the same day, the British Navy defeated an Anglo-French fleet in the BATTLE OF TRAFALGAR British Admiral LORD NELSON fell in the battle.
On November 3rd Prussia and Russia concluded the TREATY OF POTSDAM, in which Prussia obliged itself to join the coalition however it did not act upon its commitment. On December 2nd Napoleon decisively defeated an Austro-Russian force in the BATTLE OF AUSTERLITZ.

In the TREATY OF SCHOENBRUNN (Dec. 15th) Prussia - a country which had not actively participated in the war - ceded Ansbach, Bayreuth to Bavaria, Wesel, Cleve and Neuchatel to France, and was compensated with Hannover (hitherto in dynastic union with Britain, ceded by France without British approval).
In the PEACE OF PRESSBURG (Dec. 26th) Austria ceded Venice to the Kingdom of Italy, Tyrol, Vorarlberg, Eichstaett, Passau, Burgau, Brixen and Trient to Bavaria.


10. The Battles of Imphal and Kohima: 7 March – 18 July 1944

The Battles of Imphal and Kohima was a key turning point during the Burma campaign on World War Two. Masterminded by William Slim, British and Allied forces won a decisive victory against the Japanese forces situated in north-eastern India.

The Japanese siege of Kohima has been described as ‘the Stalingrad of the East’, and between 5 and 18 April the Allied defenders were engaged in some of the bitterest close-quarter fighting of the war.


Guarda il video: Sahariana w Tunezji1943